Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 6 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

correnelvento

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 320 il Dom 25 Lug 2021, 13:48
Ultimi argomenti attivi
» Olimpiadi
Da Chiros Oggi alle 10:26

» A distanza di un anno alla fine come è la Babolat Pure Strike 305 gr 16x19?
Da gabr179 Oggi alle 09:59

» Custom Prince Phantom 100P
Da yatahaze Oggi alle 08:59

» Consiglio racchetta
Da superpipp(a) Oggi alle 08:55

» È arrivato il vax day!
Da DrDivago Oggi alle 07:49

» COVID, notizie NO-MAINSTREAM
Da DrDivago Ieri alle 21:20

» Addio profilate
Da superpipp(a) Ieri alle 10:16

» Spalle instabili...."lasse"
Da Chiros Ieri alle 08:48

» Alcaraz
Da Tempesta Dom 01 Ago 2021, 22:53

» Reunion Settembre 2021
Da Tempesta Dom 01 Ago 2021, 22:49

» Giovani stranieri
Da Matusa Dom 01 Ago 2021, 12:01

» Djkovic è al capolinea ?
Da Matusa Dom 01 Ago 2021, 11:59


Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

+15
veterano
miguel
Chiros
spalama
Bertu
Wacos
squalo714
Matusa
Simba
Attila17
Matteo1970
Incompetennis
fabione65
taglia64
mickfelagund
19 partecipanti

Pagina 6 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo

Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da mickfelagund Lun 11 Gen 2021, 14:32

Promemoria primo messaggio :

Allenamento Mentale:
un consiglio per tutti i giocatori di 4° e 3° categoria

Premessa:
- se siete persone che si allenano 1/2 volte a settimana
- se siete giocatori che fanno almeno una partitella a settimana (torneo o con amici)

Quando pensare e quando non pensare in partita
- pensare nella pausa fra un punto e l'altro a come voglio giocare il punto
- non pensare mentre si sta giocando. eseguire lo schema che vi siete prefissati.

Domanda:
- l'avete mai provato a fare per tutto un set?
- siete in grado di provarlo per almeno 2-3 game di fila?

attendo vostre risposte
buon divertimento

Marco
(Istruttore e allenatore mentale)
mickfelagund
mickfelagund

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 03.04.12
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso


Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Matteo1970 Lun 25 Gen 2021, 17:30

@Wacos ha scritto:Matteo... ti faccio una domanda.
Tu hai fatto pallavolo a buon livello, così come io ho fatto Judo ad un livello decente.

Ora: se tu dovessi giocare contro una squadra di scappellati avresti problemi di testa o li ammazzeresti di schiacciate ad ogni palla moscia che ti ributtano?

E secondo te io se dovessi lottare con un cintura gialla andrei in crisi o lo farei volare come un sacco di patate?

Nessuna crisi, te l'assicuro, e lo sai anche tu.
E questo perché? perché rispettivamente in quello sport eravamo bravi e capaci, e nessun incapace avrebbe mai potuto metterci in difficoltà.

A tennis siamo degli scappellati, e quindi siamo pieni di dubbi.

C'è solo da prenderne atto e lavorare.

Più impari e meno dubbi hai, meno dubbi hai e meno ansia provi.

Poi se vuoi possiamo pure parlare di testa, ma solo DOPO aver raggiunto un livello tecnico e atletico tale che diventa chiaro che c'è qualcosa che non va.

Ma prima di questo è solo mancanza di competenza.







scappellati fa un po' senso.... però ovvio, come dici tu, gli passeggeri sopra.

E coem detto più su, parlando con vet, certo che se potessi permettermi di allenarmi 4 ore la settimana penso che arriverei a delle routine tali che i problemi attuali verrebbero praticamente a dissolversi.

E qui torniamo al discorsi di contestualizzare.

50 anni, con la panza, che ha ripreso da 4 anni, che ha tempo per fare 2 tornei l'anno e si allena quando riesce 3/4 volte al mese...

Ora, mi si può dire..."non ci sono cazzi, solo l'allenamento " e lo accetto , ripeto, è una opinione e probabilmente è quella giusta. Ma non accetto "sono scuse", il problema c'è.

Per chi è nella mia situazione non vuole la ricetta magica, è curioso di sapere se ci fosse qualche routine mentale applicabile da testare per vedere se riesce a "abbassare" l'incidenza del problema di concentrazione (di qualsiasi tipo sia) e magari portare a casa quel 15 in più... non potendo allenarsi per risolverlo con l'assimilazione assoluta o semiassoluta del gesto e della situazione.


Matteo1970

Messaggi : 1892
Data d'iscrizione : 16.06.17

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Matteo1970 Lun 25 Gen 2021, 17:32

@Matteo1970 ha scritto:
@spalama ha scritto:"Per me il problema di testa è non riuscire a non pensare.

Io riesco a non pensare o comunque a limitare molto questo problema solo quando gioco con persone che hanno una gra velocità di palla, quando mi alleno con i terza alta. Li non ho tempo, puoi solo cercare di lasciare andare il corpo e "salvare lo scambio". In più mi sento molto più grintoso, aggressivo, ho voglia di provare a spaccare la palla... è una sensazione di euforia.

Boh, mi rendo conto che è un discorso troppo complesso, chi non ne soffre non può nemmeno capire il discorso, quindi diventa un inutile tentativo di spiegare i colori ad un cieco."

Tre cose:

1) non pensare: beato te che hai il tempo di farlo, io in campo penso solo a correre ed a metterla di la nel miglior modo possibile in relazione a come sono arrivato sulla palla

2) giocare con quelli più forti: ti do una notizia, tutti giochiamo meglio contro giocatori più forti che danno ritmo, il resto è un discorso di ormoni che entrano in circolo quando vai sopraritmo. Quando pensi di essere sottoritmo datti due colpi sui reni come faceva Connors....

3) non fare la vittima, qua siamo tutti sulla stessa barca.

Purtroppo si. Spesso ho tempo di farlo.

Vittima... io chiacchiero. Non mi conosci.




e più che vittima, odio gli assolutismi che spesso vengono trasmessi come verità assolute.
Matteo1970
Matteo1970

Messaggi : 1892
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Wacos Lun 25 Gen 2021, 17:59

Matteo, esiste solo una soluzione.fregarsene.vai in campo, spacchi i teloni di fondo e te la ridi. voglio dire:se non sai chiudere lo straccio del pallettaro non è che esiste un incantesimo che fa tornare la palla di la... O la chiudi o se non sai farlo fai quello che sei capace. se tu pensi che sia un problema mentale stai implicitamente affermando che in un ambiente neutro, senza ansia, saresti in grado di chiudere gli stracci, e non hai problemi a spingere una palla senza peso.

Allora io ti chiedo: è davvero così?

Riflettici e datti una risposta sincera.

Aggiungo un ulteriore elemento di riflessione: un 3.1 perde dal pallettaro di quarta o lo svernicia? E perché vince, perché non ha problemi mentali o perché sa gestire ogni palletta che gli arriva?

🤔



Nano da Battaglia
Wacos
Wacos

Messaggi : 1426
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 43
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Matteo1970 Lun 25 Gen 2021, 18:14

@Wacos ha scritto:Matteo, esiste solo una soluzione.fregarsene.vai in campo, spacchi i teloni di fondo e te la ridi. voglio dire:se non sai chiudere lo straccio del pallettaro non è che esiste un incantesimo che fa tornare la palla di la... O la chiudi o se non sai farlo fai quello che sei capace. se tu pensi che sia un problema mentale stai implicitamente affermando che in un ambiente neutro, senza ansia, saresti in grado di chiudere gli stracci, e non hai problemi a spingere una palla senza peso.

Allora io ti chiedo: è davvero così?

Riflettici e datti una risposta sincera.

Aggiungo un ulteriore elemento di riflessione: un 3.1 perde dal pallettaro di quarta o lo svernicia? E perché vince, perché non ha problemi mentali o perché sa gestire ogni palletta che gli arriva?

🤔


Ma..ho parlato dei pallettari? non mi sembra. No.... non ho problemi con un tipo di giocatore. Ho problemi di down . Ovvero smetto di buttare la palla di la.
Se ripercorro cosa accade, so che parte da una serie di errori non forzati, ed arriva nei cosi in cui si presenta a non riuscire a buttarla di la in nessun modo.

Mi è capitato con anche con Gabriele, con il quale avendo fatto lui si e no 15 ore di corso faccio palleggio e pochi game giusto perchè ci tiene. Con lui gioco una palla piatta o scarsamente arrotata, centrale, per cercare di dargli ritmo. Non vado a rete, cerco di farlo giocare il più possibile con quella palla.
Mi è capitato una volta di non riuscire a mandare la palla di la per 10 minuti, innescato da un paio di errori. Entro proprio nel tunnel e non c'è modo.

Ora, è una scusa perchè ho perso? no, perchè non ho perso, perchè non era una gara ma padre che cerca di far divertire il figlio... ciò nonostante la rabbia e la negatività mi hanno "bloccato".

Giocassi 4 volte a settimana capiterebbe? credo proprio di no, avrei degli automatismi e una sensazione di palla che non posso avere con 3/4 ore mese.

Matteo1970
Matteo1970

Messaggi : 1892
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da taglia64 Mar 26 Gen 2021, 10:42

Matteo, vorrei davvero tranquillizzarti. Le situazioni che vivi sono assolutamente normali.
Mentalmente non c'è nessun tunnel, devi solamente chiarire con te stesso che cosa vuoi/puoi dare al tennis e che cosa ti aspetti in cambio.
Puoi dare un'ora a settimana e:
1) vorresti essere un giocatore solido che non si perde d'animo e che non smarrisce la concentrazione non appena il ritmo si abbassa? Usa quell'ora a settimana non per divertirti ma per rendere solido il tuo gioco (no S&V o chiusure al terzo colpo). Partita solo con scambi guidati senza servizio, ad esempio: 4 incrociati e al 5° punto libero
2) vuoi solo divertirti giocando in quell'ora? e allora impara ad accettare che mancando la consistenza, nei momenti in cui guardi meno la palla, in cui sei meno attento, in cui arrivano pensieri esterni (e capita soprattutto quando gli scambi non mettono pressione) avrai dei passaggi in cui non la cacci di là perché il tuo allenamento non ti supporta con l'autopilota.
Credo che già accettando a mente fredda risolverai gran parte dei problemi mentre quando ti capitasse ancora in partita o con tuo figlio, concentrati solo sul guardare la palla, gustatela all'impatto ed immagina di girare un film in cui l'unico interprete è la pallina. Guardare la palla e concentrarsi solo su di essa aiuta negli spostamenti e scaccia i pensieri in modo naturale.
taglia64
taglia64

Messaggi : 383
Data d'iscrizione : 06.11.18
Età : 57
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da spalama Mar 26 Gen 2021, 11:21

Guarda non c'è nessuna verità assoluta in questo sport, c'è l'esperienza di chi ci è già passato ed ha risolto e l'esperienza di chi sta sul campo ore ed ore a lavorare (vedi Veterano) e ne ha viste di ogni.

Dunque impara ad accettare le verità relative che ognuno è in grado di darti e mettine un pezzetto sul campo.

Da quello che dici nel tuo ultimo intervento ti stai praticamente consegnando.

A questo livello bisogna solo costruirsi un bagaglio tecnico decente e giocare come si sa, facendo cose semplici e soprattutto quelle che ci riescono meglio.

E' l'unico modo per diminuire i rischi e sentirsi forte in campo.

Inutile star li a cambiare gioco, a dare una palla diversa al tuo avversario per metterlo in difficoltà e altre menate di questo tipo, perchè nel 99% dei casi quello che fa un tennista del nostro livello in questo caso, è quello di mettere in difficoltà il suo tennis e da li nascono i problemi mentali, i pensieri, le negatività.

Vuoi migliorare giocando solo una volta alla settimana?

Allora metti da parte tutte le filosofie che ti sei fatto giocando ad altri sport, o facendo l'allenatore.

In questo sport sei un giocatore occasionale, prendi coscienza del livello di "pippagine" a cui sei arrivato giocando così poco (in senso buono naturalmente) e cerca di lavorarci sopra per migliorare.

Invece di palleggiare (che non serve praticamente a nulla) investi su un buon maestro, lavora molto sui fondamentali, rendili solidi, perchè quando giochi 200 volte la stessa palla ogni ora vedrai che poi il braccio non ti trema più, anche se ne sbagli due di fila.

Poi quando fai partita, per evitare di avere cali di concentrazione, visto che hai praticato un gioco di squadra, prova a pensare che stai giocando un match di un incontro a squadre e che devi portare a casa il punto anche per i tuoi compagni.

Stai sicuro che anche perdendo uscirai dal campo avendo dato tutto.

Io ho migliorato molto l'attitudine a fare la partita proprio quando ho iniziato a fare le competizioni a squadre.

Non è raro, anche nel tennis, di giocatori che danno il meglio di se quando giocano la Davis e poi nei tornei individuali hanno performance a volte imbarazzanti e di livello sicuramente inferiore.

E' probabile che a te serva quello scatto mentale.

Io ce l'ho avuto quando sono tornato a giocare a tennis dopo una pausa di 4 anni in cui ho giocato a calcio in categorie regionali.

Il gioco di squadra mi ha insegnato molto in quel senso, il dover guardare in faccia i compagni negli spogliatoi per una brutta prestazione non è la stessa cosa che dover rendere conto solo a te stesso come nel tennis.
spalama
spalama

Messaggi : 1234
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da gabr179 Mar 26 Gen 2021, 11:23

Approfitto della discussione per chiedere se esistono tecniche per aumentare e mantenere la concentrazione durante lo scambio. Premesso che ho una predisposizione naturale a "perdermi via", mi capita spesso di dirmi "ok, ora pensa solo a cercare bene la palla" e dopo 2/3 colpi il pensiero va al punto ed iniziano gli errori.
gabr179
gabr179

Messaggi : 1184
Data d'iscrizione : 06.06.17
Età : 42
Località : Tra Como e la Brianza

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da spalama Mar 26 Gen 2021, 11:26

Prova a contare i colpi, datti un obiettivo, se ti perdi dopo 2/3 colpi prova ad iniziare a contare 5 colpi, poi via via aumenti.
Devi solo contare ogni volta che colpisci.
spalama
spalama

Messaggi : 1234
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Wacos Mar 26 Gen 2021, 11:49

@spalama ha scritto:Prova a contare i colpi, datti un obiettivo, se ti perdi dopo 2/3 colpi prova ad iniziare a contare 5 colpi, poi via via aumenti.
Devi solo contare ogni volta che colpisci.

Esatto!!! è super potente come pensiero, lo uso spesso anche io se vedo che in quel momento ho bisogno di consistenza.

Il solo fatto di DOVER contare i colpi migliora la ricerca palla e l'anticipazione, e ti spinge ad impostare una velocità di crociera che ti permette di non sbagliare.

Dopo un pò che lo applichi ....ti accorgi che stai giocando finalmente a tennis



Nano da Battaglia
Wacos
Wacos

Messaggi : 1426
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 43
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da gabr179 Mar 26 Gen 2021, 11:56

Grazie, oggi ci provo e vi dico.
gabr179
gabr179

Messaggi : 1184
Data d'iscrizione : 06.06.17
Età : 42
Località : Tra Como e la Brianza

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da miguel Mar 26 Gen 2021, 12:17

matteo , il problema è il tempo, per giocare un ora la settimana giochi già molto bene.
purtroppo da lì non si scappa, per avere un rendimento decente in uno sport tecnico come il tennis bisogna dedicargli ben più di un'ora. non è un caso che il tuo colpo migliore sia il servizio retaggio della pallavolo dove hai sicuramente automatizzato un movimento che poi hai portato pari pari nel tennis
miguel
miguel

Messaggi : 5712
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 54
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Matteo1970 Mar 26 Gen 2021, 13:09

@miguel ha scritto:matteo , il problema è il tempo, per giocare un ora la settimana giochi già molto bene.
purtroppo da lì non si scappa, per avere un rendimento decente in uno sport tecnico come il tennis bisogna dedicargli ben più di un'ora. non è un caso che il tuo colpo migliore sia il servizio retaggio della pallavolo dove hai sicuramente automatizzato un movimento che poi hai portato pari pari nel tennis

Grazie Miguel,

ma il "sunto" non è il mio gioco ne il mio problema in realtà. Io so bene quanto il lavoro paghi, so bene che non diventerò mai nessuno perchè il tennis è un hobbie, non un lavoro, e quell'ora è "per grazia ricevuta". E posso convivere benissimo con i miei down di testa. Ho usato me come esempio , ma non ho la pretesa di ricevere qui una soluzione. solo uno stolto potrebbe pensare di risolvere un problema su un forum, con gente sconosciuta.

Il sunto è che non si può sparare sentenze a minchia come vedo moltissime volte qui ( e su tutti i forum, intendiamoci).
La testa è un fattore del gioco.
Per taluni è un problema, questo è reale.
Per altri è una scusa.

Ma generalizzare dicendo "è solo una scusa " ... beh, lo trovo presuntuoso.

Poi lascio perdere, perchè ho capito che sto sbagliando.
Sto cercando di esprimere concetti ma in parte non ne sono capace, quindi non riesco a farmi capire, in parte ho interlocutori non sono molto aperti a riflessioni diverse dai propri radicati fondamenti.

Matteo1970
Matteo1970

Messaggi : 1892
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da miguel Mar 26 Gen 2021, 13:19

il mio non era un giudizio ad personam, ritengo che chiunque giochi a tennis un ora la settimana (e parlo anche di giocatori che magari han raggiunto in passato una buona classifica) esprimerà sempre un livello di tennis inferiore alle sue reali capacità. In questi casi l'eccezione è quando si gioca bene non quando si hanno i passaggi vuoti
miguel
miguel

Messaggi : 5712
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 54
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da spalama Mar 26 Gen 2021, 14:06

Matteo, la testa come dici tu è "un" fattore di un gioco dove entrano in scena diverse componenti.

Al nostro livello le prime componenti da considerare sono la tecnica e la preparazione fisica.

Sono quelle predominanti e bisogna riconoscere prima i propri limiti dapprima in questi due fattori del gioco.

Al nostro livello la "testa" entra in gioco come scusa, nel senso di "palliativo" alle mancanze tecniche e fisiche.

Nessuno discute sul fatto che possa essere un problema, ci sono molti giocatori molto dotati tecnicamente e fisicamente che non sono arrivati o non hanno ottenuto risultati pari alle proprie doti, proprio per problemi di testa.

Ma parliamo di gente che è arrivata alla soglia del professionismo, o addirittura professionista.

Esempi su tutti e facilmente riconoscibili sono Fognini in primis, che pure è arrivato molto molto in alto, Kyrgios e Paire, solo per citarne tre riconoscibili.

Voglio dire che la testa entra in gioco in maniera determinante solo ad un certo livello, dopo che ti sei costruito solide basi tecniche e fisiche, al nostro livello non c'è storia e mi dispiace dovertelo ribadire, senza presunzione, i down di testa ci sono e ce li abbiamo tutti, perchè siamo persone che vivono di altro e non di tennis, ma diventano un fattore condizionante se non hai altre armi per superarli.

Se tu fossi forte tecnicamente e fisicamente vinceresti le partite anche nelle giornate no, in cui non ti va molto di giocare, oppure in cui ti accorgi che tutto gira storto, dalle palline al vento il campo le corde etc...etc....

E pi scusami ma ti si sta scrivendo tutti, ognuno dandoti un contributo per aiutarti e tu continui a crogiolarti e nasconderti dietro il tuo problema di testa manco fossi Federer però sei ancora quarta categoria, ancora non hai ammesso quelli che sono i tuoi problemi di gioco e questo si che è un problema di testa.

Ti faccio un altro esempio per aprirti la mente.

Nadal, che è da tutti riconosciuto come quello che ha una grandissima attitudine mentale, un lottatore, un leone indomito in campo, uno che non ha mai o quasi mai passaggi a vuoto etc...etc.... quando non sta bene fisicamente ed i suoi colpi rimangono un metro più corti (e lo abbiamo visto tutti nei suoi periodi di difficoltà fisica) è stato spesso preso a pallate anche da gente molto più debole di lui.
Dunque anche a quel livello, e lo dice lui stesso, i punti li fai prima di tutto con i colpi e non con la testa.




spalama
spalama

Messaggi : 1234
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Matusa Mar 26 Gen 2021, 15:43

L'anno scorso ho giocato con un vicino di casa un po' rompiballe. Va avanti lui fino ad essere ad un passo dal chiudere il primo set, ma non riesce a chiudere subito. A quel punto non gli sta più bene niente, critica tutto, discute sulle chiamate, perde tempo, si sbaglia tenere il punteggio ma mai a suo sfavore. A quel punto m'incazzo e come sempre in questi casi gioco meglio, più concentrato. Risultato, non vince più un gioco e il set è mio.

Stessi giocatori, stesso campo, stesse palline, racchette, condizioni meteo e spettatori (nessuno). Era cambiata solo la motivazione, quindi la testa.

La testa conta, sempre e comunque.
Matusa
Matusa

Messaggi : 1306
Data d'iscrizione : 17.02.17
Località : Nord-est

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da squalo714 Mar 26 Gen 2021, 16:24

@Matusa ha scritto:L'anno scorso ho giocato con un vicino di casa un po' rompiballe. Va avanti lui fino ad essere ad un passo dal chiudere il primo set, ma non riesce a chiudere subito. A quel punto non gli sta più bene niente, critica tutto, discute sulle chiamate, perde tempo, si sbaglia tenere il punteggio ma mai a suo sfavore. A quel punto m'incazzo e come sempre in questi casi gioco meglio, più concentrato. Risultato, non vince più un gioco e il set è mio.

Stessi giocatori, stesso campo, stesse palline, racchette, condizioni meteo e spettatori (nessuno). Era cambiata solo la motivazione, quindi la testa.

La testa conta, sempre e comunque.
Abiti vicino a Dante?
scratch


..e riconobbi il tuo sguardo in quello di un passante. (cit. Tiziano Ferro)
squalo714
squalo714

Messaggi : 2654
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Ospite Mar 26 Gen 2021, 16:37

ecco l'esempio fatto da Matusa è secondo me abbastanza centrato sul tema , ma potrebbe essere portato a difesa di una tesi o dell'altra

infatti cosi come raccontato è una storia come ce ne sono capitate a tutti .
uno dei due giocatori va avanti 5/ 0 , e poi per un nonnulla si incarta e perde 7/ 5

a prima impressione sembra proprio la prova definitiva che la testa conta Stessi giocatori, stesso campo, stesse palline, racchette, condizioni meteo e spettatori (nessuno). Era cambiata solo la motivazione, quindi la testa come dice Matusa

ma

e se fosse il contrario ?

possibile che prima sia andato 5 0 solo perché l'avversario stava sbagliando tutto ? o che gli era entrato tutto anche l'impossibile ? o perché l'avversario era una vera pippa e bastava semplicemente buttarla di la per fare punto ? in pratica il frutto del 5 0 non fosse una netta superiorità tecnica o fisica ma una serie di circostanze ?

e poi queste circostanze per mille motivi ( non solo la testa ) sono cambiate ?
il tizio in vantaggio inizia a mostrare il limiti tecnici ( braccino ) gli finisce la scorta di fortuna di nastri e righe , il tizio dall'altra parte tiene tre colpi consecutivi in campo …
insomma il risultato cambia in funzione di molte più variabili del dire " è colpa della testa "
almeno secondo me

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Ospite Mar 26 Gen 2021, 17:36

Un detto diceva:  tu sei forte come la tua seconda palla di servizio
tradotto potrebbe significare: tu sei forte come il tuo punto debole, sia esso testa, gambe, braccio o panza.
qualunque sia il tuo limite... ti limiterà...

Ma spendere soldi o semplicemente tempo per un mental coach a fini tennistici, nel nostro caso, mi pare semplicemente ridicolo.
può essere, invece, che una crescita personale, che avvenga in altri campi della nostra vita, per i piú svariati motivi, ci consenta anche una migliore prestazione in campo, nel caso fossimo stati veramente limitati dalla testa

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da veterano Mar 26 Gen 2021, 19:24

Bueno dopo molte opinioni che ti sono state date Matteo permettimi di darti la mia come se venissi a pagarmi per dartela e dopo avermi spiegato le cose come le hai spiegate adesso.
Quando parlo di un giocatore che ha fatto un certo percorso possa arrivare alla terza senza grandi problemi non me lo invento e' un dato di fatto dovuto ad anni di esperienza sui campi.
Ma questo percorso vuol dire ore ed ore passate ad allenarsi sul campo e a fare partite e tornei.
La testa Matteo non e' che non funziona o ci sono dei problemi,il problema e' che anche sapendo cosa dovresti fare non sei in grado di farlo perche' non sei abituato a farlo.
E per riuscire a fare quelle quattro cose che ti servirebbero mentalmente per non avere problemi a gestire la partita ti mancano ore di campo.
Ore di tornei ore di partite e di allenamento,
Per tenere un ora in campo diciamo mentalmente centrati sulla partita,ci va abitudine a farlo,non basta sapere cosa fare,ma bisogna abituarsi a farlo.
Il miglioramento tecnico e mentale vanno di pari passo,la pressione della partita di torneo e la capacita' di stare in campo con la testa vanno di pari passo a quante ore tu stai in campo.
Se tu mi dicessi che giochi almeno 4- 5 ore alla settimana e fai degli allenamenti specifici come quello che ti e' stato detto delle diagonali, e di tornare a coprire, di guardare sempre la palla, e ti fai almeno un torneo al mese,in pratica al tuo livello riuscire a fare in automatico tutto quello che la tecnica richiede, in base alle tue possibilita'.
Allora si che ti direi caro ragazzo qua' ce un problema di testa, e vediamo come si puo riosolvere.
Ma cosi non posso pensare che ci sia di fondo un problema di testa, qualsiasi sia la situazione che mi proponi.
IL tennis e' complicato proprio per questo .....ci va molto tempo da dedicare.....e se il tempo non 'e tanto bisogna sapere come sfruttarlo al massimo con degli allenamenti mirati.
Se vedo che stai coprendo costantmente il lato sinistro il problema non 'e di testa ma tecnico.
Se vedo che non giochi profondo e non sai come gestire le diagonali il problema non e' di testa.
Se non guardi sempre la palla il problema' non e' la testa, non la guardi perche' non sei abituatuato a farlo o non lo hai mai fatto.
Io non sono un mostro in campo ,ma quando devo giocare una partita l' unica cosa che penso a parte di tenerere ben in mente il punteggio e' guardare la palla.
Perche' purtroppo facendo il maestro quando insegni dovendo guardare l'allievo ti dimentichi un po di farlo.
Se non non penserei neanche a quello,tanto ero abituato a farlo.
Guardare la palla,muoversi bene, fare lo split step,conoscere e sfruttare le diagonali,insomma tutto quello che di tecnico ci puo' essere deve essere automatico e non pensato.
Il tizio che sta' sul 5 a zero e riesce a perdere il set e' un classico.
Poi pero' bisogna andare a vedere il perche'.
Perche' ce' una grande differenza se ti succede ai primi tornei che fai ed una grande differenza se ti succede sempre.
Ma ritorniamo la punto iniziale quanto hai dedicato come tempo al giocare tornei, insomma quanto ci sei abituato ?
Vedi toranado a me il mio problema quando gioco qualche partita posso veramente affermare che sia' mentale,e non e' una scusa.
Nel senso che ho perso la voglia di soffrire in campo,percio' o chiudo in pochi scambi o probabilmente perdo il punto.
Perche' quella smorzata abbastanza abbordabile che mi hai giocato dove una volta mi sarei precipitato
come se non avessi un domani a colpire,adesso non vado a prenderla e non ci provo neanche.
Bene il mio problema e' mentale allora.....si e' mentale nel riuscire a trovare una giustificazione al non fare quello che invece dovrei.
Cioe' accettare di stare in campo e correre su tutte le palle.
La prestazione non puo' cambiare a rispetto che ci sia uno di livello inferirore o uno di livello pari o superiore.
La prestazione dovra' essere sempre quella, e lo sai bene avendo fatto uno sport ad alto livello.
Lo scarso lo asfalti,ma cosa devi pensare.....con il pari livello si lotta,e con quello di livello superiore si cerca di stare in partita....
Purtroppo le ore passate in campo fanno la differenza e la mente si allena come la tecnica e si abitua a reagire di conseguenza al tempo che le si dedica per riuscire a farlo.
Se prorpio il tempo e' poco veramente con quello che ti e' stato detto,guarda la palla e cerca di capire cosa sta succedendo in campo,ossia quando uscire,o quando tenere la diagonale, ne hai gia' da vendere.
Se ti succede che vai fuori partita o incominci a pensare ad altro.ritona al punto A guarda la palla.
IL giocare incrociato non dovrei neanche menzionarlo perche' dovrebbe essere scontato...
Matteo io di problemi mentali non ne vedo,vedo solo poche ore passate in campo e magari non ben spese....
veterano
veterano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da patillo Mar 26 Gen 2021, 20:35

Vet...scusa l'intrusione...hai cambiato mail?
patillo
patillo

Messaggi : 1363
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 48
Località : Besate - MI

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Matusa Mar 26 Gen 2021, 21:55

@squalo714 ha scritto:
Abiti vicino a Dante?
scratch

Very Happy

ace59 ha scritto:ecco l'esempio fatto da Matusa è secondo me abbastanza centrato sul tema , ma potrebbe essere portato a difesa di una tesi o dell'altra

infatti cosi come raccontato è una storia come ce ne sono capitate a tutti .
uno dei due giocatori va avanti 5/ 0 , e poi per un nonnulla si incarta e perde 7/ 5

Quindi è la testa dell'avversario. Sempre testa è.
Matusa
Matusa

Messaggi : 1306
Data d'iscrizione : 17.02.17
Località : Nord-est

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da gabr179 Mar 26 Gen 2021, 21:58

@Wacos ha scritto:
@spalama ha scritto:Prova a contare i colpi, datti un obiettivo, se ti perdi dopo 2/3 colpi prova ad iniziare a contare 5 colpi, poi via via aumenti.
Devi solo contare ogni volta che colpisci.

Esatto!!! è super potente come pensiero, lo uso spesso anche io se vedo che in quel momento ho bisogno di consistenza.

Il solo fatto di DOVER contare i colpi migliora la ricerca palla e l'anticipazione, e ti spinge ad impostare una velocità di crociera che ti permette di non sbagliare.

Dopo un pò che lo applichi ....ti accorgi che stai giocando finalmente a tennis

Niente, finché si palleggiava per un po' sono riuscito a farlo, durante la partita invece basta, non me ne ricordavo più... Ho la capacità di concentrazione di un criceto...
gabr179
gabr179

Messaggi : 1184
Data d'iscrizione : 06.06.17
Età : 42
Località : Tra Como e la Brianza

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da veterano Mar 26 Gen 2021, 22:02

@patillo ha scritto:Vet...scusa l'intrusione...hai cambiato mail?
Ciao pato ho visto ma mi sonó scordato di rispondere.
Ti rispondero a breve,
Scusate l'OT.
veterano
veterano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Matteo1970 Mar 26 Gen 2021, 22:37

@spalama ha scritto:Matteo, la testa come dici tu è "un" fattore di un gioco dove entrano in scena diverse componenti.

Al nostro livello le prime componenti da considerare sono la tecnica e la preparazione fisica.

Sono quelle predominanti e bisogna riconoscere prima i propri limiti dapprima in questi due fattori del gioco.

Al nostro livello la "testa" entra in gioco come scusa, nel senso di "palliativo" alle mancanze tecniche e fisiche.

Nessuno discute sul fatto che possa essere un problema, ci sono molti giocatori molto dotati tecnicamente e fisicamente che non sono arrivati o non hanno ottenuto risultati pari alle proprie doti, proprio per problemi di testa.

Ma parliamo di gente che è arrivata alla soglia del professionismo, o addirittura professionista.

Esempi su tutti e facilmente riconoscibili sono Fognini in primis, che pure è arrivato molto molto in alto, Kyrgios e Paire, solo per citarne tre riconoscibili.

Voglio dire che la testa entra in gioco in maniera determinante solo ad un certo livello, dopo che ti sei costruito solide basi tecniche e fisiche, al nostro livello non c'è storia e mi dispiace dovertelo ribadire, senza presunzione, i down di testa ci sono e ce li abbiamo tutti, perchè siamo persone che vivono di altro e non di tennis, ma diventano un fattore condizionante se non hai altre armi per superarli.

Se tu fossi forte tecnicamente e fisicamente vinceresti le partite anche nelle giornate no, in cui non ti va molto di giocare, oppure in cui ti accorgi che tutto gira storto, dalle palline al vento il campo le corde etc...etc....

E pi scusami ma ti si sta scrivendo tutti, ognuno dandoti un contributo per aiutarti e tu continui a crogiolarti e nasconderti dietro il tuo problema di testa manco fossi Federer però sei ancora quarta categoria, ancora non hai ammesso quelli che sono i tuoi problemi di gioco e questo si che è un problema di testa.

Ti faccio un altro esempio per aprirti la mente.

Nadal, che è da tutti riconosciuto come quello che ha una grandissima attitudine mentale, un lottatore, un leone indomito in campo, uno che non ha mai o quasi mai passaggi a vuoto etc...etc.... quando non sta bene fisicamente ed i suoi colpi rimangono un metro più corti (e lo abbiamo visto tutti nei suoi periodi di difficoltà fisica) è stato spesso preso a pallate anche da gente molto più debole di lui.
Dunque anche a quel livello, e lo dice lui stesso, i punti li fai prima di tutto con i colpi e non con la testa.





Spalama, non me ne volere, ma mi sto un po’ rompendo il cazzo a sentirmi rispondere sul personale quando ho solo portato esempi.
Non ho scritto MAI di essere forte in nulla, ne fisicamente né tecnicamente.
Quindi... no mettermi in posizioni che non ho mai sostenuto.

Da quanto scrivi sembra che mi stia lamentando di un problema, mentre io sto solo condannando una abitudine a sparare sentenze con la presunzione di avere la verità assoluta in tasca.

Meglio finirla no?
Matteo1970
Matteo1970

Messaggi : 1892
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Matteo1970 Mar 26 Gen 2021, 22:47

@veterano ha scritto:Bueno dopo molte opinioni che ti sono state date Matteo permettimi di darti la mia come se venissi a pagarmi per dartela e dopo avermi spiegato le cose come le hai spiegate adesso.
Quando parlo di un giocatore che  ha fatto un certo percorso possa arrivare alla terza senza grandi problemi non me lo invento e' un dato di fatto dovuto ad anni di esperienza sui campi.
Ma questo percorso vuol dire ore ed ore passate ad allenarsi sul campo e a fare partite e tornei.
La testa Matteo non e' che  non funziona o ci sono dei problemi,il problema e' che anche  sapendo cosa dovresti fare non sei in grado di farlo perche' non sei abituato a farlo.
E per riuscire a fare quelle quattro cose che ti servirebbero mentalmente per non avere problemi a gestire la partita ti mancano ore di campo.
Ore di tornei ore di partite e di allenamento,
Per tenere un ora in campo diciamo mentalmente centrati sulla partita,ci va abitudine a farlo,non basta sapere cosa fare,ma bisogna abituarsi a farlo.
Il miglioramento tecnico e mentale vanno di pari passo,la pressione della partita di torneo e la capacita' di stare in campo con la testa vanno di pari passo a quante ore tu stai in campo.
Se tu mi dicessi che  giochi almeno 4- 5 ore alla settimana e fai degli allenamenti specifici come quello che  ti e' stato detto delle diagonali,  e di tornare a coprire, di guardare sempre la palla, e ti fai almeno un torneo al mese,in pratica al tuo livello riuscire a fare in automatico  tutto quello che la tecnica richiede, in base alle tue possibilita'.
Allora si che  ti direi caro ragazzo qua' ce un problema di testa, e vediamo come si puo riosolvere.
Ma cosi non posso pensare che  ci sia di fondo un problema di testa, qualsiasi sia la situazione che mi proponi.
IL tennis e' complicato proprio per questo .....ci va molto tempo da dedicare.....e se il tempo non 'e tanto bisogna sapere come sfruttarlo al massimo con degli allenamenti mirati.
Se vedo che  stai coprendo costantmente il lato sinistro il problema non 'e di testa ma tecnico.
Se vedo che  non giochi profondo e non sai come gestire le diagonali il problema non e' di testa.
Se non guardi sempre la palla il problema' non e' la testa, non la guardi perche' non sei abituatuato a farlo o non lo hai mai fatto.
Io non sono un mostro in campo ,ma quando devo giocare una partita l' unica cosa che  penso a parte di tenerere ben in mente il punteggio e' guardare la palla.
Perche' purtroppo facendo il maestro quando insegni dovendo guardare l'allievo ti dimentichi un po di farlo.
Se non non penserei neanche  a quello,tanto ero abituato a farlo.
Guardare la palla,muoversi bene, fare lo split step,conoscere e sfruttare le diagonali,insomma tutto quello che  di tecnico ci puo' essere deve essere automatico e non pensato.
Il tizio che  sta' sul 5 a zero e riesce a perdere il set e' un classico.
Poi pero' bisogna andare a vedere il perche'.
Perche' ce' una grande differenza se ti succede ai primi tornei che  fai ed una grande differenza se ti succede sempre.
Ma ritorniamo la punto iniziale quanto hai dedicato come tempo al giocare tornei, insomma quanto ci sei abituato ?
Vedi toranado a me il mio problema quando gioco qualche  partita posso veramente affermare che  sia' mentale,e non e' una scusa.
Nel senso che ho perso la voglia di soffrire in campo,percio' o chiudo in pochi scambi o probabilmente perdo il punto.
Perche' quella smorzata abbastanza abbordabile che  mi hai giocato dove una volta mi sarei precipitato
come se non avessi un domani a colpire,adesso non vado a prenderla e non ci provo neanche.
Bene il mio problema e' mentale allora.....si e' mentale nel riuscire a trovare una giustificazione al non fare quello che  invece dovrei.
Cioe' accettare di stare in campo e correre su tutte le palle.
La prestazione non puo' cambiare a rispetto che  ci sia uno di livello inferirore o uno di livello pari o superiore.
La prestazione dovra' essere sempre quella, e lo sai bene avendo fatto uno sport ad alto livello.
Lo scarso lo asfalti,ma cosa devi pensare.....con il pari livello si lotta,e con quello di livello superiore si cerca di stare in partita....
Purtroppo le ore passate in campo fanno la differenza e la mente si allena come la tecnica e si abitua a reagire di conseguenza al tempo che  le si dedica per riuscire a farlo.
Se prorpio il tempo e' poco veramente con quello che  ti e' stato detto,guarda la palla e cerca di capire cosa sta succedendo in campo,ossia quando uscire,o quando tenere la diagonale, ne  hai gia' da vendere.
Se ti succede che  vai fuori partita o incominci a pensare ad altro.ritona al punto A guarda la palla.
IL giocare incrociato non dovrei neanche menzionarlo perche' dovrebbe essere scontato...
Matteo io di problemi mentali non ne vedo,vedo solo poche  ore passate in campo e magari non ben spese....

Buono, questa è una opinione comprensibile. E come scritto già 890 volte, probabilmente è corretta nel 99% dei casi.

Quindi l’amatore Caio secondo la tua opinione o fa più ore e si allena in maniera corretta, oppure non potrà risolvere il suo problema. Ok, questa è una risposta.

Non è una risposta ‘ Caio trova scuse perché perde’ ... convieni con me Vet?

Matteo1970
Matteo1970

Messaggi : 1892
Data d'iscrizione : 16.06.17
Località : Trofarello

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da veterano Mer 27 Gen 2021, 00:41

Vedi Matteo per me e' difficile darti un altro tipo di risposta.
Perche' sono stato abituato a non trovare mai scuse e cerco di abituare i miei allievi a fare lo stesso.
Che poi le scuse siano di tattica di testa o di quello che vuoi sempre scuse sono.
Percio' scuse zero anche se ci fossero, perche' a volte ci possono anche essere,ma se scendo in campo con un ginocchio malandato e mi batti non mi sentirai mai dire al bar : e avevo il ginocchio a pezzi e ha vinto perche' mi muovevo male.
Non lo diro' mai perche' ho rispetto del mio avversario e perche' sono un pirla io a scendere in campo con un ginocchio malandato.
Percio' se ci scendo in campo con quel ginocchio ballerino accetto a priori il discorso sconfitta,e non mi lamento.
Non vorrei divagare troppo....
Per finire Matteo non credo che ci siano utenti qua dentro che ti vogliano per forza di cose imporre il proprio pensiero,ma che con il loro contributo e esperienza, cerchino di farti vedere le cose sotto un altro punto di vista.
Ce magari chi lo fa in maniera piu' dura, ma alla fine non vedo nessuna volonta' di farti passare per un imbecille o per convincerti di qualche altra cosa.
Percio' take it easy.....
Alla fine la risposta la devi trovare tu......senza che nessuno ti debba per forza di cose convincere di qualcosa,le opinioni le hai sentite, vedi tu cosa trovi sia meglio per te....
Io purtroppo non posso darti altri consigli nel senso che quello che penso te lo gia' detto...e come ti ripeto purtroppo specialmente a basso livello , a secondo della mia personale esperienza di persone conosciute e frequentate per anni ci sono troppe scuse a livello mentale che niente hanno a che vedere con la testa.
Non si puo' andare sul personale non conoscendo,e questo e' anche vero, e che ognuno ha la sua testa,percio' si puo' solo generalizzare almeno da qua'.
Lasciando comunuque una piccola percentuale di dubbio, leggendo il percorso pero' l'idea ce l'ho abbastanza chiara.
Saluti e buon tennis.
veterano
veterano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat - Pagina 6 Empty Re: Allenamento mentale: un consiglio per giocatori di 4° e 3° cat

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 6 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.