Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 6 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 5 Ospiti

Iron

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Incompetennis Oggi alle 00:31

» Gli italiani e le italiane
Da Matusa Ieri alle 11:27

» Tennis in tv, consiglio
Da Riki66 Ieri alle 07:17

» Avete mai pensato di collezionare racchette "vintage"??
Da wetton76 Mer 18 Set 2019, 15:03

» CLASH!
Da Attila17 Mer 18 Set 2019, 12:05

» la reunion del Lesso a verona
Da taglia64 Mer 18 Set 2019, 11:10

» Racchetta più facile
Da Matusa Mer 18 Set 2019, 09:27

» Slam vinti a 24 anni
Da john mc edberg Mar 17 Set 2019, 13:44

» Rafa vs Corre: partita intera
Da Matador66 Mar 17 Set 2019, 13:18

» Problema con Android auto
Da patillo Lun 16 Set 2019, 08:36

» Consiglio racchetta
Da Tempesta Dom 15 Set 2019, 11:16

» Bianca Andreescu
Da correnelvento Ven 13 Set 2019, 20:35

» Aggiornamento sul ginocchio......
Da Matador66 Ven 13 Set 2019, 13:11

» Giù il ... Berrettini.
Da Chiros Ven 13 Set 2019, 09:40

» Federer vs Nadal capitolo 40.
Da squalo714 Gio 12 Set 2019, 21:41

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

Allenare reattività e ricerca di palla

Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da RenaTheWiz il Sab 09 Gen 2010, 16:18

Come alcuni di voi sanno ho ripreso a giocare da poco più di 2 anni dopo più di 10 di stop. In questi 2 anni ho giocato quasi sempre con il maestro (singolarmente), che mi ha fatto fare una buona varietà di esercizi basati sul cesto e di schemi di gioco "reali". Ho macinato migliaia di palle e al momento posso dire di essere migliorato moltissimo e di giocare i colpi "stand alone" (lasciatemi correre il termine) con buona tecnica. Ok…facile direte voi, ma almeno la tecnica di base c'è e già è una cosa Smile

I dolori iniziano quando mi devo muovere…e in fretta…cioè in partita. Il problema principale che noto è la tendenza ad essere poco reattivo, ad aspettare la palla quasi passivamente, leggere la direzione in ritardo e muovermi quando è troppo tardi per eseguire il colpo al meglio. Ciò si traduce nel fatto che spesso raggiungo la palla male, sbilanciato e il fatto di dovermi mettere in closed stance non mi aiuta, perché finisco per colpire in open e non ci sono abituato…

In tutto questo la mia scarsa condizione fisica non mi aiuta, ma il problema più che di resistenza è proprio di reattività ed agilità.

Ora, secondo voi, oltre a giocare più partite possibile oltre ai cesti col maestro, che tipo di esercizi potrei fare in allenamento per migliorare questo aspetto ?

ciao study
RenaTheWiz
RenaTheWiz

Messaggi : 533
Data d'iscrizione : 07.12.09
Età : 42
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da Ospite il Sab 09 Gen 2010, 16:30

Sembra a occhio un problema di livello di attenzione e meno un problema tecnico visto che la frase APRIIIIIIIIII PRIMAAAAAAAA la conosci pure te

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da albesca il Sab 09 Gen 2010, 17:06

Rena, a split step come stai messo ?
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

Visualizza il profilo http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da RenaTheWiz il Sab 09 Gen 2010, 17:10

In risposta lo faccio sempre, durante lo scambio raramente boh
RenaTheWiz
RenaTheWiz

Messaggi : 533
Data d'iscrizione : 07.12.09
Età : 42
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da Ospite il Sab 09 Gen 2010, 17:32

Ammesso e non concesso che il problema sia realmente tecnico visto che dal tuo video non sembra tu abbia grosse lacune,
uno dei sistemi che più mi hanno dato risultati ai ritardatar cronici è legato al rumore.
Oltre al fatidico urlo di Wik al momento di uscita dalla palla che Becker conosce bene
AAAAAAAAAAPPPPPPPRRRRRRRIIIIIIII
faccio giocare ad occhi chiusi.
Si perchè il problema di non aprire è legato alla visione, guardi e non apri, ma aspetti.
Si chiudono gli occhi e appena si sente il rumore della pallina sulla racchetta avversaria si apre, ad occhi chiusi, immediatamente dopo si riaprono gli occhi. Appena si comincia l'apertura si sriaprono e scoprirete che non sei assolutamente in ritardo, anzi sei in anticipo rispetto al solito.
L'esercizio và fatto lentamente e i colpi sono destinati a zone predestinate del campo in maniera che già si conosce che direzione prendere e da che parte aprire.
Ma in questo modo si slega dalla visione e dal conseguente deficitario ritardo il colpo e lo si lega al rumore che è indenne dal difetto.
Nella realtà poi al momento del rumore sei già in minimo ritardo perchè già avresti dovuto intuire dal tipo di movimento avversario da che parte andrà la palla, ma questo è un altro discorso.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da Satrapo il Dom 10 Gen 2010, 13:21

La prima considerazione da fare rigurada il concetti di lentezza-reattività-velocità.

Entro determinati limiti per un tennista la velocità-lentezza nello spostarsi non è mai un problema, (a meno di non essere un bradipo!!) non si arriva tardi sulla palla perchè si è lenti nello spostarsi ma perchè appunto si reagisce tardi, si parte da fermi, ci si trova in una posizione di copertura campo errata.

Principalmente il lavoro per migliorare la capacità di coprire bene il campo deve affrontare diverse problematiche:

Miglioramento della reattività a livello di footwork ovvero fornire gli strumenti tecnici affinchè si possa realmente essere in grado di metteri in moto velocemente in qualsiasi direzione spostandosi nella maniera più idonea in modo che oltre ad arrivare velocemente sulla palla ci si arrivi conservando un sufficiente controllo su pesi ed appoggi, perchè lo scopo non è solo ARRIVARE IL PRIMA POSSIBILE ma "arrivare il prima possibile" essendo in grado di portare un colpo gestendo correttamente peso ed appoggi.

Miglioramento della reattività a livello visivo-percettivo, ovvero della capacità di leggere la direzione della palla il prima possibile e di conseguenza la possibilità di mettersi in moto CON LA PALLA. In realtà nel tennis si effettua una lettura del colpo avversario che comincia molto prima dell'impatto, una sorta di predizione che si basa su innumerevoli elementi. Se aspetto di vedere dove sta realmente andando la palla che mi viene rimandata dall'avversario difficilmente potrò raggiungerla in tempo, ma se imparo a leggere il colpo avversaio correttamente avrò la possibilità di mettermi in moto con la palla e questo mi garantirà un enorme vantaggio in termini di tempo.

Miglioramento della posizione di guardia, ovvero del punto migliore dove posizionarsi per fronteggiare il colpo dell'avversario, elemento questo fondamentale e molto delicato perchè assolutamente non intuitivo. Tendenzialmente un principiante (passata la fase dell'immobilità cronica!!) tende a riguadagnare sempre il centro del campo dopo ogni colpo ma nella realtà l'unico caso in cui il centro del campo coincide con la migliore posizione di guardia è quando l'avversario si trova a giocare una nostra palla piazzata appunto al centro del campo con traiettoria rettilinea, ovvero nel raro caso in cui ci si sia appena scambiati dei colpi indirizzati al centro e provenienti a loro volta dal centro con traiettoria rettilinea, una sorta di "dritto per dritto" che accade davvero di rado e che comunque è sempre da evitare perchè regala all'avversario il campo più ampio possibile dove piazzare la palla.

Ora però devo scappare, ma su questi punti ci sarà parecchio da discutere! Allenare reattività e ricerca di palla 786556
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da oedem il Dom 10 Gen 2010, 13:30

renato, avendo giocato contro di te credo che il problema sia unicamente fisico, cioè sono le gambe che non si muovono, impallate.

proprio
poi da un scarso gioco di gambe ti ritrovi in difficoltà
nell'esecuzione dei colpi che prevedono uno spostamento maggiore

Satrapo ha scritto:...
Miglioramento della reattività a livello visivo-percettivo, ovvero della capacità di leggere la direzione della palla il prima possibile e di conseguenza la possibilità di mettersi in moto CON LA PALLA. In realtà nel tennis si effettua una lettura del colpo avversario che comincia molto prima dell'impatto, una sorta di predizione che si basa su innumerevoli elementi. Se aspetto di vedere dove sta realmente andando la palla che mi viene rimandata dall'avversario difficilmente potrò raggiungerla in tempo, ma se imparo a leggere il colpo avversaio correttamente avrò la possibilità di mettermi in moto con la palla e questo mi garantirà un enorme vantaggio in termini di tempo.
ecco Sat, io mi rendo conto che su questo punto pecco non poco
spesso mi capita di non riuscire a valutare quanto una palla sia poco profonda e ritrovarmi così a "rincorrerla" mentre invece dovrei approfittarne per attaccare
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da Filippo il Dom 10 Gen 2010, 14:53

RenaTheWiz ha scritto:
I dolori iniziano quando mi devo muovere…e in fretta…cioè in partita. Il problema principale che noto è la tendenza ad essere poco reattivo, ad aspettare la palla quasi passivamente, leggere la direzione in ritardo e muovermi quando è troppo tardi per eseguire il colpo al meglio. Ciò si traduce nel fatto che spesso raggiungo la palla male, sbilanciato e il fatto di dovermi mettere in closed stance non mi aiuta, perché finisco per colpire in open e non ci sono abituato…

Mi trovo anche io molto spesso nella situazione da te descritta, il mio è sicuramente un problema di attenzione poichè fisicamente sono molto reattivo.

wik ha scritto:Ammesso e non concesso che il problema sia realmente tecnico visto che dal tuo video non sembra tu abbia grosse lacune,
uno dei sistemi che più mi hanno dato risultati ai ritardatar cronici è legato al rumore.
Oltre al fatidico urlo di Wik al momento di uscita dalla palla che Becker conosce bene
AAAAAAAAAAPPPPPPPRRRRRRRIIIIIIII
faccio giocare ad occhi chiusi.
Si perchè il problema di non aprire è legato alla visione, guardi e non apri, ma aspetti.
Si chiudono gli occhi e appena si sente il rumore della pallina sulla racchetta avversaria si apre, ad occhi chiusi, immediatamente dopo si riaprono gli occhi. Appena si comincia l'apertura si sriaprono e scoprirete che non sei assolutamente in ritardo, anzi sei in anticipo rispetto al solito.
L'esercizio và fatto lentamente e i colpi sono destinati a zone predestinate del campo in maniera che già si conosce che direzione prendere e da che parte aprire.
Ma in questo modo si slega dalla visione e dal conseguente deficitario ritardo il colpo e lo si lega al rumore che è indenne dal difetto.
Nella realtà poi al momento del rumore sei già in minimo ritardo perchè già avresti dovuto intuire dal tipo di movimento avversario da che parte andrà la palla, ma questo è un altro discorso.

Devo assolutamente provare questo esercizio, non avevo mai pensato di associare l'apertura ad un suono.

oedem ha scritto:
Satrapo ha scritto:...
Miglioramento della reattività a livello visivo-percettivo, ovvero della capacità di leggere la direzione della palla il prima possibile e di conseguenza la possibilità di mettersi in moto CON LA PALLA. In realtà nel tennis si effettua una lettura del colpo avversario che comincia molto prima dell'impatto, una sorta di predizione che si basa su innumerevoli elementi. Se aspetto di vedere dove sta realmente andando la palla che mi viene rimandata dall'avversario difficilmente potrò raggiungerla in tempo, ma se imparo a leggere il colpo avversaio correttamente avrò la possibilità di mettermi in moto con la palla e questo mi garantirà un enorme vantaggio in termini di tempo.
ecco Sat, io mi rendo conto che su questo punto pecco non poco
spesso mi capita di non riuscire a valutare quanto una palla sia poco profonda e ritrovarmi così a "rincorrerla" mentre invece dovrei approfittarne per attaccare

Anche a me capita spesso di non riuscire a valutare la giusta distanza del rimbalzo dalla rete.
Credo di poter catalogare la mia situazione nella non adeguata concentrazione: se sono rilassato e concentrato, valuto propriamente le distanze e difficilmente mi ritrovo in ritardo negli spostamenti, anche perchè in qualche modo mi rendo conto prima del tipo di colpo eseguito dall'avversario.
Se invece non sono concentrato, il tempo di reazione aumenta notevolmente, assieme al ritardo sullo spostamento e sull'apertura.
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da Magm4 il Dom 10 Gen 2010, 16:27

Mi associo anch'io ai problemi di interpretazione della palla, con conseguente ritardo cronico.
Ci sono degli esercizi per migliorare questo aspetto visivo-percettivo?

Ciao
Magm4
Magm4

Messaggi : 798
Data d'iscrizione : 07.12.09
Età : 45
Località : Cambiano (TO)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da albesca il Dom 10 Gen 2010, 16:38

Lo split step non è un esercizio ginnico ... è un esercizio di concentrazione, visione e timing. 3 al prezzo di 1 ...approfittate dei saldi !! Smile
Ciao
Alberto
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

Visualizza il profilo http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da Satrapo il Lun 11 Gen 2010, 13:47

Iniziamo a porre l'attenzione sulla valutazione della profondità del colpo in arrivo visto che molti lamentano questa lacuna.

Prima di tutto è normale incontrare agli inizi grosse difficoltà nel valutare la profondità di un colpo in arrivo perchè il cervello istintivamente elabora la direzione della palla ma non si pone molti interrogativi sulla traiettoria che sta disegnando la palla mentre si avvicina verso di noi.

L'analisi della profondità del colpo è strettamente legata all'analisi della traiettoria della palla in arrivo, alla sua velocità e alla tipologia di effetto-rotazione di cui è stata caricata dal nostro avversario andando quindi ben oltre l'istintiva valutazione della sua direzione.

Per intenderci un toppone di Nadal può anche rimbalzare sulla riga del servizio ma a causa del terribile effetto impennarsi talmente tanto da costringerci ad arretrare oltre la riga di fondo per ribatterlo. Un back che rimbalzi oltre la riga del servizio ma senza risultare profondissimo di contro può essere attaccato perchè il rimbalzo più basso e la traittoria quasi rettilinea ci consentono di impattare la palla un paio di metri dentro il campo.

In sostanza si invitano i giocatori a cercare con le gambe l'apice del rimbalzo della palla in arrivo, indicazione che non va presa alla lettera perchè non sempre l'apice del rimbalzo coincide con il punto di impatto ottimale, ma che consente di trovarsi sulla palla con il dovuto anticipo.

L'importante è iniziare a focalizzare l'attenzione sulla traiettoria della palla in arrivo tenendo conto del suo effetto per predirne non solo il punto di contatto a terra ma soprattutto l'altezza del rimbalzo, tanto comunque il cervello per sua natura elaborerà automaticamente tutte le informazioni relativa alla direzione della palla in arrivo.

Ovviamente poi bisognerà abituarsi a muoversi per diagonali e non destra sinistra + avanti dietro, ma questo sarà un passo successivo: prima di tutto impariamo a leggere correttamente la profondità del colpo in arrivo che ripeto non consiste semplicemente nel valutare dove toccherà terra la palla ma anche e soprattutto in che modo e con quale traiettoria rimbalzerà perchè a noi interessa individuare il (..e spostarci nel..) luogo dove la palla si troverà all'altezza ottimale per essere colpita, e a seconda di traiettorie ed effetti questo punto di impatto ottimale potrebbe essere più arretrato per palle che rimbalzano più corte ma sono cariche di top, e più avanzato per palle più profonde ma piatte o cariche di backspin.

Valutate gli elementi che influenzeranno il rimbalzo (treiettoria, effetti e velocità) e avrete una stima del punto di impatto ideale da andare a cercare con le gambe.

La chiamata mentale in questo caso è "cerca la palla all'apice del rimbalzo".
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Allenare reattività e ricerca di palla Empty Re: Allenare reattività e ricerca di palla

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum