Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 3 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Racchetta definitiva
Da marco61 Ieri alle 23:07

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Ieri alle 19:54

» Il servizio bistrattato
Da ace59 Ieri alle 10:02

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ieri alle 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Impresa impossibile
Da Riki66 Mar 30 Giu 2020, 13:46

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

» Opinioni
Da correnelvento Ven 19 Giu 2020, 14:46

» FEDERER MI COPIA!
Da Tempesta Gio 18 Giu 2020, 23:13

» Babolat Pure Aero 2019
Da Attila17 Gio 18 Giu 2020, 14:06

» Djkovic è al capolinea ?
Da correnelvento Gio 18 Giu 2020, 06:12

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Il variegato mondo dei quarta

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da correnelvento il Ven 20 Apr 2012, 14:01



Apriamo una discussione con un argomento molto "sentito" dal Forum:

IL MONDO VARIEGATO DEI QUARTA

Avendo una vasta esperienza dei tornei di QUARTA, da quando è nata questa nuova categoria, maturata da diversi decenni di tennis giocato... penso di avere una visione (anche se non condivisa) piuttosto ampia.

Innanzi tutto occorre sottolineare che la FIT ha creato la QUARTA CATEGORIA per dare la possibilità agli AMATORI di competere in tornei ufficiali con una classifica, giocando contro pari-livello... ed eventualmente confrontarsi successivamente con quelli più forti.

Quindi, noi tutti "quarta", siamo TENNISTI AMATORIALI che si dilettano a fare tornei.

Vorrei fare ora una piccola divagazione: una volta c'erano i tennisti A, B, ed i C, che si sottodividevano in C1, C2, C3, C4.

Un C4 di 20 anni fa equivaleva ad un 4.1 vero di oggi (all'età di 30 mi fecero C4, dopo una bellissima stagione).

Questo significa che tutti i tennisti di livello inferiore ad un 4.1 odierno erano NC.

Fatta questa divagazione,occorre specificare che all'interno della "quarta" abbiamo tipologie di giocatori ESTREMAMENTE differenti: tra un 4.5 ed un 4.1 (reali, non "mascherati")la differenza di rendimento è IMMENSA: il primo è un giocatore che riesce a tenere un palleggio a velocità dignitosa per diversi scambi, e sa dove e come indirizzare la palla...e, cosa più importante, non regala troppi punti gratuiti in partita (al suo livello di quarta, ovviamente). Sa gestire lo stress di un torneo, ed ha un'idea precisa di quello che deve fare in mezzo al campo, in relazione al proprio bagaglio tenico.

Più noi scendiamo di classifica (all'interno della quarta), meno il giocatore riesce a mettere in pratica quello che ho descritto sopra.

Sempre scendendo di classifica, mi sono accorto che la MAGGIORANZA dei giocatori non riesce a valutarsi in modo obiettivo... nel senso che pensa di essere molto più forte di quello che in realtà sia.

O meglio, il quarta "basso" (consentitemi questa espressione poco elegante) riesce perfettamente a rendersi conto dello STILE delo giocatore... ma non del RENDIMENTO in campo dello stesso.

E da qui nascono delle tremende frustrazioni.

Quante volte avrete sentito dire:

"ho perso contro una PIPPA!"..."Non sapeva fare nulla, buttava solo la palla di là!"..."non ha fatto un vincente!".

Ora devo darvi una cattivissima notizia: NEL TENNIS NON SI VINCE FACENDO VINCENTI!

Solo pochissimi tennisti nella storia possono vantarsi di aver vinto facendo vincenti... e state tranquilli che non sono del nostro infimo livello.

Tra l'altro, anche la televione fa i suoi bei danni... nel senso che è bellissimo vedere Federer, ma questo può portare ad un devastante senso di emulazione che è fuorviante dalla realtà.

L'obiettivo, sempre a mio parere, di un quarta dovrebbe essere quello innanzi tutto di sviluppare un buon gioco di piedi, e conseguentemente una tecnica che gli permetta, anche sotto stress, di gestire un palleggio sulle diagonali in discreta sicurezza.

Provate a farvi filmare DURANTE UNA PARTITA (meglio se di torneo) e provate a contare quante volte riuscirete a fare più di 10 palleggi: probabilmente POCHE volte.

Ergo è chiaro che farete poca strada, in torneo: quando incontrerete un giocatore che butta di là 10 palle di seguito perderete.

Voi direte che l'avversario riesce a giocare solo 10 palle a 8 km l'ora. Bene. se voi non riuscite a tenere questo palleggio, sbagliando prima, significa che il vostro livello è INFERIORE ad un palleggio da 8 km l'ora.

Chiaro?

Perchè se non vi stampate BENE questo concetto nella capoccia, sarà molto difficile che voi possiate migliorare in modo consistente.

Ovviamente ci sarà chi mi contesta il fatto che è meglio tirare forte... e piano piano imparare a tenerle dentro.

Ma io non la penso così!

Cominciamo ad imparare a tenere uno scambio sulle diagonali a 8 km l'ora... quando acquisiremo sicurezza, aumenteremo a 10 km l'ora... poi a 15 e così via...

L'ultima cosa che vi serve è tirare a 200 all'ora sui teloni di fondo, facendo un vincente ogni anno bisestile.

La cosa che OGNI quarta (e non solo) dovrebbe inseguire è la SOLIDITA', che è imprescidibilmente legata alla TECNICA...

Occhio che ho parlato di TECNICA, non di STILE, che sono 2 cose diverse.

La tecnica è quell'insieme di azioni che ci portano ad ottenere risultati positivi in un determinato gesto sportivo.

Come spiegavo in un altro post, esse non sono necessariamente legate, (Federer le sposa alla perfezione)... , ma noi possiamo anche osservare gesti tennistici "brutti" ma tremendamente efficaci (pensate ad dritto di Bruguera, o Berasategui).

Divente essenziale quindi sapersi valutare in base alla propria CONSISTENZA TENNISTICA, e non in funzione del bello stile.

Vi ricordate l'impareggiabile Bruce Lee?

Una volta, durante un torneo di arti Marziali, stese con facilità più campioni di Karate, usando una tecnica veloce e personale da lui sviluppata.

I "puristi" la contestarono ferocemente, dicendo che non fosse ortodossa, lontana dai canoni "puri".

Bruce, per tutta risposta disse: "Io devo tirare pugni e calci, e stendere l'avversario. E lo faccio bene."

Prendete esempio da Bruce Lee: il vostro tennis potrebbe guadagnarne!

Ed infine un'ultima raccomandazione:

Quando uscite dal campo "bastonati" dal vostro avversario... rendetegli onore, anche (e soprattutto) se ha giocato "straccetti".

Ricordatevi che gli sono bastati quelli per battervi... e vi ha dato una lezione che vale 10 volte quella che pagate profumatamente al vostro Maestro.

Ricordandovi che lui, in quel momento, è stato il migliore.

Saluti dal vecchio Corre.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da frank il Ven 20 Apr 2012, 14:12

In 4 categoria VINCE chi sbaglia meno, NO chi tira vincenti! Il variegato mondo dei quarta 768460
frank
frank

Messaggi : 5697
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 48
Località : Latina...già Littoria Olim Palus

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Chiros il Ven 20 Apr 2012, 14:13

Secondo me devi scrivere un libro su questi argomenti. Stavolta sono serio.
Tutto quotabile, a parte il fatto della lezione del maestro; 10 volte mi pare troppo.
Chiros
Chiros

Messaggi : 4742
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da correnelvento il Ven 20 Apr 2012, 14:20

Chiros ha scritto:Secondo me devi scrivere un libro su questi argomenti. Stavolta sono serio.

Grazie, Chiros.

Mi limito a mettere a disposizione le mie esperienze.

Anche per quelli che scrivono 8 messaggi ed entrano solo per darmi dell'idiota. Il variegato mondo dei quarta 768460
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Chiros il Ven 20 Apr 2012, 14:23

correnelvento ha scritto:
Chiros ha scritto:Secondo me devi scrivere un libro su questi argomenti. Stavolta sono serio.

....
Mi limito a mettere a disposizione le mie esperienze.

...

Sarebbe molto bello e utile che tutti i giocatori esperti lo facessero.
Chiros
Chiros

Messaggi : 4742
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da oedem il Ven 20 Apr 2012, 15:11

frank ha scritto:In 4 categoria VINCE chi sbaglia meno, NO chi tira vincenti! Il variegato mondo dei quarta 768460
secondo me, a tennis, vince sempre chi sbaglia meno.
Anche vedendo i match dei pro, ci sono sempre meno vincenti di errori non forzati.

concordo sulle considerazioni di corre, quanto mai veritiere.
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Ven 20 Apr 2012, 15:27

Approfitto dell'occasione e intervengo, spero in modo costruttivo, in questo interessante post .. ritenendo che i tempi degli interventi "contro", con i quali ci siamo avvelenati fin troppo in passato, siano ormai superati.

Non posso far altro che confermare, da amatore scarso quale sono, che nonostante la certezza della bontà di questi principi, permane una grande difficoltà nell'applicarli. Testa dura ? Puo' essere ... ma anche un po' di incomprensione dovuta all'inesperienza.
Tenere lo scambio.... questo è il concetto base... e su questo bisognerebbe soffermarsi a lungo, perchè sono convinto che è su questo concetto che si genera il buco di comprensione.

Il percorso mentale che spesso mi porta ( non so per gli altri) a perseverare nelle scelte sbagliate potrebbe essere:

EVENTO 1 --> ho una palla comoda si, posso tenere lo scambio.
REAZIONE--> Ma se non attacco la palla quando è comoda.... ma quando mai prendero' in mano le redini dello scambio ??? ( lui lo fa quando io tiro piano ! )
AZIONE --> improvvisazione... vincente.. botta a tutta sul rovescio ...ecc. ecc.

EVENTO 2 --> ho una palla scomoda, ovvero devo correre,
al massimo la terro' in campo, quasi certamente una palla attaccabile.
REAZIONE --> accade perchè io ho permesso al mio avversario di tirarmi una palla scomoda, quindi sono io che devo fare qualcosa in piu' per non permetterglielo ....
AZIONE --> inizia tutto il campionario di improvvisazione tipiche dell'amatore scarso per fare quel qualcosa in piu' ... che inevitabilmente porta ad accumulare errori su errori.

Non è facile venirne a capo.. specie se non si è compreso cosa si intenda realmente per scambio e quale condotta tenere affinche lo scambio sia gestito in maniera sensata.

Ciao
AL
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da squalo714 il Ven 20 Apr 2012, 15:28

Al di la' dei valori tecnici che possiamo trovare personali o meno (conosco dei quarta che giocano esclusivamente per divertirsi , il vincere o perdere importa poco, altri che tirano tutto quel che possono finche' almeno un colpo rimane dentro potendo raccontare almeno quel gesto di una partita intera..) ma la cosa che mi lascia perplesso maggiormente e mi fa sorridere un po' e' il vedere in quanti all'uscita delle classifiche presentano ricorso (rischiando pure dei bei soldi) per non essere passati 4.5 o 4.3... Sad
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da frank il Ven 20 Apr 2012, 15:46

oedem ha scritto:
frank ha scritto:In 4 categoria VINCE chi sbaglia meno, NO chi tira vincenti! Il variegato mondo dei quarta 768460
secondo me, a tennis, vince sempre chi sbaglia meno.
Anche vedendo i match dei pro, ci sono sempre meno vincenti di errori non forzati.

concordo sulle considerazioni di corre, quanto mai veritiere.

Si, ma al nostro livello vince anche chi non si mette a tirare vincenti un colpo si e un altro pure Il variegato mondo dei quarta 768460

squalo714 ha scritto:
(conosco dei quarta che giocano esclusivamente per divertirsi , il vincere o perdere importa poco, altri che tirano tutto quel che possono finche' almeno un colpo rimane dentro potendo raccontare almeno quel gesto di una partita intera..)

Ecco, io questi non li capisco proprio...io se perdo mi rovino la serata Il variegato mondo dei quarta 961853
A meno che non siano nettamente superiori (vedi Frank vs. Corre e similari) in quel caso mi diverto pure io lol!


Ultima modifica di frank il Ven 20 Apr 2012, 15:47, modificato 1 volta
frank
frank

Messaggi : 5697
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 48
Località : Latina...già Littoria Olim Palus

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da correnelvento il Ven 20 Apr 2012, 15:46

albesca ha scritto:Approfitto dell'occasione e intervengo, spero in modo costruttivo, in questo interessante post .. ritenendo che i tempi degli interventi "contro", con i quali ci siamo avvelenati fin troppo in passato, siano ormai superati.



Ciao
AL

Assolutamente concordo.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da correnelvento il Ven 20 Apr 2012, 15:51

albesca ha scritto:
Tenere lo scambio.... questo è il concetto base... e su questo bisognerebbe soffermarsi a lungo, perchè sono convinto che è su questo concetto che si genera il buco di comprensione.

Il percorso mentale che spesso mi porta ( non so per gli altri) a perseverare nelle scelte sbagliate potrebbe essere:

EVENTO 1 --> ho una palla comoda si, posso tenere lo scambio.

REAZIONE--> Ma se non attacco la palla quando è comoda.... ma quando mai prendero' in mano le redini dello scambio ??? ( lui lo fa quando io tiro piano ! )

Tenere le redini dello scambio non significa necessariamente attaccare, ma giocare una palla con un piazzamento "percentualmente vantaggioso" che mi faccia guadagnare campo.



AZIONE --> improvvisazione... vincente.. botta a tutta sul rovescio ...ecc. ecc.

Questo, specie in torneo, lo vedo negativo.
a mio parere, anche nel nostro tennis di basso livello, non dovrebbe esistere l'improvvisazione.


AL
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da johnnyyo il Ven 20 Apr 2012, 16:12

Ho portato a casa tante partite concentrandomi solo su un inico principio: "fagli giocare una palla in pù, fagli giocare una palla in pù, fagli giocare una palla in pù, fagli giocare una palla in pù, fagli giocare una palla in pù, ...." Smile

Si può riassumere in: "prima regola: non sbagliare!" poi viene tutto il resto Wink verissimo quello che dice OEDEM, ai nostri livelli specialmente il saldo Vincenti-Errori è sempre negativo! Chi riduce il più possibile questo gap è già avanti coi lavori Smile
johnnyyo
johnnyyo

Messaggi : 946
Data d'iscrizione : 15.01.12
Età : 39

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Ospite il Ven 20 Apr 2012, 16:15

albesca ha scritto:

EVENTO 1 --> ho una palla comoda si, posso tenere lo scambio.
AL

Se ti trovi in questa situazione, cioè puoi reggere lo scambio, tieni appunto lo scambio, lasciando perdere colpi di attacco, ma semplicemente cercando di non sbagliare e di non accorciare. Se sei più bravo del tuo avversario a tenere lo scambio senza sbagliare e senza accorciare farai il punto, altrimenti lo farà il tuo avversario.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da miguel il Ven 20 Apr 2012, 16:41

a tennis a tutti i livelli vince chi sbaglia meno. il saldo errori/vincenti in una partita é sempre a favore dei primi.
un 4.1 é molto meno forte di un c4 di una volta. prima per salire in C dovevi giocare bene per tutta la stagione e questo voleva dire arrivare quasi sempre dai quarti in su in un torneo.
adesso invece si calcola la classifica solo tenendo conto dei (pochi) migliori risultati e questo fa si che all'interno dello stesso scaglione ci siano giocatori dal livello tecnico molto differente.... dove non arriva la qualità subentra la quantità. poi quello che paga é sempre giocare semplice, tieni la diagonale e quando l'avversario accorcia si entra per chiudere il punto o, se si sa giocare a rete, si attacca.
tutto il resto missili sulla seconda, passanti a tutto braccio 4 metri fuori dal campo, smorzate che tornano indietro etc etc sono tutte belle improvvisazioni che non cambieranno pero' l'esito di una partita.
come scritto mille volte il tennis si basa su un punteggio e non su una valutazione estetica e quindi nache il più brutto dei pallettari ha le medesime chances di vittoria del clone di federer di turno.
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da john mc edberg il Ven 20 Apr 2012, 18:33

Ovviamente concordo su tutto ciò che hai scritto solo che... io ne sono la negazione vivente Laughing Fatto salvo che NON mi ritengo più forte di quello che sono. Più di ritenermi una pippa cosa potrei fare?

Ne abbiamo parlato anche di persona. Giocando ho sempre di fronte a me il dilemma mi voglio divertire o voglio vincere? Già dal secondo scambio la mia testa va sul "cosa posso fare per interrompere sta rottura di coglioni"? Laughing

E' chiaro che contro un giocatore decisamente più forte di me optare per una delle 2 opzioni non porta ad una variazione del risultato finale. Perderei sia cercando di giocare un buon tennis e/o ricercando sempre di chiudere sia cercando di ributtare la palla di la e/o usando la regolarità senza strafare.
Anche contro contro un giocatore decisamente più debole (pochiiiiiiiiiiiiii Laughing ) optare per una delle 2 opzioni non porta ad una variazione del risultato finale. Vincerei in entrambi i casi.

Con le 2 tipologie di giocatori sopracitati opto sempre per l'opzione divertimento

Il problema è quando giochi con quella fascia di giocatori dal "poco più debole al poco più forte". In questo caso concordo perfettamente con te. Giocare ad 8 km/h ti porta molte più vittorie di quante te ne porterebbe giocare cercando il colpo ad effetto. Ma anche in questo caso il mio dubbio è sempre lo stesso, divertimento o concretezza?.

Nel primo caso generalmente mi diverto mentre gioco ma poi realizzando di aver perso con uno con il quale se avessi adottato una tattica diversa probabilmente sarei riuscito a vincere, mi incazzo a casa Laughing

Nel secondo caso mi "sfracello i maroni" giocando, ma poi a casa son felice di aver vinto Laughing

Quest'ultima ipotesi la utilizzo però soltanto per verificare con me stesso se corrispondeva al vero ciò che avevo pensato dopo la prima sconfitta.
Si anch'io faccio parte del gruppone che quando perde con il pallettaro pippa pensa "ma guarda con chi ho perso, sono più forte di lui, ma per colpa della mia capoccia bacata in cerca sempre del vincente ho perso"

Vero è che se si perde si è più deboli, ma per vedere se e quanto la mia teoria fosse giusta, quando possibile risfido il personaggio e mi impongo di giocare nel modo più cautelativo possibile. Soffro per tutta la durata della partita, mentre gioco mi faccio schifo da solo, Laughing ma di solito la vinco.
Se ci sarà un'ulteriore serie di partite con il tizio, questa è e sarà l'unica partita nella quale mi sono dovuto stravolgere. Ho dimostrato a me stesso che volendo lo batto, ma dalla partita seguente, sarà una sequela di sconfitte perchè giocherò nell'altro modo perdendo puntualmente.

Ormai a 50 anni la pianta è storta e non c'è più possibilità di raddrizzarla Laughing per RIBADENDO che concordo con ogni tua parola
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1915
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Ven 20 Apr 2012, 19:37

Ok, ma un conto è saper giocare per vincere, e poi decidere di giocare qualche partita per puro divertimento... un'altro è saper giocare solo per divertirsi e poi lamentarsi al torneo sociale di aver perso con l'amministratore di condominio di 99 anni..

Se parliamo di tattica, vuol dire che ci interessa vincere qualche partita... e pazienza se ci sarà da farsi due maroni come una casa: vedi marco che ha continuato a fare palle alte e centrali per due ore nonostante facesse il tergicristallo...

io, da giocatore inesperto, una volta che l'avversario mi fa correre a destra e a sinistra per piu' di due volte nello stesso punto, concludo che la mia tattica è sbagliata ..

..invece no, la tattica di marco era proprio quella :

"io ti do poco angolo e poco peso di palla e lo so che tu da fermo la palla la metti dove vuoi, lo so che mi farai correre, ma mai riuscirai ad aprire completamente il campo se non forzando, cioè rischiando"

ragionamento che mai verrebbe in mente se non a chi abbia davvero tante e tante partite "vere" alle spalle... oppure a chi non sia un lettore di tennisteam !!!Smile




albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da john mc edberg il Ven 20 Apr 2012, 19:45

albesca ha scritto:
Se parliamo di tattica, vuol dire che ci interessa vincere qualche partita... e pazienza se ci sarà da farsi due maroni come una casa: vedi marco che ha continuato a fare palle alte e centrali per due ore nonostante facesse il tergicristallo...

Ma infatti ho rispetto ed ammirazione per uno che riesce ad impostare una partita in quel modo

Io non ce la farei mai, preferirei venire asfaltato
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1915
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Chang il Ven 20 Apr 2012, 21:24

correnelvento ha scritto:

Questo significa che tutti i tennisti di livello inferiore ad un 4.1 odierno erano NC.

Secondo me hanno fatto bene a fare la quarta categoria con l'attuale regolamento.
Quando da ragazzino ero NC ho vinto ben poche partite, potendo capitare in sorteggio al primo turno con giocatori ben più forti di me.
In un paio d'anni ho smesso di fare tornei e poi alche per altri motivi ho smesso col tennis per molti anni.

Fatta questa divagazione,occorre specificare che all'interno della "quarta" abbiamo tipologie di giocatori ESTREMAMENTE differenti: tra un 4.5 ed un 4.1 (reali, non "mascherati")la differenza di rendimento è IMMENSA: il primo è un giocatore che riesce a tenere un palleggio a velocità dignitosa per diversi scambi, e sa dove e come indirizzare la palla...e, cosa più importante, non regala troppi punti gratuiti in partita (al suo livello di quarta, ovviamente). Sa gestire lo stress di un torneo, ed ha un'idea precisa di quello che deve fare in mezzo al campo, in relazione al proprio bagaglio tenico.

Forse volevi scrivere il secondo! Mi sembra più la descrizione di un 4.1 che di un 4.5!

Provate a farvi filmare DURANTE UNA PARTITA (meglio se di torneo) e provate a contare quante volte riuscirete a fare più di 10 palleggi: probabilmente POCHE volte.

Non ho ancora iniziato i tornei, ma i 3-4 giocatori con cui gioco e altri che vedo al circolo, MAI mi permetterebbero di fare 10 scambi.
Dopo 3 al massimo cercano di chiudere lo scambio... mi piazzano una bomba sui teloni (più raramente in campo), o si buttano a rete, o tentano la smorzatona fuori dal campo di un metro. E almeno due di loro hanno una forma fisica che io mi sogno, potrebbero tenere per 30 scambi ogni punto... E' proprio un fatto di impazienza e di sentirsi gran giocatori con dei colpi "vincenti" in ogni forma.
Per imparare a tenere bene lo scambio sono costretto a pagarmi una lezione a settimana...

Saluti dal vecchio Corre.

Saluti anche a te, bel post!
Chang
Chang

Messaggi : 166
Data d'iscrizione : 02.06.11
Località : Parma

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da correnelvento il Ven 20 Apr 2012, 21:42

Chang ha scritto:

Fatta questa divagazione,occorre specificare che all'interno della "quarta" abbiamo tipologie di giocatori ESTREMAMENTE differenti: tra un 4.5 ed un 4.1 (reali, non "mascherati")la differenza di rendimento è IMMENSA: il primo è un giocatore che riesce a tenere un palleggio a velocità dignitosa per diversi scambi, e sa dove e come indirizzare la palla...e, cosa più importante, non regala troppi punti gratuiti in partita (al suo livello di quarta, ovviamente). Sa gestire lo stress di un torneo, ed ha un'idea precisa di quello che deve fare in mezzo al campo, in relazione al proprio bagaglio tenico.

Forse volevi scrivere il secondo! Mi sembra più la descrizione di un 4.1 che di un 4.5!


GIUSTISSIMO! Il variegato mondo dei quarta 619881




Saluti dal vecchio Corre.

Saluti anche a te, bel post!

GRAZIE! Il variegato mondo dei quarta 925962
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da wetton76 il Ven 20 Apr 2012, 23:39

correnelvento ha scritto:
Quando uscite dal campo "bastonati" dal vostro avversario... rendetegli onore, anche (e soprattutto) se ha giocato "straccetti".

Ricordatevi che gli sono bastati quelli per battervi... e vi ha dato una lezione che vale 10 volte quella che pagate profumatamente al vostro Maestro.

Concordo pienamente, con quello che costano le lezioni private ... in un circolo dove vado si viaggia sui 30 euro l'ora ... pagherei di più solo per prendere una lezione di tennis da John McEnroe, ma forse neanche se mi trasferissi a New York avrei la possibilità di incontrarlo nella sua costosissima accademia.
wetton76
wetton76

Messaggi : 519
Data d'iscrizione : 14.07.10
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da john mc edberg il Sab 21 Apr 2012, 08:35

Beh, io pagherei 30 euro l'ora anche solo per vederlo giocare, tanta è l'emozione che tutt'ora riesce a provocarmi. ave
Qualche settimana fa l'ho visto nel torneo vecchie glorie contro Pat Cash. Non sono riuscito a staccarmi dal televisore.
Il caso poi ha voluto che fosse pochi giorni dopo la strapallosissima finale dell'australian open che ero riuscito a guardare si e no per mezz'ora totale

scusate l'ot ma quando si parla di Dio Mc non riesco a trattenermi Laughing
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1915
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da correnelvento il Sab 21 Apr 2012, 08:44

john mc edberg ha scritto:

scusate l'ot ma quando si parla di Dio Mc non riesco a trattenermi Laughing

I danni che Mc Enroe ha causato al gioco dei tennisti di quarta-NC sono stati incalcolabili.

Perchè non si sono limitati ad osservarlo ammirati.... (giustamente)...

Ma molti hanno cercato di imitarlo! affraid

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da MSport il Sab 21 Apr 2012, 08:53

john mc edberg ha scritto:Beh, io pagherei 30 euro l'ora anche solo per vederlo giocare, tanta è l'emozione che tutt'ora riesce a provocarmi. ave
Qualche settimana fa l'ho visto nel torneo vecchie glorie contro Pat Cash. Non sono riuscito a staccarmi dal televisore.
Il caso poi ha voluto che fosse pochi giorni dopo la strapallosissima finale dell'australian open che ero riuscito a guardare si e no per mezz'ora totale

scusate l'ot ma quando si parla di Dio Mc non riesco a trattenermi Laughing

e beh,
di Mac c'è ne uno, tutti gli altri son ........
l'unico pro che io conosca che di fatto si è preso un anno sabbatico (86 se non ricordo male) e dopo il ritorno ha vinto ancora alcuni tornei atp e fatto discretamente negli slam con l'ultimo acuto di una semi a wimbledon (agassi se non erro).
non so se mi spiego.

Con riferimento al topic, Correnelvento è stato come sempre efficace nel rappresentare le cose come stanno, senza se e senza ma.
Il contrappasso di divenire giocatori solidi e efficaci, soprattutto all'inizio deve essere affrontato.

diverso poi, una volta "ambientato", che il giocatore con armi e qualità in più, decida di svilupparle e usarle a suo favore. Ovvero di non cadere nel tranello del "remaggio ad oltranza" che certi marpionazzi da torneo ti propongono in maniera assidua. Delicato è trovare l'equilibrio che ti fa essere aggressivo in maniera costruttiva e non come reazione a stato di frustrazione, generato dall'avversario solido e "apparentemente" invalicabile.
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da john mc edberg il Sab 21 Apr 2012, 08:55

Come al solito Giovanni hai ragione al 100%

Non sai quante volte nella mia vita poco prima dell'impatto ho cercato di posizionare il braccio/gomito/polso come lui ma ovviamente con esiti ben differenti Laughing
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1915
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da correnelvento il Sab 21 Apr 2012, 09:03

Msport ha scritto:

diverso poi, una volta "ambientato", che il giocatore con armi e qualità in più, decida di svilupparle e usarle a suo favore. Ovvero di non cadere nel tranello del "remaggio ad oltranza" che certi marpionazzi da torneo ti propongono in maniera assidua. Delicato è trovare l'equilibrio che ti fa essere aggressivo in maniera costruttiva e non come reazione a stato di frustrazione, generato dall'avversario solido e "apparentemente" invalicabile.

E' assolutamente corretto, quello che dici.

Per portare esempi concreti, nelle sfide all'ultimo sangue con l'amico GP, tecnicamente superiore a me (e, giustamente 3.5 FIT) cerca sempre di IMPORRE il gioco aggredendomi, senza se e senza ma.

Quando ci è riuscito, con costanza... ha vinto.

In altri casi ha "pagato" l'alto rischio che la conduzione di tale tattica comporta.

Con le dovute ENORMI proporzioni... quello che succede, sulla terra, tra Federer e Nadal.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum