Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 16 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 15 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

correnelvento

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da franzx Oggi alle 08:30

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Una bella intervista a Wilander
Da correnelvento Ieri alle 16:03

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Il variegato mondo dei quarta

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da johnnyyo il Lun 23 Apr 2012, 09:47

g867500 ha scritto:Questo è il mio pensiero:
A tennis vince chi sbaglia di meno.
Però sbagliare non vuol dire solo tirare la palla fuori o in rete; sbagliare è anche tirare una palla a metà campo che l'avversario ti attacca.
Essere consistenti non significa tirare la palla di là, significa tirarla di là in modo tale che l'avversario non possa attaccarla.
Ne deriva che coloro cui piace attaccare devono attaccare solo su una palla corta dell'avversario. E' un suicidio cercare di attaccare su una palla profonda, bisogna aspettare l'occasione giusta, cioè la opportunity ball. Però quando l'avversario ti dà una palla attaccabile, DEVI attaccarla; non puoi aspettare che l'avversario tiri fuori o in rete, altrimenti prima o poi accorcerai tu e il tuo avversario ti attaccherà.

Concordo in pieno.
Per me la partita perfetta (nel mio piccolo) è quando riesco a scambiare con costanza e profondità, con un certo margine di sicurezza, aspettando la palla giusta per fare più male, quindi attaccare, andare a rete, tentare il vincente, la palla corta, etc...
Sembra scontato ma non è così, spesso in fatti mi sorprendo a cercare colpi con un margine di rischio troppo elevato, perché la palla non era sufficientemente comoda, o io ero messo male, etc... La valutazione di cosa fare su ogni singola palla è un passo fondamentale per la crscita di un tennista Smile
johnnyyo
johnnyyo

Messaggi : 946
Data d'iscrizione : 15.01.12
Età : 39

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da frank il Lun 23 Apr 2012, 10:01

g867500 ha scritto:Questo è il mio pensiero:
A tennis vince chi sbaglia di meno.
Però sbagliare non vuol dire solo tirare la palla fuori o in rete; sbagliare è anche tirare una palla a metà campo che l'avversario ti attacca.Essere consistenti non significa tirare la palla di là, significa tirarla di là in modo tale che l'avversario non possa attaccarla.
Ne deriva che coloro cui piace attaccare devono attaccare solo su una palla corta dell'avversario. E' un suicidio cercare di attaccare su una palla profonda, bisogna aspettare l'occasione giusta, cioè la opportunity ball. Però quando l'avversario ti dà una palla attaccabile, DEVI attaccarla; non puoi aspettare che l'avversario tiri fuori o in rete, altrimenti prima o poi accorcerai tu e il tuo avversario ti attaccherà.

Non fa una piega questo ragionamento cheers
Fondamentale quello che ho sottolineato :bball:
frank
frank

Messaggi : 5697
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 48
Località : Latina...già Littoria Olim Palus

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Bertu il Lun 23 Apr 2012, 14:04

g867500 ha scritto:Questo è il mio pensiero:
A tennis vince chi sbaglia di meno.
Però sbagliare non vuol dire solo tirare la palla fuori o in rete; sbagliare è anche tirare una palla a metà campo che l'avversario ti attacca.
Essere consistenti non significa tirare la palla di là, significa tirarla di là in modo tale che l'avversario non possa attaccarla.
Ne deriva che coloro cui piace attaccare devono attaccare solo su una palla corta dell'avversario. E' un suicidio cercare di attaccare su una palla profonda, bisogna aspettare l'occasione giusta, cioè la opportunity ball. Però quando l'avversario ti dà una palla attaccabile, DEVI attaccarla; non puoi aspettare che l'avversario tiri fuori o in rete, altrimenti prima o poi accorcerai tu e il tuo avversario ti attaccherà.

Mi trova assolutamente d'accordo.
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da cobrama il Lun 23 Apr 2012, 14:35

g867500 ha scritto:Questo è il mio pensiero:
A tennis vince chi sbaglia di meno.
Però sbagliare non vuol dire solo tirare la palla fuori o in rete; sbagliare è anche tirare una palla a metà campo che l'avversario ti attacca.
Essere consistenti non significa tirare la palla di là, significa tirarla di là in modo tale che l'avversario non possa attaccarla.
Ne deriva che coloro cui piace attaccare devono attaccare solo su una palla corta dell'avversario. E' un suicidio cercare di attaccare su una palla profonda, bisogna aspettare l'occasione giusta, cioè la opportunity ball. Però quando l'avversario ti dà una palla attaccabile, DEVI attaccarla; non puoi aspettare che l'avversario tiri fuori o in rete, altrimenti prima o poi accorcerai tu e il tuo avversario ti attaccherà.
Pero' basta tirarla veramente lenta e leggermente piu' lunga ed in quarta quello che è un errore diventa una tattica vincente
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Lun 23 Apr 2012, 14:41

domenica ho provato a giocare esclusivamente a "tenere la palla in campo" ... ma rallentando la velocità il mio avversario mi ha preso letteralmente a pallate.

tenere lo scambio si ... il problema è : a che velocità ?

io tirando i candelotti a velocità marco61 ho preso tanti di quei vincenti che ancora mi sento ubriaco... giusto mi salvavo beccando l'ultimo mezzo metro di campo e con molta rotazione... ma allora il margine di sicurezza se ne va a farsi benedire...

ad ogni modo non demordo.. perchè se i giocatori d'esperienza continuano a ribadire che il problema e' saper tenere lo scambio.. insistero'.

evidentemente ci sono altri accorgimenti e geometrie che mi sfuggono per non essere preso cosi' facilmente a pallate... certo il mio avversario è particolarmente dotato dal lato del dritto... se spingo pero' non puo' mettere la palla dove vuole... e allora alla fine i miei errori si compensano con i suoi e a volte vinco, altre perdo.

se invece abbasso la velocità, certo, io non sbaglio, me quello di la' ... mi ammazza...

prima o poi capiro'.. Smile



albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Lun 23 Apr 2012, 14:42

domenica ho provato a giocare esclusivamente a "tenere la palla in campo" ... ma rallentando la velocità il mio avversario mi ha preso letteralmente a pallate.

tenere lo scambio si ... il problema è : a che velocità ?

io tirando i candelotti a velocità marco61 ho preso tanti di quei vincenti che ancora mi sento ubriaco... giusto mi salvavo beccando l'ultimo mezzo metro di campo e con molta rotazione... ma allora il margine di sicurezza se ne va a farsi benedire...

ad ogni modo non demordo.. perchè se i giocatori d'esperienza continuano a ribadire che il problema e' saper tenere lo scambio.. insistero'.

evidentemente ci sono altri accorgimenti e geometrie che mi sfuggono per non essere preso cosi' facilmente a pallate... certo il mio avversario è particolarmente dotato dal lato del dritto... se spingo pero' non puo' mettere la palla dove vuole... e allora alla fine i miei errori si compensano con i suoi e a volte vinco, altre perdo.

se invece abbasso la velocità, certo, io non sbaglio, me quello di la' ... mi ammazza...

prima o poi capiro'.. Smile



albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da johnnyyo il Lun 23 Apr 2012, 14:43

Quindi hai perso malamente? Normalmente contro questo avversario come finisce se giochi come fai di solito?
johnnyyo
johnnyyo

Messaggi : 946
Data d'iscrizione : 15.01.12
Età : 39

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Panacef il Lun 23 Apr 2012, 14:54

albe:
Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto"
Very Happy

scherzi a parte la tattica funziona solo fra pari livello, se io sono più forte e tu mi rimandi delle mozzarelle: primo ti faccio correre come un dannato, secondo ti regalerò qualche punto con errori gratuiti ma alla fine vinco io, e alla grande.

In ogni caso credo che ognuno abbia la predisposizione ad un certo tipo di gioco, e in 4a non credo sia il caso di snaturare il proprio "stile" solo per passare il primo turno.
Panacef
Panacef

Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 18.11.10
Età : 56
Località : Castellarano (RE)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da johnnyyo il Lun 23 Apr 2012, 14:56

Panacef ha scritto:albe:
Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto"

ho posto la domanda proprio per quello: se il livello è molto diverso "ti saluto rosina", come diciamo qui...
Il figlio del nostro coach è 2.4 e con lui anche se remo per 12 anni ne farò davvero pochi di games...
lol!
johnnyyo
johnnyyo

Messaggi : 946
Data d'iscrizione : 15.01.12
Età : 39

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Lun 23 Apr 2012, 15:00

nelle ultime dieci partite ne ho vinte io sei e lui 4 (escluso il periodo sotto dieta che prendevo l'ovetto regolarmente) .. sono sempre partite tirate .. ma io gioco molto piu' aggressivo, ovvio che sbaglio di piu'... ma lui non puo' fare quel che vuole.

ha gran tecnica di dritto e non ha paura di accelerare anche da dietro la riga... e sbaglia una chiusura ogni cento anni. Certo è che se io gioco piu' aggressivo, lui con me ci perde spesso e volentieri...

ma attenzione, stiamo parlando di partitella della domenica... non so se la pressione di un torneo cambierebbe totalmente le carte in tavola...

diventare pallettari la vedo durissima... ma se è necessario
io ci riprovo eh ... mica mi arrendo alla prima batosta... è questione di capire come e quando. Smile


Ultima modifica di albesca il Lun 23 Apr 2012, 15:04, modificato 1 volta
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da MSport il Lun 23 Apr 2012, 15:03

albesca ha scritto:domenica ho provato a giocare esclusivamente a "tenere la palla in campo" ... ma rallentando la velocità il mio avversario mi ha preso letteralmente a pallate.
se invece abbasso la velocità, certo, io non sbaglio, me quello di la' ... mi ammazza...

prima o poi capiro'.. Smile

guarda, semplice da capire, difficile da mettere in pratica.

"tenere lo scambio" non vuol dire "rallentare"; se per tenere lo scambio sei costretto a rallentare, non è un problema tattico, ma di tecnica.
quindi o rallenti e allora ti tocca tirare sempre profondo oppure trovi il modo di alzare il ritmo senza perdere controllo.
Dopo ma solo dopo ti potrai porre il problema di traiettorie etc.
e allora è tutta altra questione.
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da miguel il Lun 23 Apr 2012, 15:05

é normale che tu abbia perso, giocare lungo tenendo la diagonale é semplice a dirsi ma bisogna saperlo fare.
non é che da un giorno all'altro ci si improvvisa regolaristi. come qualsiasi tattica giusta teoricamente se applicata male (nel nostro caso giocare corto e/o molle) diventa un'arma a doppio taglio ed infatti il tuo avversario ne ha approfittato immediatamente entrando dentro al campo e rimpinzadoti di vincenti.
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Panacef il Lun 23 Apr 2012, 15:06

se in partitella vinci si tratta solo di braccino e l'abitudine alla tensione del torneo io non cambierei tattica ma farei tanti tornei!
Panacef
Panacef

Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 18.11.10
Età : 56
Località : Castellarano (RE)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da MSport il Lun 23 Apr 2012, 15:09

albesca ha scritto:

ma attenzione, stiamo parlando di partitella della domenica... non so se la pressione di un torneo cambierebbe totalmente le carte in tavola...

diventare pallettari la vedo durissima... ma se è necessario


togliti pure il dubbio. cambia tutto finchè non ti ci abitui.

diventare pallettaro non è necessario, pena snaturarsi.
diventare solidi, cercando di sbagliare di meno, selezionando le palle da attaccare oppure "costruire" un punto è cosa ben diversa........ distingue il "giocatore" dal "colpitore" (Piatti docet)
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Lun 23 Apr 2012, 15:10

Msport ha scritto:
albesca ha scritto:domenica ho provato a giocare esclusivamente a "tenere la palla in campo" ... ma rallentando la velocità il mio avversario mi ha preso letteralmente a pallate.
se invece abbasso la velocità, certo, io non sbaglio, me quello di la' ... mi ammazza...

prima o poi capiro'.. Smile

guarda, semplice da capire, difficile da mettere in pratica.

"tenere lo scambio" non vuol dire "rallentare"; se per tenere lo scambio sei costretto a rallentare, non è un problema tattico, ma di tecnica.
quindi o rallenti e allora ti tocca tirare sempre profondo oppure trovi il modo di alzare il ritmo senza perdere controllo.
Dopo ma solo dopo ti potrai porre il problema di traiettorie etc.
e allora è tutta altra questione.

ah beh ... forte e dentro è la tattica dei sogni.... Smile

io in effetti ho sperimentato i candeloni a 2 km/h in stile marco61 "tattica a spezzare il ritmo"...

è probabile che io non abbia ancora capito quale sia il mio vero ritmo "di crociera"...
comunque grazie.

Al
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da MSport il Lun 23 Apr 2012, 15:25

albesca ha scritto:
Msport ha scritto:
albesca ha scritto:domenica ho provato a giocare esclusivamente a "tenere la palla in campo" ... ma rallentando la velocità il mio avversario mi ha preso letteralmente a pallate.
se invece abbasso la velocità, certo, io non sbaglio, me quello di la' ... mi ammazza...

prima o poi capiro'.. Smile

guarda, semplice da capire, difficile da mettere in pratica.

"tenere lo scambio" non vuol dire "rallentare"; se per tenere lo scambio sei costretto a rallentare, non è un problema tattico, ma di tecnica.
quindi o rallenti e allora ti tocca tirare sempre profondo oppure trovi il modo di alzare il ritmo senza perdere controllo.
Dopo ma solo dopo ti potrai porre il problema di traiettorie etc.
e allora è tutta altra questione.

ah beh ... forte e dentro è la tattica dei sogni.... Smile

io in effetti ho sperimentato i candeloni a 2 km/h in stile marco61 "tattica a spezzare il ritmo"...

è probabile che io non abbia ancora capito quale sia il mio vero ritmo "di crociera"...
comunque grazie.

Al

se ti vai a rivedere i video di corre vs marco, potrai apprezzare, a mio avviso:
- la sagacia tattica di marco 61, capace di "cambiar pelle" per rendersi meno vulnerabile alla solidità di correnelvento, complice una condizione fisica non ottimale;
- il controllo di marco61 che ha del dritto a candelone, che non gli scappa mai ed è sempre profondo;
- il fatto che lo alterna con efficaci rasoiate di back; è con quello che ti spezza il ritmo, facendoti fare su e giù, non col candelone......
- il tutto si nota meno perchè correnelvento si muove benissimo sul campo, da giocatore vero, difficilmente si fa trovare fuori posizione;

c'è nè di lavoro .....
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Lun 23 Apr 2012, 16:00

prendo appunti.... in effetti io ho associato banalmente il "rallentare" con il "tenere in campo".

Probabilmente piu' che "rallentare senza senso", che è quello che ho fatto ... si tratta di resistere dal non "accelerare senza senso".. che è quello che faccio appena vedo il mio avversario nel minimo ritardo di posizione ...
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da johnnyyo il Lun 23 Apr 2012, 16:14

Msport ha scritto:
diventare pallettaro non è necessario, pena snaturarsi.
diventare solidi, cercando di sbagliare di meno, selezionando le palle da attaccare oppure "costruire" un punto è cosa ben diversa........ distingue il "giocatore" dal "colpitore" (Piatti docet)

Giustissimo! Poi qui nessuno ha consigliato di diventari Pallettari, bensì giocatori più solidi, ovvero in grado di tenere una velocità di "crociera" della palla abbastanza efficace da non farsi attaccare ma sufficientemente sicura per non sbagliare.
johnnyyo
johnnyyo

Messaggi : 946
Data d'iscrizione : 15.01.12
Età : 39

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da frank il Lun 23 Apr 2012, 16:28

Infatti nessuno ha detto o scritto che bisogna diventari pallettari Embarassed
ma diventare solidi, che è un' altra cosa.
Costruire il punto, distinguere il giocatore dal colpitore...parole sante :bball:
frank
frank

Messaggi : 5697
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 48
Località : Latina...già Littoria Olim Palus

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Bertu il Lun 23 Apr 2012, 16:45

Dopo 5 pagine di post credo finalmente di aver capito e provo a sintetizzarlo:

Nel tennis vince chi sbaglia meno quindi, in base alle proprie capacitá, bisogna arrivare sino a quel limite oltre il quale prendersi dei rischi puó produrre un bilancio di punti negativo e portare quindi alla sconfitta.

Ció significa comunque fare tutte le cose che sappiamo fare ma senza oltrepassare inutilmente il limite ovvero senza fare errori inutili.

Che poi questo significhi mantenere una diagonale in top o buttarla semplicemente di lá alla come capita capita, é soggettivo ed é ció che fa la differenza tra i vari giocatori.

Spero sia questo quello che intedevate negli ultimi post!! Question
Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da johnnyyo il Lun 23 Apr 2012, 16:48

Assolutamente sì! Poi il tutto è il relazione alla categoria.

Nel mio caso significa giocare profondo e con una buona pesanteza di palla, alto sulla rete e non dare angolo al mio avversario se sono messo male, mettere molte prime (evitare quindi i doppi falli, ormaui miei amici del cuore) ed evitare forzature come un attacco da 2m fuori dal campo o una demì-volée assurda...
johnnyyo
johnnyyo

Messaggi : 946
Data d'iscrizione : 15.01.12
Età : 39

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Lun 23 Apr 2012, 18:28

Phuket ha scritto:Dopo 5 pagine di post credo finalmente di aver capito e provo a sintetizzarlo:

Nel tennis vince chi sbaglia meno quindi, in base alle proprie capacitá, bisogna arrivare sino a quel limite oltre il quale prendersi dei rischi puó produrre un bilancio di punti negativo e portare quindi alla sconfitta.

Ció significa comunque fare tutte le cose che sappiamo fare ma senza oltrepassare inutilmente il limite ovvero senza fare errori inutili.

Che poi questo significhi mantenere una diagonale in top o buttarla semplicemente di lá alla come capita capita, é soggettivo ed é ció che fa la differenza tra i vari giocatori.

Spero sia questo quello che intedevate negli ultimi post!! Question

Perfetto, su questo punto possiamo essere tutti d'accordo... ma ora viene il difficile, ovvero sapersi autovalutare.
Quanti di noi sono in grado di valutare quando un errore sia dovuto alla esecuzione di un colpo "fuori dalla nostra portata" ?

E non è che, ad esempio, ogni tanto spingo di rovescio lungolinea in top perchè "mi sento piu' forte di quello che sono" ...
è solo che ho "una certa idea di come si tira quel colpo" .. mi sento posizionato bene... e lo tiro, punto.

Sapersi autovalutare non è semplicissimo...


albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da marco61 il Lun 23 Apr 2012, 19:27

Secondo me è stata fatta un po' di confusione tra l'agonista di basso livello e l'amatore puro.
L'intenzione di correnelvento era sicuramente quella di impostare la discussione relativamente ai giocatori che, di qualunque livello siano, prendono parte ad incontri ufficiali. Dal non classificato al 4.1.
Chi pensa che il tennis debba essere solo divertimento, non deve partecipare ai tornei.
In torneo si va per vincere, pensare di divertirsi è pura illusione. Può anche capitare qualche volta, ma molto raramente.
Intanto quando ci iscriviamo non sappiamo chi andremo ad incontrare, ma molto probabilmente troveremo qualcuno che, scoperti i nostri difetti, giocherà soprattutto su quelli e se questo ci farà uscire dai gangheri sarà ancora più contento, perchè si starà avviando verso la vittoria.
E anche l'amatore che gioca per puro divertimento, se tiene dentro un dritto su 10, per rispetto dell'avversario dovrebbe evitare di giocare sempre a tutto braccio in cerca di un unico, solo e maledetto vincente. A meno che l'altro non sia soddisfatto di vincere 6/0 6/0, poi quante palline abbia giocato poco gli importa.
La prima regola per riuscire a migliorare il nostro tennis è capire quali siano i propri limiti, ma soprattutto avere l'umiltà per riconoscere fino a che punto ci potremo migliorare. E su quello bisogna lavorare: al cesto, al muro, palleggiando con un amico, col maestro o anche con una lanciapalle. Quello è il momento in cui possiamo migliorare elevando pian piano il nostro livello.
Non certo in torneo, dove abbiamo l'obbligo morale di far di tutto per vincere, per svariati motivi:

1) siamo in competizione, non ci ha obbligato il dottore e se siamo lì è perchè speriamo di vincere.
2) partecipare ai tornei significa spendere soldi in iscrizioni, carburante, corde, bibite energetiche, massaggiatrici (a trovarle) ma soprattutto medici.
3) abbiamo schiere di amici pronti a sfotterci per le nostre sconfitte, dobbiamo proprio dargli questa soddisfazione?
4) quando si perde ci si incazza.
Sempre.


_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10985
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Magm4 il Lun 23 Apr 2012, 19:31

Grande Marco! cheers

Quoto in toto!!! lol!
Magm4
Magm4

Messaggi : 798
Data d'iscrizione : 07.12.09
Età : 46
Località : Cambiano (TO)

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da albesca il Lun 23 Apr 2012, 20:59

marco61 ha scritto:Secondo me è stata fatta un po' di confusione tra l'agonista di basso livello e l'amatore puro.
L'intenzione di correnelvento era sicuramente quella di impostare la discussione relativamente ai giocatori che, di qualunque livello siano, prendono parte ad incontri ufficiali. Dal non classificato al 4.1.
Chi pensa che il tennis debba essere solo divertimento, non deve partecipare ai tornei.
In torneo si va per vincere, pensare di divertirsi è pura illusione.

Marco, a mio parere la linea di demarcazione è giocare per vincere piuttosto che per divertirsi, a prescindere dalla competizione ufficiale o meno. Inutile dirti che anche se non ci rimetti benzina e iscrizione, l'incazzatura non te la toglie nessuno quando giochi male a tennis...

Hai ragione sul fatto che abbiamo un po' deviato dal topic, perciò' ringrazio, da amatore puro, per le cose utili ed interessanti che sono state e che verranno scritte a beneficio di ogni appassionato.

"Vincere non è divertente"... da mettere in firma.

Ciao
AL
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il variegato mondo dei quarta - Pagina 3 Empty Re: Il variegato mondo dei quarta

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum