Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 4 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 297 il Ven 11 Giu 2021, 13:52
Ultimi argomenti attivi
» Regolarità nel palleggio...
Da Andrea-s Ieri alle 22:18

» Berrettini
Da scimi65 Ieri alle 22:03

» la corsa al record degli slam
Da veterano Sab 19 Giu 2021, 12:46

» COVID, notizie NO-MAINSTREAM
Da DrDivago Ven 18 Giu 2021, 22:42

» Scarpe pianta larga
Da Raf81 Ven 18 Giu 2021, 08:52

» Jannik Sinner
Da yatahaze Ven 18 Giu 2021, 08:18

» Federer riparte e ......
Da Incompetennis Ven 18 Giu 2021, 00:11

» Wimbledon 2021
Da squalo714 Ven 18 Giu 2021, 00:04

» Roland Garros 2021
Da Incompetennis Mar 15 Giu 2021, 11:39

» Perchè Nole è più forte di Roger
Da max1970 Lun 14 Giu 2021, 13:58

» Consiglio nuova racchetta
Da derwelt Lun 14 Giu 2021, 13:19

» Yonex Vcore Pro HD 18.20
Da Ospite Mar 08 Giu 2021, 21:26


L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Ospite Gio 15 Mar 2018, 06:43

Apro un post su di un argomento molto dibattuto, ai circoli e sui forum tennistici.

IL BEL GESTO

A tutti piacerebbe eseguire un gesto tennistico aggraziato...  
Assomigliare ad un giocatore,  che so: il dritto di Federer o il rovescio di Stanimal!

Ma questo inseguimento (lecito)  non dovrebbe MAI compromettere l'efficacia del colpo stesso: nel senso che la consistenza deve essere comunque  la priorità.

Troppo spesso, al circolo, sento  dei "razzisti stilistici" denigrare i colpi meno aggraziati di avversari da cui perdono: "hai brutti colpi,  mi mandi fuori palla, tiri piano"...

Ecco: parliamo di questo.

Tutti noi saremo d'accordo nell'affermare che il tennis è  la rappresentazione non cruenta di un duello,  di una lotta.

Un vincitore,  un vinto.  
No way.

Immaginate ora due spadaccini del '700 che si sfidano in un duello.

Uno dei due ha uno stile impeccabile: si è  allenato con i mgliori maestri.

L'altro è  più  rozzo,  ma temprato da tante battaglie.

Comincia il duello,  ed il tecnico sembra avere la meglio, quando il rozzo,  con una manovra non ortodossa,  lo infilza al ventre.

Lo "stiloso",  morente,  dice le ultime parole:
"Come si fa a morire con uno che tira così  male di scherma? "

Vi ricorda qualcosa?

Appunto!

Il tennis è  un duello: se il "lanciatore di stracci" vi ha appena battuto,  ucciso tennisticamente, evitate la grandissima figura di merda di criticare il suo gioco.

Vi ha appena ucciso!

Ha rispettato le regole del duello?

Vi ha ucciso?

Bene! Fategli i complimenti,  e correte a fare cesti,  per diventare più consistenti... evitando,  se possibile,  di farvi uccidere la prossima volta.

Sia chiaro che quello che ho scritto non significa che bisogna tralasciare la tecnica.

Al contrario: essa è  importantissima.

Ma,  per cortesia, smettete di criticare il gioco di chi vi ha appena "ammazzato".

Godendo del fatto che essendo solo tennis,  avete la fortuna di continuare a vivere.

pirat

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Philo Vance Gio 15 Mar 2018, 08:30

Se si hanno gesti tecnici corretti,è più probabile generare colpi efficaci,ovvio.

Per gesti tecnico corretti non intendo solo il movimento del braccio,ma anche la ricerca della palla e gli appoggi che forse sono anche più importanti.

Se poi si perde contro qualcuno che tira mozzarelle in mezzo al campo con movenze sgraziate,secondo me non resta che stringere la mano all'avversario,fargli i complimenti e tenere un dignitoso silenzio...e chiedersi che cosa non va nella " propria " tecnica se basta quel tennis per soccombere


Il tennis è questione di gradi di aggressività.
Devi essere abbastanza aggressivo da controllare il punto,ma non così aggressivo da sacrificare il controllo e correre rischi inutili.

(André Agassi)
Philo Vance
Philo Vance

Messaggi : 1228
Data d'iscrizione : 25.06.17
Località : Dove posso tennistare

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Ospite Gio 15 Mar 2018, 08:31

@Philo Vance ha scritto:


Se poi si perde contro qualcuno che tira mozzarelle in mezzo al campo con movenze sgraziate,secondo me non resta che stringere la mano all'avversario,fargli i complimenti e tenere un dignitoso silenzio...e chiedersi che cosa non va nella " propria " tecnica se basta quel tennis per soccombere

Questo è quello che molti non vogliono capire.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da max1970 Gio 15 Mar 2018, 08:44

Tutto condivisibile. Sottolinerei un paio di cose:
1) stile e tecnica non sono la stessa cosa e se uno tira più fuori che dentro non è la testa che manca, ma la tecnica;
2) a livello di quarta giocatori "belli" da vedere sono una merce più unica che rara.

max1970

Messaggi : 1787
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 50
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da muster Gio 15 Mar 2018, 09:02

@max1970 ha scritto:Tutto condivisibile. Sottolinerei un paio di cose:
1) stile e tecnica non sono la stessa cosa e se uno tira più fuori che dentro non è la testa che manca, ma la tecnica;
2) a livello di quarta giocatori "belli" da vedere sono una merce più unica che rara.
Condivido , io sono uno di quelli brutti da vedere
muster
muster

Messaggi : 1550
Data d'iscrizione : 17.01.11
Località : fra bergamo e lecco

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da miguel Gio 15 Mar 2018, 09:05

tutto giusto, suggerirei anche di non dare giudizi prima di aver affrontato in partita qualcuno.
mi è capitato spesso di vedere da fuori gente che mi aveva lasciato un'ottima impressione e poi vincere facile in campo e viceversa. perchè quello che conta alla fine non è la bellezza ma l'efficacia di un colpo. se poi si riesce ad avere entrambe le cose tanto meglio.
miguel
miguel

Messaggi : 5685
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 54
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da doctor_tennis Gio 15 Mar 2018, 09:16

Storia 1.

Conoscete Red Auerbach e Rick Barry?

Red è il rosso è stato forse l'allenatore/manager più vincente della storia della NBA.

Rick Barry era una fortissima ala di Golden State, famoso perchè tirava i liberi con lo stile "della nonna", cioè con due mani, da sotto. Peccato che con quello stile, Rick segnasse il 90% dei liberi, il che lo colloca tutt'ora, al quarto posto tra i migliori tiratori dalla lunetta della storia.
Red Auerbach portava sempre Rick Barry ad esempio, sostenendo che non esiste lo stile perfetto per tutti, ci sono dei principi generali, ma poi ognuno deve trovare il proprio.



Qual è lo stile giusto? Quello che funziona, per noi.
doctor_tennis
doctor_tennis

Messaggi : 228
Data d'iscrizione : 20.02.17
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Ospite Gio 15 Mar 2018, 11:17

@muster ha scritto:
@max1970 ha scritto:Tutto condivisibile. Sottolinerei un paio di cose:
1) stile e tecnica non sono la stessa cosa e se uno tira più fuori che dentro non è la testa che manca, ma la tecnica;
2) a livello di quarta giocatori "belli" da vedere sono una merce più unica che rara.
Condivido , io sono uno di quelli brutti da vedere

Non e così.
Colpisci sempre coordinato, e davanti al corpo.
Colpendo la palla in alto.

Meglio della stragrande maggioranza dei quarta categoria.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da muster Gio 15 Mar 2018, 12:42

correnelvento ha scritto:
@muster ha scritto:
@max1970 ha scritto:Tutto condivisibile. Sottolinerei un paio di cose:
1) stile e tecnica non sono la stessa cosa e se uno tira più fuori che dentro non è la testa che manca, ma la tecnica;
2) a livello di quarta giocatori "belli" da vedere sono una merce più unica che rara.
Condivido , io sono uno di quelli brutti da vedere

Non e così.
Colpisci sempre coordinato,  e davanti al corpo.
Colpendo la palla in alto.

Meglio della stragrande maggioranza  dei quarta categoria.

Grazie Giovanni troppo buono..
Però il servizio dopo 10 lezioni con il maestro fa ancora cagare l'unica cosa che ho migliorato e tenere ferma la gamba sinistra e portare avanti la destra. La racchetta non c'è verso di farla scendere dietro la schiena
muster
muster

Messaggi : 1550
Data d'iscrizione : 17.01.11
Località : fra bergamo e lecco

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da max1970 Gio 15 Mar 2018, 13:42

Corre e Muster, entrambi giocate con ottima coordinazione e appoggi, ci metterei la firma!

max1970

Messaggi : 1787
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 50
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da gilgamesh Gio 15 Mar 2018, 14:10

Secondo me a livello infimo (il nostro) non conta nulla, o molto poco il bel gesto, perché si può essere molto efficaci anche con gezti molto artigianali, anzi, chi riesce ad essere veramente efficace spesso rinuncia al bel gesto perché non riesce a renderlo compatibile col colpo. Peró a livelli da medio alti in su allora se il gesto non è corretto tecnicamente, pulito fluido e decontratto, e quindi anche bello da vedere non è nemmeno incisivo.
gilgamesh
gilgamesh

Messaggi : 185
Data d'iscrizione : 01.05.12
Località : firenze

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Matteo1970 Gio 15 Mar 2018, 14:36

Premetto che per me, stile e tecnica sono quasi la stessa cosa, poichè se lo stile non avesse valenza tecnica, sarebbe solo energia sprecata.

Muster, tu hai uno stile che a me piace, si, il servizio è il punto debole stilisticamente e guarda a caso anche come efficacia. Ma il resto , cavolo, a me piace. Corre è sicuramente meno ortodosso, ma molto efficace, riesci a caricare il top di diritto con un moviemnto tutto tuo, ma il risultato è costante e sicuramente di buon livello.

Per ciò che mi concerne io vedo che il mio miglioramento su un singolo colpo avviene man mano che faccio mia la tecnica complessiva dl colpo, il che si traduce con una miglioramento stilistico. Questo perchè probabilmente ho una tipologia di capacità coordinativa che richiede la catena cinetica standard. Altri, probabilemnte, per carattersitiche fisiche e coordinative, ottengono il miglior risultato con una catena cinetica diversa e personale.

Ad ogni modo, è sempre il risultato che conta.




Matteo1970
Matteo1970

Messaggi : 1863
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da aless Gio 15 Mar 2018, 14:59

Se uno ha buona tecnica e bei colpi, a parità di condizione atletica e di età, non perde da un rozzo.
A volte c'è troppa sopravvalutazione di sé in chi si duole di aver perso da uno sgraziato nei colpi.
Il tennis è uno sport che allena l'umiltà e il riconoscimento dei propri errori.
Chi nelle sue sconfitte trova sempre una giustificazione è un poveretto condannato a non progredire mai nei risultati.
Fatica sudore umiltà allenamento e riconoscimento dei meriti altrui: queste sono le condizioni per il miglioramento.
Però ripeto avere dei bei colpi e buona tecnica VERA ed oggettiva aiuta sempre
aless
aless

Messaggi : 1652
Data d'iscrizione : 01.02.10
Età : 50
Località : ..

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da wetton76 Gio 15 Mar 2018, 16:35

@aless ha scritto:...
Però ripeto avere dei bei colpi e buona tecnica VERA ed oggettiva aiuta sempre

Se si gioca da fermi aiuta di sicuro, in una partita con frequenti spostamenti in avanti e laterali anche chi è dotato di una buona tecnica và incontro a delle difficoltà, tipo gestire una pallina addosso al corpo oppure andarla a cercare con le gambe...
wetton76
wetton76

Messaggi : 525
Data d'iscrizione : 14.07.10
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da aless Gio 15 Mar 2018, 17:16

Wetton, io parlavo di tecnica associata a stessa condizione atletica di chi la tecnica non possiede
aless
aless

Messaggi : 1652
Data d'iscrizione : 01.02.10
Età : 50
Località : ..

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da ace Gio 15 Mar 2018, 18:37

Questo è un gran cavallo di battaglia di Corre.

Porta un sacco di argomenti chiari e inequivocabili per sostenere la sua tesi e li scrive con la giusta ironia

.come non essere d'accordo ?

Ebbene lo ammetto non sono d'accordo , adesso lapidatemi pure sul campo da tennis

Io credo che lo stile o meglio la tecnica sia l'unica strada possibile perimparare e migliorare a giocare a tennis , ma vale per tutti gli sport .

Solo grazie alla tecnica si raggiungono rilsultano importanti che non sono battere il cialtrone del club che fa il fighetto tutto vestito bene e stiloso ma non butta di là una palla.

La massima espressione ènaturalmente federer ,graxie alla sua tecnica e riuscito a migliorare anche dopo una intera carriera

Ovvio che il cagnaccio senza stile può battere chiunque , ma in verità Giovanni se tu dovessi mandare tuo figlio a imparare a giocare vorresti giocasse come federer o come Santoro ?

Solo per dire due

Quindi viva la tecnica e abbasso i cagnacci Very Happy Very Happy

Si scherza eh

ace
ace

Messaggi : 2487
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da max1970 Gio 15 Mar 2018, 18:55

Per me l'equivoco è quello di confondere lo stile con la tecnica. Chiaro che un giocatore che padroneggia bene la tecnica sia anche abbastanza stiloso, ma non essendoci in quarta giocatori dotati di tecnica sopraffina ecco che non si vedono neanche giocatori particolarmente belli.

max1970

Messaggi : 1787
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 50
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da wetton76 Gio 15 Mar 2018, 21:00

@aless ha scritto:Wetton, io parlavo di tecnica associata a stessa condizione atletica di chi la tecnica non possiede

Ok, sono d'accordo sull'importanza della tecnica.

Quello che ho scritto in realtà prende spunto dal mio gioco: nonostante abbia un buon braccio (anche a detta di altri) perdo troppe partite.

Uno dei motivi è che probabilmente vincerei molto di più se giocassi i punti quasi da fermo .... purtroppo gestisco male gli spostamenti o i non spostamenti, ovvero quando colpisco una pallina troppo addosso al corpo senza crearmi lo spazio.
wetton76
wetton76

Messaggi : 525
Data d'iscrizione : 14.07.10
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Tempesta Gio 15 Mar 2018, 21:40

ace59 ha scritto:Questo è un gran cavallo di battaglia di Corre.

Porta un sacco di argomenti chiari e inequivocabili per sostenere la sua tesi e li scrive con la giusta ironia

.come non essere d'accordo ?

Ebbene lo ammetto non sono d'accordo , adesso lapidatemi  pure sul campo da tennis

Io credo che lo stile o meglio la tecnica sia l'unica strada possibile perimparare e migliorare a giocare a tennis , ma vale per tutti gli sport .

Solo grazie alla tecnica si raggiungono rilsultano importanti che non sono battere il cialtrone del club che fa il fighetto tutto vestito bene e stiloso ma non butta di là una palla.

La massima espressione ènaturalmente federer ,graxie alla sua tecnica e riuscito a migliorare anche dopo una intera carriera

Ovvio che il cagnaccio senza stile può battere chiunque , ma in verità Giovanni se tu dovessi mandare tuo figlio a imparare a giocare vorresti giocasse come federer o come Santoro ?

Solo per dire due

Quindi viva la tecnica e abbasso i cagnacci  Very Happy  Very Happy

Si scherza eh


Sono d’accordo con Ace.
E comunque giocando giocando chi ha più tecnica ha maggiori margini di miglioramento.
E quando ha acquisito delle basi certe ha possibilità maggiori nel gioco.

Chi invece non ce l’ha arriva li ed è solo destinato ad un lento declino.......................


"Chi dice che vincere e perdere non conta,probabilmente ha perso" Martina Navratilova


"E che serva di lezione a tutti. Nessuno batte Vitas Gerulaitis 17 volte di fila"
Vitas Gerulaitis , dopo aver finalmente battuto Jimmy Connors dopo 16 sconfitte di fila
Tempesta
Tempesta

Messaggi : 2796
Data d'iscrizione : 19.12.14
Età : 50
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Simba Gio 15 Mar 2018, 22:00

correnelvento ha scritto:
@Philo Vance ha scritto:


Se poi si perde contro qualcuno che tira mozzarelle in mezzo al campo con movenze sgraziate,secondo me non resta che stringere la mano all'avversario,fargli i complimenti e tenere un dignitoso silenzio...e chiedersi che cosa non va nella " propria " tecnica se basta quel tennis per soccombere

Questo è quello che molti non vogliono capire.

Molti = 95% e forse più


USRSA MRT
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Ospite Ven 16 Mar 2018, 06:59

ace59 ha scritto:Questo è un gran cavallo di battaglia di Corre.

Porta un sacco di argomenti chiari e inequivocabili per sostenere la sua tesi e li scrive con la giusta ironia

.come non essere d'accordo ?

Ebbene lo ammetto non sono d'accordo , adesso lapidatemi  pure sul campo da tennis

Io credo che lo stile o meglio la tecnica sia l'unica strada possibile perimparare e migliorare a giocare a tennis , ma vale per tutti gli sport .

Solo grazie alla tecnica si raggiungono rilsultano importanti che non sono battere il cialtrone del club che fa il fighetto tutto vestito bene e stiloso ma non butta di là una palla.

La massima espressione ènaturalmente federer ,graxie alla sua tecnica e riuscito a migliorare anche dopo una intera carriera


In realtà, Ale, sosteniamo la stessa cosa.
Io NON mi sognerei mai di dire che la tecnica non sia importante (anzi: sostengo il contrario).
La mia critica è rivolta a coloro che, inseguendo il "bel gesto" danno la priorità all'estetica piuttosto che all'efficacia.
Naturalmente criticando quelli che (erroneamente) credono inferiori a loro.
In pratica, come mi sembra dicesse Max, confondono la TECNICA con lo STILE.
In qualsiasi sport, per primeggiare, occorre tecnica (e molta).
Ma questa NON SEMPRE vuol dire "bel gesto".
Vogliamo parlare del dritto devastante di BERASATEGUI?
O del servizio di Jay BERGER?
Due top ten.

Noi stiamo parlando di persone che, nel 90% dei casi non diventeranno neanche dei 4.1.
Quello che io noto (parlo dei frequentatori di circolo che normalmente frequento) è che tutti questi amatori si arrovellano di disquisizioni tecnico-stilistiche sopraffine... restando "imbullonati" al campo, senza un minimo split-step e con una consistenza pari allo zero.
A tutti questi, consiglio sempre di guardarsi in video: molte delle loro certezze evaporeranno immediatamente.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da miguel Ven 16 Mar 2018, 09:00

do ragione a Corre, se uno si ritiene bello, partecipa regolarmente a tornei e ad esempio non riesce manco ad entrare in terza qualcosa nel suo gioco a livello tecnico non va.... e molto probabilmente non è neppure cosi' bello come crede di essere
miguel
miguel

Messaggi : 5685
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 54
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Ospite Ven 16 Mar 2018, 09:17

@miguel ha scritto:do ragione a Corre, se uno si ritiene bello, partecipa regolarmente a tornei e ad esempio non riesce manco ad entrare in terza qualcosa nel suo gioco a livello tecnico non va.... e molto probabilmente non è neppure cosi' bello come crede di essere

Ovviamente concordo.

NEANCHE ENTRARE IN TERZA?

Il 90% dei "autoproclamati belli" con cui gioco regolarmente non diventeranno mai neanche dei 4.1!

(il che, con le classifiche FACILITATE di oggi, direi sia un discreto insuccesso)

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Tempesta Ven 16 Mar 2018, 09:42

Giovanni,
non capisco perchè tu abbia chiamato in causa me....io parlo di tecnica nel mio intervento.
Io non penso che il bel gesto fine a se stesso sia fuoriero di niente. Anzi Ritengo chi con minori mezzi tecnici e anche "brutto" da vedere , SE VINCE, sia da applaudire. MAI detto il contrario.

In 4a categoria di "belli" reali ce ne sono pochi e se lo sono vuol dire che hanno la tecnica che, se allenata, li porterà a migliorare la loro classifica.

Io parlo sempre di TECNICA ABBINATA al bel gesto. Il bel rovescio lungolinea è bello ma se va fuori è fine a se stesso.
La volee se fine a se stessa non serve a niente ma se uno la sa fare può andare a rete, cosa che spesso aiuta a togliere tempo e spazio a chi è un classico ributtino di fondo campo.

Mi pare che tra noi se si dovesse parlare di Terza forse solo Miguel e Paolo avrebbero diritto di cittadinanza ......

Di realmente "belli" da vedere forse solo ACE tra noi perchè tutti abbiamo gravi errori magari dovuti al fatto di aver iniziato tardi.

Molti non sanno fare lo split step e molti altri non sanno tenere la recchetta in un modo che gli permetta di tirare una seconda per bene e un rovescio in top ma se vincono le partite bene per loro.

Per un maestro insegnare tennis a bambini che sono una pagina bianca o ad adulti che hanno una memoria muscolare e di movienti ormai "incancrenita" comporta diversi approcci.

Io la vedo diversamente da te. Nel senso che applaudo chi cerca di fare il colpo nel modo corretto perchè spende il suo tempo ed i suoi soldi dal maestro per migliorare e se in partita si limitasse a tirarla di la come viene e magari fare punto sarebbe , per le sue scelte e il suo miglioramento tecnico , deleterio.

Vincere o perdere le partite tra amici equivale al niente.

Se uno a 40 anni decide di voler giocare a tenis facendo lezioni a mio avviso deve sempre provare a fare quello che dice il maestro per migliorare a costo di sbagliare sbagliare sbagliare. Li il "bel gesto" per il punteggio sarà fine a se stesso, ma per il miglioramento sarà importante.

Nessuno di questi entrerà in terza categoria. E chi se ne frega.

Non è sempre una lotta fra il bene e il male a volte, anzi , molto spesso, cis ono delle vie di mezzo.

Ed a volte con un po' di tecnica ed uno stile non perfetto , ma sufficiente, ci si riescono a togliere belle soddisfazioni anche in quarta, in doppio e soprattutto tra amici..............




"Chi dice che vincere e perdere non conta,probabilmente ha perso" Martina Navratilova


"E che serva di lezione a tutti. Nessuno batte Vitas Gerulaitis 17 volte di fila"
Vitas Gerulaitis , dopo aver finalmente battuto Jimmy Connors dopo 16 sconfitte di fila
Tempesta
Tempesta

Messaggi : 2796
Data d'iscrizione : 19.12.14
Età : 50
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Ospite Ven 16 Mar 2018, 09:50

@Tempesta ha scritto:Giovanni,
non capisco perchè tu abbia chiamato in causa me....io parlo di tecnica nel mio intervento.
Io non penso che il bel gesto fine a se stesso sia fuoriero di niente. Anzi Ritengo chi con minori mezzi tecnici e anche "brutto" da vedere , SE VINCE, sia da applaudire. MAI detto il contrario.




Massi: ti sbagli, e di grosso.
Tu, in quello che dico non c'entri proprio niente: e tantomeno chiamo in causa te.
Io parlo di quelli con CUI GIOCO E FREQUENTO REGOLARMENTE al mio circolo.
Con te, se ho giocato, in totale, 90 minuti, è tanto...
Scrivo post di questo tipo (su altro forum) da ANNI prima che ti conoscessi.
Anche perchè, tra l'altro, non ti ho mai sentito "autoproclamarti" bello (anche se, magari, lo potresti anche pensare... e non ci sarebbe nulla di male).

E, francamente, sono io che non capisco questa tua frase:
Giovanni,
non capisco perchè tu abbia chiamato in causa me...


Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

L'inutilità (fine a sé  stessa) del "bel gesto" tennistico.  Empty Re: L'inutilità (fine a sé stessa) del "bel gesto" tennistico.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.