chat
Chi è in linea
In totale ci sono 11 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 9 Ospiti

alf, muster

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dichiarazione solenne.
Da gabr179 Oggi alle 23:33

» RACCHETTE: inesorabile cambio di rotta... dovuto all'età
Da Doc68 Oggi alle 22:32

» Rabbia e Calma in partita
Da Doc68 Oggi alle 22:14

» grande, grande Bolelli
Da seneca85 Oggi alle 20:33

» Dichiarazione SOLENNEX
Da spalama Oggi alle 18:49

» Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi
Da correnelvento Oggi alle 18:27

» Percezione del proprio gioco
Da Matador66 Oggi alle 17:07

» Campionati serie A
Da fabione65 Oggi alle 15:23

» basta prove racchette per me
Da max1970 Oggi alle 15:09

» Passione o fissazione?
Da Doc68 Oggi alle 10:32

» Racchetta di Connors
Da Doc68 Ieri alle 10:59

» Quando si raggiunge il proprio potenziale tennistico
Da correnelvento Sab 09 Dic 2017, 17:42

» Invecchiamo prima nel corpo o nella mente?
Da Riki66 Sab 09 Dic 2017, 16:49

» Vitamina D3
Da Tempesta Ven 08 Dic 2017, 14:07

» IL GALATEO DEL TENNISTA
Da Philo Vance Ven 08 Dic 2017, 08:43

Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     

I tennisti "poveri"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I tennisti "poveri"

Messaggio Da Incompetennis il Gio 03 Ago 2017, 17:57

Ho letto questo articolo che penso sia interessante . A fronte di 50 tennisti che guadagnano benone e 100 tennisti che guadagnano benino ci sta un sottobosco di ragazzi e non che la sfangano giorno dopo giorno, spesso manco riprendendo ciò che spendono . Vi sembra una buona e giusta "rivoluzione" ?

http://www.tennisitaliano.it/itf-pro-circuit-e-transition-tour-i-perche-di-una-rivoluzione-necessaria-41951
avatar
Incompetennis

Messaggi : 1847
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I tennisti "poveri"

Messaggio Da correnelvento il Gio 03 Ago 2017, 18:11

Rivoluzione giusta, ma non sufficiente.

Riduciamo del 80% i premi dei primi 50.
Cmq guadagnerebbero moltissimo (soprattutto con sponsor)...

E giriamo questo denaro ai "peones".
avatar
correnelvento

Messaggi : 11375
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I tennisti "poveri"

Messaggio Da max1970 il Gio 03 Ago 2017, 19:12

Anche io la pensavo così prima, ma parlando con un giovane maestro di un'Accademia ho cambiato in parte idea. Lui sosteneva che è giusto non guadagnare praticamente niente prima di arrivare nelle posizioni che contano perché è bene che ad un certo punto un giovane tennista si renda conto che non è quella la sua strada e cambi mestiere oppure, come ha fatto lui, si dedichi all'insegnamento. Io penso che è nell'ordine delle cose che i top players guadagnino così tanto, invece limerei i guadagni di coloro che senza vincere grandi tornei alla fine della stagione si portano a casa montepremi da oltre 1 milione di dollari (tra cui gente come Tomic), i quali molto spesso si crogiolano nella posizione raggiunta e non fanno più niente per migliorarsi.
avatar
max1970

Messaggi : 511
Data d'iscrizione : 16.02.17
Località : massa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I tennisti "poveri"

Messaggio Da Philo Vance il Gio 03 Ago 2017, 20:46

Il guaio è che senza "appoggi" ,tipo famiglia benestante e disposta a spendere,c'è il forte rischio ( quasi certezza) che un giovane predestinato non riesca a emergere con gli aiuti che può ricevere oggi, a meno che non abbia il classico santo in paradiso ( a proposito di appoggi Very Happy )
avatar
Philo Vance

Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 25.06.17
Località : Dove posso tennistare

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I tennisti "poveri"

Messaggio Da marco61 il Gio 03 Ago 2017, 23:11

Troppo spesso ci si dimentica che, senza i cosiddetti "rincalzi", non sarebbe possibile organizzare tornei dove un Federer, per arrivare alla vittoria, dovrà giocare 7 matches muovendo masse di denaro enormi.
Sono d'accordo con corre: premi molto più bassi ai big (che vivrebbero alla grande anche solo con gli sponsor) e più equa ridistribuzione dei montepremi.
Per quanto riguarda il maestro citato da max1970, ogni giocatore che riesca ad entrare nei primi 1000 al mondo è un fior di campione.
Dovessimo stilare una classifica, sono certo che il 1000esimo calciatore al mondo non guadagna meno di 2 milioni di euro l'anno.
Nel tennis il numero 1000 al mondo non copre nemmeno le spese che sostiene, pur essendo un atleta di livello assoluto.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 9381
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 56
Località : sanremo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I tennisti "poveri"

Messaggio Da max1970 il Ven 04 Ago 2017, 10:44

marco61 ha scritto:Troppo spesso ci si dimentica che, senza i cosiddetti "rincalzi", non sarebbe possibile organizzare tornei dove un Federer, per arrivare alla vittoria, dovrà giocare 7 matches muovendo masse di denaro enormi.
Sono d'accordo con corre: premi molto più bassi ai big (che vivrebbero alla grande anche solo con gli sponsor) e più equa ridistribuzione dei montepremi.
Per quanto riguarda il maestro citato da max1970, ogni giocatore che riesca ad entrare nei primi 1000 al mondo è un fior di campione.
Dovessimo stilare una classifica, sono certo che il 1000esimo calciatore al mondo non guadagna meno di 2 milioni di euro l'anno.
Nel tennis il numero 1000 al mondo non copre nemmeno le spese che sostiene, pur essendo un atleta di livello assoluto.

Marco la differenza tra calcio e tennis è che i tifosi di una squadra di calcio (quindi spettatori paganti ecc. ecc.) vanno a vedere la squadra per cui tifano ed il calcio muove una massa enorme di denaro per passione spesso campanilistica, nessuno andrebbe a pagare per vedere giocare il n. 1000 del mondo di tennis.
avatar
max1970

Messaggi : 511
Data d'iscrizione : 16.02.17
Località : massa

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I tennisti "poveri"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum