chat
Chi è in linea
In totale ci sono 10 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 10 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi
Da Chiros Oggi alle 10:12

» Dichiarazione solenne.
Da correnelvento Oggi alle 10:08

» Campionati serie A
Da spalama Oggi alle 09:52

» Passione o fissazione?
Da correnelvento Ieri alle 18:23

» Dichiarazione SOLENNEX
Da marco61 Ieri alle 15:27

» basta prove racchette per me
Da max1970 Ieri alle 15:09

» RACCHETTE: inesorabile cambio di rotta... dovuto all'età
Da fabione65 Ieri alle 13:52

» Racchetta di Connors
Da Doc68 Ieri alle 10:59

» Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico
Da correnelvento Sab 09 Dic 2017, 17:42

» Invecchiamo prima nel corpo o nella mente?
Da Riki66 Sab 09 Dic 2017, 16:49

» Percezione del proprio gioco
Da Maio77 Ven 08 Dic 2017, 17:58

» Vitamina D3
Da Tempesta Ven 08 Dic 2017, 14:07

» IL GALATEO DEL TENNISTA
Da Philo Vance Ven 08 Dic 2017, 08:43

» orologi per tennis
Da correnelvento Ven 08 Dic 2017, 08:30

» Pablo Cuevas
Da Tempesta Gio 07 Dic 2017, 23:18

Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     

Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da correnelvento il Mar 25 Lug 2017, 10:43

Apro questo argomento su un tema di cui si parla poco nei circoli, me secondo me di una certa importanza.

Ovviamente si tratta di un discorso "di massima" in quanto esistono, ed esisteranno sempre delle eccezioni al riguardo.

La questione è:

DOPO QUANTO TEMPO UN TENNISTA DA CIRCOLO RAGGIUNGE IL PROPRIO POTENZIALE?

Ovviamente stiamo parlando di un amatore (come tanti di noi) che gioca 3, max 4 volte a settimana, e si iscrive a qualche torneo all'anno (diciamo 7-9)

Bene, a mio avviso, un giocatore di questo tipo raggiunge il suo limite tennistico tra i 3 ed i 5 anni (a seconda della predisposizione).

Per avere un ulteriore miglioramento tennistico occorre AUMENTARE il numero delle ore dedicate al tennis e/o alla preparazione fisica.

Questo per dire che molte frasi che mi capita di sentire, del tipo:
"Io gioco "solo" da 5 anni, tu da 20... è normale che tu sia più forte"
...hanno poco senso

Questa mia "teoria" (non dimostrabile) nasce dal fatto che, in tanti lustri di tennis... il 90% dei giocatori che conosco, rimangono uguali a loro stessi, con il passare degli anni.

Chiaramente io sono tra questi...

Superati i 5 anni, i miglioramenti sono del tutto infinitesimali, e quando ci sono sono dovuti ad eventuali miglioramenti della forma fisica e composizione corporea.

Che ne pensate voi?

(so che molti non saranno del mio stesso avviso)...
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Doc68 il Mar 25 Lug 2017, 10:58

Credo che dipenda pure da quello che si investe per raggiungere il massimale. Solo tennis o anche preparazione fisica?
Personalmente sono convinto che più si gioca e più si migliora, si adatta magari il gioco all'età anagrafica, ma si migliora comunque.
Poi tutto è relativo.
avatar
Doc68

Messaggi : 1576
Data d'iscrizione : 23.10.13
Località : Profondo Sud

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da correnelvento il Mar 25 Lug 2017, 11:06

Doc68 ha scritto:Credo che dipenda pure da quello che si investe per raggiungere il massimale. Solo tennis o anche preparazione fisica?
Personalmente sono convinto che più si gioca e più si migliora, si adatta magari il gioco all'età anagrafica, ma si migliora comunque.
Poi tutto è relativo.



Se si gioca un numero di ore fisso alla settimana, si raggiungerà in qualche anno il proprio potenziale.

Ulteriori miglioramenti ci saranno se si AUMENTERA' il numero di ore e/o lezioni di tennis settimanali.
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da gabr179 il Mar 25 Lug 2017, 12:32

Io gioco da una decina d'anni ormai e da 7/8 anni ho il mio appuntamento fisso col maestro 1 h alla settimana. Ripensando a come eseguivo i colpi anche solo 2 anni fa, vedo l'esecuzione molto migliorata. I miglioramenti più evidenti li ho avuti sul rovescio ma anche il dritto ed il servizio.
Tecnicamente mi sento in evoluzione continua (chiaramente nei limiti di un N.C. che non fa tornei) mentre dal lato fisico mi sento peggiorato visto che non riesco più a curare come prima la preparazione atletica.
Detto questo, se uno gioca 3/4 ore alla settimana + almeno 1 h col maestro e riesce a fare anche un minimo di preparazione atletica, non può non migliorare seppur di poco, almeno finchè l'età lo permette.

gabr179

Messaggi : 131
Data d'iscrizione : 06.06.17
Località : Tra Como e la Brianza

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Riki66 il Mar 25 Lug 2017, 12:41

Penso che i miglioramenti avvengano giocando tornei, se hai la possibilità, la voglia e la capacità è li che si cresce.
Quanto si riesca a crescere e per quanto tempo poi è legato a troppi fattori..
Penso anche che non tutti riescan a tirar fuori tutto il loro potenziale, per una serie di motivi.

Riki66

Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da correnelvento il Mar 25 Lug 2017, 12:47

Riki66 ha scritto:
Penso anche che non tutti riescan a tirar fuori tutto il loro potenziale, per una serie di motivi.

Diciamo quasi nessuno...

Io sostengo che, giocando poco, si raggiunga presto un plateau.

Spesso si è convinti di migliorare ma, in effetti, si è sempre il solito giocatore.
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da muster il Mar 25 Lug 2017, 14:01

Io gioco da 7/8 anni autodidatta , all 'inizio facevo più tornei 6/7 in un anno , e atleticamente tenevo bene due ore intense di torneo , arrivando 4,1
E penso che anche con lezioni più di. cosi non possa andare.
Quindi sono daccordo con corre che dice, arrivati ad un certo limite uno può allenarsi fin che vuole ma il limite rimarra solo quello.
E penso che la stessa cosa vale in quasi tutti gli sport
avatar
muster

Messaggi : 487
Data d'iscrizione : 17.01.11
Località : bergamasco adottivo ma nato in brianza

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Doc68 il Mar 25 Lug 2017, 14:12

2 giorni preparazione fisica
2 giorni lezioni con istruttore/maestro
2 giorni partite
si cresce eccome
avatar
Doc68

Messaggi : 1576
Data d'iscrizione : 23.10.13
Località : Profondo Sud

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da correnelvento il Mar 25 Lug 2017, 14:35

Doc68 ha scritto:2 giorni preparazione fisica
2 giorni lezioni con istruttore/maestro
2 giorni partite
si cresce eccome

Quindi Doc, tra 5 anni sarai un 3.1 fit...
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da frank il Mar 25 Lug 2017, 15:30

correnelvento ha scritto:

DOPO QUANTO TEMPO UN TENNISTA DA CIRCOLO RAGGIUNGE IL PROPRIO POTENZIALE?

Ovviamente stiamo parlando di un amatore (come tanti di noi) che gioca 3, max 4 volte a settimana, e si iscrive a qualche torneo all'anno (diciamo 7-9)

Bene, a mio avviso, un giocatore di questo tipo raggiunge il suo limite tennistico tra i 3 ed i 5 anni (a seconda della predisposizione).


Quotone....iniziato a rigiocare a settembre 2008 da pippa scatenata.
Lezioni partite e tornei a gogo almeno 3 volte a settimana.
A Luglio 2013 vittoria nel torneuccio sociale e massima mia espressione tennistica.
Dopo trascinato per 2 anni sullo stesso livello se non peggiorato e poi 2 anni di stop per mancanza stimoli.
Ripreso seriamente 7 giorni fa con buoni risultati.
Stasera bis
avatar
frank

Messaggi : 5632
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 46
Località : Latina...già Littoria Olim Palus

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da spalama il Mar 25 Lug 2017, 15:43

Mah.......discorso difficile da affrontare.

Ritengo che nel tennis si possa migliorare continuamente anche non variando il risultato finale di una partita.

E questo perchè cpn il passare del tempo si migliora una cosa ma si perde da un'altra.

Soprattutto sopra i 40 anni.

Inutile illudersi, il tempo passa, e vuoi o non vuoi, qualche acciacco in più, la vista che ti cala, recuperi sempre con più fatica, ti cambia il metabolismo, la vita che scorre ti lascia dei segni anche se non te ne accorgi.

Magari riesci a migliorare il gioco sul tuo lato debole ma poi al terzo set fai più fatica sul tuo lato forte.

Difficile stabilire se servono 3 o 5 anni per raggiungere un equilibrio che comporta l'invarianza dei risultati, cioè più di là non puoi andare ed anzi puoi solo peggiorare.

Superare un livello a tennis non è mai facile, e soprattutto è difficile mantenerlo quel livello una volta raggiunto.

avatar
spalama

Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 49
Località : ROMA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da correnelvento il Mar 25 Lug 2017, 15:45

Ciao Frank: vedo, con piacere, che sei tornato a scrivere con una certa continuità...

In effetti hai colto nel segno.

Ribadisco che chiunque possa avere miglioramenti tennistico, anche dopo anni, SE HA AVUTO UN MIGLIORAMENTO FISICO dovuto a dieta e/o allenamento specifico!

È chiaro che un semi-obeso, perdendo 15 kg di grasso, giocherà meglio a tennis.
Allo stesso modo di uno che comincia ad andare in palestra.

Il mio ragionamento si basa su una persona che mantiene uno standard di fitness costante, e che gioca 3 volte a settimana, facendo qualche torneuccio in estate (il 90% di noi).

Ebbene: questa tipologia di amatore in 3-5 anni raggiunge il suo limite.

Per superarlo dovrà aumentare le ore di gioco, le ore di tecnica (magari con maestro) ed il numero di tornei giocati.
avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da correnelvento il Mar 25 Lug 2017, 15:51

spalama ha scritto:

Difficile stabilire se servono 3 o 5 anni per raggiungere un equilibrio che comporta l'invarianza dei risultati, cioè più di là non puoi andare ed anzi puoi solo peggiorare.



Il "delta T" che ho messo, infatti, dipende da moltissimi fattori, come hai giustamente sottolineato.

avatar
correnelvento

Messaggi : 11353
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da max1970 il Mar 25 Lug 2017, 16:16

Sinceramente mi ritengo un modesto giocatore di 4^ categoria, ma credo di esserne un profondo conoscitore (sempre di 4^ categoria, intendiamoci). Bazzico questo tennis cosiddetto amatoriale da 10 anni ormai e devo dire che senza voler escludere a priori casi eccezionali le dinamiche sono sempre le stesse, insomma il tennis di 4^ categoria è quasi una scienza esatta. Questo per dire che la penso come Giovanni 3-5 anni è l'arco di tempo sufficiente affinché un tennista amatoriale esprime il suo potenziale. In seguito si fanno senz'altro miglioramenti, ma non tali da stravolgere la fisionomia del giocatore come si era già rivelata. Ho avuto varie riprove di quanto detto nella mia esperienza, in particolare ricordo che iniziai a giocare ed a far tornei nello stesso periodo di un mio coetaneo di cui poi sono diventato amico, dopo 2 anni, facendo più o meno le stesse cose tennistiche, lui era 4.3 ed io 4.4. (non fatevi ingannare, c'è una bella differenza tra un vero 4.4 ed un vero 4.3). Insomma si vedeva subito che lui poteva aspirare al top della 4^ categoria, ed infatti è arrivato dopo altri 3 anni 3.5 e li si è fermato io best ranking 4.2 e ci ho messo altri 4 anni per arrivare 4.3!
avatar
max1970

Messaggi : 503
Data d'iscrizione : 16.02.17
Località : massa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Riki66 il Mar 25 Lug 2017, 16:32

correnelvento ha scritto:
spalama ha scritto:

Difficile stabilire se servono 3 o 5 anni per raggiungere un equilibrio che comporta l'invarianza dei risultati, cioè più di là non puoi andare ed anzi puoi solo peggiorare.



Il "delta T" che ho messo, infatti, dipende da moltissimi fattori, come hai giustamente sottolineato.

In un adulto, a parità di condizioni fisiche, giocando quelle 2-3 volte a settimana, è normale raggiungere il.plateau nei tempi che dice Giovanni
Progredire da li si può, ma non è da tutti e bisogna aumentare molto l' impegno per miglioramenti sempre più piccoli
Ergo non ne vale la pena e presto ci si stanca.
Solo ex calciatori di discreto livello, che magari han lasciato presto, continuano a progredire per un tempo più lungo.

Riki66

Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Doc68 il Mar 25 Lug 2017, 17:07

Veramente puntavo a 3 5
avatar
Doc68

Messaggi : 1576
Data d'iscrizione : 23.10.13
Località : Profondo Sud

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da spalama il Mar 25 Lug 2017, 17:09

Il tennis di per se è uguale a tutti i livelli.

Ciò che cambia passando da un livello ad un altro è la potenza e la velocità con cui fai le stesse cose con la stessa percentuale di successo.

Parlo di incrementi di velocità di pensiero, di piedi e di esecuzione e di incremento di potenza nei colpi.

Un miglioramento complessivo che è molto difficile da raggiungere, per questo spesso ci si ferma ad un livello e spesso è più facile tornare indietro che avanzare.

Secondo me non basta solo aumentare l'allenamento per ottenere tale miglioramento, ci vogliono anche altre doti, ad esclusione il talento che non è soggetto a variazioni nel tempo, tra cui, la più importante, la voglia e la determinazione nel raggiungere quel risultato, e solo conseguentemente l'applicazione per arrivarci.



avatar
spalama

Messaggi : 730
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 49
Località : ROMA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Matteo1970 il Mar 25 Lug 2017, 18:15

A mio avviso, ci sono troppi fattori, non si può generalizzare.

Dalla giovinezza ai 32/33 c'è il periodo di crescita fino al raggiungimento della massima forma e potenza fisica.
In quel periodo, se non si cresce, è perchè:
1) non ci si impegna per crescere
2) ci si standardizza su pratiche consolidate
3) si cerca di portare a casa la vittoria giocando unicamente in tornei confortevoli (leggasi, non si affrontano giocatori superiori, perchè IMHO ci si migliora se si gioca con chi è più forte, non se si vince facile...)

Sopra i 32/33 diventa tutto più difficile, la coperta è quella, il fisico inizia a farci capire che i ragazzini sono altri... quindi anche se dai, dall'altra parte la vita toglie...

Io gioco se va bene 2 volte... quindi avendo ricominciato da una anno, 2 ore invece di 6/7, dovrei metterci 9/15 anni....

dove devo firmare?
avatar
Matteo1970

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Philo Vance il Mar 25 Lug 2017, 21:01

Per quanto mi riguarda sono autodidatta,ho cominciato circa 25 anni fa e sono da poco negli"anta".
Oggi sono nettamente più forte tecnicamente, ho irrobustito molto il rovescio ma l'aspetto che ho migliorato maggiormente col tempo è quello tattico...
Io ho sempre amato giocare di attacco ma da giovane ero sempre portato a esagerare ,troppo spregiudicato e troppi punti da portare a casa finivano agli avversari.
Oggi,il mio tennis rimane quello di cercare comunque di prendere l'iniziativa ma sono meno kamikaze e più ragioniere e sbaglio molto meno...
Detto questo, fino ai 25 anni mi è capitato più volte di giocare una partita di 2 ore al pomeriggio e una  di 2 ore la sera ...e il giorno dopo nessuna conseguenza ...
Oggi se faccio un match tirato sulle 2 ore,il giorno dopo ne risentono le gambe e  se dovessi rigiocare un altro match probabilmente perderei anche da qualcuno che in condizioni ottimali non mi darebbe nessuna noia...

Quindi difficile dire quando sono stato al mio apice...certo preferirei correre come quando avevo 20 anni e un rovescio molto più lacunoso Laughing
avatar
Philo Vance

Messaggi : 271
Data d'iscrizione : 25.06.17
Località : Dove posso tennistare

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Doc68 il Mar 25 Lug 2017, 22:17

Ogni età ha le sue esigenze ma l'allenamento costante serve a evitare di farsi male.
avatar
Doc68

Messaggi : 1576
Data d'iscrizione : 23.10.13
Località : Profondo Sud

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Philo Vance il Mer 26 Lug 2017, 10:03

DOC hai ragione l'allenamento è importante, ma il massimo che io posso fare, sono esercizi a casa con l'elastico.
Già se riesco a fare 2 ore,quindi un match,a settimana sono contento...quando ero ragazzo ero anche padrone del mio tempo e in estate mi è capitato spesso di giocare svariate ore tutti i giorni .
L'unico vantaggio è che adesso se voglio,avendo maggiore disponibilita economica,cambio racchetta spesso e le corde ogni 20 ore anche col multi...prima mai cambiate le corde finché non si disintegravano, e la stessa racchetta l'ho avuta almeno per 10 anni Very Happy
avatar
Philo Vance

Messaggi : 271
Data d'iscrizione : 25.06.17
Località : Dove posso tennistare

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Dagoberto il Mer 26 Lug 2017, 10:46

Personalmente, dopo 40 anni di pratica, trovo che ogni ora passata sul campo aggiunga qualche cosa alle mie capacità di performance   .
Se fisicamente, col passare degli anni non si potranno offrire analoghe prestazioni, si potrà compensare con maggiore lucidità, più consapevolezza, nuove capacità tattiche e, queste caratteristiche, in particolare nei circuiti amatoriali cari agli anta, spesso fanno la differenza.
Non credo ci sia una sorta di limitatore dopo il quale i miglioramenti si fermino.
L’evoluzione di ogni processo è direttamente proporzionale alla capacità di essere sensibili ai feedback che si possono ricevere rispetto le aree di miglioramento e tale principio può essere adottato anche a se stessi in una pratica sportiva.
Diversamente Deming si rivolterebbe nella tomba   .
Inconfutabile, forse, che la curva del miglioramento sarà più accentuata all’inizio per rallentare con il passare nel tempo, nel senso che all’inizio i miglioramenti saranno più evidenti - maggiore il gap coperto ed in un tempo più ridotto - con il tempo, invece, si noteranno sempre meno ed il tempo per aggiungere nuovi tasselli al nostro livello di gioco aumenterà inesorabilmente, ma il miglioramento se ricercato non si ferma.
Mai dire mai  Laughing
avatar
Dagoberto

Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 01.06.17
Località : ogni dove

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Riki66 il Mer 26 Lug 2017, 11:12

A sensazione di giocar meglio.. ok!
A classifica, quindi prestazione pura... solo Roger e solo (per ora) fino a 36 anni

Riki66

Messaggi : 1398
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da felixx il Mer 26 Lug 2017, 11:21


felixx

Messaggi : 1751
Data d'iscrizione : 30.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Wacos il Mer 26 Lug 2017, 11:30

Secondo me l'aspetto più importante per superare la soglia della mediocrità è l'allenamento fisico.

Ho più di qualche amico che erano fermi nella zona 4.2 e da quando hanno cominicato a fare preparazione atletica sono balzati in poco tempo ,1/2 anni, a 3.4 / 3.5.

Gente che ha imparato a giocare da piccoli, over 40.
avatar
Wacos

Messaggi : 1063
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum