Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 19 utenti online: 2 Registrati, 0 Nascosti e 17 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

gabr179, Giampi83

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 116 il Mar 29 Dic 2020, 06:45
Ultimi argomenti attivi
» Lorenzo Musetti
Da max1970 Oggi alle 20:26

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Oggi alle 20:24

» Slinger Bag - trolley lanciapalle
Da gabr179 Oggi alle 18:35

» 28 aces in due set, considerazioni
Da superpipp(a) Oggi alle 18:14

» Berrettini
Da veterano Oggi alle 16:25

» Master 1000 a Roma
Da Incompetennis Oggi alle 14:32

» Pince Phantom 107G
Da Incompetennis Sab 08 Mag 2021, 14:33

» Gambali, polpacciere
Da scimi65 Ven 07 Mag 2021, 21:40

» SIM telefonica ricaricabile
Da Bertu Ven 07 Mag 2021, 19:28

» Epicondilite, se la conosci la eviti.
Da Angry_Bird Mer 05 Mag 2021, 21:37

» Fidarsi o non fidarsi !!!!
Da giascuccio Mer 05 Mag 2021, 09:49

» Madrid
Da Giovanni62 Mar 04 Mag 2021, 21:17


Aneddoto, che fa pensare

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Dom 19 Feb 2017, 16:09

Raccontato a me da amico, incordatore ufficiale ad un 25 mila dollari...

Mario Ancic porta due sue Yonex ad incordare e gli dice la tensione voluta.

Lui gli risponde: "le vuoi a 2 o 4 nodi?" (lo sa che si incordando a 4, ma lo ha chiesto per sicurezza)

Risposta di Ancic: "fai come ti pare, tanto non sentirei nessuna differenza"

Vi assicuro che chi me lo ha detto è SUPER AFFIDABILE...

Fate voi le vostre valutazioni.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Dom 19 Feb 2017, 16:21

Ossia "braccio rustico" che giocherebbe anche con una padella e non sentirebbe la benchè minima differenza? Shocked

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Dom 19 Feb 2017, 16:23

Doc68 ha scritto:Ossia "braccio rustico" che giocherebbe anche con una padella e non sentirebbe la benchè minima differenza? Shocked

Io direi piuttosto NOI, che ci facciamo troppe pippe mentali...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da max1970 Dom 19 Feb 2017, 16:33

Di sicuro ci facciamo troppe pippe mentali su corde e racchette. Comunque a livello PRO ci sono tennisti che se ne fregano ed altri più attenti ai dettagli. Ljubicic ad esempio era uno molto scrupoloso ed ho letto in una sua intervista che invece Nadal ci badava pochissimo.
max1970
max1970

Messaggi : 1682
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 50
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Dom 19 Feb 2017, 16:41

mah ... corre lo abbiamo sempre saputo infondo... noi giocavamo con nylon a 30 kg, dai, ma effettivamente non abbiamo mai saputo se erano 20, 25 o 30, giocavamo e basta perchè in base alla palla lunga o corta aggiustavamo il tiro e basta. Che ti devo dire che gioco meglio con la Liberty 1,30 (gentilmente donata da pasky76) o un anonimo syngut tecnifibre, o qualunque corda mi viene montata? Un giorno ad un mio giovane amico ho dato una lezione sulla quale ancora rimugina. Ho portato con me 10 telai: il più leggero nudo 285/32,5 il più pesante 380 gr finito: quindi 285, 300, 305, 310, 315, 325, 330, 345, 365. Ho giocato con ognuno dimostrandogli che con l giusta tecnica si può giocare ed anche bene, quindi corde, telai e tensioni aiutano ma non sono il fondamento poichè molte volte dopo ore di gioco la tensione scende e specialmente col mio gioco da 22/21 arriva a 20/19, poi seccano, induriscono ecc. Comunque sia è importante che non siano telai deleteri, corde rigide e tensioni esagerate, per il resto qualunque abbinamento ci può fare giocare bene. Questo è quello che penso.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Dom 19 Feb 2017, 16:45

Doc
Quoto tutto

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Matusa Dom 19 Feb 2017, 16:53

Doc68 ha scritto:Comunque sia è importante che non siano telai deleteri, corde rigide e tensioni esagerate, per il resto qualunque abbinamento ci può fare giocare bene. Questo è quello che penso.

No, su questo non sono d'accordo. Il perché lo ha spiegato Sonny in questo post:

correnelvento ha scritto:Avendo giocato con ogni tipo di racchetta esistente, dai 250 ai 420 grammi, devo dire che è corretto quanto detto da Bertu: il mio swing resta lo stesso a prescindere dal peso della Racchetta.
Con il risultato che, con una racchetta leggere la palla mi viaggia di meno, ed il rovescio in back tende a svolazzare; le risposte al servizio risentono in negativo della mancanza di peso; in fase di recupero (anche se si dice il contrario) la racchetta leggera risulta troppo instabile.

L'unico colpo in cui l'attrezzo leggero mi aiuta è il servizio, che effettuo solo di braccio... ma questo vantaggio non compensa gli svantaggi di una racchetta leggera nel mio gioco da fondo.
Matusa
Matusa

Messaggi : 1263
Data d'iscrizione : 17.02.17
Località : Nord-est

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Dom 19 Feb 2017, 17:19

il senso era che molti di noi comunque non hanno bisogno di particolari attenzioni per giocare al top, rispetto ai giocatori ATP, noi siamo più ruspanti.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da fabione65 Dom 19 Feb 2017, 20:52

Posso dirvi con assoluta certezza che ci sono tennisti a livello di challenger che se la racca non e' incordata a dovere non pagano la manodopera!!!! Aneddoto, che fa pensare 420441
Fabio.
fabione65
fabione65

Messaggi : 1340
Data d'iscrizione : 15.02.17
Località : Vicenza

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Dom 19 Feb 2017, 21:00

@fabione65 ha scritto:Posso dirvi con assoluta certezza che ci sono tennisti a livello di challenger che se la racca non e' incordata a dovere non pagano la manodopera!!!! Aneddoto, che fa pensare 420441
Fabio.

Ovviamente è come dici!
Anche tra i Pro ci sono quelli molto esigenti...
Ma ci sono quelli, Come Boris Becker, che portano le racchette all'incrdatore, dicendo che erano troppo molle, e dice di rifarle.
Il tecnico le mette da parte, senza farle.
Becker, ignaro, le riprende e, dopo averle provate dice:
"Ora sì che sono fatte bene"

Sarei curioso di fare test a doppio cieco, anche a giocatori veri.

Ne vedremmo Delle belle!

Come è successo con i Sommelier con bottiglie coperte...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Dom 19 Feb 2017, 21:03

fighissimo

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da fabione65 Dom 19 Feb 2017, 21:30

correnelvento ha scritto:
@fabione65 ha scritto:Posso dirvi con assoluta certezza che ci sono tennisti a livello di challenger che se la racca non e' incordata a dovere non pagano la manodopera!!!! Aneddoto, che fa pensare 420441
Fabio.

Ovviamente è come dici!
Anche tra i Pro ci sono quelli molto esigenti...
Ma ci sono quelli, Come Boris Becker, che portano le racchette all'incrdatore, dicendo che erano troppo molle, e dice di rifarle.
Il tecnico le mette da parte, senza farle.
Becker, ignaro, le riprende e, dopo averle provate dice:
"Ora sì che sono fatte bene"

Sarei curioso di fare test a doppio cieco, anche a giocatori veri.

Ne vedremmo Delle belle!

Come è successo con i Sommelier con bottiglie coperte...
Eh....ma quelli come Boris fanno parte di un'altra categoria!!!! fiufiu
Fabio.
fabione65
fabione65

Messaggi : 1340
Data d'iscrizione : 15.02.17
Località : Vicenza

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da spalama Lun 20 Feb 2017, 11:14

Il problema è sempre lo stesso: decidere a quale categoria apparteniamo noi e non gli altri.

Secondo la mia esperienza diretta, l'unica cosa che fa cambiare drasticamente prestazioni ad un attrezzo sono le corde in monofilamento.

A tutto il resto ci si adatta velocemente, pesi, bilanciamenti, grammi, kili, inerzie, potenze, materiali, nodi, contronodi, parnell o chi per lui.

Avre a bordo un synth gut, un multifilamento oppure un monofilamento invece cambia abbastanza la resa in campo dei colpi.

A parità di attrezzo, peso, bilanciamento, nodi e tensione, la differenza si tipologia di corda che hai a bordo si nota eccome.
spalama
spalama

Messaggi : 1220
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Chiros Lun 20 Feb 2017, 11:43

@spalama ha scritto:Il problema è sempre lo stesso: decidere a quale categoria apparteniamo noi e non gli altri.

Secondo la mia esperienza diretta, l'unica cosa che fa cambiare drasticamente prestazioni ad un attrezzo sono le corde in monofilamento.

A tutto il resto ci si adatta velocemente, pesi, bilanciamenti, grammi, kili, inerzie, potenze, materiali, nodi, contronodi, parnell o chi per lui.

Avre a bordo un synth gut, un multifilamento oppure un monofilamento invece cambia abbastanza la resa in campo dei colpi.

A parità di attrezzo, peso, bilanciamento, nodi e tensione, la differenza si tipologia di corda che hai a bordo si nota eccome.

Cioè come?
Chiros
Chiros

Messaggi : 5208
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 46
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da giascuccio Lun 20 Feb 2017, 11:52

le mie attuali racchette (head) le faccio incordare a 4 nodi perché so che la casa madre vuole cosi'.
Lo stesso quando avevo yonex

Le pure drive o babolat ad esempio, non me ne è mai fregato nulla, infatti sempre a 2 nodi.



"abra e giascu non si toccano, per definizione si autoreferenziano, ed hanno sempre ragione."
cit: Sunsemperki

"@ Satrapo : avete mai visto uno che sa mandare due palle di fila dall'altra parte del campo parlare di racchette?"


"Non serve che ti cancelli.
E' sufficiente che ti togli dai coglioni."  cit: Correnelvento

giascuccio

Messaggi : 1075
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 55
Località : Pontecagnano (SA)

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Lun 20 Feb 2017, 12:26

Io comunque faccio incordare sempre 4 nodi anche se pari tensione, credo che tenga meglio la tensione.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da spalama Lun 20 Feb 2017, 12:41

Come?

Il monofilamento è più prestazionale sotto il punto di vista del controllo, in maniera molto ma molto pronunciata rispetto alle altre due tipologie di corde.

Non è che con multi o synth non si controlli, ma con il mono, anche se non te ne rendi conto, se sbagli il controllo è perchè hai portato male il colpo, non ci sono filtri tra la corda il telaio e come porti il colpo.

In questo senso quando Agassi la provò per la prima volta chiese se erano corde legali.

Tutto nasce da questo comportamento molto neutro, senza alcuna elasticità intrinseca della corda che amplifica la restituzione del colpo.

Questo controllo "esagerato" garantito dal monofilamento fa si che il tennista possa sbracciare senza condizionamenti, quindi tira più forte, imprime maggiore rotazione perchè entra più velocemente sulla palla con la testa della racchetta senza paura di sbagliare, e sommando le due azioni, cioè tirare più forte e con più rotazione, ne scaturisce una palla più pesante e complessa da gestire per l'avversario.

Unico chiarimento a questo discorso, provato sul campo, con stesso telaio incordato con monofilamento e multifilamento, oppure monofilamento e synth gut, è che quando dico "tirare più forte" non faccio riferimento alla velocità di uscita della pallina dalle corde, ma faccio riferimento proprio al peso che riesco a trasferire sulla pallina senza perdere il controllo.

Ora, sembrerà strano, ma l'evidenza di come le corde monofilamento abbiano realmente cambiato il tennis, più dell'avvento della grafite o altri ammenicoli, ce l'ho avuta in questi giorni con le mie nuove racchette Prince "Woodie".

Un over di legno che pesa 390 grammi incluse corde, antivibrazioni ed overgrip, flex 37 (dico 37!!!!), di cui ho una coppia, una con synth gut ed una con monofilamento.

Allora, col synth si gioca tranquillamente, per carità, l'uscita di palla è più veloce, è più leggero l'impatto sul piatto corde, i tocchi sono buoni, il back fila via bene, ma la rotazione da sotto, cioè il top spin è un pò faticoso da imprimere, se non in condizioni di colpo ottimali, cioè posizione corretta del corpo, affiancato e non in open stance, e con altezza giusta della pallina, cioè proprio in stile classico.

Col monofilamento faccio quello che voglio come e meglio che con la racchetta in grafite.
Gioco tutte le rotazioni in ogni condizione, errori non forzati praticamente pari a zero, dritto pesante, servizio che prende il kick alla grande, controllo assoluto dei tocchi, ed a parte una velocità assoluta di uscita di palla più bassa rispetto a quella che avevo con le Pure Aero (ma questo è il telaio a determinarla), il rendimento complessivo in campo è migliore con la Woodie.

E' il monofilamento ad aver cambiato maggiormente il tennis, dall'epoca dell'ultima racchetta di legno ad oggi, non ho più alcun dubbio.
spalama
spalama

Messaggi : 1220
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Lun 20 Feb 2017, 12:48

Lo dice anche Todd Martin

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da rafa Lun 20 Feb 2017, 13:36

Oltrer 30 anni fa, scegilievo le corde in base al colore.
Tensione 17 kg perchè john mc si diceva usasse massimo 17 e spesso l'incordatore ( chiamiamolo cosi...) ci cambiava solo la corda rotta o al massimo le due corde vicine.,due wilson ultra 2 da 370 gr circa completamente diverse ma non sapevo cosa fosse bil. peso.s.w. t.w ecc..
Un anno arrivarono corde multicolori ,le trovai fantastiche ,non so che spessore avessero .Non persi nessun torneo (di livello infimo) in un anno intero.
oggi mi customizzo le racchette in modo maniacale dal silicone al piombo a bassa densità ... peso e bilanciamento identici e ...i miei!!!!...spessore corde ,tensione e rigidità corde telaio..fino al mistero de power pads..
cosa e cambiato rispetto ad allora????
30 anni fa nella mia testa ogni errore era solo colpa mia e cercavo costantemente di migliorarmi.
Riflessione...non è che una botta di sana ignoranza aiuti a giocare meglio??????!!!!???!!! Suspect Suspect Suspect
rafa
rafa

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 19.02.17
Località : vista mare :)

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Lun 20 Feb 2017, 13:38

@rafa ha scritto:

30 anni fa nella mia testa  ogni errore era solo colpa mia e cercavo costantemente di migliorarmi.
Riflessione...non è che una botta di sana ignoranza aiuti a giocare meglio??????!!!!???!!! Suspect Suspect Suspect

Questo è poco, ma sicuro. Aneddoto, che fa pensare 619881

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da miguel Lun 20 Feb 2017, 13:41

@rafa ha scritto:Oltrer 30 anni fa, scegilievo le corde in base al colore.
Tensione 17 kg perchè john mc si diceva usasse massimo 17 e spesso l'incordatore ( chiamiamolo cosi...) ci cambiava solo la corda rotta o al massimo le due corde vicine.,due wilson ultra 2 da 370 gr circa completamente diverse ma non sapevo cosa fosse bil. peso.s.w. t.w ecc..
Un anno arrivarono corde multicolori ,le trovai fantastiche ,non so che spessore avessero .Non persi nessun torneo (di livello infimo) in un anno intero.
oggi  mi customizzo le racchette in modo maniacale dal silicone al piombo a bassa densità ... peso e bilanciamento identici e ...i miei!!!!...spessore corde ,tensione e rigidità corde telaio..fino al mistero de power pads..
cosa e cambiato rispetto ad allora????
30 anni fa nella mia testa  ogni errore era solo colpa mia e cercavo costantemente di migliorarmi.
Riflessione...non è che una botta di sana ignoranza aiuti a giocare meglio??????!!!!???!!! Suspect Suspect Suspect

certo che è cosi', prima di internet mai pesato una racchetta in vita mia, mai guardato i nodi nelle incordature o il calibro delle corde..... ma ancora adesso, salvo casi isolati, chi sa giocare decentemente (diciamo da un buon terza in su) spesso non fa veramente caso a cosa utilizza....
miguel
miguel

Messaggi : 5663
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 54
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Lun 20 Feb 2017, 15:08

Pensate che una volta cambiavano anche solo due o tre corde!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Ospite Lun 20 Feb 2017, 15:23

Voglio chiarire (a scanso di equivoci) che questo post non ha la MINIMA intenzione di sminuire l'importante e prezioso lavoro dell'incordatore professionale.

Figura che, per competenza e passione, merita il massimo rispetto.

:king:

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da ace Lun 20 Feb 2017, 16:50

@rafa ha scritto:Oltrer 30 anni fa, scegilievo le corde in base al colore.
Tensione 17 kg perchè john mc si diceva usasse massimo 17 e spesso l'incordatore ( chiamiamolo cosi...) ci cambiava solo la corda rotta o al massimo le due corde vicine.,due wilson ultra 2 da 370 gr circa completamente diverse ma non sapevo cosa fosse bil. peso.s.w. t.w ecc..
Un anno arrivarono corde multicolori ,le trovai fantastiche ,non so che spessore avessero .Non persi nessun torneo (di livello infimo) in un anno intero.
oggi  mi customizzo le racchette in modo maniacale dal silicone al piombo a bassa densità ... peso e bilanciamento identici e ...i miei!!!!...spessore corde ,tensione e rigidità corde telaio..fino al mistero de power pads..
cosa e cambiato rispetto ad allora????
30 anni fa nella mia testa  ogni errore era solo colpa mia e cercavo costantemente di migliorarmi.
Riflessione...non è che una botta di sana ignoranza aiuti a giocare meglio??????!!!!???!!! Suspect Suspect Suspect

allora sono il campione degli ignoranti
mai capito nulla di corde , set up , racchette
il bilanciamento questo sconosciuto
non è un vanto , sono proprio refrattario a imparare quindi ci rinuncio

gioco , tiro qualche pallate e se mi chiedono come va la corda o la racchetta rispondo " beh in effetti ci si può divertire " assumendo una aria compiaciuta .......
ace
ace

Messaggi : 2465
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da pasky76 Lun 20 Feb 2017, 16:52

correnelvento ha scritto:Voglio chiarire (a scanso di equivoci) che questo post non ha la MINIMA intenzione di sminuire l'importante e prezioso lavoro dell'incordatore professionale.

Figura che, per competenza e passione, merita il massimo rispetto.

:king:

Grandissimo, ottimo chiarimento!
pasky76
pasky76

Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 18.11.14
Età : 44
Località : Lanciano

Torna in alto Andare in basso

Aneddoto, che fa pensare Empty Re: Aneddoto, che fa pensare

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.