Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 9 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 9 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Oggi alle 16:32

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da franzx Oggi alle 16:28

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Parliamo di doppio

Andare in basso

Parliamo di doppio Empty Parliamo di doppio

Messaggio Da Feliciano il Lun 18 Lug 2011, 11:36

C'era un po' di confusione nella precedente discussione, quindi ho estrapolato gli interventi più interessanti. Wink
Stefano avevi postato una guida, solo che il link non funziona più. Potresti ripostarla?


veterano ha scritto:... comunque una cosa la vorrei dire,tattica a parte.
Dovete conoscere bene il vostro compagno,ma prorpio bene,quasi come fosse la vostra fidanzata o vostra moglie,non si devono avere dei dubbi sul prorpio compagno quando si gioca...........altra cosa se giocate ogni tanto senza troppe pretese a livello amatoriale,e senza conoscere bene schemi e compagno, e meglio mettere il giocatore che sbaglia meno dalla parte sinistra perche' e da quel lato che si giocano i punti importanti.

Satrapo ha scritto:Chi mi conosce sa bene che non amo il doppio, non mi è mai piaciuto e non ne faccio mistero. Però per via delle mie caratteristiche sono sempre stato considerato adatto al doppio e quindi sono stato schierato molto spesso anche come doppista, ma la mia impostazione in campo rimaneva quella di un singolarista chiamato a giocare anche il doppio.

Il doppio in linea di massima non ha nulla a che vedere con il singolo, le geometrie sono diverse, i target sono diversi.

La prima ENORME differenza rispetto al singolo sta nella teoria del piazzamento della palla e della difesa del campo.

Nel doppio infatti viene a mancare il concetto di "campo aperto" che è alla base di tutte le geometrie del singolo.

Giocare nel campo aperto vuol dire piazzare la palla nel punto più distante dal nostro avversario, ovvero costringerlo allo spostamento più lungo rispetto alla sua posizione di guardia. Ad esempio in un match di singolo se sto scambiando su una diagonale è ovvio che il mio avversario la starà presidiando, e in questo caso volendo sfruttare il campo aperto sarei costretto a tirare un lungolinea. Come ormai sappiamo bene il lungolinea è il colpo più rischioso del tennis (campo più corto - rete più alta) ma questo rischio sarà compensato dalla distanza che avrò messo tra il mio avversario e la palla e dal minor tempo che l'avversario avrà per raggiungerla perchè la traiettoria lungolinea è molto più breve di quella incrociata.

Di contro però uscire da una diagonale mi espone ad un rischio ulteriore perchè apre il mio campo all'avversario sulla mia diagonale, ovvero una volta che il mio avversario avrà raggiunto il mio lungolinea si troverà a poter giocare la diagonale opposta nel mio campo aperto ovvero la soluzione più facile (diagonale) con il piazzamento di palla più favorevole (campo aperto). Grosso modo le geometrie del singolare fanno riferimento tutte a questo concetto che si riassume nel lasciare aperto il campo solo alla soluzione più sfavorevole di piazzamento per l'avversario, ovvero costringerlo ad andare lungolinea per trovare campo aperto, difendendo con i denti la diagonale. In singolo è fondamentale ai fini del piazzamento valutare la posizione dell'avversario, che poi si riduce a valutare la posizione della palla dato che l'avversario sarà andato sempre li dove io ho tirato e da li starà rientrando in copertura. In singolo il campo aperto è in sostanza deteminato dal piazzamento del mio colpo precedente, per capirci se avrò tirato al centro non avrò campo aperto da sfruttare nel colpo successivo mentre se avrò impostato una solida diagonale avrò campo aperto in cui affondare il lungolinea, e avrò blindato il mio campo offrendo al mio avversario solo opzioni ad alto rischio.

IN DOPPIO IN CONDIZIONI NORMALI NON ESISTE CAMPO APERTO E LA VALUTAZIONE DELLA POSIZIONE DELL'AVVERSARIO NON E' MAI DETERMINANTE AI FINI DEL PIAZZAMENTO DI PALLA perchè si è in due a presidiare il campo e dando per scontato che i giocatori si dispongano correttamente, piazzare la palla lontano da uno dei nostri avversari equivale per forza ad avvicinarla all'altro.

Il caso banale in cui mi trovo a fronteggiare un uomo a rete ed uno a fondo chiarisce bene questo concetto. Se decido per il lungolinea troverò un uomo piazzato li a rete a presidiare mezzo campo, se decido per l'incrociato ci sarà l'altro a fondo ben posizionato sulla diagonale. Se decidessi per una palla corta l'uomo a rete ci arriverebbe con tre passi, se riuscissi a scavalcare l'uomo a rete con un lobbone l'uomo quello a fondo ci arrivebbe senza troppi problemi.

IN DOPPIO NON ESISTONO GEOMETRIE BASATE SUL CAMPO APERTO O SULLA POSIZIONE DEGLI AVVERSARI perchè a meno di clamorosi errori di posizionamento due uomini coprono tutto il campo senza grossi problemi.

Si capisce da questo come la chiave del doppio sia da ricercarsi prima di tutto nella capacità di disporsi correttamente in campo evitando di sovrapporre le zone di controllo: quando si sa tenere correttamente la posizione il doppio si gioca sostanzialmente da fermi, e l'assenza degli spostamenti consente a giocatori che in singolare sono poco più che comparse di trasformarsi anche in ottimi doppisti; chiamati a colpire da fermi siamo tutti più forti e le differenze si assottigliano ed ecco che un Bryan può tener testa ad un Nadal mentre in uno scontro diretto in singolare raccoglierebbe solo poche briciole. Chiaro che se Nadal e Federer si mettessero un 4-5 mesi a provare il doppio assieme, appresi i giusti automatismi e i corretti riferimenti farebbero comunque polpette dei Bryan mentre i Bryan al singolare ci hanno già rinunciato da tempo.
Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 39

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di doppio Empty Re: Parliamo di doppio

Messaggio Da Feliciano il Lun 18 Lug 2011, 12:05

oedem ha scritto:domandina per i tecnici

ho discusso col mio maestro che stava giocando in doppio (coppa italia).
sui punti dispari serviva sempre kick sul rovescio (bimane) dell'avversario che ormai puntualmente ribatteva.

io gli ho suggerito di variare direzione/taglio qualche volta perché l'avversario ormai era preparato su dove gli venisse la palla.

lui però mi diceva che le risposte passavano per il centro e il problema era che il suo compagno non andava a stringere verso il centro per fare la volé; infatti, una volta che ha fatto ciò, l'avversario ha tentato un lungolinea totalmente sbagliato.

io però gli facevo notare che, considerando che il suo compagno non interveniva, una variante da parte sua probabilmente avrebbe portato qualche palla più agevole per conquistare il punto dato l'effetto sorpresa

chi ha ragione secondo voi?
Rispondo ad Amedeo.
La stessa cosa è accaduta a me ieri sera.

Servivo da sx il mio slice mancino esterno. L'avversario (un maestro) mi rispondeva sempre in back centrale piuttosto insidioso.
Il mio compagno non è mai, e dico MAI, intervenuto una volta a rete per intercettare la pallina. E meno male che è alto 1,92 senza scarpe!

Mi ha mandato un po' in crisi perché se lui non entra su quel tipo di palla, io sono costretto a giocare un difficile rovescio anomalo quasi dal centro del campo verso la mia dx: non posso infatti tirare sull'uomo a rete, altrimenti gli fornisco un bell'assist.
Ho provato a quel punto a variare la direzione del servizio, ma non è che mi può riuscire sempre l'ace sulla T centrale (già ne avevo messi a segno un paio). E in ogni caso servire la seconda sul suo dritto mi sembrava un azzardo.

Mi sentivo in trappola.




Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 39

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di doppio Empty Re: Parliamo di doppio

Messaggio Da Feliciano il Lun 18 Lug 2011, 12:18

Un'altra osservazione sulla posizione in campo.
Sono mancino, ma DETESTO, giocare dalla parte sx. Mi piazzano lì per via di questo pregiudizio che il mancino gioca a sx, ma io odio quella zona di campo, almeno nel doppio.

Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 39

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di doppio Empty Re: Parliamo di doppio

Messaggio Da Satrapo il Lun 18 Lug 2011, 12:25

Se tu servendo ottieni una risposta dall'avversario sulla quale il tuo compagno a rete può entrare e chiudere il tuo compito lo hai svolto nel migliore dei modi. Se poi il tuo compagno anche su palle attaccabile non entra mai beh direi che più che cambiare tattica devi cambiare compagno!!

Nel doppio ottenere una risposta attaccabile dall'uomo a rete dovrebbe voler dire punto sistematico, ovviamente non siamo PRO e quindi il punto non è proprio sistematico ma il concetto è questo..
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di doppio Empty Re: Parliamo di doppio

Messaggio Da Stefano il Lun 18 Lug 2011, 13:23

Straquoto il Satrapone! L'ho ripetuto per 3 anni ai miei compagni di doppio, ma non lo capivano...

Credo che sia chiaro che non abbiamo vinto molto... lol!

Albe, lo ricarico sul server e ti do' il link non appena ho 2 minuti di tempo Wink
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Parliamo di doppio Empty Re: Parliamo di doppio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum