Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 6 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 116 il Mar 29 Dic 2020, 06:45
Ultimi argomenti attivi
» Berrettini
Da Incompetennis Ieri alle 23:29

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Ieri alle 23:23

» Lorenzo Musetti
Da Giovanni62 Ieri alle 15:19

» Berrettini
Da max1970 Ieri alle 10:09

» 28 aces in due set, considerazioni
Da Giovanni62 Ieri alle 06:45

» Pince Phantom 107G
Da Incompetennis Sab 08 Mag 2021, 14:33

» Slinger Bag - trolley lanciapalle
Da Tempesta Sab 08 Mag 2021, 08:20

» Gambali, polpacciere
Da scimi65 Ven 07 Mag 2021, 21:40

» SIM telefonica ricaricabile
Da Bertu Ven 07 Mag 2021, 19:28

» Epicondilite, se la conosci la eviti.
Da Angry_Bird Mer 05 Mag 2021, 21:37

» Fidarsi o non fidarsi !!!!
Da giascuccio Mer 05 Mag 2021, 09:49

» Madrid
Da Giovanni62 Mar 04 Mag 2021, 21:17


Una specie di sfida...

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 07 Mag 2011, 11:10

Promemoria primo messaggio :

Ragazzi, questo e' per chi incorda racchette. Se chiedete a un incordatore, avete buone possibilita' che vi combini un pasticcio, che vi faccia pagare di piu' o che vi mandi direttamente "a quel paese"!

Non importa quale racchetta voi stiate usando, dimenticatevi delle tensioni consigliate per quel telaio.

Prendete un monofilamento qualsiasi. Incordatelo a una tensione di 15 o 16 chili al massimo. Se avete una macchina elettronica che vi dia la possibilita' di regolare la velocita' di trazione, regolatela al minimo. Se avete una manuale, fate in modo che l'asta scenda il piu' lentamente possibile. Se invece avete un'elettronica che non vi consente di cambiare la velocita', allora il risultato non sara' perfetto. Ma vale ancora la pena di provare.

Quando la macchina raggiunge la tensione stabilita, lasciate in quella posizione per almeno 5 secondi prima di pinzare la corda.

Per le due prime orizzontali in alto, le ultime due in basso e le due verticali piu' esterne su entrambi i lati, alzate la tensione della macchina di 4 chili.

Quando poi andate in campo, tirate pure forte ma cercando di far passare la palla sopra la rete di circa 1 metro. Vi garantisco che, se colpite la palla con un minimo (ripeto, solo un MINIMO) di spin, la palla ricade SEMPRE in campo!

La corda perdera' molta meno tensione e il vostro gomito vi ringraziera' in eterno!

Provate, ne vale la pena! Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso


Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided Lun 23 Mag 2011, 10:04

@m4nd ha scritto:Finché si è trattato di palleggiare (anche a ritmo sostenuto) tutto bene , i problemi son venuti fuori quando ho provato a fare partita

stessa cosa che avevo notato e scritto poco sopra
ho l'impressione, stefano, che questo accorgimento possa ritenersi utile veramente per coloro che iniziano a prendere confidenza con i mono, per quelli già abituati ad usarlo il discorso si complica
penso, inoltre, che forse non tiene conto del fatto che moltissimi mono oggi non sono particolarmente rigidi e duri

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Aerogel Lun 23 Mag 2011, 10:29

@Andrea. ha scritto:Dimenticavo ,importante riportare dalla parte opposta il capo della corda altrimenti non chiude come dovrebbe(parte finale del filmato)

Scusate però da quello che avevo capito guardando il filmato sullo stringing service degli USopen consigliato da Stefano e un altro su YouTube, direi che NON passando il capo della corda dall'altra parte (cioè non facendo il passaggio che YuLitle fa al secondo 53) si chiude un Wilson Pro Knot... quindi dovrebbe funzionare ugualmente. O no? Una specie di sfida... - Pagina 8 420441
Aerogel
Aerogel

Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 03.05.11
Località : Roma - Gaeta

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Lun 23 Mag 2011, 11:27

@Aerogel ha scritto:
Scusate però da quello che avevo capito guardando il filmato sullo stringing service degli USopen consigliato da Stefano e un altro su YouTube, direi che NON passando il capo della corda dall'altra parte (cioè non facendo il passaggio che YuLitle fa al secondo 53) si chiude un Wilson Pro Knot... quindi dovrebbe funzionare ugualmente. O no? Una specie di sfida... - Pagina 8 420441

Hai capito perfettamente! Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Filippo Lun 23 Mag 2011, 16:05

Ieri ho giocato un match di campionato a squadre con la Prestige MP incordata BMP @19kg metodo jaycee.
Incordatura con già 4h di gioco alle spalle, resa comunque ottimale, mai avuto la sensazione che la palla scappasse o di perdere il controllo, il monofilo sembra mantenere le sue caratteristiche molto a lungo.

Sabato ho invece provato per mezz'ora l'ibrido BMP/Cellular (entrambe Discho) @20/22 sempre su Prestige MP: ne sono rimasto veramente insoddisfatto, controllo molto buono ma la palla non cammina nemmeno col vento a favore Wink non è un setup adatto a questa racchetta.
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided Gio 11 Ago 2011, 14:35

rispolvero questo topic per fare il punto della situazione con questo particolare metodo di incordatura

io lo uso abitualmente
dopo il primo periodo di rodaggio, ho notato una giocabilità complessiva migliore della racchetta, una durata più lunga della corda ed un'aumento della potenza senza particolare perdita di controllo

certo bisogna vincere delle resistenze, forse più psicologiche che reali....

stefano, sposorizzi ancora questo sistema?
ragazzi, altre opinioni?

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Gio 11 Ago 2011, 15:07

Ciao Fulvio.

Si certo, io sono sempre per tensioni basse, soprattutto con i mono. Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da maurolix Sab 13 Ago 2011, 09:01

Provato questo sistema sulla mia racchetta (wilson blx 309 gr ) con babolat hurricane pro a 18 kg e 22 sulle 8 laterali l'altro ieri con palle babolat nuove.
Molto buono il confort , spingi senza fatica anche se a volte qualche colpo scappa.
Ottimo il back specie in risposta su una prima tesa.
Ottimo il servizio specie quello tagliato ,le rotazioni si sentono e per l'altro che deve rispondere si vedono.
Devo dire che sono abituato a giocare con tensioni basse ( 21 o 20 kg di solito).
In generale devo dire che mi piace anche se devo vedere alla lunga come va, tenuta di tensione e durata.

Invece Stefano volevo parlarti anche dell'incordatura proporzionale che abbiamo accennato qualche settimana fa.
Provata anche questa sulla mia racchette e devo dire superlativa.
Praticamente è il contrario di quella che abbiamo parlato prima , nel senso che in questa le corde laterali sono molto meno tese delle centrali.
Però la sensazione è splendida.
L'ho fatta provare anche al maestro del mio circolo e dopo una settimana di uso intenso mi ha portato 3 delle sue racchette da incordare nello stesso sistema.
Dice che sente la palla in maniera incredibile, come ai tempi dele racchette di legno, sembra sempre di colpirla bene e il rumore all'impatto è particolare.
In generale ottima .
Di contro i tempi per incordare la racchetta sono lunghi ,ogni corda con tensioni diverse e inizialmente la misurazione di tutte le corde con il calcolo della tensione rompe un pò.
Niente,volevo solo dirti questo.
ciao maurolix

maurolix

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 01.07.11

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided Sab 13 Ago 2011, 09:19

interessante mauro,

mi spieghi nel dettaglio come fai la proporzionale?

grazie

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 13 Ago 2011, 11:12

Funziona bene, vero Mauro?

Pare che sia l'uovo di Colombo contro l'epicondilite. Purtroppo ha quel problema, se fatta correttamente richiede un sacco di tempo che un professionista, giustamente, si fa pagare.

Mettiamola cosi', io non la consiglio mai a nessuno, a meno che quel "qualcuno" abbia problemi al braccio. E se li ha, e' sicuramente disposto a pagare quei 10 dollari in piu' per farsela passare. Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da maurolix Sab 13 Ago 2011, 14:21

@braided ha scritto:interessante mauro,

mi spieghi nel dettaglio come fai la proporzionale?

grazie

Ti copio quello che mi aveva scritto Stefano qualche giorno fa riguardo questa incordatura:

"L'incordatura progressiva - anche chiamata "incordatura proporzionale" - e' un processo abbastanza laborioso e costa normalmente di piu' rispetto ad un'incordatura normale.
Scelta una tensione iniziale, si tendono le corde della racchetta in modo, appunto, proporzionale alla loro lunghezza.

Per poterlo fare, esiste una piccola formula matematica.

Supponiamo che tu voglia tirare le due verticali centrali a 25 chili e che queste due corde siano lunghe 30 centimetri. Le due verticali successive (una per lato) sono invece lunghe 28 centimetri.

Il calcolo da fare e' 25 x (28 : 30) = 23.3 chili. Le due successive, lunghe (mettiamo) 25 cm, diventano 25 x (25 : 30) = 20.8 chili. E si va avanti cosi' fino alla fine delle verticali. Poi si fa lo stesso calcolo con le orizzontali.

Come vedi, e' un sistema piuttosto complicato. Aggiungiamo inoltre che non funziona con racchette dotate di sistemi quali Woofer, Big Grommets, Sweetspot Suspension eccetera. Nelle racchette dotate di tali sistemi la tensione si uniforma molto velocemente.

Inoltre bisogna ricordare una cosa: incordando orizzontali e verticali alla stessa tensione, le verticali esercitano una pressione sulla racchetta pari a circa l'89% della pressione esercitata dalle orizzontali. Con l'incordatura proporzionale, la differenza di pressione diventa del 118% circa. Ovvero, anziche' avere le orizzontali che esercitano piu' pressione (o trazione), abbiamo le verticali che lo fanno. Per cui bisogna quindi prestare molta attenzione ed avere una macchina con un perfetto sistema di fissaggio, in quanto e' molto facile deformare il telaio."




Come vedi non è semplice ed è un lavoro lungo .
Ogni corda va tensionata in maniera diversa da un'altra per cui se hai una macchina incordatrice elettronica poco male ma se è manuale a contrappeso ti assicuro che è un lavoraccio.
Inoltre perdi più di un'ora di tempo per calcolare la tensione di ogni corda ;devi misurarti in centimetri tutte le corde e poi colcolare la tensione in base alla loro lunghezza.
Esempio: 32 cm la verticale più lunga a 25 kg
31 cm la 7 vert. 25x310:32=24,21 kg
30 lcm la 6 vert. 25x30 :32 = 23,43
e cosi via fino all'ultima verticale
20 cm la verticale più corta 25 x 20 : 32 = 15,67kg
Poi devi fare uguale con le orrizzontali .

Alla fine ti calcoli la tensione media delle orrizzontali e delle verticali per avere un'idea di come partire con la tensione iniziale.(se vuoi una media di 21 o 22 kg .....).
Come vedi ci vuole un pò di pazienza e tempo per fare ciò ma ne vale la pena.

L'ho provata sulla mia pelle o meglio sul mio braccio e ti devo dire che va benissimo.
Se la provi sappimi dire come ti trovi .
Ciao maurolix

maurolix

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 01.07.11

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 13 Ago 2011, 14:26

Sul sito della USRSA c'e' un tool che fa tutti i calcoli. Bisogna essere membri per poterlo usare, pero'.

Bisogna inserire la tensione per le due verticali centrali e la lunghezza di ogni corda. Poi si preme il tasto ENTER e il sistema calcola tutte le tensioni.

Ma il misurare corda per corda e' un lavoraccio! Una specie di sfida... - Pagina 8 106988


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da maurolix Sab 13 Ago 2011, 14:47

@Stefano ha scritto:Sul sito della USRSA c'e' un tool che fa tutti i calcoli. Bisogna essere membri per poterlo usare, pero'.

Bisogna inserire la tensione per le due verticali centrali e la lunghezza di ogni corda. Poi si preme il tasto ENTER e il sistema calcola tutte le tensioni.

Ma il misurare corda per corda e' un lavoraccio! Una specie di sfida... - Pagina 8 106988

Pensa Stefano, l'altra sera il maestro del mio circolo mi ha dato 3 delle sue racchette che ha della wilson per incordarle col proporzionale .
Ovviamente sono tre racchette diverse :
wilson blx pro open 16x19
wilson blx tour 16x 19
wilson blx six one 95 18x20
Mi ci sono volute più di 2 ore per fare il calcolo di tutto e stamattina le ho incordate tutte.
Inoltre un suo allievo ha provato quella del maestro e ha voluto anche lui la sua racchetta fatta cosi'.
Questo per me è una bella soddisfazione.
E' vero che è un lavoraccio però è bello.

Come si fa ad essere membri dell'ursa?
Se si possono evitare colcoli è un po' meglio.
ciao e grazie
maurolix

maurolix

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 01.07.11

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 13 Ago 2011, 14:55

Bravo Mauro!

Quella si chiama PROFESSIONALITA'!

Per essere membri della USRSA, puoi registrarti qui: http://www.racquettech.com/store/intmember.html Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided Sab 13 Ago 2011, 15:21

grazie, era come sapevo
tempo fa la usavo abitualmente,
non avendo molto tempo ed incordando solo per me e qualche amico, avevo adottato il sistema di partire con la tensione delle 2 verticali ed abbassare di un chilo e mezzo per ogni corda laterale
in questo modo, per esempio, partivo con 24 e via via arrivavo a 13,5

lo so, stefano, che è un metodo poco professionale ma dava buoni risultati

l'unico dubbio era l'ultima corda con il nodo, non sapevo mai se lasciarla alla tensione progressiva od aumentarla a sua volta per compensare la perdita di tensione del nodo stesso

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blacktiger90 Sab 12 Ott 2013, 20:49

Perdonatemi se riesumo questo post dopo anni, ma ho bisogno dei vostri pareri e magari qualche opinione del buon Stefano Smile

Vengo al dunque: in passato provai un mono (non ricordo quale) teso 15/15 su una Dunlop AG300 16x18, quando la mia tensione abituale era 20/20.. L'esperimento fallì, non riuscivo a non andare lungo se non rallentando il movimento, quindi abbandonai la cosa..

Ma ma ma.. Avendo ordinato una macchina per incordare, in questi giorni non riuscivo proprio a starmene fermo.. Così ho incordato la mia IG Speed Elite con un syngut Pro's Pro....a mano asdasd
Aiutandomi con un punteruolo all'esterno tiravo a mano la corda con una pinza, la bloccavo col punteruolo...che esperienza Una specie di sfida... - Pagina 8 786556 Una specie di sfida... - Pagina 8 786556 La tensione finale penso sarà indicativamente 10 Kg max.. Laughing 
Fatto sta che a lavoro finito, non intendevo minimamente usarla per giocare, ma l'ho poggiata nel borsone.. E ieri l'ho provata Una specie di sfida... - Pagina 8 776930 Una specie di sfida... - Pagina 8 776930
Risultato? Fantastica! Rispetto ai 15 Kg, ho l'impressione che la corda è talmente poco tesa che invece di allungare ulteriormente la parabola della palla, l'abbia accorciata..praticamente non andavo mai lungo! Ho perso sicuramente un 10/15% di velocità di palla, ma non sbagliavo mai, avevo sopratutto un controllo direzionale sorprendente, sentivo perfettamente la palla.. Attualmente dovrei essere intorno al 4.3 fit, quindi un po' giochicchio.. certo, ogni tanto mi scappava di brutto, ma sbracciando per bene restavano tutte dentro.. che ne pensate?? Smile
Ovviamente presto proverò un mono (stavolta uso la macchina però Very Happy) incordato a 10 max!
Sto per diventare un cobrama2?? lol! 
blacktiger90
blacktiger90

Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 30
Località : Locorotondo (BA) - Bari (BA)

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Simba Sab 12 Ott 2013, 20:59

@blacktiger90 ha scritto:Perdonatemi se riesumo questo post dopo anni, ma ho bisogno dei vostri pareri e magari qualche opinione del buon Stefano Smile

Vengo al dunque: in passato provai un mono (non ricordo quale) teso 15/15 su una Dunlop AG300 16x18, quando la mia tensione abituale era 20/20.. L'esperimento fallì, non riuscivo a non andare lungo se non rallentando il movimento, quindi abbandonai la cosa..

Ma ma ma.. Avendo ordinato una macchina per incordare, in questi giorni non riuscivo proprio a starmene fermo.. Così ho incordato la mia IG Speed Elite con un syngut Pro's Pro....a mano asdasd
Aiutandomi con un punteruolo all'esterno tiravo a mano la corda con una pinza, la bloccavo col punteruolo...che esperienza Una specie di sfida... - Pagina 8 786556 Una specie di sfida... - Pagina 8 786556 La tensione finale penso sarà indicativamente 10 Kg max.. Laughing 
Fatto sta che a lavoro finito, non intendevo minimamente usarla per giocare, ma l'ho poggiata nel borsone.. E ieri l'ho provata Una specie di sfida... - Pagina 8 776930 Una specie di sfida... - Pagina 8 776930
Risultato? Fantastica! Rispetto ai 15 Kg, ho l'impressione che la corda è talmente poco tesa che invece di allungare ulteriormente la parabola della palla, l'abbia accorciata..praticamente non andavo mai lungo! Ho perso sicuramente un 10/15% di velocità di palla, ma non sbagliavo mai, avevo sopratutto un controllo direzionale sorprendente, sentivo perfettamente la palla.. Attualmente dovrei essere intorno al 4.3 fit, quindi un po' giochicchio.. certo, ogni tanto mi scappava di brutto, ma sbracciando per bene restavano tutte dentro.. che ne pensate?? Smile
Ovviamente presto proverò un mono (stavolta uso la macchina però Very Happy) incordato a 10 max!
Sto per diventare un cobrama2?? lol! 
Tutto giusto! Bravo!
Non diventerai mai un Cobrama perchè di Cobrama ce nè un solo!Very Happy 
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blacktiger90 Sab 12 Ott 2013, 21:02

Ovviamente, infatti ho specificato cobrama2 Very Happy
Ma, cosa tutto giusto? Smile
blacktiger90
blacktiger90

Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 30
Località : Locorotondo (BA) - Bari (BA)

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blacktiger90 Dom 13 Ott 2013, 13:31

Simba? Stè? What a Face 
blacktiger90
blacktiger90

Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 30
Località : Locorotondo (BA) - Bari (BA)

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blacktiger90 Mar 15 Ott 2013, 13:01

... Sad
blacktiger90
blacktiger90

Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 30
Località : Locorotondo (BA) - Bari (BA)

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Simba Mar 15 Ott 2013, 14:42

@blacktiger90 ha scritto:Ovviamente, infatti ho specificato cobrama2 Very Happy
Ma, cosa tutto giusto? Smile
Nel senso che è ottima cosa usare le tensioni basse come hai fatto tu.
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blacktiger90 Mar 15 Ott 2013, 14:51

Addirittura così basse?
Comunque, quel syngut è andato dopo 2 ore (ora si muove di metri lol! e si allentato ancor più)..
Proverò presto con un buon mono, incordando con la macchina xD
10 Kg vanno bene? O meno? Una specie di sfida... - Pagina 8 786556 
blacktiger90
blacktiger90

Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 30
Località : Locorotondo (BA) - Bari (BA)

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Simba Mar 15 Ott 2013, 16:12

@blacktiger90 ha scritto:Addirittura così basse?
Comunque, quel syngut è andato dopo 2 ore (ora si muove di metri lol! e si allentato ancor più)..
Proverò presto con un buon mono, incordando con la macchina xD
10 Kg vanno bene? O meno? Una specie di sfida... - Pagina 8 786556 
Bè, se Volandri ha battuto Federer con 13 kg. di tensione noi comuni mortali potremo benissimo scendere ancora no? lol! 
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blacktiger90 Mar 15 Ott 2013, 18:48

Ok, valuto se stare suglio 8 kg allora, spero tengano i teloni What a Face 
Tu personalmente, hai mai provato queste tensioni?
blacktiger90
blacktiger90

Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 30
Località : Locorotondo (BA) - Bari (BA)

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da marco61 Mar 15 Ott 2013, 20:07

@blacktiger90 ha scritto:Ok, valuto se stare suglio 8 kg allora, spero tengano i teloni What a Face 
Tu personalmente, hai mai provato queste tensioni?
Ehm, credo che Simba ci abbia un po' scherzato sopra.
Volandri gioca con tensioni particolarmente basse (ho visto personalmente incordare una sua racchetta a 9 kg.), ma la sua non è una scelta quanto la necessità di proteggere una spalla che gli crea parecchi problemi.
Per giocare a queste tensioni bisogna però possedere una sensibilità straordinaria, e mentre può esser vero che tensioni particolarmente basse permettono di "lavorare" meglio la palla, bisogna poi valutare se i vantaggi superano gli svantaggi. A tennis purtroppo non si gioca da fermo e non si ha sempre tempo di posizionarsi bene, aprire, eseguire lo swing necessario perchè la palla rimanga in campo.
E quando ci si trova costretti a buttarla di là in qualche modo, giocare con tensioni così basse può essere controproducente.
Prova a giocare qualche match e poi vedi se il gioco vale la candela.


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11251
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Simba Mar 15 Ott 2013, 20:08

@blacktiger90 ha scritto:Ok, valuto se stare suglio 8 kg allora, spero tengano i teloni What a Face 
Tu personalmente, hai mai provato queste tensioni?
La tensione più bassa che ho provato sono stati 15 kg. su wilson k blade 98 (18/20) e 13 su Tecnifibre t-fight-305.


USRSA MRT
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Simba Mar 15 Ott 2013, 20:12

@marco61 ha scritto:
@blacktiger90 ha scritto:Ok, valuto se stare suglio 8 kg allora, spero tengano i teloni What a Face 
Tu personalmente, hai mai provato queste tensioni?
Ehm, credo che Simba ci abbia un po' scherzato sopra.
Volandri gioca con tensioni particolarmente basse (ho visto personalmente incordare una sua racchetta a 9 kg.), ma la sua non è una scelta quanto la necessità di proteggere una spalla che gli crea parecchi problemi.
Per giocare a queste tensioni bisogna però possedere una sensibilità straordinaria, e mentre può esser vero che tensioni particolarmente basse permettono di "lavorare" meglio la palla, bisogna poi valutare se i vantaggi superano gli svantaggi. A tennis purtroppo non si gioca da fermo e non si ha sempre tempo di posizionarsi bene, aprire, eseguire lo swing necessario perchè la palla rimanga in campo.
E quando ci si trova costretti a buttarla di là in qualche modo, giocare con tensioni così basse può essere controproducente.
Prova a giocare qualche match e poi vedi se il gioco vale la candela.
No Marco, non ci ho scherzato sopra, basta farci l'abitudine e ovviamente un minimo di capacità nel "lavorare" la palla.
Comunque un esempio eclatante è quello del Cobra: è passato da circa 30 kg. a circa 10!!! Shocked Shocked Shocked 
Simba
Simba

Messaggi : 3989
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Verona

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 8 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.