Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 15 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 15 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Con che racchetta state giocando?
Da Chiros Oggi alle 10:47

» Daniil Medvedev
Da Riki66 Ieri alle 21:56

» FANTA TENNIS
Da sly Ieri alle 17:15

» Australian Open
Da Matusa Ieri alle 16:45

» FATE RIDERE
Da Incompetennis Ieri alle 00:08

» Giovani italiani fanno ben sperare.
Da correnelvento Sab 18 Gen 2020, 12:50

» senza telefono !
Da blek Sab 18 Gen 2020, 10:39

» Certificato anamnestico per rinnovo patente
Da marco61 Ven 17 Gen 2020, 22:58

» Running del pensionato
Da superpipp(a) Gio 16 Gen 2020, 11:53

» st13 vs Fit
Da superpipp(a) Gio 16 Gen 2020, 09:21

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Mar 14 Gen 2020, 15:13

» signum pro xperience 124
Da matty Mar 14 Gen 2020, 11:28

» Un paese in decadenza
Da pasticcio76 Lun 13 Gen 2020, 17:44

» Tennis o non tennis questo è il dilemma
Da Chiros Lun 13 Gen 2020, 08:50

» Stefanos Tsitsipas
Da Attila17 Ven 10 Gen 2020, 15:23

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     
chat

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Andare in basso

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori Empty Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Messaggio Da alain proust il Gio 08 Set 2011, 18:05

premetto che non so se è la sezione giusta, non sapevo dove inserire il 3d, chiedo lo spostamento agli admin se necessario, grazie.

domanda apparentemente sciocca: visto che per il codice di autoarbitraggio sono arbitro nella mia parte di campo, posso NON chiamare palle nettamente fuori dell'avversario e pretendere che questi continui a giocare?

il caso pratico può presentarsi con la risposta alla prima di servizio, quando la prima è fuori, metto la racchetta, esce una risposta fulminante. potrei pretendere il punto sostenendo che io non ho chiamato nessuna palla fuori e che quindi era in gioco?

sportivamente sarei censurabile, questo sì, ma a norma di regolamento?
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori Empty Re: Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Messaggio Da Lupo65 il Gio 08 Set 2011, 18:27

Penso di si', a meno che il tuo avversario non si fermi perche' vede che la palla e' fuori. Magari e' una questione di gentilezza, ma qui, nei campionati, se succede una cosa simile viene assegnato una sorta di let (cioe' si ripete il servizio - se la prima la prima, se la seconda la seconda).
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori Empty Re: Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Messaggio Da alain proust il Gio 08 Set 2011, 18:37

diciamo che a fronte di una prima molto fuori, anche se fosse a norma di regolamento, sarebbe antisportivo pretendere di continuare a giocare, perchè ad esempio è uscita dal cilindro una rispostona. ok.

però guardiamo la zona grigia: prima di servizio fuori, senza dubbi, ma non in maniera esagerata. rispondo bene e lo metterei già in difficoltà. se l'avversario risponde ancora, la palla è in gioco.
ma se si ferma e mi dice che l'ha vista fuori, sportivamente direi ok, fai la seconda, anche se la mia risposta era vincente o quasi. ma potrei dire (da bastardo) che io non ho chiamato nulla e che lui dice di averla vista fuori solo per togliersi dagli impicci di uno scambio iniziato male causa mia risposta assassina.

certo, non sarebbe più uno sport da gentlemen, ma lo chiedo non per applicare la cosa a mio favore, ma per evitare possibili discussioni. per carità, non ci giochiamo wimbledon, però sempre meglio sapere.
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori Empty Re: Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Messaggio Da marco61 il Gio 08 Set 2011, 19:49

A norma di regolamento ognuno arbitra nella propria parte di campo. Per assurdo, nell'esempio che hai fatto tu, se io rispondo ad un servizio fuori un metro senza chiamare l'out e il mio avversario si ferma, il punto è mio e a termini di regolamento il mio avversario non può far nulla, a meno che alla scena non abbia assistito il giudice arbitro del torneo il quale potrebbe rilevare un palese comportamento antisportivo da parte mia,, ammonirmi e assegnare il punto al mio avversario.
Ma tutto questo solo nel caso in cui sia evidente che io non abbia volutamente chiamato fuori quel servizio con lo scopo di frodare l'avversario.
Nel caso in cui invece io (in buona fede) rispondo ad un servizio dubbio e il mio avversario si ferma, anche se l'arbitro (che non stava svolgendo funzioni di arbitraggio) si accorge che il servizio è fuori, non può cambiare la mia chiamata facendo ripetere il punto.
Tutto questo è previsto dal codice di arbitraggio senza arbitro, nel quale la regola di primaria importanza è quella che mi impone di concedere il beneficio del dubbio al mio avversario: chiamo l'out solo se ne sono assolutamente certo.
In base a questo il gioco deve continuare fin quando uno dei due giocatori (ma solo nella propria metà campo) chiama l'out in quanto assolutamente certo della sua chiamata.
Tutto quanto sopra concerne il regolamento, se però parliamo di sportività cambia tutto. In questo caso se il mio avversario si è fermato convinto che il suo servizio fosse fuori, se non voglio passare per scorretto faccio bene a concedere la ripetizione del punto.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61
Admin

Messaggi : 10835
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori Empty Re: Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Messaggio Da Antaniserse il Gio 08 Set 2011, 19:52

Diciamo che sul singolo episodio è improbabile che ti diano torto perchè è più facile credere alla tua buona fede in questa situazione, e in ogni caso l'avversario non può MAI appellarsi al "credevo la mia fosse fuori", se no potrebbe questionare ogni singolo punto vicino alle righe.

D'altra parte, fatto con malizia, è piuttosto evidente, ancora più che rubare le palle dentro... penso non sia un caso che, tra le tante che si vedono, questa non sia molto gettonata dai furbacchioni di turno.

_________________
"I am not perfect and neither was my career. In the end tennis is like life, messy."
Marat Safin
Antaniserse
Antaniserse
Admin

Messaggi : 1078
Data d'iscrizione : 09.12.09
Età : 46
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori Empty Re: Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Messaggio Da alain proust il Ven 09 Set 2011, 08:18

marco61 ha scritto:A norma di regolamento ognuno arbitra nella propria parte di campo. Per assurdo, nell'esempio che hai fatto tu, se io rispondo ad un servizio fuori un metro senza chiamare l'out e il mio avversario si ferma, il punto è mio e a termini di regolamento il mio avversario non può far nulla, a meno che alla scena non abbia assistito il giudice arbitro del torneo il quale potrebbe rilevare un palese comportamento antisportivo da parte mia,, ammonirmi e assegnare il punto al mio avversario.
Ma tutto questo solo nel caso in cui sia evidente che io non abbia volutamente chiamato fuori quel servizio con lo scopo di frodare l'avversario.
Nel caso in cui invece io (in buona fede) rispondo ad un servizio dubbio e il mio avversario si ferma, anche se l'arbitro (che non stava svolgendo funzioni di arbitraggio) si accorge che il servizio è fuori, non può cambiare la mia chiamata facendo ripetere il punto.
Tutto questo è previsto dal codice di arbitraggio senza arbitro, nel quale la regola di primaria importanza è quella che mi impone di concedere il beneficio del dubbio al mio avversario: chiamo l'out solo se ne sono assolutamente certo.
In base a questo il gioco deve continuare fin quando uno dei due giocatori (ma solo nella propria metà campo) chiama l'out in quanto assolutamente certo della sua chiamata.
Tutto quanto sopra concerne il regolamento, se però parliamo di sportività cambia tutto. In questo caso se il mio avversario si è fermato convinto che il suo servizio fosse fuori, se non voglio passare per scorretto faccio bene a concedere la ripetizione del punto.
chiarissimo. mi trovo d'accordo su tutta la linea. Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori 925962
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori Empty Re: Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Messaggio Da b52_ste il Ven 09 Set 2011, 09:27

In questi casi, ci cascherei come un pollo tutte le volte... Essendo di estrazione Judo-Rugbistica non riesco a concepire che qualcuno mi chiami una palla "sbagliata" cercando di fare il furbo... lo so, sono un ingenuo (ho usato "ingenuo" perchè tutte le altre parole che mi venivano in mente erano censurabili Smile ) però secondo me alla fine uno che vince rubando punti i conti li fa poi a casa davanti allo specchio... Wink
b52_ste
b52_ste

Messaggi : 150
Data d'iscrizione : 30.05.11
Età : 38
Località : Faenza

Torna in alto Andare in basso

Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori Empty Re: Autoarbitraggio: non chiamare palle nettamente fuori

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum