chat
Chi è in linea
In totale ci sono 10 utenti in linea: 3 Registrati, 0 Nascosti e 7 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

gabr179, Philo Vance, Wacos

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Pure Drive 2018
Da Wacos Oggi alle 15:56

» Scelta definitiva
Da Attila17 Oggi alle 15:06

» Diritto top spin
Da Doc68 Oggi alle 15:01

» Ma quanto arrotava Vilas nonostante il legno?
Da correnelvento Oggi alle 12:13

» RACCHETTE: inesorabile cambio di rotta... dovuto all'età
Da Wacos Oggi alle 09:49

» E basta con il politically correct!!!!!
Da Doc68 Oggi alle 00:16

» toppare con il multi
Da Doc68 Oggi alle 00:07

» Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi
Da Doc68 Ieri alle 21:15

» wilson pro staff 97 versione 2016
Da max1970 Ieri alle 18:24

» Incordare a tensioni basse.
Da Doc68 Ieri alle 15:37

» e dopo 60 anni stiamo a casa con merito
Da Incompetennis Ieri alle 12:08

» margine di "crescita" fisica
Da correnelvento Ieri alle 08:55

» Wilson Sting OS
Da correnelvento Sab 18 Nov 2017, 17:21

» rivalita'
Da Maio77 Ven 17 Nov 2017, 18:56

» progressi tecnici adulti
Da Chiros Ven 17 Nov 2017, 17:08

Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     

Una vita da gregario

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una vita da gregario

Messaggio Da Incompetennis il Ven 30 Set 2016, 13:24

Il campione nello sport é sempre sulla bocca di tutti. Lo troviamo nelle pagine dei giornali, in tutti i forum specifici, nelle discussioni tra appassionati. Nel nostro caso ammiriamo i vari Federer, Nadal, Dijokovic passando anche per altri che campioni non sono ma comunque ottimi tennisti quali Dimitrov, Isner , Simon e tanti altri.
Tutti costoro son ricchi, amati (tranne Fognini) , ammirati , circondati da belle stangone (tranne Roger); insomma se la godono e tanto al netto di allenamenti certamente pesanti.
Ma dal 100esimo posto in poi com'è la situazione? Ragazzi e vecchie volpi vanno in giro per il mondo a raschiare qualche punticino ATP e qualche euro per pagarsi le spese. Metti che fai migliaia di km e poi perdi al 1° turno al challenge di Passofagiolo. Magari devi pagarti i campi per allenarti e pure le palline (l'ho letto ma non ricordo dove) . Insomma 'sti ragazzi o hanno alle spalle papà col portafoglio a mantice oppure devono sudare per arrivare a guadagnare per vivere decentemente.
Si obietterà che alla fine fanno il mestiere che hanno scelto, che piace a loro e, bene o male, quei 40.000 € l'anno li tirano su che al cambio fanno oltre 3.000 al mese .... si può vivere se non sei scemo ....
Non so se abbiano scelto di fare il tennista mediocre, probabilmente ognuno di loro aveva dei sogni da n. 1 ma poi si son ritrovati a svegliarsi da n. 150
A 30/35/40 anni se vivi solo di tennis come ti ritroverai? Che io sappia maestri ce ne stanno a iosa, man mano diventi meno competitivo anche per i campionati a squadre e ti ritrovi a non saper fare altro che tenere una racchetta in mano e cercare di fare il doppio col "cummenda" di turno per acchiappare un posticino nella sua azienda....
Insomma togliendo i soliti noti, o perlomeno i primi 100, dopo non è che ci sia da scialare. Montepremi piccoli, viaggi lunghi, alberghetti magari in stanza doppia, incordature da pagare, nessuno ti ferma per strada (tranne i vigili) .... Quasi quasi son contento di non essere diventato n. 157 del mondo !!!!!!
avatar
Incompetennis

Messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da marco61 il Ven 30 Set 2016, 13:55

Bellissima discussione. Ho suggerito qualcosa sul blog di Federtennis diversi anni fa, ma mi hanno silenziosamente cestinato.
Ho fatto la stessa cosa qui, ma per fortuna non ci legge nessuno.
Limitiamoci a noi e guardiamo ad un paese che ci è vicino come numero di abitanti. L'Italia, in campo maschile attualmente ha zero giocatori nei primi 30 e 3 nei primi cento. La Francia, attualmente, ha 5 giocatori nei primi 30 e 10 nei primi cento. In campo femminile le cose vanno un pelino meglio, ma soffermiamoci per il momento sui maschietti.
In Italia, alcuni tra i giovani promettenti vengono "aiutati" dalla federazione con simbolici rimborsi spesse. Il papà di Quinzi ha detto che portare Gianluca dov'era a 18 anni, è costato 60.000 euro l'anno A LUI. Vediamo come funziona in Francia. Ogni anno vengono selezionati i migliori 30 under 12 maschi e 30 under 12 donne, da quel momento verrà messo loro a disposizione un coach professionista e pagate le spese. Statisticamente tra questi 60,solo 10 diventano professionisti. Parte dei guadagni dei 10 professionisti per OGNI ANNO, va in tasca ai coach e alla federazione francese per allenare tutti i 60 giocatori. Per chi non diventa professionista, una stretta di mano e amici come prima.
Costo totale dell'operazione: zero per i giocatori, zero per la federazione.
Mi vengono i brividi a pensare che questa mia proposta è stata cestinata diversi anni fa.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 9302
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 56
Località : sanremo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da miguel il Ven 30 Set 2016, 14:46

fortunatamente per loro il 99% dei tennisti arriva da famiglie più che benestanti anche perchè in caso contrario sarebbe difficile arrivare anche solo ad essere il 500 del mondo.
certo se uno si ostina a giocare da pro le spese se sei oltre il 150 del mondo potrebbero superare le entrate anche se tra ingaggi per campionati a squadre, qualche piccolo sponsor, qualche esibizione e qualche premio vinto la carretta la si tira avanti. In caso contrario in Italia spesso ad un certo punto si cominciano a giocare gli open dove con un impegno minimo (normalmente un big entra in campo il venerdi e finisce la domenica) si vincono gli stessi soldi di un 10.000 e ci si deve allenare meno e si puo' già dedicare tempo all'imsegnamento che alla fine è la strada che quasi tutti prendono finita l'attività agonistica
avatar
miguel

Messaggi : 4815
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 51
Località : torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da squalo714 il Ven 30 Set 2016, 18:58

Ho un figlio di undici anni il quale spesso mi dice che vorrebbe fare il tennista professionista, gioca poco anche perché tra scuola e altri impegni suoi, miei e di mia moglie di più, visto  che  campi sotto casa non ne abbiamo, obiettivamente sarebbe difficile.
Peccato perché avrebbe talento e questa è la cosa che più mi fa venire il magone..
L'ho dirottato sul calcio, anche lì si diverte, gira con la squadra, agli allenamenti ci va in bici, alle partite col pulmino della societa'..e quando avra' voglia di smettere non ci sara' nulla da recriminare...il tennis?  Lasciamolo agli altri e se salta fuori un fenomeno di buona famiglia con anche il talento ben venga..
avatar
squalo714

Messaggi : 1564
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da Incompetennis il Sab 01 Ott 2016, 01:36

Ma tutti i soldi che la fit si becca tra tessere, tornei, multe che fine fanno ? Nessuno si accorge che in campo maschile non vinciamo uno slam dal 1976 ? Non saprei manco da quando non si vince un "semplice " master 1000 ....
avatar
Incompetennis

Messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da marco61 il Sab 01 Ott 2016, 01:43

Squalo, questo è il consiglio di una persona che c'è passato prima di te.
Io da piccolo sognavo di fare il calciatore. Avevo talento, sono arrivato a fare qualche presenza in C1 a 17 anni.
Poi è arrivato il momento più terribile per tutti i ragazzi: l'esito degli esami di maturità.
Quel voto ha rappresentato la mia sfortuna: 60/60.
Quel maledetto giorno ho capito che non potevo più scherzare, che dovevo cominciare a dimostrare che la mia vita doveva avere un senso.
Ho provato a studiare. Lingue straniere all'università di Torino. Tre anni e 10 esami dati con la media del 29.
Contemporaneamente speravo di realizzare quel sogno che pian piano mi sfuggiva di mano. Facevo 100 km. due sere alla settimana per allenarmi con una squadra di terza categoria, per i quali ero un idolo, e tornavo a Sanremo il venerdì sera giusto in tempo per svolgere un solo allenamento con la squadra.
Giocavo comunque bene, ero in pace con me stesso. Ma per il mio allenatore vedermi una volta la settimana non era sufficiente, e questo ha rappresentato la fine del mio sogno.
Cosa sto cercando di dire? Ho fatto tesoro di questa mia esperienza e ho fatto di tutto perchè un giorno mio figlio non potesse provare la stessa delusione.
Fagli capire che diventare un giocatore professionista non è importante, che il suo talento prima o poi troverà la propria strada.
Ma se ci credi davvero, allora lotta con tutto te stesso. Fai in modo che quel sogno diventi anche il tuo, ma devi essere certo che un giorno non si dovrà svegliare capendo che era tutto uno scherzo.
Non so indicarti la strada, quella devi trovarla tu.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 9302
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 56
Località : sanremo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da squalo714 il Sab 01 Ott 2016, 10:46

Guarda, è talmente difficile emergere nel tennis che credo sia più facile fare un 6 al superenalotto..
Certamente troverà la sua strada e nello sport la cosa più importante è che si diverta, il resto vien da sé.
avatar
squalo714

Messaggi : 1564
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da marco61 il Sab 01 Ott 2016, 11:09

squalo714 ha scritto:Guarda, è talmente difficile emergere nel tennis che credo sia più facile fare un 6 al superenalotto..
Certamente troverà la sua strada e nello sport la cosa più importante è che si diverta, il resto vien da sé.
D'accordissimo con te, è importante che lo capisca anche lui. Wink

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 9302
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 56
Località : sanremo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da Incompetennis il Mer 14 Dic 2016, 18:41

Ma, voi che ne sapete di più, pensate che ci sia qualche giovane Italiano in giro che non sarà il solito tennista al max discreto ma che potrebbe promettere bene ?
avatar
Incompetennis

Messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da superpipp(a) il Gio 15 Dic 2016, 09:43

Incompetennis ha scritto:Ma, voi che ne sapete di più, pensate che ci sia qualche giovane  Italiano in giro che non sarà il solito tennista al max discreto ma che potrebbe promettere bene ?
Non mettermi pressione e vedrai, fra qualche anno, sentirai parlare di me Very Happy Very Happy Very Happy
SCARSOOOOOOO tongue

Ciao
SP
avatar
superpipp(a)

Messaggi : 2546
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 62
Località : Vesuvio

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da Chiros il Gio 15 Dic 2016, 11:02

Incompetennis ha scritto:Ma, voi che ne sapete di più, pensate che ci sia qualche giovane  Italiano in giro che non sarà il solito tennista al max discreto ma che potrebbe promettere bene ?

Mio figlio. Purtroppo non ne vuole sapere.
avatar
Chiros

Messaggi : 3520
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 42
Località : Mai una stabile.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da superpipp(a) il Gio 15 Dic 2016, 14:07

Chiros ha scritto:
Incompetennis ha scritto:Ma, voi che ne sapete di più, pensate che ci sia qualche giovane  Italiano in giro che non sarà il solito tennista al max discreto ma che potrebbe promettere bene ?

Mio figlio. Purtroppo non ne vuole sapere.
Prova col secondo Very Happy Very Happy

ciao
SP
avatar
superpipp(a)

Messaggi : 2546
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 62
Località : Vesuvio

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da Chiros il Gio 15 Dic 2016, 15:34

superpipp(a) ha scritto:
Chiros ha scritto:
Incompetennis ha scritto:Ma, voi che ne sapete di più, pensate che ci sia qualche giovane  Italiano in giro che non sarà il solito tennista al max discreto ma che potrebbe promettere bene ?

Mio figlio. Purtroppo non ne vuole sapere.
Prova col secondo Very Happy Very Happy

ciao
SP

Il secondo è una forza della natura ma spreca tutto in piscina
avatar
Chiros

Messaggi : 3520
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 42
Località : Mai una stabile.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da marco61 il Gio 15 Dic 2016, 16:28

Ho il forte timore che fin quando non cambierà qualcosa a livello federativo, sarà molto difficile vedere un italiano tra i primissimi al mondo.
Per un italiano, ad oggi, poter emergere nel tennis costa davvero troppo.
E i figli di papà che hanno voglia di sacrificarsi sono sempre di meno.
La vedo proprio dura.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 9302
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 56
Località : sanremo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una vita da gregario

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum