Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 4 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Racchetta definitiva
Da marco61 Ieri alle 23:07

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Ieri alle 19:54

» Il servizio bistrattato
Da ace59 Ieri alle 10:02

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ieri alle 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Impresa impossibile
Da Riki66 Mar 30 Giu 2020, 13:46

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

» Opinioni
Da correnelvento Ven 19 Giu 2020, 14:46

» FEDERER MI COPIA!
Da Tempesta Gio 18 Giu 2020, 23:13

» Babolat Pure Aero 2019
Da Attila17 Gio 18 Giu 2020, 14:06

» Djkovic è al capolinea ?
Da correnelvento Gio 18 Giu 2020, 06:12

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Acqua e miele, nient'altro

Pagina 3 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Panacef il Mer 24 Lug 2013, 00:58

Comunque: cinquantenne sovrappeso con problemi di recupero...
ho giocato in torneo sabato, lunedì, martedì (oggi), rigioco domani e in caso di vittoria giovedì... se ne esco vivo questa mistura è veramente miracolosa!!

ave
Panacef
Panacef

Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 18.11.10
Età : 56
Località : Castellarano (RE)

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Mer 24 Lug 2013, 14:03

oedem ha scritto:più che drogati, a furia di tutto questo miele, una banda di diabetici! lol!
Prendo spunto da questa battuta di Amedeo per fare una riflessione. In effetti, per i diabetici, il miele è un alimento poco indicato. Può sostituire lo zucchero ma va assunto con moderazione.
Ma la domanda è: l'assunzione di miele può favorire il diabete? Mi sono chiesto spesso perchè gli atleti professionisti (parliamo di tennis) non assumano miele durante il match. Almeno, non si è mai sentito dire quindi anche se qualcuno potrebbe usarlo, non è sicuramente una pratica molto diffusa.
A parte le familiarità con questa malattia, ciò che può favorire il diabete non è tanto la moderata assunzione di zuccheri quanto frequenti bagordi che possano portare al picco glicemico.
Bene, a questo punto voglio fare una prova: mi sto procurando una macchinetta per misurare la glicemia e relative strisce. Al prossimo match misurerò il valore glicemico prima di giocare e almeno un paio di volte durante il match e dopo aver terminato di giocare.
In questa stagione per un match di torneo preparo due thermos con 1 litro d'acqua, mezzo limone e circa 100 grammi di miele ognuno. Quindi assumo un totale di 200 grammi di miele nel corso della durata del match, e sicuramente non è poco e forse ne basterebbe meno.
Se questo quantitativo non genererà sbalzi significativi del valore glicemico, possiamo star certi che assumere un certo quantitativo di miele non rappresenta un pericolo, almeno per giocatori amatoriali.
Considerando anche che su 365 giorni all'anno i giorni in cui gioco match che richiedano l'assunzione di miele saranno non più di 25/30.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Bertu il Mer 24 Lug 2013, 16:52

Marco, nelle tue misurazioni tieni presente che la digestione ed assimilazione degli zuccheri richiede circa 2 ore.

Facci sapere......sono curioso anche io.
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Mer 24 Lug 2013, 17:35

Bertu ha scritto:Marco, nelle tue misurazioni tieni presente che la digestione ed assimilazione degli zuccheri richiede circa 2 ore.

Facci sapere......sono curioso anche io.
No no, il miele è già stato digerito dalle api per cui l'assimilazione è quasi immediata. Comunque farò diversi test per fare un quadro completo.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Bertu il Mer 24 Lug 2013, 18:34

marco61 ha scritto:
Bertu ha scritto:Marco, nelle tue misurazioni tieni presente che la digestione ed assimilazione degli zuccheri richiede circa 2 ore.

Facci sapere......sono curioso anche io.
No no, il miele è già stato digerito dalle api per cui l'assimilazione è quasi immediata. Comunque farò diversi test per fare un quadro completo.

Sorry Embarassed non lo sapevo comunque calcola anche i tempi dal primo sorso..........sará interessante sapere i risultati
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Mer 24 Lug 2013, 18:57

Qui c'è un articolo molto interessante ed esauriente. Leggetelo: http://www.natural-space.it/faq.htm

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Chiros il Mer 24 Lug 2013, 19:36

Un cucchiaino di miele in una bottiglia da un litro e mezzo a me basta.
100 g mi sembrano troppi e il test rischia di diventare lungo.
Chiros
Chiros

Messaggi : 4742
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Antaniserse il Gio 25 Lug 2013, 01:17

Chiros ha scritto:Un cucchiaino di miele in una bottiglia da un litro e mezzo a me basta.
100 g mi sembrano troppi e il test rischia di diventare lungo.
Io negli ultimi che ho preparato ho dosato ad occhio, ma contando quello che è rimasto nella confezione da 250g, non saranno stati più di 40g per 1.5 litri (e al gusto era già piuttosto dolce per quanto mi riguarda)
100g per litro sembrano un po' tantini anche a me, ma se lo scopo è testare una situazione limite, allora ok...

_________________
"I am not perfect and neither was my career. In the end tennis is like life, messy."
Marat Safin
Antaniserse
Antaniserse
Admin

Messaggi : 1078
Data d'iscrizione : 09.12.09
Età : 47
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Gio 25 Lug 2013, 14:12

Questo è molto interessante:

L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce come normale tolleranza al glucosio valori glicemici inferiori a 140 mg/dl (7,8 mmol/l) due ore dopo l'ingestione di un carico di glucosio da 75 g, nel contesto di un test orale di tolleranza al glucosio. In queste linee guida, l'iperglicemia postprandiale è definita da livelli superiori a 140 mg/dl (7,8 mmol/l) due ore dopo l'ingestione di cibo.

Ora, un etto di miele contiene circa 30 grammi di glucosio, per cui assumendo 200 grammi di miele nell'arco dell'incontro, siamo molto vicini ai 75 g. del test.
La macchinetta c'è, stasera devo giocare. Domani ne sapremo di più.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Bertu il Gio 25 Lug 2013, 14:32

marco61 ha scritto:Questo è molto interessante:

L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce come normale tolleranza al glucosio valori glicemici inferiori a 140 mg/dl (7,8 mmol/l) due ore dopo l'ingestione di un carico di glucosio da 75 g, nel contesto di un test orale di tolleranza al glucosio. In queste linee guida, l'iperglicemia postprandiale è definita da livelli superiori a 140 mg/dl (7,8 mmol/l) due ore dopo l'ingestione di cibo.

Ora, un etto di miele contiene circa 30 grammi di glucosio, per cui assumendo 200 grammi di miele nell'arco dell'incontro, siamo molto vicini ai 75 g. del test.
La macchinetta c'è, stasera devo giocare. Domani ne sapremo di più.

Assumendoli lentamente si da tempo all'organismo di assimilare gli zuccheri senza alterare troppo il livello della glicemia, cosa importantissima per uno sportivo perché se la glicemia dovesse salire a 140, dopo pochi minuti ti sentiresti fiacco e senza energia causa rimbalzo insulinico.
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Gio 25 Lug 2013, 16:42

Primi test: ore 12.30 glicemia a 102. Avevo solo mangiato 4 biscotti alle 6.30 del mattino. Rimisurata adesso, due ore dopo il pranzo a base di insalata di riso, melone e creme caramel: glicemia 109.
Per ora tutto nella norma.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Ven 26 Lug 2013, 00:45

Eccomi. Resoconto della giornata:
ore 18.30 spuntino con the, due fette di plumcake e 10 grammi di miele.
Ore 20.15 controllo glicemia prima di entrare in campo: 109, nella norma.
Inizio il match alle 20.30, ho portato due borracce con acqua, mezzo limone e 50 grammi di miele ognuna (100 erano davvero troppi).
Al termine del primo set avevo finito la prima borraccia. Misuro la glicemia: 149, inizia a salire.
Al termine del match, durato un paio d'ore, non ho ancora finito la seconda borraccia e rimisuro: 211.
Finisco la borraccia e vado in doccia, poi misuro ancora: 214.
Torno a casa, porto fuori Ronnie e dopo un'ora e mezza dall'ultimo sorso rimisuro: 104, tutto rientrato nella norma.

Conclusioni: sembrerebbe proprio che un etto di miele ingerito in due ore  porti al picco glicemico, però come per le altre volte non sentivo stanchezza e avrei giocato ancora tranquillamente.
Però è anche vero che un valore così alto è preoccupante.
Urge consulto con dietologo.

Edit: ho un solo dubbio: il sudore contiene glucosio, e quando ho effettuato le misurazioni in effetti ero molto sudato ed ho toccato le strisce reattive con le mani umide. Anche uscito dalla doccia continuavo a sudare. Inoltre, per misurare la glicemia occorre pungersi per prelevare una goccia di sangue, ma questo sangue si mischia fatalmente al sudore. Credo che questo possa aver influito. In effetti dopo poco più di un'ora la glicemia era a valori normali. scratch 

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Frank Ottobre il Ven 26 Lug 2013, 07:09

Grande marco! study 
Frank Ottobre
Frank Ottobre

Messaggi : 293
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 51
Località : Ciampino

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Ven 26 Lug 2013, 07:14

A ben pensarci, potrebbero aver influito anche le due fette di plumcake mangiate alle 18.30. I cibi solidi richiedono diverse ore prima di poter essere digeriti, quindi tra le 20.30 e le 22.30 (orario in cui ho giocato) erano in circolo anche loro. Unite al miele ingerito durante l'incontro, tutto fa.
Pensate che stanotte ho cenato a base di fiori ripieni, ed ho terminato di mangiare poco prima dell'una. Rimisurata la glicemia questa mattina alle 6.30 era a 114, quindi non ancora su livelli normali. I fiori sono ancora lì che girano.
Servono altre prove.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Frank Ottobre il Ven 26 Lug 2013, 07:21

la glicemia sarà pure un po altina, ma vuoi mettere la goduria dei fiori ripieni... Razz Razz 
Frank Ottobre
Frank Ottobre

Messaggi : 293
Data d'iscrizione : 12.10.11
Età : 51
Località : Ciampino

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Bertu il Ven 26 Lug 2013, 07:51

Marco, secondo me lo spuntino delle 18,30 ha sfalsato la misurazione.

Urge nuova partita e nuovo punzecchiamento e procurati un.

Se poi, dopo la doccia, avevi 214 significa che il rimbalzo insulinico non era ancora avvenuto ed é questa la ragione per cui ti sentivi ancora tonico.

Dovresti preoccuparti nel caso ci fosse un abbassamento della glicemia quando stai ancora giocando. Se succede dopo chissenefrega......hai giá dato.



Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Ven 26 Lug 2013, 14:56

Parlato con medico sportivo che mi segue da tanti anni.
Tutto assolutamente nella norma, il corpo non è in grado di metabolizzare una percentuale di glucosio così alta in poco tempo, per cui il valore della glicemia schizza in alto.
A suo dire basterebbe molto meno dei 100 grammi di miele che ho ingerito ieri, e che esagerando potrebbe verificarsi l'effetto rebound.
Nessun pericolo che col tempo si possa sviluppare diabete, almeno così mi ha detto.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da correnelvento il Ven 26 Lug 2013, 15:11

marco61 ha scritto:
Rimisurata la glicemia questa mattina alle 6.30 era a 114, quindi non ancora su livelli normali. I fiori sono ancora lì che girano.
Servono altre prove.

Marco, non sono un medico, ma la glicemia al mattino a 114 è piuttosto "altina".

Come alto è il valore di 211 ottenuto dopo le 2 ore dal plum cake.

Parla con un DIABETOLOGO.

Recentemente, poichè mi avevano trovato la glicemia a 108 a digiuno alle visite di idineità al pilotaggio, mi hanno consigliato di fare una "curva glicemica"e la EMOGLOBINA GLICATA (da il valore medio degli zuccheri negli ultimi 3 mesi)

Misurazione glicemia a digiuno: 104
Bevuto bicchiere di GLUCOSIO puro
Glicemia dopo un'ora: 125
Glicemia dopo 2 ore: 75

Fossi in te, farei la stessa analisi... nel frattempo (in attesa di avere una risposta) EVITEREI tutti gli zuccheri semplici (miele compreso), abbondanti piatti di pasta e mi orienterei su secondi e verdura.

Giocando a tennis, preferirei ingerire frutta a BASSO indice glicemico (mele, pesche albicocche).

Con quei valori, potresti (magari dico una cazzata, anzi... lo spero) avere un diabete latente.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da correnelvento il Ven 26 Lug 2013, 15:22

Proprio ora ho trovato questo:



La diagnosi di Diabete è certa con un valore di glicemia di 200 mg/dl, rilevato in qualunque momento della giornata o due ore dopo un carico di glucosio.


http://www.farmacoecura.it/malattie/sintomi-diabete/


Ultima modifica di correnelvento il Ven 26 Lug 2013, 15:27, modificato 1 volta
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Bertu il Ven 26 Lug 2013, 15:25

correnelvento ha scritto:Proprio ora ho trovato questo:



La diagnosi di Diabete è certa con un valore di glicemia di 200 mg/dl, rilevato in qualunque momento della giornata o due ore dopo un carico di glucosio.

AZZO!!

Urge un controllo serio ed in condizioni ottimali.

Speriamo sia stata colpa del sudore........
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da correnelvento il Ven 26 Lug 2013, 15:28

Ecco qui:


http://www.farmacoecura.it/malattie/sintomi-diabete/

Poi... l'apperecchietto di misurazione, magari dice cazzate!
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da marco61 il Ven 26 Lug 2013, 22:37

Chiaro che farò degli accertamenti, però una cosa non mi è chiara.
Per un adulto si può parlare di picco glicemico quando il valore della glicemia supera 180. In quelle condizioni, e dopo due ore di tennis, avrei dovuto sentirmi una merdina. Invece avrei giocato tranquillamente altre due ore.
Oggi, prudentemente, ho lasciato a casa il miele per affidarmi ad acqua e Gatorade, ma ho accusato un senso di stanchezza che quando assumo miele non avverto.
Al momento abbiamo una certezza, testimoniata da altri oltre me: il miele, durante la pratica sportiva, fornisce energia e allontana la stanchezza nel corso della giornata.
Abbiamo anche un dubbio: quale effetto può avere sul nostro organismo assumere alte dosi di glucosio in poco tempo.
Su questo occorre indagare, al circolo c'è un diabetologo che tra gli altri ha curato anche mia madre. Appena mi capita a tiro lo metto sotto il torchio.
Nel frattempo effettuerò altre misurazioni, possibilmente con mani asciutte.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da correnelvento il Sab 27 Lug 2013, 08:32

Marco: in ogni caso le misurazioni vanno fatte a RIPOSO assoluto.

Pure nelle 2 ore in cui fai i controlli, DEVI stare seduto, perché l'attività, anche blanda, influisce sulla glicemia.

le analisi da carico glicemico e la EMOGLOBINA GLICATA costano poco; una trentina di euro.

http://www.my-personaltrainer.it/salute/emoglobina-glicata-glicosilata.html

Vai al laboratorio a digiuno, chiedi :

-curva glicemica sulle 2 ore con 3 prelievi
-EMOGLOBINA GLICATA


poi porta i risultati al Diabetologo.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Bertu il Sab 27 Lug 2013, 13:38

marco61 ha scritto:Chiaro che farò degli accertamenti, però una cosa non mi è chiara.
Per un adulto si può parlare di picco glicemico quando il valore della glicemia supera 180. In quelle condizioni, e dopo due ore di tennis, avrei dovuto sentirmi una merdina. Invece avrei giocato tranquillamente altre due ore.
Oggi, prudentemente, ho lasciato a casa il miele per affidarmi ad acqua e Gatorade, ma ho accusato un senso di stanchezza che quando assumo miele non avverto.
Al momento abbiamo una certezza, testimoniata da altri oltre me: il miele, durante la pratica sportiva, fornisce energia e allontana la stanchezza nel corso della giornata.
Abbiamo anche un dubbio: quale effetto può avere sul nostro organismo assumere alte dosi di glucosio in poco tempo.
Su questo occorre indagare, al circolo c'è un diabetologo che tra gli altri ha curato anche mia madre. Appena mi capita a tiro lo metto sotto il torchio.
Nel frattempo effettuerò altre misurazioni, possibilmente con mani asciutte.

Marco, durante il picco glicemico ci si sente dei leoni ed é per questo che molti assumo erroneamente zuccheri durante lo sforzo.
È quando il glucosio diminuisce perché l'insulina entra in circolo per raccoglierlo, che ci si sente poi fiacchi perché il valore della glicemia crolla.
Questo fenomeno é noto come rimbalzo insulinico.

Quindi se assumi zuccheri la glicemia sale e in breve tempo ti senti un leone ma dopo un po' questa crolla rapidamente e ti senti una caccola.

Il trucco dell'assunzione di energetici per gli sportivi consiste proprio nel non superare quel limite oltre il quale viene rilasciata molta insulina. Cioé lo sportivo deve assumere zuccheri in proporzione a quanto stá bruciando e soprattutto lentamente;  i beveroni dolcificati, con la giusta quantitá di zuccheri, sono la soluzione ideale.
In altre parole bisogna alimentare l'organismo lentamente in modo che la glicemia non salga molto e per evitare quindi che questa crolli improvvisamente.
Quando glucosio consumare ed in quantoo tempo? È molto soggettivo.
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Gabrilele il Sab 27 Lug 2013, 13:41

ah se la mamma di cilic avesse letto questo post! Very Happy

Gabrilele

Messaggi : 160
Data d'iscrizione : 06.12.11
Età : 40

Torna in alto Andare in basso

Acqua e miele, nient'altro - Pagina 3 Empty Re: Acqua e miele, nient'altro

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum