Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 14 utenti online: 3 Registrati, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

Giovanni62, Matusa, wetton76

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 116 il Mar 29 Dic 2020, 06:45
Ultimi argomenti attivi
» Montecarlo master 1000
Da Rafapaul Oggi alle 13:11

» Lorenzo Musetti
Da Rafapaul Oggi alle 13:08

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Oggi alle 11:56

» Giovani stranieri
Da Matusa Oggi alle 10:52

» Fidarsi o non fidarsi !!!!
Da nw-t Ieri alle 09:42

» Palle (da tennis)
Da squalo714 Ven 09 Apr 2021, 20:27

» Spalama e Giovanni: allenamento con 2.1
Da spalama Ven 09 Apr 2021, 13:54

» anabolizzanti in Italia
Da Riki66 Gio 08 Apr 2021, 21:46

» Con che racchetta state giocando?
Da giascuccio Gio 08 Apr 2021, 21:26

» Master 1000 Miami
Da Giovanni62 Mar 06 Apr 2021, 14:51

» Racchettite cronica e ipertensione delle corde
Da Giovanni62 Mar 06 Apr 2021, 11:04

» Semifinali al Roland Garros
Da Angry_Bird Lun 05 Apr 2021, 12:33


4 a 2. Quindi?

Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da marco61 Lun 10 Feb 2020, 23:44

Non ho voluto inquinare a dismisura il topic sul calcio, per altro largamente abusato, per focalizzare l'attenzione su questo argomento.
Al termine del match un amico mi ha chiesto perchè non mostrassi esultanza. Ho risposto che mi sentivo come se avessi ricevuto un cazzotto dal quale non mi ero ancora ripreso e non ero in grado di valutare la situazione.
Ma come, abbiamo vinto 4 a 2 e non sei contento? No, sono basito e non capisco perchè.
Mi sono riguardato il match e finalmente ho capito. In campo esisteva una sola squadra, e non era la mia.
Strameritatamente sotto 2 a 0 senza essere nemmeno entrati in campo, una congiunzione astrale che non si potrà mai più ripetere ci ha portati in vantaggio 3 a 2. Bello e cercato il quarto goal, ininfluente perchè ormai gli altri erano usciti dal campo.
E giù tutti ad inneggiare, a brindare alla grande impresa.
IMPRESA?????
Questa scena si ripete sempre, puntualmente, senza che nessuno se ne renda mai conto.
Mi piacerebbe che commentaste senza citare le squadre in campo, giustificazioni o battitene il belin l'importante è vincere.
Solo così chiunque si troverà di fronte questo post potrà rifletterci sopra senza farsi acciecare dai colori della propria squadra.
E solo chi sarà in grado di raccoglierne l'essenza potrà continuare a seguirla con serenità, lucidità e con gli occhi ben aperti.
Odio, rabbia, delusione, gioia, tripudio: lasciamoli a cose più serie.


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11238
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Tempesta Mar 11 Feb 2020, 01:53

Marco,
A parte il risultato è il come è arrivato questo tuo post non lo capisco.

Se al calcio allo sport togli la gioia, la passione, la delusione,la rabbia ( l’odio no quello va tolto ) togli l’essenza dello sport.

E che la guardi a fare la partita?

Si può essere anch3 tifosi senza essere esasperati o “ contro” ( come tanti, troppi in Italia)

E se anche si è tifosi si può restare sportivi.

Io l’altra sera mi sono divertito a vedere il Verona giocare splendidamente e ho provato delusione a vedere la Juve . Anch3 rabbia X come gestisc3 la squadra Sarri.

Poi domenica sera mi sono goduto un primo tempo eccellente del Milan e la voglia di non mollare dell’Inter.

E mi sono divertito anche lì.

E stai sicuro che gli occhi li tengo sempre aperti . E i miei giudizi sono sempre a prescindere dalla squadra X cui tifo.



"Chi dice che vincere e perdere non conta,probabilmente ha perso" Martina Navratilova


"E che serva di lezione a tutti. Nessuno batte Vitas Gerulaitis 17 volte di fila"
Vitas Gerulaitis , dopo aver finalmente battuto Jimmy Connors dopo 16 sconfitte di fila
Tempesta
Tempesta

Messaggi : 2671
Data d'iscrizione : 19.12.14
Età : 50
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da max1970 Mar 11 Feb 2020, 09:59

Quoto Max!
max1970
max1970

Messaggi : 1610
Data d'iscrizione : 16.02.17
Età : 50
Località : massa

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Ospite Mar 11 Feb 2020, 10:22

@Tempesta ha scritto:

Se al calcio allo sport togli la gioia, la passione, la delusione,la rabbia ( l’odio no quello va tolto ) togli l’essenza dello sport.




Io non condivido per nulla.

L'essenza dello sport non è la gioia, la delusione o la rabbia.

È tutt'altro.

È godere di uno spettacolo sportivo creato da grandi atleti.

E ne puoi godere senza essere tifoso di niente e di nessuno.

Pensa alle olimpiadi: ti assapori sport che non segui mai, atleti che non conosci, ed è uno spettacolo fantastico... il tutto senza tifare nessuno.

Aggiungo che il tifo è la NEGAZIONE stessa dello sport.

Posso preferire un atleta ad un altro, uno stile ad un altro, una filosofia di gioco ad un'altra...

Ma il TIFO, personalmente, non l'ho mai capito, e non lo capirò mai.

Così come i tifosi.

TIFO viene da una malattia, come accezione negativa...

Ed in particolare in Italia il TIFO (calcistico) viene usato ad arte per narcotizzare le coscienze.

Gli Italiani scendono in piazza per il calcio, e non per ragioni vere.

Quando il Sig. Macron ha provato a penalizzare le pensioni, i Francesi (popolo antipatico, ma con i coglioni) hanno PARALIZZATO la Francia.
Ed il frocione di Macron ha fatto marcia indietro.

In Italia Monti ha fatto molto peggio e nessuno ha fatto un cazzo.

In compenso si fa il finimondo per 11 cazzoni ignoranti miliardari che tirano calci ad una palla.

Se i tifosi finissero di essere tifoso, e si godessero lo spettacolo di una bella partita di calcio, sarebbe tutto meglio.


Aveva ragione Churchill:
"Gli Italiani vanno allo stadio come se andassero in guerra, e vanno in guerra come se andassero allo stadio."

Odio, con tutto il cuore, il tifo, oppio dei popoli (soprattutto poveri e socialmente arretrati).

E non riuscirò mai a capire i tifosi.

Sarà un mio limite.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Chiros Mar 11 Feb 2020, 12:21

Giovanni, c'è un altro aspetto sociale.

Lo sport sostituisce la guerra.
Pensa a due città vicine nel medioevo che invece di combattersi si sfidano a cavallo.
Di conseguenza nasce il tifo sfrenato, che non condivido ma esiste, con le sue ragioni di esistere. Credo anche che la gente abbia il bisogno di indentificarsi con qualcosa. Questo è evidente nei bambini per esempio.

Che poi oggi si esageri, che oggi i tempi sono cambiati, che contano solo i soldi, che che che... tutto giusto. Infatti io non vedo più le partite. Solo le partite di champions dove effettivamente c'è bel calcio.
Inoltre dagli echi che mi arrivano dai media, vedo che continua a essere molto sporco.

Chiros
Chiros

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 46
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Ospite Mar 11 Feb 2020, 12:31

Ai bambini, il bisogno di identificarsi in qualcosa, viene imposto dai genitori e/o dagli amici...

Questo, ovviamente, il mio parere.

Tra gli sport, ormai, il calcio è solo un enorme business.

Semplicemente marcio.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Ospite Mar 11 Feb 2020, 12:34

Onde evitare malintesi, con il mio pensiero non voglio dire che un tifoso sia un idiota, ovviamente.

Soltanto che non lo capisco, e non lo capirò mai, per una questione mia di carattere.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da muster Mar 11 Feb 2020, 14:05

Marco non capisco cosa vuoi dirci .
Le partite di calcio sono così
Giochi male e vinci . E quindi?
Nel campionato italiano capita anche ad altre squadre di giocare male e vincere .
Non ci trovo nulla di strano.
muster
muster

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 17.01.11
Località : fra bergamo e lecco

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Tempesta Mar 11 Feb 2020, 14:42

correnelvento ha scritto:
@Tempesta ha scritto:

Se al calcio allo sport togli la gioia, la passione, la delusione,la rabbia ( l’odio no quello va tolto ) togli l’essenza dello sport.




Io non condivido per nulla.

L'essenza dello sport non è la gioia, la delusione o la rabbia.

È tutt'altro.

È godere di uno spettacolo sportivo creato da grandi atleti.

E ne puoi godere senza essere tifoso di niente e di nessuno.

Pensa alle olimpiadi: ti assapori sport che non segui mai, atleti che non conosci, ed è uno spettacolo fantastico... il tutto senza tifare nessuno.

Aggiungo che il tifo è la NEGAZIONE stessa dello sport.

Posso preferire un atleta ad un altro, uno stile ad un altro, una filosofia di gioco ad un'altra...

Ma il TIFO, personalmente, non l'ho mai capito, e non lo capirò mai.

Così come i tifosi.

TIFO viene da una malattia, come accezione negativa...

Ed in particolare in Italia il TIFO (calcistico) viene usato ad arte per narcotizzare le coscienze.

Gli Italiani scendono in piazza per il calcio, e non per ragioni vere.

Quando il Sig. Macron ha provato a penalizzare le pensioni, i Francesi (popolo antipatico, ma con i coglioni) hanno PARALIZZATO la Francia.
Ed il frocione di Macron ha fatto marcia indietro.

In Italia Monti ha fatto molto peggio e nessuno ha fatto un cazzo.

In compenso si fa il finimondo per 11 cazzoni ignoranti miliardari che tirano calci ad una palla.

Se i tifosi finissero di essere tifoso, e si godessero lo spettacolo di una bella partita di calcio, sarebbe tutto meglio.


Aveva ragione Churchill:
"Gli Italiani vanno allo stadio come se andassero in guerra, e vanno in guerra come se andassero allo stadio."

Odio, con tutto il cuore, il tifo, oppio dei popoli (soprattutto poveri e socialmente arretrati).

E non riuscirò mai a capire i tifosi.

Sarà un mio limite.

Hai letto un po' male Giovanni oppure sono stato frainteso.

Si può e deve cgodere essendo sportivi ma anche tifosi. Se si è tifosi (ad esempio di Federer o della Nazionale) non per forza si deve essere contro l'altra squadra,.

Nello sport si può tifare e riuscire anche a riconoscere la bravura dell'avversario, degli avversari.
E' questo che non c'è perchè manca cultura sportiva.

Non è l'essere tifosi (se non lo si è in modo integralista e ciieco come troppi) che rovina l'essenza dello sport ma il NON ESSERE SPORTIVI.

Io tifo Juve ma quando vedo una squadra come il Verona che gioca meglio e ci batte sono assolutamente contento per loro e gli applaudo.
Come quando la Juve vince e gioca male lo dico.

Sono tifoso di Federer ma ne evidenzio anche i limiti (a volte anche lui ne ha) o comportamenti a mio avviso errati.

Mi ritengo un tifoso ma prima sono uno sportivo.

Quello che indichi tu è l'essere cieco, antisportivo, "ultras" integralista.

In ogni cosa essere integralista porta ad essere cieco di fronte alle diverse sfaccettature delle cose.

Lo sport, il tifo sano, sono cose bellissime.

NB anche alle olimpiadi si tifa per gli italiani e si ammirano i grandi atleti. E' tifo anche quello. Ed è bellissimo.


"Chi dice che vincere e perdere non conta,probabilmente ha perso" Martina Navratilova


"E che serva di lezione a tutti. Nessuno batte Vitas Gerulaitis 17 volte di fila"
Vitas Gerulaitis , dopo aver finalmente battuto Jimmy Connors dopo 16 sconfitte di fila
Tempesta
Tempesta

Messaggi : 2671
Data d'iscrizione : 19.12.14
Età : 50
Località : Prato

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Chiros Mar 11 Feb 2020, 14:53

correnelvento ha scritto:Ai bambini, il bisogno di identificarsi in qualcosa, viene imposto dai genitori e/o dagli amici...

Questo, ovviamente, il mio parere.

Tra gli sport, ormai, il calcio è solo un enorme business.

Semplicemente marcio.

Certo che i genitori hanno un grosso peso.
Scusa, non mi sono spiegato come al solito. Ormai ho capito che dovrei smettere di scrivere qua. Non sono fatto per i forum.
Chiros
Chiros

Messaggi : 5147
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 46
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Ospite Mar 11 Feb 2020, 15:49

@Tempesta ha scritto:
correnelvento ha scritto:
@Tempesta ha scritto:

Se al calcio allo sport togli la gioia, la passione, la delusione,la rabbia ( l’odio no quello va tolto ) togli l’essenza dello sport.




Io non condivido per nulla.

L'essenza dello sport non è la gioia, la delusione o la rabbia.

È tutt'altro.

È godere di uno spettacolo sportivo creato da grandi atleti.

E ne puoi godere senza essere tifoso di niente e di nessuno.

Pensa alle olimpiadi: ti assapori sport che non segui mai, atleti che non conosci, ed è uno spettacolo fantastico... il tutto senza tifare nessuno.

Aggiungo che il tifo è la NEGAZIONE stessa dello sport.

Posso preferire un atleta ad un altro, uno stile ad un altro, una filosofia di gioco ad un'altra...

Ma il TIFO, personalmente, non l'ho mai capito, e non lo capirò mai.

Così come i tifosi.

TIFO viene da una malattia, come accezione negativa...

Ed in particolare in Italia il TIFO (calcistico) viene usato ad arte per narcotizzare le coscienze.

Gli Italiani scendono in piazza per il calcio, e non per ragioni vere.

Quando il Sig. Macron ha provato a penalizzare le pensioni, i Francesi (popolo antipatico, ma con i coglioni) hanno PARALIZZATO la Francia.
Ed il frocione di Macron ha fatto marcia indietro.

In Italia Monti ha fatto molto peggio e nessuno ha fatto un cazzo.

In compenso si fa il finimondo per 11 cazzoni ignoranti miliardari che tirano calci ad una palla.

Se i tifosi finissero di essere tifoso, e si godessero lo spettacolo di una bella partita di calcio, sarebbe tutto meglio.


Aveva ragione Churchill:
"Gli Italiani vanno allo stadio come se andassero in guerra, e vanno in guerra come se andassero allo stadio."

Odio, con tutto il cuore, il tifo, oppio dei popoli (soprattutto poveri e socialmente arretrati).

E non riuscirò mai a capire i tifosi.

Sarà un mio limite.

Hai letto un po' male Giovanni oppure sono stato frainteso.

Si può e deve cgodere essendo sportivi ma anche tifosi. Se si è tifosi (ad esempio di Federer o della Nazionale) non per forza si deve essere contro l'altra squadra,.

Nello sport si può tifare e riuscire anche a riconoscere la bravura dell'avversario, degli avversari.
E' questo che non c'è perchè manca cultura sportiva.

Non è l'essere tifosi (se non lo si è in modo integralista e ciieco come troppi) che rovina l'essenza dello sport ma il NON ESSERE SPORTIVI.

Io tifo Juve ma quando vedo una squadra come il Verona che gioca meglio e ci batte sono assolutamente contento per loro e gli applaudo.
Come quando la Juve vince e gioca male lo dico.

Sono tifoso di Federer ma ne evidenzio anche i limiti (a volte anche lui ne ha) o comportamenti a mio avviso errati.

Mi ritengo un tifoso ma prima sono uno sportivo.

Quello che indichi tu è l'essere cieco, antisportivo, "ultras" integralista.

In ogni cosa essere integralista porta ad essere cieco di fronte alle diverse sfaccettature delle cose.

Lo sport, il tifo sano, sono cose bellissime.

NB anche alle olimpiadi si tifa per gli italiani e si ammirano i grandi atleti. E' tifo anche quello. Ed è bellissimo.

Su questo, sono d'accordo

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da marco61 Mar 11 Feb 2020, 18:22

Boh, la colpa è mia che di tanto in tanto ho delle visioni che mi spingono ad ergermi sul pulpito del predicatore, quando non sono nemmeno capace di spiegare cosa intenda dire. E forse non sono nemmeno sicuro di ciò che vorrei spiegare.
Che poi, ma che importanza ha che percezioni possa avere di ciò che mi circonda? E soprattutto che importanza ha per altre persone? Io mi convinco di una cosa e stop, chissenefrega.
Tempo fa ho scoperto una precisa correlazione tra la proporzione aurea e tutto ciò che riguarda il tennis della quale sono assolutamente certo e che la sapessi riportare qualcuno saprebbe anche farne un buon uso. Non solo non sono riuscito a trasmetterne l'essenza, e soprattutto che importanza possa avere ma che sicuramente ha. Mi avete sfanculato fino a costringermi a cancellare la discussione.
Giusto così, che importa sapere che fin da piccoli la lunghezza della racchetta dovrebbe, anzi deve, seguire una proporzione precisa al millesimo? Qual è l'utilità? Che importa sapere che se il campo fosse tanto così, non di più e non dimeno, più stretto e corto il tennis femminile sarebbe spettacolare quanto quello maschile?
A chi frega se la propria squadra vince con merito o meno? Che importa se con la madre da portare al pronto soccorso un amico mi scrive perchè registri la partita e quando gli dicono che non è grave la molla lì e corre a casa. Che importa che io continui ad alimentare questa discussione?


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11238
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Ospite Mar 11 Feb 2020, 18:34

Io, invece, trovo molto interessante il tuo discorso.

Alla fine, si tratta delle priorità di una "cosina" chiamata VITA.

Ecco: una gran parte di persone (non parlo di forumisti) non ha ben chiare quelle che sono le priorità.

Fino a che non succede a lui o famiglia qualcosa di serio.

Poi mi saprete dire se è logico discutere per un rigore dato o non dato...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da marco61 Mar 11 Feb 2020, 19:28

correnelvento ha scritto:Io, invece, trovo molto interessante il tuo discorso.

Alla fine, si tratta delle priorità di una "cosina" chiamata VITA.

Ecco: una gran parte di persone (non parlo di forumisti) non ha ben chiare quelle che sono le priorità.

Fino a che non succede a lui o famiglia qualcosa di serio.

Poi mi saprete dire se è logico discutere per un rigore dato o non dato...
Grazie Giovanni, sulla tua comprensione in merito non mai avuto il minimo dubbio, così come sapevo che avresti giudicato con distacco il match esibizione tra Federer e Nadal. Però io ho giudicato uno spettacolo, un gioco, una serata tra amici. Tu giustamente hai ricordato si trattasse di tennis, ed è ben altra cosa.
Quando però mi addentro in argomenti troppo complessi, avere la tua comprensione mi spinge a proseguire.
Anche se so già che farò un sacco di danni. 4 a 2. Quindi? 786556


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11238
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da marco61 Mar 11 Feb 2020, 19:45

@Tempesta ha scritto:questo tuo post non lo capisco. primo tempo eccellente del Milan e voglia di non mollare dell’Inter.
E stai sicuro che gli occhi li tengo sempre aperti . E i miei giudizi sono sempre a prescindere dalla squadra X cui tifo.
Sul tuo giudizio imparziale non ho mai avuto dubbi, quando si parla di calcio.
Non mi meraviglio però che tu non abbia capito il senso di questo post, visto che avevo chiesto la cortesia di non citare le squadre alle quali ho fatto riferimento. E in questo caso non hai tenuto gli occhi troppo aperti.
Considerando anche che ho visto anch'io un Milan eccellente ma la rimonta dell'Inter è stata assolutamente casuale.
Tu però stai parlando di calcio, io parlo di emozioni, per quanto brevissime possano essere.
Odio, rabbia, gioia... Tutti, e dico tutti me compreso non riusciamo a seguire una sola partita della "nostra" squadra senza provarle, anche per un solo istante. Ed è lecito, se ci rendiamo conto di quanto non dovrebbe esserlo.


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11238
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Riki66 Mar 11 Feb 2020, 20:19

Sono d' accordo con Tempesta, il tifo sano bello e divertente è uno dei piaceri della vita. Come tifare contro la juve e prendere gli juventini per i fondelli.


Se la rete fosse più vicina... ci andrei più spesso! drunken
Riki66
Riki66
Staff
Staff

Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Riki66 Mar 11 Feb 2020, 20:20

La soddisfazione massima è vincere una partita tiratissima di puro culo, e cojonare l' avversario per tutta la cena seguente


Se la rete fosse più vicina... ci andrei più spesso! drunken
Riki66
Riki66
Staff
Staff

Messaggi : 3569
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

4 a 2. Quindi? Empty Re: 4 a 2. Quindi?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.