Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Rafapaul Oggi alle 00:33

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da gabr179 Ieri alle 07:09

» Impresa impossibile
Da Chiros Ieri alle 07:00

» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Gio 09 Lug 2020, 16:32

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

PSICOLOGIA DELLO SPORT

Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da sergiocosta il Mer 07 Mar 2012, 13:09

Che la mente possa influire significativamente su ogni attività umana e, quindi, anche su quella sportiva è stato certamente chiaro fin dai primi Giochi Olimpici, in cui il destino di una competizione sportiva non dipendeva solo dalla prestanza fisico-atletica, ma anche dall'astuzia, dalla strategia, dal coraggio, dallo stato d'animo, caratteristiche, quest'ultime, strettamente legate all'attività mentale dell'atleta.
Avere talento nello sport è certamente un dono, ma questo può andare sprecato se non si è in grado di sfruttarlo al meglio. Molte squadre sono estremamente buone “sulla carta”, ma non riescono a funzionare come gruppo e a raggiungere traguardi elevati, così come anche singoli atleti che hanno problemi di stress e di ansia da prestazione possono non dare il massimo durante le gare importanti. Le buone potenzialità fisiche possono non essere sufficienti per il successo agonistico, dal momento che queste non si traducono automaticamente in elevate prestazioni, ma necessitano di programmi specifici per il potenziamento delle competenze emotive, cognitive e relazionali degli atleti (Steca et al. 2010).

“È importante, infatti, che si arrivi ad accettare fino in fondo che l’atleta per rendere al massimo non deve essere ben allenato solo nei suoi muscoli, ma che anche la sua mente deve essere in grado di dare il massimo nel momento della competizione” (Fredda, 2004).

Ma la psicologia dello sport nell’attività agonistiche è solo uno dei possibili campi applicativi, anche se è quello che ha favorito in modo determinante l’accreditamento di questa disciplina.
Un secondo ambito, che nel nostro paese è oggi di particolare attualità, si riferisce alla relazione fra sport e benessere individuale e sociale, che ha come obiettivo quello di accrescere lo sviluppo personale ed il benessere durante l'intero arco di vita. Questo ambito conoscitivo suscita molto interesse in quanto la diffusione di stili di vita sedentari nonché di abitudini poco salutogeniche, quali fumo, consumo eccessivo di alcool o pratiche alimentari scorrette, sono di ostacolo alla promozione di comportamenti e stili di vita in grado di favorire la salute.

La psicologia dello sport opera, pertanto, in questi due grandi ambiti, quello dello sport di prestazione ad alto livello e quello dello sport per tutti, ed è all’interno di questi contesti, così diversi tra di loro, che risulta fondamentale la figura professionale dello psicologo.
Attualmente lo Psicologo Sportivo fornisce quindi la propria consulenza a singoli atleti, a società e federazione sportive, ad enti pubblici e privati, ad istituzioni con la finalità di perseguire i seguenti obiettivi:

- offrire CONSULENZE ed INFORMAZIONI sui fattori psicologici dello sport;
- aiutare i GIOVANI a maturare e a crescere con lo sport ed i suoi valori;
- preparare un programma di PREPARAZIONE MENTALE personalizzato, sia per il singolo atleta che per l'intero gruppo squadra;
- mirare al BENESSERE psicofisico per ogni fascia di età;

Credo sia giusto infatti aver fatto una breve ma intensa panoramica su cosa sia la psicologia dello sport, così da farvi capire e comprendere al meglio questo delicato mondo, quindi, se avete dubbi o perplessità non esitate a contattarmi.


“Se posso darvi un mio pensiero, può darsi che ve ne ricordiate o meno. Ma se riesco a farvi pensare per conto vostro, ho contribuito notevolmente ad accrescere la vostra personalità.”
Elbert Hubbard
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da alain proust il Mer 07 Mar 2012, 14:11

Ben arrivato!
Io sono scettico sull'importanza e sulla "necessità" di uno psicologo per il nostro sport, a livello di quarta categoria. E sono in ottima compagnia (vero Santone Satrapo?).
Ma sono comunque curisoso di leggere tutto ciò che scriverai e le discussioni che si formeranno.
Smile
alain proust
alain proust

Messaggi : 619
Data d'iscrizione : 13.12.10

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da Federyonex il Mer 07 Mar 2012, 14:17

Mioddio... Mioddio uno che fa citazioni!! Finalmente un approccio veramente scentfico- bibliografico basato su evidenze. Grazie Sergio.
Federyonex
Federyonex

Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 18.07.11

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da Federyonex il Mer 07 Mar 2012, 14:21

Contrariamente a Proust, io sono certo che la psicologia dello sport serva anche a un quarta. Dal telefono è lunga da scrivere ma stasera porteró degli esempi
Federyonex
Federyonex

Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 18.07.11

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da miguel il Mer 07 Mar 2012, 15:11

Federyonex ha scritto:Contrariamente a Proust, io sono certo che la psicologia dello sport serva anche a un quarta. Dal telefono è lunga da scrivere ma stasera porteró degli esempi

la verità forse sta nel mezzo, lo psicologo serve ma a livello di quarta/terza ed anche parte della seconda la capacità tecnico/fisica conta più che possedere una testa in marmo di carrara
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da Chiros il Mer 07 Mar 2012, 16:05

è chiaro che se un giocatore di quarta ha una tecnica lacunosa, non la può migliorare con la testa durante una partita.
Lo stesso vale per le capacità atletiche.
A parità di condizioni tecnico/atletiche conta la testa, la grinta, la voglia di soffrire. Almeno questo è quello che finora è successo a me (NC).
Chiros
Chiros

Messaggi : 4748
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da janko60 il Mer 07 Mar 2012, 16:15


Ciao sergiocosta

benvenuto tra noi

Avevamo proprio bisogno di un bravo "Strizzacervelli" :geek:

Qui di casi estremi ne hai a iosa .................


Stavo scherzando eh ! 🤡

Buon Lavoro e buona permanenza

J
janko60
janko60

Messaggi : 2698
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : Di là da l'aghe

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da sergiocosta il Gio 08 Mar 2012, 00:42


grazie a tutti per i messaggi di benvenuto. proverò a rispondere a tutti i vostri topic, e a breve ne aprirò uno nuovo sulla ricerca intervento di cui ho parlato nella mia presentazione.
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da jagui il Gio 08 Mar 2012, 11:41

La psicologia, intesa come conoscere come funziona la nostra mente/sfera emotiva, e come conoscere qualche tecnica per "performare meglio" in qualunque ambito, è sempre utile.

L'approccio però deve essere emotivo/pragmatico, non accademico.
jagui
jagui

Messaggi : 325
Data d'iscrizione : 19.05.11
Età : 48
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da frank il Gio 08 Mar 2012, 11:44

Benvenuto Sergio!
frank
frank

Messaggi : 5697
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 48
Località : Latina...già Littoria Olim Palus

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da angelo il Gio 08 Mar 2012, 12:48

ci voleva proprio ! benvenuto!
angelo
angelo

Messaggi : 734
Data d'iscrizione : 20.12.09
Età : 50
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da sergiocosta il Gio 22 Mar 2012, 16:39

Grazie a tutti per il benvenuto
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da Satrapo il Ven 23 Mar 2012, 00:55

alain proust ha scritto:Ben arrivato!
Io sono scettico sull'importanza e sulla "necessità" di uno psicologo per il nostro sport, a livello di quarta categoria. E sono in ottima compagnia (vero Santone Satrapo?).
Ma sono comunque curisoso di leggere tutto ciò che scriverai e le discussioni che si formeranno.
Smile

Si personalmente sapete bene che ritengo superfluo un sostegno psicologico per un tennista che abbia ancora lacune tecniche importanti, a mio avviso distoglie l'attenzione dal problema che più di tutti penalizza le performance (deficit tecnico) e quindi ne rallenta la risoluzione pensalizzando la crescita tennistica.

Ma ovviamente con questo non voglio assolutamente sminuire gli interventi di Sergio dai quali sicuramente trarremo spunti costruttivi.

Anche da parte mia quindi un caloroso benvenuto.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da sergiocosta il Ven 23 Mar 2012, 09:49

Ciao, grazie per il benvenuto, ma voglio sottolineare ancora una volta una cosa.

lo psicologo non è esclusivamente un esperto che cura i malati mentali, e allo stesso modo, lo psicologo dello sport non si occupa soltanto della motivazione e della prestazione dell'atleta di alto livello. a volte infatti si tende troppo a confondere il ruolo di queste figure, attribuendogli caratteristiche ed inserendole in contesti di intervento molto limitate e limitanti, e quindi c'è il rischio che si ritenga inutile o inopportuno questa figura in contesti magari non professionistici, quando in realtà il suo contributo, a mio avviso, risulta essere fondamentale ad ogni livello sia d'età che di gioco, perchè lo psicologo e nello specifico quello dello sport fa molto altro.

ps: ovviamente non è attaccato a nessuno, e non voglio difendere la mia categoria, ma purtroppo a volte si fa un po di confusione, noi in primis, sul ruolo ed i compiti che svogliamo

saluti
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da correnelvento il Ven 23 Mar 2012, 15:00

sergiocosta ha scritto:

lo psicologo non è esclusivamente un esperto che cura i malati mentali


Per le patologie mentali, credo ci sia bisogno di uno psichiatra...

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da sergiocosta il Ven 23 Mar 2012, 15:06

appunto, invece, purtroppo a volte si confondono le figure e gli ambiti di intervento, mettendole tutte sullo stesso piano, quando in realtà ci sono delle differenze sia nelle mansioni che negl'ambiti di intervento.

saluti
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da cobrama il Ven 23 Mar 2012, 17:10

per me proprio perche' i colpi in 4° cat. sono spesso approssimativi e il gioco è improvvisato la componente 'psiche' passa prepotentemente in primo piano sulla resa in partita, la testa non conta: solo se la differenza tecnica e di livello di gioco supera le 3 o piu' categorie.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da Wacos il Mer 06 Feb 2013, 12:20

Il corpo è solo lo strumento della mente.
Le cosiddette "lacune tecniche" sono lacune della mente , non del corpo.
E' la mente che governa il corpo, forse ce lo si dimentica.

Il nostro corpo è solo un mezzo, al massimo il corpo può essere in forma. Quando alleniamo il nostro corpo l'unico obiettivo a cui possiamo aspirare è la buona forma fisica, che nel tennis è fondamentale.

Ma l'apprendimento, la tecnica, il tennis quindi, si impara in testa.
Per cui non andrebbe mai sottovalutato l'importanza della mente, anche e soprattutto all'inizio.






Wacos
Wacos

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da geo79 il Ven 14 Feb 2014, 18:41

 PSICOLOGIA DELLO SPORT 961853 CIAO A TUTTI! SONO NUOVO!!! HO UN PROBLEMA! GRAVISSIMO:-( .gioco da qualche anno, no sono un campione ma palleggio e scambio abbastanza bene. sono abituato a giocare con gli stessi amici, ed ultimamente in qualche partitina di circolo, mi sono accorto di soffrire del braccino. cioè quando c'è una partita con qualcuno anche per puro divertimento, mi si irrigidisce il braccio e la paura di sbagliare mi blocca e gioco al 30 % delle mie capacità. cosa posso fare? c'è un esercizio uno stratagemma o sono destinato a restare deficente a vita!!! grazie

geo79

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 14.02.14

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da oedem il Ven 14 Feb 2014, 19:04

ciao geo e benvenuto nel forum.

la testa ha una sua importanza perché acuisce le proprie insicurezze: evidentemente tu ambisci a giocare meglio e migliorare e gli errori che fai ti fanno innervosire facendoti perdere la concentrazione e distogliendoti dal gioco.

in partita si rende sempre peggio che in allenamento (e in torneo non ti dico): è per questo che solo l'aumento del proprio livello tecnico (consistenza, solidità, capacità di fare quanti meno gratuiti possibili) ti aiuterà a risolvere "parzialmente" il problema.

per farti un esempio, tempo fa avevo un servizio scandaloso, insicuro e in partita soffrivo e temevo i miei turni di battuta proprio perché conscio dei miei limiti, e così facevo sfilze di doppi falli.
da quanto ho sviluppato un servizio più solido e sicuro, il problema si è drasticamente ridotto e i miei turni di servizio non sono più giochi regalati all'avversario.

quindi, benvenuto nel mondo del tennis Wink
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

PSICOLOGIA DELLO SPORT Empty Re: PSICOLOGIA DELLO SPORT

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum