Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 9 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 9 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da gabr179 Oggi alle 07:09

» Impresa impossibile
Da Chiros Oggi alle 07:00

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Gio 09 Lug 2020, 18:37

» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Gio 09 Lug 2020, 16:32

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

parliamo di diritto scuola spagnola?

Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da Ospite il Sab 17 Nov 2012, 17:41

http://www.tennisplayer.net/public/classiclessons/chris_lewit/the_spanish_forehand/index.html

Girando per la rete ho trovato questo articolo: vi va di commentarlo insieme?
Grazie a chi interverrà

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da veterano il Dom 18 Nov 2012, 17:01

L'articolo e' molto interessante,pero'questo dritto non lo vedo come tipico della scuola spagnola.La denominazione dritto alla spagnola credo che cominciata anni fa perche' gli spagnoli avevano una base di gioco impostata sulla terra rossa percio' piu basato sula rotazioni.L'articolo mi piace ,per esempio quando parla del differente modo di colpire la palla se a braccio piu esteso o piegato,oppure della diferenza dei finali.Vorrei pero' sottolineare una cosa.Tecnicamente come ormai credo che tutti sappiano ci si affida ai famosi angoli polso-braccio-rachetta,che poi il braccio sia in certi casi piu disteso o meno fa tutto parte della personalizzazione del colpo,da non sottovalutare e da cercare di far crescere e sviluppare con l'atleta o l'allievo in fase di crescita,cercando di assecondare il movimento piu' naturale possibile,ma sempre pensando ad un gesto tecnico il piu' efficace possibile.
Il dritto di Nadal che fa vedere nel video' e un dritto che ormai si insegna da anni ma non solo in spagna.se poi parliamo del colpo che tira quando e' in difficolta e del finale che fa,fa tutto parte del suo repertorio,cioe' per lui in base alle sue possibilita fisiche e tecniche e' un colpo efficace e naturale.per chi lo vuole imitare cecando di averne gli stessi effetti puo' diventare invece uno svantagio piu' che un beneficio,percio' bisogna valutare un po il singolo caso.Si parte sempre da una base,che al momento non puo essere il dritto alla Nadal per le ragioni elencate sopra,ma da quella base diciamo standard,ci possono essere delle evoluzioni,il problema e' sapere quando intervenire o meno,e li ci va uno bravo..........ma anche una buona dose di fortuna.
veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da Ospite il Dom 18 Nov 2012, 17:16

innanzitutto grazie per il tuo intervento, veterano.

Sei d'accordo su quello che si dice nell'articolo e in particolare: sull'attendere la palla invece che andarle incontro), farla scendere e solo dopo colpirla (anzichè cercare l'apice del rimbalzo)?

Sono tutti principi in contrasto con il tennis che mi hanno sempre insegnato e comunque richiedono maggiore forza fisica

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da marco61 il Dom 18 Nov 2012, 17:34

g867500 ha scritto:innanzitutto grazie per il tuo intervento, veterano.

Sei d'accordo su quello che si dice nell'articolo e in particolare: sull'attendere la palla invece che andarle incontro), farla scendere e solo dopo colpirla (anzichè cercare l'apice del rimbalzo)?

Sono tutti principi in contrasto con il tennis che mi hanno sempre insegnato e comunque richiedono maggiore forza fisica
Articolo molto interessante, ti ringrazio per averlo postato. L'avevo letto ieri velocemente ma è piuttosto lungo e aspettavo uno spunto per poterlo commentare.
Ecco, ciò che ho sottolineato in neretto è interessante. Io sto lavorando col maestro per riuscire a colpire la palla all'apice del rimbalzo, cosa che con la mia impugnatura risulta piuttosto complessa. Vuoi vedere che stiamo sbagliando strada? boh

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10986
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da Ospite il Dom 18 Nov 2012, 18:05

In realtà si è sempre consigliato di prendere la palla all'apice del rimbalzo, o meglio ancora prima, per sfruttare la potenza della palla dell'avversario (appoggiarsi sulla palla) e togliere tempo all'avversario.

L'estensore dell'articolo che cito invece dice che bisogna aspettare che la palla scenda per darle più facilmente il top, ma è un gioco molto faticoso.

Comunque in un articolo del settembre 2011 del tennis italiano toni nadal consigliava di far scendere la palla o anticiparla a seconda della zona di campo in cui si colpisce.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da oedem il Dom 18 Nov 2012, 20:49

all'apice del rimbalzo?
e se beccate un toppone allora dovete prendere una scala per colpirlo all'apice del rimbalzo oppure dovete chiamarvi Agassi lol!

io sapevo semplicemente che il punto di impatto ottimale è quello orientativamente ad altezza anca
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da marco61 il Dom 18 Nov 2012, 21:58

Medè, per quanto possa essere alto il rimbalzo di un dritto, riuscire a colpire nel punto più alto (per chi è capace) comporta il vantaggio di poter schiacciare direttamente la palla verso il terreno senza preoccuparsi di fargli scavalcare la rete. I Top players arrivano a colpire anche ad altezza della testa.
Colpire con la palla all'altezza dell'anca è la situazione più comoda, ma riuscire ad anticipare porta un bel vantaggio.
Senza scomodare i Top players, guarda come Niki colpiva sulla risposta al servizio già 5 anni fa:


_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10986
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da MSport il Lun 19 Nov 2012, 08:59

francamente mi sembra un colpo che pochi possono adottare in maniera continuativa, poichè da quello che vedo:
- implica una importante rotazione della racchetta (e quindi spalle e tutta la catena cinetica ) praticamente a 360 gradi che non è per tutti e che comunque credo necessiti di un reset importante della modalità con cui si colpisce il diritto da cui derivano importanti tempi di curva di apprendimento.
- ho l'impressione che giocata a velocita "umane" produca o palle alte e profonde da pallettaro oppure corte ed attaccabili dall'avversario se non colpite più che bene.
Per diventare efficaci e potenti (e anche per gestire situazioni transizionali difesa - attacco) ho idea che necessitino di un dispendio energetico davvero importante e non alla portata di tutti, roba da terza categoria in su, cioè gente che si allena con frequenza .
poi magari mi sbaglio........


Ultima modifica di Msport il Lun 19 Nov 2012, 09:09, modificato 1 volta
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da Maurizio il Lun 19 Nov 2012, 09:00

dal piccolo della mia esperienza, io la vedo così: una palla arrotata, potente e profonda allo stesso tempo deve necessariamente essere anticipata, pena una perdita di campo che a certi livelli è insostenibile; e per questo, deve essere colpita non solo all'apice ma, talvolta, anche prima che lo raggiunga.
Ma se la palla non è profonda e pertanto non ci spinge troppo oltre la riga di fondo, il lasciar iniziare la parabola di discesa facilita le cose a livello di controllo e permette di imprimere più facilmemte rotazione al proprio colpo, ovviamente senza lasciarla scendere troppo che poi subentrano altri problemi
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da Lupo65 il Lun 19 Nov 2012, 10:16

Msport ha scritto: e che comunque credo necessiti di un reset importante della modalità con cui si colpisce il diritto da cui derivano importanti tempi di curva di apprendimento.

Ho dovuto chiedere a Stephen Hawking di spiegarmi cosa intendessi dire.

Ci sta ancora pensando parliamo di diritto scuola spagnola? 786556 ....mi sa un po di supercazzola prematurata Very Happy lol!
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da MSport il Lun 19 Nov 2012, 11:21

Lupo65 ha scritto:
Msport ha scritto: e che comunque credo necessiti di un reset importante della modalità con cui si colpisce il diritto da cui derivano importanti tempi di curva di apprendimento.

Ho dovuto chiedere a Stephen Hawking di spiegarmi cosa intendessi dire.

Ci sta ancora pensando parliamo di diritto scuola spagnola? 786556 ....mi sa un po di supercazzola prematurata parliamo di diritto scuola spagnola? 416200 lol!

bastava chiedessi a Ioda, c'est plus facile...... parliamo di diritto scuola spagnola? 416200
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da Lupo65 il Lun 19 Nov 2012, 11:35

Capito ti ho! parliamo di diritto scuola spagnola? 786556 lol!
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da veterano il Lun 19 Nov 2012, 15:57

g867500 ha scritto:In realtà si è sempre consigliato di prendere la palla all'apice del rimbalzo, o meglio ancora prima, per sfruttare la potenza della palla dell'avversario (appoggiarsi sulla palla) e togliere tempo all'avversario.

L'estensore dell'articolo che cito invece dice che bisogna aspettare che la palla scenda per darle più facilmente il top, ma è un gioco molto faticoso.

Comunque in un articolo del settembre 2011 del tennis italiano toni nadal consigliava di far scendere la palla o anticiparla a seconda della zona di campo in cui si colpisce.
Come gia' deto da altri utenti il fare abbasare la palla ed aspettarla va un po contro i canoni del tennis che fino ad ora dicono di cercare di colpirla in fase ascendente e personalmente mi trova daccordo.che poi ci siano dei casi dove si puo o si deve farla abbasare ci puo' anche stare ma non deve essere un abitudine.Con Toni Nadal avevo fatto quattro chiacchere ad un simposio di tennis un po di anni fa e parlando prorpio di questo colpire un po indietro e di fare abbasare troppo la palla mi aveva detto che hanno cercato di correggerlo motle volte da piccolo ma non ce stato niente da fare,e poi diceva,se alla fine i risultati sono buoni perche' cambiare.Ora non so cosa dica nell articolo del tennis italiano bisognerebbe vedere se parla per quello che riguarda Raffa o a livello generale.
veterano
veterano

Messaggi : 913
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da Maurizio il Mar 20 Nov 2012, 09:42

Diciamo anche che per colpire (con costanza, non occasionalmente) in anticipo ci vuole un gran gioco di gambe e un bel timing. E dare rotazione su una palla in ascesa necessita di una gran velocità di braccio. Discorso, perciò, secondo me applicabile se si rimane in ambito di gioco ad alto livello. Quello che ho potuto personalmente vedere è che dove va mio figlio, uno dei punti su cui i maestri insistono nell'allenare i ragazzi più promettenti è il "non far abbassare la palla"
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da albesca il Dom 25 Nov 2012, 19:04

Maurizio ha scritto:Diciamo anche che per colpire (con costanza, non occasionalmente) in anticipo ci vuole un gran gioco di gambe e un bel timing. E dare rotazione su una palla in ascesa necessita di una gran velocità di braccio. Discorso, perciò, secondo me applicabile se si rimane in ambito di gioco ad alto livello. Quello che ho potuto personalmente vedere è che dove va mio figlio, uno dei punti su cui i maestri insistono nell'allenare i ragazzi più promettenti è il "non far abbassare la palla"


Mah, non sono convinto sai che con palla in ascesa sia piu' difficile dare rotazione....
... la palla in ascesa è piu' viva, morde meglio le corde, in teoria potrebbe
essere un vantaggio... certo quando parliamo di contatti intorno al metro da terra,
cambiano le leve e per indurre rotazione il colpo va condotto in maniera differente.

E' vero pero' che la palla in caduta, diciamo a mezzo metro da terra, si lasci arrotare piu' facilmente, ma quella è una questione di leva ovvero il gomito puo' lavorare molto vicino al fianco e l'avambraccio cosi' fa molta piu' leva .... ma è dispendioso, devi stare molto dietro e comunque, tra giocatore che aspetta e giocatore che anticipa, teoricamente non dovrebbe esserci partita.

Per un breve periodo io l'ho provato... in effetti qualche bel toppone bello pieno e
lavorato mi usciva... ma ragazzi, per coprire il campo in questo modo, sopratutto a livello amatoriale che di tutto ti arriva tranne una palla a profondita' costante c'è da sputare l'anima !!
Alla fine sono passato ad un dritto piu' "orizzontale" e potendo colpire la palla piu' alta non ho bisogno di stare 3 metri dietro ( gambe e polmoni ringraziano..).

Purtroppo il contatto alto obbliga a staccare il gomito dal fianco e diventa un po piu' complicato essere precisi... a meno che non siate come il mio socio del giovedi': lui "mira alle righe" ... Smile
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

parliamo di diritto scuola spagnola? Empty Re: parliamo di diritto scuola spagnola?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum