chat
Chi è in linea
In totale ci sono 3 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Giappone e Islam
Da Kingkongy Oggi alle 10:05

» l'incontro di boxe del secolo è una bufala?
Da felixx Oggi alle 10:03

» raga...
Da Kingkongy Oggi alle 09:44

» kick serve
Da Doc68 Ieri alle 21:58

» Panatta, un fuoriclasse
Da superpipp(a) Ieri alle 19:38

» Reunion tennistica TT
Da superpipp(a) Ieri alle 19:31

» Piatti piccoli: uno spunto di riflessione.
Da Tempesta Ieri alle 17:32

» Il Servizio di Ivo...
Da Doc68 Ieri alle 13:22

» a proposito di fuoriclasse :-)
Da felixx Ieri alle 11:04

» Prince fan club
Da Doc68 Ieri alle 10:20

» Soluzione possibile al problema CO2
Da Chiros Ieri alle 09:43

» TOPSPIN INTEGRATORE UFFICIALE FIT
Da Doc68 Lun 21 Ago 2017, 22:52

» Nick Kyrgios
Da fabione65 Lun 21 Ago 2017, 17:11

» Radical Tour (giallo-nero)
Da Doc68 Lun 21 Ago 2017, 14:04

» A futura memoria: il post migliore della storia
Da correnelvento Lun 21 Ago 2017, 07:11

Classifiche FIT 2014-15
Class. iniziale Risultati:
 
Guida Salva| Carica| Reset
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
Parole chiave

Comp  contatto  kennex  Alex  Lenti  Rublev  Fischer  


Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Pagina 3 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Wacos il Lun 12 Ott 2015, 09:19

Noto con piacere che ogni occasione è buona per fare baruffa e che di inquinare il mio post che voleva essere luogo di incontro serio per discutere di tecnica di incordatura al di fuori dei soliti pregiudizi non ve ne frega un ca@@o.

Mi fa altrettanto piacere che mi abbiate risposto senza volerlo, confermando i miei timori sull' infantilismo delle beghe Ersa-Irsa, sembra di essere all'asilo Evil or Very Mad


avatar
Wacos

Messaggi : 886
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da correnelvento il Lun 12 Ott 2015, 09:24

Wacos ha scritto:


Mi fa altrettanto piacere che mi abbiate risposto senza volerlo, confermando i miei timori sull' infantilismo delle beghe Ersa-Irsa, sembra di essere all'asilo  Evil or Very Mad

Wacos... io ti ho risposto e ribadisco la mia idea.

Un "semplice" 4 nodi, con ORIZZONTALI che partono dall'alto è una garanzia di un buon lavoro, senza tema di smentita.

PS:
me ne fotto delle associazioni varie, non appartego (e non apparterrò mai) a nessuna di esse.
avatar
correnelvento

Messaggi : 10594
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Wacos il Lun 12 Ott 2015, 09:46

correnelvento ha scritto:
Wacos ha scritto:


Mi fa altrettanto piacere che mi abbiate risposto senza volerlo, confermando i miei timori sull' infantilismo delle beghe Ersa-Irsa, sembra di essere all'asilo  Evil or Very Mad

Wacos... io ti ho risposto e ribadisco la mia idea.

Un "semplice" 4 nodi, con ORIZZONTALI che partono dall'alto è una garanzia di un buon lavoro, senza tema di smentita.

PS:
me ne fotto delle associazioni varie, non appartego (e non apparterrò mai) a nessuna di esse.

Corre, ti ringrazio del consiglio che peraltro stavo già applicando, ma te la fai troppo semplice, perchè la vedi con gli occhi del cliente.

Dal punto di vista di chi incorda i parametri sono molti di più: ci sono N modi di montare la racchetta sulla macchina, N modi per tagliare le vecchie corde, N modi per contare lo spezzone di corda che ti serve, N modi di cominciare le verticali, N modi di fare l'ATW se uno vuole il 2 nodi (perchè se è vero che anche io preferisco il 4, se uni mi chiede 2 non è che posso dirgli no), N modi di fare i nodi, N modi per tirare le orizzontali, N modi per tirare le corde sul nodo ecc ecc.

A volte sono tutti d'accordo, a volte i "guru" sono in netta contrapposizione.

Per chi comincia come me ad incordare è un incubo: cosa faccio? quale metodo utilizzo se uno dice che va fatto così e quell'altro dice che va fatto colà?

Non me ne frega niente che la mia associazione, appena finito il corso sarò membro irsa, mi dice di fare così'.
Io voglio sapere i pro e i contro, perchè voglio capire come mai la Ersa, che in teoria è nata prima, dice invece di fare colà.

Il mio intento era cercare di raccogliere consigli vari per definire dei metodi che siano considerati buoni a prescindere dall'associazione che li promuove, essendoci nel forum voci diverse e anche esterne.
avatar
Wacos

Messaggi : 886
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da correnelvento il Lun 12 Ott 2015, 09:54

Wacos: in questo modo (a mio modesto avviso) non ne verrai mai fuori.

Ti infileresti in un ginepraio!

avatar
correnelvento

Messaggi : 10594
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da letyoursoul il Lun 12 Ott 2015, 10:47

Wacos ha scritto:
correnelvento ha scritto:
Wacos ha scritto:


Mi fa altrettanto piacere che mi abbiate risposto senza volerlo, confermando i miei timori sull' infantilismo delle beghe Ersa-Irsa, sembra di essere all'asilo  Evil or Very Mad

Wacos... io ti ho risposto e ribadisco la mia idea.

Un "semplice" 4 nodi, con ORIZZONTALI che partono dall'alto è una garanzia di un buon lavoro, senza tema di smentita.

PS:
me ne fotto delle associazioni varie, non appartego (e non apparterrò mai) a nessuna di esse.

Corre, ti ringrazio del consiglio che peraltro stavo già applicando, ma te la fai troppo semplice, perchè la vedi con gli occhi del cliente.

Dal punto di vista di chi incorda i parametri sono molti di più: ci sono N modi di montare la racchetta sulla macchina, N modi per tagliare le vecchie corde, N modi per contare lo spezzone di corda che ti serve, N modi di cominciare le verticali, N modi di fare l'ATW se uno vuole il 2 nodi (perchè se è vero che anche io preferisco il 4, se uni mi chiede 2 non è che posso dirgli no), N modi di fare i nodi, N modi per tirare le orizzontali, N modi per tirare le corde sul nodo ecc ecc.

A volte sono tutti d'accordo, a volte i "guru" sono in netta contrapposizione.

Per chi comincia come me ad incordare è un incubo: cosa faccio? quale metodo utilizzo se uno dice che va fatto così e quell'altro dice che va fatto colà?

Non me ne frega niente che la mia associazione, appena finito il corso sarò membro irsa, mi dice di fare così'.
Io voglio sapere i pro e i contro, perchè voglio capire come mai la Ersa, che in teoria è nata prima, dice invece di fare colà.

Il mio intento era cercare di raccogliere consigli vari per definire dei metodi che siano considerati buoni a prescindere dall'associazione che li promuove, essendoci nel forum voci diverse e anche esterne.

Ciao Wacos,
capisco la tua esigenza di certezze e di punti fermi, purtroppo, secondo il mio modesto e inutile parere, la cosa è un poco voluta...
Se vuoi un consiglio da un perfetto nessuno, riparametra tutto in funzione del risultato, accentando di fare le cose giuste, semplici e unanimamente riconosciute, con il tempo e l'esperienza riuscirai a farti un tua opinione sulle varie tendenze e sulle interpretazione dei "guru" e di quelli che realmente ne sanno di più (per competenza e professionalità).
Incordare è davvero divertente e può dare delle belle soddisfazioni, a patto di non farsi prendere "dal delirio di onnipotenza"...
A presto.
Let
avatar
letyoursoul

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 27.06.11
Età : 48
Località : Nord Ovest

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Simba il Lun 12 Ott 2015, 16:09

Wacos ha scritto:Noto con piacere che ogni occasione è buona per fare baruffa e che di inquinare il mio post che voleva essere luogo di incontro serio per discutere di tecnica di incordatura al di fuori dei soliti pregiudizi non ve ne frega un ca@@o.

Mi fa altrettanto piacere che mi abbiate risposto senza volerlo, confermando i miei timori sull' infantilismo delle beghe Ersa-Irsa, sembra di essere all'asilo  Evil or Very Mad



Mi sembrava di averti già risposto proprio volutamente, comunque ci riprovo:
in riferimento al titolo forse ti riferisci all'utilizzo di un pattern anzichè un altro ovvero qual'è la giusta scelta per quel determinato telaio?
Se è così e devi fare il corso Irsa ti rimando al tutor che conosco di persona e saprà darti delucidazioni esaustive. Non te le do qui perchè servirebbero papiri di scritti e i concetti possono essere confusi facilmente.
Anche il tutor ERSA ti darà delucidazioni: io ho fatto corsi con entrambe.
Tra l'altro proprio l'uso di un pattern rispetto ad un altro sono proprio uno dei temi di diatriba tra le due associazioni. Solo che una ne parla e basta, l'altra ha fatto test molto più attendibili non tanto per sminuire l'associazione per così dire "rivale" ma per verificare l'effettiva valenza delle ipotesi avanzate.
Sappi che comunque che certi temi sono sempre in discussione come ad esempio il sovratensionamento al nodo: si applica o no? E di quanto?  Ecco, in questo caso ci sono i personalismi dati dalla propria esperienza.
In quanto agli infantilismi ci sono stati e ci saranno sempre non soltanto nel mondo del tennis, ma a te interessano quelli o diventare un buon incordatore?
In bocca al lupo
avatar
Simba

Messaggi : 2317
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Vedi il profilo dell'utente http://ski-passvr.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Bertu il Lun 12 Ott 2015, 17:27

Simba ha scritto:

................
Sappi che comunque che certi temi sono sempre in discussione come ad esempio il sovratensionamento al nodo: si applica o no? E di quanto? ..............

Argomento molto interessante

Simba, quali sono gli argomenti a sostegno delle 2 tesi?
avatar
Bertu

Messaggi : 3092
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 52
Località : Monaco di Baviera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Lun 12 Ott 2015, 19:08

letyoursoul ha scritto:

Voglio dire, fare un quattro nodi o un due nodi, sbagliare la tensione di 1 o 2 o anche 3 kg, iniziare dal basso o dall'alto le orizzontali, fare dei nodi alla cazzum, determinano uno scompenso più nella psiche che nella tecnica.
Io ho provato a fare di tutto su di me e sui miei compagni E se nel mio caso l'esperimento era consapevole e quindi per certi aspetti poco attendibile, sui miei compagni era "segreto". Loro si fidano di me e in questi anni non hanno mai avuto una rimostranza da fare alle loro incordature, mentre le poche volte che le hanno fatte incordare in negozio o al circolo erano solo lamentele. Ma sappiate che il fatto non è assolutamente dovuto alla mia bravura (bravo non sono, forse solo un po' bastardo, cambiavo le tensioni a mio piacimento, sbagliavo a volte i nodi all'inizio, cambiavo pattern e via dicendo senza riferire loro niente), ma alla psiche umana che è per sua natura portata ad agganciare le proprie debolezze a fattori esterni. Che io facessi un patterns piuttosto che un altro, che eseguissi un nodo piuttosto che un altro, che iniziassi tirando una o due verticali, tirassi più le verticali delle orizzontali (o anche il contrario!!!) e via dicendo, non cambiava nulla nella loro percezione semplicemente perché avevano e hanno messo a tacere la loro testa con la certezza di avere un incordatore di fiducia e ciò li ha portati a concentrarsi solo sul loro tennis. E sono meno pippe di me: un buon quarta, un ottimo quarta e un buon terza. Lo stesso maestro del circolo provando le mie racchette percepiva solo la differenza di alcune corde (sto parlando di tipo di corda, multi o mono, neanche di marca) e null'altro.
Per me incordare da se ha solo questi grandi vantaggi: economicità e prevenzione dagli infortuni (con il monofilo) stop!
Per il variopinto mondo delle pippe, affidarsi ad un professionista o ad un incordatore di fiducia ha il vantaggio, neanche sempre vero, di mettere a tacere la propria necessità di aggrappassi ad una scusa per giustificare la propria "scarsezza" .
Fare incordare la racca in un grande magazzino e dal Gino del circolo, se proprio non è un cavallo, non ha nessuna apprezzabile controindicazione soprattutto se la scelta di farlo è quella economica.
Semmai l'unica vera cosa importante, per me, è tagliare il monofilo spesso e montarlo a tensioni basse.

Spero che nessuno se l'abbia a male, soprattutto chi di questa attività ci fa anche un lavoro.

Let
c'è molto di vero nelle tue parole, prendiamo poi anche la megapippa che incordare dal basso rovina le racchette, e se anche fosse vero ma vi trovate meglio cosi' ?
il problema è che non c'è inventiva e tutto è rimasto a 30 anni fa con piccole paranoie quindi si puo' tranquillamente affermare che incordare non è effettivamente una operazione a cuore aperto

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Lun 12 Ott 2015, 19:38

altra mega pippa: la deformazione del telaio!!
dipende come quanto e dove: una deformazione puo' essere salutare invece

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Titanic il Lun 12 Ott 2015, 19:51

Dogmi Dogmi Dogmi

Titanic

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 06.04.15
Località : forte dei marmi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Eiffel59 il Lun 12 Ott 2015, 20:38

Non era "Tora Tora Tora"? Suspect
avatar
Eiffel59

Messaggi : 2137
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : Brescia/Parigi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da superpipp(a) il Lun 12 Ott 2015, 21:12

Titanic ha scritto:altra mega pippa: la deformazione del telaio!!
dipende come quanto e dove: una deformazione puo' essere salutare invece
Ho cambiato avatar e nick, ora sono willy wonka ma fondamentalmente sono sempre una superpippa, detto questo mi spiegate cosa cavolo significa che non ci arrivo.

ww
avatar
superpipp(a)

Messaggi : 2508
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 61
Località : Vesuvio

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da marco61 il Lun 12 Ott 2015, 22:58

Nei forum, in particolare in questo, odio una cosa in particolare: i saputoni, o presunti tali, che sorgono dal nulla sputando vaghe sentenze senza motivarne il significato.
Titanic, se pensi di saperne più degli altri, dimostralo.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller



"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
avatar
marco61
Admin

Messaggi : 9173
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 55
Località : sanremo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Riki66 il Lun 12 Ott 2015, 23:51

Mi sembra un fake , spunta ogni tanto, piazza un paio di sentenze e scompare

Riki66

Messaggi : 1241
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : ???????

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da pro-t-one il Mar 13 Ott 2015, 00:18

E' da tempo che mi frulla in testa un test comparato con scanner laser ad alta precisione....
Vediamo se prima o poi riusciamo a portare a casa la pelle dell'orso.
L'incordatura non è un'operazione a cuore aperto ma è comunque qualcosa che permette al giocatore di rendere appieno e di incrementare la resa di un telaio anche di un 5% in caso di corretta scelta delle corde e della tensione.
Sembra incredibile ma stesso giocatore.... stessa racchetta.... stesso campo.... a distanza di pochi minuti con corda differente ha prodotto 10km orari di differenza in termini di media.
Saranno dunque puttanate, dogmi, regole inutili e non so che cosa altro ma le corde contano eccome pure come la tecnica e la pecisione di un'arte.... quella di incordare!
avatar
pro-t-one

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 11.10.14
Età : 45
Località : Cesena (FC)

Vedi il profilo dell'utente http://www.pro-t-one.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 13 Ott 2015, 06:16

Gabriele, le "nostre" sono solo pippe mentali. Cool

Incordare non è un'arte...la racchetta non va trattata con rispetto, ci sono deformazioni salutari ed addirittura si possono fare incordature diverse da quelle richieste e sbagliare apposta pattern tensione nodi e quant'altro tanto il ricevente non se ne accorge, echissenefrega se lo facciamo sulla proprietà altrui e non sulla nostra... What a Face
avatar
Eiffel59

Messaggi : 2137
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : Brescia/Parigi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da correnelvento il Mar 13 Ott 2015, 07:03

Direi che quegli interventi siano opera di un Troll...
avatar
correnelvento

Messaggi : 10594
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 13 Ott 2015, 07:24

Non posso che essere d'accordo... Suspect

Tornando in argomento: molti dei tuoi pensieri sono comprensibili e pure sotto molti aspetti condivisibili.
Però -e scusami se mi permetto di notarlo- anche tu ti rivolgi a persone di professionalità più che provata, e non a scalzacani/montatori/improvvisatori, il che mi fa pensare che qualche differenza si noti...o sbaglio?
avatar
Eiffel59

Messaggi : 2137
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 58
Località : Brescia/Parigi

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da correnelvento il Mar 13 Ott 2015, 08:14

Eiffel59 ha scritto:

Però -e scusami se mi permetto di notarlo- anche tu ti rivolgi a persone di professionalità più che provata, e non a scalzacani/montatori/improvvisatori, il che mi fa pensare che qualche differenza si noti...o sbaglio?

Mario.... ci si conosce forumisticamente da una vita.
Se ricordi, nel lontano '2008 sono stato quello che ti ha battezzato "Master" per le tue competenze.

Io RISPETTO PIENAMENTE la professionalità e la competenza di gente come te, o Protone.

E' ovvio!

Quello che sostengo è che anche molte persone "non diplomate" siano in grado di incordare e/o customizzare bene.

Ho "matchato", per esempio, diverse triplette di racchette a Seconda Categoria, e sono rimasti tutti soddisfatti.

Poi... se si vuole un lavoro di livello "assoluto", ci si rivolge a tecnici come te o Protone: persone che hanno macchine e competenze superiori.

Pagando naturalmente il prezzo che la professionalità esige.
avatar
correnelvento

Messaggi : 10594
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da letyoursoul il Mar 13 Ott 2015, 09:02

Eiffel59 ha scritto:Gabriele, le "nostre" sono solo pippe mentali. Cool

Incordare non è un'arte...la racchetta non va trattata con rispetto, ci sono deformazioni salutari ed addirittura si possono fare incordature diverse da quelle richieste e sbagliare apposta pattern tensione nodi e quant'altro tanto il ricevente non se ne accorge, echissenefrega se lo facciamo sulla proprietà altrui e non sulla nostra... What a Face

Signor Eiffel59,
può per cortesia dirmi se con la frase in grassetto si riferisce al sottoscritto, che troll non è, in quanto persona fisica e determinabile?
Senza polemica alcuna, ovviamente...
Let
avatar
letyoursoul

Messaggi : 198
Data d'iscrizione : 27.06.11
Età : 48
Località : Nord Ovest

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Wacos il Mar 13 Ott 2015, 09:57

Simba ha scritto:...
In quanto agli infantilismi ci sono stati e ci saranno sempre non soltanto nel mondo del tennis, ma a te interessano quelli o diventare un buon incordatore?
In bocca al lupo

Il grassetto ovviamente.
Il mio tutor è una persona in gamba e competente, e non ho nessun problema a chiedergli alcunchè, poi lui mi risponde a qualunque ora lo chiamo.

Però conosco anche persone dell'ersa, altrettanto brave, e ho constatato diversi modi di fare le cose in modo differente, e a sentire entrambi, è l'altro che "sbaglia".

Per diventare un bravo incordatore devo sapere cosa comporta un metodo e cosa comporta l'altro.

Facciamo un esempio molto pratico: partire con le verticali.

C'è chi insegna a tirare entrambe le corde, con metodi di blocco vari, e poi ritensionarle.
I pro sarebbero legati alla corretta deformazione del telaio. I contro il fatto di tensionare due volte le due verticali.
Dall'altra parte ho visto invece pinzare una corda, metterci dietro la starting clamp,e tirare l'altra verticale.
I pro sarebbero il non dover ritensionare la corda, e i contro la deformazione del telaio non simmetrica.

Ora: possibile che non vi siano state fatte delle misurazioni per determinare cosa è meglio o cosa no?

E' davvero solo una questione di punti di vista? Perchè se così fosse significherebbe che certe accortezze sono davvero solo marginali...








avatar
Wacos

Messaggi : 886
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 39
Località : Venezia e dintorni

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da superpipp(a) il Mar 13 Ott 2015, 10:32

Eiffel59 ha scritto:Gabriele, le "nostre" sono solo pippe mentali. Cool

Incordare non è un'arte...la racchetta non va trattata con rispetto, ci sono deformazioni salutari ed addirittura si possono fare incordature diverse da quelle richieste e sbagliare apposta pattern tensione nodi e quant'altro tanto il ricevente non se ne accorge, echissenefrega se lo facciamo sulla proprietà altrui e non sulla nostra... What a Face
Very Happy Very Happy Very Happy Grande umorismo
avatar
superpipp(a)

Messaggi : 2508
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 61
Località : Vesuvio

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da correnelvento il Mar 13 Ott 2015, 10:41

Wacos ha scritto:

E' davvero solo una questione di punti di vista? Perchè se così fosse significherebbe che certe accortezze sono davvero solo marginali...


È proprio una questione di punti di vista.
Esattamente come la "marginalità" di certe accortezze, soggette appunto all'interpretazione dell'informatore.

Risibile il fatto che due membri "titolati" della sedicente organizzazione numero uno al mondo dicano cose opposte...

Azzo, che standardizzazione!

avatar
correnelvento

Messaggi : 10594
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : Ligure DOC (naturalizzato Ciociaro)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da pro-t-one il Mar 13 Ott 2015, 11:02

Guardate con estrema serenità....
Ho le qualifiche sia in IRSA che in ERSA, vedo e mi confronto con incordatori in buona parte di Italia e sono giunto ad una mia personale conclusione che in qualche modo è una filisofia di vita....

Le regole servono; servono sopratutto per dare dei limiti e segnare dei confini.
Esistono prassi buone e cattive, consolidate e acdc.
Un buon tecnico agisce però ragionando e con una sua personale soggettività e con un margine di "artistica personalizzazione" che fa si che ogni mano sia differente dall'altra ma che consenta di operare nei margini del "lavoro compiuto a perfetta regola dell'arte".

Detto questo non vale la pena fare delle polemiche sterili ed inutili ma soltanto confrontarsi entro i limiti della correttezza e della sana consapevolezza dei propri limiti.

Se poi uno vuole incordare tirando due corde per volta.... dall'alto al basso, usando le pinze da idraulico, con una macchina non tarata e con corde prese a caso..... faccia pure non morirà nessuno ma sapendo che quella non è la regola aurea ma piuttosto l'aurea mediocritas.

Poi state sereni.... si tratta pur sempre di corde, racchette e sopratutto palle......
avatar
pro-t-one

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 11.10.14
Età : 45
Località : Cesena (FC)

Vedi il profilo dell'utente http://www.pro-t-one.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da MSport il Mar 13 Ott 2015, 11:07

Wacos ha scritto:
Simba ha scritto:...
In quanto agli infantilismi ci sono stati e ci saranno sempre non soltanto nel mondo del tennis, ma a te interessano quelli o diventare un buon incordatore?
In bocca al lupo

Il grassetto ovviamente.
Il mio tutor è una persona in gamba e competente, e non ho nessun problema a chiedergli alcunchè, poi lui mi risponde a qualunque ora lo chiamo.

Però conosco anche persone dell'ersa, altrettanto brave, e ho constatato diversi modi di fare le cose in modo differente, e a sentire entrambi, è l'altro che "sbaglia".

Per diventare un bravo incordatore devo sapere cosa comporta un metodo e cosa comporta l'altro.

Facciamo un esempio molto pratico: partire con le verticali.

C'è chi insegna a tirare entrambe le corde, con metodi di blocco vari, e poi ritensionarle.
I pro sarebbero legati alla corretta deformazione del telaio. I contro il fatto di tensionare due volte le due verticali.
Dall'altra parte ho visto invece pinzare una corda, metterci dietro la starting clamp,e tirare l'altra verticale.
I pro sarebbero il non dover ritensionare la corda, e i contro la deformazione del telaio non simmetrica.

Ora: possibile che non vi siano state fatte delle misurazioni per determinare cosa è meglio o cosa no?

E' davvero solo una questione di punti di vista? Perchè se così fosse significherebbe che certe accortezze sono davvero solo marginali...









Mi sorprende che proprio tu, che ti descrivi libero pensatore/confutatore di dogmi, non abbia approfondito il tema ponendo una semplice domanda:
La deformazione simmetrica o asimmetrica é mai stata misurata in maniera oggettiva e documentata dai sostenitori delle rispettive tesi?
Se non é stato fatto, si tratta di congetture, che pur se qualificate, tali rimangono con le conseguenze del caso

avatar
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 46
Località : Trezzano S/N (MI)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tecniche di incordatura - La scelta consapevole

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum