Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 6 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da miguel Oggi alle 09:18

» Con che racchetta state giocando?
Da giascuccio Oggi alle 08:28

» Fabio Fognini
Da squalo714 Ieri alle 19:21

» Lorenzo Musetti
Da correnelvento Ieri alle 13:18

» Sinner, e la sua racchetta
Da yatahaze Ieri alle 12:23

» Auguri Aless
Da Chiros Ieri alle 11:01

» Giovani italiani fanno ben sperare.
Da max1970 Ieri alle 10:02

» Pure Strike 98 - 16:19 - 2018
Da correnelvento Mer 23 Set 2020, 15:58

» Djokovic, cosa succede?
Da Chiros Dom 20 Set 2020, 09:40

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da yatahaze Sab 19 Set 2020, 00:49

» preparazione invernale (scheda)
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 23:09

» Una palestra completa, con 70€
Da gabr179 Ven 18 Set 2020, 22:39

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Pagina 1 di 9 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da sergiocosta il Ven 07 Dic 2012, 13:57

buongiorno a tutti, ritorno a scrivere dopo un po di tempo con una riflessione ad alta voce sull'importanza della psicologia nel tennis, o meglio, su quanti realmente siano convinti che anche questo aspetto vada e debba essere approfondito. Questa riflessione è nata perchè qui a roma sto iniziando a girare un po circoli ed a proporre un progetto di consulenza ed intervento proprio in questo ambito. Per ora tutti i maestri che ho incontrato credono fortemente nell'aspetto mentale e nel suo allenamento, e quindi mi sorge spontanea una domanda: ma perchè alla fine non si allena mai ? apparte l'acclarato problema economico (che se poi lo andiamo ad analizzare nel tennis non è così presente), non è che niente niente questo freno risiede negli atleti e nei genitori? oppure è un insieme di cose ? lancio questo sasso perchè tra i vari commenti, anche qui sul forum, alla fine si parla del mentale, ma per molti non conta quasi niente, e alcune volte non viene neanche citato tra le possibli cause o aspetti di miglioramento, quindi, beccatevi questa riflessione, e magari poi discutiamone va..

Il tennis è il tipico sport individuale per il quale si richiedono delle abilità psicologiche particolarmente sviluppate. La strada per la crescita del giovane tennista non passa attraverso il solo processo d’insegnamento/apprendimento di abilità tattiche, tecniche e fisiche tradizionalmente affidato a maestro e preparatore atletico, ma anche tramite quella mentale. Se infatti suddividessimo in parti uguali il lavoro da svolgere, ogni dimensione meriterebbe il 25% di spazio durante l’allenamento, tuttavia, la parte mentale non prevede uno specialistica che si occupi di questo campo, ma soprattutto non viene, se non i casi eccezionali, approfondita ed integrata. Inoltre, se pensassimo che per creare un giocatore agonista ad alti livelli si richiederebbero almeno 10000 ore di allenamento intensivo, quanti dedicano 4000 ore della loro pratica al mentale?

Molti penseranno che basti disputare partite ed acquisire esperienza per allenarsi mentalmente; è evidente che esperienza ed esposizione a situazioni agonistiche aiutino a migliorare la prestazione mentale ma certamente da sole non bastano e comunque non sono le situazioni ottimali. Anche palleggiare contro un muro serve per imparare la tecnica, ma allora perché affidarsi all’allenamento specifico di un maestro?

Lo psicologo dello sport non è un tecnico, quindi non eroga servizi concernenti consigli o strategie tecniche e tattiche, ma riveste un ruolo ben definito, quello di esperto di tematiche psicologiche e psico-pedagogiche nei confronti di tutti i membri della Società sportiva. Lo psicologo sportivo non ha il compito di curare gli atleti che hanno problemi psicologici, così come non è un mago che trasforma un principiante in un campione, ma il suo compito è quello di orientarsi verso la crescita dell’individuo sano attraverso l’ottimizzazione delle sue risorse emotivo-cognitive. Quindi perchè tutta questa paura ?!

Il giocatore moderno deve essere in possesso di una tecnica raffinata, di brillanti capacità tattico-strategiche, nonché di una eccelsa preparazione atletica, ma queste caratteristiche non saranno sufficienti a portarlo alla vittoria se non saranno correlate ad altre qualità psicologiche.

Infatti se condividiamo che il tennis è…:
• un’attività Open Skills: il giocatore affronta situazioni sempre diverse alle quali deve rispondere rapidamente;
• uno sport individuale: il giocatore è l’unico protagonista e l’unico responsabile del risultato;
• uno sport che non prevede, durante lo svolgimento del match, nè coaching, né time out: il giocatore è da solo sia nell’elaborare la tattica di gioco che nel gestire momenti di sconforto e di difficoltà;
• uno sport in cui non esiste la possibilità di pareggio: da un match si può uscire solo vincitori o vinti;
• uno sport in cui non esistono limiti di tempo: non è possibile prevedere quale sarà la durata di un incontro;
• uno sport che non ha valori assoluti di confronto;
• uno sport in cui la vittoria non è mai assicurata: il risultato può essere rimesso in discussione in qualunque momento del match.

…e che l’attività del tennista può essere suddivisa in 5 fasi, ciascuna delle quali presenta delle caratteristiche specifiche, e su cui si deve andare a lavorare: A – Allenamento; B - Avvicinamento alla partita; C – Prepartita; D – Partita; E – Scarico ...

...come facciamo ancora a dire che l'aspetto mentale non incida sulla prestazione del giocatore e sul suo modo di vedere, vivere, giocare il tennis ?! Cosa vi spaventa realmente ?!
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da oedem il Ven 07 Dic 2012, 14:19

in tutti gli sport il fattore psicologico entra in gioco solo ad alti livelli e, secondo me, solo a quei livelli può avere rilievo perché a quei livelli la differenza è minima tra gli avversari.

Se però si parla di giocatori amatoriali o modesti, sinceramente l'importanza che può avere è così minima che risulta principale risolvere e lavorare su lacune che assumono maggior rilievo, tecniche, tattiche e/o fisiche.

l'unica cosa "mentale" che conta ai nostri livelli è la concentrazione. se c'è questa, si riesce a rendere per quanto valiamo
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da miguel il Ven 07 Dic 2012, 14:29

diciamo che il fattore mentale entra in gioco quando i due contendenti sono a pari livello (qualunque sia).
spesso poi attribuiamo ad un giocatore delle qualità agonistiche/mentali (che magari sono invece nella media) perché influenzati dal suo modo di stare in campo. ad esempio tanti erano in passato convinti che becker fosse molto più forte mentalmente di un edberg cosa che invece il campo ha più smentito
miguel
miguel

Messaggi : 5490
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da sergiocosta il Ven 07 Dic 2012, 14:38

per me il punto centrale è: condividete o meno gli aspetti sopra elencati del gioco tennis ? perchè se per voi il tennis è fatto di tutte quelle cose la, allora non potete negare, se non a voi stessi, che l'aspetto psicologico sia strettamente collegato, a tutti i livelli (purtroppo infatti vi fossilizzate sull'agonismo, o meglio su i top level, quando il tennis, così come qualsiasi altro sport, si gioca prima di tutto a livello amatoriale)..e poi ve lo farò notare nello specifico..

..inoltre, vi sprono a inserire altri aspetti di gioco del tennis, ed io vi farò vedere i "collegamenti mentali", come un vero mago riesce a tirare fuori il coniglio dal cilindro..
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da oedem il Ven 07 Dic 2012, 15:37

miguel, ma tra due giocatori di pari livello che hanno ancora ampi margini tecnici e fisici da migliorare, tu gli consiglieresti di lavorare su questi o sul fattore mentale?

imho sta tutto qui ossia: percentualmente, quanto può incidere il fattore mentale?.

se ci sono ancora lacune in altri settori, se non so tirare 10 incrociati di seguito e arrivare sempre bene sulla palla, ha poco senso, dal mio punto di vista, focalizzarsi sull'influenza che può avere la testa.

se quando entro in campo sto concentrato, farò e riuscirò a fare quello per cui mi sono allenato (purché l'avversari me lo permetta)


sergiocosta ha scritto:Infatti se condividiamo che il tennis è…:
• un’attività Open Skills: il giocatore affronta situazioni sempre diverse alle quali deve rispondere rapidamente;
si, e qua è fondamentale l'aver immagazinato in toto la tecnica e tattica, in modo che il colpo sia la cosa più normale e naturale
sergiocosta ha scritto:• uno sport individuale: il giocatore è l’unico protagonista e l’unico responsabile del risultato;
si
sergiocosta ha scritto:• uno sport che non prevede, durante lo svolgimento del match, nè coaching, né time out: il giocatore è da solo sia nell’elaborare la tattica di gioco che nel gestire momenti di sconforto e di difficoltà;
no
se non erro è possibile il coaching nei tornei femminili, così mi era sembrato tempo fa. e comunque c'è una sorta di time-out ogni 2 game
sergiocosta ha scritto:• uno sport in cui non esiste la possibilità di pareggio: da un match si può uscire solo vincitori o vinti;
questo in quasi tutti gli sport in quanto c'è sempre un confronto tra sportivi
sergiocosta ha scritto:• uno sport in cui non esistono limiti di tempo: non è possibile prevedere quale sarà la durata di un incontro;
si
sergiocosta ha scritto:• uno sport che non ha valori assoluti di confronto;
cioé? cosa intendi?
sergiocosta ha scritto:• uno sport in cui la vittoria non è mai assicurata: il risultato può essere rimesso in discussione in qualunque momento del match.
si

sergiocosta ha scritto:…e che l’attività del tennista può essere suddivisa in 5 fasi, ciascuna delle quali presenta delle caratteristiche specifiche, e su cui si deve andare a lavorare: A – Allenamento; B - Avvicinamento alla partita; C – Prepartita; D – Partita; E – Scarico ...
avvicinamento alla partita?
prepartita?
scarico?

sicuro che stiamo parlando anche di tennis amatoriale e bassa classifica? Presupposti o invenzioni nel tennis ? 786556
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da miguel il Ven 07 Dic 2012, 15:50

ripeto se uno gioca meglio dell'altro a tennis puoi avere una mente fortissima ma ti servirà a poco.
secondo me il fattore mentale é da allenare da ragazzini se si ha intenzione di tentare già dalla tenera età di fare di un bambino un professionista (caso quinzi per esempio). in quel caso sarebbe bene allenare la mente di pari passo con la tecnica perché le cose si assimilano meglio da giovani e forse dopo una certa età non sono più apprendibili al 100%
non ricordo di diceva che essere stupidi non era fondamentale nel tennis ma aiutava... io in parte concordo anche perché la tendenza attuale a tutti i livelli é fare giocatori che tirano forte, corrono molto e pensano poco
miguel
miguel

Messaggi : 5490
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da john mc edberg il Ven 07 Dic 2012, 16:28

miguel ha scritto:diciamo che il fattore mentale entra in gioco quando i due contendenti sono a pari livello (qualunque sia).

Ecco. Ora ci siamo
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da john mc edberg il Ven 07 Dic 2012, 16:33

oedem ha scritto:miguel, ma tra due giocatori di pari livello che hanno ancora ampi margini tecnici e fisici da migliorare, tu gli consiglieresti di lavorare su questi o sul fattore mentale?

imho sta tutto qui ossia: percentualmente, quanto può incidere il fattore mentale?.

se ci sono ancora lacune in altri settori, se non so tirare 10 incrociati di seguito e arrivare sempre bene sulla palla, ha poco senso, dal mio punto di vista, focalizzarsi sull'influenza che può avere la testa.

se quando entro in campo sto concentrato, farò e riuscirò a fare quello per cui mi sono allenato (purché l'avversari me lo permetta)



Chiaro che se ci sono lacune tecniche e fisiche è sempre meglio lavorare su quelle, ma per quanto potrai migliorare potresti sempre imbatterti in un tuo pari livello, a partire da nc a seconda ed in quel caso ecco che il fattore mentale può fare la differenza

john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da Chiros il Ven 07 Dic 2012, 16:50

Avoja che fa la differenza Smile
Ieri ho iniziato bene e come al solito mi sono sciolto (problema di testa).
Dopo aver perso 9 giochi di seguito, è venuto uno da fuori campo e mi ha detto che ero poco concentrato, quasi svogliato.
Mi sono messo a giocare come mai ho fatto, ho vinto 4 dei 5 giochi successivi, coprendo bene il campo perchè ero concentrato, un altro giocatore.

Poi stamattina ero mezzo morto (dopo due ore di partita e dopo aver giocato quasi tutti gli ultimi giorni), ma soddisfatto. Ho scoperto una mia nuova frontiera.

E questo vale nella mia pippaggine, per questo lo scrivo Smile
Chiros
Chiros

Messaggi : 4839
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da oedem il Ven 07 Dic 2012, 16:58

john mc edberg ha scritto:Chiaro che se ci sono lacune tecniche e fisiche è sempre meglio lavorare su quelle, ma per quanto potrai migliorare potresti sempre imbatterti in un tuo pari livello, a partire da nc a seconda ed in quel caso ecco che il fattore mentale può fare la differenza
si, ma questo ragionamento lo si può fare sempre su tutto
puoi anche trovare uno di tuo pari livello "mentale" ma più forte in altro.

quindi sorge una domanda: quanto incide il fattore mentale?
quanto è importante rispetto a tecnica e fisico?
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da oedem il Ven 07 Dic 2012, 17:01

Chiros ha scritto:Avoja che fa la differenza Smile
Ieri ho iniziato bene e come al solito mi sono sciolto (problema di testa).
Dopo aver perso 9 giochi di seguito, è venuto uno da fuori campo e mi ha detto che ero poco concentrato, quasi svogliato.
Mi sono messo a giocare come mai ho fatto, ho vinto 4 dei 5 giochi successivi, coprendo bene il campo perchè ero concentrato, un altro giocatore.
concentrazione, ecco l'unica cosa che conta al nostro livello, imho.

Se vado in campo a fare la partitella a ridere e scherzare giocherò peggio rispetto a entrare in campo centrato e concentrato dove invece riuscirò ad ottimizzare quanto so fare
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da Chiros il Ven 07 Dic 2012, 17:08

oedem ha scritto:
Chiros ha scritto:Avoja che fa la differenza Smile
Ieri ho iniziato bene e come al solito mi sono sciolto (problema di testa).
Dopo aver perso 9 giochi di seguito, è venuto uno da fuori campo e mi ha detto che ero poco concentrato, quasi svogliato.
Mi sono messo a giocare come mai ho fatto, ho vinto 4 dei 5 giochi successivi, coprendo bene il campo perchè ero concentrato, un altro giocatore.
concentrazione, ecco l'unica cosa che conta al nostro livello, imho.

Se vado in campo a fare la partitella a ridere e scherzare giocherò peggio rispetto a entrare in campo centrato e concentrato dove invece riuscirò ad ottimizzare quanto so fare

Ma io mica stavo giocando a scherzare o a perdere. Qualcosa è scattato.


Ma quanto avete rosicato quando avete perso contro uno più scarso tecnicamente ma più forte mentalmente?
Chiros
Chiros

Messaggi : 4839
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da oedem il Ven 07 Dic 2012, 17:12

Chiros ha scritto:Ma io mica stavo giocando a scherzare o a perdere. Qualcosa è scattato.


Ma quanto avete rosicato quando avete perso contro uno più scarso tecnicamente ma più forte mentalmente?
Chiros, facevo un esempio, mica ho detto che giocavi x perdere Wink

Io rosico se perdo ma mi incavolo maggiormente se so di non aver dato il massimo o se ho peccato in concentrazione (e questa cosa mi capita spesso).

sinceramente ancora non ho giocato contro qualcuno che ha vinto solo perché più forte mentalmente.
Incontro invece giocatori smaliziati e che sanno distrarti o usano altri trucchetti per far scemare la tua concentrazione.
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da Chiros il Ven 07 Dic 2012, 17:29

Tu hai detto: "Se vado in campo a fare la partitella a ridere e scherzare giocherò peggio rispetto a entrare in campo centrato e concentrato dove invece riuscirò ad ottimizzare quanto so fare"

T'assicuro che ero concentrato, solo che non andavo proprio.
Poi è cominciato ad entrare il servizio perchè colpivo la palla sciolto e più in alto, mi ha portato molti punti. Allo stesso tempo mi mettevo di lato bene per colpire la palla, coprivo subito il campo al centro. Perchè non l'ho fatto prima? Non so. T'assicuro però che ero entrato bene sul campo, infatti avevo iniziato vincendo.

Invece quello che stava dall'altra parte era l'esempio di quello con la testa forte. Tecnicamente peggiore di me, era invece concentratissimo, con gli occhi azzurri sempre spalancati a fissare la palla che ancora me li ricordo, non parlava mai e non sbagliava. Da quando lo conosco, ho capito la forza della testa.
Ha un rovescio che fa cacare eppure ha già vinto quache torneo oppure arriva in finale spesso. Pure nel doppio, eppure mi sembra che non abbia tecnica. Shocked
Chiros
Chiros

Messaggi : 4839
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da john mc edberg il Ven 07 Dic 2012, 17:32

oedem ha scritto:
john mc edberg ha scritto:Chiaro che se ci sono lacune tecniche e fisiche è sempre meglio lavorare su quelle, ma per quanto potrai migliorare potresti sempre imbatterti in un tuo pari livello, a partire da nc a seconda ed in quel caso ecco che il fattore mentale può fare la differenza
si, ma questo ragionamento lo si può fare sempre su tutto
puoi anche trovare uno di tuo pari livello "mentale" ma più forte in altro.

quindi sorge una domanda: quanto incide il fattore mentale?
quanto è importante rispetto a tecnica e fisico?

Ma infatti... secondo me vale su tutto.

Pari livello mentale ma più forte tecnicamente ... perdo
Pari livello mentale ma più forte atleticamente ... perdo
Pari livello tecnico ad atletico ma più forte mentalmente .... perdo

Amedeo è chiaro che la testa nel nostro sport ed al nostro livello incide infinitamente meno di tecnica e gambe.
Concordavo però sulla frase di miguel. Anzichè dire che a bassissimi livelli la testa non conta tout court, bisogna vedere il livello dei contendenti. Se io gioco con un 4.2 mi massacra anche se sono concentrato ed uso la testa come va usata.
Se gioco contro un giocatore a me speculare, la testa, il modo con cui la si usa, può fare, ed imho fa, la differenza
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da oedem il Ven 07 Dic 2012, 18:06

Chiros ha scritto:Tu hai detto: "Se vado in campo a fare la partitella a ridere e scherzare giocherò peggio rispetto a entrare in campo centrato e concentrato dove invece riuscirò ad ottimizzare quanto so fare"
si ma non era rivolto direttamente a te e scusami se così è sembrato Embarassed, era un esempio generale

Chiros ha scritto:T'assicuro che ero concentrato, solo che non andavo proprio.
Poi è cominciato ad entrare il servizio perchè colpivo la palla sciolto e più in alto, mi ha portato molti punti. Allo stesso tempo mi mettevo di lato bene per colpire la palla, coprivo subito il campo al centro. Perchè non l'ho fatto prima? Non so. T'assicuro però che ero entrato bene sul campo, infatti avevo iniziato vincendo.
forse avevi iniziato bene e, forte del vantaggio, hai avuto un rilassamento involontario.

Chiros ha scritto:Invece quello che stava dall'altra parte era l'esempio di quello con la testa forte. Tecnicamente peggiore di me, era invece concentratissimo, con gli occhi azzurri sempre spalancati a fissare la palla che ancora me li ricordo, non parlava mai e non sbagliava. Da quando lo conosco, ho capito la forza della testa.
Ha un rovescio che fa cacare eppure ha già vinto quache torneo oppure arriva in finale spesso. Pure nel doppio, eppure mi sembra che non abbia tecnica. Shocked
tra noi scarsi ce ne sono miliardi di giocatori così e ne conosco tantissimi e anche a me capita di perderci.
e mi sento dire "ma come hai fatto, tu sei più bravo, etc etc etc" (le solite frasi di questo genere)
però se ci perdo vuol dire che sono più scarso perché, anche se sono tecnicamente impostato meglio, nel momento in cui faccio gratuiti mentre lui colpisce tutto col manico ma me la manda sempre in campo, vuol dire solo che lui ottimizza ciò che sa fare e fa ciò che a tennis si deve fare (ai nostri livelli): correre e buttare la palla nel campo avversario.

p.s.: è sempre un ragionamento generale e non riferito a te. ho solo preso spunto da quanto hai scritto Wink

john mc edberg ha scritto:...
Concordavo però sulla frase di miguel. Anzichè dire che a bassissimi livelli la testa non conta tout court, bisogna vedere il livello dei contendenti.
....
Se gioco contro un giocatore a me speculare, la testa, il modo con cui la si usa, può fare, ed imho fa, la differenza
Stefano, concordo con te però resto di una idea: al nostro livello ed età, piuttosto che allenare la testa e dedicare tempo in ciò, preferisco di gran lunga curare gli aspetti fisici e tecnici (che presentano enormi lacune) contrariamente a quanto dice sergiocosta in questo post.
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da fab9000 il Ven 07 Dic 2012, 18:12

oedem ha scritto:
sergiocosta ha scritto:• uno sport che non ha valori assoluti di confronto;
cioé? cosa intendi?
penso intende nel fatto che se A batte sempre B e B batte sempre C non è detto che A batte C
che è pure il bello del tennis Wink
fab9000
fab9000

Messaggi : 210
Data d'iscrizione : 10.10.11
Età : 50
Località : latina

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da Chiros il Ven 07 Dic 2012, 18:22

oedem ha scritto:
tra noi scarsi ce ne sono miliardi di giocatori così e ne conosco tantissimi e anche a me capita di perderci.
e mi sento dire "ma come hai fatto, tu sei più bravo, etc etc etc" (le solite frasi di questo genere)
però se ci perdo vuol dire che sono più scarso perché, anche se sono tecnicamente impostato meglio, nel momento in cui faccio gratuiti mentre lui colpisce tutto col manico ma me la manda sempre in campo, vuol dire solo che lui ottimizza ciò che sa fare e fa ciò che a tennis si deve fare (ai nostri livelli): correre e buttare la palla nel campo avversario.

p.s.: è sempre un ragionamento generale e non riferito a te. ho solo preso spunto da quanto hai scritto Wink

Guarda che fare i gratuiti potrebbe essere un problema di testa, non di tecnica. Specialmente se quelli dall'altra parte tirano la palla col manico. Io mi sono accorto di questo nell'ultima partita.


fab9000 ha scritto:
oedem ha scritto:
sergiocosta ha scritto:• uno sport che non ha valori assoluti di confronto;
cioé? cosa intendi?
penso intende nel fatto che se A batte sempre B e B batte sempre C non è detto che A batte C
che è pure il bello del tennis Wink
Solo io perdo sempre con te e con Frank Very Happy
Chiros
Chiros

Messaggi : 4839
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da oedem il Ven 07 Dic 2012, 18:43

Chiros ha scritto:Guarda che fare i gratuiti potrebbe essere un problema di testa, non di tecnica. Specialmente se quelli dall'altra parte tirano la palla col manico. Io mi sono accorto di questo nell'ultima partita.
Chiros, dipende.
mi capita di fare gratuiti su colpi stupidi quando non sto concentrato.
ma mi capita anche che il gratuito sia frutto di una scelta non idonea, tipo "vincente di halley".

fab9000 ha scritto:
oedem ha scritto:
sergiocosta ha scritto:• uno sport che non ha valori assoluti di confronto;
cioé? cosa intendi?
penso intende nel fatto che se A batte sempre B e B batte sempre C non è detto che A batte C
che è pure il bello del tennis Wink
ed è pure il bello dello sport in generale dove nulla è mai scritto
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da john mc edberg il Ven 07 Dic 2012, 19:25

oedem ha scritto:
john mc edberg ha scritto:...
Concordavo però sulla frase di miguel. Anzichè dire che a bassissimi livelli la testa non conta tout court, bisogna vedere il livello dei contendenti.
....
Se gioco contro un giocatore a me speculare, la testa, il modo con cui la si usa, può fare, ed imho fa, la differenza
Stefano, concordo con te però resto di una idea: al nostro livello ed età, piuttosto che allenare la testa e dedicare tempo in ciò, preferisco di gran lunga curare gli aspetti fisici e tecnici (che presentano enormi lacune) contrariamente a quanto dice sergiocosta in questo post.

Sulla parte in rosso (sopratutto per quanto riguarda me più che te) Presupposti o invenzioni nel tennis ? 786556 non ci piove
E' da quando ho ricominciato a giocare che entro in campo ... "non tentare il vincente al secondo/terzo scambio... non tentare il vincente al secondo/terzo scambio... non tentare...."

salvo tentare il vincente al secondo scambio Laughing

Ho perso le speranze

Qualche giorno fa ho fatto uno dei punti più belli dalla mia carriera
Smorzata sulla prima (non forte) di servizio. Palla a 40 centimetri dalla rete sulla riga esterna. Avversario immobile.
L'avversario, un amico, posa la racchetta e mi applaude viene poi verso la rete tendendomi la mano per i complimenti

Mia risposta: -"ti ringrazio ma quello che ho fatto contribuisce a rafforzare l'idea che io tennisticamente sia un coglione"
lui -"e perchè?"
- "perchè non hai idea di quante volte ho sbagliato una tentativo del genere, un colpo che ti riesce una volta su 10 non si deve fare in partita, io invece di abbandonare i tentativi, continuo imperterrito"

Della serie

quando ormai uno è bacato non c'è nulla da fare Presupposti o invenzioni nel tennis ? 786556
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da oedem il Ven 07 Dic 2012, 20:56

Stefano,
non sai quante volte anche io mi insulti per una scelta errata nonostante abbia fatto punto Presupposti o invenzioni nel tennis ? 786556
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da john mc edberg il Sab 08 Dic 2012, 00:48

Allora...

mal comune NON è mezzo gaudio Smile
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da superpipp(a) il Sab 08 Dic 2012, 22:48

john mc edberg ha scritto:
E' da quando ho ricominciato a giocare che entro in campo ... "non tentare il vincente al secondo/terzo scambio... non tentare il vincente al secondo/terzo scambio... non tentare...."

salvo tentare il vincente al secondo scambio Laughing
A me capita qualcosa di simile:
a casa prima della partita scrivo dieci paginette di : "non tentare la palla corta" Presupposti o invenzioni nel tennis ? 768460 altre cinque paginette nello spogliatoio con: "non tentare la smorzata" ..... inizio partita e dopo due scambi tento al smorzata che al primo tentativo si ferma sul nastro, al secondo va un po' meglio passa ma l'avversario ci arriva comodamente e mi impallina facilmente ... Presupposti o invenzioni nel tennis ? 106988 ed allora non mi resta che darmi del co....ne!!!!!! Presupposti o invenzioni nel tennis ? 961853 Presupposti o invenzioni nel tennis ? 786556
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3834
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 65
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da john mc edberg il Dom 09 Dic 2012, 01:12

Il bello del tennis....
senza la smorzata ed il dritto incrociato stretto praticamente non farei punti....
john mc edberg
john mc edberg

Messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 16.10.11
Età : 58
Località : Roma (ora finalmente provincia)

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da Chiros il Dom 09 Dic 2012, 10:20

Eh gia', l'avevo capito anche solo palleggiando.
Chiros
Chiros

Messaggi : 4839
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Presupposti o invenzioni nel tennis ? Empty Re: Presupposti o invenzioni nel tennis ?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 9 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.