Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 11 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Oggi alle 16:32

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da franzx Oggi alle 16:28

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Opinioni

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Opinioni Empty Opinioni

Messaggio Da veterano il Gio 21 Mag 2020, 19:55

https://www.passionetennis.com/t56902-identifica-i-punti-deboli-del-tuo-avversario
Buon giorno a tutti....mi piacerebbe, se ne avete voglia e tempo che che diate un occhiata a questa discussione....il tutto non vuole essere una guerra tra forum, ho sempre scritto in tutti i forum senza nessun tipo di problema con nesuno e credo sempre con educazione.....ma qua' credo che si stia passando il limite......non siete obbligati a dare pareri nell' altro forum ci mancherebbe ,ma vorrei sapere se di colpo mi sono svegliato rincoglionito oppure mi hanno drogato ed improvvisamente ho imcominciato ad insultare e a scrivere un mare di cazzate.....
potete rispondermi anche qua....
E solo per sapere il vostro pensiero io li non ci scrivero' mai piu' .
grazie e saluti
veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Giampi83 il Gio 21 Mag 2020, 23:24

Io sono d'accordo con te su tutta la linea, l'ho sempre pensato ed è proprio quello che fa la differenza tra un qualunque amatore ed un agonista. Allenamento e tecnica. La testa serve a chi non sa giocare per autoconsolarsi della propria scarsa prestazione dovuta al 99% per la mancanza di tecnica ( se si vince invece ci si autocompiace della propria tecnica, non della testa! Laughing ). Siamo esseri umani ed è giusto che sia così.
Giampi83
Giampi83

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 08.05.18
Età : 37
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da veterano il Gio 21 Mag 2020, 23:38

Ciao Giampi grazie per la risposta.....
veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da aless il Ven 22 Mag 2020, 08:22

Grazie Vet, è stato molto interessante leggere i tuoi interventi. Totalmente d'accordo con te.
ps il post di Satrapo che hai allegato l'ho stampato e conservato!!
aless
aless

Messaggi : 1560
Data d'iscrizione : 01.02.10
Età : 49
Località : ..

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Giampi83 il Ven 22 Mag 2020, 09:15

Una sola nota Vet: anche se non ti conosco, da quello che leggo, che si dice di te, che si scrive...onestamente penso che tu non debba dimostrare niente a nessuno. Soprattutto se questo è ciò che fai per lavoro, non ha senso confrontarti con chi lo fa solo per passione e basta.
Vi trovate in due segmenti ADIACENTI, ma separati. Se bastasse leggere libri o avere la racchetta da 500€ per saper giocare bene, saremmo tutti campioni. I professionisti (non solo giocatori) che lavorano questo settore, non posso essere messi sullo stesso piano di chi pratica un hobby. È come se io mi mettessi a parlare di strutture e sospensioni auto con quello che abita di fronte a me che è un grande appassionato di auto. Si può giusto grattare la superficie, ma nulla più.
Giampi83
Giampi83

Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 08.05.18
Età : 37
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 22 Mag 2020, 09:44

Ciao Vet, Felice di leggerti di qui, mi è sempre piaciuto leggerti e quando ho abbandonato PT tue KK mi siete mancati.

l’argomento è estremamente complesso e delicato, io non credo tu abbia torto ma le sfumature sono talmente tante che comunque pur pensando che tu non abbia torto, non posso essere completamente d’accordo con quanto tu hai scritto. Credo che la concezione assoluta sia leggermente diversa per ogni interlocutore.
Principalmente si tratta di una importante differenza di “approccio” al problema a seconda se abbiamo davanti un agonista, magari giovane, e un vecchietto come noi, scarso e che può dedicare poco tempo al tennis.
Il tuo approccio si sposa perfettamente con la prima situazione, meno con la seconda.
Io gioco 3-4 ore al mese, molto difficile (anche se lo sto facendo) sistemare la propria tecnica, quindi si cercano strade alternative per sopperire al problema tecnico. Inoltre (ricorda sempre che sto parlando di 50enni pippe estreme) il limite di testa ci porta a voler giocare un tennis non propriamente nostro, quindi ci porta a cercare vincenti, o colpi tecnicamente non alla nostra portata. Questo è il nostro più grande limite di testa. Se ci si limitasse a portare colpi tecnicamente e fisicamente alla nostra portata , vinceremmo più partite di quante ne vinciamo in realtà.
L’argomento è delicato e complesso, l’errore secondo me è fossilizzarsi su una posizione senza cercar di capire quella degli altri.
Personalmente ad esempio mi accorgo che quando mi alleno con i terza forti accadono cose che quando mi alleno con le pippe non accadono, e viceversa. Questo perché?
Ci sono alcuni fattori che cambiano l’equazione.
Con i “forti” entro carico di adrenalina, molto concentrato. Con le pippe no.
Con i “forti” non ho tempo di pensare, quindi l’istinto prevale sul pensiero e escono tutti gli automatismi tecnici e tattici degli allenamenti (ti ricordo qualche anno fa la discussione simpatica tra me te e KK sulle diagonali? Ecco, iniziando ad allenarmi ed a incontrare in D3 i terza forti, l’ho capito… 😉   ) , contro le pippe penso, e spesso scelgo una soluzione sbagliata (estetica, superbia, presunzione), o comunque il pensiero non mi fa eseguire il gesto correttamente.
Con i “forti” non hai l’interna esigenza di dover vincere, e questo è un alleggerimento importante.

Per molti sono scuse, non mi interessa il giudizio, io avendo praticato altro sport a discreto livello sono molto severo con me stesso e conosco bene gli alibi, ma anche i miei difetti.

Ultima cosa. Considerazione personale.  I forum sono bei posti dove scambiare idee, filosofeggiare di vari aspetti, magari ricevere suggerimenti su come approcciare un problema o avere suggerimenti su che strada percorrere per arrivare ad una soluzione, o come per molti qui un posto dove cazzeggiare e cercare di organizzare un momento per conoscersi. Ma quando diventano un appiglio per la risoluzione vera di problemi di qualsiasi tipo, o quando si spostano su tematiche ultratecniche (bilanciamento della borsa quando vai a giocare, angolo di piega del ginocchio quando ti lavi i denti, tensione delle lamette da barba .... ) , io non li seguo. Trovo impensabile risolvere una tematiche di dettaglio grazie a una persona seppur titolate tramite delle righe scritte, senza conoscersi.

Purtroppo per molti il forum è il mondo dove il personaggio che vorrebbero essere vive e socializza. Perdendo il senso della realtà.
Matteo1970
Matteo1970

Messaggi : 1434
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da veterano il Ven 22 Mag 2020, 16:03

innanzitutto ringrazio tutti per aver perso tempo a leggere la discussione.
E grazie per le risposte.
Era solo per capire se leggendo quello che avevo scritto si riesce ad intendere il mio pensiero.
Visto che credo siano almeno tre anni che scrivo poco o quasi nulla sui forum nelle aree tecniche,mi sono andato a mettere in una discussione che dovevo lasciare cadere molto prima.
Matteo mi fa piacere che sei migliorato e che continui a giocare,mi sono piaciute le tue considerazioni personali che non posso fare altro che quotare.
Se vuoi possiamo parlare del tuo cambio di atteggiamento rispetto all' avversario che hai davanti.
Appena posso di scrivo in pvt per non inquinare il 3d e non annoiare gli altri.
Saluti a tutti e buon tennis
veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 22 Mag 2020, 16:31

veterano ha scritto:innanzitutto ringrazio tutti per aver perso tempo a leggere la discussione.
E grazie per le risposte.
Era solo per capire se leggendo quello che avevo scritto si riesce ad intendere il mio pensiero.
Visto che credo siano almeno tre anni che scrivo poco o quasi nulla sui forum nelle aree tecniche,mi sono andato a mettere in una discussione che dovevo lasciare cadere molto prima.
Matteo mi fa piacere che sei migliorato e che continui a giocare,mi sono piaciute le tue considerazioni personali che  non posso fare altro che quotare.
Se vuoi possiamo parlare del tuo cambio di atteggiamento rispetto all' avversario che hai davanti.
Appena posso di scrivo in pvt per non inquinare il 3d e non annoiare gli altri.
Saluti a tutti e buon tennis

Mi farebbe un immenso piacere, altrochè!

Matteo1970
Matteo1970

Messaggi : 1434
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da pasticcio76 il Ven 22 Mag 2020, 19:11

veterano ha scritto:innanzitutto ringrazio tutti per aver perso tempo a leggere la discussione.
E grazie per le risposte.
Era solo per capire se leggendo quello che avevo scritto si riesce ad intendere il mio pensiero.
Visto che credo siano almeno tre anni che scrivo poco o quasi nulla sui forum nelle aree tecniche,mi sono andato a mettere in una discussione che dovevo lasciare cadere molto prima.
Matteo mi fa piacere che sei migliorato e che continui a giocare,mi sono piaciute le tue considerazioni personali che  non posso fare altro che quotare.
Se vuoi possiamo parlare del tuo cambio di atteggiamento rispetto all' avversario che hai davanti.
Appena posso di scrivo in pvt per non inquinare il 3d e non annoiare gli altri.
Saluti a tutti e buon tennis

ma dai possiamo tranquillamente inquinare, se no Matteo si avvantaggia troppo
Opinioni 1031278764
pasticcio76
pasticcio76

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 03.12.18
Età : 44
Località : Treviso

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da veterano il Ven 22 Mag 2020, 23:33

Ciao Matteo,
visto che si parla di attenzione il mio consiglio e' molto semplice.
Allora partiamo dal presupposto che in partita dovete dimenticarvi del gesto tecnico,in partita si va con quello che si ha e basta,la tecnica la miglioriamo in allenamento.
Ovviamente non si puo' mettere il 100 % di attenzione in tutta la partita perche' neanche Nadal sarebbe in grado di farlo,ma ci sono dei momenti dove l'attenzione puo' essere piu' alta o piu' bassa,per il quando, se volete ne parliamo poi se no non finisco piu di scrivere.
Bene visto il problema il mio consiglio e' quello di porsi degli obbiettivi,il giocare con uno piu' scarso puo' essere molto allenante se ci diamo degli obbiettivi.
Il primo puo' essere : a questo qua le faccio 6-0 6-0, ma non solo non le faccio fare nemmeno un quindici....nel caso perdessi qualche game, il mio pensiero deve andare di nuovo sul non fargli fare nemmeno un quindici.
Se segui questo discorso andrai in campo ben atento,cioe' quella palla io non la sbaglio ma neanche se mi torturano, percio' gioco facile e aspetto.
La cagata non la faccio perche' gioco solamente in base a quello che so fare......non ci sono scelte sbagliate, la pàlla la devo rigiocare, in campo e sempre......
Poi ripeto dipendendo dal livello gli obbiettivi possono cambiare, per esempio si puo optare per giocare di precisione, ossia devo tenere il palleggio bello profondo in sicurezza in un fascia di campo di due metri per due o anche meno......sempre senza sbagliare....insomma ci possono essere diversi obbiettivi.
Se in una partita riesco a tenere o a giocarmela e anche vincere con un avversario superiore e poi cado come una pera con uno piu' scarso,non puo esistere l'eventualita' che possa perdere con la pippa di turno.
Se no ci sono molte cose da rivedere a rispetto tecnico,occhio che il giocare con uno di un livello superiore ti puo far credere di giocare meglio e di avere tutt' altro livello di gioco da quello che hai realmente.
Ma la pippa non mente.....percio' se il discorso di attenzione o dell' obbiettivo che vi siete prefissati non serve per vincere facile....li bisogna andare a scavare in campo.
Ma li ci andrebbe un seguimento del giocatore, e conoscendolo bene e potendo valutare il suo livello tecnico e di gioco valutare se magari ci fose il bisogno dell' intervento di uno psicologo, per risolvere il problema.
Ci puo anche stare e come dico bisogna conoscere per valutare, ma in genere il problema si risolve in campo.
Se non si puo solo generalizzare come sto facendo io adesso.
Percio' datevi degli obbietivi, pensate poco e giocate facile.
Saluti e buon tennis

veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Riki66 il Sab 23 Mag 2020, 08:41

A volte l' errore è anche giudicare l' altro più pippa di noi, ponendoci di fatto in una situazione mentale sfavorevole per l' espressione del nostro miglior tennis
Personalmente cerco di giocare ogni 15 al massimo, non tanto per "distruggere" l' avversario quanto per giocare il mio miglior tennis.
Porre tutta l'attenzione sulla palla mi consente tra l'altro di dimenticare una giornata di m**** nel giro di 15 minuti
Per me il tennis è sempre gioia, se l' avversario vince, è stato più bravo.. Normale! in ogni Partita uno vince ed uno perde
Il doppio,lo trovo più difficile mentalmente, se il compagno non ha la mia identica maniera di vedere il tennis.
Per tornare al tuo quesito iniziale, Vet, personalmente capisco e condivido quello che hai cercato di trasmettere, forse non era quello che gli altri volevano sentirsi dire o di cui parlavano, come se tu parlassi del vero tennis e non di quella cosa vagamente simile che giochiamo noi pippe 50enni, come dice Matteo
Riki66
Riki66

Messaggi : 3263
Data d'iscrizione : 26.11.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Attila17 il Sab 23 Mag 2020, 12:48

Bel post, bravo Vet.
Sul discorso dell altro forum non ci entro perchè non credo di avere le competenze necessarie per valutare un angolo corretto per eseguire una voleè oppure capire direttamente dal palleggio i punti deboli dell avversario......
Detto ciò, io concordo con Matteo, dipende almeno nel mio caso contro chi gioco, se uno forte tendo ad impeganrmi di più e semplificare, pensando al gesto tecnico. Se uno più debole ( a trovarne) gioco più a cazzeggiare. L altro gg ho fatto un oretta col mio solito socio che mi batte regolarmente, ho fatto sistematicamente serve and volley sulla prima ( meglio dire serve, aspetta che arrivo......forse ci sono......volley) ho perso 6/2 ma mi sono divertito tantissimo, piuttosto che perdere 6/4 e giocare a non sbagliare..... tanto perdo o stesso.....questo per dire che alla fine come hanno detto tutti siamo 50enni( Riki......ehm....come dire.....tu 50enne?) che si divertono a cazzeggiare, ovviamente il tutto perchè nn capiamo gli angoli di apertura......ciao.
PS
Sono contento tu sia qui, trovo le tue considerazioni sempre molto interessanti.
Attila17
Attila17

Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 50
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da squalo714 il Sab 23 Mag 2020, 14:06

Sempre molto interessante quel che scrive Veterano.
Personalmente ho fatto tre uscite a tennis dopo il lockdown e ho fatto solo palleggio, tornare a fare match sarà una nuova sensazione che effettivamente mi manca.
Come giustamente dice Attila l'importante è in ogni caso divertirsi, vincere o perdere non deve far.differenza...anche se vincendo..ti diverti di più.   Opinioni 786556
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da spalama il Lun 25 Mag 2020, 16:45

Caro Veterano
mi scuserai ma alla pagina 8 ho smesso di leggere il post sull'altro forum.
Mi sarò invecchiato ma le discussioni super lunghe non mi attirano più, e poi so come finiscono, esattamente come è finita per te.
Non c'è verso, e non è stato il covid a provocare tutto questo.
Purtroppo sui forum i leoni da tastiera sono presenti ovunque, spesso sono teorici che non hanno mai messo in pratica le loro teorie perchè, come molti di noi, non tirano quattro palle di fila al di la della rete, però parlano come allenassero Federer o Nadal da venti anni.
Il tennis te lo costruisci sul campo, allenandoti, giocando, lavorando sodo, nessuno migliora con la teoria o la filosofia o la psicologia.
A livello altissimo tutti giocano a tennis molto bene, difficile giudicare da un allenamento chi è più forte, la partita è un altro sport dal palleggio, a parità di tecnica e preparazione fisica sono pochi dettagli a fare la differenza, e spesso questi emergono nei punti più importanti del match, quelli che distinguono un buon giocatore da uno bravo.
Per chi lo ricorda, nei momenti di difficoltà, Sampras 99 su 100 tirava un ace e rimetteva le cose a posto.
Tutti diranno: eh ma era Sampras.
Ma pochi sanno che Sampras il servizio lo ha costruito con allenamenti molto duri, fin da giovanissimo, che faceva da solo a sessione finita.
Un pò come i giocatori di calcio che rimangono in campo dopo l'allenamento a tirare cinquanta punizioni sotto al sette.
E' chiaro che quando ti serve, quella cosa la tiri fuori.
E' proprio questa la base, cioè allenare le basi e soprattutto il talento che si ha nei colpi base, perchè il talento si allena.
Se non lo fai, quando ti serve quel colpo talentuoso per sbrogliare una situazione, se ti riesce è solo culo.
Invece tanti si focalizzano sul migliorare il colpo debole.
E' mia personale opinione, ad esempio, che Federer giocasse meglio prima di adesso.
Togliamo di mezzo il discorso dell'età, perchè a 40 anni ciò che fa è miracoloso, ma ci condiziona.
Lavorando molto sul suo lato sinistro, bersagliato dai topponi di Nadal sotto i quali spesso ha trovato la sconfitta, secondo me ha perso qualcosa in quello che è stato per anni il suo colpo migliore, cioè il dritto devastante.
Vedendo poi in questo periodo molte partite del Federer giovane, il rovescio non è che sia migliorato molto, come dicono in molti ora, anche grazie alla racchetta più grande, lo giocava già così anche prima, è invece peggiorato un pò il dritto e la sua attitudine ad attaccare con questo colpo.
E' sempre mia personale opinione che per uscire dallo schema che gli ha imposto Nadal, invece di aggiungere solidità al rovescio, avesse provato ad affinare degli schemi offensivi basati su tutto il resto del suo repertorio di colpi, dritto in primis, avrebbe raccolto alcune vittorie in più.
Questo a parità di condizione fisica chiaramente.
A livello pippe stratosferiche quali noi siamo, la condizione fisica è spesso carente, la tecnica non ne parliamo, e per questo ci attacchiamo alla filosofia, alla psicologia, alla stregoneria, ed a fare la cosa più semplice, giocare sul colpo più debole dell'avversario.
Bene io ho un rovescio sicuramente più debole del dritto, se tu mi giochi duecento palle sul rovescio di continuo, io sarò si una pippa ma non non così tanto da entrare piano piano in fiducia con quel colpo e ribaltare la situazione a mio favore.
Quando sarò entrato in fiducia, tu non avrai altro schema da proporre, e sarai spacciato.
Tra l'altro non è detto che tirando sul colpo debole tu possa trarre dei vantaggi, perchè ad esempio, se dal colpo debole dell'avversario ti arrivano indietro solo mozzarelle senza peso, ed a questo livello spesso queste palle che io chiamo "stracci bagnati" sono mortifere, forse è meglio giocare di ritmo sul suo punto forte e poi sparare sul suo punto debole solo dopo che ti sei aperto il campo e magari riesci ad andare a stringere il campo a rete chiudendo una volèè facile.
Sugli "stracci bagnati" infatti, al nostro livello, spesso si colpisce la rete di recinzione e si rischia di andare fuori palla.
Prima di pensare a mettere fuori equilibrio l'avversario si deve pensare a tenere in equilibrio il nostro tennis facendo il meglio che si può con quello che si ha quel giorno.
Ecco uno bravo sa riconoscere questo aspetto del gioco, cioè capire quel giorno il massimo che può fare col suo tennis, indipendentemente dall'avversario che ha di fronte.
spalama
spalama

Messaggi : 893
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 52
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da ace59 il Lun 25 Mag 2020, 17:31

pagherei per avere spesso le opinioni di veterano e spalama !
ci attacchiamo alla filosofia, alla psicologia, alla stregoneria

da applausi

qualità di interventi simili riappacificano con il tennis da forum
grazie

si vabbè Attila anche i tuoi sono interessanti Opinioni 768460


ace59
ace59

Messaggi : 2199
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Attila17 il Lun 25 Mag 2020, 17:39

Very Happy Very Happy Very Happy Opinioni 925962
Va ciapà i rat......
Attila17
Attila17

Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 50
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Chiros il Lun 25 Mag 2020, 18:17

spalama ha scritto:Caro Veterano
mi scuserai ma alla pagina 8 ho smesso di leggere il post sull'altro forum.
Mi sarò invecchiato ma le discussioni super lunghe non mi attirano più, e poi so come finiscono, esattamente come è finita per te.
Non c'è verso, e non è stato il covid a provocare tutto questo.
Purtroppo sui forum i leoni da tastiera sono presenti ovunque, spesso sono teorici che non hanno mai messo in pratica le loro teorie perchè, come molti di noi, non tirano quattro palle di fila al di la della rete, però parlano come allenassero Federer o Nadal da venti anni.
Il tennis te lo costruisci sul campo, allenandoti, giocando, lavorando sodo, nessuno migliora con la teoria o la filosofia o la psicologia.
A livello altissimo tutti giocano a tennis molto bene, difficile giudicare da un allenamento chi è più forte, la partita è un altro sport dal palleggio, a parità di tecnica e preparazione fisica sono pochi dettagli a fare la differenza, e spesso questi emergono nei punti più importanti del match, quelli che distinguono un buon giocatore da uno bravo.
Per chi lo ricorda, nei momenti di difficoltà, Sampras 99 su 100 tirava un ace e rimetteva le cose a posto.
Tutti diranno: eh ma era Sampras.
Ma pochi sanno che Sampras il servizio lo ha costruito con allenamenti molto duri, fin da giovanissimo, che faceva da solo a sessione finita.
Un pò come i giocatori di calcio che rimangono in campo dopo l'allenamento a tirare cinquanta punizioni sotto al sette.
E' chiaro che quando ti serve, quella cosa la tiri fuori.
E' proprio questa la base, cioè allenare le basi e soprattutto il talento che si ha nei colpi base, perchè il talento si allena.
Se non lo fai, quando ti serve quel colpo talentuoso per sbrogliare una situazione, se ti riesce è solo culo.
Invece tanti si focalizzano sul migliorare il colpo debole.
E' mia personale opinione, ad esempio, che Federer giocasse meglio prima di adesso.
Togliamo di mezzo il discorso dell'età, perchè a 40 anni ciò che fa è miracoloso, ma ci condiziona.
Lavorando molto sul suo lato sinistro, bersagliato dai topponi di Nadal sotto i quali spesso ha trovato la sconfitta, secondo me ha perso qualcosa in quello che è stato per anni il suo colpo migliore, cioè il dritto devastante.
Vedendo poi in questo periodo molte partite del Federer giovane, il rovescio non è che sia migliorato molto, come dicono in molti ora, anche grazie alla racchetta più grande, lo giocava già così anche prima, è invece peggiorato un pò il dritto e la sua attitudine ad attaccare con questo colpo.
E' sempre mia personale opinione che per uscire dallo schema che gli ha imposto Nadal, invece di aggiungere solidità al rovescio, avesse provato ad affinare degli schemi offensivi basati su tutto il resto del suo repertorio di colpi, dritto in primis, avrebbe raccolto alcune vittorie in più.

Questo a parità di condizione fisica chiaramente.
A livello pippe stratosferiche quali noi siamo, la condizione fisica è spesso carente, la tecnica non ne parliamo, e per questo ci attacchiamo alla filosofia, alla psicologia, alla stregoneria, ed a fare la cosa più semplice, giocare sul colpo più debole dell'avversario.
Bene io ho un rovescio sicuramente più debole del dritto, se tu mi giochi duecento palle sul rovescio di continuo, io sarò si una pippa ma non non così tanto da entrare piano piano in fiducia con quel colpo e ribaltare la situazione a mio favore.
Quando sarò entrato in fiducia, tu non avrai altro schema da proporre, e sarai spacciato.
Tra l'altro non è detto che tirando sul colpo debole tu possa trarre dei vantaggi, perchè ad esempio, se dal colpo debole dell'avversario ti arrivano indietro solo mozzarelle senza peso, ed a questo livello spesso queste palle che io chiamo "stracci bagnati" sono mortifere, forse è meglio giocare di ritmo sul suo punto forte e poi sparare sul suo punto debole solo dopo che ti sei aperto il campo e magari riesci ad andare a stringere il campo a rete chiudendo una volèè facile.
Sugli "stracci bagnati" infatti, al nostro livello, spesso si colpisce la rete di recinzione e si rischia di andare fuori palla.
Prima di pensare a mettere fuori equilibrio l'avversario si deve pensare a tenere in equilibrio il nostro tennis facendo il meglio che si può con quello che si ha quel giorno.
Ecco uno bravo sa riconoscere questo aspetto del gioco, cioè capire quel giorno il massimo che può fare col suo tennis, indipendentemente dall'avversario che ha di fronte.

Saranno opinioni ma quanto sono d'accordo! Proprio il mio stesso pensiero.
Chiros
Chiros

Messaggi : 4746
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da veterano il Mar 26 Mag 2020, 00:11

Grazie ancora per le risposte.
Spalama, non fa niente se non hai letto tutto, tanto alla fine hai capito dove si arriva.
Il 3d era "identifica i punti deboli dell' avversario" e a questo punto visto che sono un tecnico , domando ma a che cosa ti serve ??? Specialmente se sei in quarta ???
Ma questa mia affermazione non vuole assolutamente denigrare nessuno.
Ma visto che conosco la quarta e qualche anno di esperienza ce l'ho spiego il perche' serve relativamente capire i punti deboli dell' avversario.
Che a mio punto di vista e' proprio un concetto sbagliato, cioe' adattarti all' avversario a secondo del suo punto debole.
Nel tennis non ci si adatta o almeno ci si adatta se costretti a farlo.
Specialmente in quarta, se vuoi migliorare e vietato adattarti, si "magari" adattandoti porti a casa la partita ma a livello di gioco non hai imparato nulla e non sei migliorato niente.
In quarta come state dicendo un po tutti ci sono troppe false scusanti.....perche' a mio parere per giocare un tennis decente non bisogna mica essere degli astrofisci,ma seguire un certo percorso di allenamento,sia fisico che tecnico, oserei dire quasi piu' fisico che tecnico,e seguire le logiche del gioco.
Poi il top del 3d si tocca quando si parla di testa......e anche li spiego come secondo me conti la testa ,cioe' in quarta pòco,niente, e da li la zuffa...
Quello che vorrei far capire e che a me personalmente non frega nulla di entrare in un forum e dare delle pippe a tutti ma visto che e' il mio lavoro e ho avuto la fortuna di lavorare con dei numeri uno al mondo e avevo uno straccio di classifica penso che almeno ascoltare e cercare di capire non faccia male.
Ma purtroppo capisco che sto facendo (in quel forum) una battaglia contro i mulini a vento, e prima di abbassarmi a certi livelli lascio la discussione.
A un certo punto leggendo certi post mi sembrava di ascoltare una discussione tra Flavia Vento e Cassano di astrofisica......
Comunque il punto e' quello se vuoi imparare devi essere umile.
Ci va tempo e tanto lavoro in campo,ma devi seguire un percorso logico che ti serva a migliorare.
A volte puoi riuscire a giocare ad un buon livello anche senza andare da un maestro, ma difficilmente ci riesci senza seguire le logiche del gioco ed i passi per migliorare.
Ma poi mi chiedo ma in campo la gente ha cosi tanto tempo per pensare ???
Odio quando mi dicono ho pensato troppo e ho fatto la cagata...
perche' e' proprio un concetto basico sbagliato.
La cagata non la fai perche' hai pensato troppo la fai perche' hai scelto un colpo troppo difficile per le tue capacita'.....hai riconosciuto la situazione ma hai deciso di fare la cagata......
Una regola molto semplice per evitare le cagarte e' andare in campo e fare solo quello che si sa fare.
Per migliorare ce l'allenamento e da li che mi creo piu' opzioni, ma anche avendo piu' opzioni andro' sempre in campo a fare quello che meglio so fare.
Ora non dico di non provare mai....ma anche li ce il momento giusto per provare.
Paradossalmente il tennista scarso prende decisioni molto piu' complicate di un tennista bravo,perche' il tennista bravo quelle tre opzioni che ha le ha allenate e le sa giocare, il tennista scarso ha solo in testa le tre opzioni,ma in pratica di sicura ne ha solo una....
In una partita tirata dove ho una palla facile da rigiocare e devo prendere una decisione cerchero' sempre di prendere la decisione piu' consona a quello che so fare meglio,anche se nel mio bagaglio tecnico ne ho tre..... che poi non e' neanche una decisione presa consapevolemte, a livello agonistico e' un automatismo di gioco che mi porta a giocare un colpo piuttosto che un altro,cioe' vedo che ho questa possibilita',ho tre soluzioni possibili quale colpo devo giocare ???? e la risposta deve essere il colpo che riconosco essere piu' solido in base alla situazione che mi si presenta davanti , si puo' anche provare qualcosa ma si prova magari quando siamo in situazione di 40-0 e servizio a favore allora magari la cagata ci puo' anche stare.....
IL punteggio deve essere sempre chiaro.......non si gioca lo stesso colpo essendo 30-30 0 essendo 40-0 qualche rischio si puo anche prendere....ma non puo' essere una costante.
Ma se andiamo a vedere bene a livello agonistico che sia quarta o terza non ci sta' neanche quello perche' la soluzione b o c la provo in allenamento non in partita........perche' per riuscire a giocare bene quel colpo devo essere sicuro di saperlo fare bene, in partita non si improvvisa.
Poi capisco che ad una certa eta' il risultato possa non importare e si giochi per divertirsi......e allora li conta tutto e non conta niente e non entri in un forum per chiedere consigli su come vincere con quello, su che tattica usare con quell'altro.....se non ti impòrta niente fai quello che ti pare...... e on hai bisogno dei miei consigli,ti diverti indipendentemente dal risultato e tutti a casa felici.
Ma se ti iscrivi ai tornei non credo che a perdere ci si diverta poi cosi tanto...
IL discorso di Attila che gioca il set con il suo solito amico e al posto di perdere 6-4 come al solito, le prende 6-2 perche' decide di fare Sampras,ma si diverte, e' comprensibile, se visto come: gioco l'amichevole con il mio solito amico e va bene tutto,provo a fare serve and volley e sono consapevole che le prendero', ma mi diverto lo stesso perche' magari ogni tanto mi esce quella stop volley incredibile, ci sta tutto e' un punto di vista rispettabilissimo..... in torneo non e' accettabile e' un suicidio e vuol dire scegliere di non giocare e di andare a casa mezz'ora prima del tempo dovuto.
Come dicevo credo che sia una questione di darsi degli obbiettivi , un po di umilta', una bella autoanalisi , e non prendersi per il culo da soli.....
Che sia il divertirsi o giocare il torneo.......
Chiudo con questa frase di Spalama che mi e' piaciuta molto.
Ecco uno bravo sa riconoscere questo aspetto del gioco, cioè capire quel giorno il massimo che può fare col suo tennis, indipendentemente dall'avversario che ha di fronte.
Saluti e buon tennis
veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Attila17 il Mar 26 Mag 2020, 10:21

Bel post Vet, sempre interessantissimo, mi piace quello che scrivi e lo quoto, per quello che mi riguarda hai pienamente ragione lo faccio per cazzeggio, tornei nn ne faccio perchè nn riuscirei per le ginocchia a fare 3 giorni consecutivi, mi è capitato una volta 2 anni fa e alla 3 partita strisciavo e ho perso da uno che di solito batto, ma vuol dire che quella volta più bravo lui.
L altro gg Ace da un altra parte ha postato un link del tattico di Medvedev, e leggendolo un po si capisce la differenza dal giocare in una certa maniera o in un altra.....parlava di percentuali e diceva che i fab 3 hanno una percentuale di punti vinti del 54% invece Gasquet del 53% e questo 1% fa una differenza abissale, ovvio che nel tennis come hai scritto te i punti nn sono tutti uguali, ma pensare che un 1 % possa dare la differenza tra 50 e oltre slam e nulla fa impressione.
Poi come sempre le stats bisogna, primo saperle leggere, poi interpretarle nel modo corretto.
Però interesssante.
Io però continuo a cazzeggiare alla Edberg lol!
Ciao
Attila17
Attila17

Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 50
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Chiros il Mar 26 Mag 2020, 10:22

Una domanda a Veterano.
Quando si raggiunge una certa età come la mia, le gambe vanno a farsi friggere. Ora specialmente con questa pausa da coronavirus.
Il rovescio ad una mano ne risente subito. Non riuscendo a trovare bene il giusto punto di impatto con le gambe, il rovescio ad una mano diventa inconsistente.

Meglio un rovescio a due mani, che in passato ho già provato, perché è un colpo più flessibile con una zona di impatto utile più ampia?
Oppure con il bimane si fa ancora più fatica? Ci vogliono ancora più gambe?
Chiros
Chiros

Messaggi : 4746
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da correnelvento il Mar 26 Mag 2020, 10:40

Dopo un periodo di "intolleranza allergica" da forum, colgo l'occasione di questo bel post del Veterano per salutarlo, e con lui tutti gli amici di TT. smash
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Attila17 il Mar 26 Mag 2020, 10:46

Ciao Gio, bentornato.
Attila17
Attila17

Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 14.02.17
Età : 50
Località : Albissola Marina

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da correnelvento il Mar 26 Mag 2020, 11:10

L'argomento posto dal Vet torna spesso nei forum di tennis, scatenando le tesi più divergenti e variegate.

La maggior parte delle quali, a mio avviso, prive di fondamento (anche se espresse in buona fede).

Mi trovo praticamente sempre d'accordo con il Veterano, ed in seconda battuta con Spalama, che oltre ad essere un amico (con cui ho disputato svariate battaglie quando eravamo più giovani) è una persona che CAPISCE di davvero tennis e di attrezzatura (tranne quando non ammette che Djoko è più forte di Federer... ma nessuno è perfetto Razz).

In particolare sono assolutamente d'accordo con l'affermazione che, in campo, non si pensa... ma si gioca in automatico usando al meglio ciò che si ha.

Da qui la frase di uno dei migliori coach: Vic Braden:
"A tennis dovete giocare sempre il vostro solito, noioso, colpo sicuro, che siete in grado di giocare anche con 39 di febbre".

Il tennis è un gioco a percentuale. Ed è su queste che occorre ragionare.

E, se si gioca una partita, la si gioca cercando di vincere...

Avete mai visto una persona che vuole perdere giocando a scacchi, facendo mosse A CAZZO? Io no. E neppure voi.

Io non ho mai creduto, e non crederò mai, che uno gioca "a scazzafottere" perchè gli piace... piuttosto uno decide di giocare colpi estemporanei perchè non è in grado di reggere (come Attila) fisicamente o perchè non è in grado di tenere lo scambio da fondo.

Non credo minimamente neppure a chi sostiene che gioca bene solo con quelli forti: TUTTI giocano meglio con quelli forti!

Ma il livello del giocatore di vede con quelli più SCARSI (o, meglio, creduti -spesso erroneamente-  tali).


E' infinitamente più difficile, per una pippa del nostro livello, giocare contro uno che ti butta "stracci bagnati" che contro uno che gioca colpi forti e di ritmo.

La "mozzarella" ti mette davanti ai tuoi (nostri) limiti.

E tali giocatori non ti battono (o mettono in difficoltà) per che sei "scazzato"... ma perchè non hai la tecnica/fisico/capacità di riuscire a batterli.

Ne ho ascoltati negli ultimi 30 anni a migliaia, nei circoli, fare queste affermazioni.

Sicuramente non sarà divertente giocare con uno "stracciarolo"... ma se entri in campo devi cercare di batterlo con quello che hai.

In tutto questo , secondo me, la testa non c'entra nulla!


Come dice Spalama, il tennis è uno sport "a gradini": a seconda di quale gradino occupi, in partita ci sarà una chiara gerarchia.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da correnelvento il Mar 26 Mag 2020, 11:26

veterano ha scritto:




- In quarta come state dicendo un po tutti ci sono troppe false scusanti
....

- Comunque il punto e' quello se vuoi imparare devi essere umile.

- A volte puoi riuscire a giocare ad un buon livello anche senza andare da un maestro,
ma difficilmente ci riesci senza seguire le logiche del gioco.

- Una regola molto semplice per evitare le cagate e' andare in campo e fare solo quello che si sa fare.

- Come dicevo credo che sia una questione di darsi degli obbiettivi , un po di umilta', una bella autoanalisi , e non prendersi per il culo da soli.....




Riassunto punti focali...
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da ace59 il Mar 26 Mag 2020, 11:57

Chiros ha scritto:Una domanda a Veterano.
Quando si raggiunge una certa età  come la mia, le gambe vanno a farsi friggere.  Ora specialmente con questa pausa da coronavirus.
Il rovescio ad una mano ne risente subito.  Non riuscendo a trovare bene il giusto punto di impatto con le gambe, il rovescio ad una mano diventa inconsistente.

Meglio un rovescio a due mani, che in passato ho già provato, perché è  un colpo più flessibile con una zona di impatto utile più ampia?
Oppure con il bimane si fa ancora più  fatica? Ci  vogliono ancora più  gambe?

hai 45 anni e le gambe vanno a farsi friggere ????? affraid
e quando ne avrai 50 o 60 come me ?
io i migliori risultati , da pippa sia ben chiaro , li ho avuti tra i 50 e 55 anni
dai Chiros 45 anni sei ancora in piena forma
i tornei sono pieni di 50enni che danno ovetti ai giovanotti di turno Wink
ace59
ace59

Messaggi : 2199
Data d'iscrizione : 26.02.14
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

Opinioni Empty Re: Opinioni

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum