Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 38 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 37 Ospiti :: 3 Motori di ricerca

Incompetennis

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 131 il Dom 16 Mag 2021, 15:42
Ultimi argomenti attivi
» Master 1000 a Roma
Da max1970 Oggi alle 21:15

» Addio profilate
Da Chiros Oggi alle 18:56

» Lorenzo Musetti
Da Admin Oggi alle 12:44

» Carboidrati nella dieta preistorica
Da giascuccio Oggi alle 10:16

» Lorenzo Sonego
Da Chiros Oggi alle 09:46

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Tempesta Ieri alle 21:17

» differenza atw e box
Da paoletto Ven 14 Mag 2021, 12:33

» Cancellazione Account "Giovanni62"
Da Admin Ven 14 Mag 2021, 07:50

» Camila Giorgi
Da nw-t Gio 13 Mag 2021, 14:57

» Cosa ne pensate?
Da Matteo1970 Gio 13 Mag 2021, 10:54

» Un buon torneo
Da Ospite Mer 12 Mag 2021, 10:32

» Bill Tilden
Da max1970 Mar 11 Mag 2021, 22:01


Una specie di sfida...

Pagina 2 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 07 Mag 2011, 11:10

Promemoria primo messaggio :

Ragazzi, questo e' per chi incorda racchette. Se chiedete a un incordatore, avete buone possibilita' che vi combini un pasticcio, che vi faccia pagare di piu' o che vi mandi direttamente "a quel paese"!

Non importa quale racchetta voi stiate usando, dimenticatevi delle tensioni consigliate per quel telaio.

Prendete un monofilamento qualsiasi. Incordatelo a una tensione di 15 o 16 chili al massimo. Se avete una macchina elettronica che vi dia la possibilita' di regolare la velocita' di trazione, regolatela al minimo. Se avete una manuale, fate in modo che l'asta scenda il piu' lentamente possibile. Se invece avete un'elettronica che non vi consente di cambiare la velocita', allora il risultato non sara' perfetto. Ma vale ancora la pena di provare.

Quando la macchina raggiunge la tensione stabilita, lasciate in quella posizione per almeno 5 secondi prima di pinzare la corda.

Per le due prime orizzontali in alto, le ultime due in basso e le due verticali piu' esterne su entrambi i lati, alzate la tensione della macchina di 4 chili.

Quando poi andate in campo, tirate pure forte ma cercando di far passare la palla sopra la rete di circa 1 metro. Vi garantisco che, se colpite la palla con un minimo (ripeto, solo un MINIMO) di spin, la palla ricade SEMPRE in campo!

La corda perdera' molta meno tensione e il vostro gomito vi ringraziera' in eterno!

Provate, ne vale la pena! Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso


Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Ottalekos Sab 07 Mag 2011, 14:06

Per un toppatore? turbotwist?

Ottalekos

Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 05.01.11

https://www.facebook.com/GenesisTennisItalia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Ottalekos Sab 07 Mag 2011, 14:12

e soprattutto...4 nodi? sennò con 2 nodi posso pure fare Basic ATW?

Ottalekos

Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 05.01.11
Età : 26
Località : Bologna (contattatemi per fare due tiri!)

https://www.facebook.com/GenesisTennisItalia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da marco61 Sab 07 Mag 2011, 14:16

@Stefano ha scritto:Sono le penultime quelle da legare, non le ultime.
Aspetta che voglio esser sicuro di aver capito.
Facciamo l'esempio su un piatto 16x19. Incordo a 4 nodi, e fin qui ci siamo. Per le verticali si parte dal centro, dopo che ho tirato la sesta salto la settima, tiro l'ottava poi faccio la settima e annodo. Ho capito bene? Stessa cosa dall'altro lato.
Per le orizzontali si parte dall'alto. Parto con la seconda, annodo, poi tiro la prima e dopo la terza. E' giusto? In basso tirerò l'ultima prima della penultima, sulla quale farò il nodo.
It's all right? scratch


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11265
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 07 Mag 2011, 14:27

@Ottalekos ha scritto:e soprattutto...4 nodi? sennò con 2 nodi posso pure fare Basic ATW?

heheheheheh rileggiti bene tutto! Non e' un sistema di incordatura normale. E' tutta un'altra cosa!

Come ti ho detto prima, la corda la scegli tu. Questo e' un sistema per incordare il poliestere correttamente, alla tensione giusta, in modo che non perda tensione e che non danneggi il gomito. Da fare a 4 nodi.


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Ottalekos Sab 07 Mag 2011, 14:28

Ooook....me lo rileggo bene...

Ottalekos

Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 05.01.11
Età : 26
Località : Bologna (contattatemi per fare due tiri!)

https://www.facebook.com/GenesisTennisItalia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Magm4 Sab 07 Mag 2011, 14:33

Molto, molto interessante!
Peccato che nessuno mi farà mai un incordatura così!!!

Una specie di sfida... - Pagina 2 961853


Game, Set and Match!
Magm4
Magm4

Messaggi : 798
Data d'iscrizione : 07.12.09
Età : 46
Località : Cambiano (TO)

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 07 Mag 2011, 14:36

Giusto, Marco!

Ti spiego meglio come partire con le orizzontali dall'alto. Parti dalla prima normalmente, ma non legare. Dal lato dove dovresti legare, calcola corda sufficiente a coprire una orizzontale ed arrivare alla testina di trazione. Blocca con la starting clamp. Cosi' ti ritrovi con la prima installata, giusto? Bene. Mettici tensione normale (come il resto delle corde) e bloccala normalmente con la pinza della macchina. Poi salta la seconda orizzontale e monta la terza. Poi scendi normalmente. Ricordati che la terza deve essere montata uguale alla prima (il " su e giu' "). Arrivi in fondo e invece di installare la penultima e l'ultima installi prima l'ultima poi la penultima, entrambe a 4 chili in piu'. Quindi leghi.

Poi torni in alto. Metti tensione alla prima orizzontale a 4 chili in piu', rimuovi la starting clamp e blocchi con la pinza della macchina. Installi la seconda sempre a 4 chili in piu' e leghi.

Spero di essermi "capito" Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blek Sab 07 Mag 2011, 14:36

@Magm4 ha scritto:Molto, molto interessante!
Peccato che nessuno mi farà mai un incordatura così!!!

Una specie di sfida... - Pagina 2 961853


visto che Stefano è lontano portala da mè che faccio anche sconto , Smile e soprattutto la palla non uscirà mai dalle righe , ciao


Ultima modifica di blek il Sab 07 Mag 2011, 14:40 - modificato 1 volta.

blek

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 27.12.10

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 07 Mag 2011, 14:36

@Magm4 ha scritto:Molto, molto interessante!
Peccato che nessuno mi farà mai un incordatura così!!!

Una specie di sfida... - Pagina 2 961853

Dai! Abbi pazienza che prima o poi da quelle parte ci casco! Una specie di sfida... - Pagina 2 786556


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 07 Mag 2011, 14:39

@blek ha scritto:

visto che Stefano è lontano portala da mè che faccio anche sconto , Smile


Ma NO!!! Mai fare sconti! E' sbagliato!

Quanti incordatori sanno fare un lavoro del genere? POCHISSIMI!

Se il cliente e' contento del tuo lavoro, non si spaventa per 15 euro di manodopera. Se si spaventa, lascialo andare! Non fare l'errore di prendere tutti. Prendi come clienti solo una cerchia selezionata di persone, che vogliono il meglio e sono disposti a pagare.

E fatti pagare bene! lol!


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da blek Sab 07 Mag 2011, 14:53

@Stefano ha scritto:
@blek ha scritto:

visto che Stefano è lontano portala da mè che faccio anche sconto , Smile


Ma NO!!! Mai fare sconti! E' sbagliato!

Quanti incordatori sanno fare un lavoro del genere? POCHISSIMI!

Se il cliente e' contento del tuo lavoro, non si spaventa per 15 euro di manodopera. Se si spaventa, lascialo andare! Non fare l'errore di prendere tutti. Prendi come clienti solo una cerchia selezionata di persone, che vogliono il meglio e sono disposti a pagare.

E fatti pagare bene! lol!

per mè e gli amici lo faccio proprio per passione , comunque farò una prova simile a questa ma semplificata diciamo : monofilo , tensioni basse 17/18 , le otto corde esterne 2/3 kg in più e cosa più importante credo , tensionare adagio e lasciare 5 secondi in trazione per "allungare la corda" prima di pinzare . non dovrebbe cambiare molto, ciao

blek

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 27.12.10

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Sab 07 Mag 2011, 15:01

Prova! Poi fammi sapere. Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da napalm_it Sab 07 Mag 2011, 16:04

prox settimana provo anch'io stefano :-)
napalm_it
napalm_it

Messaggi : 1418
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 41
Località : Prov nord Torino

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Lupo65 Sab 07 Mag 2011, 16:36

Stefano, avevo sperimentato a basse tensioni con la Volkl PB10 Mid (con le Volkl Cyclone 17), prima sui 16Kg e poi sui 19Kg; sui 16 la racchetta era morbidissima, ma la palla se nono stavo attento mi scappava. La seconda era meglio in fatto di controllo, ma il feeling si era quasi perso.

Che ne pensi?

Smile
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 55
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da LaRana Sab 07 Mag 2011, 16:45

Provato a montare una PolyPlasmq con questo metodo su una Pure Drive. La prossima settimana ti faccio sapere se mi hanno arrestato per bracconaggio Very Happy
LaRana
LaRana

Messaggi : 1988
Data d'iscrizione : 13.07.10
Età : 50
Località : Roma

http://www.andrearanalli.com

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da cobrama Sab 07 Mag 2011, 20:24

Mannaggia Stefano, ieri ho appena riaccordato, non potevi postare ieri!!! Almeno un'ora la volevo fare.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 54
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided Sab 07 Mag 2011, 21:54

Questo e' un sistema per incordare il poliestere correttamente, alla tensione giusta, in modo che non perda tensione e che non danneggi il gomito. Da fare a 4 nodi.

sono questi i vantaggi stefano?
al'inizio del post mi sembra parlassi anche di un rendimento superiore di questo sistema nel gioco vero e proprio

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Filippo Sab 07 Mag 2011, 23:04

Una curiosità per Stefano: come mai le ultime due corde di ogni lato con una tensione maggiore? che benefici dà (oltre al mantenere la tensione desiderata, bilanciando la perdita dovuta ai nodi)? io ultimamente ho sempre teso qualche kg in più sull'ultima corda prima dei nodi, ma mai sulla penultima! proverò cmq a farlo Wink
Grazie
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Abracadabra78 Dom 08 Mag 2011, 00:32

@Stefano ha scritto:
@braided ha scritto:stefano, ci provo subito

con la LXN Original che è 1,30 su una Pure D GT che tensione?
e poi veramente 4 chili in più le due corde esterne orizz e vert?

Vai tranquillamente a 16 chili! Lo so, spaventa! Ma funziona! Wink
ste,ma funziona per acchiappare i piccioni mi sa Very Happy

Abracadabra78

Messaggi : 727
Data d'iscrizione : 12.07.10
Età : 43
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Stefano Dom 08 Mag 2011, 01:57

Very Happy

Fidatevi, funziona perfettamente!

Certo vi ci vorranno 2 o 3 ore di gioco per abituarvi, ma i risultati finali saranno ottimi. Wink


Direttore Tecnico IRSA - USRSA MRT - ERSA Pro Tour Stringer - UKRSA Tournament Stringer - Membro onorario CRSA

La mia racchetta e' li' solo per tenere le corde.
Boris Becker
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided Dom 08 Mag 2011, 08:51

oggi mi incordo la prima racchetta con questo sistema

stefano, tu dici che ci vuole qualche ora di adattamento il che mi fa pensare che questo sistema incide sul gioco e sul modo di portare il colpo

è un sistema da tennis amatoriale, però
mi pare che i pro non usino tale sistema (forse Volandri?)

ps un amico mi ha chiesto come fare questa incordatura con Silverstring 1,20 su Wilson K Tour 95, modello Henin 288 gr 34 bilanc bounce

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Lupo65 Dom 08 Mag 2011, 09:09

Braided, dicono che tirare bene sopra la rete sia il modo migliore di giocare con questo tipo di tensioni.

Quindi sembra ci sia una relazione molto stretta tra tecnica di incordatura (che dovrebbe essere il Jay Cee method) e tecnica di gioco.

Credo il punto principale da considerare sia le "relativamente" basse tensioni - e il punto che JE fa e' che a tensioni al di sopra dei 23Kg le corde in poliestere si "snervano", allo stesso modo di come una molla di una penna perde completamente l'elasticita' se tirata troppo.

Credo che qua la questione sia una sola: dobbiamo provare e vedere come va study ...l'approccio scientifico e' richiesto lol!

I suggerimenti generali indicano tensioni che incrementano con le dimensioni del piatto corde. Se il massimo sono 23Kg ed il minimo 16Kg, magari su un piatto da 95 me ne starei sui 18Kg.
Ma da quel che si legge e' proprio un fatto di sperimentazione. L'ibrido non e' escluso, anche se e' suggerito usare un synth gut invece di un multi. La regola e' 1 Kg in piu' per il synth gut, o se ci sono due misure di differenza massimo 2Kg, quindi una cosa tipo 18Kg per un poly 1.20 e 20 Kg il synth gut 1.30 Smile
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 55
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Tennismeo Dom 08 Mag 2011, 09:16

Interessante questo discorso,da provare sicuramente.
Ma vale solo per le corde mono?
Multifili e ibridi niente?
Mi riferisco alla sperimentazione di Stefano.
Tennismeo
Tennismeo

Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 10.01.11
Località : Piemonte

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Filippo Dom 08 Mag 2011, 09:23

@braided ha scritto:...
è un sistema da tennis amatoriale, però
mi pare che i pro non usino tale sistema (forse Volandri?)

Il metodo serve per allungare la vita utile della corda e farla rendere al meglio per il maggior tempo possibile.
Un professionista gioca con la tensione che preferisce, senza porsi questi problemi visto che comunque una sua incordatura ha una vita media molto minore rispetto alle nostre.
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da braided Dom 08 Mag 2011, 09:43

@Filippo ha scritto:
@braided ha scritto:...
è un sistema da tennis amatoriale, però
mi pare che i pro non usino tale sistema (forse Volandri?)

Il metodo serve per allungare la vita utile della corda e farla rendere al meglio per il maggior tempo possibile.
Un professionista gioca con la tensione che preferisce, senza porsi questi problemi visto che comunque una sua incordatura ha una vita media molto minore rispetto alle nostre.

vorrei capire meglio
se ho capito bene tu dici che
se io posso permettermi di cambiare spesso la corda
allora è meglio incordare normalmente
se, invece, io voglio prolungare al massimo possibile la resa e durata della corda uso questo sistema

tuttavia da quanto dice stefano i benefici di questo sistema si manifesterebbero anche nel gioco, migliorandolo sensibilmente ed aumentando la facilità di gioco

quindi non solo allungamento della durata della corda e della resa della stessa nel tempo, ma anche miglioramento del gioco stesso

se ho capito bene, però

braided

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 11.12.09

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Lupo65 Dom 08 Mag 2011, 09:57

I promotori di quel tipo di incordatura (o per cosi' dire l'inventore) la indicano perche' secondo loro al di sopra dei 23 Kg il poly muore, e che il meglio lo da tra i 16 ed i 21Kg.

Si parla di tensione ottimale per il tipo di corda; i sottoprodotti sono una giocabilita' maggiore, una durata maggiore delle corde, una potenza maggiore. Ma il fattore principale e' l'ottimizzazione della risposta.

E come dire che i pneumatici li puoi si montare a 32psi, ma se usi certe mescole particolari rendono meglio tra i 24 e i 30 psi.

Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 55
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Una specie di sfida... - Pagina 2 Empty Re: Una specie di sfida...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.