Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 6 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da gabr179 Oggi alle 07:09

» Impresa impossibile
Da Chiros Oggi alle 07:00

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Gio 09 Lug 2020, 18:37

» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Gio 09 Lug 2020, 16:32

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Una palla alla volta.

Andare in basso

Una palla alla volta. Empty Una palla alla volta.

Messaggio Da albesca il Gio 25 Mar 2010, 21:58

Oggi ho preso una bella asfaltata dal classico ex-calciatore che corre come un matto e salta come una cavalletta.... il primo set se ne va 6-2 per lui poi io passo avanti 3 - 1 ma non abbiamo il tempo di finire la partita.

I suoi punti purtroppo li ho fatto io. Eppure sono soddisfattissimo ... soddisfatto per quello che ho imparato. Praticamente mi sono accorto che la mia debolezza mentale affiora "dentro il punto"... mentre lo gioco .. non prima , non dopo ..ma durante.

Tra tutte le situazioni di gioco che si verificano in campo, ve ne sono alcune che mi stimolano la concentrazione, e altre che mi tolgono la concentrazione, ovvero mi accorgo di essere in balia degli eventi. Ad esempio, la risposta al servizio la gioco bene...sono "sotto pressione" perchè arriva la botta e sgrano gli occhi fino al contatto ... poi .. mi rilasso... come se una volta fatta la bella risposta tutto dipendesse dal mio avversario ... cosi' "mi stacco dal gioco ... perdo le geometrie...perdo la concentrazione". Ho sempre avuto il pallino degli scambi, ma piu' il mio avversario faceva numeri da circo per rimettermi la palla di qua... piu' la mia concentraziione calava, fino a sbagliare la chiusura del punto.

Presa coscienza di cio', nel secondo set ho deciso di fare qualcosa di diverso: pensare una palla per volta.
Ebbene ho cominciato a macinare punti, e tutti punti di qualita' ... nessun regalo del mio avversario, e cosi' sono andato avanti 3 a 1 con autorita'... niente di straordinario tranne aver imparato anche oggi qualcosa.
Sono riuscito a deviare la mia mente affinche' giocasse insieme a me e non contro di me. Una volta toccata la palla ... si capisce subito se il tiro è buono .... cosi' al mio primo colpo dello scambio ... l'unico che tiro ben concentrato, una volta "sentita" la bonta' del tiro, lo considero un colpo riuscito, una soluzione trovata, un compito terminato. Adesso sono libero, pronto a risolvere un'altro problema, con la stessa concentrazione , con grande fiducia, in fondo si tratta di un piccolo esercizio da eseguire, una singola pallina da colpire .... Wink
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Una palla alla volta. Empty Re: Una palla alla volta.

Messaggio Da Filippo il Gio 25 Mar 2010, 22:31

bella questa idea, la concentrazione è un mio enorme problema.
Proverò a ragionare una pallina alla volta pure io
Filippo
Filippo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 22.12.09
Località : esattamente qui, nel fiviggì

Torna in alto Andare in basso

Una palla alla volta. Empty Re: Una palla alla volta.

Messaggio Da albesca il Gio 25 Mar 2010, 23:55

Il massimo sarebbe accorgersi di aver fatto il punto semplicemente perchè la palla non torna indietro ... e non perchè ci siamo "affannati" a cercare quella speciale concentrazione per un dritto lungolinea in corsa mentre l'avversario ha recuperato il nostro diagonale stupendo ecc. ecc. ....

... separare l'esecuzione del colpo dalla storia del quindici da un punto di vista mentale , non tattico, s'intende...potrebbe funzionare, perchè no ? In una parola sola, si potrebbe definire: freddezza.
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Una palla alla volta. Empty Re: Una palla alla volta.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum