Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 11 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 9 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Attila17, st13

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da st13 Oggi alle 12:53

» Artech Artengo CUSTOM recensione
Da paoletto Oggi alle 12:04

» Monofilo VS Multifilo
Da Wacos Oggi alle 10:58

» reunion Verona 26 gennaio
Da Matteo1970 Oggi alle 10:51

» Consiglio per l'acquisto di una racchetta
Da marco61 Oggi alle 07:30

» E se....volessi provare una racchetta nuova????Casting per la nuova arma possibile
Da Simba Ieri alle 21:46

» Dunque è vero che...
Da mattiaajduetre Ieri alle 10:42

» Avete mai pensato di collezionare racchette "vintage"??
Da Matusa Sab 15 Dic 2018, 23:08

» Quando si dice "sportività"...
Da Philo Vance Gio 13 Dic 2018, 07:27

» Palle (da tennis)
Da Attila17 Lun 10 Dic 2018, 23:48

» Illuminazione del campo
Da ektor1 Lun 10 Dic 2018, 19:53

» LIVELLO ITR : Guide (semiserie) aggiornate.
Da st13 Lun 10 Dic 2018, 12:35

» Pietrangeli vs Panatta
Da Matusa Dom 09 Dic 2018, 18:14

» preparazione invernale (scheda)
Da gabr179 Sab 08 Dic 2018, 20:51

» questo lo avete visto?
Da paoletto Ven 07 Dic 2018, 15:46

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 07:18

Come dicevo, ogni tanto una buona notizia politica.

Anzi due.

Disastro PD, sotto il 20%, con Renzi il bugiardo seriale, il pallone gonfiato di Firenze che verra' "pugnalato" alle spalle dai suoi servi fedeli.

Berlusca, condannato (in via definitiva) per collusioni mafiose e frode fiscale, superato da Salvini.

Quindi, i due piu' schifosi partiti che io abbia mai visto, sono stati puniti dagl elettori.

Sara' la soluzione dell'Italia? Ovviamente no.

Ma vedere le loro "facce di merda" commentare la sconfitta NON HA PREZZO.

Ps: spero in un "governo di scopo" tra M5S e Lega (ma sono terrorizzato da inciucio tra le due merde: PD-FI)

Poche cose, da far subito.

Vediamo che succede.



avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 07:24

LeU con risultato miserrimo.

Cazzo : candidate la Boldrini...
Cosa minkia vi aspettavate?
Ogni volta che compare in TV, o fa una dichiarazione, sono mezzo milione di voti persi!

Vi piace farvi del male...
Con la Boldrini ci siete riusciti.

Con "camomilla Grasso" leader?

Ma daiiiiiiiiii
avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 07:29

Spero, ma non ci credo, che il ducetto di Rignano, si levi (o lo levino) dai coglioni, e torni a fare il sindaco a Firenze.

"Se perdo il referendum mi ritiro dalla politica"

Ma vaffanculo!
avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 07:32

Spero che il Berlusca, pregiudicato molto anziano e malato, vada a godersi i suoi pronipoti.

E non vedere piu' la sua faccia coperta di mascara in tv.

avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da fabione65 il Lun 05 Mar 2018, 07:44

E' il trionfo delle Stelle!!!!! Very Happy
Fabio.
avatar
fabione65

Messaggi : 1038
Data d'iscrizione : 15.02.17
Località : Vicenza

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 07:58

fabione65 ha scritto:E' il trionfo delle Stelle!!!!! Very Happy
Fabio.

A cui, ho ovviamente dato il voto.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da gabr179 il Lun 05 Mar 2018, 07:59

Ma ora che nessuno ha la maggioranza del 40% che si fa? Una coalizione Lega-M5S non la vedo per niente duratura...

gabr179

Messaggi : 652
Data d'iscrizione : 06.06.17
Età : 39
Località : Tra Como e la Brianza

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 08:28

Potrebbero mettersi d'accordo per poche cose.
Tra cui una legge elettirale non truffa.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da gabr179 il Lun 05 Mar 2018, 08:40

Tornando al voto quindi?

Spero comunque anch'io che finalmente ci leveremo dalle balle Renzi e la Boldrini ma anche Berlusconi. Speravo in qualcosa di più per la Meloni che ho votato.

gabr179

Messaggi : 652
Data d'iscrizione : 06.06.17
Età : 39
Località : Tra Como e la Brianza

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 08:52

gabr179 ha scritto:Tornando al voto quindi?


Non credo.
Faranno legge elettorale... e arriveranno a fine legislatura.
Accordandosi su altri pochi punti.
Primo dei quali combattere, con forza l'immigrazione economica.
E cancellare gli enti inutili.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da ace59 il Lun 05 Mar 2018, 08:55

Corre , hai detto di aver votato 5 stelle , hai vinto , perché tutto questo livore ?
adesso basta fantasie tipo reddito di cittadinanza e flat tax , provate a governare e vediamo se sarete cosi bravi come Di Maio afferma
poi tra qualche tempo saremo in grado di valutare i risultati e se avrete fatto bene sarete riconfermati se no i 5stelle si scioglieranno come neve al sole

questo è un paese bandieruola che va dove tira il vento ( tre anni fa Renzi prese il 40% ricordi ? ) occhio a credere di essere arrivati

alla fine , pur non avendolo votato , preferisco di gran lunga Di Maio a salvini e mi auguro che il primo atto di governo 5stelle non sia andare a braccetto con un cialtrone del genere

infine , da perdente , dico che sono fiero delle cose che ha fatto il governo negli ultimi tre anni
riduzione della disoccupazione
incremento del pil
leggi di vera civiltà come la legge unioni civili e fine vita

ora . governino gli altri per il bene di tutti , lo spero veramente
avatar
ace59

Messaggi : 1288
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 09:08

ace59 ha scritto:Corre , hai detto di aver votato 5 stelle , hai vinto , perché tutto questo livore ?
adesso basta fantasie tipo  reddito di cittadinanza e flat tax , provate a governare e vediamo se sarete cosi bravi come Di Maio afferma
poi tra qualche tempo saremo in grado di valutare i risultati e se avrete fatto bene sarete riconfermati se no i 5stelle si scioglieranno come neve al sole

questo è un paese bandieruola che va dove tira il vento ( tre anni fa Renzi prese il 40% ricordi ? ) occhio a credere di essere arrivati

alla fine , pur non avendolo votato , preferisco di gran lunga Di Maio a salvini e mi auguro che il primo atto di governo 5stelle non sia andare a braccetto con un cialtrone del genere

infine , da perdente , dico che sono fiero delle cose che ha fatto il governo negli ultimi tre anni
riduzione della disoccupazione
incremento del pil
leggi di vera civiltà come la legge unioni civili e fine vita

ora . governino gli altri per il bene di tutti , lo spero veramente

Ace: non credo ASSOLUTAMENTE a tutte le promesse (irrealizzabili) fatte da TUTTI i partiti (M5S compreso).  

Semplicemente, dopo i disastri fatti da quasi 20 anni di governi "FI-PD" non ne posso più.

Non ne posso più di vedere la faccia (e i comportamenti) di Renzusconi.

Sia chiaro che io (a scanso di equivoci) ho votato M5S turandomi il naso. (semplicemente penso sia il "meno peggio")
avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da gabr179 il Lun 05 Mar 2018, 09:11

Il PD di porcate ne ha fatte tante tra immigrazione e cooperative rosse e bianche e lo scandalo MPS...

gabr179

Messaggi : 652
Data d'iscrizione : 06.06.17
Età : 39
Località : Tra Como e la Brianza

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 09:14

ace59 ha scritto:


infine , da perdente , dico che sono fiero delle cose che ha fatto il governo negli ultimi tre anni
riduzione della disoccupazione Considerando che è considerato occupato chi ha un contratto su chiamata da 1 ora a settimana, non direi. Finiti gli incentivi su assunzioni, esse sono precipitate.
incremento del pil ma aumento del debito pubblico
leggi di vera civiltà come la legge unioni civili e fine vita concordo

avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da ace59 il Lun 05 Mar 2018, 09:18

correnelvento ha scritto:[

Sia chiaro che io (a scanso di equivoci) ho votato M5S turandomi il naso. (semplicemente penso sia il "meno peggio")

infatti capisco di più chi ha votato 5stelle proprio per questo , è il senso della democrazia
non mi fido/non mi piacciono/mi fanno schifo i partiti x e y e allora voto il partito z
giusto !

adesso vediamo chi e come governerà per i prossimi 5 anni

avatar
ace59

Messaggi : 1288
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da st13 il Lun 05 Mar 2018, 09:34

io di politica ne capisco veramente poco, penso tuttavia che si sia persa l'occasione per far governare un'unica forza politica (in questa tornata i 5 stelle) ed evitare così compromessi, inciuci, porcate varie. magari la prossima volta toccherà alla lega o a qualche altra forza politica, ma cosi come stanno oggi le cose è impossibile governare il paese! i 5 stelle sono il primo partito ma non possono governare..... mah scratch

sarebbe meglio fare all'americana, creare due schieramenti ben definiti e chi vince vince...... a fine legislatura si tirano le somme e se si è fatto bene si va avanti altrimenti si cambia

st13

Messaggi : 622
Data d'iscrizione : 19.12.17
Età : 38
Località : cosenza

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da Philo Vance il Lun 05 Mar 2018, 09:41

Hai ragione st...ma con due miseri partiti dove li mettiamo tutti i nostri innumerevoli politici?

avatar
Philo Vance

Messaggi : 877
Data d'iscrizione : 25.06.17
Località : Dove posso tennistare

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da st13 il Lun 05 Mar 2018, 10:13

eh...... io un posto in mente l'avrei pure........

st13

Messaggi : 622
Data d'iscrizione : 19.12.17
Età : 38
Località : cosenza

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da Tempesta il Lun 05 Mar 2018, 10:42

Giovanni,
sai che ti stimo e ti ritengo persona intelligente ed attenta alle varie situazioni in ogni ambito.
Ti leggo sempre con piacere perchè ogni volta che parli di un argomento lo hai prima approfondito.

In questo caso però trovo la situazione un po' più complicata che da licenziare con un post.

L'italia è un paese diviso. lo è sempre stato.
Non è mai facile governare. Mai, da parte di nessuno.
E' la storia che lo dice.
Dal pentapartito,finito con Craxi e la prima repubblica all'avvento del NUOVO CHE AVANZA di Berlusconi che ci ha portati quasi al fallimento.

Dalla parte opposta niente di che , ogni volta le divisioni della sinistra hanno creato instabilità e impossibilità a governare.

Io ho sempre votato PD, e ho votato per Renzi.
Lo dico e non me ne vergogno per niente.

Tra l'altro Renzi non ha mai guidato una coalizione votata. Ha guidato un governo di rimpasto e formato da varie coalizioni.
Con Alfano,e altre forze politiche.

In questi anni si è fatto poco e male? Può darsi. Renzi sta sulle palle a molti? E' così.

Ma ad esempio i governi (Monti,Letta,Renzi,Gentiloni) che secondo te tanto male hanno fatto in questi anni hanno ridotto DRASTICAMEMTE il debito pubblico e portato il PIL all'1,5% (rispetto allo stimato e rispetto al - qualcosa dei tempi Berlusconiani) e non voglio mettermi ad elencare tutte le altre cose che sono migliorate ma sembra che nessuno le conteggi mai.

Mi vergognerei di più a votare per chi è stato condannato ed è stato più volte al governo, e che ha portato l'Italia sull'orlo del fallimento.


Certo in alcuni casi lo hanno fatto sulle nostre pensioni o altro ma eravamo in un momento in cui certe decisioni ci sono state imposte o altrimenti c'era il fallimento. E forse NESSUNO QUA sa cosa sarebbe successo in quel caso.

Forse i 5 stelle saranno migliori e me lo auguro.

Ma non mi auguro che questa onda fascista che sta tornando in auge ( e ricordo che l'apologia del fascismo è reato ma sembra che nessuno si ricordi che sono morte milioni di persone grazie a loro e che è grazie a quelle morti che oggi si può scegliere chi votare) diventi la nuova moda.

In un paese civile certe posizioni estreme non dovrebbero avere cittadinanza.

Poi ognuno può votare chi vuole e forse sarei stato molto più contento di vedere i 5 stelle al 45% per dare a loro veramente la possibilità di governare.

Spero vivamente di non ritrovarmi un governo qualunquista che promette cose irrealizzabili puntando su facili obiettivi e slogan per fare breccia facilmente.

L'uscita dall'europa ad esempio sarebbe un DRAMMA VERO per tutti coloro che hanno semplicemente un mutuo ma nessuno questo lo dice......

Ognuno ha le sue idee politiche e vanno rispettate senza se e senza ma.
Ognuno può gioire della vittoria o della sconfitta, magari giusta, di altri.

Ma non penso che un forum di tennis , dove pure si può parlare di tutto e di più , il luogo dove con due righe si possa riassumere la situazione politica presente e passata dell'italia senza scadere nel banalizzare tutto.




avatar
Tempesta

Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 19.12.14
Età : 47
Località : Prato

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da mattiaajduetre il Lun 05 Mar 2018, 11:14

@ Tempesta buon giorno
solo non capisco: perchè sarebbe una banalizzazione?
la definirei la spontanea reazione a quanto accaduto da parte di una persona che ne ha poi scritto.
chiaro che siamo su un forum tennistico e l'argomento è "PESO" ma semplicemente si può accettare che certi (buffoni) personaggi possano essere (politicamente e pubblicamente) cassati senza problema, anche fosse pensiero di una sola persona...
avatar
mattiaajduetre

Messaggi : 259
Data d'iscrizione : 20.10.14
Età : 52
Località : Ceolae

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 11:20

Ma non penso che un forum di tennis , dove pure si può parlare di tutto e di più , il luogo dove con due righe si possa riassumere la situazione politica presente e passata dell'italia senza scadere nel banalizzare tutto.



Ecco qui, per non scrivere in due righe, i risultati del (pessimo) governo Renzi:





1. La nascita del Governo Renzi era stata accolta con molta fiducia e aspettative favorevoli, sia per la personalità del nuovo Presidente del Consiglio, che per la forza derivante dal fatto di essere il segretario del PD. In particolare ci si aspettava da Renzi il rilancio dell’economia e dell’occupazione,, il varo di riforme strutturali e istituzionali.
A consuntivo dei tre anni di governo il bilancio non appare particolarmente positivo, anche se provvedimenti condivisibili non sono mancati quali quelli sui diritti civili, tema sul quale i Parlamenti precedenti non erano riusciti a deliberate, l’inizio di interventi di natura sociale, senza peraltro affrontare in modo organico il problema della diseguaglianza crescente, l’alternativa scuola lavoro, e l’aumento della tassazione di alcuni redditi finanziari.

2. Per quanto riguarda l’economia, discutibile e contradittoria appare la linea seguita in Europa. La presidenza italiana dell’Unione Europea poteva essere l’occasione per porre in discussione formalmente la politica economica seguita, imposta dalla Germania, in quanto errata sul piano teorico e inefficace o controproducente su quello pratico (salvo che per la Germania stessa).
Gli argomenti non mancavano certo. A questo si è arrivati molto più tardi dopo un periodo che è sembrato di acquiescenza alle posizioni di Schauble.
Ci si è arrivati con una linea indebolita dall’obiettivo di ottenere individualmente una maggiore flessibilità di bilancio da utilizzare non già per maggiore spese per investimenti bensì per finanziare la politica dei bonus, senza rendersi conto che la credibilità di un Paese fortemente indebitato come l’Italia dipendeva (e dipende) dalla capacità di rispettare gli impegni assunti, pur mantenendo i propri punti di vista, cercando eventualmente di farli valere anche con convergenze e alleanze con altri Paesi, con il Parlamento europeo, ecc..

3. Per quanto riguarda la politica interna, la strategia seguita dal Governo Renzi si è ispirata sostanzialmente a una politica dell’offerta: riforme strutturali (in primis quella del mercato del lavoro), riduzione delle imposte, tagli alla spesa pubblica, maggiore libertà all’azione privata e riduzione dei vincoli amministrativi. In sostanza l’approccio mainstream che ha dominato il pensiero economico negli ultimi decenni, ma che, dopo la crisi del 2007-08, appariva non solo carente, ma anche superato sia in concreto, in quanto del tutto inadatto ad affrontare una situazione di deflazione e stagnazione come quella attuale, sia da un punto di vista teorico.
Il risultato inevitabile è stato quello di sprecare ingenti risorse con l’obiettivo di rilanciare il consumo delle famiglie che invece è rimasto stagnante (per es. la Banca d’Italia ha valutato che l’erogazione degli 80 euro si è tradotta in consumi solo per il 40%), e di aumentare i profitti delle imprese nella speranza che esse avrebbero aumentato gli investimenti, cosa che in carenza di domanda non poteva accadere.
Anche l’occupazione è stata massicciamente sussidiata con risultati complessivi che andranno valutati allo scadere degli incentivi previsti, ma probabilmente non esaltanti.
Inoltre bisogna chiedersi quanto gli incentivi non abbiano contribuito a rendere conveniente impiegare lavoratori a bassa qualifica piuttosto che investire in nuove tecnologie e quindi contribuito alla riduzione della produttività.

4. Un altro approccio era invece possibile, come auspicato da molti e dimostrato dal XV rapporto Nens sugli andamenti e prospettive della finanza pubblica italiana che ha simulato gli effetti di una diversa strategia di politica economica basata sul riassorbimento progressivo delle clausole di salvaguardia oggi previste, su una efficace politica di contrasto all’evasione  con il contestuale utilizzo dei proventi per misure di riduzione dell’Irpef e dei contributi sociali (cuneo) e di sostegno delle situazioni di povertà, e utilizzando tutte le altre risorse disponibili, incluse quelle derivanti dalla flessibilità europea, per spese di investimento ad elevato moltiplicatore-

5. La questione bancaria è stata più volte evidenziata come urgente dalla Banca d’Italia , ma senza successo. Che sarebbe entrato in vigore l’accordo sul bail in non poteva sfuggire al Governo. Inoltre, le mancate dimissioni del ministro Boschi in occasione della vicenda della banca Etruria che, pur non strettamente necessarie, sarebbero state politicamente utili, ha fortemente indebolito il Governo esponendolo a critiche spesso infondate, ma sempre efficaci da un punto di vista comunicativo, da parte delle opposizioni, contribuendo alla sostanziale paralisi operativa, alla politica dei rinvii e delle “soluzioni di mercato”, in nome delle quali si è deciso perfino di sostituire d’autorità il vertice del MPS.

6 .In generale, l’intera politica fiscale si è indirizzata in direzione opposta a quella di serietà e di un ragionevole rigore: il sistema sanzionatorio è stato modificato innalzando le soglie di punibilità penale e restringendo le fattispecie incriminatrici; inizialmente era stato perfino proposto di depenalizzare la frode fiscale, misura poi rientrata; l’abuso del diritto (elusione) è stato depenalizzato e ridotto ad una fattispecie residuale, senza considerare il fatto che prima o poi la Cassazione e la Corte di Giustizia europea ristabiliranno l’interpretazione corretta.
Ciò peraltro è già avvenuto con il falso in bilancio per cui la Cassazione ha già vanificato la portata della norma che allentava ben oltre quella approvata dal Governo Berlusconi, e per anni criticata dal centrosinistra, la possibilità di punire tale comportamento.
E’ stato abolito il termine lungo di accertamento amministrativo per le condotte penalmente rilevanti, contrariamente a quanto previsto dalla normativa prevalente in Europa. La riscossione dei tributi è stata fortemente indebolita prevedendo la possibilità di rateazioni fino a 72 rate per i debitori decaduti negli ultimi due anni da un precedente piano di dilazione, ciò mentre per i debiti nei confronti di privati (banche) si sono accelerate le procedure di riscossione coattiva creando una inaccettabile discriminazione tra pubblico e privato.  
Si è innalzata a 3000 euro la soglia di utilizzazione del contante favorendo così non solo l’evasione ma anche il riciclaggio.


7. Per quanto riguarda le riforme “strutturali”, quella più importante per il Governo era ovviamente la riforma istituzionale. Oggi è senso comune criticare Renzi per aver “personalizzato” e politicizzato lo scontro sul referendum confermativo, ma il problema nasce prima. La personalizzazione infatti è avvenuta immediatamente, fin dall’inizio del dibattito parlamentare quando Renzi ha imposto la sua peculiare visione della riforma senza accettare critiche né mediazioni, visione che aveva a cuore nella sostanza il fatto che i futuri senatori non dovessero beneficiare di alcuna retribuzione per ridurre i costi della politica oltre a quella derivante dalla drastica riduzione del loro numero.
Questo è stato l’unico punto considerato irrinunciabile perché tutto il resto della proposta iniziale è stato oggetto di cambiamento per cercare convergenze tattiche. E’ qui emersa una caratteristica di fondo dell’approccio di Renzi alle riforme: la necessità di determinare in ogni caso rotture, divisioni, contrapposizioni, secondo una logica amici-nemici che, a ben vedere, riguardava principalmente una parte rilevante della sua costituency e del suo stesso partito.
La questione di fondo era ideologica: le tradizionali posizioni della sinistra italiana non dovevano avere più legittimità: esse rappresentavano comunque il vecchio, qualcosa da rimuovere e “rottamare”.


8. La stessa logica è stata seguita sul jobs act, dove l’avversario principale è diventato il sindacato e in particolare la CGIL. Una riforma contro, quindi, e non una riforma utile per tutti. E anche in questo caso sarebbe stato sufficiente evitare alcuni eccessi e adottare, per esempio, il modello di contratto a tutele crescenti proposto da tempo da Tito Boeri, per ottenere un consenso pressoché unanime. Il risultato è stato quello di rischiare di sottoporre il Paese ad un ‘altra prova referendaria di cui non si sentiva certo il bisogno. Sui vouchers si sono allargate le maglie senza pensare ai possibili abusi, tanto che ora sarà necessario un intervento correttivo.


9. La riforma della scuola è avvenuta secondo lo stesso approccio: anche in questo caso il “nemico” era inizialmente il sindacato, ma ben presto sono diventati gli insegnanti. Il modello proposto è stato quello dell’autonomia scolastica interpretata come meccanismo in grado di simulare una sorta di mercato all’interno del settore pubblico, meccanismo che avrebbe inevitabilmente aumentato le diseguaglianze nei livelli di insegnamento tra le diverse zone del Paese e quartieri delle città.


10. Quanto alla riforma della PA, si è seguito un vecchio modello, già sperimentato e fallito più di una volta, secondo una visione organicistica della PA, attaccando la dirigenza pubblica e portando alle estreme conseguenze una logica privatistica che mal si adatta al settore pubblico i cui dirigenti non possono essere assimilati a quelli delle imprese private, ma necessitano di competenze specifiche e specializzazioni. Anche in questo caso la riforma si è esposta a rilievi di ordine amministrativo e costituzionale.


11. Alla luce delle considerazioni precedenti, è difficile sostenere che quella del Governo Renzi sia stata un’esperienza positiva. Il Paese è oggi più diviso, il PD è politicamente isolato (salvo l’alleanza con Alfano e Verdini) ed è diviso, data la radicalità dello scontro sul referendum, si sono verificate fratture nelle famiglie e nelle amicizie. Le riforme sono state contestate e in parte sono rimaste sulla carta. L’opinione pubblica è confusa, disorientata, arrabbiata, e sempre più influenzabile da posizioni qualunquiste e di antipolitica. Dopo il risultato del referendum è inoltre diffusa, soprattutto all’interno dell’establishment la convinzione che il Paese è irriformabile e rassegnato al proprio destino.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da ace59 il Lun 05 Mar 2018, 11:33

corre bella analisi

analisi , con non condivido al 100% , ma che ha il merito di evidenziare delle cose serie senza urlare alla pancia della gente

solo due precisazioni

a dicembre il refermdum di Renzi contro tutti ha avuto il 42% dei consensi , alla luce dei risultati odierni non mi sembra un risulato cosi negativo

Renzi ha dovuto governare con Alfano perché Bersani ha dilapidato una vittoria certa con la sua cazzata di smacchiare il giaguaro e altre amenità

Renzi premier non mi è piaciuto , meglio Renzi politico ma ha fatto una sacco di errori perdendo di vista la vera base del PD

detto questo

adesso vediamo Mattarella che si inventa perché come la giri non ci sono le condizioni per una maggioranza in parlamento

unico dato che mi rallegra , viaggio spesso all'estero per lavoro, finalmente non dovrò più vergognarmi di avere Berlusconi in sella




avatar
ace59

Messaggi : 1288
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Mar 2018, 11:39

ace59 ha scritto:corre bella analisi

adesso vediamo Mattarella che si inventa perché come la giri non ci sono le condizioni per una maggioranza in parlamento

unico dato che mi rallegra , viaggio spesso all'estero per lavoro, finalmente non dovrò più vergognarmi di avere Berlusconi in sella


Ho fatto una sintesi da una analisi lunghissima che ho trovato, e che ovviamente condivido.

Berlusconi, per quello che penso, in uno Stato Democratico Occidentale, dovrebbe stare in galera o, data l'età, agli arresti domiciliari.

Credo che Mattarella dia incarico a Di Maio, la cui unica possibilità sarà quella di fare un governo "di scopo" con Salvini.

Se non dovesse andare in porto... poveri noi.
avatar
correnelvento

Messaggi : 14177
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : nn

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da superpipp(a) il Lun 05 Mar 2018, 12:39

A me non piace parlare di politica, ai tg cambio canale; datemi solo un parametro oggettivo da cui si capisca che la disoccupazione e' calata ...... io non ascolto quel che dice tg1 e compagnia bella, so solo che un casino di negozi continua a chiudere perche' la gente non ha i soldi per comprare; non si fanno piu' figli perche' i giovani non hanno come metter su famiglia e altro .... ma smettiamola

ciao
SP
avatar
superpipp(a)

Messaggi : 3079
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 63
Località : Vesuvio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da marco61 il Lun 05 Mar 2018, 12:41

Secondo me, alla fine, Lega e M5S formeranno il governo.
Quale migliore occasione (per loro) per togliersi dalle palle in un colpo solo Renzi e Berlusconi?
Poi vedremo se saranno bravi, ma al momento non vedo altre alternative.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 10065
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 57
Località : sanremo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ogni tanto, al risveglio, una buona notizia (politica)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum