chat
Chi è in linea
In totale ci sono 20 utenti in linea: 6 Registrati, 0 Nascosti e 14 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Chiros, correnelvento, Doc68, Kingkongy, Marpaist, spalama

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dichiarazione solenne.
Da Doc68 Oggi alle 10:28

» Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi
Da Chiros Oggi alle 10:28

» Campionati serie A
Da spalama Oggi alle 09:52

» Passione o fissazione?
Da correnelvento Ieri alle 18:23

» Dichiarazione SOLENNEX
Da marco61 Ieri alle 15:27

» basta prove racchette per me
Da max1970 Ieri alle 15:09

» RACCHETTE: inesorabile cambio di rotta... dovuto all'età
Da fabione65 Ieri alle 13:52

» Racchetta di Connors
Da Doc68 Ieri alle 10:59

» Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico
Da correnelvento Sab 09 Dic 2017, 17:42

» Invecchiamo prima nel corpo o nella mente?
Da Riki66 Sab 09 Dic 2017, 16:49

» Percezione del proprio gioco
Da Maio77 Ven 08 Dic 2017, 17:58

» Vitamina D3
Da Tempesta Ven 08 Dic 2017, 14:07

» IL GALATEO DEL TENNISTA
Da Philo Vance Ven 08 Dic 2017, 08:43

» orologi per tennis
Da correnelvento Ven 08 Dic 2017, 08:30

» Pablo Cuevas
Da Tempesta Gio 07 Dic 2017, 23:18

Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     

I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 08:12

Ecco un sunto (sicuramente incompleto) di tutto ciò che NUOCE al nostro tennis di basso livello.

Tali valutazioni nascono da 7 lustri di tennis giocato (male, naturalmente):

1: Attaccarsi disperatamente alla tecnica
Avete presente di chi passa le ore sul tubo a calcolare l'angolo del piede con la bisettrice dell'occhio dominante per la radice quadrata della stance?
Ecco: questi vincono una partita solo al passaggio della cometa di Halley, e la vincono solo se l'avversario è MOLTO più scarso di loro.
Non ascoltateli.
Non leggeteli.
Rischierete di diventare come loro!

2. Pensare che la racchetta determina i colpi
"Ho comprato la Prestige, ma il lungo linea in top-spin mi perde il 7% di rpm... devo prendere la PD, anche se non posso giocare piatto".
Ecco: tutte minchiate.
E chi scrive è uno dei più grandi cambiatori di racchette...
Ma le cambio per il piacere di farlo, NON per trasformare il mio gioco o i miei colpi.

3. Chi ti fa credere che incordare sia più difficile che pilotare uno shuttle della NASA
Nessuno può negare che una incordature fatta bene e da un professionista sia meglio di una fatta a cazzo...
Ma, secondo me, si tende ad esagerare.
Incordare una (cazzo) di racchetta è una cosa semplice.
Un mestiere, NON una professione.
Personalmente ho giocato per 30 anni con racchette incordate a due nodi, iniziando le orizzontali dal basso.
Non mi si è mai rotta di na racchetta, non mi sono distrutto le articolazioni.
E ci ho sempre giocato bene.
In un test a doppio cieco NON riuscirei mai a distinguere un 2 da un 4 nodi, o una racchetta incordata da Prokes da quella fatta al mio circolo.
Parlo per me, ovviamente (e so che molti non saranno d'accordo).

4. I fanatici della preparazione fisica

Ovviamente non ti puoi presentare in campo pesando 110 kg...
Ma quando sento che per fare partite amatoriali occorre fare una preparazione tipo PRO, nutro qualche perplessità.
Chiaro che bisogna restare in un range di peso accettabile... e allenarsi GIOCANDO a tennis con qualche minimo esercizio di potenziamento (soprattutto alla cuffia dei rotatori).
Macinare chilometri di corsa lunga non solo non serve ad un cazzo, ma fa male al tennis e alle articolazioni.
Se giocate con continuità, il fatto stesso di giocare sarà l'allenamento di cui avete bisogno.
Non ho mai corso in vita mia (se non dietro una palla), e sono più resistente in campo del 90% dei miei coetanei.
Anche questa opinione personale.

5. I fanatici della preparazione mentale

Giocare a tennis non è un campionato mondiale di scacchi Spassky-Fischer...
Più pensi, meno giochi.
Prova a guardare la palla, e muovere i piedi.
E pensa meno alla tua mente: magari riesci a vincere più spesso.

6. I palleggiatori
Quelli che non fanno mai partite.
Palleggiano una vita pensando di migliorare.
In realtà, peggiorano.
Giocheranno sempre peggio in partita.
E palleggieranno sempre più.
In una spirale perversa.

7. I parlatori teorici
Giocano (e vincono) le partite solo a tavolino:
"Tu hai fatto 5 giochi con Tizio, io ne ho fatto 6... quindi io sono più forte di te.
Se poi consideri che gioco solo da 2 anni, e tu da 15, io sono MOLTO più forte di te".
Ecco: questa gente sono il CANCRO del tennis amatoriale.

8: I cacciatori di classifica
La loro priorità è la classifica FIT di quarta.
Giocano 1000 tornei, e sono del 4.3 (o 4.2).
Non sanno che la quarta categoria sono gli NC di un tempo.
E non.lo accetteranno mai.

9.Trovare le scuse
I peggiori.
Chi trova scuse quando perde.
DOVETE farglielo notare, il loro squallore, ed evitarli in futuro.
Sono contagiosi.
Vi infettano.

10. I malati
Stanno sempre male: schiena, stiramenti, storte, insonnia.
Se perdono sono scusati.
Se vincono, vincono al quadrato (nonostante la schiena dolorante, ti ho battuto).
Evitate li accuratamente​, e starete meglio.

Sicuramente ho estremizzato alcuni concetti, e ho dimenticato qualcosa... ma spero di aver dato un contributo di discussione...
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da Wacos il Mar 28 Mar 2017, 11:04

Le mie considerazioni sotto.
In generale posso concordare con gli assunti ma mi trovo a volte in disaccordo con i commenti, che per me sono un pò troppo "bianco/nero". Secondo me ci sono molte scale di grigio, e molte personalità diverse che pur commettendo magari gli stessi errori non meritano di essere accomunate assieme.

correnelvento ha scritto:

1: Attaccarsi disperatamente alla tecnica

Assolutamente vero. Migliorare la tecnica significa rendere il gesto più efficace ed efficente, ma da sola non basta a vincere una partita,a meno che il divario tra i due giocatori sia molto ampio.
Nel tennis amatoriale spesso l'errore avviene prima di tutto a livello decisionale. Si sceglie spesso di giocare un colpo a bassissima probabilità di riuscita perchè si prendono troppi rischi, o perchè si tratta di un colpo che non sappiamo giocare con costanza, o perchè proprio sbagliato da un punto di vista tattico o di geometria.
I veterani del "tennis giocato" hanno capito questo e riescono a mettere in difficoltà giocatori magari tecnicamente più maturi di loro proprio perchè posseggono una migliore visione di gioco ed esperienza.
Tuttavia non me la sentirei di parlar male di chi cerca di imparare, anche se magari lo fa nella maniera sbagliato. Cercare di migliorarsi è un atteggiamento nobile anche se il risultato è pessimo, ma quello è un problema del diretto interessato.

2. Pensare che la racchetta determina i colpi

Se la racchetta impugnata è troppo difficile da usare per chi la impugna avrà un grosso impatto negativo. Può essere che sia troppo pesante, che sia troppo poco maneggevole, o troppo selettiva per via magari del piatto piccolo o troppo potente/troppo poco.
Ma stiamo parlando solo di quando si toccano degli estremi della propria competenza; esiste una ampia fascia di racchette che ogni persona può usare sulla base del proprio gioco/sensazioni/abilità tecnica , senza venirne ostacolato.
All' interno di questa fascia sono daccordo anche io che, con le dovute differenze, una vale l'altra (conta di più le corde che ci metti, secondo me)

3. Chi ti fa credere che incordare sia più difficile che pilotare uno shuttle della NASA

UUUUUU, su questo mi trovi daccordo al 1000% se non di più.

Ho fatto due corsi e speso svariate centinaia di euro e ,senza entrare nei dettagli, devo dire di essere rimasto in parte deluso. Quello che posso dire è che ci sono alcuni dei dettagli del processo di incordatura che sono effettivamente determinanti. In mancanza di questi il risultato sarà pessimo, a prescindere da tutto. Poi ci sarebbe da discutere ore e ore per definire il concetto di "lavoro fatto bene".
Se imposti la macchina a 22 e quando la dai al cliente il giorno dopo la racchetta è a 20, per me è un lavoro di merda , anche se fatto con tutti i crismi e dei nodi perfetti. E qui apre un mondo che ha a che fare con le corde,i clienti e le loro aspettative, ma è un altro film.

4. I fanatici della preparazione fisica

Il fanatismo è un male a priori, qualsiasi sia l'ambito. Sicuramente una buona forma fisica fa MOLTA differenza in campo, soprattutto ai bassi livelli. E non parlo solo di durata massima, ma anche e soprattutto della qualità degli spostamenti. Correre da una parte all'altra del campo e non sentire la fatica, recuperare agilmente la posizione anche in uno scambio serrato, scattare come una lepre ed arrivare a prendere la palla corta, recuperare dopo uno scambio duro in pochi secondi sono tutti bonus che non si può non tenere da conto. Conosco un sacco di ex giocatori di calcio che pur senza una grande tecnica sono piuttosto bravi a tennis grazie alle loro gambe e alla loro abile ricerca di palla(molto più di un tennista secondo me).

5. I fanatici della preparazione mentale

Essendo uno che "soffre" dello stress in partita ho fatto le mie belle ricerche e letto svariati libri ho capito la maggior parte del problema "mentale" è in realtà dovuto ad insicurezza dei propri mezzi, quindi la base è tecnica, prima di tutto.
Già scendere in campo sicuri di quello che sappiamo fare ti farà giocare 100 volte meglio. Poi si entra nel campo della esperienza della partita giocata, la cui mancanza viene spesso percepita come un problema mentale perchè effettivamente ti senti colto da mille dubbi ed insicurezze. In realtà è che sei si presente in campo ma non sai bene cosa fare e il non sapere genera ansia. Bisogna allenarsi e bisogna fare esperienza.



6. I palleggiatori

Riconducibile al punto 1. I palleggiatori pensano semplicemente che migliorare la tecnica aiuti a giocare meglio in partita, il che è in parte vero, ma non hanno capito che serve anche altro. Comuqnue non stanno facendo niente di male, anche se il palleggio di per se, senza obiettivi, è un allenamento inutile.

7. I parlatori teorici

Non ne conosco che fanno gli esempi da te citati. Però conosco molte persone che guardano solo al risultato contingente e non vedono l'insieme. Il punteggio di un match non identifica la bravura di un giocatore, identifica solo il risultato di una competizione. Se così non fosse avrebbero ragione i parlatori teorici. Quando federer ha perso recentemente dal numero 100 e rotti non credo che nessuna si possa permettere di dire che tizio sia più bravo di Re Roger. Ha semplicemente giocato meglio in quella occasione e quindi onore al vincitore. E' comunque meschino valutare un giocatore dal risultato di un match. Si vede ad occhio se uno sa giocare a tennis con un pò di buon senso, non c'è bisogno di sfide a singolar tenzone.

8: I cacciatori di classifica

Anche a me manca la categoria "NC", perchè metterebbe in luce le capacità sul campo senza quel velo di pregiudizio che ristagna nelle classifiche di 4a, sia verso l'alto che verso il basso. Quando si partecipa ad un torneo conta solo vincerlo, dal terzo classificato in poi è una guerra a chi ce l'ha più grosso tra perdenti che è veramente squallida.


9.Trovare le scuse
Concordo. Un conto è la classica discussione a fine partita dove si sviscera la partita, un conto è accampare scuse facendo sottointendere che l'avversario non si è meritato la vittoria perchè è dovuta ad un fattore esterno. Poi se si è onesti si capisce da soli quando si portano a casa vittorie su giocatori più forti perchè magari hai beccato la sua giornata no.

10. I malati
Questa è la categoria che più odio, che ricade nelle scuse. Curati cazzo. Tutti hanno gli acciacchi e capita di entrare in campo mal messi una volta ogni tanto. Ma se i dolori ti capitano, fatalità, SEMPRE, quando stai perdendo, è solo una scusa e delle peggiori. Ne conosco un paio che sono sempre a pezzi, si spaccano come l'uomo di vetro, salvo se stanno vincendo che sembrano nadal sotto steroidi.

Comunque ritorniamo anche al punto dell'allenamento: se non ti vuoi rompere, allenati.

...
avatar
Wacos

Messaggi : 1063
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 11:09

Naturalmente, e l'ho pure detto, ho ESTREMIZZATO i concetti.

Sul BIANCO/NERO concordo con te... è un mio limite!
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da Chiros il Mar 28 Mar 2017, 11:14

A me sembra che per giocare un torneo di quarta occorra un fisico da PRO.
Il giorno dopo aver giocato la prima partita, rendo la metà.
avatar
Chiros

Messaggi : 3574
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 43
Località : Mai una stabile.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da patillo il Mar 28 Mar 2017, 11:49

Maaah...son quasi d'accordo su tutto...le uniche perplessità le ho sulla storia delle racchette e delle incordature...
Per le racchette credo solo si debba usare quella/e che fa/n sentire meglio il gioco del proprio tennis e basta..e parlo dei quarta...è inutile pensare a cose tipo quelle che ha scritto Corre sui passanti rpm incrociati...puoi anche giocare con una K90 se ti senti a tuo agio tennistico e ci puoi vincere anche tante partite...non è certo una padella da 180'' che fa di un quarta un terza, (e parlo NON in termini di classifica)
Sulle incordature credo che la verità sia nel mezzo fra il corre pensiero e "il mestiere", nel senso che incordare una racchetta non è cosa da scienziati, rimane pur sempre una racchetta, certo è che io farei differenza fra uno che inifla delle corde e uno che incorda una racchetta...in fondo (Corre) la differenza puoi anche non sentirla (io per primo) ma almeno sai di aver incordato un telaio, di aver seguito delle regole tecniche e non semplicemente infilato 37 volte un mono nel telaio il che non vuol dire che perdi nel primo caso e vinci nel secondo o che ti vien l'epicondilite solo perchè hai quel telaio in borsa..
avatar
patillo

Messaggi : 1200
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 44
Località : Besate - MI

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da Attila17 il Mar 28 Mar 2017, 12:14

Allora io concordo su tutto con qlc distinguo, soprattutto su due passaggi, quello dei palleggaitori e quello degli incordatori.
Per i palleggiatori senza partite concordo con Giovanni, se fai solo quello, nn serve una cippa.
Se però lo fai in funzione di miglioramento allora ha senso, se imposto un palleggio su diagonale di rovescio e diritto lungolinea, vorrà dire che andrò a migliorare, forse però si dovrebbe parlare di allenamento in palleggio piuttosto che palleggio, ossia finalizzato a raggiungere un risultato da poi inserire in partita.
Per il discorso incordatori, anche qui , vero che ci sono tante pippe, però vero che ci sono anche tanti presunti incordatori ( e nn parlo di chi se le incorda da sole , ma da chi si fa pagare) che non ci capiscono una cippa....
Io recentemente mi sono fatto incordare una racchetta da un professionista ( Eiffel) e devo dire che nella mia pippaggine ho riscontrato delle differenze, sarà pure effetto placebo ma intanto mi hanno chiesto come gioco e che cosa cerco, e poi hanno deciso che tipologia di corde metterci. E la differenza l ho sentita..... vi porto altro esempio sono stato in un negozio ( nn vi dico dove) che dovrebbe essere solo di tennis e parlando di corde mi ha detto che le Head Velocity sono un monofilo....... secondo voi come poteva incordare costui?
Ovviamente mie opinioni
Per il resto sono d'accordo con Giovanni al 100%
Ciao
avatar
Attila17

Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 48
Località : Albissola Marina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da max1970 il Mar 28 Mar 2017, 12:37

Attila17 ha scritto:Allora io concordo su tutto con qlc distinguo, soprattutto su due passaggi, quello dei palleggaitori e quello degli incordatori.
Per i palleggiatori senza partite concordo con Giovanni, se fai solo quello, nn serve una cippa.
Se però lo fai in funzione di miglioramento allora ha senso, se imposto un palleggio su diagonale di rovescio e diritto lungolinea, vorrà dire che andrò a migliorare, forse però si dovrebbe parlare di allenamento in palleggio piuttosto che palleggio, ossia finalizzato a raggiungere un risultato da poi inserire in partita.
Per il discorso incordatori, anche qui , vero che ci sono tante pippe, però vero che ci sono anche tanti presunti incordatori ( e nn parlo di chi se le incorda da sole , ma da chi si fa pagare) che non ci capiscono una cippa....
Io recentemente mi sono fatto incordare una racchetta da un professionista ( Eiffel) e devo dire che nella mia pippaggine ho riscontrato delle differenze, sarà pure effetto placebo ma intanto mi hanno chiesto come gioco e che cosa cerco, e poi hanno deciso che tipologia di corde metterci. E la differenza l ho sentita..... vi porto altro esempio sono stato in un negozio ( nn vi dico dove) che dovrebbe essere solo di tennis e parlando di corde mi ha detto che le Head Velocity sono un monofilo....... secondo voi come poteva incordare costui?
Ovviamente mie opinioni
Per il resto sono d'accordo con Giovanni al 100%
Ciao
Non sottovaluterei l'effetto "placebo" che nel tennis è molto presente e parlo per esperienza personale. Per quanto riguarda le tesi di Giovanni direi che sono condivisibili, naturalmente, usando il genere letterario della satira, è molto radicale, ma davvero un piacere leggerlo. Giovanni se piloti gli aerei come scrivi sei un top gun!
avatar
max1970

Messaggi : 503
Data d'iscrizione : 16.02.17
Località : massa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 13:36

Attila17 ha scritto:

Per i palleggiatori senza partite concordo con Giovanni, se fai solo quello, nn serve una cippa.

Esatto: io mi riferisco a quelli che non fanno MAI partite, pensando/sperando di migliorare...

Se però lo fai in funzione di miglioramento allora ha senso, se imposto un palleggio su diagonale di rovescio e diritto lungolinea, vorrà dire che andrò a migliorare, forse però si dovrebbe parlare di allenamento in palleggio piuttosto che palleggio, ossia finalizzato a raggiungere un risultato da poi inserire in partita.

Ineccepibile


Io recentemente mi sono fatto incordare una racchetta da un professionista ( Eiffel) e devo dire che nella mia pippaggine ho riscontrato delle differenze, sarà pure effetto placebo ma intanto mi hanno chiesto come gioco e che cosa cerco, e poi hanno deciso che tipologia di corde metterci. E la differenza l ho sentita....

Ci mancherebbe: ho specificato che un tecnico qualificato (la parola "professionista", scusate, ma mi pare eccessiva) faccia un lavoro sicuramente più accurato di un "sine titulo"... quello che voglio dire è solo che mi pare si tenda ad attribuirne un'importanza eccessiva ai fini del gioco/rendimento in partita.
Cmq è una mia sensazione, perchè non riesco a trovare differenza.
 
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 13:41

max1970 ha scritto:

Non sottovaluterei l'effetto "placebo" che nel tennis è molto presente e parlo per esperienza personale. Per quanto riguarda le tesi di Giovanni direi che sono condivisibili, naturalmente, usando il genere letterario della satira, è molto radicale, ma davvero un piacere leggerlo. Giovanni se piloti gli aerei come scrivi sei un top gun!

Grazie, Max.
Più che altro vorrei giocare a tennis come faccio il pilota: almeno mi pagherebbero per giocare!
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 13:43

patillo ha scritto:

Sulle incordature credo che la verità sia nel mezzo fra il corre pensiero e "il mestiere", nel senso che incordare una racchetta non è cosa da scienziati, rimane pur sempre una racchetta, certo è che io farei differenza fra uno che inifla delle corde e uno che incorda una racchetta...in fondo (Corre) la differenza puoi anche non sentirla (io per primo) ma almeno sai di aver incordato un telaio, di aver seguito delle regole tecniche
 

Ovviamente non posso che concordare.
Il mio paragone non è tra Roman Prokes ed un cane incapace...
ma tra un incordatore non qualificato, ma con un minimo di passione/competenza ed uno con un attestato di qualifica...
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da spalama il Mar 28 Mar 2017, 14:02

Mito assoluto!!!
avatar
spalama

Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 49
Località : ROMA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da Wacos il Mar 28 Mar 2017, 14:06

correnelvento ha scritto:
Attila17 ha scritto:

...

Ci mancherebbe: ho specificato che un tecnico qualificato (la parola "professionista", scusate, ma mi pare eccessiva) faccia un lavoro sicuramente più accurato di un "sine titulo"... quello che voglio dire è solo che mi pare si tenda ad attribuirne un'importanza eccessiva ai fini del gioco/rendimento in partita.
Cmq è una mia sensazione, perchè non riesco a trovare differenza.
 

Beh, immagino che tu abbia ,come tutti, una tua preferenza in fatto di tensione. Che poi in realtà, come sai bene, quello che la gente  percepisce e cerca non è la tensione nominale ma è la durezza del piatto corde, alias tensione dinamica.
Un lavoro fatto da un insesperto ,anche se equipaggiato con una Baiardo, sicuramente produrrà una tensione dinamica più bassa e non solo.
Un incordatore diciamo perlomeno curioso ha imparato che ci sono molti tecnicismi che hanno delle particolari "tendenze" che influenzano il DT finale: ecco che questo permette all'incordatore di regolarsi per ottenere la durezza del piatto corde che si vuole ottenere.

Al contrario un inesperto imposterà la macchina alla tensione X e via.
Normalmente un giocatore ha una scala di DT in cui gioca comunque bene, per cui anche se il lavoro finale produce 2/3 punti in meno, questo rientra in un range accettabile ed è il motivo per cui non si scorge una gran differenza.

Molto spesso senti dire che "passato il periodo di assestamento di 2/3 ore ho cominciato a trovarmici". Altro che periodo di assestamento. 2/3 ore sono metà vita utile di quasi tutti i mono. L'assestamento avviene nella prima mezz'ora o poco più.
In quel caso sono cali di tensione importanti e perdita di resilienza che rendono la corde meno "nervosa"..

Nel mio piccolo ho riscontrato che al 90% tutti i nuovi clienti che mi impongono la loro tensione nominale, poi tornano dicendomi che la racchetta era "un pò troppo dura,magari scendiamo di un 1/2 kg".
Purtroppo è un passaggio quasi obbligato quando si passa da un inesperto ad un incordatore un minimo capace, proprio perchè la precedente esperienza si basava su assunti sbagliati: io dico che la maggior parte degli amatori gioca ad una tensione nominale reale compresa tra i 16 e i 19 kg, partendo da una desiderata non meno di 3 kg superiore.

Poi personalmente non so dire se oltre al DT risultante a livello di performance di gioco ci siano reali differenze, quindi non mi esprimo.
avatar
Wacos

Messaggi : 1063
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 14:31

Quando devo incordare da un incordatore "nuovo", chiedo la mia solita tensione.

Posso sentire il piatto più duro o più morbido, e la causa, verosimilmente, potrà essere la sua tecnica o (più probabilmente) la macchina incordatrice non perfettamente tarata.

La soluzione è semplice: la volta successiva gli chiedo una tensione maggiore o minore di quella che uso di solito.
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da spalama il Mar 28 Mar 2017, 14:47

Ma chiaro che si fa così.

Io credo che il 95% dei professionisti non si fa le pippe mentali che si fanno gli amatori in termini di racchette, corde, tensioni, etc...

Il tennis non è la formula 1 dove un basta bullone stretto con una coppia di serraggio diversa da quella di progetto e vengono compromesse le prestazioni dell'automobile e dove l'automobile conta molto ma molto di più del pilota.




avatar
spalama

Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 49
Località : ROMA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da Wacos il Mar 28 Mar 2017, 14:56

correnelvento ha scritto:Quando devo incordare da un incordatore "nuovo", chiedo la mia solita tensione.

Posso sentire il piatto più duro o più morbido, e la causa, verosimilmente, potrà essere la sua tecnica o (più probabilmente) la macchina incordatrice non perfettamente tarata.

La soluzione è semplice: la volta successiva gli chiedo una tensione maggiore o minore di quella che uso di solito.

La macchina conta relativamente poco, nel senso che a meno che non tratti di una manuale non è che si stara ogni 2 per 3, anzi certe macchine costose come le Baiardo si autoregolano e per le altre elettroniche un buon incordatore le verifica ogni tot.

E' molto più determinante il fattore umano, ti faccio un esempio pratico: un incordatore inesperto che fa tende le orizzontali una dietro l'altra non sa che essendo tutti "hard weaves" l'attrito esercitato sulla corda verticale , come minimo, fa si che la corda sia realmente tesa 2kg in meno.
Cioè tu imposti 22, la macchina tira effettivamente lo spezzone di corda a 22, ma siccome la corda deve passare a fatica tra le maglie delle corde verticali, l'attrito le impedisce di scorrere.

E sono 2 kg in meno di TUTTE le orizzontali solo per un semplice attrito che sembra inevitabile se non sai come aggirarlo.

Puoi andare per tentativi, che però hanno un costo, oppure cercare di avvicinarti al risultato desiderato se il tuo incordatore capisce di cosa hai bisogno e si prodiga per cercare di raggiungerlo, invece che fare semplicemente quanto richiesto (che male non fa sia chiaro, però non c'è valore aggiunto).
avatar
Wacos

Messaggi : 1063
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da doctor_tennis il Mar 28 Mar 2017, 15:25

Sì ok, ma quanto incide realmente questo sul gioco?
Voglio dire avere le corde tirate a 23 kg piuttosto che a 21 fa veramente tutta questa differenza al nostro livello?
Quando sento gente che dice  dopo una sola prova "ho aumentato la tensione di un paio di kg ed è tutta un'altra cosa" resto sempre un po' scettico, perchè ci sono un gioco troppi altri parametri.
Magari quel giorno avevi mangiato meglio/peggio, troppo/poco, magari la notte prima avevi dormito male, magari una farfalla aveva battuto le ali in Brasile e vanne a sapere...
Insomma davvero due kg in più di tensione si sentono o sono solo pippe mentali?

doctor_tennis

Messaggi : 72
Data d'iscrizione : 20.02.17
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da spalama il Mar 28 Mar 2017, 15:29

Pippe mentali.

E comunque se anche dovessi sentire questa differenza basta agire di braccio per compensarla.

Al nostro livello si perde perchè si sbaglia di più dell'avversario, o meglio, vince chi sbaglia meno, non chi ha la racchetta più figa con le corde superfighissime perfetta per lui.
avatar
spalama

Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 49
Località : ROMA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 15:42

Questa maniacalità nelle corde è IMO è una questione di "lana caprina".

E cerco di argomentare...

Il giocatore modifica i suoi colpi in funzione Delle condizioni esterne:
Palle (pesanti, consumate, sgonfie, svolazzanti)
Vento (a favore, contro, al traverso)
Condizioni fisiche (stanco, energico, teso)
Ecc...

Lo stesso vale per la tensione delle corde: ci adattiamo facilmente alla risposta.

Con questo, chiaramente, non voglio dire che incordare a 27 sia come a 15...

Ma ci facciamo troppo condizionare da DT e menate del genere.
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da spalama il Mar 28 Mar 2017, 15:52

Ma certo Giovanni, sono solo alibi che servono a non ammettere la verità e su cui il marketing gioca a piene mani.

Una volta ma che caspita ne sapevamo, eppure si giocava ugualmente e si pensava solo al tennis giocato in campo.

Imbracciavamo racchette di legno flessibile da 450 grammi con sopra il budello che ti durava almeno due tre anni, o dei synth gut come l'hy-o-sheep che quando giocavi ti si alzava il colesterolo per l'odore di olio che emanavano, a tensioni mai sapute.

Eppure ci si divertiva moltissimo.

Ora sembra che se non hai sopra le Champions Choice non si può più giocare.
avatar
spalama

Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 49
Località : ROMA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da Wacos il Mar 28 Mar 2017, 16:00

Vabbeh, mi eclisso che vedo non c'è voglia di discutere.
avatar
Wacos

Messaggi : 1063
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 16:07

Wacos, non è vero che non si voglia discutere, semplicemente si hanno opinioni diverse.

Io penso che quello che dici sia corretto.

È sull'importanza attribuita alla questione che non mi trovi d'accordo.

Tu ritieni (legittimamente) sia importante, io, al contrario, del tutto marginale.
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da spalama il Mar 28 Mar 2017, 16:17

No si discute, anzi.

Secondo me anche troppo, ma discutere non fa male a nessuno.

E' chiaro che l'enorme cambiamento imposto dai monofilamenti e la continua sfornata di marche, modelli, varianti nuove, al pari delle racchette, creano discussione, confusione, smania di provare, di acquistare, etc...etc....

Con il budello c'è poco da discutere, ma anche coi synth gut.

Già i multifilamenti presentano molte più variabili, ma per lungo tempo sono stati relegati ad un prodotto di nicchia.

Se guardi anche il mondo dei professionisti, sono saltati a piè pari dal budello al poliestere, fermo poi tornare indietro su soluzioni ibride che li mettono in combinazione tra di loro.

Del resto delle corde non c'è quasi più traccia, il synth gut oramai è sparito anche tra gli amatori, mentre di multifilamento tra i pro c'è quasi nulla, ed un pò di più tra gli amatori.

In questo casino pazzesco del mondo dell'incordatura è giusto che gli incordatori abbiano fatto un salto di qualità in termini di conoscenza, pratica e formazione.

E' chiaramente meglio se la racchetta va in mano a qualcuno che la tratta professionalmente, piuttosto che alla moglie del negoziante di turno che si mette ad incordare tra un cliente ed un altro lasciando il telaio sulla macchina per ore prima di finirlo.

Non c'è dubbio alcuno su questo.

Ma per anni, moltissimi anni, mi è andata così e non sono morto, ne mai mi si è rotta una racchetta, ne mai posso dire che non sono diventato un professionista per colpa nè del telaio, nè delel corde che ho utilizzato.

Tra l'altro siamo passati da materiali nobili come legno e budello, che si allora meritavano di essere trattati con i guanti e da veri artigiani del mestieri, a materiali grezzi come il carbonio e la plastica.

Non vedo perchè se ne debba parlare come se fossimo alla NASA.






avatar
spalama

Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 49
Località : ROMA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da aless il Mar 28 Mar 2017, 16:22

Bel lavoro Corre, sono d'accordo quasi su tutto.
Anch'io gioco da 7 lustri come te ...

Io faccio parte dei palleggiatori (ahaha, sul punto hai ragione, per migliorare e diventare competitivo in partita bisogna giocare partite).
Io a differenza tua con un blind test riuscirei a individuare la racchetta incordata da un incompetentemente e quella invece incordata da un Eiffel o da un Simba
avatar
aless

Messaggi : 896
Data d'iscrizione : 01.02.10
Età : 47

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da correnelvento il Mar 28 Mar 2017, 16:27

aless ha scritto:
Io a differenza tua con un blind test riuscirei a individuare la racchetta incordata da un incompetentemente e quella invece incordata da un Eiffel o da un Simba

Mi piacerebbe scommettere una pizza e birra con te, in un bel test a doppio cieco...

Comunque vada, avrei il piacere di passare una serata con te, a parlare di cazzate tennistiche
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da Wacos il Mar 28 Mar 2017, 16:34

correnelvento ha scritto:Wacos, non è vero che non si voglia discutere, semplicemente si hanno opinioni diverse.

Io penso che quello che dici sia corretto.
È sull'importanza attribuita alla questione che non mi trovi d'accordo.
Tu ritieni (legittimamente) sia importante, io, al contrario, del tutto marginale.

Non è un problema avere opinioni diverse, lo diventa nel momento in cui le si tacciano per pippe mentali.(non è rivolto a te in questo caso)
L'importanza che una persona attribuisce ad un fatto, è una questione prettamente personale, per cui ci sta che a qualcuno freghi niente e a qualcuno interessi.
Tuttavia un fatto continui ad esistere anche se una persona vuole ignorarne l'esistenza.

Il DT non è una convenzione commerciale, non c'è su nessuna confezione, tanto che il 99% delle persone non sa assolutamente cos'è, e il restante 1% si divide tra chi ne ha sentito parlare senza capirci niente e chi ha capito che cosa implica.  Il DT è la tua percezione del piatto corde fatto numero. Non importa quanto valga, quello che conta è quello che rappresenta.

Saperlo replicare significa sentirsi a casa. Significa avere un feedback che già conosci. Significa non doversi adattare ogni volta.  E' fondamentale saperlo replicare? per la Wozniaki SI, per incordare ad un torneo SI, per passare l'esame di tour stringer assolutamente SI.
A qualcuno non glie ne frega una ceppa? Buon per lui che è così adattabile.
Ma allora smettiamo pure di parlare della misura dei Kilogrammi che è la sorella minore del DT in quanto ad importanza.

A me però pare che anche chi taccia le idee altrui di pippe mentali ponga attenzione a tensione, tipo di corda, custom e quant'altro: non rientrano nell'insieme delle Pippe mentali anche quelle?

Dove sta la differenza? E soprattutto: ma che male fa saperne di più?
avatar
Wacos

Messaggi : 1063
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 fattori/persone che peggiorano il tuo tennis

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum