chat
Chi è in linea
In totale ci sono 11 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 10 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Kingkongy

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Odiatemi
Da Kingkongy Oggi alle 00:08

» Pubblicita' ingannevole
Da Doc68 Ieri alle 21:50

» Radical Tour (giallo-nero)
Da Doc68 Ieri alle 21:34

» TOPSPIN INTEGRATORE UFFICIALE FIT
Da Doc68 Ieri alle 20:31

» Alexander Zverev
Da Philo Vance Ieri alle 16:25

» VILAS
Da Doc68 Ieri alle 10:44

» Incordare una Wilson T-2000
Da Doc68 Gio 17 Ago 2017, 22:59

» Rovescio da una a due mani
Da Doc68 Gio 17 Ago 2017, 22:32

» Bumper guard racchetta Fognini
Da seneca85 Gio 17 Ago 2017, 13:49

» Il budello soluzione ideale?
Da Doc68 Mer 16 Ago 2017, 19:50

» quanto pane mangiate?
Da Matusa Mar 15 Ago 2017, 21:38

» Nadal è al capolinea?
Da Doc68 Mar 15 Ago 2017, 19:29

» Prince tour Pro 98
Da Doc68 Mar 15 Ago 2017, 19:26

» Prince fan club
Da Doc68 Mar 15 Ago 2017, 10:51

» Quando Roger smettera'?
Da max1970 Mar 15 Ago 2017, 08:33

Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
Parole chiave

Comp  Rublev  kennex  Fischer  Lenti  contatto  


I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da scimi65 il Mer 10 Giu 2015, 07:27

Simba ha scritto:Dico che è una immensa fesseria, molto meglio un buon syngut e un altrettanto buon maestro!
Non era mia intenzione consigliare ne questo tipo di corda ne quello provo a spiegarmi meglio, se colpiamo la palla in pieno sweet spot avremo la massima risposta in temini di potenza dalle corde ma se l'impatto avviene fuori ss verso i lati della racchetta vicino al telaio la risposta delle corde in termini di potenza sarà minore, io penso che in un piatto corde in mono questa differenza sia minore che in un piatto corde in multifilo non intendo dire il mono è meglio del multi

scimi65

Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 02.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da Simba il Mer 10 Giu 2015, 10:43

scimi65 ha scritto:
Simba ha scritto:Dico che è una immensa fesseria, molto meglio un buon syngut e un altrettanto buon maestro!
  ....io penso che in un piatto corde in mono questa differenza sia minore che in un piatto corde in multifilo .....

Con questa affermazione stai dicendo proprio che il mono è meglio del multi. Semplicemente il mono ha una "risposta" alle sollecitazioni molto meno evidente , propria della struttura, mono per l'appunto. La scarsa potenza ti costringe a spingere di più e credere di controllare maggiormente la palla .
Naturalmente mi riferisco a corde montate correttamente senza cambiare parametri se non adeguare le tensioni data la notevole differenza strutturale dei due tipi di corda.
avatar
Simba

Messaggi : 2317
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Vedi il profilo dell'utente http://ski-passvr.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da marco61 il Mer 10 Giu 2015, 14:01

Non sono convinto che il mono aiuti più del multi nelle palle decentrate, anzi oserei pensare il contrario.
Il multi, essendo più elastico, è portato a cedere più del mono in ogni condizione, anche colpendo al di fuori dello sweet spot.
Questo dovrebbe permettere una miglior reazione del piatto corde e quindi anche maggior potenza.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 9173
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 55
Località : sanremo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da scimi65 il Mer 10 Giu 2015, 19:07

Colpa mia non riesco a spiegarmi, lasciate stare questo è meglio di questo quello è meglio dell' altro non è ciò che intendo, provo con un esempio prendiamo due telai uguali uno con mono l'altro con multi mettiamoli su una macchina per colpire la palla nello ss ipotesi, col mono esce a 100kmh col multi a120 ora ripetiamo colpendo largamente fuori ss col mono esce a 85kmh col multi a 100 nel primo caso il differenziale centro-fuori ss è 15kmh nel secondo 20 essendo pippe ipotizzo, che quanto minore è il differenziale tanto più la risposta del piatto è omogenea, risultando meno complicato da gestire, che poi con una hai più tocco, con l'altra toppi di più ecc. ecc. sono altre caratteristiche che in questo caso non volevo considerare.

scimi65

Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 02.04.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da Titanic il Mer 10 Giu 2015, 20:53

Il syngut va bene per i principianti, comunque sia si puo' sempre dare la colpa al fatto di non saper giocare. Appena sopra il principiante non vedo un solo motivo per usarlo.

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da Eiffel59 il Ven 12 Giu 2015, 05:37

@scimi non è necessariamente così e generalizzare è sbagliato...

@Titanic, per syngut si intende una gamma di corde che va dall'infimo all'eccellente, per cui l'affermazione che vada bene solo per i principianti è una caXXata senza fondamenti tecnici.

Quanto al fatto che sopra al principiante tu non veda un solo motivo per usarlo potresti chiedere a Carla Suarez Navarro od Oliver Marach tanto per citare i primi due che mi vengono in mente... Suspect
avatar
Eiffel59

Messaggi : 2137
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : Brescia/Parigi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da pro-t-one il Dom 14 Giu 2015, 22:15

Pienamente d'accordo!
Se saputo usare un syntgut di qualità è un'ottima soluzione a tanti problemi.
Io sono un grande fan della poliammide, essendo un materiale che tiene alla grande, a bassa tensione è molto morbida, è durevole ed inoltre sapendo dosare la tensione è estremamente reattiva.
Bisogna avere l'accortezza di conoscere le corde che si montano, sapere che rigidezza hanno, quanto tendono ad irrigidirsi con il crescere della tensione, (e tutte le corde in poliammide lo fanno compresi i multi), ma detto questo non vedo alcun motivo per non scegliere una tipologia di corda con il migliore rapporto qualità prezzo del mercato!

Aggiungo due piccoli elementi.....
- primo --> molti syntgut non sono troppo dissimili da più blasonati multi....
- secondo --> i giovani Murray e Djocovic, nonchè Sharapova e molti altri da ragazzi giocavano con ibridi realizzati con syntgut....

Detto questo la differenza, non è per ripetermi.... LA FA IL TECNICO CHE CONOSCE, SCEGLIE E MONTA NEL MODO PIU' CORRETTO LE CORDE!

avatar
pro-t-one

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 11.10.14
Età : 45
Località : Cesena (FC)

Vedi il profilo dell'utente http://www.pro-t-one.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da isomax89 il Lun 15 Giu 2015, 10:00

pro-t-one ha scritto:Pienamente d'accordo!
Se saputo usare un syntgut di qualità è un'ottima soluzione a tanti problemi.
Io sono un grande fan della poliammide, essendo un materiale che tiene alla grande, a bassa tensione è molto morbida, è durevole ed inoltre sapendo dosare la tensione è estremamente reattiva.
Bisogna avere l'accortezza di conoscere le corde che si montano, sapere che rigidezza hanno, quanto tendono ad irrigidirsi con il crescere della tensione, (e tutte le corde in poliammide lo fanno compresi i multi), ma detto questo non vedo alcun motivo per non scegliere una tipologia di corda con il migliore rapporto qualità prezzo del mercato!

Aggiungo due piccoli elementi.....
- primo --> molti syntgut non sono troppo dissimili da più blasonati multi....
- secondo --> i giovani Murray e Djocovic, nonchè Sharapova e molti altri da ragazzi giocavano con ibridi realizzati con syntgut....

Detto questo la differenza, non è per ripetermi.... LA FA IL TECNICO CHE CONOSCE, SCEGLIE E MONTA NEL MODO PIU' CORRETTO LE CORDE!


La rigidezza delle corde la trovo su Tenniswherehouse university però non trovo nessuna curva di carico dove ho la rigidezza in funzione della tensione. Immagino che in un primo tratto la funzione sia lineare per poi proseguire in maniera esponenziale.
È possibile sapere dove si possono trovare questi dati?

Io con i syn gut durante le prime ore mi sono trovato bene, poi a mio parere la corda si secca e inizia un pò a far pena.
Se ricordo era il Prince Tournament 15

Del Volkl Classic Synthetic 16 cosa ne pensate?
Considerando che amo giocare in top da fondo dovrebbe essere adatto al mio tipo di gioco Wink

isomax89

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 22.08.13
Località : Udine

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da pro-t-one il Lun 15 Giu 2015, 10:12

L'andamento dei diagrammi varia a seconda del materiale.
L'andamento è di tipo lineare per i poliestere di buona qualità mentre di tipo "incrementale" e non esponenziale, per i poliammide-poliuretano-zyex.

Le curve di carico saranno disponibili, spero quanto prima, sul sito pro-t-one con servizio in abbonamento.
I valori che interessano sono:
- rigidezza statica (rigidezza del piatto corde)
- rigidezza dinamica (rigidezza all'impatto - feeling)
- perdita di tensione statica
- plasticizzazione residuale

ma molti altri dati sono utili e ricavabili dalle prove che eseguo e che ho eseguito su di un largo campionamento di corde.

Puoi trovare qualcosa tutti i mesi su tennis italiano nello spazio riservato al test corde, come pure su facebook, qualcosa in giro sui siti delle case produttrici e/o distributrici di corde.
I valori di rigidezza dinamica sono pubblicati poi in modo chiaro ed esaustivo sullo
STRING SELECTOR dei vari anni.

Le prove della tennis warehouse university nonché USRSA sono inoltre disponibili, senza diagrammi, ma in veste molto tecnica, un poco criptica e non direttamente comprensibili in pieno se non ad un pubblico molto avanzato.

...... piccola postilla autopromozionale.....
Per chi volesse approfondire è disponibile un "tomo" a mia firma disponibile ordinandolo sul sito: www.pro-t-one.it
avatar
pro-t-one

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 11.10.14
Età : 45
Località : Cesena (FC)

Vedi il profilo dell'utente http://www.pro-t-one.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da isomax89 il Lun 15 Giu 2015, 11:51

pro-t-one ha scritto:L'andamento dei diagrammi varia a seconda del materiale.
L'andamento è di tipo lineare per i poliestere di buona qualità mentre di tipo "incrementale" e non esponenziale, per i poliammide-poliuretano-zyex.

Le curve di carico saranno disponibili, spero quanto prima, sul sito pro-t-one con servizio in abbonamento.
I valori che interessano sono:
- rigidezza statica (rigidezza del piatto corde)
- rigidezza dinamica (rigidezza all'impatto - feeling)
- perdita di tensione statica
- plasticizzazione residuale

ma molti altri dati sono utili e ricavabili dalle prove che eseguo e che ho eseguito su di un largo campionamento di corde.

Puoi trovare qualcosa tutti i mesi su tennis italiano nello spazio riservato al test corde, come pure su facebook, qualcosa in giro sui siti delle case produttrici e/o distributrici di corde.
I valori di rigidezza dinamica sono pubblicati poi in modo chiaro ed esaustivo sullo
STRING SELECTOR dei vari anni.

Le prove della tennis warehouse university nonché USRSA sono inoltre disponibili, senza diagrammi, ma in veste molto tecnica, un poco criptica e non direttamente comprensibili in pieno se non ad un pubblico molto avanzato.

...... piccola postilla autopromozionale.....
Per chi volesse approfondire è disponibile un "tomo" a mia firma disponibile ordinandolo sul sito: www.pro-t-one.it

Mi sto informando solo ora in maniera un pò più approfondita sulle racchette e sulle corde per cui perdonami se faccio domande "ovvie" o affermazioni sbagliate
Per ora ho il tomo "The Physics and Technology of Tennis" che sto leggendo nei ritagli di tempo.
Ho buttato un rapido sguardo al tuo manuale, appena ho un pò di tempo (devo preparare un esame ) leggo con calma l'anteprima che sembra molto interessante. In caso quale sarebbe il prezzo? Sul sito non trovo niente in merito...

Ad ora, su TW University guardo la Rigidità dinamica, il Dwell time, la forza d'impatto, la perdita di tensione e lo Spin Potential.
La prima la considero come il parametro univoco per confrontare le corde tra di loro a prescindere dal materiale e dal tipo di costruzione.
E qui non so se affermo una cosa corretta ma io l'ho capita così.
Due corde con la stessa Rigidità Dinamica si comportano allo stesso modo, in altre parole, sono una la "copia" dell'altra.
Ma possono avere una perdita di tensione diversa e "morire" in termini dinamici in tempi diversi e generare valori di spin diversi.

Il Dwell Time lo vedo come un indicatore di controllo ma anche di sensazioni trasmesse. Più è basso questo valore, più controllo la corda mi fornisce.

La forza d'impatto non so ancora come interpretarla. Direi che mi fa da informazioni sull'intensità dovuta allo shock durante l'impatto con la palla. Quindi dirmi quanto "stressa" il mio braccio.

La Perdita di tensione ovviamente la voglio bassa ma non mi sono chiare un paio di cose.
Si riferisce alla tensione dinamica o statica?
Dopo quanto tempo viene rilevata?
Come si possono gestire i poliesteri che perdono anche il 50% della tensione di partenza?

Lo spin Potential è il più facile da capire, anche se certi valori mi sorprendono un pò.
Ad esempio la corda in syn gut da me indicata ha un valore di 5.2 mentre tante corde in poliestere stanno sotto.

La rigidezza statica la ritieni importante perchè influisce sulla rigidezza dinamica?

Puoi dirmi qualcosa di più sulla  plasticizzazione residuale?


isomax89

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 22.08.13
Località : Udine

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da pro-t-one il Lun 15 Giu 2015, 12:39

Il manuale lo puoi acquistare inviando una mail all'indirizzo: info@pro-t-one.it

Io sono partito da quanto presente sul sito tennis warehouse, sul tennis warehouse university, sui dati USRSA nonchè da quanto disponibile sullo string selector.

Ho letto approfonditamente e studiato il "PHYSICS AND TECHNOLOGY OF TENNIS" anche negli aspetti più tosti.

Detto questo ho tratto le mie conclusioni e da ingegnere.... abituato alle formule e a molti dati ho tratto una mia personale considerazione finale.
Tutte le prove sono molto tecniche e molto da "laboratorio di fisica" senza appigli semplici e concreti alla applicazione pratica.

Le prove dinamiche sono condotte, giustamente, con magli o palle di acciaio per non considerare la deformabilità della palla o di altri elementi che potrebbero "sporcare" la prova.
I dati sono tutti ricavati in modo assolutamente preciso e raffinato ma spesso troppo teorico e raffinato.
Da ingegnere, tecnico pratico, penso sia necessario semplificare ed analizzare; portare dati semplici a conclusioni semplici, prove ripetibili a conclusioni ripetibili, pur sapendo che possiamo dire di che tipo è una corda o un telaio ma non se questo ti potrà piacere o meno..

In sintesi:
prove statiche --> prove di trazione svolte a velocità "bassa"
prove dinamiche --> prove svolte ad alta velocità che simulano le condizioni di gioco

Nel caso delle corde e dei telai il comportamento statico ci dice molto di quanto stiamo studiando ma non tutto in quanto la rigidezza dinamica per le corde, ad esempio, è sempre maggiore di quella statica.

Rigidezza statica --> durezza della corda a trazione (determina la rigidezza del piatto corde)
Rigidezza dinamica --> durezza all'impatto (determina la sensazione che si a quando si colpisce la palla e che differenzia una sonic pro da una rpm, un multifilo da una corda in kevlar)
Ovviamente il dato statico influenza il dato dinamico essendo legati anche se la relazione non è univocamente fissata in quanto determinata dalla sezione, dal materiale e da molti altri elementi che entrano in gioco.

Deformazione plastica residuale --> carica una corda - scarica la corda
La corda allo stato finale sarà più lunga di quella prima di essere messa in macchina
La plasticizzazione, tecnicamente detta è legata all'allungamento delle fibre e delle molecole della corda.
Dunque?
Beh..... dunque quanto maggiore è la plasticizzazione tanto più la corda perde le proprie caratteristiche iniziali, si irrigidisce e "muore" prima.

..... c'è molta carne al fuoco..... lo so!
avatar
pro-t-one

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 11.10.14
Età : 45
Località : Cesena (FC)

Vedi il profilo dell'utente http://www.pro-t-one.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da isomax89 il Lun 15 Giu 2015, 13:15

pro-t-one ha scritto:Il manuale lo puoi acquistare inviando una mail all'indirizzo: info@pro-t-one.it

Io sono partito da quanto presente sul sito tennis warehouse, sul tennis warehouse university, sui dati USRSA nonchè da quanto disponibile sullo string selector.

Ho letto approfonditamente e studiato il "PHYSICS AND TECHNOLOGY OF TENNIS" anche negli aspetti più tosti.

Detto questo ho tratto le mie conclusioni e da ingegnere.... abituato alle formule e a molti dati ho tratto una mia personale considerazione finale.
Tutte le prove sono molto tecniche e molto da "laboratorio di fisica" senza appigli semplici e concreti alla applicazione pratica.

Le prove dinamiche sono condotte, giustamente, con magli o palle di acciaio per non considerare la deformabilità della palla o di altri elementi che potrebbero "sporcare" la prova.
I dati sono tutti ricavati in modo assolutamente preciso e raffinato ma spesso troppo teorico e raffinato.
Da ingegnere, tecnico pratico, penso sia necessario semplificare ed analizzare; portare dati semplici a conclusioni semplici, prove ripetibili a conclusioni ripetibili, pur sapendo che possiamo dire di che tipo è una corda o un telaio ma non se questo ti potrà piacere o meno..

In sintesi:
prove statiche --> prove di trazione svolte a velocità "bassa"
prove dinamiche --> prove svolte ad alta velocità che simulano le condizioni di gioco

Nel caso delle corde e dei telai il comportamento statico ci dice molto di quanto stiamo studiando ma non tutto in quanto la rigidezza dinamica per le corde, ad esempio, è sempre maggiore di quella statica.

Rigidezza statica --> durezza della corda a trazione (determina la rigidezza del piatto corde)
Rigidezza dinamica --> durezza all'impatto (determina la sensazione che si a quando si colpisce la palla e che differenzia una sonic pro da una rpm, un multifilo da una corda in kevlar)
Ovviamente il dato statico influenza il dato dinamico essendo legati anche se la relazione non è univocamente fissata in quanto determinata dalla sezione, dal materiale e da molti altri elementi che entrano in gioco.

Deformazione plastica residuale --> carica una corda - scarica la corda
La corda allo stato finale sarà più lunga di quella prima di essere messa in macchina
La plasticizzazione, tecnicamente detta è legata all'allungamento delle fibre e delle molecole della corda.
Dunque?
Beh..... dunque quanto maggiore è la plasticizzazione tanto più la corda perde le proprie caratteristiche iniziali, si irrigidisce e "muore" prima.

..... c'è molta carne al fuoco..... lo so!

Ah ah se nomino la parola pratica in uni mi fucilano
Eppure parliamo sempre di ingegneri

La vedo esattamente come te. Abbiamo bisogno di informazioni facilmente interpretabili e di immediata utilità pratica.

Ho trovato qualcosa da studiare con calma la sera Very Happy
E si... c'è veramente tanta carne al fuoco!!

isomax89

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 22.08.13
Località : Udine

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da Wacos il Lun 15 Giu 2015, 15:24

Bene allora sapreste consigliare un synt/multi di buona qualità e tensione relativa da mettere su una pro staff 100L, in modo che il piatto corde risulti si confortevole e dinamico ma senza diventare un lanciamissili e anzi, vorrei una uscita di palla molto controllata.

grazie
avatar
Wacos

Messaggi : 879
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 16 Giu 2015, 06:55

E magari con tanta propensione allo spin Suspect

A me personalmente piace molto il Nanocubic di Gosen, non facilissimo (eufemismo... Rolling Eyes ) però da reperire.

Per no perder troppo tempo in ricerche...Wilson Syngut Control 16 sui 24kg....
avatar
Eiffel59

Messaggi : 2137
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : Brescia/Parigi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da Wacos il Mer 17 Giu 2015, 11:26

Eiffel59 ha scritto:E magari con tanta propensione allo spin Suspect

A me personalmente piace molto il Nanocubic di Gosen, non facilissimo (eufemismo... Rolling Eyes ) però da reperire.

Per no perder troppo tempo in ricerche...Wilson Syngut Control 16 sui 24kg....

Non trovo le nanocubic, però trovo le gosen umishima ak pro 16, potrebbero andare o sono proprio di un altra famiglia?
avatar
Wacos

Messaggi : 879
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da Eiffel59 il Mer 17 Giu 2015, 19:27

Nonono, stessa famiglia (umishima).

Solo che le Nanocubic -a trovarle, appunto- costano qualche soldino meno...
avatar
Eiffel59

Messaggi : 2137
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : Brescia/Parigi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I 10 indizi che rivelano che il vostro incordatore è una pippa

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum