Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 10 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 10 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Il GOAT e il QUASIGOAT
Da scimi65 Oggi alle 20:27

» Gambe e affaticamento
Da correnelvento Oggi alle 15:25

» NUOVO DPCM- TENNIS
Da viciohead Oggi alle 15:06

» Giocatori di padel ne abbiamo?
Da matty Oggi alle 09:06

» Augurissimi al nostro Marco61
Da matty Ieri alle 20:38

» Correre è il modo peggiore di tenersi in forma
Da yatahaze Ieri alle 10:22

» Jannik Sinner
Da max1970 Mer 28 Ott 2020, 19:14

» H2H
Da correnelvento Mer 28 Ott 2020, 08:04

» Con che racchetta state giocando?
Da Iron Lun 26 Ott 2020, 21:50

» Poly: corde, corde e corde
Da Cialisforever Dom 25 Ott 2020, 19:07

» Sinner, e la sua racchetta
Da elan Dom 25 Ott 2020, 15:26

» Scuse memorabili
Da miguel Sab 24 Ott 2020, 20:44

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

rovescio a due mani analisi tecnica

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Dom 17 Ott 2010, 14:19

Da qualche parte é stato richiesto, mi sembra Filippo, vediamo di accontentarlo


Ok partiamo allora con un antico intervento del mitico Sat sulle impugnature Razz


Allora di fronte ad un rovescio a due mani che vuole e deve essere migliore di com'è bisogna prima guardare l'impugnatura per capire che tipo di rovescio a due mani si ha di fronte poichè nel tennis si possono con buona approssimazione identificare due grandi tipologie di colpo bimane (mi riferisco sempre ad un giocatore destro per comodità)

Destra dominante e sinistra dominante identificabili dall'impugnatura della mano destra (la dominante) sulla racchetta.

Se la mano dominante assume una impugnatura eastern o (più raramente) semi-western di rovescio (o comunque esegue una rotazione più o meno decisa tanto da superare la continental e portarsi verso una impugnatura di rovescio) il colpo sarà destra dominante, ovvero molto più simile ad un rovescio ad una mano "assistito" piuttosto che a un colpo bimane puro in quanto l'impugnatura della destra consentirebbe teoricamente di eseguire il colpo nella stessa maniera anche staccando la mano. In questi casi se il giocatore è giovane non si esclude l'evoluzione verso il colpo ad una mano, evoluzione che però non è una necessità, ma solo una possibilità.

Concettualmente quindi il rovescio bimane destra dominante risultando in qualche modo simile ad un rovescio monomane sfrutta meno il busto e quindi la spinta e la profondità andranno ricercate soprattutto nel lavoro delle gambe e nella translazione in avanti del peso. Normalmente è più critico questo secondo aspetto poichè spesso questi tipi di rovesci soffrono di cronica tendenza a colpire in arretramento aprendo il busto in maniera eccessiva il che si tradurrà in carenza di peso sulla palla ed eccessiva dispersione verticale dell'energia del colpo che risulterà spesso corto e fiacco.

Essendo la seconda mano sulla racchetta il classico accorgimento di sbracciare indietro con la sinistra in fase di swing non può essere adottato per contrastare l'eccessiva apertura del busto che può risultare "rognosa" da eliminare, si può provare allora a puntare la palla in arrivo con la spalla destra tenendovi il mento vicino, quasi appoggiato.

Se invece la mano dominante impugna non oltre la continental (addirittura alcuni mantengono per la dominante una impugnatura di dritto ) siamo di fronte al rovescio bimane "puro" dove la non dominante guida il colpo e la dominante funziona praticamente da perno.

In questo caso quello detto da Alcol e Ciccio è corretto ed esaustivo.


ciccio ha scritto:
Bene dice alcol, sbatti quel piede per terra, abbassa le ginocchia, ma pensalo come un dritto fatto con la mano sinistra, raspa poco e senti la sinistra che spinge insieme a tutto il corpo che si proietta versa la rete, ritiene la palla e poi la rilascia come nel dritto, é questo il timing corretto del rovescio a due mani e non la raspata con il braccio destro che ti fa perdere una marea di incisivitá del colpo, la raspata viene da sola senza spreco di dinamica della potenza del colpo alzando i gomiti a chiusura del colpo (importantissimo). Provalo cosí e diventa cattivo come il dritto.

Pensare e percepire il colpo relativamente allo swing come un dritto portato con la non dominante è il punto chiave per una esecuzione potente e profonda, anche se bisogna distinguera appunto tra swing e gambe.

Le gambe infatti non assumono una posizione paragonabile a quella di un dritto giocato con la sinistra (non ci si trova quasi mai open come spesso accade nel dritto) e la gamba destra ben davanti al corpo gioca un ruolo determinate nella corretta traslazione del peso verso la palla.

Quando Ciccio invita a "sbattere" il piede destro a terra dimostra ancora una volta di aver avuto parecchio a che fare con coach ed allenamenti di alto livello infatti spesso si invita proprio a sbattere rumorosamente a terra il destro quando si ultima il posizionamento del compasso prima di andare a colpire.

In questo modo il giocatore focalizza la sua attenzione sulla criticità di quell'appoggio per ottenere spinta di gambe e traslazione ottimale del peso verso la palla. In questo tipo di rovescio inoltre la rotazione e conseguente spinta del busto svolge un ruolo determinante per imprimere peso alla palla: cerca di percepire lo swing come "iniziato" più che dalle braccia proprio dalla rotazione del busto verso la palla, come se la racchetta restasse leggermente indietro all'inizio per recuperare sulla palla con una bella e decisa ("cattiva") frustata.

Importantissima è anche l'apertura che deve essere semplicissima, quasi scarna. Ruotare il busto con braccia distese, decontratte e la racchetta relativamente bassa costituiscono già una buona apertura: tutti i fronzoli inutili levano efficacia al colpo.

Peso, appoggio, busto e spinta di gambe, fluidità e semplicità di movimento.

PS. nell'analisi delle impungature ho tralasciato la mano non dominante perchè nel rovescio bimane c'è poco da variare: praticamente sempre "vicina" ad una eastern di rovescio (o più correttamente di dritto dal punto di vista della non dominante, anzi più esattamente si utilizza un mix tra eastern e semi-western in base al tipo di palla da fronteggiare e all'altezza alla quale si andrà a colpire)


Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Dom 17 Ott 2010, 14:28

altro intervento del mitico Sat sulle impugnature

Ma guarda che poi a conti fatti non è che si privilegi una impostazione sinistra dominante più di tanto (parliamo sempre riferendoci a un destro eh), si tratta di due alternative ugualmente praticabili.

Certo io ritengo preferibile per il rovescio bimane l'impostazione sinsitra dominante perchè la destra tenuta sulla continental offre alcuni vantaggi come la possibilità di variare giocando il back anche all'ultimo secondo senza dover cambiare presa, scendendo a rete si ha l'impugnatura ottimale per le volè semplicemente staccando la mano sinistra, in risposta al servizio si ha maggiore allungo.. ..ma se il giocatore è sufficientemente rapido a cambiar impugnatura (come deve fare chi gioca ad una mano) questi vantaggi diventano quasi ininfluenti.

Insomma se di deve costruire da zero un rovescio bimane generalmente si propone per prima la soluzione sinistra dominante ma comunque si prova anche l'altra alternativa e se il giocatore dimostra di gradirla di più rimane sicuramente praticabile.

Ad esempio Nadal è impostasto sinistra dominante ed essendo mancino equivale ad un destra dominante.

Guardate qui come si vede bene la differenza tra le due tipologie di impostazione:

Ferrer è un notevole esempio di cosa voglia dire giocare a due mani utilizzando la non dominante come guida, notate come il polso destro faccia da perno per mantenere la sua mano dominante (la destra) su una continental

rovescio a due mani analisi tecnica Ferre1

Come detto prima invece Nadal utilizza un rovescio guidato dalla sua dominante che assume una posizione indicativamente compresa tra easter e semi-w (la foto che ho rimediato su google fa un po' schifo ma si vede benissimo come l'impugnatura della sua mano sinistra sia assimilabile a quella di chi sta per giocare un rovescio ad una mano)

rovescio a due mani analisi tecnica Rafa-Nadal---Puro-musculo-930

Ovviamente essendo uno mancino e uno destro il tutto va ribaltato ma credo che ormai sia tutto chiaro: la differenza tra le due tipologie di rovescio bimane è data dall'impugnatura della mano dominante del giocatore.



PS ndr
La foto di Nadal ritrae una posizione che poi non é cosí sinistra dominante (che poi ribaltato a un destro´destra dominante) perché la vecchia foto citata nel testo originale non é piú nel web. All'epoca del post Nadal era molto sinistra dominante, ora lo é molto meno quasi a sembrare nella nuova foto che ho postato quasi un destra dominante.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Dom 17 Ott 2010, 15:20

La onde per cui ricapitoliamo e vediamo di chiarire se ci sono dubbi

Se
la mano destra é continental o in impugnature verso il dritto i parla di DOMINANTE SINISTRA

Se
la mano destra vá verso impugnature di rovescio si parla di DOMINANTE DESTRA

Ma attenzione
perché negli ultimi tempi é usata un'altra nomencaltura, in cui parlando di rovescio bimane si definisce sempre la mano destra non dominante e la mano sinistra dominante, questo perché anticamente la spinta del braccio in base alla dominanza era dovuta per la maggior parte al braccio dominante, oggi comunque é sempre la sinistra a spingere piú della destra e non é raro incontrare questo tipo di dizione.
Questo genera a volte un po' di confusione nel leggere.

Alla fine dell'argomento, facciamo una valutazione generale dei due tipi di rovescio.

Il destro dominante é piú tecnico e difficile, perché ?
Perché richiede una posizione piú precisa dei piedi
Perché il range di possibile zona di impatto é molto piú limitato, dev'essere molto avanti
Perché la combinazione delle due cose citate assieme lascia meno spazio alla corrrezione all'ultimo momento, il colpo dev'essere ben preparato sin dall'inizio.
Perché ci son problemi di cambio impugnatura che vanno al di lá del semplice "ho da fare piú strada" che affronteremo in seguito
Ma il sinistro dominante offre uno swing molto piú naturalmente toppato con tutti i vantaggi che ne conseguono, ovvero non stai lí a sbracciare in maniera strana per dare top, ma ti concentro solo sul colpo.

Oggi comunque la tendenza é sinistro dominante per fare sempre di piú assomigliare il bimane a un dritto colpito con il braccio sinistro, per adeguarsi alla necessitá di avere un colpo molto malleabile e rapido nel prepararlo, e cito il grande Sartori
http://www.tennisbest.com/personalcoach/

Adesso insegniamo a tenere un’impugnatura ‘a martello’ con la destra e una ‘eastern’ con la sinistra proprio per consentire alla mano sinistra di essere più libera e ottenere maggiori rotazioni e traiettorie più strette. Ormai nel rovescio bimane la mano non dominante è quella più importante

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da patillo il Dom 17 Ott 2010, 19:08

.....a noio....nikke bolletta ce fa na pippa!!!.....qui, con buona volonta', impariamo anche il rovescio trimane!!!......ammmazza che papiro denso denso!!!! clap clap clap!!1
patillo
patillo

Messaggi : 1310
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 47
Località : Besate - MI

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Becker il Dom 17 Ott 2010, 19:32


Naturalmente da bimane apprezzo molto questa discussione.

Riguardo a:
wik ha scritto:Oggi comunque la tendenza é sinistro dominante per fare sempre di piú assomigliare il bimane a un dritto colpito con il braccio sinistro, per adeguarsi alla necessitá di avere un colpo molto malleabile e rapido nel prepararlo, e cito il grande Sartori
http://www.tennisbest.com/personalcoach/

Adesso insegniamo a tenere un’impugnatura ‘a martello’ con la destra e una ‘eastern’ con la sinistra proprio per consentire alla mano sinistra di essere più libera e ottenere maggiori rotazioni e traiettorie più strette. Ormai nel rovescio bimane la mano non dominante è quella più importante

..vorrei far presente da mia esperienza,che quella sinistra "libera" può diventare un problema se si prende il vizio di usare sempre il polso (propio perchè ha maggiore libertà di movimento) per correggere,aggiustare,qualsiasi colpo che vogliamo eseguire!!
Becker
Becker

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 47

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da correnelvento il Dom 17 Ott 2010, 22:00

Per aggiungere esempi a questa dettagliata analisi:

Giocatori con braccio sinistro DOMINANTE (dritto giocato con sinistra):

Sorelle Williams
Ferreira
Zvonareva
Arancia Sanchez
Florent Serra


Giocatori con braccio destro dominante (rovescio ad una mano "aiutato"):

Roddick
Hewitt
Kutnetzova
Bruguera
Thomas Johansson

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17313
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da vale il Dom 17 Ott 2010, 23:10

da bimane ringrazio. rovescio a due mani analisi tecnica 925962 molto interessante ...

marray mi sembra sinistro, nole destro dominante .... anche agassi destro...sbaglio ?
vale
vale

Messaggi : 256
Data d'iscrizione : 15.12.09
Età : 48

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Lun 18 Ott 2010, 01:10

oh,
poi non brontolate che non mi rendo utile, per scrivere questo topic al meglio oggi mi son rimesso a giocare bimane study
sono parecchio arrugginito in proposito, ma il bimane è il bimane eh ! ti consente di dare pressione continua anche da sinistra, da questo punto di vista è impagabile.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da federervito il Lun 18 Ott 2010, 08:50

grandi ottimo post! Io sono sinistro dominante.
federervito
federervito

Messaggi : 820
Data d'iscrizione : 07.12.09
Età : 38
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Lun 18 Ott 2010, 12:12

Argomento delicatissimo,
dove mettiamo la mano sinistra quando siamo in attesa ?

Eh, sembra un dettaglio, ma la cosa ha un aspetto fondamentale.



La mano sinistra non é all'impugnatura, ma é piú sopra. Quando arriva la palla sceglie, se abbassare la mano e impugnare o alzarla leggermente a dare il colpetto fondamentale a far partire l'apertura di dritto.
Il dritto infatti aperto con mano sinistra bassa all'impugnatura, non parte bene né come altezza di racchetta, né come gomito, né come movimento.



Murray invece parte giá molto alto, lo vedete nei primi secondi, ma gaurdatevi poi come sá leggere il movimento dell'avversario, quando deve tirare il backhand ha giá la mano abbassata all'impugnatura, sá giá dove l'avversario gli tirerá. Al minuto 2.00 circa, stá aspettando un backhand, ma gli arriva un forehand, e allora alza la mano a dare il colpetto di partenza dell'apertura di dritto.



E qui invece notate come in risposta al servizio tenga mano bassa all'impugnatura, questo per essere pronto al massimo. Questo tenere la mano bassa in risposta al servizio é una cosa che fanno moltissimi tennisti, aiuta a essere velocissimi ad aprire, perdi un po' per in efficacia di dritto proprio perché manca quel colpetto, ma il gioco vale la candela.

Altra ragione per cui normalmente non si usa mano bassa é per aprire lo slice, lo slice é veramente rognoso da aprire cosí, lo si imposta davvero male, altra ragione ancora é che con mano bassa si é leggermente piú impacciati nel partire in corsa, é questione di centesimi di secondo, ma ormai abbiamo capito che di tempo nel tennis sei sempre a corto e anche i centesimi contano.
Troverete davvero pochi tennisti in campo maschile tenere mano sinistra fissa all'impugnatura, ma ne troverete a bizzeffe in campo femminile. Per una ragione che solo ipotizzo, quasi tutte le tenniste hanno questo tipo di presa in standby. Credo dipenda dal mancato uso dello slice e dalla tipologia di apertura che adottano, che é diversa dal maschile, e sinceramente credo anche sia proprio una generalizzata carenza tecnica in campo femminile del momento.


Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Filippo il Lun 18 Ott 2010, 20:55

Grazie wik per aver ripreso a trattare la teoria del "Bimane".

La mia impugnatura è una Continental(dx)+Eastern/SW(sx).
Dovrei essere sinistro dominante ma il passato da "monomane" rende il colpo molto equilibrato nella distribuzione delle forze tra le due braccia, forse anche troppo.

Il problema principale del mio rovescio è che è troppo piatto per cui tiro forte ma a fil di rete e se perdo il controllo la palla inesorabilmente va sul nastro o lunga.
Sicuramente devo modificare l'apertura (adesso è molto simile a quella della Sharapova) linearizzandola e andare più sotto con la testa della racchetta.

Dovrò anche stamparmi bene in mente questa parte:


Bene dice alcol, sbatti quel piede per terra, abbassa le ginocchia, ma pensalo come un dritto fatto con la mano sinistra, raspa poco e senti la sinistra che spinge insieme a tutto il corpo che si proietta versa la rete, ritiene la palla e poi la rilascia come nel dritto, é questo il timing corretto del rovescio a due mani e non la raspata con il braccio destro che ti fa perdere una marea di incisivitá del colpo, la raspata viene da sola senza spreco di dinamica della potenza del colpo alzando i gomiti a chiusura del colpo (importantissimo). Provalo cosí e diventa cattivo come il dritto.

Pensare e percepire il colpo relativamente allo swing come un dritto portato con la non dominante è il punto chiave per una esecuzione potente e profonda, anche se bisogna distinguera appunto tra swing e gambe.

Le gambe infatti non assumono una posizione paragonabile a quella di un dritto giocato con la sinistra (non ci si trova quasi mai open come spesso accade nel dritto) e la gamba destra ben davanti al corpo gioca un ruolo determinate nella corretta traslazione del peso verso la palla.

Quando Ciccio invita a "sbattere" il piede destro a terra dimostra ancora una volta di aver avuto parecchio a che fare con coach ed allenamenti di alto livello infatti spesso si invita proprio a sbattere rumorosamente a terra il destro quando si ultima il posizionamento del compasso prima di andare a colpire.

In questo modo il giocatore focalizza la sua attenzione sulla criticità di quell'appoggio per ottenere spinta di gambe e traslazione ottimale del peso verso la palla. In questo tipo di rovescio inoltre la rotazione e conseguente spinta del busto svolge un ruolo determinante per imprimere peso alla palla: cerca di percepire lo swing come "iniziato" più che dalle braccia proprio dalla rotazione del busto verso la palla, come se la racchetta restasse leggermente indietro all'inizio per recuperare sulla palla con una bella e decisa ("cattiva") frustata.

Importantissima è anche l'apertura che deve essere semplicissima, quasi scarna. Ruotare il busto con braccia distese, decontratte e la racchetta relativamente bassa costituiscono già una buona apertura: tutti i fronzoli inutili levano efficacia al colpo.

Peso, appoggio, busto e spinta di gambe, fluidità e semplicità di movimento.

PS. nell'analisi delle impungature ho tralasciato la mano non dominante perchè nel rovescio bimane c'è poco da variare: praticamente sempre "vicina" ad una eastern di rovescio (o più correttamente di dritto dal punto di vista della non dominante, anzi più esattamente si utilizza un mix tra eastern e semi-western in base al tipo di palla da fronteggiare e all'altezza alla quale si andrà a colpire)

perchè sento di non spingere abbastanza con il busto/spalle e di essere troppo statico con gli appoggi.
Inoltre sulle palle basse e/o di controbalzo gioco molto bene, mentre sulle palle leggermente alte tendo sempre a schiacciare la palla a rete, ho la sensazione di essere sempre messo male con gli appoggi in questa situazione, di trovarmi cioè esattamente nel punto intermedio tra due zone di impatto ottimale - quella d'anticipo e quella più arretrata con la palla nella zona di impatto a me più confortevole.
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Mer 20 Ott 2010, 11:38

Facciamo un passetto indietro e vediamo perché tirare un due mani.

Il piú grande vantaggio di un bimane é la risposta al servizio.
Rispondere ad una buona prima ad una mano é macchinoso e complesso tecnicamente, rifugiarsi in slice é la cosa piú naturale da fare. OK tutto bene, un buon slice ben indirizzato é un buon colpo, ma se il nostro avversario ha un buon servizio sará ben piú difficile rispondere bene, ci cercherá sempre lí e offriamo un vantaggio immediato troppo grande. Non é che non ci siano delle contromosse, si puó partire giá in standby con la predisposizione al rovescio coperto, ovvero piede d'appoggio in ricaduta dallo split pronto a girarsi da quel lato, impugnatura continental se non addirittura eastern di rovescio, braccio sinistro pronto a tirare l'apertura, ma allora perderete dritto. Quando mi accorgo ad esempio che un giocatore ha questa tendenza gli servo spesso anche se non fortissimo molto angolato sul dritto e normalmente mi arriva la palletta in mezzo al campo di risposta.
Rispondere bimane é tutta un'altra storia, la rapiditá dell'apertura e la possibilitá di mettere i piedi al limite anche in piena open ti consente di forzare subito in risposta se l'avversario non serve molto bene. Questo crea un'immediata contropressione sia nella fase punto sia nella fase mentale, l'avversario si sente costretto a servire bene altrimenti si trova giá in difficoltá, ovvero non gli consentiamo di servire in serenitá.

L'altro grande vantaggio é quello di potersi permettere una pressione continua.
Ovvero, impostata una fase di gioco in costruzione di punto ci troviamo con l'unamano una palla a cui siamo quasi costretti a rispondere in slice, ovvero abbiamo lavorato per niente. Se lo slice é un'ottima variazione, non sempre con lo slice siamo in grado di mantenere quella pressione-vantaggio che ci siamo creati fino a quel momento, la classica palla alta sul rovescio tanto odiata da tanti monomani Federer compreso é l'esempio piú lampante.
Ci lavoriamo, ci lavoriamo, poi al nostro avversario basta alzarci una palla sul rovescio, senza peso e sufficentemente lunga, anche neanche tanto, e siamo di nuovo sullo 0-0 del punto. Su quella palla ad esempio un bimane ci entra e tira lo stesso, mantenendo la pressione desiderata.
Ovvero, in palleggio il bimane é favorito, tiene la pesantezza di palla tranquillamente, anche contro un mancino. Un monomane spesso e volentieri é costretto a rifugiarsi nello slice, tutto ok se lo slice lo vuoi tirare, tutto sbagliato se allo slice ci sei costretto. E ci sono avversari a cui lo slice fará male, ma ce ne sono altri a cui lo slice fa piacere riceverlo, e per vincere un torneo ti troverai di fronte l'uno e l'altro.

Per cui dite voi, bimane tutta la vita, ma non é poi cosí vero.
Il difetto piú grande é l'essere il colpo in assouto piú faticoso del tennis, e visto che qui non siamo tutti giovanotti di belle speranze e che una partita dura tre set giocare bimani é una bella rogna fisicamente. La cosa si puó ovviare alternando bimane e slice, ma normalmente i bimani non hanno uno slice molto efficace, ce se lo puó costruire peró, un Murray ad esempio usa magnificamente l'alternanza slice-bimane.
Il monome é piú efficace nella chiusura di punto, nella botta secca imprevedibile.
Un bimane copre con difficoltá la palla tirata sui piedi.
Un bimane spesso fa fatica a staccare la mano per tirare le volée.

Ok, viste queste considerazioni, magari me se non scordata qualcuna, ma le piú importanti mi sembra ci siano tutte, che considerazione fare ? Meglio giocare bimani o monomani ?
Io dico bimane se si hanno le gambe e le ginocchia per farlo, oggi devi stare dietro non tanto ai tocchettini, ma alle botte da orbi, e in questo il bimane é avvantaggiato.
Ovviamente vá valutato caso per caso, la predisposizione o meno a uno dei due colpi, ma se mi trovassi di fronte un ragazzino che li tira bene entrambi, lo imposterei senza dubbio alcuno bimane.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da vale il Mer 20 Ott 2010, 18:41

oggigiorno forse sì....
vale
vale

Messaggi : 256
Data d'iscrizione : 15.12.09
Età : 48

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Satrapo il Gio 21 Ott 2010, 11:48

Concordo con Wik, se il ragazzino mostra dagli inizi una buona padronanza del bimane sarebbe da pazzi impostarlo monomane perchè a conti fatti la maggiore dispendiosità fisica non può essere presa in considerazione quando si imposta un ragazzino, poichè si da per scontato che si dovrà costruire a prescindere una condizione atletica importante se si vuole raggiungere qualche risultato.

Unica accortezza da prendere è di non tralasciare la variante back fin da subito, ma se il ragazzino ha un minimo di mano il back non risulterà totalmente indigesto.

L'unico caso in cui si potrebbe scegliere per un ragazzino una impostazione monomane anche in presenza di una buona esecuzione bimane di base è quando si nota da subito una statura medio-bassa, perchè il bimane limita di molto le capacità di allungo.

Quindi se il ragazzino sembra destinato a non alzarsi troppo il rovescio monomane è una opzione da non scartare.

Nel tennis moderno maschile oggi tra i pro si inizia a pagare un pesante deficit fisico quando si scende sotto il metro e ottanta.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da vecchiofrak il Gio 21 Ott 2010, 15:10

vale ha scritto:da bimane ringrazio. rovescio a due mani analisi tecnica 925962 molto interessante ...

marray mi sembra sinistro, nole destro dominante .... anche agassi destro...sbaglio ?

Mah....a vederli, a me, sembrano tutti sinistra-dominante.
Di Agassi, poi, sono quasi sicuro, perchè, per lo meno agli inizi, giocava il bimane con 2 prese eastern (addirittura) di dritto !
vecchiofrak
vecchiofrak

Messaggi : 512
Data d'iscrizione : 22.01.10
Età : 58
Località : Grosseto

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Lun 25 Ott 2010, 11:36

Andiamo oltre, CAMBIO DI IMPUGNATURA

Qui c'é da fare un distinguo importante su dominante destra e sinistra.
I dominante sinistra é sufficiente posizionino la mano sinistra e siamo a posto, poi in qualche punto del percorso di apertura danno l'aggiustatina alla mano destra se necessario in base a qual'é la posizione di standby.
Io la faccio verso fine apertura quando avviene il passaggio di consegne dal braccio destro che apre al braccio sinistro che spinge, altri preferiscono altri momenti, ma una volta che abbiamo stabilito che é il BRACCIO DESTRO CHE APRE ogni preferenza é buona.

Nei dominante destra invece la cosa é molto piú complessa, proprio perché essendo un rovescio con una base simile al monomane, qui non é il braccio sinistro a tirare l'apertura, ma é sempre il destro che spinge l'apertura, ma se spinge non puó nel frattempo cambiare !
Normalmente essendo una posizione che vá cercata a puntino sul manico e bisogna coprire una distanza adeguata si cambia subito. Qui ne ho viste di tutti i colori, compresi i miei perché qunado ci ho provato mi sono accorto che per un attimo, anche se infinitamente piccolo, mi trovavo con la racchetta in apertura non sorretta da nessuna delle due mani, ma solo appena sfiorata Shocked . Se la cosa mi ha stupito e infastidito, mi sono accorto peró guardando un po' di video che non é che poi i pro facciano in maniera tanto differente eh! In particolare Nadal mi é sembrato faccia proprio la stessa cosa, c'é un attimo di vuoto al cambio.
Vabbé comunque cambiate un po' come vi pare, trovatevi una soluzione ad hoc, l'importante peró é che non vi dimenticate di aprire col destro altrimenti sbagliamo i giusti carichi sugli appoggi.

Capitolo racchetta,
coi piatti da 98 in sú é piú facile, personalmente preferisco dal 100 in sú. Questo vale per i sinistro dominante, per i destro dominante si scende con piú facilitá ad arrivare anche ai mid, in questo caso anche se la differenza c'é é minima.
Questo dipende proprio dal modo di swingare, piú pulito del secondo caso che nel primo.
Non é ovviamente una legge, una regola, ma semplicemente un'indicazione, c'é chi tira benissimo il sinistrodominante con un mid, buon per lui, poi dare topspin é piú difficile eh !, lo si sappia !

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Becker il Lun 25 Ott 2010, 20:23

Infatti un'errore che facevo e che ancora commetto quando non gioco per un pò,è propio quello di non ragionare con il destro sull'apertura e risultare così poco coordinato e fluido faticando come una bestia con efficacia ridottissima!!

una domanda,ma siamo sicuri che al bimane vada attribuito sempre quel passo in più da fare rispetto al monomano? mi riferisco al monomano più diffuso oggi e cioè in full eastern o extreme eastern!!
Becker
Becker

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 47

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da veterano il Lun 25 Ott 2010, 20:39

E semplice valutarlo,prova, e vedrai come cambia l'allungo che hai a disposizione col rovescio a una mano e poi vedi quello che hai usando il bimane.
veterano
veterano

Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Mar 26 Ott 2010, 11:58

Proseguiamo con l'apertura
Semplice, é la parola adatta, niente di obbligatorio e complicato come le altre aperture del tennis.
Tre sono le prerogative
Aprire con la mano destra
Non aprire con la punta in basso, al limite vá bene anche racchetta parallela al suolo, meglio se con punta leggermente alta
Finire l'apertura a ore 10 o 11, evitare di scendere sotto l'ore 9. Comunque se é necessario essere molto veloci in qualche situazione pure l'ore 9 vá bene anche perché se abbiamo poco tempo sicuro che la palla avversaria é rapida e ci si appoggia.

E che si vuole di piú dalla vita ?
Un'apertura semplice, veloce e senza tante complicazioni di sorta é quello che ci vuole nel tennis moderno. Rispondere al servizio cosí diventa uno scherzo. E' un'apertura lineare senza tanti fronzoli di sorta, con molte possibili variabili personali.







Un paio di cosette da aggiungere

Non esiste una vera e propria esitazione a fine apertura come nel dritto e nel rovescio ad una mano, la fase in cui si rallenta per aspettare la palla é la seconda metá. In quella fase si rallenta piú o meno a seconda di cosa arriva per prendere la misura-distanza-tempo. Per cui possibilitá di essere ancora piú veloci rispetto al monomane, in pratica non esiste una vera e propria quasi-ripartenza.

In campo femminile aprono spesso molto alto, fanno un vero proprio cerchio con la racchetta, serve a dare maggiore potenza, le tenniste hanno bisogno di maggiore potenza e non é cosí necessaria la velocitá di apertura.




Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da stetennis il Mar 26 Ott 2010, 14:42

Grazie wik per questa interessantissima lezione di tecnica.

Non so se posso porti qualche domanda in questa sezione.

Premetto che ho un rovescio monomane con impugnatura tra continental e eastern e che sono rimasto estasiato dalla facilita' del rovescio bimane (le poche volte che ci sono riuscito).

Ecco i miei dubbi.

1) Quando cerco sicurezza, eseguo un rovescio bimane con destra dominante sino al momento dell'impatto o poco prima e poi stacco la sinistra e finisco il movimento. E' una cosa sbagliata da evitare o si puo' costruire su queste fondamenta un buon rovescio?

2) quando provo a fare il bimane, i primi rovesci mi escono poi mi irrigidisco e freno la racchetta dopo l'impatto. E' come se destro e sinistro litigassero per essere il dominante.

3) Io sono stato corretto da piccolo: molte cose le facevo con la sinistra. Non so comunque se sarei stato mancino. Di conseguenza in partita in certi recuperi
eseguo con successo un diritto di sinistro piuttosto che un rovescio.

Sulla base di questi tre punti che suggerimenti potresti darmi se volessi provare il
bimane: destra dominante, sinistra dominante, non provarci, perfezionare il punto 1), o ... andarmene a pescare e non rompere le scatole !
Very Happy
stetennis
stetennis

Messaggi : 497
Data d'iscrizione : 29.07.10

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Mar 26 Ott 2010, 17:00

  • no, non proseguire oltre su questa strada

  • . Shocked

  • . Shocked


proverei sinistra dominante vista la predisposizione a un dritto con la mano sinistra

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da stetennis il Mar 26 Ott 2010, 19:59

wik ha scritto:
  • . Shocked

  • . Shocked


Quando si dice un'immagine rende più di mille parole Smile

Grazie wik per i suggerimenti.




stetennis
stetennis

Messaggi : 497
Data d'iscrizione : 29.07.10

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Mer 27 Ott 2010, 13:03

Bene, andiamo a colpire.
Giá abbiamo spiegato che la posizione degli appoggi non é rigidissima come nel monomane, ci sono casi specifici dove una Serena Williams colpisce molto spesso in open stance

[/quote]

Ma anche di un Murray



A noi interessa principalmente il sitema classico, posizione degli appoggi in neutral che vanno a volte fino alla closed.
Ricerca di posizione col sinistro che abbiamo ben caricato e spostamento del peso al destro in posizione avanzata, il destro funge da leva.
Quel destro lí é sovracaricato, é il cardine di questo rovescio e la mia personale croce. Mia personale croce perché ormai appena ricomincio a giocare bimane mi si gonfia dopo poche ore il ginocchio.
Guardatevi come tutti i giocatori cerchino pesantemente l'appoggio sul destro e al momento di colpire scarichino completamente il sinistro sollevandosi sulla punta.



Ginocchio che viene sollecitato sia come appoggio di peso, sia come rotazione di busto. Per cui, se il monomane é un colpo di equilibrio, il bimane é un colpo di spostamento di peso, sia di gambe che di busto. La via intermedia é il bimane dominante destro, bimane in cui questi due fattori coesistono ammortizzandosi l'un con l'altro.
Giá abbiamo citato come in fase di fine apertura non esista la classica esitazione prima di colpire, qui il movimento é continuo e solo eventualmente rallentato nella seconda fase di apertura.
Si parte abbassando la racchetta e la sua punta. C'é un momento ben preciso in cui la punta é bene in basso a rispettare la legge del basso verso l'alto, che se nei destro dominante (Sharapova e Nadal ribaltato) é naturale per posizione dell'impugnatura, nei sinistro dominante é piú forzata, vá proprio ricercata, e c'é un momento chiaro in cui si forza questo posizionamento. Questa forzatura é molto evidente in Tsonga che vá proprio a cercare il punto basso al momento di partire con lo swing.

Guardatevi come é eloquente questa immagine del maestro che esplicitamente dice al bambino di andare a cercare in basso la palla. Questo passaggio é molto importante, come importante é ricordarsi di spingere col braccio sinistro, soprattuto nei dominante sinistra.



Ok, se abbiamo fatto tutto giusto, abbiamo aperto intorno ad ore 10, abbiamo cercato la palla col piede sinistro, abbassato la punta della racchetta, caricato di peso il piede destro, girato il busto a dare impulso al movimento e colpito la palla ad altezza pancia.
L'uscita dal colpo se lungolinea (datevi un'occhio sotto alla ragazza al minuto 1.40 e nel contempo datevi un'occhiata come abbassa la punta della racchetta ad inizio swing) é bella lunga in avanti, piú corta se incrociato,



ma non fermatevi lí, proseguite nel movimento ad alzare i gomiti e andarvi a toccare la schiena o la spalla destra con la racchetta, questo é molto importante. Non preoccupatevi se nel frattempo vi sieta aperti con l'appoggio sinistro, é l'effetto della rotazione del busto, deleterio nel monomane e che deve essere peró limitato nei dominante destro.
Peró attenzione, questa apertura del sinistro non dev'essere sbragata, ovvero la rotazione non deve buttarvi verso destra col colpo, si colpisce con l'effetto della rotazione di busto che manda la palla in avanti, poi si puó ricadere aprendo il piede sinistro per trovare l'equilibrio. E siamo in posizione giá per recuperare il centro al contrario del monomane, e non é poco.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Filippo il Mer 27 Ott 2010, 17:38

Grazie wik molto interessante ave
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Ospite il Mer 27 Ott 2010, 17:52

oh, se qualcuno ha da aggiungere aggiunga eh, io mica sò tutto !

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

rovescio a due mani analisi tecnica Empty Re: rovescio a due mani analisi tecnica

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.