chat
Chi è in linea
In totale ci sono 7 utenti in linea :: 1 Registrato, 0 Nascosti e 6 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Doc68

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     

Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Pagina 11 di 14 Precedente  1 ... 7 ... 10, 11, 12, 13, 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mar 20 Ott 2015, 21:13

Sbagli pure sul fatto che le racchette non si devono rompere. Basa che funzionino quando serve, e se non servono bene anche i pro le rompono. Perché pensi che fognini diokovic e tanti altri le rompano? Credi ancora alla favola che siano scatti ira o gesti incontrollati, le rompono perché non funzionano in maniera ottimale quindi le eliminano dalla loro attrezzatura. Fanno selezione naturale del parco racchette d'altra parte anche nella produzione selezionata delle racchette dei pro la qualità e la tolleranza delle specifiche delle racchette fa schifo. Lo stesso Federer ad inizio carriera ha dovuto fare parecchia selezione tra le sue Wilson poi ha avuto una partita fortunata e da allora ha giocato bene e non ha piu avuto bisogno di rompere racchette.

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mar 20 Ott 2015, 21:18

Chiros ha scritto:Sbaglio io eheh Very Happy
E gli steli che si aprono come Cicciolina:D ? Ma ci hai provato ad aprire gli steli?
Io si ho segato una racchetta.
Tolto l'ovale gli steli flettevano con relativa facilità rispetto a quanto possa mai riuscire a flettere con le sole mani invece il piatto corde. Per me é il puattocorde la parte solida di una racchetta, la giunzione agli steli il punto critico

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Mercuzio il Mar 20 Ott 2015, 22:05

Titanic ha scritto:... Perché pensi che fognini diokovic e tanti altri le rompano? Credi ancora alla favola che siano scatti ira o gesti incontrollati, le rompono perché non funzionano in maniera ottimale quindi le eliminano dalla loro attrezzatura. Fanno selezione naturale del parco racchette...



E' da una vita che aspettavo di trovare una scusa del genere!




Mercuzio

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 15.12.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Riki66 il Mer 21 Ott 2015, 06:34

Very Happy

Riki66

Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da MSport il Mer 21 Ott 2015, 07:39

peccato con ci sia più lo psicologo nel forum.............

MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 45
Località : Trezzano S/N (MI)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Chiros il Mer 21 Ott 2015, 08:54

e io che stavo facendo un discorso serio.
Comunque mi sono abbastanza stufato.

Solo mi piacerebbe sapere come vengono intrecciati i fogli tra ovale e steli durante la costruzione di una racchetta.

Chiros

Messaggi : 3226
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 42

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 09:12

Chiros ha scritto:e io che stavo facendo un discorso serio.
Comunque mi sono abbastanza stufato.

Solo mi piacerebbe sapere come vengono intrecciati i fogli tra ovale e steli durante la costruzione di una racchetta.


Scusami Chiros ma per usare un imac è essenziale sapere come vengono costruite le cpu?
Ma rimanendo sulla questione puo produrre deformazioni pericolose o portare rotture al telaio l'incordare dal basso ? vai tranquillo non le produce se non:
1 difetto di materiale
2 urti
3 serraggio e incordatura scellerata
e questo per esperienza personale su un numero considerevole di racchette
sia  a tensione bassissima, media ed altissima.
Non sei daccordo sui tre punti ?

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 09:22

Riki66 ha scritto:Very Happy

riki meriti un premio, avrai quello che cerchi. mandami messaggio privato.

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Chiros il Mer 21 Ott 2015, 09:31

L'esempio della CPU non c'entra. Quello che faccio è un discorso di conoscenza dei materiali per cercare di valutare struttura fisica dei materiali. è un discorso che a te non interessa ma dovresti pensarci. Magari non faresti più paragoni tra resistentza ovale della racchetta e un uovo. Sono 2 strutture che si comportano in maniera completamente diversa.


Comunque tornando in tema, io posso anche essere d'accordo, fermo restando che incordare dall'alto mi sembra essere una pratica ancor più sicura.

tu hai fatto le tue prove, da come scrivi. Io mi devo fidare, non sapendo quante ne hai fatte e se le hai ripetute nel tempo sulla stessa racchetta.

Io cercavo solamente qualcuno che avesse misurato le deformazioni.
Ma a quanto pare nessuno Suspect

Chiros

Messaggi : 3226
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 42

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 09:53

Chiros ha scritto:L'esempio della CPU non c'entra. Quello che faccio è un discorso di conoscenza dei materiali per cercare di valutare struttura fisica dei materiali. è un discorso che a te non interessa ma dovresti pensarci. Magari non faresti più paragoni tra resistentza ovale della racchetta e un uovo. Sono 2 strutture che si comportano in maniera completamente diversa.


Comunque tornando in tema, io posso anche essere d'accordo, fermo restando che incordare dall'alto mi sembra essere una pratica ancor più sicura.

tu hai fatto le tue prove, da come scrivi. Io mi devo fidare, non sapendo quante ne hai fatte e se le hai ripetute nel tempo sulla stessa racchetta.

Io cercavo solamente qualcuno che avesse misurato le deformazioni.
Ma a quanto pare nessuno Suspect

sul punto 1 blu: si,  anche  stessa racchetta ben oltre 50 incordature
sul punto 2 rosso: si ma dati secretati fino al 2050 tipo segreti di stato (giuro). Cmq sono inattendibili perche' per le modalita' usate ma non solo per quelle (come diceva mi sembra spalama ogni racchetta è irripetibile) portano inevitabilmente ad un guazzabuglio che di scientifico ha valore zero

Ps sull'uovo ci credo che siano due cose diverse ma prova a mettere l'uovo tra il palmo delle due mani e a stringerlo con quanta forza hai( la forza con cui il palmo stringe l'uovo è rappresentata dalle corde verticali, la testa ed il culo dell'uovo: la gola e la testa della racchetta) se l'uovo non ha difetti non ci riesci a romperlo.

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 10:47




22kg vendetta  Very Happy

4mm accorciamento, tanto è gia' parecchio lunga di suo
oggi vado a giocarci cosi

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da miguel il Mer 21 Ott 2015, 11:00

senza le orizzontali ?

miguel

Messaggi : 4692
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 50
Località : torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 11:01

miguel ha scritto:senza le orizzontali ?
non se ne accorge l'avversario è miope

ps. devo mettere 7 grammi di piombo senno la testa della racchetta è troppo leggerasenza le orizzontali

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Riki66 il Mer 21 Ott 2015, 11:08

Occhio che non ti scappi il piattone Very Happy

Riki66

Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 11:28

Riki66 ha scritto:Occhio che non ti scappi il piattone Very Happy
metterò elastici per tenerla dentro

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Chiros il Mer 21 Ott 2015, 11:31

Very Happy

Misura le deformazioni, anche col passare delle ore.



Chiros

Messaggi : 3226
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 42

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 11:33

Chiros ha scritto:Very Happy

Misura le deformazioni, anche col passare delle ore.



la regola è dopo 1 h, 3h e 5 ore di gioco ?

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Chiros il Mer 21 Ott 2015, 11:39

Niente regole, lo sai.

Chiros

Messaggi : 3226
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 42

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Wacos il Mer 21 Ott 2015, 11:50

Tornando a parlare di cose reali e non vaneggiamenti.
Ieri ho incordato con la protennis 480 plus, la mia fiammante prince warrior pro con la mia nuova fiammante black code 4s a 22 kg costanti, 4 nodi.

A fine lavoro misurando la tensione con il super aggeggio di pro-t-one mi viene fuori un bel 24 kg. scratch
Misurato stamattina mi esce 22,5 kg, quindi sempre più alto della tensione nominale.

Appurato che la macchina è tarata, l'unica cosa che ho fatto di "strano" è stato ridurre la velocità di trazione della macchina, passando da veloce a medio.

E' possibile che questo influisca sul modo di compattarsi della corda tale da "suonare" come fosse più tesa?


Wacos

Messaggi : 778
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 12:14

Wacos ha scritto:Tornando a parlare di cose reali e non vaneggiamenti.
Ieri ho incordato con la protennis 480 plus, la mia fiammante prince warrior pro con la mia nuova fiammante black code 4s a 22 kg costanti, 4 nodi.

A fine lavoro misurando la tensione con il super aggeggio di pro-t-one mi viene fuori un bel 24 kg.  scratch  
Misurato stamattina mi esce 22,5 kg, quindi sempre più alto della tensione nominale.

Appurato che la macchina è tarata, l'unica cosa che ho fatto di "strano" è stato ridurre la velocità di trazione della macchina, passando da veloce a medio.

E' possibile che questo influisca sul modo di compattarsi della corda tale da "suonare" come fosse più tesa?


Wacos, il chromatic, penso tu stia usando quello, è un buono strumento ma i primi minuti dopo incordatura a volte da risultati contrastanti,  aspetta un po' prima di usarlo a racchetta appena fatta e vedrai che funziona  bene.
Una riduzione minima della velocita di trazione non dovrebbe alzare di cosi' tanto il valore riportato, a velocita alta quanto ti dava come risultato ?

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 12:45

Wacos ha scritto:Sono sempre stato una persona a cui interessa capire le cose, per poter poi scegliere con la mia testa e con cognizione di causa. Sono immune al bisogno di appartenenza che porta molte persone a schierarsi nella vita, appoggiando idee metodi  concetti per puro squadrismo e spesso convenienza.
Succede nello sport, succede in politica e ho scoperto che succede anche nel mondo dell'incordatura.

C'è chi fa in un modo, chi fa in un'altro, chi ti dice che il suo è migliore chi ti dice che l'altro metodo è uno schifo.

Mai incordare dal basso e poi scopri che i giapponesi a volte lo fanno.
Mai tirare le due centrali insieme e poi un 'altra scuola ti obbliga a farlo.
Mai usare tensioni differenti sullo stesso spezzone di corda e poi scopri che ci sono metodi che usano tensioni differenziate in base alla posizione della corda.

E allora io dico: come fa ad essere credibile un sistema in cui i vari referenti te la raccontano uno l'opposto dell'altro?

Come fa uno ad attuare una scelta consapevole?


Rileggendo il primo post di wacos e la sua ricerca di chiarezza  ho riscovato un breve vecchio post in altro forum che pare scritto a fagiolo.
Chi sono ?
Io piu' che in incordatore mi sento uno incordatorologo e studiandone la genealogia sono giunto alla conclusione che un bravo incordatore per essere
ritenuto tale debba avere insito in se l’indole del cazzaro. Troppe variabili nell’insieme di campo palle,corde e racchette e soprattutto psiche del giocatore e quant’altro per poter giungere a delle certezze ‘sicure’. Gli stessi Brody, Cross e Lindsey nelle loro analisi hanno dovuto semplificare cio’ che ha nella sua complessita’ la sua
essenza per cui anche loro non sfuggono alla prima regola ovvero sono essi stessi degli emeriti cazzari. Ecco che
quindi anche nell’arte dell’incordare, un micromondo con poche certezze, diventa essenziale per il bravo
incordatore saper apparire e chi è che meglio appare: il Cazzaro.
Partendo quindi da questa tesi Incordatore-Cazzaro ma divenuta tramite prove evidenti, presenti in ‘natura’ un
assioma difficilmente contestabile, sono passato all’analisi del Cazzaro. Non mi dilunghero’ ora su questa tipologia
in varie forme presente un po’ in tutti anzi probabilmente è uno dei tratti che meglio identifica la razza umana,
(chi piu’ chi meno tutti siamo un po’ cazzari o sbaglio) ma mi piace dividere e dare una scala di valori alle sue
migliori espressioni: esiste quindi il Cazzaro d’oro, quello d’argento e quello di bronzo. Questo podio in realta’
non l’ho suddiviso in base ad una scala progressiva di cazzate che riescono a dire ma in base alle motivazioni che
spingono il soggetto ad essere un po’ piu’ Cazzaro degli altri: Il Cazzaro d’oro è quello che le spara come rivalsa
su una vita-esistenza misera e meschina in un mondo che forse non lo ha dotato di qualita’ al pari degli altri e
che trova cosi’ una sua dimensione ed una giusta rivalsa verso una natura ingiusta e crudele, ho assegnato quindi la
prima piazza perche’ in una societa’ permeata dalla morale cristiana rappresenta la rivincita del debole e dello
sconfitto verso i forti e piu’ dotati (si sa la natura è crudele e di principio non mette tutti ai nastri di
partenza alla pari, per una volta mettiamo gli ultimi per primi) . Il Cazzaro d’argento invece ha nel l’argent qui fait la guerre la motivazione principale. Le
spara non come sindorme di disturbo psicotico principale ma in quanto ha un rapporto con l’argent lievemente
disturbato e ha quindi una pulsione verso l’accumolo dello stesso; ecco che lo
spararle rappresenta una via facile e breve verso la sua finalita’.
Il cazzaro di Bronzo invece rappresenta forse lo stato e stadio piu’ puro del cazzaro: esso le spara con
naturalezza, ha una facilita’ clamorosa nel dirle con convinzione e sicurezza, necessita chiaramente di una notevole
faccia di bronzo da qui la medaglia di cazzaro di bronzo, la motivazione non è ne il denaro(nel caso direi piu’
una conseguenza) ne un disturbo ma una dote naturale e istintiva degna di un uomo superiore Nicciano (da non
confondere con il superuomo o oltreuomo sempre nicciano che è una cosa diversa). Egli riesce quindi ad essere
convincente perche’ in lui non avviene il normale passaggio pensiero-analisi - parola ma si ha la
creazione direttamente delle parole in maniera istintiva e naturale, in un processo che ha nella fluidita’ la sua
caratteristica principale. Per certi versi puo’ essere paragonato ad un filosofo confrontato ad uno scienziato: lo
scienziato nei pressi di un ruscello calcolera’ matematicamente la tenuta delle pietre situate sul fondo per
guadarlo senza bagnarsi i piedi mentre il filosofo con quattro balzi lo attraversera’ in un baleno. Spiccano quindi
in lui la capacita’ di salire facilmente i gradini di una qualunque attivita o settore che intraprende.
In realta’ ho dimenticato una quarta figura quella del Cazzaro Nero che in una specie di sintesi nicciana del
superuomo raggruppa un po’ tutte le altre tre figure; come il superuomo è anche colui che crea e da valori alle cose quindi chapeau  al Cazzaro Nero ...

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da MSport il Mer 21 Ott 2015, 13:27

scusate, ma arrivato all'aggettivo "breve", intravedendo la quantità di quanto precedeva, ho desistito... lol!

MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 45
Località : Trezzano S/N (MI)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Wacos il Mer 21 Ott 2015, 13:52

Titanic ha scritto:
Wacos ha scritto:Tornando a parlare di cose reali e non vaneggiamenti.
Ieri ho incordato con la protennis 480 plus, la mia fiammante prince warrior pro con la mia nuova fiammante black code 4s a 22 kg costanti, 4 nodi.

A fine lavoro misurando la tensione con il super aggeggio di pro-t-one mi viene fuori un bel 24 kg.  scratch  
Misurato stamattina mi esce 22,5 kg, quindi sempre più alto della tensione nominale.

Appurato che la macchina è tarata, l'unica cosa che ho fatto di "strano" è stato ridurre la velocità di trazione della macchina, passando da veloce a medio.

E' possibile che questo influisca sul modo di compattarsi della corda tale da "suonare" come fosse più tesa?


Wacos, il chromatic, penso tu stia usando quello, è un buono strumento ma i primi minuti dopo incordatura a volte da risultati contrastanti,  aspetta un po' prima di usarlo a racchetta appena fatta e vedrai che funziona  bene.
Una riduzione minima della velocita di trazione non dovrebbe alzare di cosi' tanto il valore riportato, a velocita alta quanto ti dava come risultato ?

Era la prima volta tra quel telaio e quella corda, quindi non ho dati di confronto.
In genere posso dire che usando la modalità veloce, mi esce la stessa tensione impostata da macchina, precisa precisa.

Un altra volta mi era uscita più alta, con la rip control, ma non ricordo se stavo usando la velocità di trazione media.

Wacos

Messaggi : 778
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da correnelvento il Mer 21 Ott 2015, 15:36

Nei Forum sono assolutamente individuabili il cazzaro d'oro e quello d'argento (li hai dipinti come una foto).

Di cazzari di bronzo ce ne sono parecchi (probabilmente io faccio parte di questo gruppo)

correnelvento

Messaggi : 9691
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Mer 21 Ott 2015, 15:44

correnelvento ha scritto:Nei Forum sono assolutamente individuabili il cazzaro d'oro e quello d'argento (li hai dipinti come una foto).

Di cazzari di bronzo ce ne sono parecchi (probabilmente io faccio parte di questo gruppo)

Ma te non incordi o sbaglio ?
Quello di bronzo piace un po' a tutti anche a me

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 11 di 14 Precedente  1 ... 7 ... 10, 11, 12, 13, 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum