Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 6 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 5 Ospiti

giper

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da correnelvento Oggi alle 06:15

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Una bella intervista a Wilander
Da correnelvento Ieri alle 16:03

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 12:44

cobrama ha scritto:gp il rischio lo prendi perche' devi passare troppo vicino al net ed è insito nei colpi piatti dove come riferimento ci sono il net e la riga. per due punti passa una sola retta



allora: se io rischio y giocando in un certo modo (piatto, cercando le righe e passando al di sopra del net di 30/40 cm), secondo te rischio di più o di meno se io continuo a giocare nello stesso modo ma mi abituo a giocare a 50 cm dalla riga e mantengo la stessa altezza sul net?

secondo me rischio di meno... se sono in grado di mantenere uno scambio abbastanza a lungo...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da oedem il Lun 05 Set 2011, 12:45

Il ragionamento di corre avrebbe senso se gp avesse problemi nel lungolinea tirando la palla lunga o in rete ma, a quanto ho capito, il problema è nel rischio di giocare troppo in prossimità della riga del corridoio e questo non lo imputerei a mancanza di top spin, imho
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 12:48

nw-t ha scritto:Vi ricordo che a tennis si gioca in 2 la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 786556 e te devi giocare sui colpi che HA l'avversario...e a seconda della bontà di questi le TUE palle variano molto le possibilità di essere vincenti...

penso che non sia questo il punto della questione... anche se è assolutamente corretto ciò che affermi. io parlo di una situazione di gioco che per me è confortevole: è chiaro che se sono io il primo ad essere in ritardo sulla palla o se non riesco a gestire quel tipo di palla in quella determinata situazione, tutto ciò che ho scritto non vale nulla...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Set 2011, 12:58

gp ha scritto:

allora: se io rischio y giocando in un certo modo (piatto, cercando le righe e passando al di sopra del net di 30/40 cm), secondo te rischio di più o di meno se io continuo a giocare nello stesso modo ma mi abituo a giocare a 50 cm dalla riga e mantengo la stessa altezza sul net?


Ecco il nocciolo della questione: se tu passi alla stessa altezza sulla rete... ma 50 cm più corto rispetto alla riga di fondo...

dovrai PER FORZA tirare più piano... rallentando il braccio!

E rallentando lo swing naturale del colpo... succedono guai.

Guai grossi!
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 13:00

corre, io dico la linea laterale, non quella di fondo... ecco perchè non mi capisci...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da nw-t il Lun 05 Set 2011, 13:00

gp ha scritto:
nw-t ha scritto:Vi ricordo che a tennis si gioca in 2 la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 786556 e te devi giocare sui colpi che HA l'avversario...e a seconda della bontà di questi le TUE palle variano molto le possibilità di essere vincenti...

penso che non sia questo il punto della questione... anche se è assolutamente corretto ciò che affermi. io parlo di una situazione di gioco che per me è confortevole: è chiaro che se sono io il primo ad essere in ritardo sulla palla o se non riesco a gestire quel tipo di palla in quella determinata situazione, tutto ciò che ho scritto non vale nulla...
Si "ritorna" allora sulla tecnica basilare di ognuno di noi...migliorerai i tuoi lungolinea solo quando crescerai di livello tecnico...
nw-t
nw-t

Messaggi : 394
Data d'iscrizione : 01.01.11

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Set 2011, 13:04

gp ha scritto:corre, io dico la linea laterale, non quella di fondo... ecco perchè non mi capisci...

Direi che vale lo stesso concetto, GP!

Un tiro che passi alla stessa altezza sul net... affinchè venga accorciato (senza uso di rotazione) deve essere per forza colpito con minore energia. Rolling Eyes

Quindi con minore velocità di braccio e/o ampiezza di swing.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 13:06

nw-t ha scritto:Si "ritorna" allora sulla tecnica basilare di ognuno di noi...migliorerai i tuoi lungolinea solo quando crescerai di livello tecnico...

potrai permetterti di tirare in sicurezza a 20 cm dalla line anzichè a 50...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da nw-t il Lun 05 Set 2011, 13:14

gp ha scritto:
nw-t ha scritto:Si "ritorna" allora sulla tecnica basilare di ognuno di noi...migliorerai i tuoi lungolinea solo quando crescerai di livello tecnico...

potrai permetterti di tirare in sicurezza a 20 cm dalla line anzichè a 50...
Ma anche a 10-15 e l'efficacia del colpo con l'avversario in cerca d'intercettare il passante aumenta...anche perchè lui poi dve fare minimo un passo in più del solito...
nw-t
nw-t

Messaggi : 394
Data d'iscrizione : 01.01.11

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 13:22

correnelvento ha scritto:
gp ha scritto:corre, io dico la linea laterale, non quella di fondo... ecco perchè non mi capisci...

Direi che vale lo stesso concetto, GP!

Un tiro che passi alla stessa altezza sul net... affinchè venga accorciato (senza uso di rotazione) deve essere per forza colpito con minore energia. Rolling Eyes

Quindi con minore velocità di braccio e/o ampiezza di swing.



provo ad essere più chiaro con questo disegno:



la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Tennis10



il giocatore "b" tira un incrociato sul giocatore "a" che a sua volta tira un lungolinea che cade in uno dei due punti contrassegnati sul disegno: come si vede la lunghezza del colpo(visto l'angolo molto stretto formato dalle due possibili soluzioni) è praticamente la stessa (potrà differire di un paio di cm) e nel caso in cui il giocatore "a" giocasse il suo lungolinea più dentro il campo anche l'altezza del net da superare sarebbe più bassa (qui forse anche meno di 2 cm)...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da cobrama il Lun 05 Set 2011, 14:06

Gp tirare un colpo piatto col freno a mano tirato e' una contraddizione. O impari il toppone oppure devi diventare l'uomo di ghiaccio e fearless.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 14:12

cobrama ha scritto:Gp tirare un colpo piatto col freno a mano tirato e' una contraddizione. O impari il toppone oppure devi diventare l'uomo di ghiaccio e fearless.

ma dove l'ho scritto? ma chi l'ha detto? per piazzare la palla nei due punti del disegno necessita la stessa identica tecnica, nè più nè meno...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 14:43

in questo disegno:



la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Tennis11



dato un punto di caduta di una pallina ed un incertezza di più o meno 20 cm (ad essere buoni...) è evidente come giocando a una quarantina di cm dalla riga la possibilità che la palla vada fuori è nulla mentre è quasi il 50 per cento per una palla che cade a circa 5 cm dalla riga laterale...



se si è capaci di ridurre il margine d'incertezza (la precisione, quindi la tecnica esecutiva del colpo) ci si può arrischiare di giocare più vicini alla riga con minore possibilità che la palla esca...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 14:46

ovviamente nel mio caso parlare di 50 cm dalla riga è d'obbligo, perchè il mio margine d'insicurezza è di almeno + o - 30 cm...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Maurizio il Lun 05 Set 2011, 15:04

Io credo che corre abbia colto un aspetto della questione: le rotazioni hanno permesso al tennis moderno di diventare più percentuale di un tempo, su questo nessun dubbio. Resta però il fatto che giocare in sicurezza comporta necessariamente una scelta in toto meno rischiosa, in termini di traiettoria e di velocità, anche per i toppatori sebbene per loro in misura minore per quanto riguarda il secondo aspetto.
Il problema è essere capaci di scegliere la soluzione più vantaggiosa e questo a mio avviso rimane una questione di insicurezza da un lato e di incapacità dall'altro: un tennista (e quindi NON sto parlando di noi, nevvero? la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 786556 ) è capace di scegliere la traiettoria più conveniente e casomai di prolungare lo scambio se necessario; è un esempio (al contrario) quando si vede un giocatore che, in difficoltà, cerca di affrettare la conclusione dello scambio prendendo rischi al limite del consentito perché sa che nella prosecuzione dello stesso non avrebbe possibilità alcuna di aggiudicarselo.
Senza perdere di vista il fatto che ci sono giocatori che sono per loro natura più pazienti e attendisti e altri meno.
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Lupo65 il Lun 05 Set 2011, 15:21

GP, se ben ricordo la tua domanda era "come faccio a "mirare" meglio?

Sembra che a tal domanda l'unica risposta sia la pratica, il drilling di colpi lungolinea dopo uno scambio incrociato.

Forse vale la pena anche usare la visualizzazione (devo spiegare?); certo e' che la "palla 1" nel tuo diagramma nel 90% dei casi sara' sufficiente a vincere il punto, e se proprio proprio l'avversario ci arriva con molta probabilita' il suo colpo non sara' ingestibile (io con lungolinea come quello da schema dopo uno scambio in diagonale attacco a rete).

Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 15:37

Lupo65 ha scritto:GP, se ben ricordo la tua domanda era "come faccio a "mirare" meglio?



esatto...



quella indicata in effetti è già un caso di palla quasi sicuramente vincente, vista la posizione dell'avversario, ma il mio concetto e la conseguente domanda era più generale: anche se io so che non devo prendere rischi inutili perchè non c'è bisogno di tirare sulla riga per mettere in difficoltà l'avversario, non sempre riesco a farlo, in quanto lo sguardo mi porta a cercare la riga.



i drill, certamente. sono evidentemente l'unica vera soluzione al problema... ma sto intanto pensando anche a qualche escamotage... uno di questi giorni provo...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da dropshot II il Lun 05 Set 2011, 15:40

tirare il lungolinea con avversario fuori dal campo e vederlo uscire per concludere che "bastava meno" è un classico.

quello che però è più difficile è fare una statistica e capire dove sta l'inghippo.

in primo luogo, il cervello tende a ricordarsi più di quante volte la palla è uscita di quante è andata dentro. se in una partita tiro venti lungolinea di cui 16 a 10cm dalla linea laterale e 4 fuori. direi che nonostante tutto, trattandosi di un lungolinea forse non è proprio male. e quindi non ho un problema.

c'è poi da considerare che con l'avversario fuori dal campo magari subentra un po' di inconscio rilassamento, un pelo di ritardo e mi cucchiaio il margine di sicurezza.

infine, non credo che il problema sia mentale e la ricerca dello spettacolo. questa è una tara che se si ha, la si riscontra in tutti i colpi (parlo per esperienza Very Happy). più probabile che il problema sia tecnico.
il lungolinea ha di suo meno margini, rete più alta, campo più corto ecc meno margini che si gestiscono aumentando le rotazioni.
da bestia ignorante con dritti più piatti è molto più facile dal mio angolo destro andare quasi in linea retta parallelo alla linea laterale che riuscire ad incrociare di quel tanto da farla finire a 1 metro dalla linea laterale.

io non credo che quando arrivi sulla palla tu stia mirando all'incrocio delle righe o direttamente la linea laterale. almeno, io visualizzo il classico quadrato di un metro (è comunque un colpo di chiusura o quasi) solo che con un dritto lungolinea quasi piatto il colpo ha tali e tanti margini di rischio che per farlo stare dentro devo usare più campo possibile.

secondo me è un'problema che per venirne a capo ha bisogno di parecchio cesto e diversi drill. se dovessi tirare a indovinare al buoi, la questione è prevalentemente tecnica, come detto, posizionamento, timing, rotazione o tutte queste cose insieme.


dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Set 2011, 15:46

gp ha scritto:ovviamente nel mio caso parlare di 50 cm dalla riga è d'obbligo, perchè il mio margine d'insicurezza è di almeno + o - 30 cm...

GP, se questo fosse vero, saresti capace di palleggiare senza problemi all'interno del corridoio del doppio.

Temo che questo sia al di sopra (e di molto) di un giocatore di quarta.

Quindi direi che la tua/nostra zona d'insicurezza sia + o - un metro e mezzo... Rolling Eyes

Forse 30 cm sono troppi pure per un 2.5, 2-6. pirat
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Lun 05 Set 2011, 15:56

correnelvento ha scritto:
gp ha scritto:ovviamente nel mio caso parlare di 50 cm dalla riga è d'obbligo, perchè il mio margine d'insicurezza è di almeno + o - 30 cm...

GP, se questo fosse vero, saresti capace di palleggiare senza problemi all'interno del corridoio del doppio.

Temo che questo sia al di sopra (e di molto) di un giocatore di quarta.

Quindi direi che la tua/nostra zona d'insicurezza sia + o - un metro e mezzo... Rolling Eyes

Forse 30 cm sono troppi pure per un 2.5, 2-6. pirat





infatti ho detto almeno...la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 786556 comunque 60 cm (30 + 30) non sono pochi, eh?!

devo dire che, non senza problemi e non per troppi scambi, intendiamoci, ma un palleggio dentro il corridio del doppio sono in grado di tenerlo, anche ad una certa velocità e profondità se dall'altra parte ho un compagno di gioco che mi rimanda una palla sufficientemente pulita e regolare...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da correnelvento il Lun 05 Set 2011, 16:03

gp ha scritto:

ma un palleggio dentro il corridio del doppio sono in grado di tenerlo, anche ad una certa velocità e profondità se dall'altra parte ho un compagno di gioco che mi rimanda una palla sufficientemente pulita e regolare...

Sarò lieto do offrirti da bere, quando ti vedrò all'opera! cheers

Ovviamente NON potrò essere io il tuo sparring in questa prova... per il semplice motivo che non sarei in grado! Embarassed
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da dropshot II il Lun 05 Set 2011, 16:09

forse vengo giù con la piena....ma palleggiare nel corridoio del doppio era uno degli esercizi che facevo con il maestro. se arriva una palla regolare rimandarla di là di dritto nel corridoio è un esercizio di regolarità come altri con un metro di margine, come quello di colpire i birilli, di palleggiare incrociato nella zona limitata ecc.

il problema è farlo con un compagno, perchè uno dei due gioca di rovescio Very Happy

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da cobrama il Lun 05 Set 2011, 16:35

dropshot II ha scritto:forse vengo giù con la piena....ma palleggiare nel corridoio del doppio era uno degli esercizi che facevo con il maestro. se arriva una palla regolare rimandarla di là di dritto nel corridoio è un esercizio di regolarità come altri con un metro di margine, come quello di colpire i birilli, di palleggiare incrociato nella zona limitata ecc.

il problema è farlo con un compagno, perchè uno dei due gioca di rovescio Very Happy

io penso (ma provero' domani) di tenerlo sicuramente meglio di rovescio invece
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Lupo65 il Lun 05 Set 2011, 17:01

Io lo faccio di tanto in tanto con un amico, e vado meglio di rovescio (ma ho un rovescio a due mani).

Noi facciamo vere e proprie partite a 25 punti, cosi':

- corridoio destro
- diagonale destra
- diagonale sinistra
-corridoio sinistro
tutto campo

Molto divertente, vale la pena provare.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Mar 06 Set 2011, 03:02

correnelvento ha scritto:
Ovviamente NON potrò essere io il tuo sparring in questa prova... per il semplice motivo che non sarei in grado! Embarassed

la precisione non è il punto di forza del tuo gioco ... tu ne sei consapevole e questo è ciò che lo rende efficace: non rischi mai nulla!
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 2 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum