Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 3 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Incompetennis Oggi alle 00:31

» Gli italiani e le italiane
Da Matusa Ieri alle 11:27

» Tennis in tv, consiglio
Da Riki66 Ieri alle 07:17

» Avete mai pensato di collezionare racchette "vintage"??
Da wetton76 Mer 18 Set 2019, 15:03

» CLASH!
Da Attila17 Mer 18 Set 2019, 12:05

» la reunion del Lesso a verona
Da taglia64 Mer 18 Set 2019, 11:10

» Racchetta più facile
Da Matusa Mer 18 Set 2019, 09:27

» Slam vinti a 24 anni
Da john mc edberg Mar 17 Set 2019, 13:44

» Rafa vs Corre: partita intera
Da Matador66 Mar 17 Set 2019, 13:18

» Problema con Android auto
Da patillo Lun 16 Set 2019, 08:36

» Consiglio racchetta
Da Tempesta Dom 15 Set 2019, 11:16

» Bianca Andreescu
Da correnelvento Ven 13 Set 2019, 20:35

» Aggiornamento sul ginocchio......
Da Matador66 Ven 13 Set 2019, 13:11

» Giù il ... Berrettini.
Da Chiros Ven 13 Set 2019, 09:40

» Federer vs Nadal capitolo 40.
Da squalo714 Gio 12 Set 2019, 21:41

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

allenamento, ieri

Andare in basso

allenamento, ieri Empty allenamento, ieri

Messaggio Da gp il Ven 23 Apr 2010, 08:43

circa due ore e mezzo con un forte giocatore (il mio compagno di doppio), uno che qualche anno fa ha vinto il master della categoria over 45: due ore e mezzo dove dopo una mezz'ora di palleggio a gran ritmo e regolarità abbiamo deciso di fare una partitella. Ha vinto lui, ma ci sono stati scambi bellissimi e prolungati, angoli difficili, recuperi, vincenti: in alcuni games ho vinto a zero sul mio servizio e mai lui si è aggiudicato un game senza essere passato attraverso i vantaggi, molte volte a mio favore ma che io ho sciupato malamente. Proprio di questo volevo parlarvi: ho avuto tantissime occasioni che potevo facilmente concretizzare per vincere dei games e sulla palla più stupida, con campo ormai aperto per aver adottato corrette geometrie di gioco ho sbagliato maldestramente. se avessi concretizzato la metà delle occasioni avute (dei veri e propri rigori a porta vuota) avrei vinto io la partitella. mi manca la freddezza nei momenti topici di un match, questa è la verità...
lui si è divertito molto, mi ha detto alla fine dell'allenamento, era tempo che non si divertiva così... e te credo, ha trovato il "tordo" che non ha saputo finalizzare il gioco e così facendo ha provveduto ad esaltare il suo Ego...
anch'io mi sono divertito moltissimo, ovviamente, ma mi sarei divertito di più se avessi anche vinto...
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da Ospite il Ven 23 Apr 2010, 11:30

C'é niente di peggio che costruire gioco e non chiudere quello che hai costruito.
Non é semplice eh !, non é la cosa ovvia.
Il killer instinct arriva col tempo, sia in termini tecnici che in termini tattici di gestione della concentrazione.
Palleggiare e costruire é il centro del gioco, finalizzare é un repentino cambio di mentalitá e richiesta di concentrazione. La prima cosa che mi viene in mente é proprio il cambio di mentalitá improvviso che devi attuare nel momento di chiudere. Passi da una mentalitá ad un'altra e se hai speso troppo in termini di concentrazione per tenere lo scambio, al momento di raccogliere invece di averne ancora rilassi, pensi e sei fregato.
Se questo é un problema di gestione di concentrazione, l'altro problema é la gestione tecnica specifica, il cambio di ritmo anche questo vá allenato, le serie palleggio e chiusura sono un drill obbligatorio che dá il suo frutto poi in partita perché poi come al solito é la memoria automatizzata che deve saltar fuori.
E' comunque abbastanza normale il problema tuo specifico avendo ripreso l'attivitá da non molto, con un po' d'abitudine in piú alla situazione e qualche allaenamento specifico di solito si risolve.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da gp il Ven 23 Apr 2010, 11:44

un allenamento specifico quale potrebbe essere wik? per allenare la chiusura a me viene in mente una serie di palle date dal cesto e dopo cinque/sei scambi chiudere in accelerazione su un lato dichiarato.
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da guido76b il Ven 23 Apr 2010, 11:45

wik ha scritto:C'é niente di peggio che costruire gioco e non chiudere quello che hai costruito.
Non é semplice eh !, non é la cosa ovvia.
Il killer instinct arriva col tempo, sia in termini tecnici che in termini tattici di gestione della concentrazione.
Palleggiare e costruire é il centro del gioco, finalizzare é un repentino cambio di mentalitá e richiesta di concentrazione. La prima cosa che mi viene in mente é proprio il cambio di mentalitá improvviso che devi attuare nel momento di chiudere. Passi da una mentalitá ad un'altra e se hai speso troppo in termini di concentrazione per tenere lo scambio, al momento di raccogliere invece di averne ancora rilassi, pensi e sei fregato.
Se questo é un problema di gestione di concentrazione, l'altro problema é la gestione tecnica specifica, il cambio di ritmo anche questo vá allenato, le serie palleggio e chiusura sono un drill obbligatorio che dá il suo frutto poi in partita perché poi come al solito é la memoria automatizzata che deve saltar fuori.
E' comunque abbastanza normale il problema tuo specifico avendo ripreso l'attivitá da non molto, con un po' d'abitudine in piú alla situazione e qualche allaenamento specifico di solito si risolve.
Grazie wik, mi sei di grandissimo incoraggiamento.
Infatti quello che ha descritto gp è quello che capita spessissimo anche a me. Proprio l'altro giorno, per fare un esempio, uno dei miei ultimi punti giocati in partitella (solo qualche punto giocato a fine lezione) è stato così: scambio da fondo cercando di muovere l'avversario; appena lui accorcia, attacco in back prfondo e "ficcante"; lui cerca un pallonetto, ma gli esce decisamente male, tanto che mi trovo una palla comoda comoda da chiudere con una volè alta di diritto; ma a questo punto, cosa che non ho assolutamente fatto durante tutto lo scambio, qualche istante prima di colpire mi rilasso ed inizio a pensare "smash o volè, destra o al centro?", col risultato che colpisco fuori tempo, male e spedisco la palla lunga. Questo era solo un esempio, ma, come ho scritto sopra, troppe volte incappo in questi errori.
Wik dici che il killer istinct arriva col tempo, con l'esperienza. Io in effetti ho ripreso a giocare solo a dicembre, dopo circa 5 o 6 anni di totale inattività (tennistica). Per questo ho accolto fiducioso il tuo parere allenamento, ieri Icon_smile
guido76b
guido76b

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 19.04.10
Località : est Milano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da Ospite il Ven 23 Apr 2010, 11:53

gp ha scritto:un allenamento specifico quale potrebbe essere wik? per allenare la chiusura a me viene in mente una serie di palle date dal cesto e dopo cinque/sei scambi chiudere in accelerazione su un lato dichiarato.
si giusto questo,
l'accortezza é di cominciare con due palle e chiusura, poi aumentare pian piano il numero di palleggi prima della chiusura
ovvero allenare anche il cambio di mentalitá e l gestione allo sforzo che nel caso di piú palle in palleggio é molto piú difficile.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da Ospite il Ven 23 Apr 2010, 11:56

guido76b ha scritto:Wik dici che il killer istinct arriva col tempo, con l'esperienza. Io in effetti ho ripreso a giocare solo a dicembre, dopo circa 5 o 6 anni di totale inattività (tennistica). Per questo ho accolto fiducioso il tuo parere allenamento, ieri Icon_smile

Si, ma in caso di persistenza dei sintomi consulatare il medico.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da braided il Ven 23 Apr 2010, 12:03

il mio maestro fa così
cinque palle da cesto
ma, dice lui, il segreto è che le prime quattro non devono essere uguali tra loro altrimenti non simuli affatto una partita vera e chiudere la quinta è più facile
quindi le prime quattro sono palle tra loro diverse (a sua scelta una lunga, una più corta una angolata, una centrale, una veloce, una più lenta, una alta eccetera) la quinta invece è la tipica palla di chiusura (centrale non molto veloce)
solo così ti alleni a chiudere una palla dopo avere remato da fondo e recuperato palle diverse tra loro, proprio come spesso avviene in partita
a volte lo fa con dieci palle e, vi assicuro è dura
le prime volte la decima non si chiudeva mai!!

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da Ospite il Ven 23 Apr 2010, 12:07

braided ha scritto:il mio maestro fa così
cinque palle da cesto
ma, dice lui, il segreto è che le prime quattro non devono essere uguali tra loro altrimenti non simuli affatto una partita vera e chiudere la quinta è più facile
quindi le prime quattro sono palle tra loro diverse (a sua scelta una lunga, una più corta una angolata, una centrale, una veloce, una più lenta, una alta eccetera) la quinta invece è la tipica palla di chiusura (centrale non molto veloce)
solo così ti alleni a chiudere una palla dopo avere remato da fondo e recuperato palle diverse tra loro, proprio come spesso avviene in partita
a volte lo fa con dieci palle e, vi assicuro è dura
le prime volte la decima non si chiudeva mai!!

qui sei giá verso la fine del percorso specifico, ovvero alla simulazione della vera e propria situazione in partita. Ci sono step anche oltre comunque, robbbbbbbba da carcere per maltrattamento di tennista

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da gp il Ven 23 Apr 2010, 12:09

braided ha scritto: il segreto è che le prime quattro non devono essere uguali tra loro altrimenti non simuli affatto una partita vera e chiudere la quinta è più facile
mi sembra giusto!
anche qui è questione di gradi: ovvio che se riesco a chiudere una serie di scambi con palle molto differenti l'una dall'altra ottengo il massimo.
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da Ospite il Ven 23 Apr 2010, 12:13

gp ha scritto:
braided ha scritto: il segreto è che le prime quattro non devono essere uguali tra loro altrimenti non simuli affatto una partita vera e chiudere la quinta è più facile
mi sembra giusto!
anche qui è questione di gradi: ovvio che se riesco a chiudere una serie di scambi con palle molto differenti l'una dall'altra ottengo il massimo.
Si ok Gp,
ma i percorsi sono sempre per gradi partendo dalle cose piú semplici e affrontare quelle piú complicate solo dopo che si sá far bene quella semplice. E' una legge !

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da gp il Ven 23 Apr 2010, 12:17

infatti, Wik! era proprio quello che volevo sottintendere e che evidentemente non sono riuscito a fare... allenamento, ieri Icon_wink
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da braided il Ven 23 Apr 2010, 12:26

giusto wik,
infatti lo stesso maestro (ex ATP) con i ragazzini di 12 anni fa la stessa cosa ma con e prime quattro palle uguali e facili
obbligatorio per loro, però, è imparare a chiudere bene la quinta

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da albesca il Ven 23 Apr 2010, 12:29

Tratto dal film “Enter the Dragon”, Bruce Lee insegna al ragazzo la differenza tra rabbia e concentrazione agonistica ...

albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

Visualizza il profilo http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da guido76b il Ven 23 Apr 2010, 13:30

wik ha scritto:
guido76b ha scritto:Wik dici che il killer istinct arriva col tempo, con l'esperienza. Io in effetti ho ripreso a giocare solo a dicembre, dopo circa 5 o 6 anni di totale inattività (tennistica). Per questo ho accolto fiducioso il tuo parere allenamento, ieri Icon_smile

Si, ma in caso di persistenza dei sintomi consulatare il medico.
Sarà fatto allenamento, ieri 786556
guido76b
guido76b

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 19.04.10
Località : est Milano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da Satrapo il Ven 23 Apr 2010, 14:19

Il problema ottimamente descritto da Wik del cambio di mentalità quando lo scambio si apre è molto legato al livello di gioco, per questo giustamente il grande vecio ha citato la LEGGE che obbliga tutti a percorrere un cammino fatto di piccoli step sempre più impegnativi.

In generale il quarta-amatore (ma questo difetto si ritrova anche in alcuni giocatori di terza categoria se non anche più forti..) non imposta lo scambio ma praticamente gioca una sequenza di colpi tra di loro indipendenti: detto banalmente non si preoccupa di cosa potrebbe fare l'avversario e di come impedirglielo ma pensa solo ad offendere.

Questo può funzionare (ma è comunque poco redditizio!) in quarta perchè normalmente non si fronteggiano avversari capaci di far male se gli si lascia troppo campo, ma quando si incappa in giocatori di categoria anche leggermente superiore si viene presi a pallate.

Per l'amatore lo scambio è fare il punto, o comunque causare un problema allavversario ed ecco che si cercano subito cambi di angolazione, escono improvvise ed allucinanti palle corte, si materializzano inspiegabili botte tirate senza motivo che finiscono sui pini.. in pratica il quarta non paga solo una debolezza tecnica-mentale nel momento di dover andare a finalizzare ma anche un eccesso di arrembante volontà di dimostrare il proprio valore proponendo all'avversario un problema nuovo ad ogni colpo, cosa che nel tennis non esiste. Il tennis è come una partita a biliardo all'italiana: se fai una bellissima giocata che ti porta qualche punto ma non lasci le palle in posizione "scomoda" incasserai un filotto con cui il tuo avversario farà il triplo dei punti.

Se tipicamente arrivo al colpo decisivo dopo aver giocato nell'ordine:

- una mazzata lungolinea
- un dritto anomalo in controbalzo
- un recupero miracoloso con la punta del telaio
- una rasoiata in back in avanzamento seguita da demivolè alla McEnroe in approccio

etc. etc.

ci sta che poi mi si incrocino le braccia al momento di finalizzare il punto con la benedizione a campo aperto perchè per arrivare li ho dovuto fare equilibrismi degni del circo Orfei. In realtà non ho mancato nel momento di finalizzare, ma ho tirato 4-5 "finalizzazioni" di fila senza ottenere nessun vantaggio reale e alla fine ho sbagliato come è normale che sia perchè se si cammina sempre sul filo del rasoio la cosa più ovvia che ci possa capitare è una rovinosa caduta!

Per imparare a chiudere uno scambio bisogna prima imparare a costruire uno scambio, e uno scambio si costruisce con la profondità, con il piazzamento, con la consistenza nei fondamentali. Quando giocando al mio ritmo arriverò a girare lo scambio a mio favore senza dover far nessun tipo di esagerato equilibrismo allora si che potrò far valere il mio killer instinct sulla palla decisiva, ma prima devo costruirmi dei fondamentali in grado di imporre un ritmo decente senza rischi eccessivi. Se si arriva sulla palla decisiva dopo aver dovuto far miracoli camminando sulle acque il killer instinct conta poco perchè arriverò al momento cruciale dopo aver fatto fin troppe "magie", con la mente annebbiata e la consapevolezza di aver giocato sopra le mie capacità. Ovvero sarò tecnicamente e mentalmente molto più "predisposto" per un errore banale che per una chiusura in scioltezza.

E come si costruisce la predisposizione al cambio di ritmo? Beh come già detto ci si allena con 5 (ma anche 10 eh!) palle di fila giocate nello stesso settore a profondità elevata cercando poi un deciso cambio di angolazione secco e coseguente chiusura, ovvero si imposta prima un "ritmo" adeguato alle capacità del giocatore e poi gli si chiede di uscirne.

Ovviamente l'esercizio deve essere di volta in volta costruito in base alle capacità tecniche raggiunte dal giocatore, ma siccome si è parlato di esercizi da denuncia penale vi illustro uno schema molto avanzato, uno di quelli con la dicitura "don't try this at home!" lol!

Si segnano 5 stazioni sulla riga di fondo partendo dall'out del corridoio di sinistra (1) passando per tutti gli incroci degli out laterali con la riga di fondo più la stazione centrale (3).

Per capirci le stazioni sono partendo da sinistra:

1) incrocio corridoio sinistro riga di fondo
2) incrocio riga out laterale di sinistra riga di fondo
3) centro del campo sulla riga di fondo
4) out di destra..
5) corridoio di destra..

Le stazioni sono da percorrere in sequenza partendo col dritto (giocatore destro) secondo lo schema:

1>3>(spostamento anomalo)>2>4>(anomalo)>3>5 .. poi di seguito rotazione sul rovescio e sequenza a rientrare di rovesci

5>4>3>2>1

Poi di dritto direttamente ad entrare su palla proposta nel settore 3 con obbligo di accelerazione e successiva chiusura su palla morbida proposta in modalità compatibile con il piazzamento e la bontà della accelerazione giocata, nel senso che se il giocatore pecca per angolazione, profondità o spinta gli si proporrà una palla complicata costringendolo se necessario anche ad un difficile recupero.

Come target per tutti i colpi si richiede sempre di mancare un telone della larghezza di circa 4 metri che viene steso al centro del campo opposto, in pratica bisogna mantenersi sempre a non più di 2 metri dalle righe laterali sia che si decida di incrociare che di andare lungolinea. Avere un telone di un colore molto acceso aiuta non poco, non chiedetemi il perchè ma un telo rosso è più efficacie di uno grigio. In caso di errore la sequenza viene azzerata e si ricomincia da capo, in caso di ulteriore errore l'esercizio è considerato fallito. L'errore con palla a rete non è contemplato nel senso che chi sbaglia in rete viene come minimo fucilato sul posto! lol!

L'esrcizio è molto complicato perchè sposta costantemente i punti di impatto ed è pesante in termini di metri percorsi specialmente nella stazione 2>4 in cui si fa tutto il campo e propone anche esecuzioni tecnicamente difficili come l'anomalo da spostamento 4>3 in cui non è semplice trovare il settore; dulcis in fundo l'entrata in 3 dopo il rovescio da posizione 1 non è proprio una passeggiata! lol!

Ripeto esercizio avanzato perchè è molto difficile farlo bene tecnicamente e reggerlo a livello di gambe, ma è uno di quei drill che ti fanno capire quanto bene ti vuole il tuo Coach e quanto meno gliene vuoi tu a lui!! allenamento, ieri 786556
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da gp il Ven 23 Apr 2010, 16:53

bello!
certo è non facilmente praticabile con un compagno di gioco abituale, perchè dare la palla dal cesto non è banale nemmeno questo... soprattutto se lo schema è già di per sè complesso.
in ogni caso proverò a cercare un volontario tra i miei abituali compagni di gioco: non è facile trovare qualcuno che ha più o meno la tua stessa bramosia/volontà di migliorare il proprio gioco...
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da gp il Mar 27 Apr 2010, 08:02

ieri ho rigiocato con il mio compagno di doppio: stavolta ho vinto io, probabilmente lui era un po' stanco, ma è stato proprio lui a chiedermi di fare la partitella mentre io avrei preferito allenarmi sul palleggio e tecnica; quasi tre ore di allenamento/partita, ho vinto in tre set. ho fatto ancora errori gratuiti, ma è bastato farne meno per avere ragione del mio avversario.
al primo set ero nel pallone come la volta scorsa, e sbagliavo ciò che era impossibile sbagliare dopo scambi prolungati ed impegnativi. ad un certo punto mi sono reso conto che era tale la mia "apprensione" che stavo praticamente giocando in apnea, respiravo male e tutto questo mi portava ad avere anche un "occhio" sulla palla quantomeno deficitario. dal secondo set in poi, quindi, mi sono imposto di spostare la mia concentrazione dal mero gioco del punto alla respirazione ed all'attenzione visiva sul punto d'impatto. i risultati si sono da subito cominciati a vedere: ho sempre faticato, beninteso, questa non è una partita che io posso vincere facilmente, ma mi sono reso conto che ero più "centrato" sulla singola esecuzione e più distaccato dall'esito finale degli scambi.
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da vecchiofrak il Mar 27 Apr 2010, 08:27

gp ha scritto:ieri ho rigiocato con il mio compagno di doppio: stavolta ho vinto io, probabilmente lui era un po' stanco, ma è stato proprio lui a chiedermi di fare la partitella mentre io avrei preferito allenarmi sul palleggio e tecnica; quasi tre ore di allenamento/partita, ho vinto in tre set. ho fatto ancora errori gratuiti, ma è bastato farne meno per avere ragione del mio avversario.
al primo set ero nel pallone come la volta scorsa, e sbagliavo ciò che era impossibile sbagliare dopo scambi prolungati ed impegnativi. ad un certo punto mi sono reso conto che era tale la mia "apprensione" che stavo praticamente giocando in apnea, respiravo male e tutto questo mi portava ad avere anche un "occhio" sulla palla quantomeno deficitario. dal secondo set in poi, quindi, mi sono imposto di spostare la mia concentrazione dal mero gioco del punto alla respirazione ed all'attenzione visiva sul punto d'impatto. i risultati si sono da subito cominciati a vedere: ho sempre faticato, beninteso, questa non è una partita che io posso vincere facilmente, ma mi sono reso conto che ero più "centrato" sulla singola esecuzione e più distaccato dall'esito finale degli scambi.

Ti quoto allenamento, ieri Icon_wink
Anche io, mi sono, finalmente, reso conto di giocare, spesso, in apnea, soprattutto quando sono stanco e, infatti, solitamente vinco il primo set, per poi cedere, gradatamente negli altri, senza evidenti errori apparenti allenamento, ieri Icon_mad
vecchiofrak
vecchiofrak

Messaggi : 512
Data d'iscrizione : 22.01.10
Età : 57
Località : Grosseto

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da albesca il Mar 27 Apr 2010, 09:57

gp ha scritto:ieri ho rigiocato con il mio compagno di doppio: stavolta ho vinto io, probabilmente lui era un po' stanco, ma è stato proprio lui a chiedermi di fare la partitella mentre io avrei preferito allenarmi sul palleggio e tecnica; quasi tre ore di allenamento/partita, ho vinto in tre set. ho fatto ancora errori gratuiti, ma è bastato farne meno per avere ragione del mio avversario.
al primo set ero nel pallone come la volta scorsa, e sbagliavo ciò che era impossibile sbagliare dopo scambi prolungati ed impegnativi. ad un certo punto mi sono reso conto che era tale la mia "apprensione" che stavo praticamente giocando in apnea, respiravo male e tutto questo mi portava ad avere anche un "occhio" sulla palla quantomeno deficitario. dal secondo set in poi, quindi, mi sono imposto di spostare la mia concentrazione dal mero gioco del punto alla respirazione ed all'attenzione visiva sul punto d'impatto. i risultati si sono da subito cominciati a vedere: ho sempre faticato, beninteso, questa non è una partita che io posso vincere facilmente, ma mi sono reso conto che ero più "centrato" sulla singola esecuzione e più distaccato dall'esito finale degli scambi.

L'ho detto io ... che staccare mentalmente ogni singolo colpo dal punto aiuta ... ovvio che in questa materia piu' che in altre il risultato è strettamente soggettivo ... probabilmente chi ha un profilo psicologico "ansioso" ...diciamo che come me è soggetto al "colon irritabile" ... questa tecnica sembra funzionare...
gippi' ...tu come stai a colon ? allenamento, ieri Icon_smile
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

Visualizza il profilo http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da gp il Mar 27 Apr 2010, 10:30

tutto bene a colon! allenamento, ieri Icon_wink
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

allenamento, ieri Empty Re: allenamento, ieri

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum