Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Herbert Mahut
Da correnelvento Ieri alle 21:06

» Avete mai pensato di collezionare racchette "vintage"??
Da scimi65 Ieri alle 21:02

» Mose e Mosé
Da Attila17 Ieri alle 20:26

» Jannik Sinner
Da squalo714 Ieri alle 17:30

» Giù il ... Berrettini.
Da Tempesta Ieri alle 12:14

» Nadal è al capolinea?
Da Iron Ieri alle 08:33

» Signori: ecco a voi Roger Federer
Da muster Gio 14 Nov 2019, 21:50

» IMPORTANTE: la cena del 16 Novembre
Da marco61 Gio 14 Nov 2019, 17:55

» la reunion del Lesso il 16 novembre a verona
Da Tempesta Gio 14 Nov 2019, 15:58

» Stefanos Tsitsipas
Da correnelvento Gio 14 Nov 2019, 06:52

» Daniil Medvedev
Da correnelvento Mer 13 Nov 2019, 22:02

» Pros 'pro RX -500 1.25
Da correnelvento Mer 13 Nov 2019, 17:22

» La mia festa d'addio al tennis
Da Incompetennis Mer 13 Nov 2019, 17:22

» Le chicche di wetton...
Da wetton76 Mer 13 Nov 2019, 12:45

» Djkovic è al capolinea ?
Da correnelvento Mer 13 Nov 2019, 07:32

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 09:45

spesso mi sono chiesto come mai la mia percentuale d'errore è così elevata anche quando il colpo da effettuare, tipicamente un lungolinea di diritto, è semplice.

la situazione tipo è avversario fuori campo sul proprio dritto, che incrocia sul mio dritto, io ci arrivo bene e quindi basterebbe mettere la palla un metro dentro il campo sul lungolinea del rovescio dell'avversario per metterlo fuori causa o comunque complicargli la vita sul colpo successivo.

invece succede che spesso mi ritrovo a rischiare il mio colpo sulla linea, aumentando enormemente la percentuale d'errore.

spesso e volentieri mi sono chiesto, visto che ne sono assolutamente consapevole, perchè voglio mettere la palla proprio vicino alla riga e non mi "accontento" invece di una palla più sicura ed egualmente efficace mezzo metro/un metro più all'interno del campo...

presunzione? voler a tutti i costi cercare una soluzione tecnica difficile e quindi, esteticamente, più accattivante e soddisfacente il propio ego?

sto cercando di metterci attenzione e non ostante questo non riesco a migliorare questo aspetto del mio gioco (il ragionamento si può estendere anche ad altri colpi in cui ricerco la riga). sono arrivato alla conclusione che il mio occhio necessita di un punto di riferimento in campo per "mirare" ed ovviamente questo punto di riferimento è la riga...

dovrei trovare un modo per imbrogliare il mio occhio e spingerlo a mirare più dentro...

come posso fare?
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da oedem il Lun 05 Set 2011, 10:05

ricordo che "il santone" scrisse che, partendo dal concetto di considerare il campo diviso (in senso longitudinale) in 4 settori (1 quello più a sinistra,4 quello più a destra), il cambio di direzione, affinché non comporti eccessivi rischi, va fatto di 2 settori.

Ossia, in una diagonale di diritto, se ho buttato l'avversario fuori campo (quindi nel settore 1), il lungolinea andrebbe indirizzato nel settore 3 per ridurre i rischi ma avvantaggiarsi della difficoltà avversaria.

Ora, se come hai scritto, credi che l'errore sia che il tuo occhio "miri" la riga, forse l'errore è proprio qui: l'occhio dovrebbe essere sempre concentrato sulla palla fino all'impatto con le corde e non a guardare il campo (difetto che ho anche io e che non riesco ancora a risolvere)
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 10:08

amedeo, ovviamente guardo la palla e non la riga, altrimenti non ne prenderei nemmeno una di palla; però il "terzo occhio" guarda alla riga...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da oedem il Lun 05 Set 2011, 10:16

gp, beato te che guardi la palla! muro

e se usassi come punto di riferimento non la riga ma "visualizzando" una zona del campo?
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 10:30

il problema è che in una zona del campo non ci sono riferimenti rilevabili dal terzo occhio... penso sia un problema di pigrizia della vistache viene richiamata solo da stimoli forti, contrasto di colore...

ci vorrebbe un "birillo virtuale" disposto mentalmente in campo alla bisogna...Rolling Eyes
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Maurizio il Lun 05 Set 2011, 10:57

Bell'argomento questo. Che un po' mi riguarda la riga... punto di riferimento o causa d'errore? 768460 Forse non facile a dipanarsi, la butto là come mi viene.
Ricordo Borg, uno che a osservarlo bene giocava già un tennis percentuale. Negli scambi da fondo non rischiava quasi mai, giocava un buon metro lontano dalle righe, salvo tirare poi millimetrici passanti alla bisogna.
Credo che il voler rischiare "inutilmente" dipenda dalla nostra incapacità di valutazione (penso che per chiudere il punto debba sbiancare la riga, mentre in realtà non ce ne sarebbe bisogno) unita ad una certa insicurezza nell'eventuale protrarsi dello scambio dopo quel colpo (nel senso che in quel momento credo di avere lo scambio in pugno, il non chiuderlo subito mi costringerebbe a prolungare lo scambio - che magari vincerei ugualmente dato che l'avversario è comunque in debito - e scelgo la soluzione più difficile).
Tutto questo avviene, è ovvio, inconsapevolmente, ma credo che si possa dire faccia parte delle nostre debolezze di dilettanti.
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 11:11

maurizio, sono in parziale disaccordo con quanto dici (ma condivido quanto affermi sulle insicurezze di gioco dovute essenzialmente al fatto che non siamo professionisti e che quindi le nostre ore di applicazione, di allenamento, potrebbero essere insufficienti per ottenere una più alta precisione): io sono certo che se avessi la possibilità di piazzare un pezzo di riga ad un metro di distanza da quella vera, mirerei lì e le mie percentuali d'errore crollerebbero... almeno del 20/30%...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da cobrama il Lun 05 Set 2011, 11:14

Secondo me fai bene a mirate alle righe, se vuoi alzare i tuoi limiti,
metterla di la tranquilla rischi solo di riniziare da capo lo scambio.
Imparata piuttosto a prendere sempre le righe in sicurezza Very Happy
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Monte il Lun 05 Set 2011, 11:23

Ragazzi bel topic..

Personalmente ho una risposta..

nel campo, oltre alla riga, non ci sono altri punti di riferimento, quindi l'unico obbiettivo che abbiamo è quell'antipaticissima riga, che ci conduce all'errore.

la cosa da fare sarebbe da mirare 20 cm 50 cm o 100 cm (dipende dal livello) dentro al campo, immaginandosi un bersaglio virtuale..
Monte
Monte

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 11.08.11
Località : Chiavenna (So)

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da cobrama il Lun 05 Set 2011, 11:34

Antipaticissima no, io la adoro
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Monte il Lun 05 Set 2011, 11:36

Certo, quando la si prende anchio la adoro.. quando la prende l'avversario e schizza storta, o quando mi induce a sbagliare la odio dal profondo del mio cuore.
Monte
Monte

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 11.08.11
Località : Chiavenna (So)

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da cobrama il Lun 05 Set 2011, 11:36

Vuoi mettere fare un punto così:
Stecca che va sul nastro e poi riga
Filotto
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da cobrama il Lun 05 Set 2011, 11:37

Monte ha scritto:Certo, quando la si prende anchio la adoro.. quando la prende l'avversario e schizza storta, o quando mi induce a sbagliare la odio dal profondo del mio cuore.
FDa parte del gioco basta prenderne più dell'avversario
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Monte il Lun 05 Set 2011, 11:42

Bell'osservazione, Wink
Monte
Monte

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 11.08.11
Località : Chiavenna (So)

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 11:47

cobrama abbiamo capito come sei arrivato alla tua classifica attuale...la riga... punto di riferimento o causa d'errore? 228955
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Lupo65 il Lun 05 Set 2011, 11:56

GP, a prescindere dal fatto che allenarsi con obbiettivi e ripetere il movimento aiuta sempre (cioe' metti che ne so un tubo di palle vicino alla riga, fatti 2 scambi in diagonale e il terzo tira piu' vicino al tubo possibile - fai 500 palle e vedi dopo come vai, fanne altre 2,500 e diventa poi quasi una certezza), mi trovo d'accordo con Amedeo quando parla dei settori (se a uno l'hai gia' portato fuori dal campo non ti serve centrare la riga per fare punto) e con Maurizio quando parla di percentuali e della "non necessita" di centrare le righe quando il colpo che ho tirato tutt'al piu' verra' riamndato indietro in maniera molto debole facendomi chiudere il punto in un modo piu' efficace e meno rischioso che non sulla riga.


Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 12:03

Lupo65 ha scritto: mi trovo d'accordo con Amedeo quando parla dei settori (se a uno l'hai gia' portato fuori dal campo non ti serve centrare la riga per fare punto) e con Maurizio quando parla di percentuali e della "non necessita" di centrare le righe quando il colpo che ho tirato tutt'al piu' verra' riamndato indietro in maniera molto debole facendomi chiudere il punto in un modo piu' efficace e meno rischioso che non sulla riga.



anche io, sono assolutamente d'accordo con questi due punti di vista... sono anche i miei!



il mio problema è proprio di carattere pratico: non riesco a crearmi l'obiettivo virtuale in una parte del campo in cui mancano riferimenti perchè il mio "terzo occhio" (ormai l'ho chiamato così... che ci vuoi fare?) viene attratto, quasi "aspirato" dal contrasto di colore campo/riga...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Set 2011, 12:10

gp ha scritto:spesso mi sono chiesto come mai la mia percentuale d'errore è così elevata anche quando il colpo da effettuare, tipicamente un lungolinea di diritto, è semplice.


invece succede che spesso mi ritrovo a rischiare il mio colpo sulla linea, aumentando enormemente la percentuale d'errore.

spesso e volentieri mi sono chiesto, visto che ne sono assolutamente consapevole, perchè voglio mettere la palla proprio vicino alla riga e non mi "accontento" invece di una palla più sicura ed egualmente efficace mezzo metro/un metro più all'interno del campo...

presunzione? voler a tutti i costi cercare una soluzione tecnica difficile e quindi, esteticamente, più accattivante e soddisfacente il propio ego?


dovrei trovare un modo per imbrogliare il mio occhio e spingerlo a mirare più dentro...

come posso fare?

GP... a mio (modesto) avviso, non inquadri il problema nella corretta prospettiva.

Non credo sia una questione di "ego" o di punti di riferimenti.

Semplicemente una questione tecnica.

Mi spiego meglio: a causa delle impugnature che usi non riesci ad effettuare un colpo in top-spin... quindi sei in un certo senso "obbligato" a tirare vicino alle righe (e pure al nastro).

Se tu, come dici, volessi giocare "in sicurezza" lontano dalla riga dovresti RALLENTARE il movimento, con una serie di problematiche ad esso connesse.

Soprattutto se sei in tensione.

Questi sono i limiti del gioco piatto "old style".

A mio parere, naturalmente.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16416
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da cobrama il Lun 05 Set 2011, 12:15

correnelvento ha scritto:
gp ha scritto:spesso mi sono chiesto come mai la mia percentuale d'errore è così elevata anche quando il colpo da effettuare, tipicamente un lungolinea di diritto, è semplice.


invece succede che spesso mi ritrovo a rischiare il mio colpo sulla linea, aumentando enormemente la percentuale d'errore.

spesso e volentieri mi sono chiesto, visto che ne sono assolutamente consapevole, perchè voglio mettere la palla proprio vicino alla riga e non mi "accontento" invece di una palla più sicura ed egualmente efficace mezzo metro/un metro più all'interno del campo...

presunzione? voler a tutti i costi cercare una soluzione tecnica difficile e quindi, esteticamente, più accattivante e soddisfacente il propio ego?


dovrei trovare un modo per imbrogliare il mio occhio e spingerlo a mirare più dentro...

come posso fare?

GP... a mio (modesto) avviso, non inquadri il problema nella corretta prospettiva.

Non credo sia una questione di "ego" o di punti di riferimenti.

Semplicemente una questione tecnica.

Mi spiego meglio: a causa delle impugnature che usi non riesci ad effettuare un colpo in top-spin... quindi sei in un certo senso "obbligato" a tirare vicino alle righe (e pure al nastro).

Se tu, come dici, volessi giocare "in sicurezza" lontano dalla riga dovresti RALLENTARE il movimento, con una serie di problematiche ad esso connesse.

Soprattutto se sei in tensione.

Questi sono i limiti del gioco piatto "old style".

A mio parere, naturalmente.

Corre hai ragione !!!
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 12:23

correnelvento ha scritto: Mi spiego meglio: a causa delle impugnature che usi non riesci ad effettuare un colpo in top-spin... quindi sei in un certo senso "obbligato" a tirare vicino alle righe (e pure al nastro)..

e per quale motivo, di grazia?scratch io non devo fare il punto a tutti costi con quel tiro, ma mettere in difficoltà l'avversario per il successivo suo colpo: devo farlo arrivare male sulla palla per non consentirgli di giocare con i corretti appoggi e di conseguenza prepararmi il campo per un colpo decisivo (il mio successivo, voleè o chiusura semplice). il top c'entra poco, a mio avviso...


correnelvento ha scritto:
Se tu, come dici, volessi giocare "in sicurezza" lontano dalla riga dovresti RALLENTARE il movimento, con una serie di problematiche ad esso connesse.

anche qui, non concordo: se normalmente, anche in condizioni di tensione, indirizzo il mio colpo a 30 all'ora nei pressi della riga (prendendomene i rischi), non vedo perchè non possa farlo a 50 cm dalla stessa...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Set 2011, 12:29


Il top c'entra moltissimo!

Ripeto... per tirare lontano dalla riga di piatto devi RALLENTARE il movimento...

La palla piatta ti da meno margini, in tutti i settori.

E sei "vittima" della tensione... del cosiddetto "braccino".

Cosa che al "toppatore" non succede... in quanto, anche se teso può VELOCIZZARE il movimento senza timore (come il piattista) di andare lungo, sul nastro... o tirare una "mozzarella" lontana dalla riga.

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16416
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da nw-t il Lun 05 Set 2011, 12:29

Io sono con Corre x la questione tecnica...sulla padronanza dei ns. colpi. La riga..riga non la cerchi MAI....almeno io cerco sempre di metterla in sicurezza di qualche cm. 10-15 in campo...poi è anche un fatto di padronanza che si ha in generale dei ns. colpi che ti fà essere più o meno preciso...e conta molto anche il livello dell'avversario.... se giochi con uno che non ti mette in crisi con la sua velocità di palla, tiri sempre una percentuale di vincenti lungolinea superiore che con altri..
nw-t
nw-t

Messaggi : 393
Data d'iscrizione : 01.01.11

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da cobrama il Lun 05 Set 2011, 12:30

gp il rischio lo prendi perche' devi passare troppo vicino al net ed è insito nei colpi piatti dove come riferimento ci sono il net e la riga. per due punti passa una sola retta
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 12:39

correnelvento ha scritto:
Il top c'entra moltissimo!

Ripeto... per tirare lontano dalla riga di piatto devi RALLENTARE il movimento...

La palla piatta ti da meno margini, in tutti i settori.

E sei "vittima" della tensione... del cosiddetto "braccino".

Cosa che al "toppatore" non succede... in quanto, anche se teso può VELOCIZZARE il movimento senza timore (come il piattista) di andare lungo, sul nastro... o tirare una "mozzarella" lontana dalla riga.




no, gio, non sono d'accordo. eventualmente dovrebbe essere il contrario: se devo tirare più vicino alla riga, top o non top, rischio di più e lì potrebbe venirmi il braccino, perchè necessito della massima precisione d'esecuzione, ma se io tiro in una zona distante dalla riga dovrei essere più rilassato, perchè il colpo dovrebbe avere dei margini percentuali di riuscita superiori. dal punto di vista tecnico il movimento di un piatto vicino alla riga o distante di mezzo metro da essa è identico...

io non sto facendo un paragone tra gioco in top e gioco piatto: è ovvio che il toppatore rischia di meno perchè non fa della precisione ma della "sporcizia", del livello di rotazione del suo colpo la sua arma in più, quella che mette maggiormente in difficoltà l'avversario; la mia analisi è relativa al giocatore che gioca piatto (o in top) e che non può/non vuole modificare il proprio stile di gioco...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da nw-t il Lun 05 Set 2011, 12:42

Vi ricordo che a tennis si gioca in 2 la riga... punto di riferimento o causa d'errore? 786556 e te devi giocare sui colpi che HA l'avversario...e a seconda della bontà di questi le TUE palle variano molto le possibilità di essere vincenti...
nw-t
nw-t

Messaggi : 393
Data d'iscrizione : 01.01.11

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum