Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 17 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 16 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

marco61

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 116 il Mar 29 Dic 2020, 06:45
Ultimi argomenti attivi
» Master 1000 a Roma
Da muster Ieri alle 23:06

» Lorenzo Musetti
Da Tempesta Ieri alle 19:32

» Camila Giorgi
Da nw-t Ieri alle 14:57

» Cosa ne pensate?
Da Matteo1970 Ieri alle 10:54

» Un buon torneo
Da Giovanni62 Mer 12 Mag 2021, 10:32

» Bill Tilden
Da max1970 Mar 11 Mag 2021, 22:01

» 28 aces in due set, considerazioni
Da Incompetennis Mar 11 Mag 2021, 20:14

» Gambali, polpacciere
Da gabr179 Mar 11 Mag 2021, 15:01

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Lun 10 Mag 2021, 20:24

» Slinger Bag - trolley lanciapalle
Da gabr179 Lun 10 Mag 2021, 18:35

» Berrettini
Da veterano Lun 10 Mag 2021, 16:25

» Pince Phantom 107G
Da Incompetennis Sab 08 Mag 2021, 14:33


Una Tensione per ogni corda

Andare in basso

Una Tensione per ogni corda  Empty Una Tensione per ogni corda

Messaggio Da Ospite Mar 30 Mag 2017, 21:52

"Ogni corda ha un proprio range di tensione ottimale per esaltare le doti di resilienza, ovvero risposta dinamica in campo elastico. La tensione di massima resilienza è tanto più bassa in funzione a quanto più rigida è la corda, come logico attendersi, dunque:
- con corde rigide adotteremo tensioni basse per sfruttare le doti resilienti della corda che saranno comunque espresse ad un "alto numero di giri", mentre alzeremo le tensioni qualora in presenza di una maggiore elasticità della corda.
- Gli aggiustamenti tensionali sono da proporre in funzione ad un dato punto di partenza ed in funzione alla maggiore ricerca di controllo profondità e spinta, sapendo che mentre è possibile rendere da controllo una corda con buone doti di reattività e resilienza innalzando la tensione, non potremo al contrario incrementare le doti elasticità, resilienza, reattività e potenza su di una corda molto rigida nata per un pubblico agonistico e con spiccate doti di controllo abbassando la tensione al di sotto di un determinato limite". cit. Ing. Gabriele Medri -Tecnica Tecnologia e Arte dell'incordatura.

Intanto la domanda o meglio le domande che sorgono spontanee dopo aver letto il libro ed in particolar modo questo passo, sono:
- quanto è utile o corretto, per noi amatori o agonisti a livello amatoriale, utilizzare corde da pro a tensioni a volte non consone al nostro livello?
- la regola vale sempre per tutte le corde o ci sono delle eccezioni?
- non sarebbe utile mettere sulle confezioni delle corde (su tutte perchè su alcune le ho viste) i range di tensione della suddetta corda? (noi comuni mortali non giocheremo mai con il budello alle tensioni di SuperMac!)

Nello specifico io sono riuscito con grande fatica di gambe a giocare con la Tour 1,30 di starburn a 12 kg. Dopo le 3 ore credevo di prendere il braccio un pezzo alla volta qua e là per il campo, invece così non è stato anche se  alcune corde rigide a tensioni bassissime sono più dannose che a tensioni alte. Ma è veramente possibile che una corda rigida a 10 kg possa fare più male della stessa corda a 25 kg?

Cosa ne pensate??? Grazie

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Una Tensione per ogni corda  Empty Re: Una Tensione per ogni corda

Messaggio Da marco61 Mar 30 Mag 2017, 23:13

Cerco di andare per ordine.

1) un tennista del nostro livello non dovrebbe mai giocare con corde agonistiche, nemmeno abbassando la tensione. Sarebbero soldi sprecati perchè quelle corde sono studiate per rendere bene sopra una certa tensione.

2) Le corde agonistiche sono sempre piuttosto rigide, non credfo esistano eccezioni.

3) Sulle confezioni andrebbero sempre stampate le indicazioni sull'uso corretto di una corda, ma probabilmente se ci si abituasse a leggerle ne venderebbero di meno.

4) Non credo proprio esistano corde più dannose a 10 chili piuttosto che a 25, sempre che non vengano utilizzate per lunghissimi periodi.


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11259
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Una Tensione per ogni corda  Empty Re: Una Tensione per ogni corda

Messaggio Da Ospite Mar 30 Mag 2017, 23:19

Grazie

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Una Tensione per ogni corda  Empty Re: Una Tensione per ogni corda

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.