Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 13 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 13 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Oggi alle 16:32

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da franzx Oggi alle 16:28

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da alain proust il Ven 18 Nov 2011, 19:17

Allora, a parte il titolo da malato di mente :joker: , mi riferisco appunto al rendimento altalenante, sinusoidale, chiamiamolo come più ci piace, di noi (alcuni) scarsoni di quarta che un giorno giocano "bene" (virgolette d'obbligo) e il giorno dopo sembra che siano stati lobotomizzati e nel contempo trattati con sostanze chimiche capaci di cancellare ogni minima nozione di tecnica.
il riferimento a me stesso è puramente casuale, e scrivo questo thread "per puro caso" dopo che ieri sera ho preso una mazzuolata in un long set perso 9-4 giocando forse il peggior tennis dei miei ultimi mesi. la ricetta è stata (a parte il servizio che mi ha "regalato" quei miseri 4 game funzionando egregiamente): 4 doppi falli, un numero vergognoso di rovesci fuori di almeno mezzo metro, e alcuni addirittura in rete e dritti sparacchiati 20cm lunghi, tutti errori non forzati su palle non preoccupanti a metà campo, attacchi su palle accorciate che fanno vibrare il nastro per cinque minuti buoni, addirittura un liscio clamoroso in risposta di rovescio. una prestazione compatibile col mio tennis di un anno fa. e non giocavo con un signor giocatore (che allora ci starebbe) ma col classico pallettaro da club, quando nelle scorse settimane pallettari di stessa o peggior specie li avevo battuti.
e dopo che avevo fatto una bella partita con un 4.3 e con altri giocatori che (sconfitti o vittoriosi) mi avevano comunque fatto fare una dignitosa figura in campo.

ebbene, fatta tutta questa premessa, perchè, se 'è un perchè, si hanno questi rendimenti altalenanti? forse che la pochezza e lo scarso "attecchimento" della tecnica (leggi: automatismi) sono tali che basta un po' di stanchezza (leggi: gambe meno reattive) per mandar tutto a pallino? solo questione di allenamento, cesti, anni di esperienza, che aiutano a livellare il rendimento?

lo chiedo, perchè vedo tanti giocatori di club, che hanno meno tecnica di tanti ma molti anni di tennis alle spalle in più, che hanno una sorta di pilota automatico, per cui il loro tennis è bene o male quello, senza grandi scarti di rendimento.

mentre gentaglia tennistica come me, può giocare "bene" n partite, senza errori gratuiti, costruendo ogni punto, e poi alla partita n+1 si ritrova a battersi da solo con mille errori gratuiti.

aiuto! sono in depressione! L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) 961853
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da wbtit il Ven 18 Nov 2011, 19:30

Da wikipedia:
Guy Forget, ex tennista nonché capitano della squadra di Coppa Davis francese, una volta si è espresso così riferendosi a Santoro: «Il gioco di Fabrice è paragonabile ad un virus che infetta un computer: a poco a poco distrugge tutto quanto gli sta intorno».

Opinione balorda ma secondo me ci sono scarsoni che involontariamente giocano alla Santoro e demoliscono il gioco dell'avversario. Un bel servizio ai 200Km/h può essere un buon antidoto altrimenti una volta che inizia lo scambio o hai la "consistenza" di cui parla Satrapo a costo di sacrifici enormi oppure... Smile

wbtit

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 29.12.10
Età : 50

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da correnelvento il Ven 18 Nov 2011, 19:56

alain proust ha scritto:

lo chiedo, perchè vedo tanti giocatori di club, che hanno meno tecnica di tanti ma molti anni di tennis alle spalle in più, che hanno una sorta di pilota automatico, per cui il loro tennis è bene o male quello, senza grandi scarti di rendimento.

mentre gentaglia tennistica come me, può giocare "bene" n partite, senza errori gratuiti, costruendo ogni punto, e poi alla partita n+1 si ritrova a battersi da solo con mille errori gratuiti.

Alain... la chiave del discorso è quello che ho evidenziato in rosso.

Il livello di un giocatore (Satrapo docet) non è quello del colpo "spettacolare"... ma è quello che riesce a mantenere in un palleggio regolare.

Se un giocatore(A) NON riesce a tenere un palleggio LENTO di un pallettarino da Circolo(B) che palleggia, diciamo, a 15 km l'ora... questo INEQUIVOCABILMENTE significa che il livello del giocatore A è INFERIORE ai 15 km l'ora.

Il problema nasce (e sia chiaro che NON mi riferisco a te) quando, per inesperienza... non ci si riesce ad auto-valutare con distacco ed obbiettività.

Il tennis è uno sport semplice e maledetto: il più forte (in quella partita) vince sempre.

Ergo... valuta la tua partita con freddezza: quanti dritti di attacco hai sbagliato? Quanti errori gratuiti in palleggio hai fatto?

Sulla base dei tuoi dati... lavora su questi colpi.

Il tennis è esercizio, ed automatismo.

Prendi un buon Maestro, ed allenati sui colpi carenti. Cesto, cesto e cesto.

Quando avrai SICUREZZA nel colpire la palletta leggera.... i pallettarini da circolo, te li mangi!

Parola di KILLER DI PIPPE! pirat


PS: Questi pallettarini sono gli avversari che amo di più... Twisted Evil
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da LaRana il Ven 18 Nov 2011, 20:32

Corre aggiungo una cosa, che deriva da esperienza personale :-) E' molto più facile appoggiarsi al gioco di un giocatore più forte, e quindi avere la sensazione di giocare meglio, rispetto al dover far gioco o domare delle palettate sempre diverse di quelli più scarsi.
Avendo ripreso a giocare da 2 settimane dopo uno stop di 5 mesi, ho fatto la mia miglior partita contro un amico 4.3 forte, che però mi ha dato 6-2 6-3. Ho perso ma ho tirato quasi sempre a tutto braccio , appoggiandomi sul suo gioco bello pesante.
Poi mi vado ad allenare nel mio gruppo, in cui prima dello stop ero fra i più "forti" e (ahahahahah) numero uno in D3 e ci metto mezz'ora a trovare il ritmo :-)
LaRana
LaRana

Messaggi : 1988
Data d'iscrizione : 13.07.10
Età : 49
Località : Roma

http://www.andrearanalli.com

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da angelo il Ven 18 Nov 2011, 22:39

ti faccio "appoggiare" bene la prossima settimana!!!! (scherzo)
angelo
angelo

Messaggi : 734
Data d'iscrizione : 20.12.09
Età : 50
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da LaRana il Ven 18 Nov 2011, 22:42

angelo ha scritto:ti faccio "appoggiare" bene la prossima settimana!!!! (scherzo)

In questo periodo mi sa che mi prendi a pallate! Ci proviamo domenica prossima Wink
LaRana
LaRana

Messaggi : 1988
Data d'iscrizione : 13.07.10
Età : 49
Località : Roma

http://www.andrearanalli.com

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da angelo il Ven 18 Nov 2011, 22:44

domani da mirko svelerò l'arcano di stamane!!!! domenica avrei il piacere!!!!
angelo
angelo

Messaggi : 734
Data d'iscrizione : 20.12.09
Età : 50
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da alain proust il Sab 19 Nov 2011, 08:37

correnelvento ha scritto:

Alain...
corre, come al solito non posso che quotare ogni tua parola. peccato che non riesco (ancora) a quotarti coi fatti quando ho la racchetta in mano...
condivido in pieno il discorso solito e pacifico che la prima regola è iniziare col tenere il palleggio alla massima velocità che ci permette di avere un rischio di errore praticamente nullo, salvo accelerare e prendere rischi solo quando c'è la possibilità concreta di fare punto.

il problema che è emerso due giorni fa è stato che, di fronte ad una mia evidente carenza di rendimento già dai primi scambi (che potrei anche imputare, tanto per giustificarmi un po', alla stanchezza di aver fatto lezione qualche ora prima e aver giocato il giorno prima e anche quello precedente), non ho avuto la lucidità, la capacità e l'esperienza per comprenderlo durante il match, prenderne atto freddamente e porre le contromisure, decidendo di limitarmi a buttarla di là, anche se ai 2 all'ora. e invece, l'inesperienza e forse la presunzione che prima o poi avrei ritrovato i colpi così facili e naturali delle ultime partite, mi hanno portato dritto dritto alla sconfitta senza appello e senza poter nemmeno lottare, poichè la lotta che conducevo era quella contro me stesso e i miei errori gratuiti.
e la cosa che ha ispirato questo 3d è proprio lo stupore, diciamo così, di vedere il proprio tennis, fino a poco prima diciamo guardabile, ridotto ad un ammasso informe di errori gratuiti.

eh sì, insomma, la medicina è sempre quella: cesto, maestro e tanto allenamento.
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da Magm4 il Sab 19 Nov 2011, 10:14

Come ti capisco!
Attraverso anch'io questi momenti di buon tennis alternati da partite inguardabili!
Ovviamente le parole di Corre sono tutte giustissime, però io prorpio non riesco a mettermi lì a remare tirando piano (parlo di testa!).
Il mio tennis è fatto di pressione, appena posso cerco il vincente e soprattutto quando le gambe non girano il mio livello scende in maniera imbarazzante!

Dovrei giocare solo con giocatori che corrono tanto e rimandano tutto di la per imparare a giocare diversamente!
Magm4
Magm4

Messaggi : 798
Data d'iscrizione : 07.12.09
Età : 46
Località : Cambiano (TO)

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da alain proust il Sab 19 Nov 2011, 10:57

Magm4 ha scritto:
Dovrei giocare solo con giocatori che corrono tanto e rimandano tutto di la per imparare a giocare diversamente!
questo è fondamentale, maestro a parte. l'allenamento che mi capita di fare con dei giocatori da uno-due (cioè sostanzialmente scarsi, che in due scambi o ti mettono già in difficoltà o la mandano sul telone) mi rendo conto che è assolutamente inutile. sono preziose invece le ore con i regolaristi, quelli che per farli sbagliare devi metterli davvero in difficoltà, oppure imbracciare la doppietta).
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da correnelvento il Sab 19 Nov 2011, 12:47

alain proust ha scritto:. sono preziose invece le ore con i regolaristi, quelli che per farli sbagliare devi metterli davvero in difficoltà, oppure imbracciare la doppietta).


Quotone... perchè ti mettono di fronte ai tuoi limiti tecnici e fisici.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da Satrapo il Sab 19 Nov 2011, 14:25

Un grande Maestro ci ripeteva sempre che il nostro tennis era quello di quando giocavamo male, quello li era il nostro vero livello.

Quando le cose andavano bene e ci si ritrovava a giocare meglio del solito c'era da rallegrarsi ok, ma quando si giocava male nessun dubbio, nessuna domanda, nessuno stupore ma solo la certezza di vedere e toccare con mano quale fosse il nostro reale livello.

E' molto importante imparare a valutare correttamente i propri errori, solo la quantità la frequenza e la tipologia degli errori permettono di valutare il livello di un giocatore. Il vincente da cineteca può riuscire a tutti, ma i risultati veri si ottengono solo con la consistenza.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da b52_ste il Lun 21 Nov 2011, 09:37

correnelvento ha scritto:
alain proust ha scritto:. sono preziose invece le ore con i regolaristi, quelli che per farli sbagliare devi metterli davvero in difficoltà, oppure imbracciare la doppietta).


Quotone... perchè ti mettono di fronte ai tuoi limiti tecnici e fisici.

...e PSICOLOGICI oserei aggiungere! doh comunque io le fasi altalenanti le ho anche durante le 2 ore di partita, mi trovo a sbagliare tutto per 20 minuti, e poi a farne altri 20 di fuoco... boh
b52_ste
b52_ste

Messaggi : 150
Data d'iscrizione : 30.05.11
Età : 38
Località : Faenza

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da alain proust il Lun 21 Nov 2011, 09:38

Satrapo ha scritto:Un grande Maestro ci ripeteva sempre che il nostro tennis era quello di quando giocavamo male, quello li era il nostro vero livello.

ecco una frase perfetta per farmi sprofondare nella depressione. perchè se è così, allora devo pensare seriamente alle bocce o alla meditazione ascetica con qualche santone... L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) 961853
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da correnelvento il Lun 21 Nov 2011, 09:47

Satrapo ha scritto:

quando si giocava male nessun dubbio, nessuna domanda, nessuno stupore ma solo la certezza di vedere e toccare con mano quale fosse il nostro reale livello.


cheers Come non quotare?

pirat

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da Feliciano il Lun 21 Nov 2011, 11:33

alain proust ha scritto:
Magm4 ha scritto:
Dovrei giocare solo con giocatori che corrono tanto e rimandano tutto di la per imparare a giocare diversamente!
questo è fondamentale, maestro a parte. l'allenamento che mi capita di fare con dei giocatori da uno-due (cioè sostanzialmente scarsi, che in due scambi o ti mettono già in difficoltà o la mandano sul telone) mi rendo conto che è assolutamente inutile. sono preziose invece le ore con i regolaristi, quelli che per farli sbagliare devi metterli davvero in difficoltà, oppure imbracciare la doppietta).

correnelvento ha scritto:
alain proust ha scritto:. sono preziose invece le ore con i regolaristi, quelli che per farli sbagliare devi metterli davvero in difficoltà, oppure imbracciare la doppietta).


Quotone... perchè ti mettono di fronte ai tuoi limiti tecnici e fisici.
I regolaristi da fondo sono il miglior allenamento possibile.
Non solo ti mettono di fronte ai tuoi attuali limiti, ma, dandoti continuità di gioco, ti consentono di eseguire tutti i colpi che si provano a lezione.

Feliciano
Feliciano

Messaggi : 967
Data d'iscrizione : 03.11.10
Età : 39

http://www.albertoponturo.it

Torna in alto Andare in basso

L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante) Empty Re: L'altalena tennistica (alias Il Rendimento Altalenante)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum