Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 7 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 7 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Racchetta definitiva
Da marco61 Ieri alle 23:07

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Ieri alle 19:54

» Il servizio bistrattato
Da ace59 Ieri alle 10:02

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ieri alle 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Impresa impossibile
Da Riki66 Mar 30 Giu 2020, 13:46

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

» Opinioni
Da correnelvento Ven 19 Giu 2020, 14:46

» FEDERER MI COPIA!
Da Tempesta Gio 18 Giu 2020, 23:13

» Babolat Pure Aero 2019
Da Attila17 Gio 18 Giu 2020, 14:06

» Djkovic è al capolinea ?
Da correnelvento Gio 18 Giu 2020, 06:12

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Bertu il Mar 06 Set 2011, 09:08

Lupo65 ha scritto:Io lo faccio di tanto in tanto con un amico, e vado meglio di rovescio (ma ho un rovescio a due mani).

Noi facciamo vere e proprie partite a 25 punti, cosi':

- corridoio destro
- diagonale destra
- diagonale sinistra
-corridoio sinistro
tutto campo

Molto divertente, vale la pena provare.

Bella idea, se non la brevetti te la rubo. Very Happy Proveró sicuramente la prossima volta che gioco col mio socio almeno gli do qualche ulteriore stimolo a migliorarsi. (a me gli stimoli non mancano.........mancano le capacitá)

Normalmente faccio anche io qualche cosa di simile ma in modo meno metodico e senza punti ma a punti é sicuramente piú divertente e stimolante.
Noi facciamo il corridoio dritto su dritto o rovescio su rovescio, tanto lo spazio per spostarsi fuori dal campo per il colpo anomalo non manca.

Alberto






Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da veterano il Mar 06 Set 2011, 21:08

Diciamo che la verita' sta un po nel mezzo,nel senso che come dice corre imparando a controllare bene il top spin questi problemi dovrebbero essere minori,diciamo che giocando piu piatto i rischi che ti scappi via il colpo possono essere maggiori per le ovvie ragione che corre a citato,pero ci puo prorpio essere un abitudine tua di fondo a cercare il limite cioe' la riga anche quando non ne avresti bisogno.Come ben sai il top spin risolverebbe il discorso controllo,ma un allenamento mirato , per giocare piu a settore che vicino alla linea potrebbe aiutare,ripetizioni,ripetizioni in sicurezza.se vuoi ci metti anche dei coni per tracciare un settore,e li metti paralleli alla riga laterale dove normalmente vai fuori,mettili un po piu dentro il campo e quello sara il tuo limite.esercizio facile palleggio incrociato e dopo tre o quatro palle uscita lungolinea ,con i nuovi limiti che hai messo,magari a forza di vedere coni,sti coni li visualizzerai anche in partita.
veterano
veterano

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Lupo65 il Mer 07 Set 2011, 08:11

Vedrai coni dappertutto: mentre giochi, mentre guidi,al lavoro, sulla tavola ecc la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 786556 lol!

Ovvio che Veterano ha ragione, e come dice lui e' un po una via di mezzo tra tutto qello che ti e' stato suggerito.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Mer 07 Set 2011, 08:36

ho sempre sostenuto il valore dietetico di un buon cono (gelato)... ora ne farò indigestione!la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 786556
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Maurizio il Mer 07 Set 2011, 08:49

E' molto bello tutto ciò!
Voglio dire: uno tira fuori una questione tecnica, stiamo tutti qui a dire la propria con delle pippe mentali a volte rocambolesche, e la conclusione inevitabile di tutto ciò è invariabilmente una e una soltanto: allenamento!
lol!

PS: anzi no, talvolta ne viene fuori un'altra: non c'è rimedio, siamo pippe! la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 768460
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Lupo65 il Mer 07 Set 2011, 09:50

Maurizio ha scritto:E' molto bello tutto ciò!
Voglio dire: uno tira fuori una questione tecnica, stiamo tutti qui a dire la propria con delle pippe mentali a volte rocambolesche, e la conclusione inevitabile di tutto ciò è invariabilmente una e una soltanto: allenamento!
lol!

PS: anzi no, talvolta ne viene fuori un'altra: non c'è rimedio, siamo pippe! la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 768460

e ti diro' di piu': conosco gente che tennisticamente non sono un granche', ma fisicamente son molto allenati che ripetutamente battono gente che i colpi ce l'ha, ma non le gambe. Al nostro livello (e non solo) le gambe sono importantissime.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da LaRana il Mer 07 Set 2011, 10:05

Quanto hai ragione Lupo, i miei due tornei li ho fatti all'apice della preparazione per la mezza di Londra. Ovviamente non avevo esplosività e velocità, però potevo passare mezza giornata in campo Very Happy
LaRana
LaRana

Messaggi : 1988
Data d'iscrizione : 13.07.10
Età : 49
Località : Roma

http://www.andrearanalli.com

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da dropshot II il Mer 07 Set 2011, 11:06

Lupo65 ha scritto:
e ti diro' di piu': conosco gente che tennisticamente non sono un granche', ma fisicamente son molto allenati che ripetutamente battono gente che i colpi ce l'ha, ma non le gambe. Al nostro livello (e non solo) le gambe sono importantissime.

eccomi!!!
settimana scorsa si è verificata la tipica situazione dell'ultimo anno e mezzo. gioco con un regolarista, metto pressione, costruisco il punto lo chiudo ma poi la partita la porta a casa lui. perchè? perchè ognuno di questi punti ben costruiti richiede di sbattere di là una decina di palle come Satrapo comanda. finito il punto sono talmente in apnea che quelli successivi prego san ace o devo chiudere al terzo scambio aumentando esponenzialmente gli errori.
ogni game arrivavo 30 a 0 o 0 30 e poi i punti successivi erano una pena.

tenuta fisica pari a zero.

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Lupo65 il Mer 07 Set 2011, 11:14

Su, a cominciare da oggi tutti a correre!!! Ci si vede il 3 giugno 2012 alla Comrades marathon in Sud Africa!!! 87Km facili facili, e poi vedete come stiamo in campo, battiamo pure Nadal!!!
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da LaRana il Mer 07 Set 2011, 11:57

Lupo65 ha scritto:Su, a cominciare da oggi tutti a correre!!! Ci si vede il 3 giugno 2012 alla Comrades marathon in Sud Africa!!! 87Km facili facili, e poi vedete come stiamo in campo, battiamo pure Nadal!!!

Uuummmm, il 3 giugno mi sa che sarò ancora in recupero, ho avuto il pettorale per la London Marathon del 22 Aprile sul percorso Olimpico!!!! Smile

In Sud Africa ci vengo il prozio anno Very Happy
LaRana
LaRana

Messaggi : 1988
Data d'iscrizione : 13.07.10
Età : 49
Località : Roma

http://www.andrearanalli.com

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Lupo65 il Mer 07 Set 2011, 12:02

Macche', il 3 giugno sarai a posto, figurati.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da LaRana il Mer 07 Set 2011, 12:05

Che dici ce la facciamo a qualificarci Very Happy
http://www.comrades.com/Race-Info/Qualifying-Events.aspx
LaRana
LaRana

Messaggi : 1988
Data d'iscrizione : 13.07.10
Età : 49
Località : Roma

http://www.andrearanalli.com

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da dropshot II il Mer 07 Set 2011, 15:09

visto che sono molto veloce, vi aspetto all'arrivo, si lì dove c'è il pub, sarò quello con la birretta sullo sgabello davanti al bancone (ps. già docciato ovviamente). Very Happy

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Satrapo il Gio 15 Set 2011, 12:08

Topic molto interessante anche se l'ho letto un po' di corsa.

Per prima cosa concordo con Corre nel dire che forse una precisione di + o - 30cm è una stima un pochino troppo ottimistica anche per un buon seconda parlando di colpi tirati durante uno scambio, che quindi necessitano di una ricerca di palla attiva senza dimenticare che anche se si tratta di esecuzioni comode si suppone che il nostro avversario non ci stia fornendo proprio degli assist per farci fare il tiro al piattello.

Ovviamente questa considerazione può spiegare come sia facile sbagliare mirando alla riga ma non risponde alla domanda di GP: perchè se ho 3 metri di campo dove piazzare una palla mi ritrovo a cercare la riga aumentando inutilmente i rischi?

Dalla mia personale esperienza posso dire che è un "comportamento" tipico dei giocatori classici-old-style che giocando quasi piatto hanno meno possibilità di controllare la profondità del colpo e per questo motivo devono sfruttare maggiornamete le geometrie (e quindi le righe laterali) per far male li dove un giocatore capace di imprimere una rotazione consistente non si pone il problema ma scarica una mazzata a un metro abbondante dalla riga laterale, sapendo che potrà picchiare quanto vuole tanto la palla sicuramente lunga non andrà.

Un giocatore moderno se riesce a vedere 3 metri di campo libero può chiudere di forza senza problemi e senza preoccuparsi di andare lungo.

Un giocatore OLD-STYLE anche con 3 metri di campo libero deve per così dire scegliere quale rischio assumersi:

- mantenere margine sulla riga laterale lo obbliga a tirare più forte del solito perchè altrimenti rischierebbe di tenere in gioco l'avversario senza chiudere il colpo.

- fare la barba alla riga gli consente di mantenere la sua tipica dinamica del colpo però ovviamente lo espone al rischio di andare largo.

In sostanza è l'impossibilità di accelerare senza perdere il controllo sulla profondità del colpo che costringe i giocatori OLD-STYLE a rischiare moltissimo a livello di piazzamento laterale anche quando hanno in realtà molto campo da sfruttare.

Soluzioni? Mah probabilmente non ce ne sono, diciamo che è una caratteristica propria di questa tipologia di giocatori. La soluzione sarebbe imparare a coprire la palla in maniera decisa e una volta aperto il campo mirare al centro di quei 3 metri liberi entrando decisi con una bella mazzata in semiw senza preoccuparsi dei teloni di fondo perchè tanto la palla cade in campo da sola. Ogni tanto qualche pino lo si tira giù ma le percentuali sono comunque favorevoli.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da gp il Gio 15 Set 2011, 12:58

Satrapo ha scritto: La soluzione sarebbe imparare a coprire la palla in maniera decisa e una volta aperto il campo mirare al centro di quei 3 metri liberi entrando decisi con una bella mazzata in semiw senza preoccuparsi dei teloni di fondo perchè tanto la palla cade in campo da sola. Ogni tanto qualche pino lo si tira giù ma le percentuali sono comunque favorevoli.

però questo significa stravolgere completamente il proprio stile di gioco... non mi sembra una strada troppo percorribile... certo uno potrebbe tentare di giocare come al solito durante tutto lo scambio e tirare in top il solo colpo di chiusura nel modo in cui tu suggerisci...

oppure migliorare il proprio gioco di volo e seguire spesso a rete una palla giocata nel modo abituale (semi piatta) ma senza prendere rischi inutili indirizzandolo troppo vicino alla riga, considerando cioè che sia solo un colpo di approccio e non un "vincente" di chiusura: in fondo se uno gioca ad un metro dalla riga laterale e mantiene la solita profondità del colpo, l'avversario, che nell'esempio specifico è fuori dal campo, deve sempre arrivarci bene se vuole giocare un passante efficacie...inoltre se uno "mira" ad un metro dalla riga laterale ed assumendo che la zona di indeterminazione sia + o - 50 cm, la palla potrebbe cadere nel campo avversario anche a 50 cm dalla riga laterale, che risulterebbe quasi un vincente, a questo punto...
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Satrapo il Gio 15 Set 2011, 13:48

gp ha scritto:
Satrapo ha scritto: La soluzione sarebbe imparare a coprire la palla in maniera decisa e una volta aperto il campo mirare al centro di quei 3 metri liberi entrando decisi con una bella mazzata in semiw senza preoccuparsi dei teloni di fondo perchè tanto la palla cade in campo da sola. Ogni tanto qualche pino lo si tira giù ma le percentuali sono comunque favorevoli.

però questo significa stravolgere completamente il proprio stile di gioco... non mi sembra una strada troppo percorribile... certo uno potrebbe tentare di giocare come al solito durante tutto lo scambio e tirare in top il solo colpo di chiusura nel modo in cui tu suggerisci...

oppure migliorare il proprio gioco di volo e seguire spesso a rete una palla giocata nel modo abituale (semi piatta) ma senza prendere rischi inutili indirizzandolo troppo vicino alla riga, considerando cioè che sia solo un colpo di approccio e non un "vincente" di chiusura: in fondo se uno gioca ad un metro dalla riga laterale e mantiene la solita profondità del colpo, l'avversario, che nell'esempio specifico è fuori dal campo, deve sempre arrivarci bene se vuole giocare un passante efficacie...inoltre se uno "mira" ad un metro dalla riga laterale ed assumendo che la zona di indeterminazione sia + o - 50 cm, la palla potrebbe cadere nel campo avversario anche a 50 cm dalla riga laterale, che risulterebbe quasi un vincente, a questo punto...

Si in effetti come dicevo:

Satrapo ha scritto:Soluzioni? Mah probabilmente non ce ne sono, diciamo che è una caratteristica propria di questa tipologia di giocatori.

Diciamo che quello che hai aggiunto chiude il cerchio perchè lo scendere a rete tirando l'approccio morbido e in sicurezza quando ci si apre il campo è lo sbocco naturale per questa tipologia di giocatori, che non potendo chiudere di forza, non potendo permettersi sistematiche chiusure milletriche sulle righe trovano nella discesa a rete lo schema più ovvio. Con tutto quello che ne consegue però, mi riferisco alle problematiche che abbiamo trattato più volte e che vedono nel tennis moderno un netto vantaggio per chi deve tirare il passante rispetto a chi si trova quasi costretto a dover prendere la rete.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

la riga... punto di riferimento o causa d'errore? - Pagina 3 Empty Re: la riga... punto di riferimento o causa d'errore?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum