Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 19 utenti online: 0 Registrati, 1 Nascosto e 18 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Il GOAT e il QUASIGOAT
Da scimi65 Oggi alle 20:27

» Gambe e affaticamento
Da correnelvento Oggi alle 15:25

» NUOVO DPCM- TENNIS
Da viciohead Oggi alle 15:06

» Giocatori di padel ne abbiamo?
Da matty Oggi alle 09:06

» Augurissimi al nostro Marco61
Da matty Ieri alle 20:38

» Correre è il modo peggiore di tenersi in forma
Da yatahaze Ieri alle 10:22

» Jannik Sinner
Da max1970 Mer 28 Ott 2020, 19:14

» H2H
Da correnelvento Mer 28 Ott 2020, 08:04

» Con che racchetta state giocando?
Da Iron Lun 26 Ott 2020, 21:50

» Poly: corde, corde e corde
Da Cialisforever Dom 25 Ott 2020, 19:07

» Sinner, e la sua racchetta
Da elan Dom 25 Ott 2020, 15:26

» Scuse memorabili
Da miguel Sab 24 Ott 2020, 20:44

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

i finali del dritto

Andare in basso

i finali del dritto Empty i finali del dritto

Messaggio Da fabjo il Lun 28 Nov 2011, 18:34

ciao, ho notato che anche i pro utilizzano diversi finali, qual'è la differenza tra il finale ad altezza collo e quello attorno al corpo?

ho visto che non è una cosa che dipende dalle impugnature

fabjo

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 12.12.10

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da Satrapo il Mar 29 Nov 2011, 22:08

Mah in generale un minimo di relazione con l'impugnatura c'è, ma tenuto conto che ormai praticamente tutti i pro utilizzano prese dalla semi-w alla western con infinite varianti intermedie, a conti fatti la tipologia di finale è indipendente dall'impugnatura usata tranne casi limite di impugnature estremamente aperte o chiuse.

Ora vado un po' di corsa ma appena possibile vedremo brevemente quali sono le differenze tra i due finali.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da fabjo il Mer 14 Dic 2011, 18:23

forse dipende dal tipo di colpo che si vuole effettuare? piatto e pulito si finirà ad altezza collo, invece più arrotato e cercando molto il top spin porterà ad un finale attorno al corpo?

mi è venuto in mente guardando qualche slow motion...

fabjo

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 12.12.10

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da wbtit il Dom 18 Dic 2011, 23:36

In attesa di conoscere l'opinione di Satrapo o Veterano provo a fare qualche considerazione personale.
E' da un po' che anch'io osservo diversi finali di diritto. A mio parere Murray è un giocatore con un arsenale tecnico molto ricco e osservandolo mi sembra che di diritto colpisca in buggy whip (alla Nadal per capici) o a tergicristallo o con finale classico a seconda della situazione di gioco, della posizione, ecc., ecc. Magari lo fanno anche gli altri ma con Murray mi sembra più evidente.
Un anno fa pensavo che si dovesse scegliere un finale di diritto e fare solo quello, ora mi sembra un gran casino Smile.
A questo punto mi è capitato di leggere un articolo in tema (TWI) che esponeva la tesi di un metodo di insegnamento detto Game Base Approach GBA di cui cito una versione pubblica in inglese:
http://acecoach.com/main/spage/gamebased/

Non ho capito se è un metodo di insegnamento per bambini, adulti o scarsoni, oppure se è un metodo inventato 60 anni fa e che è ritornato di moda ma mi è sembrato uno spunto interessante e in qualche modo legato al tema del post.




wbtit

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 29.12.10
Età : 50

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da veterano il Lun 19 Dic 2011, 15:49

In generale si cerca di mantenere il gesto pìu' simile posibile,il finale alto con il gomito che finisce a mo di me metto la sciarpa e per garantire una chiusura dall basso verso l'alto e per non abituarsi a chiudere basso e di consegunza schiacciare la palla.Che poi si cambi il finale a seconda delle situazioni si e' possibile e ci saranno delle situazioni dove anche il tipo di swing sara' diverso,ma sono situazioni particolari e per la maggior parte dovute.
Che poi un pro possa cambiare a suo piacimento un finale con il gomito piu' basso o meno e vero,ma da prendere con le molle per un giocatore normale,il finale piu' basso puo' ugualmente avere molto top spin,ma la diferenza sta nel avere piu over net,se chiudo basso posso avere top spin ma meno over net e correre piu' rischi,finale alto meno rischio.........che poi i pro o dei giocatori di buon livello riescano a cambiare il finale a loro piacimento va bene,ma stiamo parlando di gente che passa tutto il giorno sul campo e vive di tennis,per un giocatore normale che vuole ottenere piu' solidita' dedicando meno tempo e meglio cercare di mantenere un gesto piu' regolare.............non ho tempo per andare a vedere il link e approfondire ma vediamo se riesco stassera e ti diro' qualcosa.....ciao scappo
veterano
veterano

Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da Mecir72 il Lun 19 Dic 2011, 17:03

...e poi dicono che nel tennis il colpo più difficile è il rovescio, eh!?

non avere un dritto naturale è un guaio...e le modalità per costruirsene uno sono troppe...io per esemmpio non l'ho mai avuto e non riesco a trovare la quadra...l'altra sera mi spostavo per colpire di rovescio, davvero indecente!! Very Happy
Mecir72
Mecir72

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 14.12.11
Località : Roma Marconi - San Paolo

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da veterano il Lun 19 Dic 2011, 21:37

Letto il link............spiegato cosi'non mi sembra niente di innovativo o di speciale,ti fa solo intendere che e' un buon metodo........e da quel poco che dice non hanno scoperto l'acqua calda........comunque quando avro' piu' voglia e tempo cerchero' di saperne di piu'.
veterano
veterano

Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da wbtit il Lun 19 Dic 2011, 21:53

Forse si riferiscono a quei "giochi" tipo "Attack the All-Court Player"?
https://www.youtube.com/watch?v=a2nAdpX5ejg

O sono le normali sessioni di tattica che si fanno in tutte le scuole per i livelli avanzati?

wbtit

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 29.12.10
Età : 50

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da veterano il Lun 19 Dic 2011, 22:05

Sono degli esercizi situazionali di normale routine.......
veterano
veterano

Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da Satrapo il Mar 20 Dic 2011, 11:40

veterano ha scritto:Sono degli esercizi situazionali di normale routine.......

Confermo quanto detto da Vet, sono schemi che facevano già fare a noi da ragazzini 30 anni fa, nulla di rivoluzionario.

Riguardo ai finali aggiungo che fondamentalmente la chiusura bassa garantisce più controllo sulla profondità del colpo secondo il concetto chiave che la profondità a tennis si regola solo "accorciando", ovvero idealmente si colpisce per spedire la palla direttamente sui teloni di fondo e si lavora per chiuderne la traiettoria in campo.

In questa ottica la chiusura bassa ci consente di "tagliare" profondità accelerando i tempi di chiusura, il concetto è: più rapidamente vado in chiusura e più accorcio la traiettoria.

Il vantaggio enorme è il non doversi più preoccupare di dosare le forze perchè scrico una badilata assurda sulla palla e poi chiudendo rapidamente il movimento ottengo una bella traiettoria curva che chiude in campo e rimbalza bella alta, viva e pesante.

Lo svantaggio è che richiede un lavoro di gambe "mostruoso" sia in termini di ricerca che di caricamento, timing perfetto ed una velocità e fluidità di braccio non comuni perchè il rischio di "strappare" è sempre in agguato. Inoltre richiede anche molta forza fisica, ragion per cui sono molto rare le donne che utilizzano la chiusura a tergicristallo in maniera marcata.

La chiusura alta in generale consente un approccio più soft al colpo, la palla correrà con più facilità e si faticherà meno per trovare profondità ma con la stessa facilità si rischierà di andare lunghi. Quindi alla fine verrà richiesta una sensibilità maggiore sia di braccio che di "piedi" perchè anche qui una errata distribuzione del peso o una presa di appoggio sbilanciata si tradurrà in una traiettoria del tutto ingovernabile.

Anche qui torniamo sempre al solito discorso, prima di lavorare sullo swing dobbiamo avere un footwork decente, il tennis si gioca con le gambe e questo vale tanto per Federer quanto per l'ultimo dei "remadores" da terra rossa. Anzi a dirla tutta Federer ha un footwork nettamente migliore del più rozzo dei rematori in circolazione.

La soluzione migliore? La si sceglie solo quando le gambe sono a posto e possono sostenere in maniera adeguata i colpi, in generale capita spesso di vedere un PRO pescare in casi particolari soluzioni "ad hoc" ma come già detto da Vet siamo di fronte a fenomeni che con la racchetta ci fanno qualsiasi cosa. Ho visto Nole in allenamento al Foro scherzare con Almagro e palleggiare sulla diagonale di rovescio colpendo in top ad una mano. Se qualcuno non avesse saputo che si trattava di uno dei migliori rovesci bimani di sempre avrebbe pensato: porca miseria che rovescio ad una mano che ha questo ragazzo!!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da smokingbs il Mar 20 Dic 2011, 13:33

Satrapo ha scritto:
veterano ha scritto:Sono degli esercizi situazionali di normale routine.......

Confermo quanto detto da Vet, sono schemi che facevano già fare a noi da ragazzini 30 anni fa, nulla di rivoluzionario.

Riguardo ai finali aggiungo che fondamentalmente la chiusura bassa garantisce più controllo sulla profondità del colpo secondo il concetto chiave che la profondità a tennis si regola solo "accorciando", ovvero idealmente si colpisce per spedire la palla direttamente sui teloni di fondo e si lavora per chiuderne la traiettoria in campo.

In questa ottica la chiusura bassa ci consente di "tagliare" profondità accelerando i tempi di chiusura, il concetto è: più rapidamente vado in chiusura e più accorcio la traiettoria.

Il vantaggio enorme è il non doversi più preoccupare di dosare le forze perchè scrico una badilata assurda sulla palla e poi chiudendo rapidamente il movimento ottengo una bella traiettoria curva che chiude in campo e rimbalza bella alta, viva e pesante.

Lo svantaggio è che richiede un lavoro di gambe "mostruoso" sia in termini di ricerca che di caricamento, timing perfetto ed una velocità e fluidità di braccio non comuni perchè il rischio di "strappare" è sempre in agguato. Inoltre richiede anche molta forza fisica, ragion per cui sono molto rare le donne che utilizzano la chiusura a tergicristallo in maniera marcata.






La chiusura alta in generale consente un approccio più soft al colpo, la palla correrà con più facilità e si faticherà meno per trovare profondità ma con la stessa facilità si rischierà di andare lunghi. Quindi alla fine verrà richiesta una sensibilità maggiore sia di braccio che di "piedi" perchè anche qui una errata distribuzione del peso o una presa di appoggio sbilanciata si tradurrà in una traiettoria del tutto ingovernabile.

Anche qui torniamo sempre al solito discorso, prima di lavorare sullo swing dobbiamo avere un footwork decente, il tennis si gioca con le gambe e questo vale tanto per Federer quanto per l'ultimo dei "remadores" da terra rossa. Anzi a dirla tutta Federer ha un footwork nettamente migliore del più rozzo dei rematori in circolazione.

La soluzione migliore? La si sceglie solo quando le gambe sono a posto e possono sostenere in maniera adeguata i colpi, in generale capita spesso di vedere un PRO pescare in casi particolari soluzioni "ad hoc" ma come già detto da Vet siamo di fronte a fenomeni che con la racchetta ci fanno qualsiasi cosa. Ho visto Nole in allenamento al Foro scherzare con Almagro e palleggiare sulla diagonale di rovescio colpendo in top ad una mano. Se qualcuno non avesse saputo che si trattava di uno dei migliori rovesci bimani di sempre avrebbe pensato: porca miseria che rovescio ad una mano che ha questo ragazzo!!


Non so se lo sapevi sat ma Djoko ha cominciato col rovescio a una mano!!!
smokingbs
smokingbs

Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 36
Località : brescia

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da wbtit il Mar 20 Dic 2011, 21:59

veterano ha scritto:Sono degli esercizi situazionali di normale routine.......

Satrapo ha scritto:
Inoltre richiede anche molta forza fisica, ragion per cui sono molto rare le donne che utilizzano la chiusura a tergicristallo in maniera marcata.

Anche qui torniamo sempre al solito discorso, prima di lavorare sullo swing dobbiamo avere un footwork decente, il tennis si gioca con le gambe e questo vale tanto per Federer quanto per l'ultimo dei "remadores" da terra rossa.

La soluzione migliore? La si sceglie solo quando le gambe sono a posto e possono sostenere in maniera adeguata i colpi
Le vostre parole sono sempre una bella sferzata di concretezza ma assolutamente utili per capire un po' di più di tennis. Ad esempio mi domandavo come mai in genere molte donne top non usassero il tergicristallo e ora ho una risposta molto attendibile.

Ho anche riflettuto sul motivo per cui in TV a volte alcuni gesti tecnici sembrano "easy" (mi riferisco a Murray che sembra avere sempre un po' flemma). Allora ho cercato di guardare meglio e in effetti in parecchi momenti il movimento di gambe è spaventosamente rapido, ad esempio dopo aver colpito un po' fuori campo i primissimi step a ritornare verso il centro sono esplosivi per poi rallentare in ricerca palla. La faccia di Murray resta impassibile ma i suoi piedi fanno i buchi per terra Smile
Nel calcio la rapidità si può misurare avendo vicini un difensore e un attaccante che magari mangia metri trascinandosi dietro la difesa, e lì si manifesta l'esplosività del campione. Nel tennis il campione è solo e non ci sono sistemi di riferimento per apprezzarne la rapidità. Rapidità che da a lui il tempo di decidere cosa fare mentre noi nella stessa situazione saremmo 4 metri indietro a sbuffare e annaspare.

Alla fine sempre e solo lì si va a parare: footwork, footwork, footwork e... allenamento per il footwork Smile

Grazie a tutti.

wbtit

Messaggi : 190
Data d'iscrizione : 29.12.10
Età : 50

Torna in alto Andare in basso

i finali del dritto Empty Re: i finali del dritto

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.