Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 4 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da miguel Oggi alle 09:18

» Con che racchetta state giocando?
Da giascuccio Oggi alle 08:28

» Fabio Fognini
Da squalo714 Ieri alle 19:21

» Lorenzo Musetti
Da correnelvento Ieri alle 13:18

» Sinner, e la sua racchetta
Da yatahaze Ieri alle 12:23

» Auguri Aless
Da Chiros Ieri alle 11:01

» Giovani italiani fanno ben sperare.
Da max1970 Ieri alle 10:02

» Pure Strike 98 - 16:19 - 2018
Da correnelvento Mer 23 Set 2020, 15:58

» Djokovic, cosa succede?
Da Chiros Dom 20 Set 2020, 09:40

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da yatahaze Sab 19 Set 2020, 00:49

» preparazione invernale (scheda)
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 23:09

» Una palestra completa, con 70€
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 22:39

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

rapporto maestro allievo adulto

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da ace59 il Lun 05 Feb 2018, 10:44

io sono stato da un maestro solo negli ultimi anni , per i primi 35 anni di tenni ho fatto tutto da solo  

sono andato per due motivi specifici
imparare il kick
imparare il dritto con spin ( avevo pure cambiato racchetta per questo )

mi è andata male per entrambi i temi , anzi mi sono incasinato

ho capito che alla mia età cambiare impugnature ( dritto ) o impostazioni ( kick) non è possibile

oggi faccio ogni tanto qualche ora , ma solo per palleggiare

costo 25 euro/ora con campo
ace59
ace59

Messaggi : 2248
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Feb 2018, 10:54

ace59 ha scritto:
o

ho capito che alla mia età cambiare impugnature ( dritto ) o impostazioni ( kick) non è possibile


Lo penso anche io.
Tranne rarissime eccezioni, chi ha colpi consolidati da anni, fa MOLTISSIMA fatica a cambiarli.
E, anche quando riesce, sotto tensione, torna sempre ai vecchi movimenti.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Wacos il Lun 05 Feb 2018, 11:06

ace59 ha scritto:io sono stato da un maestro solo negli ultimi anni , per i primi 35 anni di tenni ho fatto tutto da solo  

sono andato per due motivi specifici
imparare il kick
imparare il dritto con spin ( avevo pure cambiato racchetta per questo )

mi è andata male per entrambi i temi , anzi mi sono incasinato

ho capito che alla mia età cambiare impugnature ( dritto ) o impostazioni ( kick) non è possibile

oggi faccio ogni tanto qualche ora , ma solo per palleggiare

costo 25 euro/ora con campo

Secondo me è solo un problema di approcio, come già detto in un altro post.

Per imparare una nuova routine non è necessario disfarsi della vecchia, mentre la maggior parte delle persone va in panico perchè pensa di dover disimparare quello che ha consolidato da anni.
Se uno invece si ponesse come se stesse per imparare un colpo nuovo, il percorso sarebbe più facile.

Certo è che ci vuole tempo, non basta mica la lezione, ci vuole pratica e soprattutto dedizione nell' allenare la nuova routine.

Se io ti insegno a ballare la salsa portoricana, di certo non mi vai in panico pensando di dover disimparare a camminare, giusto?  Wink
Wacos
Wacos

Messaggi : 1325
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Feb 2018, 11:10

Wacos ha scritto:


Se io ti insegno a ballare la salsa portoricana, di certo non mi vai in panico pensando di dover disimparare a camminare, giusto?  Wink

Non è proprio così.
Imparare la salsa è imparare una cosa nuova.
Modificare un dritto in continental, giocato da una vita, è molto più laborioso.

Non dico sia impossibile, ma è molto difficile.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Wacos il Lun 05 Feb 2018, 11:16

correnelvento ha scritto:
Wacos ha scritto:


Se io ti insegno a ballare la salsa portoricana, di certo non mi vai in panico pensando di dover disimparare a camminare, giusto?  Wink

Non è proprio così.
Imparare la salsa è imparare una cosa nuova.
Modificare un dritto in continental, giocato da una vita, è molto più laborioso.

Non dico sia impossibile, ma è molto difficile.

Laborioso sicuro,come qualsiasi progresso tecnicno, di certo tanto quanto imparare un colpo nuovo.

Il problema è che se pensi di dover cambiare il tuo dritto in continental prima per imparare il dritto in eastern diventa quasi impossibile.

Ma prova invece a pensare di imparare da zero un colpo nuovo.
E' un approcio completamente diverso, è un pò come lavorare sul rovescio in back e sul rovescio in top: sono sempre due rovesci ma sono diversi nella forma e nello scopo.

Uno può tenersi tranquillamente il dritto in continental e nello stesso tempo aggiungere però il dritto in top fatto con la eastern.

Poi un giorno diventerà come decidere di giocare il rovescio in back o piatto... Wink


Wacos
Wacos

Messaggi : 1325
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Mauro 66 il Lun 05 Feb 2018, 11:32

ace59 ha scritto:io sono stato da un maestro solo negli ultimi anni , per i primi 35 anni di tenni ho fatto tutto da solo  

sono andato per due motivi specifici
imparare il kick
imparare il dritto con spin ( avevo pure cambiato racchetta per questo )

mi è andata male per entrambi i temi , anzi mi sono incasinato

ho capito che alla mia età cambiare impugnature ( dritto ) o impostazioni ( kick) non è possibile

oggi faccio ogni tanto qualche ora , ma solo per palleggiare

costo 25 euro/ora con campo

un maestro di grande esperienza mi ha detto che oltre una certa età manco ci prova a far cambiare le impugnature; si lavora su altri particolari che possono comunque migliorare la prestazione
Mauro 66
Mauro 66

Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 05.06.17
Età : 54
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da ace59 il Lun 05 Feb 2018, 12:00

alla fine ci sono arrivato pure io
tuttavia se vuoi imparare il kick l'impugnatura e l'impostazione della seconda di servizio la devi per forza cambiare

nel mio caso ho rinunciato al kick , purtroppo
ace59
ace59

Messaggi : 2248
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Wacos il Lun 05 Feb 2018, 12:22

ace59 ha scritto:alla fine ci sono arrivato pure io
tuttavia se vuoi imparare il kick l'impugnatura e l'impostazione della seconda di servizio la devi per forza  cambiare

nel mio caso ho rinunciato al kick , purtroppo

Eh si, dal momento che servi con l'impugnatura del dritto per te il kick implica anche il cambio di impugnatura da aggiungere a tutto il pacchetto. Però nulla ti vieta di servire la seconda in slice.
Wacos
Wacos

Messaggi : 1325
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Philo Vance il Lun 05 Feb 2018, 12:31

Oppure di mettere tutte prime rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 786556
Philo Vance
Philo Vance

Messaggi : 1228
Data d'iscrizione : 25.06.17
Località : Dove posso tennistare

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da miguel il Lun 05 Feb 2018, 12:42

un adulto che gioca da tempo e vuole migliorare deve necessariamente mettere dei paletti. faccio presente che un maestro con le lezioni ci campa quindi non si fa scrupoli a farti fare una lezione in più piuttosto che una in meno.
miguel
miguel

Messaggi : 5490
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Matador66 il Lun 05 Feb 2018, 13:04

Sono dell'avviso che un maestro bravo, per farti migliorare, lavora su quello che trova, non ti stravolge il gioco......a meno che tu non voglia....
Ma con delle accortezze dovrebbe farti giocare comunque meglio.
ed aggiungo che la differenza tra un maestro normale ed uno bravo si percepisce alla prima lezione, per voglia, passione e metodo.
Purtroppo quelli bravi si interessano per lo più degli agonisti.
Matador66
Matador66

Messaggi : 635
Data d'iscrizione : 12.10.12

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da max1970 il Lun 05 Feb 2018, 14:08

Wacos ha scritto:
Diverso è se pretendi di decidere come gestire la lezione.
Gli esercizi e le modalità di apprendimento ovviamente le decide il maestro.

No assolutamente non intendevo questo, sarebbe davvero irrispettoso nei confronti del maestro. Ho visto che ci sono stati diversi interventi, mi sembrano tutti con una logica. Comunque il dubbio che mi stava venendo era riguardo all'impugnatura, ho visto che con la semi-western perdo sensibilità e non riesco a manovrare, tra l'altro con la strong eastern che è la mia impugnatura (anche se a volte tendevo ad adottare anche una eastern classica) riesco comunque a giocare in top spin. Ne ho parlato con il maestro e mi ha detto che in partita posso tranquillamente giocare con la strong eastern, in allenamento mi chiede di giocare con la semi western e di impugnare molto basso cercando di tenere la racchetta solo con 2 dita per insegnarmi a giocare più decontratto. Diciamo che adesso son più tranquillo, lui sostiene che allenandomi così avrò benefici con la mia presa tradizionale (un po' come il ragionamento di allenarsi con una racchetta pesantissima e poi tornare a giocare con una racchetta normale).
max1970
max1970

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 49
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Tempesta il Lun 05 Feb 2018, 19:48

Oltre al maestro che deve essere bravo a capire se ce la puoi fare e a scegliere il modo per farti arrivare al risultato, poi è necessario che l’allievo creda ciecamente di poter arrivare al risultato.
E questo l’allievo può farlo solo facendo sempre e comunque in partita e allenamento quello che dice il maestro. Accettando di peggiorare per un certo periodo di tempo nei risultati.

L’ho provato sulla mia pelle per imparare la seconda ( X un anno e mezzo a fare 20 15 10 doppi falli a partita e perdendo con tutti quelli che da autodidatta battevo tirando la seconda di la senza movimento solo appoggiandola.

Oppure per il tempo che ho dovuto imparare il rovescio in top che poi da un gg all’altro ho tirato naturalmente.

La cosa che mi ha portato più lavoro è il dritto.

A sprazzi bene poi male poi molto bene poi malissimo.

Più di due anni a lavorare su un colpo che inizialmente avevo tralasciato perché bene o male la tiravo di la anche se strappavo il movimento non giravo le spalle non appoggiavo bene i piedi non mi piegavo etc etc....

Poi da adulti è peggio perché si pensa anche in partita al colpo ed è la cosa peggiore.

Da circa 6/8 mesi ho smesso di lavorare sulla tecnica.
La base c’è e per migliorare non basterebbe una vita.

Sono e resto una pippa di quarta come giustamente dice Sonny ma ho accettato di essere peggio di quello che adesso sono migliorandomi.

Sinceramente adesso batto gente che quando ho iniziato a giocare speravo,un gg, di poter anche solo affrontare.

E questo è grazie al maestro ( ai maestri alcuni dei quali ho capito presto non fossero in grado e pensavano solo ai soldi)ma soprattutto grazie a me è alla passione che ci ho messo.
Tempesta
Tempesta

Messaggi : 2608
Data d'iscrizione : 19.12.14
Età : 49
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da correnelvento il Mar 06 Feb 2018, 08:17

Tutto giusto quello che ha detto Tempesta.

Dopo circa 5 anni di tennis assiduo, un adulto ha raggiunto il proprio livello.

Questo non significa che non possa migliorare, ma i miglioramenti sono, secondo me, attuabili solo nella GESTIONE tattica della partita, nell'esperienza nel come si giocano i punti importanti, nel trovare la giusta calma e concentrazione.

E, ovviamente, nel migliorare fisico e preparazione: quello si può SEMPRE migliorare.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Ospite il Mar 06 Feb 2018, 09:11

Tempesta ha scritto:Oltre al maestro che deve essere bravo a capire se ce la puoi fare e a scegliere il modo per farti arrivare al risultato, poi è necessario che l’allievo creda ciecamente di poter arrivare al risultato.
E questo l’allievo può farlo solo facendo sempre e comunque in partita e allenamento quello che dice il maestro. Accettando di peggiorare per un certo periodo di tempo nei risultati.

L’ho provato sulla mia pelle per imparare la seconda ( X un anno e mezzo a fare 20 15 10  doppi falli a partita e perdendo con tutti quelli che da autodidatta battevo tirando la seconda di la senza movimento solo appoggiandola.

Oppure per il tempo che ho dovuto imparare il rovescio in top che poi da un gg all’altro ho tirato naturalmente.

La cosa che mi ha portato più lavoro è il dritto.

A sprazzi bene poi male poi molto bene poi malissimo.

Più di due anni a lavorare su un colpo che inizialmente avevo tralasciato perché bene o male la tiravo di la anche se strappavo il movimento non giravo le spalle non appoggiavo bene i piedi non mi piegavo etc etc....

Poi da adulti è peggio perché si pensa anche in partita al colpo ed è la cosa peggiore.

Da circa 6/8 mesi ho smesso di lavorare sulla tecnica.
La base c’è e per migliorare non basterebbe una vita.

Sono e resto una pippa di quarta come giustamente dice Sonny ma ho accettato di essere peggio di quello che adesso sono migliorandomi.

Sinceramente adesso batto gente che quando ho iniziato a giocare speravo,un gg, di poter anche solo affrontare.

E questo è grazie al maestro ( ai maestri alcuni dei quali ho capito presto non fossero in grado e pensavano solo ai soldi)ma soprattutto grazie a me è alla passione che ci ho messo.
Da settembre ad ora ho lavorato per modificare la stance e l'impugnatura di diritto perché se arrivavo in ritardo strappavo. Da semi Western a eastern e da neutral a semiopen stance.
Prima palla da cesto con la mano, poi da cesto vicino alla rete e poi da cesto a metà campo.
Un poco alla volta, un passaggio alla volta.

Lo stesso discorso vale per il servizio, usavo un'impugnatura anomala ma avevo poca potenza e lancio di palla errato, ergo allenamento per lancio palla e servizio con impugnatura corretta.

I primi tempi il figlio di 6 anni del mio Istruttore giocava di gran lunga meglio di me (si potrebbe dire che non ci vuole molto) ma oggi è diverso sono più sciolto e decontratto,

Poi mi urla dietro sempre perché sto sempre a ridosso della linea di fondo campo e non distante. Ma questa è un'altra storia.

Se c'è il tempo e la possibilità credo che limare alcuni difetti tecnici può essere possibile. Stravolgere tutto non credo.
Tenacia e costanza.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da ace59 il Mar 06 Feb 2018, 09:25

capisco che essendo una passione prendiamo decisioni che a volte sono non proprio razionali
ed è giusto cosi
come detto sopra anche io recentemente ho fatto qualche ora con il maestro , non è andata come speravo ma ok lo stesso

tuttavia noto al mio circolo che ormai nessun over 50 fa lezioni di perfezionamento , pochi tra i 40 e 50
i maestri seguono solo ragazzi e under 30 sia agonisti che non

forse che sta cambiando qualcosa ?
il fatto che ci siano parecchi siti che illustrano e spiegano il tennis con una moltitudine di tutorial di tutti i tipi magari spinge di più al fare da soli ?

mah forse !

infine il mio postulato

dopo i 50 soldi buttati

tra i 40 e 50 soldi buttati all'80%

sotto i 40 , si può fare , dipende da quanto vuoi fare fatica




ace59
ace59

Messaggi : 2248
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da aless il Mar 06 Feb 2018, 09:36

Purtroppo anch'io la penso come Ace.
La carta d'identità non perdona Wink
aless
aless

Messaggi : 1586
Data d'iscrizione : 01.02.10
Età : 50
Località : ..

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Ospite il Mar 06 Feb 2018, 09:53

Però @Aless si che non puoi stravolgere tutto, ma limare qualche imperfezione e qualche lacuna tecnica credo che sia possibile.... Credo, poi tutto può essere il contrario di tutto.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da max1970 il Mar 06 Feb 2018, 10:21

correnelvento ha scritto:Tutto giusto quello che ha detto Tempesta.

Dopo circa 5 anni di tennis assiduo, un adulto ha raggiunto il proprio livello.

Questo non significa che non possa migliorare, ma i miglioramenti sono, secondo me, attuabili solo nella GESTIONE tattica della partita, nell'esperienza nel come si giocano i punti importanti, nel trovare la giusta calma e concentrazione.

E, ovviamente, nel migliorare fisico e preparazione: quello si può SEMPRE migliorare.

Si penso anche io che quel lasso di tempo generalmente stabilisce il livello di appartenenza. Nel mio caso sono tornato dal maestro per vedere se c'era la possibilità di fare qualche miglioramento tecnico anche se sono consapevole che in questo momento un salto di qualità posso farlo più dal punto di vista fisico atletico. Però giocare un po' meglio non mi dispiacerebbe, soprattutto nel dritto, che anche se è sempre stato il mio colpo migliore , non mi è mai piaciuto molto.
max1970
max1970

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 49
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da max1970 il Mar 06 Feb 2018, 10:40

ace59 ha scritto:capisco che essendo una passione prendiamo decisioni che a volte sono non proprio razionali
ed è giusto cosi
come detto sopra  anche io recentemente ho fatto qualche ora con il maestro , non è andata come speravo ma ok lo stesso
tuttavia noto al mio circolo che ormai nessun over 50 fa lezioni di perfezionamento , pochi tra i 40 e 50
i maestri seguono solo ragazzi e under 30 sia agonisti che non
forse che sta cambiando qualcosa ?
il fatto che ci siano parecchi siti che illustrano e spiegano il tennis con una moltitudine di tutorial di tutti i tipi magari spinge di più al fare da soli ?
mah forse !
infine  il mio postulato
dopo i 50 soldi buttati
tra i 40 e 50 soldi buttati all'80%
sotto i 40 , si può fare , dipende da quanto vuoi fare fatica

Io ne ho 47 quindi direi soldi buttati all'87% Very Happy . Comunque è vero quello che dici sul fatto che una passione ti induce a volte a scelte irrazionali. Nel mio caso però questa volta ci ho pensato un bel po', alcuni mesi prima di decidermi. Pur consapevole che di miglioramenti non se ne possano fare tanti non penso siano soldi buttati, perché quanto meno ci si allena con un certo metodo, mentre quando gioco con i miei soliti amici/avversari spesso ci si allena ad minkiam. Diciamo che anche questo mi ha indotto a tornare dal maestro, se ad esempio potessi avere uno come Corre con cui giocare una volta a settimana magari non ne avrei sentito il bisogno, ma troppe volte finisco la mia ora e mezza di partita insoddisfatto perché l'avversario è poco solido. Io non sono un grande giocatore ma uno scambio pesante lo reggo e lo cerco quando mi alleno se gioco con gente che dopo 2 scambi sbaglia mi girano le bolas e comunque non è il modo giusto di allenarsi.
max1970
max1970

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 49
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da max1970 il Mar 06 Feb 2018, 10:53

Comunque più che all'età la difficoltà a fare cambiamenti penso sia collegata a quanto tennis si ha alle spalle. Ad esempio io ho cambiato impugnatura a 38 anni dalla continental alla eastern senza grossi problemi, ma avevo ricominciato a giocare da meno di 1 anno e praticamente prima non avevo giocato per circa 16 anni. Semplicemente da ragazzo giocando con i miei amici usavo la continental per il dritto perché mi veniva spontaneo non me l'aveva insegnato nessuno. Adesso che gioco con continuità da 10 anni fare un cambiamento sarebbe molto più difficile.
max1970
max1970

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 49
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Ospite il Mar 06 Feb 2018, 14:43

Qualcuno si è mai allenato a ritmo di musica o a ritmo di bit, in pratica con il supporto della musica per trovare ritmo, concentrazione e decontrazione?


Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da mattiaajduetre il Mer 14 Feb 2018, 09:52

marco61 ha scritto:Il maestro deve essere messo in grado di lavorare in totale autonomia.
Interferendo nel suo lavoro, prima o poi il rapporto si logora.
Si spera però sempre che il maestro sia bravo, chiaro.
concordo...
del resto l'insegnante in gamba farà in modo naturalmente che l'allievo ponga pochi "paletti", poi ben vengano proposte o quesiti
buona giornata
mattiaajduetre
mattiaajduetre

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 20.10.14
Località : deep Padania

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Ospite il Mer 14 Feb 2018, 22:48

Il Maestro insegna, l'allievo esegue ed espone eventuali dubbi o problemi.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da st13 il Mar 24 Apr 2018, 11:59

più di una volta mi sono lamentato degli istruttori/maestri(?) della mia zona, ora invece penso di aver trovato una persona capace e SERIA.
è vero che ho fatto una sola lezione conoscitiva, in cui ha voluto vedere il mio livello per farsi un'idea di cosa migliorare, cosa cambiare e cosa invece mantenere del mio gioco, ma devo dire che la prima impressione è stata davvero positiva!!!
dopo 1 ora di tennis, in cui abbiamo alternato fasi di palleggio a spiegazioni del perchè bisognava fare in un modo piuttosto che in un altro, aveva inquadrato quota parte dei miei problemi e dispensato qualche consiglio utile.
solo per citare due esempi, nel servizio si è accorto subito che, in fase di chiusura, giro troppo il corpo verso sinistra (sono destrorso), e mi ha fatto notare come questo movimento mi fa ritardare il riposizionamento in fase di uscita dal servizio stesso. altra indicazione riguarda il braccio non dominante nel servizio, invece di tenerlo in alto ed iniziare la discesa mente il braccio con la racchetta sale per colpire la palla, ho l'abitudine di buttarlo giù troppo presto...
di certo non basteranno questi consigli per farmi servire come Federer, però nelle altre lezioni (poche), nessun maestro mi aveva detto nulla a riguardo........
fino al prossimo mese ci rivedremo per altre sedute e vedrò se le aspettative saranno confermate, per il momento sono contento di poter parlare bene di una persona che svolge il suo lavoro con passione e dedizione.

a voi il suo curriculum:

https://www.orangecoach.com/employers/resume/view/10913-daniele-longo

st13

Messaggi : 1625
Data d'iscrizione : 19.12.17
Età : 40
Località :

Torna in alto Andare in basso

rapporto maestro allievo adulto - Pagina 2 Empty Re: rapporto maestro allievo adulto

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.