Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 4 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da miguel Oggi alle 09:18

» Con che racchetta state giocando?
Da giascuccio Oggi alle 08:28

» Fabio Fognini
Da squalo714 Ieri alle 19:21

» Lorenzo Musetti
Da correnelvento Ieri alle 13:18

» Sinner, e la sua racchetta
Da yatahaze Ieri alle 12:23

» Auguri Aless
Da Chiros Ieri alle 11:01

» Giovani italiani fanno ben sperare.
Da max1970 Ieri alle 10:02

» Pure Strike 98 - 16:19 - 2018
Da correnelvento Mer 23 Set 2020, 15:58

» Djokovic, cosa succede?
Da Chiros Dom 20 Set 2020, 09:40

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da yatahaze Sab 19 Set 2020, 00:49

» preparazione invernale (scheda)
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 23:09

» Una palestra completa, con 70€
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 22:39

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Ma le gambe, ma le gambe...

Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da oedem il Ven 22 Ott 2010, 23:05

...a me piacciono di più!

da una quindicina di giorni sto cercando di concentrarmi su un fattore tanto semplice ma tanto sottovalutato finora da me e credo da molti altri: le gambe.

iniziamo dal footwork: non avrò ancora una tecnica decente, ma alcuni fondamenti li sto cercando di fare miei. Split step e crossover pian piano iniziano ad essere automatici. e se il secondo mi è sempre stato naturale (forse per i km fatti di passo incrociato nei tre mesi di tennis a 6 anni), il primo invece è un insegnamento ben più recente.
C'è poco da fare: aumenta la reattività infinitamente.

quante volte Satrapo ha detto "dovete ballare con i piedi"?
ebbene, ballate e cambierà il vostro tennis, sarà ben più dinamico e vi sentirete più reattivi.

poi, a furia di leggerlo dai nostri maestri "emigrati" e non (il tennis si gioca dal basso verso l'alto, da dietro ad avanti), ho deciso di applicare questo semplice concetto ed i risultati sono strabilianti.

piegarsi sulle gambe, caricarle ed ecco che la palla ha una consistenza, profondità, rotazione e clearence ben superiore.
mi ritrovo a giocare sempre almeno negli ultimi due metri di campo e noto che il mio dirimpettaio è inevitabilmente più in difficoltà con le sue (ed erano anche mie) statiche gambe.

Il mio tennis è cambiato e ringrazio tutti coloro che in questo forum mi hanno dato tale insegnamento ave
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Satrapo il Sab 23 Ott 2010, 14:05

Sei sulla buona strada, avanti così!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Abracadabra78 il Sab 23 Ott 2010, 14:11

oedem ha scritto:...a me piacciono di più!

da una quindicina di giorni sto cercando di concentrarmi su un fattore tanto semplice ma tanto sottovalutato finora da me e credo da molti altri: le gambe.

iniziamo dal footwork: non avrò ancora una tecnica decente, ma alcuni fondamenti li sto cercando di fare miei. Split step e crossover pian piano iniziano ad essere automatici. e se il secondo mi è sempre stato naturale (forse per i km fatti di passo incrociato nei tre mesi di tennis a 6 anni), il primo invece è un insegnamento ben più recente.
C'è poco da fare: aumenta la reattività infinitamente.

quante volte Satrapo ha detto "dovete ballare con i piedi"?
ebbene, ballate e cambierà il vostro tennis, sarà ben più dinamico e vi sentirete più reattivi.

poi, a furia di leggerlo dai nostri maestri "emigrati" e non (il tennis si gioca dal basso verso l'alto, da dietro ad avanti), ho deciso di applicare questo semplice concetto ed i risultati sono strabilianti.

piegarsi sulle gambe, caricarle ed ecco che la palla ha una consistenza, profondità, rotazione e clearence ben superiore.
mi ritrovo a giocare sempre almeno negli ultimi due metri di campo e noto che il mio dirimpettaio è inevitabilmente più in difficoltà con le sue (ed erano anche mie) statiche gambe.

Il mio tennis è cambiato e ringrazio tutti coloro che in questo forum mi hanno dato tale insegnamento ave
amede'....cmq si sa da una vita che le gambe sono importanti nel tennis Twisted Evil

Abracadabra78

Messaggi : 727
Data d'iscrizione : 12.07.10
Età : 42
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da oedem il Sab 23 Ott 2010, 14:25

però una cosa è saperlo, un'altra è metterla in pratica

anche io lo sapevo da tanto però solo da 15 giorni mi ci son concentrato e credo molti, come me in passato, per quanto coscienti sottovalutavano questo fattore
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da albesca il Sab 23 Ott 2010, 15:24

Lo step è micidiale ... io pure ci sto provando da settimane ..ma non sempre riesco , a volte mi blocco come se "perdessi fiducia" per il fatto che il saltello è sul posto ... e quindi questo vincolo di fermarsi sempre e comunque per steppare, a volte mi genera una sorta di rifiuto mentale ..sopratutto se sono leggermente fuori posizione, devo proprio forzarmi, non mi viene affatto naturale.

Una cosa che ho notato è che, anche quando gioco in difesa, l'avversario ha una piccola difficolta' in piu' nella scelta del tiro quando mi vede steppare, perchè lo split-step praticamente resetta la sua previsione del mio spostamento.

Poi stare bassi è un imperativo...solo che è dura accorgersi da soli di stare troppo alti specie se siamo "dentro la partita", mentre chi ci osserva dall'esterno lo vede perfettamente se andiamo lunghi perche' non pieghiamo abbastanza...
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Abracadabra78 il Sab 23 Ott 2010, 18:36

oedem ha scritto:però una cosa è saperlo, un'altra è metterla in pratica

anche io lo sapevo da tanto però solo da 15 giorni mi ci son concentrato e credo molti, come me in passato, per quanto coscienti sottovalutavano questo fattore
si scherzavo infatti....in effetti al nostro livello si lavora poco su questo...pensiamo al braccio,alla racchetta,alle corde....ma alle gambe davvero troppo poco...o meglio,alle nostre,ci trascuriamo un po'....noi...
Ma le gambe, ma le gambe... Anna_k10
Ma le gambe, ma le gambe... Daniel10

Abracadabra78

Messaggi : 727
Data d'iscrizione : 12.07.10
Età : 42
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da oedem il Sab 23 Ott 2010, 18:53

albesca ha scritto:
...Una cosa che ho notato è che, anche quando gioco in difesa, l'avversario ha una piccola difficolta' in piu' nella scelta del tiro quando mi vede steppare, perchè lo split-step praticamente resetta la sua previsione del mio spostamento...
albe, scusa, ma l'avversario guarda te invece di guardare la palla? scratch
alla fine il tuo step deve essere sincronizzato in maniera tale che l'appoggio a terra seguente lo step corrisponda all'istante in cui la pallina lascia la racchetta del tuo avversario
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da albesca il Sab 23 Ott 2010, 23:55

Certo mede', ma noi abbiamo un campo visivo ben piu' ampio di cio' che mettiamo a fuoco e l'avversario se ne po' accorgere perfettamente attraverso la visione periferica. Inoltre, alla fine del caricamento dell'avversario dobbiamo già essere pronti a staccare a pie' pari altrimenti dopo lo step prenderemmo contatto con il terreno in ritardo, L'ideale sarebbe essere alla massima distanza da terra proprio quando la palla tocca le corde dell'avversario, in maniera tale da prendere contatto con il suolo alcuni istanti dopo, cosi' da avere informazioni utili dai primi metri di tragitto della palla in arrivo.

albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da veterano il Dom 24 Ott 2010, 14:31

Per questo che non devi fare i salti ad ostacoli quando fai lo step,ma solo sincronizzarti quando l'avversario colpisce la palla...........il riferimento visivo di cosa puoi fare tu al avversario lo dai prima di colpire ,ma non quando fai lo step,quando fai lo step lui ha appena colpito,percio ha gia' deciso prima cosa doveva fare,non farti troppe paranoie albe,sincronizzati e fai lo step quando l'avversario colpisce e basta,i riferimenti che ti puo dare avvengono prima,sapendo leggere il movimento che ha,in base alla posizione in campo e logica di gioco,insomma ci va anche un po d'esperienza,pero diciamo che almeno che il tuo avversario giochi sempre dei colpi puramente casuali ma abbia un minimo di geometria di gioco,qualcosa puoi anche riuscire a prevederlo e muoverti in anticipo,attenzione pero in anticipo non significa fare lo step fuori tempo,significa step a tempo e muoversi con decisione in direzione del colpo che abbiamo previsto che ci arrivi,si puo anche sbagliare perche' non sempre la previsione puo essere giusta,pero se impari a ragionare in questo sistema con un buon movimento di piedi e una giusta reattivita' vedrai che il miglioramento sara' notevole,uno, ti alleni a muoverti reattivamente,due, a cercare di leggere in anticipo in base a tutte le cose che abbiamo detto prima le intenzioni del tuo avversario..........e nel tennis questo significa molto.
veterano
veterano

Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da albesca il Dom 24 Ott 2010, 14:56

Vet, forse succedeva , quando non steppavo per niente, semplicemente che mi trovavo perennemente in ritardo e quindi l'avversario aveva sempre scelta facile ...
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da veterano il Dom 24 Ott 2010, 15:19

Bene allora hai gia' fatto un passo avanti..............le dificolta' cominciano quando hai di fronte un avversario che ti nasconde bene la palla,e' che sia veramente difficile da leggere,allora si che sono dolori perche' non riesci a partire attivamente,steppi e rimani li e dopo rincorri la palla perch'e non sai bene dove devi andare, e non hai capito cosa ti sta per arrivare,percio' in parole povere sarai sempre in ritardo..............e li caro mio c'e ben poco da fare e la partita diventa un inferno............ma stiamo parlando di un livello abbastanza alto di gioco............in genere il famoso anticipo e' una dote un po naturale,ma si puo anche allenare,Albe step e muoviti subito nella direzione che hai capito,all' inizio puo essere un disastro per diversi motivi,ma alla fine questo attegiamento ti portera' un gran vantaggio........seguro.........
veterano
veterano

Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da albesca il Dom 24 Ott 2010, 17:13

Si Vet, penso che a livello basso ci sia margine per steppare in sicurezza, cioè la velocita' di palla non ti obbliga ad appoggiare i piedi ricadendo dallo step esattamente quando la palla va a contatto con la racchetta avversaria, gia' staccare da terra sul contatto e riappoggiare che la palla ha fatto qualche metro è una "steppata base" che consente di muoversi a tempo ed in modo ordinato ( da fondocampo ), poi se sale la velocita' di palla deve salire tutta la tecnica, step compreso.
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da cristiano75 il Dom 24 Ott 2010, 21:40

Io credo che da febbraio ad aprile, si dovrebbe fare 1pò di benzina... quindi darci di brutto con esercizi per le gambe... in maniera tale da afforntare l'inizio della stagione al top!
cristiano75
cristiano75

Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 01.02.10

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Stebroc il Lun 25 Ott 2010, 00:56

Condivido appieno sull'importanza delle gambe.

Ormai lo step mi è diventato piuttosto automatico....il crossover invece non l'ho mi provato Smile


Piuttosto anche con lo step spesso mi sento in ritardo e mi viene il dubbio che il timing non sia perfetto.

Più che altro " di perfetta" ci vuole anche la preparazione fisica per cercare la palla sempre bene.

Io a tutta tutta reggerò un 20-25 minuti,poi le gambe inevitabilmente incominciano a perdere potenza.
Stebroc
Stebroc

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 12.05.10
Età : 34

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Satrapo il Lun 25 Ott 2010, 01:06

Ragazzi ora è tardi, domani facciamo il punto sul timing dello step che da quello che leggo c'è qualche aspetto da chiarire!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Feliciano il Ven 05 Nov 2010, 22:22

Up!
Davvero micidiale lo split step. Smile
Sembra una sciocchezza e invece...
Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 39

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da oedem il Sab 06 Nov 2010, 14:19

Satrapo ha scritto:Ragazzi ora è tardi, domani facciamo il punto sul timing dello step che da quello che leggo c'è qualche aspetto da chiarire!
scarsissimo maestro....capisco, l'età....ma l'arteriosclerosi è già così avanzata??? asd

siamo ancora in attesa!
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da acasuso il Sab 18 Dic 2010, 10:18

Lo split step è uno degli argomenti più sottovalutati da moltissimi, ma nel tennis è fondamentale......vedendo molti maestri che insegnano a bambini di 8-10 anni, pochissimi riprendono l'allievo che non fa lo split step.........

acasuso

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 17.12.10

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Ospite il Sab 18 Dic 2010, 10:22

oedem ha scritto:
Satrapo ha scritto:Ragazzi ora è tardi, domani facciamo il punto sul timing dello step che da quello che leggo c'è qualche aspetto da chiarire!
scarsissimo maestro....capisco, l'età....ma l'arteriosclerosi è già così avanzata??? asd

siamo ancora in attesa!
si guarda,
poi visto che lo conosco da anni, se gli si dice così ci si mette proprio d'impegno a non lenzuolare in proposito Very Happy
Sat, al lavoro su ! Il dovere chiama, altrimenti dico al mitico Nano di esagerare con le finte eh !

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Satrapo il Sab 18 Dic 2010, 13:59

oedem ha scritto:
Satrapo ha scritto:Ragazzi ora è tardi, domani facciamo il punto sul timing dello step che da quello che leggo c'è qualche aspetto da chiarire!
scarsissimo maestro....capisco, l'età....ma l'arteriosclerosi è già così avanzata??? asd

siamo ancora in attesa!

Uh mamma mia e cos'è questa fretta.. e che saranno due mesei di attesa! lol!

Allora su perchè si debba steppare se ne è parlato miliardi di volte, ripeterlo nei dettagli mi sembra superfluo comunque tagliando corto lo step è essenziale per neutralizzare lo spostamento in rientro di copertura ed iniziare lo spostamento in ricerca di palla. La sequenza del footwork è così semplificabile:

MIO COLPO -> MOVIMENTO DI RIENTRO IN COPERTURA CAMPO -> IMPATTO AVVERSARIO e CONTEMPORANEO MIO STEP -> MOVIMENTO DI RICERCA PALLA

Come si evince lo step è il confine tra la ricerca di campo e la ricerca di palla, il punto è farlo nel momento e nelle modalità opportune. Sottolineo nel MOMENTO opportuno perchè può capitare di steppare in qualsiasi parte del campo proprio perchè il tutto è legato SOLO all'impatto avversario.

In generale lo step è un saltello che a volte risulta essere quasi un fraseggio eseguito a pochi cm da terra, a volte è un "balzello" più consistente ma in generale non è un salto da canguri perchè trovarsi per troppo tempo in fase aerea non è mai vantaggioso. Non si può nemmeno codificare tutti i "gradi" di step in base alle situazioni come piacerebbe tanto ad Albesca perchè partendo da uno step "standard" (ovvero non un salto a molla ma nemmeno una "strascicata" di piedi) sarà poi la vostra esperienza ed il vostro talento a guidarvi.

Ora il punto è, bene devo steppare ma QUANDO? E qui nel post c'è un po' di confusione. Innanzi tutto, ed è IMPORTANTISSIMO, il footwork non è MAI, sottolineo MAI dipendente dalla velocità del palleggio: anche scambiando a due all'ora il timing ed il lavoro di piedi risulta sostanzialmente identico a quello che si mette in atto a velocità di palla sostenuta.

Chiaro, se un PRO palleggia in scioltezza eseguirà una sorta di "light footwork" ma il timing dello step risulta assolutamente identico a quello che attuerebbe nella più tirata delle partite, e cosa altrettanto importante non vedrete mai un buon tennista con i piedi fermi nemmeno mentre palleggia a due all'ora con il nipotino di 5 anni.

E non ci sono se o ma: fin quando la palla è in gioco i piedi ballano, e se la palla è davvero lenta allora i piedi cercheranno di sfruttare questo tempo extra per andarla a cercare in una posizione di maggior vantaggio. Se avete davvero tutto questo tempo avanzate e battezzate a rete, mi sembra di una banalità devastante questa osservazione, ma la realtà è proprio che quando pensate di avere tempo siete già tremendamente in ritardo.

Riguardo al timing dello step anche qui non ci sono alternative, casistiche o correnti di pensiero: si stacca prendendo il tempo sul movimento dell'avversario in modo da riprendere contatto col terreno nel momento in cui la palla è sulle corde dell'avversario, in modo da poter partire in ricerca CON LA PALLA. Quello che ho letto, ovvero che forse in certi casi sarebbe preferibile trovarsi in fase aerea sull'impatto avversario in modo da ricadere avendo qualche informazione sulla direzione della palla è sbagliato concettualmente, poi è chiaro capiterà a tutti di trovarsi in leggerissimo ritardo rispetto all'impatto avversario, cosa normale perchè non siamo metronomi, e perchè comunque meglio esitare un istante atterrando leggermente dopo il contatto piuttosto che anticipare atterrando prima, cosa che sarebbe DELETEREA.

Tutto chiaro? In caso di dubbi mi prendo due mesi per rispondere eh! lol!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Satrapo il Sab 18 Dic 2010, 14:21

wik ha scritto:Sat, al lavoro su ! Il dovere chiama, altrimenti dico al mitico Nano di esagerare con le finte eh !

Il Nano oggi ha chiesto rivincita, e come per incanto è uscito il sole a Roma.. sarà un segno del destino?

Oggi si gioca per vincere, ovvero ci sarà da remare come muli da soma ma il Nano non può passare, sto già erigendo una barricata sul lato del rovescio, una sota di linea maginot: a costo di bekkare per tutta la partita oggi non regalo un 15 di rovescio nemmeno sul 40-0 e servizio!

Avanti Savoia! lol!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da correnelvento il Sab 18 Dic 2010, 14:26

Sat... conosci Stefano Peruzzi, Maestro a Frosinone?
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da jenius il Sab 15 Gen 2011, 23:53

Ragazzi vorrei fabbricare una training ladder.
19 quadrati ognuno da 40 cm.

Visto che su internet costano troppo...spendere 50 euro per una roba cosi...mi rompe.

Come possiamo costruirla?

jenius

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 08.01.11

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Satrapo il Dom 16 Gen 2011, 01:43

correnelvento ha scritto:Sat... conosci Stefano Peruzzi, Maestro a Frosinone?

Mi era sfuggita la tua domanda Corre, la leggo solo ora! Non ho il piacere di conoscerlo di persona ma è notoriamente uno dei migliori O40 del lazio con Vespan e pochi altri. L'ho intravisto un paio di anni fa giocare la semifinale nazionale dell'over 40 a squadre e beh niente da dire, tennista con la T maiuscola!!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da correnelvento il Dom 16 Gen 2011, 06:20

Satrapo ha scritto:
correnelvento ha scritto:Sat... conosci Stefano Peruzzi, Maestro a Frosinone?

Mi era sfuggita la tua domanda Corre, la leggo solo ora! Non ho il piacere di conoscerlo di persona ma è notoriamente uno dei migliori O40 del lazio con Vespan e pochi altri. L'ho intravisto un paio di anni fa giocare la semifinale nazionale dell'over 40 a squadre e beh niente da dire, tennista con la T maiuscola!!

Lo conosco bene... un ragazzo (si fa per dire, data l'età) d'oro!

E, soprattutto un ottimo ed appassionato Maestro.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 17095
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Ma le gambe, ma le gambe... Empty Re: Ma le gambe, ma le gambe...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.