Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 9 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 9 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 116 il Mar 29 Dic 2020, 06:45
Ultimi argomenti attivi
» I tennisti "poveri"
Da Chiros Oggi alle 12:29

» Flood control
Da Riki66 Oggi alle 11:59

» Montecarlo master 1000
Da paoletto Oggi alle 10:08

» Spalama e Giovanni: allenamento con 2.1
Da spalama Oggi alle 10:03

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Ieri alle 17:27

» Tensione corde
Da paoletto Ieri alle 17:15

» Lorenzo Musetti
Da Giovanni62 Ieri alle 14:21

» Consiglio per un miglioramento del mio tennis
Da Incompetennis Ieri alle 13:55

» Addio profilate
Da Giulio81 Gio 15 Apr 2021, 15:00

» Analisi di una (rara) vittoria.
Da Giovanni62 Gio 15 Apr 2021, 14:37

» Stefanos Tsitsipas
Da Giovanni62 Mer 14 Apr 2021, 18:23

» Jannik Sinner
Da max1970 Mer 14 Apr 2021, 18:15


La racchetta pesante

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

La racchetta pesante Empty La racchetta pesante

Messaggio Da Incompetennis Mer 04 Dic 2019, 17:02

Non so dove ma una volta ho letto che bisognerebbe usare la racchetta più pesante che il tuo braccio è in grado di gestire . E' un discorso valido a tutti gli effetti ?


Il vantaggio di essere scarsi è che non devi dimostrarlo a nessuno.
Incompetennis
Incompetennis

Messaggi : 3027
Data d'iscrizione : 26.04.13
Località : ETNA

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Attila17 Mer 04 Dic 2019, 17:09

Poi mi correggeranno quelli che ne sanno più di me, ma da quel che so io più che il peso, è l' inerzia ( data dal tuo swing) che riesci a sopportare per una durata maggiore. però il concetto dovrebbe essere valido .
Cmq una volta dicevano così , adesso con i materiali e le profilate nn saprei.
Io sto tirando veramente forte ( nn come una bimba di 10 anni ma forte) con una racchetta da 290 grammi.....


"Di tutto restano tre cose: la certezza che stiamo sempre iniziando, la certezza che abbiamo bisogno di continuare, la certezza che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare : dell interruzione  un nuovo cammino ; della caduta  un passo di danza; della paura una scala; del sogno un ponte e del bisogno un incontro."
Fernando Pessoa.
Attila17
Attila17

Messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 51
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Giampi83 Mer 04 Dic 2019, 19:08

Ciao Attila con che racchetta?

Io sto provando un altro telaio..


Tira sul dritto del tuo avversario, potrebbe essere peggio del rovescio!
Giampi83
Giampi83

Messaggi : 390
Data d'iscrizione : 08.05.18
Età : 38
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da marco61 Mer 04 Dic 2019, 19:41

@Incompetennis ha scritto:Non so dove ma una volta ho letto che bisognerebbe usare la racchetta più pesante che il tuo braccio è in grado di gestire . E' un discorso valido a tutti gli effetti ?
Aggiungerei: per un periodo di tempo illimitato ed entro i limiti oltre i quali potremmo cagionare danni alle articolazioni.
Resta poi da capire, singolarmente, quali siano questi limiti. E oltre al peso non tralascerei l'inerzia, come dice attila, che è data dall'insieme peso/bilanciamento.
Senza entrare in disquisizioni di carattere tecnico, quando parlo di queste cose mi piace riportare l'esempio del martello: ne abbiamo a disposizione uno che pesa 2 kg., ed un altro che pesa 500 grammi. Quale dei due mi permette di piantare un chiodo nel minor tempo possibile? Dipende dal mio braccio: se riesco a spostare agevolmente quello più pesante farò bene ad usare quello. Se invece facessi troppa fatica a muoverlo, otterrei risultati migliori con quello da mezzo chilo.
In sostanza, ogni giocatore ha il suo peso/inerzia ideale oltre il quale le proprie prestazioni calerebbero. Però attenzione, peso maggiore può anche significare maggior affaticamento e maggior usura delle articolazioni.
Se siete alla ricerca della vostra situazione ideale, tenete assolutamente conto di questo aspetto.


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11239
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Attila17 Mer 04 Dic 2019, 21:27

@Giampi83 ha scritto:Ciao Attila con che racchetta?

Io sto provando un altro telaio..
Ciao sto usando la srixon cx200ls


"Di tutto restano tre cose: la certezza che stiamo sempre iniziando, la certezza che abbiamo bisogno di continuare, la certezza che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare : dell interruzione  un nuovo cammino ; della caduta  un passo di danza; della paura una scala; del sogno un ponte e del bisogno un incontro."
Fernando Pessoa.
Attila17
Attila17

Messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 51
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Riki66 Gio 05 Dic 2019, 08:32

@Incompetennis ha scritto:Non so dove ma una volta ho letto che bisognerebbe usare la racchetta più pesante che il tuo braccio è in grado di gestire . E' un discorso valido a tutti gli effetti ?

definiscimi gestire
Per me è un discorso troppo vecchio e generalista

Potrebbe essere anche il più leggero che ti consenta una palla decente contro i forti battitori e che non ti faccia male al braccio
Ad ognuno la sua racchetta, a qualcuno piace curvy, altri la preferiscono secca
Altri ancora non buttano via niente
Riki66
Riki66
Staff
Staff

Messaggi : 3574
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da fabione65 Gio 05 Dic 2019, 09:18

@Riki66 ha scritto:
@Incompetennis ha scritto:Non so dove ma una volta ho letto che bisognerebbe usare la racchetta più pesante che il tuo braccio è in grado di gestire . E' un discorso valido a tutti gli effetti ?

definiscimi gestire
Per me è un discorso troppo vecchio e generalista

Potrebbe essere anche il più leggero che ti consenta una palla decente contro i forti battitori e che non ti faccia male al braccio
Ad ognuno la sua racchetta, a qualcuno piace curvy, altri la preferiscono secca
Altri ancora non buttano via niente
Chissa' perche' queste definizioni non mi giungono nuove........ lol! lol!
Fabio.
fabione65
fabione65

Messaggi : 1334
Data d'iscrizione : 15.02.17
Località : Vicenza

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da ace Gio 05 Dic 2019, 09:53

io sono passato da una racchetta secca , la pta , ad una curvy la PD VS Very Happy Very Happy Very Happy

però ho tolto circa 30 gr al braccio e , per quanto amassi la prestige , si sentono i benefici
ace
ace

Messaggi : 2440
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Attila17 Gio 05 Dic 2019, 09:59

Io fatto l opposto da una Curvy ad una longilinea......leggera.... sembra meglio al momento o quantomeno nn vedo perdita dove aiutava la profilata in spinta e recupero, però questa più precisa.
Poi credo sia veramente una cosa soggettiva, a parte Ace che nn ne capisce nulla , infatti si è fidato di quella che ho detto io a caso, ma solo perchè era neroazzurra.......


"Di tutto restano tre cose: la certezza che stiamo sempre iniziando, la certezza che abbiamo bisogno di continuare, la certezza che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare : dell interruzione  un nuovo cammino ; della caduta  un passo di danza; della paura una scala; del sogno un ponte e del bisogno un incontro."
Fernando Pessoa.
Attila17
Attila17

Messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 51
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Giampi83 Gio 05 Dic 2019, 10:10

Io sono passato alla PD 2018. Stesso peso/inerzia ma più secca e più potente.

Per rispondere a Riki, per me gestire significa giocarci senza avere dolori a breve/medio termine.

Inoltre una considerazione a latere: Dove sta scritto che bisogna martellare con la mazzola i chiodini per appendere i quadri?!
Giampi83
Giampi83

Messaggi : 390
Data d'iscrizione : 08.05.18
Età : 38
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Simba Gio 05 Dic 2019, 10:19

@fabione65 ha scritto:
@Riki66 ha scritto:
@Incompetennis ha scritto:Non so dove ma una volta ho letto che bisognerebbe usare la racchetta più pesante che il tuo braccio è in grado di gestire . E' un discorso valido a tutti gli effetti ?

definiscimi gestire
Per me è un discorso troppo vecchio e generalista

Potrebbe essere anche il più leggero che ti consenta una palla decente contro i forti battitori e che non ti faccia male al braccio
Ad ognuno la sua racchetta, a qualcuno piace curvy, altri la preferiscono secca
Altri ancora non buttano via niente
Chissa' perche' queste definizioni non mi  giungono nuove........ lol! lol!
Fabio.

fiufiu


USRSA MRT
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Simba Gio 05 Dic 2019, 10:26

@Giampi83 ha scritto:

Inoltre una considerazione a latere: Dove sta scritto che bisogna martellare con la mazzola i chiodini per appendere i quadri?!

Beh, si possono appendere anche con le piume di tacchino. Smile


USRSA MRT
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Attila17 Gio 05 Dic 2019, 11:06

@Giampi83 ha scritto:Io sono passato alla PD 2018. Stesso peso/inerzia ma più secca e più potente.

Per rispondere a Riki, per me gestire significa giocarci senza avere dolori a breve/medio termine.

Inoltre una considerazione a latere: Dove sta scritto che bisogna martellare con la mazzola i chiodini per appendere i quadri?!

Mi sa che hai sbagliato racchetta allora..... stai all occhio sembra morbida , ma è una scassa gomiti come le precedenti.


"Di tutto restano tre cose: la certezza che stiamo sempre iniziando, la certezza che abbiamo bisogno di continuare, la certezza che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare : dell interruzione  un nuovo cammino ; della caduta  un passo di danza; della paura una scala; del sogno un ponte e del bisogno un incontro."
Fernando Pessoa.
Attila17
Attila17

Messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 51
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Ospite Gio 05 Dic 2019, 11:21

Il discorso Racca pesante/leggera o flessibile/rigida appassiona da sempre circoli e forum.

Purtroppo non ci sta nessuna regola valida.

È purtroppo tutto TROPPO personale: swing, sensazioni, risultati, articolazioni.

Io ODIO le racche leggere, ma tantissimi con un gioco simile al mio le amano.

Amo i manici grandi, ed altrettanti li preferiscono piccoli.

Tsonga usa una profilata grip 5
Nadal, stessa corporatura, grip 2
Wawrinka una sottile grip 4
Gasquet una Superlunga con grip modificato
Guga e Muster spinnavano a bestia con piatto 95 sottile 18*20
Lorenzi e Simon "remano" (al loro livello) con una Prestige.
Safin con la stessa mid spaccava la palla.

La racchetta, come le corde,  è una questione assolutamente soggettiva.

Che poi una pippa di quarta non debba usare una Pro Staff 85 è chiaro.

Il famoso Makiwa (dallo stile inguardabile) è arrivato 3.1 usando una padella da 120 iperleggera.

Ad ognuno la sua Racca ed il suo peso.

Se poi, AL NOSTRO INFIMO LIVELLO, si rende meno con una Racca piuttosto che un'altra, pazienza.

Tanto sempre pippe restiamo: tanto vale giocare con una Racca che ci gratifica.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Riki66 Gio 05 Dic 2019, 12:41

@Attila17 ha scritto:Io fatto l opposto da una Curvy ad una longilinea......leggera.... sembra meglio al momento o quantomeno nn vedo perdita dove aiutava la profilata in spinta e recupero, però questa più precisa.
Poi credo sia veramente una cosa soggettiva, a parte Ace che nn ne capisce nulla , infatti si è fidato di quella che ho detto io a caso, ma solo perchè era neroazzurra.......
trappolone!! Sei riuscito a far giocare un milanista in nerazzurro!!  Queste sono le cose del calcio che mi piacciono!!
👏 👏 Very Happy
Riki66
Riki66
Staff
Staff

Messaggi : 3574
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Riki66 Gio 05 Dic 2019, 12:43

@corre: parole sante


Se la rete fosse più vicina... ci andrei più spesso! drunken
Riki66
Riki66
Staff
Staff

Messaggi : 3574
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da marco61 Gio 05 Dic 2019, 16:41

correnelvento ha scritto:Il discorso Racca pesante/leggera o flessibile/rigida appassiona da sempre circoli e forum.

Purtroppo non ci sta nessuna regola valida.

È purtroppo tutto TROPPO personale: swing, sensazioni, risultati, articolazioni.

Io ODIO le racche leggere, ma tantissimi con un gioco simile al mio le amano.

Amo i manici grandi, ed altrettanti li preferiscono piccoli.

Tsonga usa una profilata grip 5
Nadal, stessa corporatura, grip 2
Wawrinka una sottile grip 4
Gasquet una Superlunga con grip modificato
Guga e Muster spinnavano a bestia con piatto 95 sottile 18*20
Lorenzi e Simon "remano" (al loro livello) con una Prestige.
Safin con la stessa mid spaccava la palla.

La racchetta, come le corde,  è una questione assolutamente soggettiva.

Che poi una pippa di quarta non debba usare una Pro Staff 85 è chiaro.

Il famoso Makiwa (dallo stile inguardabile) è arrivato 3.1 usando una padella da 120 iperleggera.

Ad ognuno la sua Racca ed il suo peso.

Se poi, AL NOSTRO INFIMO LIVELLO, si rende meno con una Racca piuttosto che un'altra, pazienza.

Tanto sempre pippe restiamo: tanto vale giocare con una Racca che ci gratifica.
Tutto vero, io mi sono limitato a dare risposte oggettive. Se io sono in grado di gestire al meglio 320 punti di inerzia, senza mai affaticarmi e senza rischiare danni (ma chi può dirlo) e alla massima velocità di braccio, giocando con inerzia più bassa forzatamente il mio braccio dovrà metterci qualcosa in più, perchè il peso prodotto dal telaio in fase di impatto sarà inferiore.
Per il resto le scelte restano individuali, ai tempi migliori io ho sempre preferito oversize piuttosto appesantiti e probabilmente non era la scelta migliore visto cosa hanno trovato nella mia spalla. Ma non è detto che un marco61 dall'altra parte del mondo (probabilmente più saggio di me) non si trovi meglio con scelte differenti.


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11239
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Ospite Gio 05 Dic 2019, 16:48

Valuta anche un altro fatto, Marco.

Molte persone si devono operare alla spalla dominante, senza aver mai preso una racchetta in mano.

È indubbio però che una Racca pesante con inerzia alta sforzi maggiormente la spalla.

Il fatto è che, una volta operati, non avremo mai la controprova della causa della lesione.

Per inciso, due dei miei 3 amici operati hanno praticamente sempre usato racchette leggere pro kennex...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Kingkongy Gio 05 Dic 2019, 17:58

Ciao ragazzuoli, ciao Giova!
Il discorso del peso è sempre molto carino e, sentendo un po' i fitter, incordatori ed esperti, la Priority 1 è cambiata in: "La massima velocità raggiungibile dalla testa della racchetta" e, Priority 2: "La massima inerzia (SW) senza interferire (far calare) sulla velocità finale".
Ecco quindi racchette leggere e polarizzate che fanno lavorare le corde per il massimo spin.
Un po' riconducibile ai cali generali di peso, adottati anche da Federer e Nadal che sono quelli con lo swing più ampio e che, pertanto, hanno più "spazio-tempo" per accelerare la testa.
Poi, detta per gli amanti come noi del pelino nell'uovo cotto alla supercazzola-coque, Federer il suo dritto lo ha cambiato continuamente proprio in funzione dello spin. Ancora più lavorato e complesso con il reverse finish ("sombrero" alla Nadal) che se lo avesse fatto con la vecchia racchetta, per me, si smontava la spalla e andava in pensione....

Kingkongy

Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 07.02.13

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Attila17 Gio 05 Dic 2019, 18:23

Ciao Enrico,
sempre un piacere leggerti!
Thanx


"Di tutto restano tre cose: la certezza che stiamo sempre iniziando, la certezza che abbiamo bisogno di continuare, la certezza che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare : dell interruzione  un nuovo cammino ; della caduta  un passo di danza; della paura una scala; del sogno un ponte e del bisogno un incontro."
Fernando Pessoa.
Attila17
Attila17

Messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 51
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da ace Gio 05 Dic 2019, 19:33

kk magari capissi cosa scrivi !!!!
me lo faro spiegare da Atiila La racchetta pesante 150354
ace
ace

Messaggi : 2440
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Attila17 Gio 05 Dic 2019, 19:40

ace59 ha scritto:kk magari capissi cosa scrivi !!!!
me lo faro spiegare da Atiila La racchetta pesante 150354
Ecco bravo posta un video del servizio a padella così ti da qlc consigli su come smettere..... tongue


"Di tutto restano tre cose: la certezza che stiamo sempre iniziando, la certezza che abbiamo bisogno di continuare, la certezza che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare : dell interruzione  un nuovo cammino ; della caduta  un passo di danza; della paura una scala; del sogno un ponte e del bisogno un incontro."
Fernando Pessoa.
Attila17
Attila17

Messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 51
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Simba Gio 05 Dic 2019, 22:59

@Attila17 ha scritto:
ace59 ha scritto:kk magari capissi cosa scrivi !!!!
me lo faro spiegare da Atiila La racchetta pesante 150354
Ecco bravo posta un video del servizio a padella così ti da qlc consigli su come smettere..... tongue

Very Happy


USRSA MRT
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Simba Gio 05 Dic 2019, 23:04

@Kingkongy ha scritto:Ciao ragazzuoli, ciao Giova!
Il discorso del peso è sempre molto carino e, sentendo un po' i fitter, incordatori ed esperti, la Priority 1 è cambiata in: "La massima velocità raggiungibile dalla testa della racchetta" e, Priority 2: "La massima inerzia (SW) senza interferire (far calare) sulla velocità finale".
Ecco quindi racchette leggere e polarizzate che fanno lavorare le corde per il massimo spin.
Un po' riconducibile ai cali generali di peso, adottati anche da Federer e Nadal che sono quelli con lo swing più ampio e che, pertanto, hanno più "spazio-tempo" per accelerare la testa.
Poi, detta per gli amanti come noi del pelino nell'uovo cotto alla supercazzola-coque, Federer il suo dritto lo ha cambiato continuamente proprio in funzione dello spin. Ancora più lavorato e complesso con il reverse finish ("sombrero" alla Nadal) che se lo avesse fatto con la vecchia racchetta, per me, si smontava la spalla e andava in pensione....

Ciao Chicco! Mi auguro ti tirare ancora qualche colpo con te come a Firenze! scambio


USRSA MRT
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Kingkongy Gio 05 Dic 2019, 23:54

Ciao mitico Simba! Piacerissimo mio!!! Tra l'altro ho 14 Kg in meno rispetto alla versone fiorentina...

E adesso mi dedico al "boccia" veneto (Ace).

Allora, fino a una ventina di anni fa, quando il signor Bosworth era il guru indiscusso, la "regoletta del peso" era la cosiddetta Priority One, ovvero il punto di partenza per determinare, in base al fisico del fiocatore e del suo gioco, l'attrezzo migliore.
Questa Priority One, ovvero questo parametro fondamentale intorno al quale si determinava il resto, venne col tempo a perdere importanza. Fai conto che una ventina di anni fa, andavano di moda le racchette "Even", ovvero bilanciate a circa 34 cm e con SW pari al peso... In sostanza, delle mazze ferrate. Quelle che piaccion tanto al Giova.
Direi che il peso elevato ci stava, visto che si arrivava a SW serenamente oltre i 350 (vedi la tua Prestige).
Ma, ovvettivamente, per sviluppare una buona energia, c'era bisogno di spingere a sufficiente velocità la testa della racchetta (pesantissima). Per assecondare a questa necessità - ovvero alla Priority One del peso/SW - ci voleva uno swing ampio e lungo, ampio nel movimento e lungo per dare la possibilità al braccio del giocatore di raggiungere la massima velocità.
Massa X Velocità = Energia.
Ok, fin qui mi sembra che non ci sia nulla di difficile.

Allora adesso guarda le cose in maniera differente. Non ti interessa più avere una palla veloce in uscita dal tuo piatto corde, bensì una palla carica di energia e, soprattutto, carica di spin. Non solo, ma lo swing deve essere stretto perché c'è poco tempo. Questa è una priorità tattica. Come fai ad ottenerla "meccanicamente"? Semplice, aumentando la velocità della testa della racchetta, ovvero "strofinando" la palla alla massima velocità e sfruttare così i nuovi materiali delle corde.
La Priority One è così diventata la capacità di accelerazione della racchetta. Non la velocità massima ma la capacità di raggiungere la velocità massima in meno tempo. Insomma, dei dragster.
Visto che l'uomo ha dei limiti fisiologici...le racchette hanno fatto la cura dimagrante... E se vuoi perdere massa complessiva l'energia che perdi la riguadagni con un telaio più rigido e con una forte polarizzazione.
Insomma, la massa serve sempre...ma meno di prima. Maaaa, se la velocità finale sulla palla non cambia...allora metti massa fino al limite. Il limite è rappresentato da una perdita di velocità non compensata dal beneficio della massa aumentata.

Kingkongy

Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 07.02.13

Torna in alto Andare in basso

La racchetta pesante Empty Re: La racchetta pesante

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.