Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 7 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 7 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Rafapaul Oggi alle 00:33

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da gabr179 Ieri alle 07:09

» Impresa impossibile
Da Chiros Ieri alle 07:00

» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Gio 09 Lug 2020, 16:32

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da alain proust il Mar 25 Ott 2011, 15:07

allora, parto dal presupposto della dottrina satrapiana - che condivido pienamente - che la testa in quarta "non serve", nel senso che è la tecnica ad essere fondamentale.
non voglio in questa sede riesumare l'argomento ormai ampiamente dibattuto se la testa sia importante o no, i cojones, la grinta, la tigna, la tattica, la strategia ai bassi livelli.
diciamo che questo 3d è "riservato" a chi la pensa al 100% come satrapo in materia.
purtuttavia, ci mancherebbe, ognuno resta libero di pensare che la mente è fondamentale anche ai nostri livelli, per carità.

ora, partendo dall'ipotesi che il fattore testa "non conta" ai nostri livelli, mi chiedo: l'assunto è valido sino a portarlo agli estremi, ossia che la concentrazione assoluta nel corso del match è superflua o quasi?
quando si dice di guardare le corde della racca tra uno scambio e l'altro, di non camminare a testa bassa, di non guardare il pubblico, di non parlare con la gente a bordo campo, di pulire la mente tra un punto e l'altro, ebbene: anche questa è la "testa inutile" di cui parla satrapo, oppure la concentrazione , la chiusura in se stessi per ottenere il maggior rendimento dalla proprio tecnica sono fondamentali?

lo chiedo perchè mi pare di vedere che il risultato delle mie partite dipenda poco da quanto sono concentrato davvero. perdo quando devo perdere (con quelli più bravi), vinco quando devo vincere. e non mi pare che la concentrazione o la sua mancanza (tipo: evitare di parlare nel campio campo con qualcuno a bordo campo, nelle partitelle di club) mi abbiano favorito o sfavorito.

insomma, serve chiudersi, rimanere concentrati per tutto l'incontro "nadal style" tanto per capirci, oppure cambia poco sul risultato finale?

che dite?
che dici, satrapo?
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da miguel il Mar 25 Ott 2011, 15:20

concentrarsi (o meglio stare attento) mentre si gioca é per me fondamentale. probabilmente non influisce sul risultato nel senso che se sono più forte del mio avversario la partita la porto a casa comunque ma sulla qualità del gioco si. normalmente ci si deconcentra quando si é comunque sicuri di vincere (o di perdere) ma tutti noi abbiamo degli avversari che sappiamo bene che se non stiamo attenti le prendiamo di santa ragione.
mi é capitato giusto l'altro giorno di giocare con uno che normalmente non fa più di uno/due games a set, ho iniziato a parlare con uno a bordo campo tra un 15 e l'altro dell'ora fissa invernale e il mio avversario in pochi minuti é andato senza fare niente (sbagliavo tutto io) sul 3-0.
a quel punto ho congedato il mio amico e la partita é rientrata su solito binario. casualità ? ... non credo
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da gianlugi1978 il Mar 25 Ott 2011, 15:27

Io personalmente non sono d'accordo con Satrapo in quanto penso che, in qualsiasi attività della vita, professionale o sportiva che sia, il fattore mentale faccia sempre la differenza; nella fattispecie, nel tennis è fondamentale il fattore mentale a qualsiasi livello, tranne forse per i principianti totali che non hanno ben minima patronanza dei colpi. Ma un quarta serio i colpi, chi + chi -, li ha abbastanza acquisiti, altrimenti secondo me non si deve parlare di quarta, ma di totali principianti. Tornando al post, anche il fatto che tu dica che, a prescindere dalla concentrazione, perdi con chi devi perdere e vinci con chi devi vincere, denota la tua scarsa propensione mentale a lottare scendendo in campo con la convinzione di giocare "tanto per" poichè comunque perderai, a meno che tu non giochi con giocatori di livello talmente distante dal tuo da non darti scampo a priori, ma non penso sia il nostro caso. Ed anche questo aspetto rientra nel fattore "mente". Io personalmente, per il tipo di gioco che faccio, se non entro in campo concentrato e convinto, rischio di perdere anche da giocatori con i quali, normalmente, vinco facilmente.
gianlugi1978
gianlugi1978

Messaggi : 537
Data d'iscrizione : 16.03.11
Età : 42
Località : Palagiano (Ta)

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da alain proust il Mar 25 Ott 2011, 15:44

gianlugi1978 ha scritto:Tornando al post, anche il fatto che tu dica che, a prescindere dalla concentrazione, perdi con chi devi perdere e vinci con chi devi vincere, denota la tua scarsa propensione mentale a lottare scendendo in campo con la convinzione di giocare "tanto per" poichè comunque perderai, a meno che tu non giochi con giocatori di livello talmente distante dal tuo da non darti scampo a priori, ma non penso sia il nostro caso.
ti ringrazio della censura, che sono certo essere ponderata in quanto frutto della nostra profonda conoscenza reciproca. Very Happy

detto questo Very Happy , è meglio che faccia due precisazioni.
ripeto, non voglio riproporre l'argomento su cui sono stati versati fiumi di inchiostro virtuale, ognuno ha la sua idea, gianluigi e altri hanno la loro, io e altri abbiamo la nostra.
io credo che, tendenzialmente, al nostro livello i giochi siano spesso già fatti, nel senso che il bagaglio di tecnica e di allenamento che si ha alle spalle è quello che alla fine dirà chi uscirà vincitore da un match. senza se e senza ma.
il che non significa, a dispetto delle semplificazioni fatte dalle persone semplici, che sapendo di scendere in campo con uno più forte, ci si debba sedere in panchina rinunciando a lottare e aspettando che la partita finisca 60 60 per lui.
ma la verità è che quando c'è una anche modesta prevalenza tecnica di uno sull'altro (in termini di tenuta del palleggio) difficilmente il più debole riuscirà a scamparla.


se poi due hanno una tecnica simile, allora sì, ce la si gioca, e allora ci saranno set vinti da uno e altri vinti dall'altro.

il mio dubbio, per tornare on topic, a cui in parte miguel con la sua esperienza ha risposto, è se la concentrazione di per sè possa fare la differenza, oppure se sostanzialmente non sposta l'ago della bilancia di una preparazione tecnico/atletica che è quella che è in quel momento e non è modificabile seduta stante.

alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da gianlugi1978 il Mar 25 Ott 2011, 15:54

alain proust ha scritto:
gianlugi1978 ha scritto:Tornando al post, anche il fatto che tu dica che, a prescindere dalla concentrazione, perdi con chi devi perdere e vinci con chi devi vincere, denota la tua scarsa propensione mentale a lottare scendendo in campo con la convinzione di giocare "tanto per" poichè comunque perderai, a meno che tu non giochi con giocatori di livello talmente distante dal tuo da non darti scampo a priori, ma non penso sia il nostro caso.
ti ringrazio della censura, che sono certo essere ponderata in quanto frutto della nostra profonda conoscenza reciproca. Very Happy

detto questo Very Happy , è meglio che faccia due precisazioni.
ripeto, non voglio riproporre l'argomento su cui sono stati versati fiumi di inchiostro virtuale, ognuno ha la sua idea, gianluigi e altri hanno la loro, io e altri abbiamo la nostra.
io credo che, tendenzialmente, al nostro livello i giochi siano spesso già fatti, nel senso che il bagaglio di tecnica e di allenamento che si ha alle spalle è quello che alla fine dirà chi uscirà vincitore da un match. senza se e senza ma.
il che non significa, a dispetto delle semplificazioni fatte dalle persone semplici, che sapendo di scendere in campo con uno più forte, ci si debba sedere in panchina rinunciando a lottare e aspettando che la partita finisca 60 60 per lui.
ma la verità è che quando c'è una anche modesta prevalenza tecnica di uno sull'altro (in termini di tenuta del palleggio e/o peso o complessità di palla) difficilmente il più debole riuscirà a scamparla.


se poi due hanno una tecnica simile, allora sì, ce la si gioca, e allora ci saranno set vinti da uno e altri vinti dall'altro.

il mio dubbio, per tornare on topic, a cui in parte miguel con la sua esperienza ha risposto, è se la concentrazione di per sè possa fare la differenza, oppure se sostanzialmente non sposta l'ago della bilancia di una preparazione tecnico/atletica che è quella che è in quel momento e non è modificabile seduta stante.

Scusami, non volevo essere offensivo, ci mancherebbe, magari avrei dovuto essere un pò + diplomatico, ma come hai capito, la diplomazia non è il mio forte Very Happy Very Happy !!
"ma la verità è che quando c'è una anche modesta prevalenza tecnica di uno sull'altro (in termini di tenuta del palleggio e/o peso o complessità di palla) difficilmente il più debole riuscirà a scamparla." Questa non la condivido, hai, appunto parlato di modesta prevalenza, non di notevole prevalenza, la cosa è totalmente diversa!!!
Faccio un esempio che avvalora la mia tesi: nel calcio, sulla carta ci sono le squadre nettamente + forti che però, a volte, perdono con squadre che dovrebbero partire già sconfitte, le quali però, sopperiscono alla loro inferiorità con altre qualità: abnegazione, forza di volontà, agonismo atc.
Quest'ultima cosa può essere tranquillamente traslata al tennis, e tutte quelle qualità rientrano nel cosiddetto, fattore mentale.
PS: scusami ancora I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853
gianlugi1978
gianlugi1978

Messaggi : 537
Data d'iscrizione : 16.03.11
Età : 42
Località : Palagiano (Ta)

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da alain proust il Mar 25 Ott 2011, 16:04

gianlugi1978 ha scritto:
Scusami, non volevo essere offensivo, ci mancherebbe, magari avrei dovuto essere un pò + diplomatico, ma come hai capito, la diplomazia non è il forte Very Happy Very Happy !!
"ma la verità è che quando c'è una anche modesta prevalenza tecnica di uno sull'altro (in termini di tenuta del palleggio e/o peso o complessità di palla) difficilmente il più debole riuscirà a scamparla." Questa non la condivido, hai, appunto parlato di modesta prevalenza, non di notevole prevalenza, la cosa è totalmente diversa!!!
Faccio un esempio che avvalora la mia tesi: nel calcio, sulla carta ci sono le squadre nettamente + forti che però, a volte, perdono con squadre che dovrebbero partire già sconfitte, le quali però, sopperiscono alla loro inferiorità con altre qualità: abnegazione, forza di volontà, agonismo atc.
Quest'ultima cosa può essere tranquillamente traslata al tennis, e tutte quelle qualità rientrano nel cosiddetto, fattore mentale.
PS: scusami ancora I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853
no problem, figurati. I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 768460
il paragone col calcio però non rende a mio avviso, perchè il tennis è sport percentuale, il calcio è sport ad episodi, una squadra molto più debole può trovare il gol e vincere facendo poi melina e catenaccio.
nel tennis, se uno ha un' autonomia di palleggio in sicurezza di +1 rispetto all'altro (per semplificare), è molto facile che porterà a casa la vittoria.

l'argomento è come al solito difficile, ma non vorrei dilungarmi di nuovo sulla questione testa, mente ecc. in senso ampio, c'è un 3d strapieno di argomentazioni al riguardo, vorrei invece focalizzare l'analisi su quanto ho scritto nel post di apertura.
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da correnelvento il Mar 25 Ott 2011, 17:28

gianlugi1978 ha scritto:


Faccio un esempio che avvalora la mia tesi: nel calcio, sulla carta ci sono le squadre nettamente + forti che però, a volte, perdono con squadre che dovrebbero partire già sconfitte, le quali però, sopperiscono alla loro inferiorità con altre qualità: abnegazione, forza di volontà, agonismo atc.
Quest'ultima cosa può essere tranquillamente traslata al tennis, e tutte quelle qualità rientrano nel cosiddetto, fattore mentale.
PS: scusami ancora I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853

Assolutamente... NO!

Il tennis è lo sport più democratico che ci sia.

VINCE SEMPRE IL PIU' FORTE (in quel momento specifico, ovviamente).
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da b52_ste il Mar 25 Ott 2011, 17:56

correnelvento ha scritto:
gianlugi1978 ha scritto:


Faccio un esempio che avvalora la mia tesi: nel calcio, sulla carta ci sono le squadre nettamente + forti che però, a volte, perdono con squadre che dovrebbero partire già sconfitte, le quali però, sopperiscono alla loro inferiorità con altre qualità: abnegazione, forza di volontà, agonismo atc.
Quest'ultima cosa può essere tranquillamente traslata al tennis, e tutte quelle qualità rientrano nel cosiddetto, fattore mentale.
PS: scusami ancora I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853

Assolutamente... NO!

Il tennis è lo sport più democratico che ci sia.

VINCE SEMPRE IL PIU' FORTE (in quel momento specifico, ovviamente).

Sono assolutamente d'accordo, ma ribalto la frase: è il calcio ad essere lo sport MENO democratico che ci sia!!! Wink
b52_ste
b52_ste

Messaggi : 150
Data d'iscrizione : 30.05.11
Età : 38
Località : Faenza

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da Satrapo il Mar 25 Ott 2011, 21:51

L'attenzione è fondamentale anche per un quarta, se sono distratto dimenticherò di muovere i piedi, di fare i movimenti, di essere reattivo etc. etc.

L'attenzione quando si gioca a tennis è tanto fondamentale da essere considerata un pre-requisito. Chiaro come dice Miguel se gioco con uno che vale la metà di me tecnicamente posso anche parlare al cell mentre porto a casa il match, ma in generale se non penso a quello che sto facendo renderò molto meno a qualsiasi livello.

Il quarta-agonista amatore però di solito esagera nel valutare le condizioni ambientali. Per stare attenti non serve usare espedienti tipo guardare le corde, non guardare il pubblico etc. etc. per stare attenti basta dirsi un attimo prima di mettersi giù in risposta o di servire "ok ragazzo, occhi aperti e pensa a quello che devi fare".

Comunque per rispondere brevemente anche a gianlugi1978 vorrei specificare che un quarta non ha un controllo accettabile su tutti i colpi, altrimenti non sarebbe un quarta. Un giocatore che ha una tecnica che gli consente controllare con buona tecnica tutti i colpi ha una classifica da terza categoria, e con le nuove classifiche non si può neanche affermare che sia un quarta perchè gioca poco: con 3 tornei open se vale realmente una terza categoria ci arriva senza problemi.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da cobrama il Mar 25 Ott 2011, 22:03

correnelvento ha scritto:
gianlugi1978 ha scritto:


Faccio un esempio che avvalora la mia tesi: nel calcio, sulla carta ci sono le squadre nettamente + forti che però, a volte, perdono con squadre che dovrebbero partire già sconfitte, le quali però, sopperiscono alla loro inferiorità con altre qualità: abnegazione, forza di volontà, agonismo atc.
Quest'ultima cosa può essere tranquillamente traslata al tennis, e tutte quelle qualità rientrano nel cosiddetto, fattore mentale.
PS: scusami ancora I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853

Assolutamente... NO!

Il tennis è lo sport più democratico che ci sia.

VINCE SEMPRE IL PIU' FORTE (in quel momento specifico, ovviamente).

come mai allora quando gioco peggio dei miei avversari vinco sempre e perdo quando gioco meglio (a volte) ?

PS. OT. E SONO 800
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da Satrapo il Mar 25 Ott 2011, 22:07

cobrama ha scritto:
correnelvento ha scritto:
gianlugi1978 ha scritto:


Faccio un esempio che avvalora la mia tesi: nel calcio, sulla carta ci sono le squadre nettamente + forti che però, a volte, perdono con squadre che dovrebbero partire già sconfitte, le quali però, sopperiscono alla loro inferiorità con altre qualità: abnegazione, forza di volontà, agonismo atc.
Quest'ultima cosa può essere tranquillamente traslata al tennis, e tutte quelle qualità rientrano nel cosiddetto, fattore mentale.
PS: scusami ancora I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853

Assolutamente... NO!

Il tennis è lo sport più democratico che ci sia.

VINCE SEMPRE IL PIU' FORTE (in quel momento specifico, ovviamente).

come mai allora quando gioco peggio dei miei avversari vinco sempre e perdo quando gioco meglio (a volte) ?

PS. OT. E SONO 800

Capitava anche a me poi mi hanno spiegato che il punteggio si legge in verticale ovvero se leggi:

Cobra 7 1 0
Corre 6 6 6

Non hai vinto 710 a 666, ma hai perso! I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 768460 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 786556
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da cobrama il Mar 25 Ott 2011, 22:33

Satrapo ha scritto:
cobrama ha scritto:
correnelvento ha scritto:
gianlugi1978 ha scritto:


Faccio un esempio che avvalora la mia tesi: nel calcio, sulla carta ci sono le squadre nettamente + forti che però, a volte, perdono con squadre che dovrebbero partire già sconfitte, le quali però, sopperiscono alla loro inferiorità con altre qualità: abnegazione, forza di volontà, agonismo atc.
Quest'ultima cosa può essere tranquillamente traslata al tennis, e tutte quelle qualità rientrano nel cosiddetto, fattore mentale.
PS: scusami ancora I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 961853

Assolutamente... NO!

Il tennis è lo sport più democratico che ci sia.

VINCE SEMPRE IL PIU' FORTE (in quel momento specifico, ovviamente).

come mai allora quando gioco peggio dei miei avversari vinco sempre e perdo quando gioco meglio (a volte) ?

PS. OT. E SONO 800

Capitava anche a me poi mi hanno spiegato che il punteggio si legge in verticale ovvero se leggi:

Cobra 7 1 0
Corre 6 6 6

Non hai vinto 710 a 666, ma hai perso! I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 768460 I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 786556

come perso, la partita finisce al 5° set, intanto vediamo come va il 4°. Il tennis è 3 su 5!!
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da correnelvento il Mer 26 Ott 2011, 08:05


[b] come perso, la partita finisce al 5° set, intanto vediamo come va il 4°. Il tennis è 3 su 5 [ /b]!!

quotone! I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 786556
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da alain proust il Mer 26 Ott 2011, 08:34

Satrapo ha scritto:L'attenzione è fondamentale anche per un quarta, se sono distratto dimenticherò di muovere i piedi, di fare i movimenti, di essere reattivo etc. etc.

L'attenzione quando si gioca a tennis è tanto fondamentale da essere considerata un pre-requisito. Chiaro come dice Miguel se gioco con uno che vale la metà di me tecnicamente posso anche parlare al cell mentre porto a casa il match, ma in generale se non penso a quello che sto facendo renderò molto meno a qualsiasi livello.

Il quarta-agonista amatore però di solito esagera nel valutare le condizioni ambientali. Per stare attenti non serve usare espedienti tipo guardare le corde, non guardare il pubblico etc. etc. per stare attenti basta dirsi un attimo prima di mettersi giù in risposta o di servire "ok ragazzo, occhi aperti e pensa a quello che devi fare".

Comunque per rispondere brevemente anche a gianlugi1978 vorrei specificare che un quarta non ha un controllo accettabile su tutti i colpi, altrimenti non sarebbe un quarta. Un giocatore che ha una tecnica che gli consente controllare con buona tecnica tutti i colpi ha una classifica da terza categoria, e con le nuove classifiche non si può neanche affermare che sia un quarta perchè gioca poco: con 3 tornei open se vale realmente una terza categoria ci arriva senza problemi.
ecco, sì, è questo in particolare che volevo capire. cheers I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? 925962
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da gianlugi1978 il Mer 26 Ott 2011, 08:40

Ciao Corre ti quoto in pieno quando sostieni che nel tennis vince chi e' più forte, almeno in quel momento: questo, comporta, pero', che per essere più forte in quel determinato momento devono subentrare altre discriminanti che esulano dal solo bagaglio tecnico, mi riferisco al fattore atletico e comunque anche a quello mentale, come l'attenzione e la concentrazione. Anche a livello di quarta, se non c'è una differenza tecnica abissale fra uno e l'altro, se non giochi concentrato e motivato, perdi!!
gianlugi1978
gianlugi1978

Messaggi : 537
Data d'iscrizione : 16.03.11
Età : 42
Località : Palagiano (Ta)

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da correnelvento il Mer 26 Ott 2011, 08:45

[quote="gianlugi1978"]Ciao Corre ti quoto in pieno quando sostieni che nel tennis vince chi e' più forte, almeno in quel momento: questo, comporta, pero', che per essere più forte in quel determinato momento devono subentrare altre discriminanti che esulano dal solo bagaglio tecnico, mi riferisco al fattore atletico e comunque anche a quello mentale, come l'attenzione e la concentrazione. Anche a livello di quarta, se non c'è una differenza tecnica abissale fra uno e l'altro, se non giochi concentrato e motivato, perdi!![/quote]

Gian... su questo sono d'accordissimo.

Questo è uno dei pochissimi argomenti in cui non concordo totalmente con il nostro Satrapo.

A mio avviso la testa (concentrazione, attenzione, determinazione, freddezza) ha la sua importanza anche ai nostri bassi livelli.

Ovviamente, la tecnica è MOLTO, ma MOLTO più importante!

Quindi ( e qui CONCORDO con Sat)... prima di fare "training autogeno"... è auspicabile fare MOLTI cestini con il Maestro!
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da gianlugi1978 il Mer 26 Ott 2011, 08:51

....ma quest'ultimo e' un presupposto imprescindibile, se non sai tenere la racchetta in mano poi fare tutte le sedute che vuoi dallo "psicanalista", ma la palla comunque non entra!!! Very Happy
gianlugi1978
gianlugi1978

Messaggi : 537
Data d'iscrizione : 16.03.11
Età : 42
Località : Palagiano (Ta)

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da Maurizio il Mer 26 Ott 2011, 09:38

Saperla mettere in campo con una certa sicurezza, al nostro livello, la fa sicuramente da padrone. Certe volte si tende a confondere le cose quando si vedono quei tennisti che sfoggiano bei colpi di repertorio ma sembra che "non sono capaci di starci con la testa" e finiscono sempre per perdere. In quei casi si tende spesso a non considerare che in realtà quello sfoggia sì bei colpi ma solo perché tira sempre a tutto braccio senza una solidità dei fondamentali che glielo permetta, fa due bei punti associati a 4 errori ogni game, e i conti son presto fatti.

Certo poi che l'attenzione al match e la motivazione servono di sicuro, anche a livello di quarta, se si entra in campo pensando ad altro, senza reale voglia di giocare si rischia di perdere con chi si dovrebbe vincere. Come in quei giorni, talvolta inspiegabili, dove si fa fatica a fare le cose che si sono sempre fatte con una certa sicurezza e per riprendere le fila ci si deve imporre di "pensare" ad ogni colpo (mettiti di fianco, piega le ginocchia ecc). Una cosa che mi sento di dire è che anche a livello di quarta, "non mollare mai" è una grande qualità positiva e a pari livello tecnico ti permette di vincere.

Poi magari ci sono le occasioni in cui uno avrebbe fatto meglio a stare a casa. Ricordo di aver perso al primo turno di un torneo con uno che avevo sempre battuto (e dal quale persi quell'unica volta) ma era un lunedì successivo a una domenica (colpevolmente, ma si sa, la gioventù pig ) trascorsa al mare con una nuova ragazza... giornata che era proseguita nottetempo - sorvolerò sui particolari pig pig .
Il giorno dopo non avrei messo una palla dentro nemmeno se avessi avuto un big bubba XXL su un campo da calcio ... Rolling Eyes
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da Satrapo il Mer 26 Ott 2011, 12:14

No comunque bisognerebbe anche capire cosa intendete per fattore mentale, perchè fin quando parliamo di "attenzione" e di "fare la cosa giusta" ovvero giocare ordinati non rientriamo nel fattore mentale come è inteso di solito nelle discussioni.

Per la concetrazione e per l'essere ordinati in campo occorre un tecnico, nessun training autogeno, psicologo etc. etc.

Concordo quindi sul fatto che l'attenzione possa fare la differenza, se mentre gioco penso alle gonnelle a bordo campo.. beh.. di solito si gioca molto meglio!! Very Happy
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da alain proust il Mer 26 Ott 2011, 12:23

Satrapo ha scritto:No comunque bisognerebbe anche capire cosa intendete per fattore mentale, perchè fin quando parliamo di "attenzione" e di "fare la cosa giusta" ovvero giocare ordinati non rientriamo nel fattore mentale come è inteso di solito nelle discussioni.

Per la concetrazione e per l'essere ordinati in campo occorre un tecnico, nessun training autogeno, psicologo etc. etc.

Concordo quindi sul fatto che l'attenzione possa fare la differenza, se mentre gioco penso alle gonnelle a bordo campo.. beh.. di solito si gioca molto meglio!! Very Happy
e infatti per questo ho dato questo titolo al thread e ho fatto quelle premesse specifiche nel post di apertura.
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione? Empty Re: I quarta: la testa "non serve", ma la concentrazione?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum