chat
Chi è in linea
In totale ci sono 8 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 8 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» racchette flex basso e controllo
Da Doc68 Ieri alle 23:22

» Nuovo Utente
Da Tempesta Ieri alle 22:55

» Reunion tennistica TT
Da Tempesta Ieri alle 22:52

» OLD vs NEW
Da squalo714 Ieri alle 20:36

» Esempio di Correttezza Sportiva
Da Riki66 Mer 20 Set 2017, 18:55

» (MI) Compagno/a di allenamento
Da LucALn668 Mer 20 Set 2017, 10:25

» Spin da snap-back vs spin da attrito.
Da Doc68 Mer 20 Set 2017, 00:50

» Prince Textreme Tour 100P
Da Doc68 Mar 19 Set 2017, 22:41

» Inerzia e peso adatti ad un Quarta categoria
Da Doc68 Mar 19 Set 2017, 22:25

» blocco Braccio Tyger Profi-52: help!!
Da andreaA Sab 16 Set 2017, 12:48

» Spray sulle corde per aumentare spin
Da Doc68 Ven 15 Set 2017, 22:48

» Racchetta di Kevin Anderson
Da doppiofallo Ven 15 Set 2017, 20:56

» Racchetta per allenare lo swing
Da Kingkongy Ven 15 Set 2017, 11:13

» Federer Practice
Da correnelvento Gio 14 Set 2017, 15:19

» Prince fan club
Da Doc68 Gio 14 Set 2017, 15:08

Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
Parole chiave

Yonex  volk  


Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Pagina 5 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da correnelvento il Mar 23 Lug 2013, 13:54

Anche lo SW è un parametro ARBITRARIAMENTE fissato su di un perno teorico a 10 cm dal tacco della racchetta.

E' il peso che percepiamo sventolando la racchetta come un ventaglio.

Ovviamente, giocando, nessuno lo fa.

L'idea di aggiungere peso al manico, senza alterare lo SW è semplicemente una pia illusione.

Spostare una massa nello spazio avrà SEMPRE, e COMUNQUE uno SW maggiore.

Una racchetta PESANTE, (360 incordata) bilanciata a 35 cm sarà SEMPRE una racchetta pesante in testa, a prescindere dallo SW, che... peraltro, non potrà MAI essere basso (ma soltanto altissimo o MOSTRUOSAMENTE alto). pirat
avatar
correnelvento

Messaggi : 10716
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Simone.01 il Mar 23 Lug 2013, 14:02

correnelvento ha scritto:Anche lo SW è un parametro ARBITRARIAMENTE fissato su di un perno teorico a 10 cm dal tacco della racchetta.

E' il peso che percepiamo sventolando la racchetta come un ventaglio.

Ovviamente, giocando, nessuno lo fa.

L'idea di aggiungere peso al manico, senza alterare lo SW è semplicemente una pia illusione.

Spostare una massa nello spazio avrà SEMPRE, e COMUNQUE uno SW maggiore.

Una racchetta PESANTE, (360 incordata) bilanciata a 35 cm sarà SEMPRE una racchetta pesante in testa, a prescindere dallo SW, che... peraltro, non potrà MAI essere basso (ma soltanto altissimo o MOSTRUOSAMENTE alto).  pirat

Tutto ciò che è scientifico è legato a convenzioni e a scelte arbitrarie. La cosa importante è che siano uguali per tutti in modo da rendere i dati confrontabili.

Se aggiungo peso esattamente dove impugno la racchetta perché dovrebbe cambiare lo SW?

Per l'ultima frase continuo a non condividere il tuo punto di vista. A livello di sensazione una racchetta molto pesante bilanciata al centro o anche un pochino verso il manico sarà sempre pesante in testa... Ma a livello di bilanciamento oggettivo sarà bilanciata in base a dove è il baricentro. Come detto da King e Stefano inoltre ad influire nella sensazione di pesantezza conta la distribuzione delle masse.

Forse è solo questione di parole. Tu parli di pesante in testa io parlo di bilanciata in testa. La tua o è una sensazione oppure coincide con lo SW (approssimato ma sempre quello è).

Entrambe importanti. Ma stiamo parlando di due cose diverse.
avatar
Simone.01

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 15.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da correnelvento il Mar 23 Lug 2013, 14:11

Simone.01 ha scritto:
correnelvento ha scritto:Anche lo SW è un parametro ARBITRARIAMENTE fissato su di un perno teorico a 10 cm dal tacco della racchetta.

E' il peso che percepiamo sventolando la racchetta come un ventaglio.

Ovviamente, giocando, nessuno lo fa.

L'idea di aggiungere peso al manico, senza alterare lo SW è semplicemente una pia illusione.

Spostare una massa nello spazio avrà SEMPRE, e COMUNQUE uno SW maggiore.

Una racchetta PESANTE, (360 incordata) bilanciata a 35 cm sarà SEMPRE una racchetta pesante in testa, a prescindere dallo SW, che... peraltro, non potrà MAI essere basso (ma soltanto altissimo o MOSTRUOSAMENTE alto).  pirat

Tutto ciò che è scientifico è legato a convenzioni e a scelte arbitrarie. La cosa importante è che siano uguali per tutti in modo da rendere i dati confrontabili.

Se aggiungo peso esattamente dove impugno la racchetta perché dovrebbe cambiare lo SW?





Prova ad aggiungere 1 kg alla tua racchetta al tacco, poi sappimi dire se la manovri allo stesso modo.

La "ratio" dello SW è fornire un parametro al tennista su quanto sia MANOVRABILE la racchetta, giocandoci.

Ma è una dato "farlocco" per quanto ho detto sopra.

Una racchetta con peso aggiunto sarà SEMPRE meno manovrabile (ovviamente la minore manovrabilità sarà direttamente proporzionale alla distanza dell'applicazione del peso).
avatar
correnelvento

Messaggi : 10716
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da correnelvento il Mar 23 Lug 2013, 14:28

Simone.01 ha scritto:
Quello che non capisco è perché nelle recensioni dicono che sia bilanciata in testa quando il baricentro è a 34 cm dal manico per una lunghezza di 69 cm.

Direi perchè quei "fessacchiotti" che fanno le recensioni la pensano esattamente come me... clown 
avatar
correnelvento

Messaggi : 10716
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Mar 23 Lug 2013, 14:30

Beh, tutto giusto. Con angolature differenti abbiam affettato per benino la racchetta... Hehehe
D'accordissimo circa i dati "farlocchi": e' che son gli unici che passa il convento e un po' ci so fa l'abitudine...
Ovviamente, con una FlexInfinity ci si diverte come pazzi a smanettare. Anche perché l'intuizione e la sensazione trovan riscontri misurabili.
Invidia ma col sorriso! Hehehehe

Kingkongy

Messaggi : 542
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da correnelvento il Mar 23 Lug 2013, 14:32

Kingkongy ha scritto:
Ovviamente, con una FlexInfinity ci si diverte come pazzi a smanettare.

Non fatela conoscere a Frank! Very Happy 
avatar
correnelvento

Messaggi : 10716
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Simone.01 il Mar 23 Lug 2013, 14:37

correnelvento ha scritto:
Simone.01 ha scritto:
correnelvento ha scritto:Anche lo SW è un parametro ARBITRARIAMENTE fissato su di un perno teorico a 10 cm dal tacco della racchetta.

E' il peso che percepiamo sventolando la racchetta come un ventaglio.

Ovviamente, giocando, nessuno lo fa.

L'idea di aggiungere peso al manico, senza alterare lo SW è semplicemente una pia illusione.

Spostare una massa nello spazio avrà SEMPRE, e COMUNQUE uno SW maggiore.

Una racchetta PESANTE, (360 incordata) bilanciata a 35 cm sarà SEMPRE una racchetta pesante in testa, a prescindere dallo SW, che... peraltro, non potrà MAI essere basso (ma soltanto altissimo o MOSTRUOSAMENTE alto).  pirat

Tutto ciò che è scientifico è legato a convenzioni e a scelte arbitrarie. La cosa importante è che siano uguali per tutti in modo da rendere i dati confrontabili.

Se aggiungo peso esattamente dove impugno la racchetta perché dovrebbe cambiare lo SW?





Prova ad aggiungere 1 kg alla tua racchetta al tacco, poi sappimi dire se la manovri allo stesso modo.

La "ratio" dello SW è fornire un parametro al tennista su quanto sia MANOVRABILE la racchetta, giocandoci.

Ma è una dato "farlocco" per quanto ho detto sopra.

Una racchetta con peso aggiunto sarà SEMPRE meno manovrabile (ovviamente la minore manovrabilità sarà direttamente proporzionale alla distanza dell'applicazione del peso).

Si tratta semplicemente di due parametri diversi. Quello che intendi adesso è l'inerzia di un oggetto e non è relazionato ad alcuna rotazione. È semplicemente la difficoltà che si ha nello spostare l'oggetto.

Stai dicendo che una racchetta più pesante è in generale più difficile da spostare nello spazio. Vero. Ma non stavamo parlando di bilanciamento del peso?

Sono cosciente che mettendo peso al manico aumento l'inerzia della racchetta ma non aumento lo SW e neanche il Twist Wight. Mentre mettendo peso sul l'asse (ad esempio ad ore 12 o ad ore 6 aumento SW ma non TW. Mettendomi ad ore 3 e 9 aumento SW e TW.

That's right Stefano?

avatar
Simone.01

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 15.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da correnelvento il Mar 23 Lug 2013, 14:46

Simone.01 ha scritto:

Si tratta semplicemente di due parametri diversi. Quello che intendi adesso è l'inerzia di un oggetto e non è relazionato ad alcuna rotazione. È semplicemente la difficoltà che si ha nello spostare l'oggetto.

Stai dicendo che una racchetta più pesante è in generale più difficile da spostare nello spazio. Vero. Ma non stavamo parlando di bilanciamento del peso?

Sono cosciente che mettendo peso al manico aumento l'inerzia della racchetta ma non aumento lo SW e neanche il Twist Wight. Mentre mettendo peso sul l'asse (ad esempio ad ore 12 o ad ore 6 aumento SW ma non TW. Mettendomi ad ore 3 e 9 aumento SW e TW.

That's right Stefano?



Quello che dovevo dire, io l'ho detto.

E ne sono totalmente convinto.

Come sono assolutamente persuaso che ognuno di noi due resterà ancorato alle proprie convinzioni...

Per cui... mi "estraneo" (delicatamente) da questa discussione in quanto (per usare un parametro Euclideo) siamo di fronte a due binari (le nostre opinioni) che non si incontreranno mai (se non , al limite, all'infinito)... Cool

Naturalmente, buona continuazione!

avatar
correnelvento

Messaggi : 10716
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Chiros il Mar 23 Lug 2013, 14:50

Correnelvento ti ha ben detto quando dice che lo SW di cui generalmente si parla è relativo a un movimento della racchetta simile a quello che si fa con un ventaglio.
In realtà la racchetta ruota intorno a un asse che passa per la spalla, ad uno che passa dal gomito, ecc. Di conseguenza, mettendo peso a 10 cm dal tappo, non stai mettendo peso sull'asse di rotazione reale e quindi l'inerzia reale aumenta (se preferisci lo SW reale aumenta). In pratica fai più fatica a muoverla nello spazio.
Altrimenti, come dice Corre, metti un chilo a 10 cm dal tappo e poi prova.
avatar
Chiros

Messaggi : 3454
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 42
Località : Mai una stabile.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Simone.01 il Mar 23 Lug 2013, 15:06

correnelvento ha scritto:

Quello che dovevo dire, io l'ho detto.

E ne sono totalmente convinto.

Come sono assolutamente persuaso che ognuno di noi due resterà ancorato alle proprie convinzioni...

Per cui... mi "estraneo" (delicatamente) da questa discussione in quanto (per usare un parametro Euclideo) siamo di fronte a due binari (le nostre opinioni) che non si incontreranno mai (se non , al limite, all'infinito)... Cool

Naturalmente, buona continuazione!


Sì, direi che i binari sono troppo paralleli. Speravo che ridando un nome alle cose si riuscisse ad essere d'accordo ma presumo sia impossibile. Alla fine stiamo parlando delle stesse cose usando solo nomi diversi.

correnelvento ha scritto:
Simone.01 ha scritto:
Quello che non capisco è perché nelle recensioni dicono che sia bilanciata in testa quando il baricentro è a 34 cm dal manico per una lunghezza di 69 cm.

Direi perchè quei "fessacchiotti" che fanno le recensioni la pensano esattamente come me... clown 

Ok. Diamo un attimo per scontato che sia corretto come dici tu e quindi come dicono loro.

Ho in mano due racchette da 260g. Come faccio a sapere se sono entrambi pesanti in testa o se una delle due non lo è? Solo tenendole in mano o esiste qualche test o calcolo o valore?

Grazie

Chiros ha scritto:Correnelvento ti ha ben detto quando dice che lo SW di cui generalmente si parla è relativo a un movimento della racchetta simile a quello che si fa con un ventaglio.
In realtà la racchetta ruota intorno a un asse che passa per la spalla, ad uno che passa dal gomito, ecc. Di conseguenza, mettendo peso a 10 cm dal tappo, non stai mettendo peso sull'asse di rotazione reale e quindi l'inerzia reale aumenta (se preferisci lo SW reale aumenta). In pratica fai più fatica a muoverla nello spazio.
Altrimenti, come dice Corre, metti un chilo a 10 cm dal tappo e poi prova.

A me intessa solo capire a quali parametri corrisponde il momento di inerzia legato alle varie rotazioni sui vari assi. L'inerzia dell'oggetto in traslazione lo calcolo con una banale forum a ed è proporzionale alla massa quindi sapendo il peso totale so già quale racchetta ha maggiore o minore inerzia. Ben più complesso e interessante è il comportamento in rotazione sui vari assi in relazione alla distribuzione del peso nella racchetta.
avatar
Simone.01

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 15.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Chiros il Mar 23 Lug 2013, 15:24

Simone,
tu hai chiesto: "Se aggiungo peso esattamente dove impugno la racchetta perché dovrebbe cambiare lo SW? ".
Perchè i parametri che fanno aumentare lo SW sono le masse e la distribuzione delle masse rispetto all'asse di rotazione.

Gli assi di rotazione reali durante il movimento della racchetta sono diversi. Per avere il movimento reale devi sommare le componenti spaziali di tutte le rotazioni. Abbastanza complicato ma ti assicuro che l'asse di rotazione non passa mai per l'impugnatura.
è tutto.
avatar
Chiros

Messaggi : 3454
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 42
Località : Mai una stabile.

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Simone.01 il Mar 23 Lug 2013, 16:13


Scusate ma se usiamo lo stesso nome per mille cose diverse non ne usciamo più.

Dovunque io abbia letto lo SW viene calcolato o misurato facendo ruotare la racchetta intorno ad un asse a circa 5 cm dalla fine del manico.

Che sia un'approssimazione lo abbiamo capito ma se io dico che non aumenta lo SW intendo quel parametro. Non il momento di inerzia del sistema braccio + racchetta.

Mettendo un peso a 5 cm lo SW misurato in quel modo non aumenta mentre aumenta il momento di inerzia dello swing braccio + racchetta. Siamo tutti d'accordo?

avatar
Simone.01

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 15.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Mar 23 Lug 2013, 18:38

State dicendo "quasi" le stesse cose.
Circa le due racchette di peso uguale...se non ti piace la misurazione "manuale"...vai di Diagnostic/FlexInfinity. Oppure vai di flessibile e bilancia. Il sacrificio di uno andrà a beneficio di molti.
Adesso, ragazzi, tutti in coro gridiamo: "Grazie Simon!!!".

Kingkongy

Messaggi : 542
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Mar 23 Lug 2013, 18:42

P.s. Non sono nemmeno convinto che con la fikissima FlexInfinity arrivi a determinare la distribuzione delle masse lungo la racchetta a "punto-punto".
Se non sbaglio la suddivisione e' su 5 segmenti. In compenso lavora con le corde montate e sulle risonanze.

Detto ciò, tra masse e punti di flessione, a poter scegliere cosa disvelare, scelgo mille volte i secondi !!!!

Kingkongy

Messaggi : 542
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Simone.01 il Mar 23 Lug 2013, 23:30

Sono convinto anche io che stiamo dicendo le stesse cose ma con parole diverse.

ES:

Simone.01 ha scritto:
Secondo me state trascurando che lo SW è solo legato alle rotazioni durante lo swing. Con (come dici per assurdo) 1 kg in più al manico avresti una maggiore inerzia in tutte le traslazioni e i colpi senza swing (se ne esistono). Tutti gli spostamenti della racchetta che non richiedono una rotazione risentirebbero della pesantezza compreso il semplice sostenere la racchetta durante uno spostamento laterale.  

correnelvento ha scritto:

Prova ad aggiungere 1 kg alla tua racchetta al tacco, poi sappimi dire se la manovri allo stesso modo.

La "ratio" dello SW è fornire un parametro al tennista su quanto sia MANOVRABILE la racchetta, giocandoci.

Ma è una dato "farlocco" per quanto ho detto sopra.

Una racchetta con peso aggiunto sarà SEMPRE meno manovrabile (ovviamente la minore manovrabilità sarà direttamente proporzionale alla distanza dell'applicazione del peso).

Stiamo dicendo la stessa cosa ma il problema è che siamo troppo testardi per ammetterlo Smile
avatar
Simone.01

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 15.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Stefano il Mar 23 Lug 2013, 23:34

Oh Signur...Da dove cominciamo?  
Vado a memoria...

KK, la Flex Infinity non misura la distribuzione delle masse, misura "solo" la flessibilita' del telaio in 6 punti diversi, piu' altre cosette.

Lo SW misurato tramite RDC o altre macchine simili e' lo SW della racchetta. Viene misurato all'asse di rotazione della racchetta stessa, che e' posto a 10 cm. dal fondo del manico.
Come dicevo, lo SW reale dell'insieme racchetta-giocatore cambia a seconda proprio del giocatore e quindi non e' misurabile.
Se, anziche' misurare a 10 cm. dal fondo della racchetta, misurassimo a 20 cm. - o a 3 - lo SW sarebbe ovviamente diverso.
Giustamente, Cristiano/Chiros dice che ci sono diversi assi di rotazione. Indiscutibile! Ma non e' possibile misurarli tutti, quindi ne usiamo uno solo. Per cui, se vogliamo, possiamo chiamare quel punto a 10 cm. una convenzione...

Mettendo peso fra 0 e 10 cm. dal fondo della racchetta, lo SW non cambia. Non cambia quello del telaio, ma sicuramente cambia quello reale.

Quello che viene percepito dal giocatore e' l'insieme SW-bilanciamento. Piu' lontano dalla mano e' il peso, e di conseguenza piu' avanzato e' il bilanciamento (il contrario non e' possibile), piu' pesante verra' percepita la racchetta.
Impugnandole entrambe al manico, una racchetta bilanciata a 35 sembrera' sempre piu' pesante di una bilanciata a 30, indipendentemente dal peso.
Se impugnate le stesse racchette a ore 12, la sensazione sara' esattamente l'opposto.
avatar
Stefano

Messaggi : 4613
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 54
Località : Melbourne-Australia

Vedi il profilo dell'utente http://servingaces.com.au

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Mer 24 Lug 2013, 05:11

Ok Stefano, sulla FlexInfinity, ci ho quasi preso. Infatti nel secondo messaggio ho fatto la precisazione che lavora sulle risonanze (flessioni). Poi ho detto 5 segmenti ...ma e' talmente "divertente" che son sei... Hehehehe
E ho poi concluso che tra i due "misteri" non c'è gara: come si comporta elasticamente il telaio (con corde montate) vale oro!

Detto ciò, Simon non ha torto che si è sulla stessa linea di pensiero ma si pasticcia un po' (non tu, per carità).
E' il bello/brutto di Internet: si finisce per parlare per giorni ...di questo cappero di racchetta da 27 Kg sul tacco e 2 grammi in testa, agile come un bradipo in letargo e con lo SW di un battipanni. Ovviamente bilanciata a 31,99462933 mm "proprio come piace a me"...Very Happy  Very Happy Very Happy 

Kingkongy

Messaggi : 542
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Mer 24 Lug 2013, 05:27

Sulla distribuzione delle masse tramite i nodi di flessione....è una pippa mentale che possiamo farci io, te e Gio' ubriachi con la luna piena... Dove flette di più "presumiamo" ci sia meno "ciccia"...ma non è detto perché dipende anche dall'orientamento della fibra... Prendiamo del Graphene che pesa una piuma ma è rigido 10 volte più dell'acciaio e "freghiamo" il ragionamento "flette tanto perché pesa poco"!

Hehehehe mi sto mettendo in castigo da solo...!

Kingkongy

Messaggi : 542
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Simone.01 il Mer 24 Lug 2013, 11:00


Ottimo riassunto Stefano Wink

Probabilmente io e Corre intente damo due cose diverse. Io il SW del telaio lui la pesantezza della racchetta avvertita durante lo swing e quindi lo SW reale.


Stefano ha scritto:
Impugnandole entrambe al manico, una racchetta bilanciata a 35 sembrera' sempre piu' pesante di una bilanciata a 30, indipendentemente dal peso.

Questa sensazione secondo te è proporzionale allo SW della racchetta?
avatar
Simone.01

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 15.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Stefano il Mer 24 Lug 2013, 11:01

Kingkongy ha scritto:
Detto ciò, Simon non ha torto che si è sulla stessa linea di pensiero ma si pasticcia un po' (non tu, per carità).
E' il bello/brutto di Internet: si finisce per parlare per giorni ...di questo cappero di racchetta da 27 Kg sul tacco e 2 grammi in testa, agile come un bradipo in letargo e con lo SW di un battipanni. Ovviamente bilanciata a 31,99462933 mm "proprio come piace a me"...Very Happy  Very Happy Very Happy 

Qui ti giuro che mi hai fatto morire dal ridere! Very Happy 

Hai assolutamente ragione! Troppe pippe mentali e poi si fa una fatica bestia (me compreso!) a buttare la palla al di la' della rete...Wink
avatar
Stefano

Messaggi : 4613
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 54
Località : Melbourne-Australia

Vedi il profilo dell'utente http://servingaces.com.au

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Stefano il Mer 24 Lug 2013, 11:12

Simone.01 ha scritto:

Stefano ha scritto:
Impugnandole entrambe al manico, una racchetta bilanciata a 35 sembrera' sempre piu' pesante di una bilanciata a 30, indipendentemente dal peso.

Questa sensazione secondo te è proporzionale allo SW della racchetta?

Hmmm...non esattamente... Ma non completamente sbagliato...

Allora, come dicevamo prima lo SW e' sempre direttamente collegato al bilanciamento. A parita' di peso, un telaio bilanciato al manico avra' sempre uno SW piu' basso e viceversa.

Per capirci meglio, se aggiungiamo 1 grammo di piombo grosso modo a meta' racchetta lo SW si alza di 1 kg/cm2. Se invece aggiungiamo 1 grammo a ore 12, lo SW si alza di 3 kg/cm2. Nel primo caso il bilanciamento rimane invariato, nel secondo caso invece si sposta in avanti di 1 mm.
Con un solo grammo la differenza di bilanciamento e' impercettibile, ma se i grammi cominciano a diventare 3 o oltre, allora la differenza la si sente eccome!
Ma lo SW, anche per 1 solo piccolissimo grammo, cambia parecchio. Puo' non sembrare cosi', ma 3 kg/cm2 sono parecchi...

Ma cio' che si prova, in termini di peso, prendendo in mano una racchetta al manico e' dato dal solo bilanciamento.
Piu' e' avanzato e piu' il telaio sembra pesante.

Lo SW lo si sente agitando la racchetta (lo swing), mentre il bilanciamento lo si sente anche a racchetta ferma, semplicemente sollevandola. Wink
avatar
Stefano

Messaggi : 4613
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 54
Località : Melbourne-Australia

Vedi il profilo dell'utente http://servingaces.com.au

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Mer 24 Lug 2013, 12:39

Ti faccio ridere Stefano.
Quando ritiravo le racchette, l'incordatore, conoscendo il mio livello di rottura di balotas, mi urlava: "Ragazzi', sollevare con la sinistra, grazie! E pedalare...". Così non potevo commentare....
Very Happy

Kingkongy

Messaggi : 542
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Wacos il Mer 24 Lug 2013, 13:29

Io dico la mia, da ignorante di fisica.

L'unico che ha sempre ragione è il mio braccio.
E il mio braccio dice che non è vero che all'aumentare dello sw si fa più fatica, dipende tutto dalla massa complessiva della racchetta, come dice Corre.
Una APD lite ha uno sw di 315 ,che non è poco, ma sembra una piuma in mano... perchè è una piuma.
Al contrario Una 6.1 95 modello 2011 è un mattone non perchè ha 338 di inerzia ma perchè pesa un botto e anche se la testa si muove con una certa agilità nello spazio sventolandola,a causa del bilanciamento al manico, quando la devi usare davvero ti accorgi che non è la testa della racchetta che dovrai muovere ma tutta la racchetta... ed allora entra in gico la fatica che ci vuole per spostare 360 grammi di "affare" come quello, che ti ammazza il braccio alla seconda ora.

lo sw può al massimo rappresentare quanto "tira" la testa della racchetta nel momento in cui esegui lo swing, in termini pratici.
Racchette con alto sw danno una sensazione di proseguire nella loro corsa con molto più vigore e in effetti è quello che fanno,il che può benissimo risultare per alcuni in una sensazione di facilità , non di fatica, visto che lo sforzo richiesto per accelerare la testa è abbastanza ridicolo se la racchetta non ha un peso complessivo alto.

Un apd vecchio modello ha uno sw di 331,ben più alto della nuova 6.1. 95 che ha 324, ma non credo che qualcuno abbia il coraggio di dire che è meno manovrabile o più faticosa.








avatar
Wacos

Messaggi : 914
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Mer 24 Lug 2013, 14:11

Non voglio fare l'avvocato di Corre, ma essendoci già confrontati su questo tema, evito che gli vengan messe in bocca concetti "imperfetti"...

Peso della racchetta, bilanciamento e SW si sentono sempre. Poco o tanto. Ma diventan più o meno "evidenti" in relazione al movimento che contraddistingue il nostro unico, personalissimo, inimitabile swing. Per di più, di swing, ogni giocatore, ne scodella un numero infinito per un numero infinito di "interpretazioni" del colpo.

Detto questo, un giocatore con swing stretto, percepisce e si concentra su assetti complessivi di racchetta che favoriscano lo scorrere della racchetta "alla maniera sua". E viceversa.
Mi spiego. Io ho la mano piccola, impugnatura L2, tengo la racchetta con tre dita e 3-4 etti di pressione, impugno al tacco con un fulcro a 4,5 cm per il servizio e a 5-5,5 cm per i vari colpi, rovescio a una mano e swing ampio e veloce. Per me 350 punti di SW son la normalità e me ne fantafrego della massa complessiva (mai sotto i 365 gr)....
Ma se dovessi cambiare swing e accorciarlo un pochino per favorire alcune rotazioni...o per rispondere meglio (perché ormai non son più un gatto) ...allora potrei trovare "doveroso" abbassare il momento d'inerzia a favore delle accelerazioni e delle aperture corte.

Ci stiam girando intorno...ma tutte le strade portano a Roma: ovvero allo swing.

Kingkongy

Messaggi : 542
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da veterano il Mer 24 Lug 2013, 14:20

Allora,domandina facile facile,ma mettendo pesi e piombi e silicone al manico,volendo per sempio rendere un po piu stabile una raccheta da 280 gr bilanciata in mezzo,facendo la prova con il ditino come si faceva ai tempi della pietra,per esempio mettendo 20 gr in totale a ore 9 e a ore 3 ,bisogna poi compensare in qualche modo mettendo peso sul manico per non cambiare il bilanciamento della racchetta.Ora la mia domanda e' ma se una racchetta e' stat progettata con un tipo di materiale peso e bilanciamento variando questi fattori non si rischia di snaturare la racchetta e perdere le caratteristiche per la quale e stata progettata.
Ossia,a sempre senso modificare i parametri di costruzione,customizzando a piacere la racchetta,oppure visto che agendo su tali parametri si cambiano per forza di cose degli altri e si perdono le caratteristiche di progettazione,non sarebbe meglio cercare un altra racchetta con delle caratteristiche che piu' ci aggradano ????
avatar
veterano

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 09.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum