Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 11 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Problema cartilagine
Da Matteo1970 Oggi alle 12:57

» FIRENZE 12 SETTEMBRE REUNION
Da correnelvento Ieri alle 13:32

» palleggio e partita , cosi diverso ?
Da Matador66 Ieri alle 10:33

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Rafapaul Lun 03 Ago 2020, 10:49

» racchette donnay
Da Incompetennis Sab 01 Ago 2020, 15:21

» A distanza di un anno alla fine come è la Babolat Pure Strike 305 gr 16x19?
Da gabr179 Sab 01 Ago 2020, 11:42

» Pros 'pro RX -500 1.25
Da correnelvento Sab 01 Ago 2020, 08:18

» Racchetta definitiva
Da marco61 Ven 31 Lug 2020, 17:22

» Con che racchetta state giocando?
Da Chiros Gio 30 Lug 2020, 15:11

» Mi piace/Non mi piace
Da correnelvento Gio 30 Lug 2020, 12:15

» consiglioooo
Da Wacos Gio 30 Lug 2020, 11:21

» Corda Multifilo per Blade 104 V7
Da marco61 Lun 27 Lug 2020, 09:05

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Analizzatemi

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Bertu il Ven 06 Lug 2012, 13:06

malcolmx82 ha scritto:..........................
adesso una cosa in cui devo applicarmi è guardare la palla anche sul servizio che magari migliora qualcosa anche lì...

Scusa ma cos'altro guardi durante il servizio?

Gli avvoltoi che aspettano che tu ti suicida a suon di racchettate sulla testa? Very Happy

Bertu
Bertu

Messaggi : 3387
Data d'iscrizione : 06.07.11
Età : 55
Località : Monaco di Baviera

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da malcolmx82 il Ven 06 Lug 2012, 14:10

Phuket ha scritto:

Scusa ma cos'altro guardi durante il servizio?


eh mi sa che la guardo fino ad un certo punto e poi mi deconcentro completamente...



Gli avvoltoi che aspettano che tu ti suicida a suon di racchettate sulla testa? Very Happy

aaaah ecco cosa sono quelle cose che mi girano intorno durante le mie partite...io ero convinto che fossero semplicemente zanzare moooolto grandi Smile
malcolmx82
malcolmx82

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 18.08.11
Età : 38
Località : Bergamo

http://marcomarzano.tumblr.com/

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da oedem il Mar 17 Lug 2012, 12:20

nonostante i problemi nel guardare la palla ci siano ancora ma con qualche lieve miglioramento, sembra aver acquisito una maggiore lucidità in campo, non faccio errori grossolani e sembra che il mio tennis sia più logico.

non so se è una congiuntura astrale ma credo di sapere qual è il motivo di ciò, tra l'altro è l'unica variazione nel mio stile di vita: la corsa.

sto correndo ormai regolamente da 40 giorni. inizialmente mi limitavo nella durata per un vecchio fastidio al ginocchio ma dopo due settimane ho aumentato passando dai 20-30 minuti all'ora, seguendo una tabella trovata in rete (runner's world). Proprio oggi ho concluso i 10km in 57:26
....ed i risultati si vedono anche sul campo Cool
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da MSport il Mar 17 Lug 2012, 15:47

oedem ha scritto:nonostante i problemi nel guardare la palla ci siano ancora ma con qualche lieve miglioramento, sembra aver acquisito una maggiore lucidità in campo, non faccio errori grossolani e sembra che il mio tennis sia più logico.

non so se è una congiuntura astrale ma credo di sapere qual è il motivo di ciò, tra l'altro è l'unica variazione nel mio stile di vita: la corsa.

sto correndo ormai regolamente da 40 giorni. inizialmente mi limitavo nella durata per un vecchio fastidio al ginocchio ma dopo due settimane ho aumentato passando dai 20-30 minuti all'ora, seguendo una tabella trovata in rete (runner's world). Proprio oggi ho concluso i 10km in 57:26
....ed i risultati si vedono anche sul campo Cool

miiiiiiii

sei lanciatissimo!!!!!

bravo
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da oedem il Mar 17 Lug 2012, 16:03

Msport ha scritto:miiiiiiii

sei lanciatissimo!!!!!
si.....in piscina, sperando che ci sia dell'acqua lol!
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Satrapo il Mar 17 Lug 2012, 19:54

oedem ha scritto:nonostante i problemi nel guardare la palla ci siano ancora ma con qualche lieve miglioramento, sembra aver acquisito una maggiore lucidità in campo, non faccio errori grossolani e sembra che il mio tennis sia più logico.

non so se è una congiuntura astrale ma credo di sapere qual è il motivo di ciò, tra l'altro è l'unica variazione nel mio stile di vita: la corsa.

sto correndo ormai regolamente da 40 giorni. inizialmente mi limitavo nella durata per un vecchio fastidio al ginocchio ma dopo due settimane ho aumentato passando dai 20-30 minuti all'ora, seguendo una tabella trovata in rete (runner's world). Proprio oggi ho concluso i 10km in 57:26
....ed i risultati si vedono anche sul campo Cool

Parole sante.. quasi da Santone! lol!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 08:55

oedem ha scritto:
Proprio oggi ho concluso i 10km in 57:26
....ed i risultati si vedono anche sul campo Cool

la corsa lunga (1 ora) è controproducente per il tennis.

Entrano in gioco metabolismi differenti, in questo caso totalmente aerobici.

Tra l'altro... si trasformano le "preziose" fibre muscolari bianche (veloci/esplosive) in fibre rosse (resistenti/lente).

Per il tennis, molto meglio un allenamento di corsa breve (tipo 10-15 min.) con scatti ad intervalli.

Sergio potrebbe essere molto più esaustivo di me.


PS: non sto sostenendo che il jogging faccia male....
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Maurizio il Mer 18 Lug 2012, 09:37

correnelvento ha scritto:
Tra l'altro... si trasformano le "preziose" fibre muscolari bianche (veloci/esplosive) in fibre rosse (resistenti/lente)

su questo punto ho delle perplessità, perché ricordo di aver letto che non si possono aumentare le fibre di un certo tipo, ma soltanto allenarle
secondo questo concetto, il "talento atletico" differirebbe per la personale composizione muscolare (ad esempio, chi ha molte fibre bianche ha più possibilità di eccellere nella velocità rispetto a chi ha prevalenza di quelle rosse, e viceversa) che non può essere modificata
qualcuno è in grado di chiarire? scratch
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 09:55

Maurizio ha scritto:
correnelvento ha scritto:
Tra l'altro... si trasformano le "preziose" fibre muscolari bianche (veloci/esplosive) in fibre rosse (resistenti/lente)

su questo punto ho delle perplessità, perché ricordo di aver letto che non si possono aumentare le fibre di un certo tipo, ma soltanto allenarle


Mauri... le fibre veloci NON possono essere aumentate... ma le stesse possono trasformarsi in fibre lente, con allenamenti lunghi/lenti votati alla resistenza.

la parola al GURU Sergio che (penso) concorderà con me!
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Satrapo il Mer 18 Lug 2012, 10:14

Allora senza volermi sostituire al nostro Guru Sergio (e ci mancherebbe) vorrei chiarire brevemente un paio di cose.

La corsa relativamente lenta e prolungata (i classici 40 minuti fatti ad una media di 11-12kn/h) non sono allenanti specificatamente per il tennis, ma non sono CONTROPRODUCENTI (Tant'è che sessioni di questo tipo sono presenti in TUTTI i programmi dei tennisti professionisti)

In realtà qualsiasi sport di movimento prevede sessioni di corsa lenta e RELATIVAMENTE prolungata (relativamente prolungata perchè 40-50 minuti di corsetta a 11km/h per un atleta sono come bere un bicchiere di acqua fresca) perchè risultano allenanti per la condizione fisica generale, consentendo alle articolazioni di lavorare e al fisico di abituarsi ad un impegno prolungato. Anche a livello di gestione della fatica sono FONDAMENTALI, e consentono di costruirsi una abitudine a ragionare sotto stress FENOMENALE.

Anche i 100 metristi (e su questo non temo smentite perchè li ho visti per anni allenarsi al Tre Fontane prima che smantellassero tutto!) fanno senssioni di corsa lenta e prolungata, ho visto con i miei occhi Tilli e la Ottey (..lei molto più bella da vedere del buon Tilli!! Analizzatemi - Pagina 4 786556 ) correre per km a passo lento discorrendo amabilmente del più e del meno.

Ovviamente non è un lavoro specifico per il loro sport come non lo è per il tennis ma è un complemento NECESSARIO per costruire e mantenere una condizione fisica generale ottimale.

E ovviamente come dice Corre se ci allenassimo per mantenere un ritmo da fondista per un'ora tenendo una media prossima ai 20km/h allora si che staremmo facendo un lavoro controproducente, ma la sessioncina ai 11/12 km/h per una 40ina di minuti è tutto un'altro discorso.

Parallelamente e con molta più intensità e frequenza si cureranno poi i lavori specifici per il proprio sport, e il tennista lavorerà molto sulla capacità di accelerazione sulle distanze brevi, sull'esplosività, sulla rapidità di piedi, interval, coordinazione etc. etc. ma ripeto, un conto è dire che sia un lavoro NON SPECIFICO, un conto è definirlo controproducente.

A mio avviso è totalmente fuori luogo lavorare sugli scatti e sulle distanze brevi se non si ha prima una condizione fisica generale tale da potersi fare una 40ina di minuti di corsa a ritmo blando (11km/h) senza avvertire fastidi e senza la minima fatica a respirare.

Tra l'altro i lavori di potenziamento specifici per il footwork tennistico sono esercizi ad altissimo impatto per articolazioni e muscolatura ma anche per il cuore: un individuo incapace di farsi una sessione di lento da 40 minuti a mio avviso rischia davvero grosso a cimentarsi in scatti e interval training.

Il problema dell'amatore non è l'essere lento, ma l'essere FERMO pertanto all'inizio otterrà sicuramente più benefici dall'abituarsi a tenere in movimento i piedi per un'ora di fila!!

E ripeto lo fanno tutti, anche i 100metristi, perchè pur non essendo un lavoro specifico per il nostro sport è un fondamentale di qualsiasi sport di movimento.

Quindi io lo definirei un lavoro assolutamente non specifico ma sicuramente necessario per una condizione atletica decente che possa sostenere poi un allenamento specifico.

E comunque io non l'ho mai visto un programma di preparazione atletica per un tennista che non preveda un paio di sessioni di corsa lenta e blanda prolungata a settimanta, ma ripeto parliamo di ritmi davvero blandi per un atleta: 40 minuti a 11-12 km/h sono una passeggiata.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Satrapo il Mer 18 Lug 2012, 10:19

correnelvento ha scritto:

Mauri... le fibre veloci NON possono essere aumentate... ma le stesse possono trasformarsi in fibre lente, con allenamenti lunghi/lenti votati alla resistenza.

la parola al GURU Sergio che (penso) concorderà con me!

Su questo Corre concordo anche io! lol!

Il punto è che la sessione di lento si fa a non più di 11/12 km/h ovvero non si allena neanche la resistenza perchè alla fine parliamo di ritmi blandi: si fanno solo girare le gambe e si potenzia l'apparato cardiovascolare, ovvero si lavora sulla condizione generale.

Se ci si promettesse di tenere i 20km/h per un'ora allora si che si andrebbe ad intervenire sulle fibre, ma sicuramente tu hai idea di cosa vuol dire correre a 20km/h anche solo per una decina di minuti, assolutamente un'altra dimensione di sforzo ed impegno. Ecco quello si sarebbe controproducente.
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 10:37

Io continuo a pensare che correre anche a ritmo lento per un'ora sia controproducente per il tennis (se paragonato ad un altro tipo di allenamento...).

Nel senso che è molto più proficuo fare una partita di 2 ore... che fare corsa blanda per 60 minuti.

Molto meglio 10 minuti di corsa lenta, ed altri 10 di interval training.

Per fare un esempio personale (per quel poco che può valere)... non ho mai fatto IN VITA MIA più di 15 minuti di corsa lenta (e tra l'altro li ho fatti pure pochissime volte).

Il mio allenamento è limitato a pochi esercizi multi-articolari in palestra, e partite di tennis sul campo.

E, fino ad oggi... nessuno ha mai messo in dubbio il fatto che io riesca a giocare per 2 ora e mezza a ritmo elevato (ovviamente per quarta categoria), compiendo scatti e recuperi di tutto rispetto per un 50enne.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 10:52

Satrapo ha scritto:


Il punto è che la sessione di lento si fa a non più di 11/12 km/h ovvero non si allena neanche la resistenza perchè alla fine parliamo di ritmi blandi: si fanno solo girare le gambe e si potenzia l'apparato cardiovascolare, ovvero si lavora sulla condizione generale.


A ritmi BLANDI non si potenzia quasi per nulla l'apparato cardio-vascolare.

Per potenziarlo, occorre aumentare i "giri del motore".

Ripetute, per l'appunto.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 10:58


La resistenza nel tennis


E’ la capacità di allontanare la fatica in attività muscolari di lunga durata.

Nel tennis si manifesta come la capacita’ di resistere ad una serie innumerevole di azioni esplosive, avendo a disposizione come tempi di recupero i momenti in cui il gioco e’ fermo oppure e’ mantenuto ad intensita’ basse.

Il tennista ideale non deve possedere una potenza aerobica (quantita’ di ossigeno che si e’ in grado di utilizzare nell’unita’ di tempo) particolarmente elevata; dovra’ invece avere una buona potenza anaerobica alattacida, un discreto valore di forza relativa ed un ottima potenza esplosiva degli arti sia inferiori che superiori, associata ad un altrettanto buon coefficiente di elasticita’ e coordinazione.

Inoltre, e’ necessario che possegga un’ottima capacita’ di reclutamento muscolare (capacita’ di aumentare il numero di fibre muscolari che si contraggono contemporaneamente dando vita a picchi di forza piu’ elevata).

La sua resistenza deve essere finalizzata al pronto recupero, durante la gara, della piena efficienza muscolare, dovra’ essere in grado quindi di eliminare rapidamente l’eventuale acido lattico prodotto e accumulato.

La sua resistenza speciale dovra’ essere migliorata con carichi di lavoro brevi, intensi e ripetuti (dovranno in questo senso essere evitati allenamenti di resistenza di lunga durata ad intensita’ bassa o media).

ASPETTI AEROBICI DELLA RESISTENZA

Il meccanismo aerobico per un tennista assume importanza nelle pause: fra una palla e l’altra e al cambio di campo. Chi possiede un meccanismo aerobico efficiente riuscira’ rapidamente nelle pause a pagare i debiti di ossigeno contratti nei momenti di massimo impegno. Un ottimo meccanismo aerobico dipende dalla possibilita’ di far arrivare ai muscoli una notevole quantita’ di ossigeno nell’unita’ di tempo e dalla capacita’ degli stessi di utilizzarne una elevata percentuale.

Occorre allenare quindi sia le componenti centrali (capacita’ del cuore di pompare una maggiore quantita’ di sangue) sia le componenti periferiche (capacita’ dei muscoli di utilizzare l’ossigeno che il sangue porta ad essi).

ALLENAMENTO COMPONENTI CENTRALI

L’obbiettivo e’ migliorare la capacita’ del cuore di pompare sangue al minuto. Occorre sottoporre l’organismo a sforzi severi anche se di durata limitata (la frequenza cardiaca deve salire a valori vicini a quelli massimi).

Sul campo ci si deve allenare alla massima intensita’ per 12-15 secondi (volee-smash, recupero smorzata-pallonetto, serie di passanti), con un intervallo di 3-5 minuti nei quali il tennista giochera’ a basso ritmo per abbassare la frequenza cardiaca.

Fuori dal campo, un migliore risultato si otterra’: 1) percorrendo un tratto di salita, della durata di 10-12 secondi, alla massima intensita’ ogni 3-5 minuti, nei quali il giocatore recuperera’ con corsa lenta; 2) facendo del fartlek con frazione veloce compresa tra i 25 e i 50 secondi e frazione lenta della stessa distanza, ma a velocita’ dimezzata, il numero delle ripetizioni variera’ da 6 a 12.

ALLENAMENTO COMPONENTI PERIFERICHE

Fuori dal campo: si correra’ per 40/60 minuti, dopo i primi 10 ad intervalli di 5 si aumentera’ la velocita’ per un tempo variabile tra i 30 secondi ed i tre minuti, raggiungendo quasi il limite delle pulsazioni.

In campo si potranno effettuare delle sedute (soprattutto all’inizio del periodo preparatorio) di lavoro a tre, due contro uno, con rotazione di posizione ogni circa 2 minuti e mezzo.

Il livello di impegno organico dovrebbe portare alla produzione e all’accumulo di una piccola quantita’ di lattato, cioe’dovrebbe essere leggermente superiore alla velocita’ di soglia anaerobica.

Il test piu’ diffuso per individuare la velocita’ di soglia e’ il cosiddetto “TEST CONCONI”. Si effettua indossando un cardiofrequenzimetro e compiendo 6, 8 giri di pista; ogni mezzo giro deve essere percorso ad una velocita’ un po’ piu’ alta del precedente. Dal tempo si ricava la velocita’. Inizialmente, aumentando la velocita’ aumenta anche la frequenza cardiaca, a partire da una certa velocita’ (velocita’ di soglia anaerobica) la frequenza cardiaca smette di crescere.

ALLENAMENTO COMPONENTI LATTACIDE DELLA RESISTENZA

Quando uno scambio impegnativo si prolunga oltre i 10 secondi, aumenta, per la produzione energetica, l’impiego del meccanismo lattacido. Oltre all’ATP necessario, in questa situazione nel muscolo si produce acido lattico, che non permette alle fibre di lavorare nella maniera migliore.

L’allenamento per migliorare la capacita’ lattacida avverra’ con il FARTLEK, e in campo con il lavoro frazionato. In cui si distinguono fasi di lavoro e fasi di recupero.

Il tempo di lavoro puo’ variare dai 5 secondi ai 3 minuti, al di la’ si tratterebbe di lavoro prevalentemente aerobico. Sono quindi ipotizzabili tantissime forme di allenamento (servizio e volee, approccio e volee, serie di passanti e molte altre).

L’intervallo di recupero e’ in relazione all’intensita’ e alla durata della prova.

Diciamo che se il lavoro varia da 5 a 20 secondi e la sua intensita’ e’ submassimale, la prova puo’ essere ripetuta con uguale efficacia dopo 30-90 secondi, con la tendenza a diminuire questo tempo con il passare delle sedute di allenamento.

Se il lavoro dura dai 30 ai 90 secondi saranno necessari 2-4 minuti di intervallo fra le ripetizioni; in caso di esercizio di 3 minuti, l’intensita’ sara’ necessariamente piu’ bassa e sara’ sufficiente un tempo di recupero di 2 minuti.

Durante le fasi di recupero si possono svolgere attivita’ tipo: corsa lenta, allungamenti, ecc.

Il numero delle ripetizioni sara’ proporzionale all’intensita’, oltre un certo numero di ripetizioni e’ obbligatorio variare l’intensita’ dell’esercizio; il carico di lavoro deve essere modificato al massimo dopo due sedute uguali.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Satrapo il Mer 18 Lug 2012, 11:20

correnelvento ha scritto:Per fare un esempio personale (per quel poco che può valere)... non ho mai fatto IN VITA MIA più di 15 minuti di corsa lenta (e tra l'altro li ho fatti pure pochissime volte).

Il mio allenamento è limitato a pochi esercizi multi-articolari in palestra, e partite di tennis sul campo.

E, fino ad oggi... nessuno ha mai messo in dubbio il fatto che io riesca a giocare per 2 ora e mezza a ritmo elevato (ovviamente per quarta categoria), compiendo scatti e recuperi di tutto rispetto per un 50enne.

E pensa se avessi fatto pure ste due sessioncine di corsa lenta a settimana quello che potresti fare oggi in campo!! lol!

Scherzi a parte, non si tratta di fare la sessioncina di corsa al posto delle due ore in campo, come ho già detto non è una attività specifica per questo sport, è un lavoro complementare ma necessario. Se poi un amatore fermo in campo come un cetriolo mi venisse a dire come devo fare per aumentare l'esploisività gli direi torna quando ti fai sti 40 minuti di corsa a 10km/h fischiettando allegramente stornelli da osteria e poi lavoriamo sulla esplosività.

Il mio target di corsa calcolato con frequenzimetri, vari test cooper e conconi, prelievi sanguigni sotto sforzo etc. etc. era di 12km/h esatti: correndo a questa velocità per 45 minuti su strada ottenevo il maggior potenziamento cardiovascolare possibile, ovvero superando questa soglia di sforzo andavo in anaerobico.

Ovviamente la soglia dei 12km/h era "dedotta" dalle frequenze cardiache, io sapevo di dover tenere il cuore in una data fascia di bpm per tot minuti e questo alla fine della sessione si traduceva nell'aver fatto 40 miunuti a circa 12km/h di media.

Ora se mi dici che con tutte le rilevazioni che ci faceva il buon Musolini (con una S sola eh!! lol! ) si è pure sbagliato, io lo denuncio per maltrattamenti!

E gli altri si attestavano comunque su valori simili, chi stava leggermente sopra chi sotto, ma comunque generalizzando la soglia aerobica media per un impegno prolungato di circa 40 minuti produceva un ritmo di corsa intorno aigli 11-12 km/h.

Ripeto io qui non sono un esperto ma riporto le esperienze vissute, e a quanto vedo ancora oggi escono per queste sessioni a questi ritmi con tanto di frequenzimetro per mantenere la i bpm stabiliti.

Di più francamente non so, quello che citi tu mi sembra tutto giusto e condivisibile per carità, però me l'hanno fatto fare, e lo fanno fare ancora..

P.s: ovviamente ripeto che si tratta di due sessioni a settimana, poi tutto il lavoro di interval, scatti, ripetute viene fatto con molta più frequenza e intensità eh!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 11:29

Satrapo ha scritto:


Di più francamente non so, quello che citi tu mi sembra tutto giusto e condivisibile per carità, però me l'hanno fatto fare, e lo fanno fare ancora..

P.s: ovviamente ripeto che si tratta di due sessioni a settimana, poi tutto il lavoro di interval, scatti, ripetute viene fatto con molta più frequenza e intensità eh!

Sat... sul fatto che te lo abbiano fatto fare, non ci sono dubbi!

Il fatto è che 20 anni fa i protocolli di allenamento erano DIVERSISSIMI!

Gli stessi calciatori facevano interminabili sessioni lunghe/lente, che oggi sono del tutto scomparse.

La corsa lenta, negli sport come tennis e calcio... trova utile collocazione come riscaldamento generale e come defaticamento.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Satrapo il Mer 18 Lug 2012, 11:39

correnelvento ha scritto:
Satrapo ha scritto:


Di più francamente non so, quello che citi tu mi sembra tutto giusto e condivisibile per carità, però me l'hanno fatto fare, e lo fanno fare ancora..

P.s: ovviamente ripeto che si tratta di due sessioni a settimana, poi tutto il lavoro di interval, scatti, ripetute viene fatto con molta più frequenza e intensità eh!

Sat... sul fatto che te lo abbiano fatto fare, non ci sono dubbi!

Il fatto è che 20 anni fa i protocolli di allenamento erano DIVERSISSIMI!

Gli stessi calciatori facevano interminabili sessioni lunghe/lente, che oggi sono del tutto scomparse.

La corsa lenta, negli sport come tennis e calcio... trova utile collocazione come riscaldamento generale e come defaticamento.

E allora metto il tutore e li vado a denunciare per maltrattamenti!

OT: Ricordatevi di bere alla salute della mia caviglia!!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da oedem il Mer 18 Lug 2012, 12:14

correnelvento ha scritto:A ritmi BLANDI non si potenzia quasi per nulla l'apparato cardio-vascolare.
su questo sono un po' scettico basandomi su quanto sto notando sul mio fisico.

dall'inizio ho corso con un cardiofrequenzimetro e posso dirti che, se inizialmente tenevo i 150bpm viaggiando sui 7min/km, ora alla stessa frequenza viaggio sui 6min/km e non sto assolutamente in "apnea", ossia riesco a chiaccherare abbastanza agevolmente.
inoltre la mia frequenza cardiaca a riposo è passata da 48bpm a 42.

ciò significherebbe che il mio cuore ora è allenato e riesco a correre più velocemente a parità di frequenza e a riposo quasi si annoia di battere Analizzatemi - Pagina 4 786556

le ripetute servono, a livello cardiaco, a migliorare la capacità di recupero, cosa per il tennis molto valido.

però credo sia primario avere una condizione fisica accettabile tale che permetta di reggere scambi prolungati, anche con spostamenti limitati.

corre, credo che tu, a differenza di molti qui, abbia già una condzione fisica superiore grazie ad anni di palestra e tante partite giocate sopra le 2 ore e ciò ti fa partire comunque in vantaggio in confronto a tanti quarta bassa che, oltre ad essere scarsi, sono anche immobili asd

p.s.: raggiungere i 10km è stato un puro sfizio personale e farli sotto i 60' è il primo passo, in ambito di running, per avere una condizione accettabile (si chiama test del moribondo)
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 12:54

oedem ha scritto:
correnelvento ha scritto:A ritmi BLANDI non si potenzia quasi per nulla l'apparato cardio-vascolare.
su questo sono un po' scettico basandomi su quanto sto notando sul mio fisico.


Attenzione: non vorrei essere frainteso.

La mia frase che hai riportato si riferisce a SOGGETTI ALLENATI!

E' ovvio che un sedentario trarrà benefici e potenziamenti cardio-vascolari da un protocollo lungo/lento....

Ma un atleta allenato, non avrà ALCUN potenziamento cardio-vascolare da un'ora di corsetta blanda...
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da cobrama il Mer 18 Lug 2012, 12:59

correnelvento ha scritto:
oedem ha scritto:
correnelvento ha scritto:A ritmi BLANDI non si potenzia quasi per nulla l'apparato cardio-vascolare.
su questo sono un po' scettico basandomi su quanto sto notando sul mio fisico.


Attenzione: non vorrei essere frainteso.

La mia frase che hai riportato si riferisce a SOGGETTI ALLENATI!

E' ovvio che un sedentario trarrà benefici e potenziamenti cardio-vascolari da un protocollo lungo/lento....

Ma un atleta allenato, non avrà ALCUN potenziamento cardio-vascolare da un'ora di corsetta blanda...

confermo!! quando ero sano una corsetta non mi faceva una 'pippa' (nel senso non mi serviva a niente)
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Satrapo il Mer 18 Lug 2012, 13:30

Ragazzi comunque mi hanno appeno confermato che i top-players in off-season fanno TUTTI 2-3 sedute di corsa su lunghe distanze a settimana.

La Wozniaki in off season fa sessioni da 7 miglia in 50 minuti. (!!)

Ovviamente non fa solo quello, una miriade di interval, scatti, potenziamento e fino a 4 ore al giorno sul campo.

La parola a Sergio: perchè le fanno tutti ste sessioni se non servono a niente?
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 14:47

Satrapo ha scritto:Ragazzi comunque mi hanno appeno confermato che i top-players in off-season fanno TUTTI 2-3 sedute di corsa su lunghe distanze a settimana.

La parola a Sergio: perchè le fanno tutti ste sessioni se non servono a niente?

Mi permetto di farti notare (ma lo sai) che l'OFF SEASON nel tennis professionistico, dura 3-4 settimane! Rolling Eyes

correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da frank il Mer 18 Lug 2012, 14:54

Sta Off Season la faccio pure io ad agosto...ma non faccio proprio niente Analizzatemi - Pagina 4 786556 riposo assoluto!
frank
frank

Messaggi : 5697
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 48
Località : Latina...già Littoria Olim Palus

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Satrapo il Mer 18 Lug 2012, 15:07

correnelvento ha scritto:
Satrapo ha scritto:Ragazzi comunque mi hanno appeno confermato che i top-players in off-season fanno TUTTI 2-3 sedute di corsa su lunghe distanze a settimana.

La parola a Sergio: perchè le fanno tutti ste sessioni se non servono a niente?

Mi permetto di farti notare (ma lo sai) che l'OFF SEASON nel tennis professionistico, dura 3-4 settimane! Rolling Eyes


Si si, in generale si parla di 8-10 settimane complessive durante l'anno perchè qualche training block durante la stagione va ritagliato, ma comunque non si fanno nemmeno i carichi durante la stagione. Il punto da capire è perchè quando si preparano introducano queste sessioni di corsa prolungata.. Rolling Eyes
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da correnelvento il Mer 18 Lug 2012, 15:10


Qui ci vuole il Sergio Guru... ave
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16928
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Analizzatemi - Pagina 4 Empty Re: Analizzatemi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum