Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 10 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 8 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Matusa, patillo

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun Mag 28, 2012 7:40 pm
Ultimi argomenti
» cambiare misura manico
Da correnelvento Oggi alle 8:20 am

» Fabione/ace VS Simba/Riki
Da superpipp(a) Ieri alle 9:38 pm

» Mi faccio la prima ed anche la seconda !!!!!
Da squalo714 Mer Ott 17, 2018 9:39 pm

» Juan Martin Del Potro
Da aless Mer Ott 17, 2018 4:43 pm

» reunion Verona 1° dicembre
Da superpipp(a) Mer Ott 17, 2018 2:43 pm

» E se....volessi provare una racchetta nuova????Casting per la nuova arma possibile
Da Simba Mer Ott 17, 2018 2:21 pm

» Jannik Sinner
Da max1970 Mar Ott 16, 2018 2:18 pm

» ci riprovo... incordo!
Da Raffus Lun Ott 15, 2018 9:38 am

» Camila Giorgi
Da Philo Vance Dom Ott 14, 2018 6:56 pm

» Occasione imperdibile
Da superpipp(a) Sab Ott 13, 2018 6:21 pm

» Dichiarazione solenne.
Da correnelvento Sab Ott 13, 2018 5:14 pm

» Djkovic è al capolinea ?
Da st13 Sab Ott 13, 2018 2:38 pm

» Ha fatto bene?
Da Philo Vance Ven Ott 12, 2018 8:33 pm

» Cuoio e potenza racchetta
Da st13 Ven Ott 12, 2018 2:30 pm

» Nadal spala
Da st13 Ven Ott 12, 2018 9:40 am

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Pagina 6 di 16 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 11 ... 16  Seguente

Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Mer Nov 15, 2017 9:56 pm

Marco: abbiamo già detto tutto...

Colazione:
1frutto
Prosciutto crudo (o bresaola, o uova)
30 grammi frutta secca


Pranzo:
1 secondo abbondante di carne o pesce
Verdura abbondante ben condita


Cena:
Come pranzo


Merenda e metà mattinata: niente.


Puoi, anzi devi abbondare con i condimenti, ricordando che il burro fa bene!

Olio di semi BANDITO!

Solo extra vergine, burro, olio di cocco naturale, olio fegato merluzzo.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Mer Nov 15, 2017 9:59 pm

Puoi mangiare cozze, molluschi, formaggi, mozzarella...
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Mer Nov 15, 2017 10:02 pm

Insomma: tutto quello che è fatto con farine, NON lo devi mangiare.

Ovviamente, dolci banditi.

Poi, giusto per soddisfazione, ti puoi concedere un bel primo o pizza una volta a settimana...
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Riki66 il Gio Nov 16, 2017 12:54 am

marco61 ha scritto:Riki, per favore, quando hai qualche minuto posta una lista di alimenti e integratori che consumi abitualmente, formulando anche qualche esempio di dieta giornaliera. Ci puoi anche segnalare qualche pubblicazione valida sull'argomento?
Prendere spunto da quanto avete scritto tu e corre (e i commenti che ne sono seguiti) può essere veramente un valido aiuto per tutti.
Avrete notato che ho fissato il topic come "avviso" in modo che rimanga sempre in evidenza, è un argomento veramente importante e desidero che quante più persone possano leggerlo e possano soprattutto riflettere.
Grazie di cuore.
Marco avrei voluto risponderti ma proprio non ho avuto il tempo materiale.. 
Quello dell' alimentazione è un capitolo complesso, tanto complesso che come ha detto qualcuno "noi danziamo in cerchio e facciamo delle ipotesi, la verità siede nel mezzo, e sà"
Non mancherò di esprimere il mio pensiero ed indicare qualche lettura appena questa settimana di fuoco mi darà un attimo di tregua.
Ciao a presto
avatar
Riki66

Messaggi : 2335
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Chiros il Gio Nov 16, 2017 9:31 am

comunque ho scoperto che i semi di Kiwi sono pieni di omega3! mangiate gente mangiate! Very Happy
avatar
Chiros

Messaggi : 3975
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 43
Località : Mai una stabile.

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Bertu il Gio Nov 16, 2017 9:35 am

Mi piace capire le cose e provare su di se é la cosa migliore del mondo.

Sino a ieri, quando volevo mettermi in riga utilizzavo il classico approccio rivolto alla riduzione della quota grassi .

Seguendo questo post e con un obbiettivo a breve termine (1 mese) ho iniziato da qualche giorno a dare un taglio importante (non totale) ai carboidrati farinacei, lasciando immutate proteine e frutta e verdura che sulla mia tavola sono sempre abbondanti.

La cosa che comunque mi incuriosisce maggiormente é l'impatto di questo tipo di alimentazione sulla prestazione fisica.
Vi faró sapere come mi sentiró sia per il tennis che per la classica pesistica in palestra


avatar
Bertu

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 53
Località : Monaco di Baviera

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Gio Nov 16, 2017 9:52 am

Bertu ha scritto:

Seguendo questo post e con un obbiettivo a breve termine (1 mese) ho iniziato da qualche giorno a dare un taglio importante (non totale) ai carboidrati farinacei, lasciando immutate proteine e frutta e verdura che sulla mia tavola sono sempre abbondanti.

Vi faró sapere come mi sentiró sia per il tennis che per la classica pesistica in palestra

In effetti, per noi Italiani non è certo semplice eliminare i farinacei.
Prendendo coscienza dei problemi derivanti da un'alimentazione basata su questi (come la nostra, è inutile negarlo), può aiutare a diminuire la quantità di farinacei in maniera importante.

Con benefici generali alla salute.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Ospite il Gio Nov 16, 2017 9:57 am

Comunque alcuni cibi sono vietati perché non vanno d'accordo con alcune patologie articolari.
Cibi da evitare perché possono provocare o aumentare l'infiammazione:

carni rosse
latticini
alimenti lavorati e trasformati
zuccheri raffinati
alcune verdure tra cui patate, pomodori e peperoni

Alimenti che possono ridurre l’infiammazione:
pesci di acqua fredda (tonno alalunga, sgombro, salmone, aringhe e trota di lago)
semi di lino, olio di oliva, semi di zucca e noci (ovvero le fonti vegetali di acidi grassi omega-3).
frutta e verdura fresca, pescando ogni giorno dai colori dell’arcobaleno con carote, patate dolci, spinaci, broccoli, mirtilli, manghi, fragole e fichi.
Norina Wendy Di Blasio, scientific editor

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Chiros il Gio Nov 16, 2017 10:15 am

correnelvento ha scritto:
Bertu ha scritto:

Seguendo questo post e con un obbiettivo a breve termine (1 mese) ho iniziato da qualche giorno a dare un taglio importante (non totale) ai carboidrati farinacei, lasciando immutate proteine e frutta e verdura che sulla mia tavola sono sempre abbondanti.

Vi faró sapere come mi sentiró sia per il tennis che per la classica pesistica in palestra

In effetti, per noi Italiani non è certo semplice eliminare i farinacei.
Prendendo coscienza dei problemi derivanti da un'alimentazione basata su questi (come la nostra, è inutile negarlo), può aiutare a diminuire la quantità di farinacei in maniera importante.

Con benefici generali alla salute.

Chiunque legga il libro da te consigliato odierà sistematicamente i farinacei.

Però occhio anche alla carne rossa e lavorata.
http://www.ilfattoalimentare.it/carne-cancerogeno-umberto-agrimi.html
avatar
Chiros

Messaggi : 3975
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 43
Località : Mai una stabile.

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Gio Nov 16, 2017 10:18 am

Le carni lavorate (rosse o bianche che siano) fanno MALE perchè piene di additivi nocivi alla salute.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Gio Nov 16, 2017 10:25 am

Articolo interessante sul diabete:


Diabete: il dolce business per l’Industria farmaceutica
Marcello Pamio – 4 novembre 2016


Il diabete in cifre
Nel mondo ogni 10 secondi una persona muore per cause legate al diabete e 2 si ammalano.
Negli ultimi 20 anni la malattia è aumentata di ben 7 volte e questo è il motivo che ha spinto le Nazioni Unite a definire il diabete una vera e propria epidemia.
I dati effettivamente non lasciano spazio a dubbi: nel mondo oltre 285 milioni di persone ne soffrono e 344 milioni sarebbero potenzialmente a rischio di svilupparlo.
Secondo le previsioni ufficiali dell’OMS entro il 2030 i diabetici raggiungeranno l’astronomica cifra di 520 milioni di persone!
Qui da noi in Italia, secondo l’International Diabetes Federation (Idf), il 6% della popolazione sarebbe diabetica, il che corrisponde a oltre 4.000.000 di persone!
La spesa sanitaria per il diabete ovviamente è colossale e  varia tra i 202 e i 422 miliardi di dollari ogni anno, ma potrebbe, entro il 2025, superare il tetto dei 559 miliardi di dollari.
Sorge a questo punto una domanda spontanea: con cifre a undici zeri ogni anno, è veramente possibile e credibile che l’Industria del farmaco voglia veramente guarire il diabete?

Creazione di malati

Sapendo che per l’Industria del farmaco il diabete rappresenta un guadagno tra i più importanti, è bene chiedersi quanti di questi milioni di persone sono realmente malati e quanti invece sono stati convinti di esserlo.
Fino all’anno 2000 il “valore normale” della glicemia, cioè la quantità di zucchero libero nel sangue era di 140 mg/dL, poi un gruppo di esperti con a capo un consulente di Aventis, Eli Lilly, Glaxo, Novartis, Merck e Pfizer (tutte ditte che ci guadagnano molto nel diabete) abbassarono la glicemia a 126 mg/dL.
Si è “normali” se la glicemia è al di sotto di 100 mg/dL; si parla di alterata glicemia a digiuno se i valori sono compresi tra 100 e 126 mg/dL. Oltre il valore di 126 mg/dL si parla di diabete.
Un apparente e banale abbassamento di soli 14 mg/dL (da 140 a 126) comportò la creazione di decine di milioni di nuovi malati: persone sane il giorno prima e dopo a rischio serio di diabete.
E’ indubbiala degenerazione dello stile di vita basato su alimenti morti, raffinati, pastorizzati che sta provocando inequivocabilmente la crescita del diabete e di tutte le cosiddette malattie da progresso, ma dall’altra c’è la ferrea volontà di far aumentare il numero di malati per un tornaconto economico.


Dall’insulina ai farmaci antidiabete
Nel 1922 a Stoccolma venne conferito ai ricercatori Barting, Best e Macleod il premio Nobel per la scoperta dell’insulina.
La commercializzazione di questo ormone di sintesi, dal 1923 in poi, è opera della casa farmaceutica statunitense Eli Lilly che, alla fine della seconda Guerra Mondiale, importò dalla Germania il metadone inventato dai nazisti con il nome di Dolophine, in onore di Adolf Hitler, e prodotto dall’enorme colosso dell’industria chimica IG Farben.
E’ la stessa casa farmaceutica che ha prodotto l’elisir di eroina, l’LSD una delle più potenti sostanze psichedeliche conosciute e il Prozac.
La Lilly lanciò nel 1982 la prima insulina da DNA ricombinante: fu il primo farmaco al mondo creato con questa tecnologia.
Oggi per il diabete, oltre alla nota insulina esistono prodotti come: Tolbutamide, Tolazamide, Clorpropramide, Acetoesamide, Gliburide, Glipizide, Glimepride, Metformina, Fenformina, Buformina, Repaglanide, Acarbosio, Miglitol, Glucagone…
Poche corporazioni della chimica e farmaceutica, tra loro interconnesse da fili economici e azionari, gestiscono l’intero mercato del diabete.
Gruppi potentissimi come Eli Lilly, Pfizer, Merck, Roche, Sanofi-Aventis e Bayer  ogni anno, guadagnando miliardi di dollari, controllano la vita di centinaia di milioni di persone.

Epidemiologia docet
Il “Bollettino dell’Accademia di Medicina di New York” del settembre 1933, riporta i dati ufficiali dal 1871 al 1932, e scrive: “…per le persone di entrambi i sessi, il tasso di mortalità del diabete a New York è passato dal 2,1 per 100.000 abitanti nel 1866, a 29,2 nel 1932”. Il numero totale delle morti perciò “è aumentato da 15 nel 1866 a 2.116 nel 1932”.
Il rapporto continua dicendo che “ …un aumento distinto nel numero di morti per diabete si sta verificando non solo al Nord Ovest, ma in tutti gli Stati Uniti, come dimostrano le statistiche di mortalità delle altre città”
In poco meno di sessant’anni perciò, dal 1866 al 1932, i pochissimi e sporadici casi di diabete sono diventati qualche migliaio solamente nella città di New York per diventare, con una terribile accelerazione negli ulteriori 70 anni, 1 morto ogni 10 secondi!
Questi sono dati epidemiologici importanti che inquadrano una crescita esponenziale del fenomeno.

Cos’è successo nella società tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo per aggravare così drasticamente  la situazione?
Le due guerre mondiali certamente non hanno giovato al benessere psicofisico e sociale di centinaia di milioni di persone ma non ne sono state la vera causa.

Zuccheri, cereali raffinati e grassi idrogenati    
Sempre più medici e ricercatori seri sono concordi nel ritenere che la degenerazione dello stile di vita, nonché l’industrializzazione dell’alimentazione, sono tra le cause principali del diabete.
La nascita e la commercializzazione dei cereali raffinati da una parte e dei grassi idrogenati dall’altra è avvenuta proprio agli inizi del XX secolo, parallelamente all’aumento dei casi di diabete.

Al medico russo Chaterine Kousmine (1904-1992) va il merito di aver compreso che gran parte delle malattie cronico-degenerative erano conseguenza indiretta di un’alimentazione degradatasi progressivamente nel tempo, soprattutto a seguito dell’introduzione nella catena alimentare di alimenti innaturali come lo zucchero bianco, i cereali raffinati e i grassi idrogenati.
All’inizio del secolo scorso l’industria ha iniziato per scopi commerciali a raffinare lo zucchero e  i cereali, andando così ad eliminare tutte quelle sostanze che risultano essere basilari e fondamentali per la vita: vitamine, minerali, enzimi, fibra, ormoni...
Quindi i cereali da alimento importante e completo sono stati trasformati in zucchero (amido allo stato puro) per cui mangiarli significa non solo non apportare nulla all’organismo (calorie vuote) ma anzi deprivarlo delle proprie riserve di sali minerali (ossa, denti, unghie, capelli, ecc.) perché fortemente acidificanti.
La medesima industria, non contenta, ha creato letteralmente ex novo i famosi e tristemente grassi idrogenati.
Il motivo è sempre lo stesso: commerciale.

Essendo solidi a temperatura ambiente si possono trasportare con estrema facilità, possono essere facilmente lavorati, sono inalterabili dall’ambiente esterno, non irrancidiscono e durano a lungo nel tempo. Cosa si può desiderare di più da un grasso?
La tecnica dell’idrogenazione venne introdotta nel 1912 proprio allo scopo di rendere solidi e commerciabili gli oli liquidi.
Tra i grassi idrogenati estremamente pericolosi per la salute, vanno annoverate le margarine, gli oli industriali prodotti ad alte temperature (quelli che riempiono le mensole nei supermercati) che trasformano la struttura molecolare dell’acido linoleico da cis-cis a cis-trans. La cis é una forma utilizzabile per l’organismo umano, la trans una forma non utilizzabile o utilizzabile con danni.
Purtroppo per tutti noi i grassi idrogenati sono ubiquitari e si trovano ovunque nei prodotti da forno di tipo industriale: merendine, pastine, biscotti, dolci, ecc., nelle pietanze precotte, pollo o pesce impanato, patatine fritte, pizze pronte, minestre in scatola, miscele per torte, ecc.

Quali sono le conseguenze per la salute? Disturbi cardiocircolatori, obesità, danni alle cellule con rischio di tumore, malattie autoimmuni, insulino-resistenza e diabete.
Uno dei principali problemi dei grassi idrogenati è che non possono essere riconosciuti correttamente dall’organismo e quindi per le cellule sono letteralmente tossici.    
Non è un caso che fanno diminuire le HDL, il colesterolo buono e alzano quello cattivo (LDL), interferiscono sia con l’insulina aumentando il rischio diabete che con il sistema immunitario e la detossificazione epatica; aumentano anche le patologie infiammatorie.
Agiscono negativamente sulla importantissima membrana delle 70 trilioni di cellule predisponendo non solo alla resistenza insulinica ma anche a qualsiasi patologia infiammatoria e degenerativa.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Gio Nov 16, 2017 10:29 am

Fino all’anno 2000 il “valore normale” della glicemia, cioè la quantità di zucchero libero nel sangue era di 140 mg/dL, poi un gruppo di esperti con a capo un consulente di Aventis, Eli Lilly, Glaxo, Novartis, Merck e Pfizer (tutte ditte che ci guadagnano molto nel diabete) abbassarono la glicemia a 126 mg/dL.

Questa è una cosa MOLTO interessante: perchè è successo la stessa cosa con il COLESTEROLO.
Fino a qualche lustro fa, era considarato NORMALE un colesterolo fino a 240.
poi, è stato abbassato prima a 220, poi a 200.
Cosa ha comportato questo?
Che MILIONI di persone SANE, di colpo, sono diventate MALATE.
Con un arricchimento ENORME delle casa farmaceutiche.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Bertu il Ven Nov 17, 2017 1:07 pm

Io sono cresciuto in un'era in cui era corretto pensare che i carboidrati facessero bene ed i grassi e la carne facessero "meno bene"

A fronte di questo era convinzione comune che prima di un'attivitá sportiva fosse necessario fare il giusto carico di carboidrati e dopo la prestazione proteine per la ricostruzione e carboidrati per il reintegro muscolare.

Nel caso di un'alimentazione senza "farinacei" o comunque low carb e con maggior apporto di grassi, come si prepara una prestazione fisica e come si rintegrano le risorse dopo la stessa?

TNX
avatar
Bertu

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 53
Località : Monaco di Baviera

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Ven Nov 17, 2017 2:03 pm

Bertu ha scritto:Io sono cresciuto in un'era in cui era corretto pensare che i carboidrati facessero bene ed i grassi e la carne facessero "meno bene"

A fronte di questo era convinzione comune che prima di un'attivitá sportiva fosse necessario fare il giusto carico di carboidrati e dopo la prestazione proteine per la ricostruzione e carboidrati per il reintegro muscolare.

Nel caso di un'alimentazione senza "farinacei" o comunque low carb e con maggior apporto di grassi, come si prepara una prestazione fisica e come si rintegrano le risorse dopo la stessa?

TNX

Senza farinacei NON vuole dire senza carboidrati.
Quelli presi dalla frutta e dalla verdura (insieme ai grassi) sono più che sufficienti alle prestazioni sportive di NOI sportivi amatori.
Se così non fosse, non sarebbe possibile che io abbia una resistenza allo sforzo nettamente superiore alla grandissima parte dei miei coetanei.

Questo si spiega dal fatto che il corpo si adatta a consumare i grassi con maggiore efficienza, una volta che passiamo alla "low carb".
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Bertu il Ven Nov 17, 2017 2:35 pm

correnelvento ha scritto:
Bertu ha scritto:Io sono cresciuto in un'era in cui era corretto pensare che i carboidrati facessero bene ed i grassi e la carne facessero "meno bene"

A fronte di questo era convinzione comune che prima di un'attivitá sportiva fosse necessario fare il giusto carico di carboidrati e dopo la prestazione proteine per la ricostruzione e carboidrati per il reintegro muscolare.

Nel caso di un'alimentazione senza "farinacei" o comunque low carb e con maggior apporto di grassi, come si prepara una prestazione fisica e come si rintegrano le risorse dopo la stessa?

TNX

Senza farinacei NON vuole dire senza carboidrati.
Quelli presi dalla frutta e dalla verdura (insieme ai grassi) sono più che sufficienti alle prestazioni sportive di NOI sportivi amatori.
Se così non fosse, non sarebbe possibile che io abbia una resistenza allo sforzo nettamente superiore alla grandissima parte dei miei coetanei.

Questo si spiega dal fatto che il corpo si adatta a consumare i grassi con maggiore efficienza, una volta che passiamo alla "low carb".

Corre, tu non fai testo. È una vita che fai attivitá sportiva amatoriale in modo serio quindi non usarti come metro di paragone. È poi non hai solo resistenza fisica ma anche resistenza mentale. Non molli l'osso manco morto ed é anche questo che fa la differenza coi tuoi coetanei. Mentre gli altri si fanno sopraffare dalla stanchezza tu, sebbene affaticato, continui come un treno in corsa. (IMHO)

Detto questo, vale quindi la stessa regola che ho citato ma basata su altre fonti di carboidrati?

avatar
Bertu

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 53
Località : Monaco di Baviera

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Ven Nov 17, 2017 2:53 pm

Se ritieni di aver bisogno di re-integrare le scorte di glicogeno post-partita, puoi assumere carboidrati (anche farinacei) nella "finestra di opportunità" che si apre nei 30-45 minuti dopo l'attività fisica (cosa che tu sai già, ovviamente).

In questo modo non ci sta possibilità che i carbo vengano stipati come grasso, e l'effetto dell'insulina secreta è quello di usare tali carboidrati per ripristinare le scorte di glicogeno deplete dai muscoli/fegato.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Bertu il Ven Nov 17, 2017 3:07 pm

Perfetto.

Teniamo la pasta/pizza per il post attivitá fisica e negli altri pasto andiamo di carboidrati da frutta e verdura
avatar
Bertu

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 53
Località : Monaco di Baviera

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Ven Nov 17, 2017 3:12 pm

Bertu ha scritto:Perfetto.

Teniamo la pasta/pizza per il post attivitá fisica e negli altri pasto andiamo di carboidrati da frutta e verdura

Se devi mangiarli, quello è il momento migliore...
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Riki66 il Ven Nov 17, 2017 6:59 pm

Avete presente quando avete finito di scrivere e prima di premere invio si spegne il telefono e perdete Tutto?
Ecco vado a farmi uno spritz con tanto di panino e patatine .. suicidio metabolico Very Happy tanto per collegarmi al capitolo gestione dello stress ed effetti negativi del cortisolo e della iperattivazione ortosimpatica ai quali mi accennava giustamente Chiros in pm.. Very Happy
avatar
Riki66

Messaggi : 2335
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Bertu il Sab Nov 18, 2017 6:46 pm

Io sono dell'idea che un comportamento errato possa essere dannoso solo se perpetrato nel tempo.

Se decidiamo quindi di attenerci al regime alimentare sinora discusso credo fermamente che una botta di vita con le 3P ogni tanto ci possa stare tranquillamente anzi, ci deve stare perché si deve mangiare non solo per riempire lo stomaco ma anche per saziare l'anima, altrimenti vado di flebo che faccio prima.
avatar
Bertu

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 53
Località : Monaco di Baviera

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Sab Nov 18, 2017 9:35 pm

Ma certo!
Io, una volta a settimana, un bel carico di pizza/pasta lo faccio!
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Bertu il Dom Nov 19, 2017 8:22 am

Il segreto di una vita sana a qualunque etá sta tutto nelle "P"

NO PANE
NO PIZZA
NO PASTA
SI PATATA
SI PALESTRA

Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
Bertu

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 53
Località : Monaco di Baviera

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Bertu il Dom Nov 19, 2017 8:23 am

Ma il riso, che sia basmati, jasmine o Arborio/Roma etc come rientra nella discussione?

È anche il riso una fonte di carboidrati da "evitare"?
avatar
Bertu

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 53
Località : Monaco di Baviera

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da correnelvento il Dom Nov 19, 2017 8:43 am

Bertu ha scritto:Ma il riso, che sia basmati, jasmine o Arborio/Roma etc come rientra nella discussione?

È anche il riso una fonte di carboidrati da "evitare"?

Riso peggio ancora della pasta: ha addirittura meno proteine della pasta.
E carbo ad altissimo indice glicemico.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14019
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (rassegnato alla Ciociaria)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Alimentazione: tutte le cazzate che ci hanno detto fino ad oggi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 6 di 16 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 11 ... 16  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum