chat
Chi è in linea
In totale ci sono 13 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

libero, pasky76

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     

Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da BubuBarong il Ven 26 Lug 2013, 18:38

Kingkongy ha scritto:Che ci sian problemi di lettura...è evidente. Ma anche di scrittura!

Grazie mille Kingkongy, ora che apprendo di scrivere sul sito dell'Accademia della Crusca mi adeguo con piacere. Penso si potrebbe anche eccepire l'atteggiamento di modesta prudenza e cortesia di chi, come te, a fronte di un semplice messaggio su un forum, giunge immediatamente alla conclusione che il proprio interlocutore sia un giocatore poco esperto. Prendo atto che la tua classifica è superiore al 3.4 (sono consapevole della modestia del mio livello, che, pure, in passato è stato superiore) e mi rallegro del fatto che tu sia un "terza alto", posto che la definizione non dovrebbe apparire particolarmente corretta secondo i tuoi canoni linguistici.

Che significa? "colpisco all'altezza delle ore 10 e 2 ma... spostato verso la parte alta del telaio, cioè non al centro longitudinalmente".
"Ho scritto che colpisco in un punto leggermente decentrato (2 cm?) in alto in senso longitudinale".

Mi pare di aver corretto, nel dubbio (rivelatosi poi fondato) che, forse anche per mia breviloquenza, non avessi inteso che mi riferivo al piano longitudinale prendendo in considerazione il giocatore rispetto al groundstroke e non l'attrezzo, il mio precedente messaggio sostituendo "trasversale" a "longitudinale", ma evidentemente, nella stesura del tuo articolato ed accorato pamphlet, non te ne sei avveduto.

Si può sapere dove tocchi???? Perché tu potrai essere un Terza basso in campo ma se giochi contro Devoto Oli le prendi di brutto....
Very Happy 
Tuo scritto: "Con le corde colorate, ad esempio, si forma dopo qualche ora una zona chiara (dove si perde il colore) e rotonda di diametro circa 7-8 cm, il che mi pare denoti sufficiente precisione".
Insomma!
La metà di 8 è 4 cm. Questo vuol dire 2 corde. Se Colpisci a ore 10-2, vuol dire che tocchi 2 corde sopra un ipotetico "bumper jump". Detto in termini "normali" sei fuori sweet zone. Ovvero non stecchi ma il tuo piatto corde rende una beata.
Questa analisi, un Terza (che gioca con i 3.1) dovrebbe farsela da solo, senza che un emerito scimmione come me glielo spieghi.

Pertanto tre possibilità:
1) Non sei un Terza
2) Sei un Terza miracolato dalle leggi della fisica
3) Sei un Terza normale ma scrivi da nc...


Ti chiedo umilmente scusa, ho rotto le corde e non ho potuto misurare con un righello il diametro (o l'asse maggiore e l'asse minore, nel caso l'impronta fosse ellittica anziché circolare, sia pure con un certo grado di approssimazione, non sia mai che debba essere oggetto di ulteriori strali per questa imprecisione) della zona scolorita. La metà di 7 è 3,5, comunque... perché prendere 8 come riferimento? E se fossero 6? Grave imprecisione? Talmente grave da impedirti di dare una risposta pacata ad un dubbio posto umilmente?

Nel merito: sei sicuro che in 4 centimetri su una Prestige 600 18x20 vi siano sempre e solo 2 corde? Ho misurato col righello (non vorrei che poi mi bacchettassi) e in zone anche leggermente decentrate in 4 cm ci sono anche 4 corde.

Come diresti tu: pertanto tre possibilità:
1) non sai di cosa stai parlando;
2) hai una Prestige Mid sotto mano ma hai saltato un paio di passanti e quindi in 4 cm hai solo 2 corde;
3) hai una Prestige Mid sotto mano, non hai saltato passanti ma, come me, ad occhio e a spanne sei fallibile e per rispondere su un forum non affitti un laboratorio con certificazione ISO.

Comunque, rivolgerò il quesito ai 3.1 con cui mi alleno seguendo il tuo suggerimento.

Quarta, io sono un po' stronzetto e ho letto in maniera "cattiva" quello che hai scritto.

Penso che tu ti sia semplicemente comportato in maniera presuntuosa e un po' spiacevole, tutto qui, ma non succede nulla. Se avessimo parlato uno di fronte all'altro, mi avresti chiesto un paio di chiarimenti e penso che avresti cercato di capire che cosa io intendessi per potermi dare una risposta; sui forum, teoricamente, si dovrebbe fare così.
Non penso che tu abbia titoli per giudicare la mia competenza espressiva - ma, se vuoi, approfondiamo in privato diplomi di laurea e titoli alla mano - ma soprattutto non ritengo che un messaggio scritto di corsa tra un appuntamento di lavoro e l'altro mentre si fanno mille altre cose possa costituire l'oggetto di un giudizio da parte di un utente di un forum che nemmeno mi conosce.
Se, però, ti senti tanto sicuro, ti faccio i complimenti: oltre ad essere un "terza alta" hai anche molta personalità.

Comunque, chiedo scusa per la pignoleria. E prendila con un sorriso.
Per la tua domanda, il fuori asse dipende da come "spazzoli" la palla. Comunque non è un bene, perché sei già in una zona limite come rendimento. Il toccare fuori sweet zone, però, è anche una chicca per carcare rotazioni... Bisogna distinguere tra ciò che capita e ciò che si desidera.
Il set up asimmetrico è una fantacagata! Ci hanno provato in molti ma nessuno ne è venuto a capo. Per esempio, un certo Federer ci ha sbattuto le gengive...e lui altro che "sufficiente precisione"....

Grazie mille comunque - sul serio - per la risposta vera e propria, ovvero che (non lo sai e) supponi che sia perché spazzolo la palla.
Alla prossima occasione prenderò bene le misure e scatterò una foto, nel caso, abbandonate le polemiche inutili, volessi darmi un consiglio.

B.

BubuBarong

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 26.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Ven 26 Lug 2013, 19:00

Beh, se non ti sta bene la mia di risposta, puoi prendere quella di Veterano... Dice le stesse cose... Non ti sorge un dubbio? Un paio?

Allora...non sono ne' un terza alta ne' un quarta basso: sono solo uno che legge e ragiona.
Sei 3.4 ? Giochi con una Head Mid? Da quanti minuti? Perché a quel telaio ci puoi attaccare anche due ferri da stiro ma la Sweet zone e' grande come un piattino da caffè ed è "a goccia". Ovvero centrale-basso.
Dove colpisci tu non c'è trippa per gatti.
Pertanto, o ti sei espresso male o non sai nemmeno che racchetta usi... E qui, mi spiace, ma non c'è tanto da girarci in tondo...
Alla questione prettamente tecnica ho risposto tecnicamente: basta voler capire.
A me dispiace che l'abbia presa male. Io manco ho letto che eri 3.4 ...ma tu ti sei offeso per "lesa maestà". Se vuoi posso rivedere le mie espressioni e dire che sei un fantastico 3.4 che non ha ben capito come si comporta la propria racchetta e che colpisce decentrato perché è un po' stravagante. Facciamo così?

Ok. Allora io ti chiedo scusa per il tono (peccato, ero allegro).
Detto questo fatti guardare da un buon maestro di livello internazionale come Veterano: così risolvi i tuoi problemi. Poi mi faccio spiegare in privato, così non rischio la lapidazione...

Kingkongy

Messaggi : 576
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Ven 26 Lug 2013, 19:09

Infine... Sui 4 cm hai ragione.
Mi son espresso male.
Vale il ragionamento del bumper jump.

Non te la devi prendere così ! E' un gioco.

Kingkongy

Messaggi : 576
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Ven 26 Lug 2013, 19:18

Vabbe', chiedo scusa senza condizioni e senza fare lo spiritoso.
Se vuoi riprendiamo da zero.
Però le "cose tecniche" le ho già dette...
Abbraccio.

Kingkongy

Messaggi : 576
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da BubuBarong il Ven 26 Lug 2013, 19:31

Kingkongy ha scritto:Vabbe', chiedo scusa senza condizioni e senza fare lo spiritoso.
Se vuoi riprendiamo da zero.
Però le "cose tecniche" le ho già dette...
Abbraccio.

Ripartiamo da zero con piacere. Peace and Love :-P

Per completezza, e non per polemica, gioco con questi telai, nelle loro varie evoluzioni, da quando ero under, non ricordo se ultimo anno 16, so che mi ero appena classificato. Saranno passati vent'anni.

È un aspetto che ho sempre notato ma non ho mai approfondito in quanto -tibilmente con il modesto livello assoluto - ho una buona tecnica e colpi da fondo piuttosto efficaci, sui quali i tanti maestri non han mai avuto da ridire.

Questo "decentramento" è più evidente nel dritto, mentre nel rovescio colpisco più in centro.

Nessuna lesa maestâ, comunque... Gioco per diletto e sono pienamente consapevole che essere un terza basso non dà alcun titolo per pontificare (e infatti, non mi pare di aver pontificato!).

Ciao e grazie! :-D

BubuBarong

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 26.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da MSport il Ven 26 Lug 2013, 19:47

Relaxxxxxxxxx!!!!!!!!!
avatar
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 46
Località : Trezzano S/N (MI)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da veterano il Ven 26 Lug 2013, 23:58

Be comunque anche pèr uno con un buon occhio non e' mica facile vedere se il malcapitato di turno colpisce decentrato,almeno che non lo faccia quasi sempre e si veda evidentemente qualche movimento strano all impatto.Piu che altro e' un problema che deve riscontrare chi gioca come ha fatto il nostro amico.
Ora lasciamo perdere le dimensioni della racchetta e affidiamoci alle sensazioni,insomma se ti balla la racchetta in mano quando colpisci e questo succede spesso evidentemente ce qualcosa che non va.Visto che non mi confermi che ci sia una volonta efetiva di decentrare la palla per i motivi citati pocanzi e che possono essere discutibili,bisogna vedere veramente cosa combini sul campo,occhio non e' detto che i tuoi amici 3.1 ne vengano a capo,e a volte senza un bel filmatino al rallenty nemmeno un buon maestro ne viene a capo,i problemi possono essere di svariata origine come dicevo nel post precendente,percio' bisogna valutare bene le cose.
Per quello che riguarda il linguaggio invece siccome vivendo all estero da ormai diversi anni ho perso un po l'uso corretto della mia lingua e di conseguenza facio diversi errori,se non trovo almeno un errore nei vostri prosimi post vi banno per tre mesi Very Happy Very Happy Very Happy 
avatar
veterano

Messaggi : 859
Data d'iscrizione : 09.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da BubuBarong il Sab 27 Lug 2013, 00:22

veterano ha scritto:Be comunque anche pèr uno con un buon occhio non e' mica facile vedere se il malcapitato di turno colpisce decentrato,almeno che non lo faccia quasi sempre e si veda evidentemente qualche  movimento strano all impatto.Piu che altro e' un problema che deve riscontrare chi gioca come ha fatto il nostro amico.
Ora lasciamo perdere le dimensioni della racchetta e affidiamoci alle sensazioni,insomma se ti balla la racchetta in mano quando colpisci e questo succede spesso evidentemente ce qualcosa che non va.Visto che non mi confermi che ci sia una volonta efetiva di decentrare la palla per i motivi citati pocanzi e che possono essere discutibili,bisogna vedere veramente cosa combini sul campo,occhio non e' detto che i tuoi amici 3.1 ne vengano a capo,e a volte senza un bel filmatino al rallenty nemmeno un buon maestro ne viene a capo,i problemi possono essere di svariata origine come dicevo nel post precendente,percio' bisogna valutare bene le cose.
Per quello che riguarda il linguaggio invece siccome vivendo all estero da ormai diversi anni ho perso un po l'uso corretto della mia lingua e di conseguenza facio diversi errori,se non trovo almeno un errore nei vostri prosimi post vi banno per tre mesi Very Happy Very Happy Very Happy 

Ciao Veterano! Nessun movimento strano all'impatto e la racchetta non mi balla assolutamente.

La battuta sugli amici 3.1 appartiene alla parentesi polemica con KK, non ne parliamo più...

Alla prossima occasione verifico con precisione e magari linko una foto.

Saluti!

B.


BubuBarong

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 26.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Sab 27 Lug 2013, 06:44

Bubu, senza polemica, ma stiamo parlando di cose parecchio differenti.
Se torniamo al post iniziale tuo e dando per buona la tua descrizione, la tua racchetta con palle colpite in quel punto, ha una resa del 12-14 % (prego verificare test su Internet), ovvero dovrebbe vibrare come uno scacciapensieri a ogni colpo...
Non solo, trattandosi di oggetto rigidino e colpito da massa (pallina) non lungo l'asse longitudinale...il telaio non solo va in torsione ma tende a "girare in mano".
Ora, con i tuoi amici 3.1 - come stigmatizzava Veterano - e, tantomeno con una foto (!!!!!!) non ottieni nulla.
Come si cercava di farti capire in precedenza, un conto e' "il colpo", un altro e' "lo swing". Se effettivamente colpisci fuori asse...il problema e' di swing, ovvero di dinamica. E' assolutamente inutile parlare senza vedere i piani e gli angoli. Ma, come diceva Vet, anche a occhio nudo e' tostissima capire (o intuire) se il decentramento e' da ricondurre a causa X, invece che a problema Y: bisogna mettersi li', fotogramma per fotogramma a studiare lo swing.
Quello che a me e a Vet pare "anomalo" e' che il problema sia "fissato"...perché una cosa così si sente (non col righello...). Per una manciata di colpi così ci son giocatori che vanno in psicoanalisi e trainer che spendono mesi di lavoro. La mia non era " polemica" era semplicemente "conoscenza dell'argomento". Tutto qui.

Kingkongy

Messaggi : 576
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Kingkongy il Sab 27 Lug 2013, 07:00

....
E' per questo che ti ho dato del "giocatore inesperto": non è un problema che si può lasciare passare...proprio perché è lo stesso giocatore che lo "rifiuta": il maestro può anche non vederlo a quella velocità, ma il giocatore lo sente immediatamente. In pratica, si esce dal campo con la faccia da funerale e si urla: "Ma che cavolo sta succedendooooo????".
Ho reso l'idea?
Sempre a livello tecnico, la tua racchetta che un po' conosco (...) potrebbe essere sfruttata meglio...perché la palla non va colpita li'. Con quella racchetta intendo. Ma anche con altre...sei oltre i limiti meccanici di gran parte dei telai esistenti. Puoi chiedere in giro...
Abbraccio.

Kingkongy

Messaggi : 576
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Lupo65 il Sab 27 Lug 2013, 08:47

Mi inserisco nella discussione per capire una cosa - allora giochi con la Mid e hai l'impressione (o la certezza) di colpire un po piu' in alto nel piatto corde rispetto al centro della racchetta.

Devo dire che ho notato che ad esempio cambi di impugnatura (muovendosi dalla eastern verso la western di diritto) portano a colpire un po piu' in alto nel piatto corde. Io ad esempio colpisco un po piu' in alto col diritto e in centro col rovescio (a due mani), ma con la racchetta che uso la cosa non e' un problema.

Quando provai la prestige mid, automaticamente dovetti ritornare alla eastern di diritto perche' con la mia impugnatura colpivo come sempre unl po piu' in alto e anche se la palla comunque viaggiava, non lo faceva al massimo delle sue potenzialita'.

Se volessi "spostare" un po la sweet zone in quel caso farei un po di prove con il piombo, 3g alla volta, messo a ore 2&10 - magari comincerei un po piu' in su di 3&9 e poi se ce ne fosse bisogno continuerei a muoverlo.

Prova cosi' e poi vediamo che succede.
avatar
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5096
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 52
Località : Kinross-shire

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da correnelvento il Sab 27 Lug 2013, 08:54

Bubu: ho la soluzione!

 

Fatti spedire da Marco 61 il suo BIG BUBBA

http://www.tennisexpress.com/GAMMA-Big-Bubba-29-Tennis-Racquets-11166

Con un piatto da 137' non avrai problemi di decentramento!
avatar
correnelvento

Messaggi : 11206
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da giascuccio il Sab 27 Lug 2013, 09:13

correnelvento ha scritto:Bubu: ho la soluzione!

 

Fatti spedire da Marco 61 il suo BIG BUBBA

http://www.tennisexpress.com/GAMMA-Big-Bubba-29-Tennis-Racquets-11166

Con un piatto da 137' non avrai problemi di decentramento!


azz xchè lo vende?? quasi quasi.............Very Happy Very Happy 
avatar
giascuccio

Messaggi : 979
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 52
Località : Pontecagnano (SA)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da wilson68 il Lun 29 Lug 2013, 20:16

provata la racchetta ottima,non viaggia molto però ho tantissimo controllo ed una bellissima manovrabilità.credo che rimarrà cosi o al limite provo a togliere 6 grammi dal manico per vedere se rimane cosi un pochino piu leggera.una domanda conviene togliere il piombo da sotto il grip e metterlo dentro il manico con il silicone? che cosa cambia rispetto ad ora? o meno vibrazioni per il braccio visto che ho un attrezzo da 367 gr?
avatar
wilson68

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 15.04.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da MAURUNG il Mar 10 Dic 2013, 09:44

@STEFANO ho letto in un tuo post che le corde spostano in avanti il bilanciamento di mezzo centimetro, ma non è così, le corde lo spostano di un centimetro abbondante

MAURUNG

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 16.06.13
Età : 47

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da MAURUNG il Dom 29 Dic 2013, 20:15

ed in un altro post dici che le racchette più leggere sono per forza di cose più rigide. ma anche questo non è vero

MAURUNG

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 16.06.13
Età : 47

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da marco61 il Dom 29 Dic 2013, 22:24

MAURUNG ha scritto:@STEFANO ho letto in un tuo post che le corde spostano in avanti il bilanciamento di mezzo centimetro, ma non è così, le corde lo spostano di un centimetro abbondante

MAURUNG ha scritto:ed in un altro post dici che le racchette più leggere sono per forza di cose più rigide. ma anche questo non è vero
Senti Maurung, se hai qualcosa di personale contro Stefano rivolgiti a lui privatamente ed evita di inficiare il forum con interventi che hanno il solo scopo di creare polemica.
E con questo ti ricordo che sei già stato richiamato in passato per i toni usati nei confronti di Eiffel59.
Un altro intervento del genere e sarà l'ultimo che scriverai in questo forum.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 9312
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 56
Località : sanremo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Simone.01 il Ven 03 Gen 2014, 01:39


Ciao a tutti,

Sapete dove potrei trovare a Milano un posto o una persona che abbia il diagnostic per misurare lo swingweight della mia racchetta?

Grazie

Simo
avatar
Simone.01

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 15.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Pippo Tennis il Ven 03 Gen 2014, 07:05

la bottega del tennis

Pippo Tennis

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 07.02.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Tuone il Gio 20 Nov 2014, 06:28

Per Stefano, se avessi una racchetta lunga 27" pesante 300 e bilanciamento 7 hl, se volessi portarla a9 hl, quanto piombo dovrei mettere e dove? Grazie mille

Tuone

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 06.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Tuone il Gio 20 Nov 2014, 06:39

Scusa quella da 300 gr è 6 hl

Tuone

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 06.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Doc68 il Mer 24 Mag 2017, 23:41

quale sarebbe il peso/bilanciamento/rigidità/inerzia migliore per spalla?
avatar
Doc68

Messaggi : 1420
Data d'iscrizione : 23.10.13
Località : Profondo Sud

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Eiffel59 il Gio 25 Mag 2017, 06:32

Non ne esiste uno "generico" in quanto legato a caratteristiche fisiche e sensazioni personali.

Io ho trovato una sorta di "nirvana" a 325/31.5/62-64/320 (tutto incordato) ed ho notato che tranne rare eccezioni tutto quello che si aggira nelle vicinanze di quelle specs mi va bene, vuoi stock vuoi custom...però fino a qualche anno fa preferivo telai più morbidi, più pesanti e con più inerzia...ergo sono sensazioni che possono variare col tempo (ed il fisico )
avatar
Eiffel59

Messaggi : 2158
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : Brescia/Parigi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Doc68 il Gio 25 Mag 2017, 11:20

Eiffel59 ha scritto:Non ne esiste uno "generico" in quanto legato a caratteristiche fisiche e sensazioni personali.

Io ho trovato una sorta di "nirvana" a 325/31.5/62-64/320 (tutto incordato) ed ho notato che tranne rare eccezioni tutto quello che si aggira nelle vicinanze di quelle specs mi va bene, vuoi stock vuoi custom...però fino a qualche anno fa preferivo telai più morbidi, più pesanti e con più inerzia...ergo sono sensazioni che possono variare col tempo (ed il fisico )
Grazie
avatar
Doc68

Messaggi : 1420
Data d'iscrizione : 23.10.13
Località : Profondo Sud

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Attila17 il Gio 25 Mag 2017, 12:18

Bella domanda Doc..... io nn riesco a rispondere, giocando da quello che ho capito mi dovrei trovare meglio col bil intorno ai 33 incordato.... anche se a me piacciono le racchette controllose..... peso no problem dai 300 ai 320 nuda, la RA anche qui dipende, da quel che ho capito giocando se la racca pesa allora mi piace morbida quindi RA molto basso, se invece è più leggera allora melgio qlc in più ,ma da nn superare i 67/68 max nuda, quindi incordata credo scenda di qlc punto.
Per lo SW come sopra cmq tendenzialmente tra i 320 e i 330, sotto non sento la racchetta stabile a rete.
Poi probabilemente sono tutte mie pippe , io sono convinto che se mi dessere in mano una racchetta senza scritte colori ne nulla e mi dicessero c 'è solo questa, ci giocherei e basta, come facevo da piccolo, menco sapevo cosa fossero SW RA e BIL, la prendevo e ci giocavo, tra l altro delle robe da 350/370 nude di peso..... quindi...... credo sia un gioco divertente almeno per il mio livello scarso di tennis, ma un gioco..... ecco forse un tempo nn avevi la paranoia di farti venire male ai legamenti...... adesso un po di più.... sarà l eta che avanza..... Shocked
avatar
Attila17

Messaggi : 213
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 48
Località : Albissola Marina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Spieghiamo il bilanciamento di una racchetta da tennis (e un po' di altre cose)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum