Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 6 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 5 Ospiti

Iron

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Incompetennis Oggi alle 00:31

» Gli italiani e le italiane
Da Matusa Ieri alle 11:27

» Tennis in tv, consiglio
Da Riki66 Ieri alle 07:17

» Avete mai pensato di collezionare racchette "vintage"??
Da wetton76 Mer 18 Set 2019, 15:03

» CLASH!
Da Attila17 Mer 18 Set 2019, 12:05

» la reunion del Lesso a verona
Da taglia64 Mer 18 Set 2019, 11:10

» Racchetta più facile
Da Matusa Mer 18 Set 2019, 09:27

» Slam vinti a 24 anni
Da john mc edberg Mar 17 Set 2019, 13:44

» Rafa vs Corre: partita intera
Da Matador66 Mar 17 Set 2019, 13:18

» Problema con Android auto
Da patillo Lun 16 Set 2019, 08:36

» Consiglio racchetta
Da Tempesta Dom 15 Set 2019, 11:16

» Bianca Andreescu
Da correnelvento Ven 13 Set 2019, 20:35

» Aggiornamento sul ginocchio......
Da Matador66 Ven 13 Set 2019, 13:11

» Giù il ... Berrettini.
Da Chiros Ven 13 Set 2019, 09:40

» Federer vs Nadal capitolo 40.
Da squalo714 Gio 12 Set 2019, 21:41

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

Nadal e la forza mentale

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Nadal e la forza mentale

Messaggio Da veterano il Sab 13 Lug 2013, 19:18

Sono lieto di leggere queste cose......e' un intervista di un giornale spagnolo a Nadal.........credo che sia molto interesante........non e' molto difficile da capire se avete qualche dubbio sono qua per chiarire.

http://deportes.elpais.com/deportes/2013/06/10/actualidad/1370889115_911112.html
veterano
veterano

Messaggi : 877
Data d'iscrizione : 09.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da marco61 il Sab 13 Lug 2013, 20:43

Vet, yo entiendo un poco de espanol, pero el articulo es muy largo. Nadal e la forza mentale 786556
Forse è bene se spieghi a grandi linee quanto espresso da Nadal, che poi secondo me è sintetizzato in queste frasi:

La fuerza mental y la fuerza física te ayudan en un momento dado del partido, pero para ganar el cómputo global de los partidos lo ganas con el tenis y no con la mente. Partidos con la mente los puedes ganar como el otro día en semis contra Djokovic, pero para ganarlo con la mente tienes que llegar a la situación límite, y a esa situación límite tienes que llegar tenísticamente. Es una combinación de todo. El tenis es lo que me hace llegar hasta donde he llegado y la fuerza mental es lo que me ha hecho conseguir ese extra de cosas que no habría conseguido [sin ella]. 

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61
Admin

Messaggi : 10553
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 57
Località : sanremo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da veterano il Sab 13 Lug 2013, 22:39

Ciao Marco effetivamente ci sono parole che possono essere poco comprensibil.
In pratica Nadal dice che la forza mentale e' molto importante e senza di essa non si va da nessuna parte,e che e' indispensabile in certi momenti limite come' e indispensabile la forza fisica.Pero' alla fin fine dice che le sue partite le ha vinte con la sua tecnica e con il suo tennis non con la forza mentale..........mi sa che da domani molti psicologi che lavorano con il tennis dovranno cercare un altro lavoro tongue tongue tongue 
veterano
veterano

Messaggi : 877
Data d'iscrizione : 09.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da marco61 il Dom 14 Lug 2013, 07:38

Io torno ad insistere: la testa, intesa come forza mentale, può essere molto determinante ai nostri livelli, piuttosto che a livelli più alti.
Mi spiego: Nadal con Djokovic può metterci tutta la testa che vuole, ma se quel giorno i colpi non gli entrano la testa la usa in doccia per scegliere il bagnoschiuma.
A livelli più bassi, dove la tecnica non è eccelsa, può succedere di vincere un match con avversari più forti semplicemente "restando lì", come si usa dire in gergo. E spesso la capacità di soffrire prevale sulla capacità tecnica.
A livelli alti questo non succederà mai.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61
Admin

Messaggi : 10553
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 57
Località : sanremo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da veterano il Lun 15 Lug 2013, 14:44

Vedi Marco io faccio molta fatica a interpretare le cose come le stai interpretando tu.
Nel senso che tu da quello che capisco,interpreti il tennis a secondo della classifica,e ci puo anche stare,ma fino ad un certo punto,nel senso che si chiaramente ci sono delle classifiche ma le classifiche non possono essere dei punti di riferimento tecnici o mentali per nessuno,specialmente parlando di quarta e di terza,e specialmente visto quello che veramente valgono oggi le classifiche.Percio' visto che sempre di tennis di basso livello si parla,ci sono diversi giocatori che stanno in quarta che potrebbero tranquillamente giocare in terza e vice versa,e sai di che cosa parlo.Ora non andiamo a toccare i limiti delle categorie perche' tra un 4.1 vero ed un 3.1 vero ovviamente ci saranno delle caratteristiche tecniche che fanno la differenza.Quello che mi risulta difficile da intendere e' il dire ma in quarta categoria basta fare questo oppure basta fare quello,e non e' necessario fare questo......facendo cosi' ci si limita solamente e non ci puo essere crescita,il tennis non e' solamente limitarsi a fare questo o quello perche' so che e' quello che mi basta per vincere in quarta,ma e' a prescindere di migliorare la classifica,cercare di migliorare il prorpio tennis e la propria tecnica.Il dire ma in quarta per vincere le partite basta fare questo ed e' la testra che conta di piu' rispetto al resto lo trovo veramente limitante sotto tutti i punti di vista.
Tra un 4.1 vero che esce da una formazione di buona scuola tennis ed un 3.1 vero con la stessa identica formazione,cosa fa la differenza.la testa,assolutamente no la fa la tecnica,e anche se ce un divario di classifica tra i due giocatori tecnicamente un 4.1 puo valere un 3.1 ma magari non avere una velocita' di palla' e consistenza di gioco ad un livello piu alto con colpi piu' pesanti ,
percio' si possono vedere due giocatori molto validi tecnicamente,solo con una differenza tecnica a livello di velocita' potenza,pesantezza dei colpi e continuita di gioco.Purtroppo prendere come riferimento la quarta categoria per quello che riguarda il lato mentale e tecnico non e' sicuramente un buon esempio.
In quarta succede veramente un po di tutto,ma secondo me analizzando bene le cose le partite alla fine dei conti le porta a casa il giocatore che ha piu tecnica,la preparazione fisica la do per scontata,non acetto il discorso del non vinco perche' non mi muovo o mi muovo male perche' non mi alleno fisicamente.
Qua visto che ormai non mi alleno piu da anni ma che ogni tanto quattro pallate con i ragazzi sono obbligato a farle,se vinco e' perche riesco a produrre una palla piu pesante e sono o almeno ero abituato a giocare ad una consistenza di gioco superiore alla loro.e ti parlo di ragazzini di 14-15 anni che potrbbero essere dei buonissimi terza li da voi,chiaro che dopo un set tirato sono cotto fisicamente,ma vinco grazie alla mia tecnica mica alla mia testa semplicemente aumentanto un po il rtimo di gioco e generando una palla piu' pesante,quel tanto che basta per metterli in difficolta,e devo stare anche attento a giocare bene e fare variazioni per portare a casa il punto.Ora la differenza tra me e loro e mica di testa mentalmente questi qua sanno cosa devono fare in campo per vincere e non ti regalano un punto neache se li minacci fiscamente,la differenza e tecnica e non mentale,e poi puo diventare fisica almeno per me visto che tengo quello che tengo.Ormai sono degli agonsiti veri come lo e' uno come corre e come te,ma la differenza mentale tra te corre e loro visto che di agonismo si parla e ben poca o quasi nulla.Siete forti mentalmente e fsicamente voi come loro la differenza quindi non puo essere mentale,ma tecnica.
Ora no mi dite che al mondo non ci sono altri giocatori trai primi 500 che non hanno la stessa forza mentale di Nadal,si che ci sono eccome,ma non hanno le stesse sue capacita tecniche e fisiche per arrivere li dove e' arrivato lui,alla fine la sua intervista e' un po liberatoria,nel senso che si sara' un po rotto le scatole di sentire che vince perche' e' forte mentalmente,senza avere una bella forza mentale no arrivi nenache tra i primi 500 al mondo,la differenza e' che ha piu tecnica e piu fisico degli altri,e lo dice chiaramente nell intervista.le partite le ho vinte con la mia tecnica,ora possiamo credere a quello che vogliamo,e ognuno avra' logicamente il proprio punto di vista,ma in questo caso ed in molti altri io voglio credere a Raffa,ha vinto con la sua tecnica e con il suo tennis........
veterano
veterano

Messaggi : 877
Data d'iscrizione : 09.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da gp il Lun 15 Lug 2013, 15:41

sto leggendo "the inner game of tennis" e devo dire che lo trovo piuttosto interessante. parlando di testa, di mente, di pensieri, il libro cerca di mettere in evidenza il difficile rapporto che a volte (o molto spesso, soprattutto se parliamo di giocatori di basso livello) esiste in un giocatore di tennis: quello tra la parte pensante e la parte fisica. il problema è, secondo l'autore, ma me ne sto anche io convincendo, che la mente, la testa, durante il gioco dovrebbe stare zitta: evitare qualsiasi commento negativo sull'operato del fisico che non ha bisogno di sentirsi dire ciò che deve o non deve fare, poichè lui lo fa automaticamente; all'automatismo ci si arriva in diversi modi, ma non voglio dilungarmi su questo che è trattato molto minuziosamente nel testo.
Allora, la differenza tra due giocatori la fa certamente il fisico, cioè quella parte di noi che magari è riuscita meglio di altri giocatori ad imparare ed esprimere un gesto armonico, fluido, efficace, privo di tensioni muscolari inutili ma la differenza la fa anche l'aver imparato a dominare la mente, a zittirla e focalizzarla in maniera utile e non distraente.
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da MSport il Lun 15 Lug 2013, 16:10

boh, secondo me qui state disquisendo di mele e pere, e pertanto ......
trovo difficile, a mio modo di vedere, poter ascrivere a un elemento (sia esso tecnico, mentale o di altra natura) piuttosto che ad un altro, il fatto che mai come nel tennis recente, il solco di rendimento tra i fab four e gli altri giocatori (top ten compresi) sia così drammaticamente netto ed evidente.
solo la somma di vari pezzi, perfezionati al meglio possibile, può giustificare un simile gap con chi, questo processo non lo ha ancora affrontato compiutamente
e in questo la storia di Liubicic, risulta esemplare....
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 48
Località : Trezzano S/N (MI)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da veterano il Lun 15 Lug 2013, 16:12

Si conosco il libro di Brad Gilbert che devo ritornare a rispolverare,per4che' indubbiamente ci sono cose molto interessanti.Condivido che meno si pensa quando si gioca meglio e',e che in campo si va a fare esattamente quello di cui si e' capaci,che sara' semplicemente il frutto degli automatismi che si citano nel libro.Il fattore mentale per me 'e sempre importante,attenzione,ma e' una parte del gioco che va allenata tanto quanto la tecnica,ora se arrivi trai primi 500 del mondo non credo che ti manchi la cosidetta tigna o la capacita' di concentrarti o di prendere le decisioni giuste al momento giusto.Magari rispetto al numero 50 ti mancano delle componenti fisiche e tecniche per farti riuscire a giocare a piu alto livello.Poi magari sara' un mio problema personale,che mi fa vedere in quasi tutte le partite delle differenze fische e techniche che fanno la differenza rispetto a quelle mentali.
veterano
veterano

Messaggi : 877
Data d'iscrizione : 09.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da gp il Lun 15 Lug 2013, 16:17

Vet, il libro è di Timothy Gallwey, quello di Brad è "vincere sporco"...
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da veterano il Lun 15 Lug 2013, 17:42

Si grazie mi ero confuso con il libro di GIlberto eh eh eh.
veterano
veterano

Messaggi : 877
Data d'iscrizione : 09.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da marco61 il Lun 15 Lug 2013, 21:19

Vet, un giocatore che voglia migliorare il proprio livello di gioco non può prescindere da una crescita tecnica, questo è sacrosanto. Ai nostri livelli io non voglio dire che sia sufficiente avere un po' di tigna per vincere le partite. Voglio semplicemente dire che molto spesso il giocatore più scarso prevale sull'avversario, perchè in campo ha saputo fare le scelte giuste entro i limiti che la propria tecnica gli consentono. Ha usato la testa.
Ad alti livelli questo non succede mai, a meno che al giocatore più forte non capiti una giornata storta.
Per questo dico che sotto certi aspetti avere forza mentale può aiutare più ai nostri livelli che a livelli alti.
Chiaro che a un n.c. non direi mai che per migliorare il suo tennis ha bisogno di uno psicologo, come non lo direi ad un 4.1 come me.
Si migliora col lavoro sul campo, si vince anche con la testa.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61
Admin

Messaggi : 10553
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 57
Località : sanremo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da gp il Mar 16 Lug 2013, 07:32

marco61 ha scritto: ... Voglio semplicemente dire che molto spesso il giocatore più scarso prevale sull'avversario, perchè in campo ha saputo fare le scelte giuste entro i limiti che la propria tecnica gli consentono. Ha usato la testa...
possiamo vederla anche in un altro modo: l'altro giocatore, quello tecnicamente più dotato, non ha saputo dominare la sua testa, ha fatto si che la testa lo distraesse, lo irrigidisse, non consentendogli di esprimere il proprio gioco facendo aumentare la sua percentuale di errori e facendolo rendere, complessivamente, al 50% delle sue capacità. quindi ha vinto quello meno dotato tecnicamente che invece ha un rapporto migliore con la sua testa: magari quest'ultimo sa fare bene solo 2 cose in maniera ormai completamente automatica (perchè ha sempre fatto solo quello) e la testa non gli impedisce di farlo anche nelle situazioni più critiche.
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da MSport il Mar 16 Lug 2013, 08:45

marco61 ha scritto:Vet, un giocatore che voglia migliorare il proprio livello di gioco non può prescindere da una crescita tecnica, questo è sacrosanto. Ai nostri livelli io non voglio dire che sia sufficiente avere un po' di tigna per vincere le partite. Voglio semplicemente dire che molto spesso il giocatore più scarso prevale sull'avversario, perchè in campo ha saputo fare le scelte giuste entro i limiti che la propria tecnica gli consentono. Ha usato la testa.
Ad alti livelli questo non succede mai, a meno che al giocatore più forte non capiti una giornata storta.
Per questo dico che sotto certi aspetti avere forza mentale può aiutare più ai nostri livelli che a livelli alti.
Chiaro che a un n.c. non direi mai che per migliorare il suo tennis ha bisogno di uno psicologo, come non lo direi ad un 4.1 come me.
Si migliora col lavoro sul campo, si vince anche con la testa.

Marco

però se pensiamo ad esempio a Nadal - Gulbis a Roma quest'anno, dove il lettone ha giocato nettamente meglio del maiorchino.....
e anche certi primi turni al RG sia l'anno scorso (isner mi sembra) e quest'anno (brands), piuttosto sofferti.....
non erano giornate storte di Nadal, erano gli avversari che cercavano di tirare forte negli angoli negli ultimi 30 cm di campo
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 48
Località : Trezzano S/N (MI)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da oedem il Mar 16 Lug 2013, 11:24

marco61 ha scritto:.... Voglio semplicemente dire che molto spesso il giocatore più scarso prevale sull'avversario, perchè in campo ha saputo fare le scelte giuste entro i limiti che la propria tecnica gli consentono. Ha usato la testa.
Secondo me in tal caso il giocatore più scarso ha semplicemente fatto quello che sa fare e niente di più, ossia ha piena coscienza e conoscenza del proprio tennis e ciò lo ha portato ad automatismi che il giocatore più completo tecnicamente non ha.

ma l'automatismo lo si apprende allenandosi, facendo partite e imparando dai propri errori.

la scelta giusta non fa parte della testa ma della tecnica/tattica, imho, perché durante la partita anche secondo me non si dovrebbe pensare proprio per non distogliersi dagli automatismi propri
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da veterano il Mar 16 Lug 2013, 12:54

Allora cerco di tradurre una parte che reputo importante.

D. Prima per essere competitivo, era necessario allenarsi e giocare molto. Vincere il Roland Garros con solo otto tornei giocati in un anno dimostra . È il risultato che rivendica la sua qualità tecnica sopra la forza della mente e la forza fisica?

R. Si tratta di una logica evoluzione della carriera Quando si invecchia, le cose sono tutte automatizzate,e il gioco in realtà non ha bisogno di molta preparazione. Onestamente, il tema mentale e fisico è fantastico averlo chiaro a livello di valori, al fine di vendere questa idea ed e' molto positivo. Credo che sia mentalmente e fisicamente è vero che sono stato un giocatore molto sfruttato, che ha sempre cercato di superarsi. A parte della capacita' di lottare e di dare il massimo, tale valore, come l'illusione di migliorare, è un valore mentale molto importante ... ma non si può ottenere quello che ho ottenuto senza tutto il resto, senza avere una gran dritto, un gran servizio e un grande controllo di palla. A volte ci dimentichiamo di sottolineare queste cose perché si esaltano le altre.

P. Non si può vincere senza una racchetta, eh?

R. Forza mentale e forza fisica ti aiutano in ogni momento del gioco, ma per vincere complessivamente le partite si vincono con il tennis e non la mente. Incontri con la mente si possono vincere come l'altro giorno in semifinale contro Djokovic, ma per vincere con la mente si deve raggiungere una situazione limite, e la situazione limite deve arrivare tenísticamente. E' una combinazione di tutto ciò. Il tennis è quello che mi fa arrivare fino dove sono arrivato e la forza mentale è quello che mi ha fatto ottenere le cose extra che on avrei ottenuto senza.

Vivo tutto quello che faccio con passione. Per tutto quello che mi ci e voluto per arrivare qui "
P. Non apprezzare la sua tecnica crede che è una questione di estetica, per non avere un rovescio ad una mano come Federer?

R. Se chiedete i miei avversari credo che vi diranno che tenísticamente ho molte cose speciali. Forse si e'sempre sottolineato di piu' la forza più mentale perché ho giocato molte partite lunghe,di cinque ore, in cui ho rimontato, molto, o partite molto equilibrate. Questo tipo di partite e logico che siano piu memorabili , e il mio stile di gioco, ha fatto sì che questi tipi di partite sono andati di pari passo con la mia carriera. Un Federer, per il suo modo di giocare, con non più di tre colpi, non ha avuto delle partite così lunghe nella sua carriera. Tecnicamente, non c'è dubbio che sia meglio di me, ma ovviamente io sono anche meglio della maggioranza. Se no, non avrei potuto essere qui.
veterano
veterano

Messaggi : 877
Data d'iscrizione : 09.01.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da cobrama il Mar 16 Lug 2013, 23:16

oedem ha scritto:
marco61 ha scritto:.... Voglio semplicemente dire che molto spesso il giocatore più scarso prevale sull'avversario, perchè in campo ha saputo fare le scelte giuste entro i limiti che la propria tecnica gli consentono. Ha usato la testa.
Secondo me in tal caso il giocatore più scarso ha semplicemente fatto quello che sa fare e niente di più, ossia ha piena coscienza e conoscenza del proprio tennis e ciò lo ha portato ad automatismi che il giocatore più completo tecnicamente non ha.

ma l'automatismo lo si apprende allenandosi, facendo partite e imparando dai propri errori.

la scelta giusta non fa parte della testa ma della tecnica/tattica, imho, perché durante la partita anche secondo me non si dovrebbe pensare proprio per non distogliersi dagli automatismi propri

puoi avere tutto l'automatismo del mondo creato ad arte in allenamento ma in partita spesso va a farsi benedire (sto parlando di quarta categoria) in un amen
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 52
Località : toscana

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da correnelvento il Mer 17 Lug 2013, 09:58

Pongo alla platea questi quesiti:

1. Come mai alcuni studenti si BLOCCANO agli esami anche se hanno studiato più di altri?

2. Come mai alcune persone VOMITANO dalla paura prima di fare una conferenza pubblica, anche se sanno benissimo il discorso?

3. Come mai alcune persone si BLOCCANO COMPLETAMENTE quando devono approcciare persone dell'altro sesso?

4. Come mai alcuni tennisti amatoriali, PRIMA di comincaiare una partita hanno i battiti MOLTO accelerati, il fiato corto, e le gambe bloccate?

5. Come mai alcune persone non dormono prima di un colloquio di lavoro?


Potrei andare avanti all'infinito.

Risposta: EMOTIVITA'

Semplicemente, esistono persone più EMOTIVE di altre.

Tali persone sono, e saranno, SEMPRE svantaggiate, in una competizione, rispetto a persone che (a parità di requisiti/tecnica/preeparazione) NON soffrono di emotività.

Si possono scrivere FIUMI di parole sulla tecnica, sugli automatismi e su tutto quello che volete.

Ma l'emotività (quindi la testa) gioca (soprattutto ai bassi livelli) un ruolo MOLTO importante nelle partite di tennis.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 15950
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da Lupo65 il Mer 17 Lug 2013, 10:47

Corre, son d'accordo con te e ti dico una cosa; io uno sport a livelli medio alti l'ho praticato, e una volta sistemato il lato tecnico per progredire ho dovuto sistemare proprio il lato emotivo.

Cio' che intendo dire e' che a parita' di tecnica e' l'abilita' di pensare calmo e lucido senza perdere concentrazione che ti da quel tanto in piu'. E che tu lo faccia con l'aiuto di uno psicologo dello sport of che tu lo faccia da solo, una volta allenate le gambe e le braccia va allenata pure la testa.

Ovvio, se tu hai punti ATP e io sono un 4.1FIT le prendero' da te comunque sia...
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da correnelvento il Mer 17 Lug 2013, 11:05

Lupo65 ha scritto:
Ovvio, se tu hai punti ATP e io sono un 4.1FIT le prendero' da te comunque sia...

Questo è ASSOLUTAMENTE incostestabile! Cool 

Il discorso dell'importanza della "testa" è valido in giocatori di pari livello tecnico/fisico.

In quel caso l'emotività gioca un ruolo importante.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 15950
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da gp il Mer 17 Lug 2013, 12:47

la parola emotività, secondo me è troppo generica: i motivi che generano l'emotività possono essere molteplici e i più disparati e un'unica parola non ne rappresenta realmente nessuno. facciamo un caso: lo spasimante che non riesce a sbloccarsi con l'amata e a rivelarsi. perchè si fa prendere dall'emozione? perchè potrebbe non essere sicuro del suo aspetto, avere fiducia in sè, oppure aver paura di un rifiuto o di essere giudicato, oppure ritenere di non poter mantenere una relazione con quella donna che sarebbe troppo impegnativa, oppure perchè è timido, o perchè non sa parlare bene o magari zagaja, o magari je puzza l'alito o le ascelle perchè nun s'è fatto la doccia...  
insomma il blocco emotivo potrebbe essere determinato da tante cause e affrontarle tutte insieme in maniera indistinta non aiuta a risolvere gli eventuali problemi che ne sono alla base. In questo senso la testa andrebbe allenata come qualsiasi altra parte del proprio fisico e l'allenamento per un tennista dovrebbe consistere nell'abituarsi a tralasciare tutto ciò che non aiuta ad ottenere l'obiettivo prefisso che potrebbe essere, ad esempio, mettere la palla in campo ed oltre la rete...
io penso che le persone più "sensibili" siano sicuramente più svantaggiate di altre nella prestazione sportiva poichè più facilmente di altre possono incorrere in qualche motivo che li rendono più fragili, se vogliamo, più emotivi, ma che se opportunamente allenate a diminuire, non aumentare, il contributo della testa nel complesso della prestazione, possono senz'altro migliorare e rilassarsi quanto serve per potersi esprimere al proprio meglio.
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da correnelvento il Mer 17 Lug 2013, 13:20

gp ha scritto:
io penso che le persone più "sensibili" siano sicuramente più svantaggiate di altre nella prestazione sportiva poichè più facilmente di altre possono incorrere in qualche motivo che li rendono più fragili, se vogliamo, più emotivi, ma che se opportunamente allenate a diminuire, non aumentare, il contributo della testa nel complesso della prestazione, possono senz'altro migliorare e rilassarsi quanto serve per potersi esprimere al proprio meglio.

Sicuramente l'emotività può essere attenuata con l'allenamento.

Ma, di fondo, resta il fatto che alcune persone (per i più svariati motivi, non sono uno psicologo) sono più fragili di altre.

E questo, nella competizione, le svantaggia.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 15950
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da gp il Mer 17 Lug 2013, 13:35

quello che volevo porre in evidenza è che una persona "emotiva" è quella che usa troppo e soprattutto a sproposito la testa, poichè spesso i problemi li autogenera attraverso la produzione di pensieri che non fanno altro che distrarlo dal suo obiettivo del momento (vincere una partita, superare un esame, fare una dichiarazione d'amore, ecc.). quindi gli esercizi per queste persone non sono quelli di "potenziare la testa" ma semmai di "depotenziarla" e ridurla al silenzio per fare in modo che gli automatismi siano liberi di esprimersi nel loro massimo di capacità, sfuggendo al "controllo" della testa che ha solo la capacità di rallentare molti processi fisiologici che stanno alla base del movimento. poi se questi automatismi servano a vincere una partita è tutta un'altra storia, dipende anche da quelli dell'avversario...
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da correnelvento il Mer 17 Lug 2013, 13:56

gp ha scritto:quello che volevo porre in evidenza è che una persona "emotiva" è quella che usa troppo e soprattutto a sproposito la testa, poichè spesso i problemi li autogenera attraverso la produzione di pensieri che non fanno altro che distrarlo dal suo obiettivo del momento (vincere una partita, superare un esame, fare una dichiarazione d'amore, ecc.). quindi gli esercizi per queste persone non sono quelli di "potenziare la testa" ma semmai di "depotenziarla" e ridurla al silenzio per fare in modo che gli automatismi siano liberi di esprimersi nel loro massimo di capacità,

Sicuramente è corretto quello che dici: e rappresenta alcune fattispecie di giocatore.

Vi sono anche giocatori (amatoriali, si intende) che vivono le ore (o i giorni) prima della partita attanagliati da una paura, che (a mio avviso) non può che condizionarli negativamente.

In questo caso non credo si tratti di "depotenziare" la mente... ma di agire sui meccanismi che fanno insorgere la paura.

Ovviamente uno psicologo potrebbe trattare la questione in modo professionale...

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 15950
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da marco61 il Gio 18 Lug 2013, 00:03

Ora faccio impazzire il vet. Avevo match di torneo alle 16.30, mi ero iscritto la scorsa settimana ma dopo la sconfitta dell'altro ieri avrei volentieri preferito non giocare. Lo stimolo sarebbe potuto arrivare se avessi potuto provare le Bastcore 40 che corre, con pacco celere 1, mi ha spedito ieri.
Per tutta la mattina ho rincorso il corriere, ma non sono arrivate. Scopro poi che, trattandosi di un torneo di terza, il tabellone di quarta non sarebbe andato avanti. Con una vittoria ero già qualificato, ma a me interessava il torneo di quarta, non di terza.
Ancora più svogliato, sono entrato in campo con un ragazzo 18enne tutto Pure Drive, dritto in top e rovescio a due mani.
Palleggiamo, alla prima palla sopra la spalla me ne sarei andato. L'unico pensiero fisso era andare in doccia il più presto possibile.
Siamo 4/1 per lui, quando ci viene restituita una palla uscita dal campo. Lui serve un seconda innocua, io rispondo ed un istante dopo chiedo di fermare il gioco perchè la pallina mi sembrava diversa. La mia palla finisce comunque nel suo campo, non avevo sbagliato nè lui si apprestava a tirare un vincente, semplice scambio interlocutorio.
Verificato che la pallina è uguale alle altre, questo pretende il punto perchè io ho fermato il gioco. Stando al regolamento gli do ragione, stando al buon senso gli dico che io non l'avrei fatto.
Insiste, ed è stato l'errore più grande che potesse fare.
Improvvisamente, da lì in avanti mi torna la voglia di giocare, ma soprattutto di vincere. Finisce 7/5 6/3 per me.
Che c'entra la testa? Prima entro in campo svogliato e pieno di frustrazioni, poi è bastato quell'episodio per trasformarmi e spingermi a vincere l'incontro.
Stesse persone, due situazioni completamente diverse da un secondo all'altro. Cosa si può dire se non che nella mia testa è scattato quel meccanismo che un secondo prima rimaneva bloccato?

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61
Admin

Messaggi : 10553
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 57
Località : sanremo

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da gp il Gio 18 Lug 2013, 07:23

hai semplicemente focalizzato la testa: hai smesso di pensare e vagheggiare su corrieri, racchette, tabelloni di 4^ e di 3^ e ti sei concentrato sul gioco. tutto lì, secondo me
gp
gp

Messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nadal e la forza mentale Empty Re: Nadal e la forza mentale

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum