Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 8 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 7 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

correnelvento

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da correnelvento Oggi alle 06:15

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Una bella intervista a Wilander
Da correnelvento Ieri alle 16:03

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Domanda per palati fini

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Domanda per palati fini

Messaggio Da marco61 il Lun 18 Feb 2013, 21:12

Dunque dunque, giocare con un telaio "difficile" costringe a migliorarsi, giusto? Su questo credo siamo tutti d'accordo.
Domanda: se io utilizzassi la Pro Staff 90 durante la lezione col maestro, giocando in gara col mio solito telaio potrei trarne dei vantaggi? Non mi sembrerebbe tutto più facile? Magari giocandoci almeno un'ora prima di utilizzarla in torneo, giusto per riprendere confidenza.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10985
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Nostradamis il Lun 18 Feb 2013, 22:05

marco61 ha scritto:Dunque dunque, giocare con un telaio "difficile" costringe a migliorarsi, giusto? Su questo credo siamo tutti d'accordo.
Mah, Stefano per dire non era per niente d'accordo da questo punto di vista se non sbaglio. Sosteneva che si migliorasse più velocemente con il telaio adatto al proprio livello.
Nostradamis
Nostradamis

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 15.10.11
Età : 36
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da veterano il Lun 18 Feb 2013, 22:06

Hummmm.......domanda molto interessante.Allora sicuramente ti servirebbe per metterci piu attenzione,la palla devi guardarla per bene quando colpisci e ti obligherebbe a prepararti per bene fisicamente,per gestire una racchetta cosi devi essere ben preparato,insomma tecnicamente ti obbliga a fare cose che con una racchetta piu' facile non faresti.Ora il discorso puo essere anche inverso nel senso che essendo abituato a giocare con altri tipi di telai con altre caratteristiche non e' detto che poi al lato pratico ti possa servire un cambio cosi radicale,specialmente se la usi un ora prima del torneo ,rischieresti di cambiare troppo i parametri che ti sono familiari.
Comunque puoi fare una prova magari senza poi dover giocare subito in torneo,fai un oretta con il maestro con la 90 e dopo ti fai un amichevole con la tua racchetta e vedi le differenze.2
veterano
veterano

Messaggi : 912
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Antaniserse il Lun 18 Feb 2013, 22:13

marco61 ha scritto:Dunque dunque, giocare con un telaio "difficile" costringe a migliorarsi, giusto? Su questo credo siamo tutti d'accordo.
Io penso che più che altro costringe ad adattarsi... il punto è che non è per niente scontato che questo adattamento si traduca sempre nel fare le cose meglio (per dire: piegarsi di più, swing più deciso, migliore ricerca della palla) rispetto invece a farle solo diversamente, introducendo magari dei "vizi di forma" per compensare la difficoltà che si incontra.

Secondo me, la prima ipotesi ha senso solo se il telaio è giusto un poco più impegnativo; se è nettamente diverso da quello che si usa di solito, temo si rischi più la seconda...

_________________
"I am not perfect and neither was my career. In the end tennis is like life, messy."
Marat Safin
Antaniserse
Antaniserse
Admin

Messaggi : 1078
Data d'iscrizione : 09.12.09
Età : 47
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da cobrama il Mar 19 Feb 2013, 00:09

marco61 ha scritto:Dunque dunque, giocare con un telaio "difficile" costringe a migliorarsi, giusto? Su questo credo siamo tutti d'accordo.
Domanda: se io utilizzassi la Pro Staff 90 durante la lezione col maestro, giocando in gara col mio solito telaio potrei trarne dei vantaggi? Non mi sembrerebbe tutto più facile? Magari giocandoci almeno un'ora prima di utilizzarla in torneo, giusto per riprendere confidenza.
giusto per romperti gli zebedei: perche' non usi il mio setup?
oppure hai paura di dovermi dare ragione e ringraziarmi?
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Kingkongy il Mar 19 Feb 2013, 01:52

Secondo me la risposta e' un colossale, inequivocabile, plateale BOH?????
Avevo un amico che prima dei tornei giocava con una racchetta così carica di piombo che sembrava incartata nel Dompak Alluminio. Tanto che si era beccato il nomignolo di "Straker" (personaggio di "Ufo", un telefilm di fantascienza allora in voga). Lui diceva che era per far andare il braccio più veloce... Il risultato era che andava in fuorigiri.
Come dice Vet...prova e vedi. Secondo me, ogni ipotesi e' valida. Io dubito, perché se appena appena lo swing non è solido, si tenderà ad assumere nuovi punti di riferimento (Antaniserse). Ci metti più attenzione? Di certo, ma sei in "ascolto" di una racchetta "forestiera". Mmmm molto, molto soggettivo.
A me e' sempre piaciuto provare...ma mettermi li', prima di una gara, a fare esperimenti...!!!! Figurati, diventavo pure superstizioso ed entravo in campo sempre con lo stesso piede...
Very Happy

Kingkongy

Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 07.02.13

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da marco61 il Mar 19 Feb 2013, 06:16

L'idea mi è venuta leggendo un annuncio nel nostro mercatino. Però in casa ho ancora le Prestige Pro con cui giocava mio figlio fino a due anni fa, direi che per fare un test quelle possono andar bene. Anche perchè al momento gare non devo farne, posso giocarci qualche volta col maestro e usare le KI 15 in qualche partita "amichevole" con giocatori tosti, dovrei già capirci qualcosa.
Inoltre, come dice antaniserse, passare da un 90 ad un 105 forse sarebbe troppo. Meglio non estremizzare.
Cobra, ho anche provato a giocare con tensioni molto basse, ma il mio gioco si intristisce, mentre il lavoro che sto facendo col maestro dovrebbe portarmi ad essere più aggressivo. Non fa per me.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10985
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Lupo65 il Mar 19 Feb 2013, 08:29

Marco: Vet, KK e Antaniserse...adattamento e dubbi sulla riuscita. Il giudice sei tu alla fin fine, senz'altro prova e poi vedi.

Ho una situazione analoga con la RDiS Mid - difficile tirare fuori spin o attaccare palle vicino alla rete a meno che non stai super decontratto e ti muovi a regola d'arte. Quindi mi costringe ad essere super concentrato, a muovermi, a usare la torsione del busto e le gambe ecc ecc. L'impatto e' una assoluta meraviglia....MA...se dovessi giocare una partita (non amichevole) la metto via e uso la racchetta abituale, poiche' con la racchetta abituale faccio piu' punti. Se colmassi il gap tra le racchette allora il discorso e diverso.

In generale pero' trovo che mi "adatto" alla Yonex Mid e come conseguenza devo fare piu' attenzione al gesto tecnico.

Se fossimo a 2 settimane dall'inizio di tornei pero' giocherei con la racchetta abituale per ricostituire la familiarita'.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da miguel il Mar 19 Feb 2013, 09:22

secondo me non é fattibile alternare due racchette cosi' differenti.
disocorso diverso sarebbe fare un ciclo di 3/6 mesi usando una agonistica pura sia quando fai lezione che quando giochi e poi ripassare al telaio più facile.
in questo caso sicuramente l'utilizzo della racchetta tosta ti costringerebbe a fare tutto per benino cosa che con un telaio più permissivo puoi non fare a volte. comunque alla fine ci sono pro e contro.
a me succede la stessa cosa con le superfici. d'inverno gioco prevalentemente sul (molto) veloce, quando passo alla terra da un lato gioco facile perché ho un sacco di tempo per aprire ma per contro non ho molto pazienza, gioco traiettorie mediamente più basse e questo annulla in parte gli eventuali benefici che giocare sul veloce mi ha dato
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da oedem il Mar 19 Feb 2013, 09:51

teoricamente usare una racchetta moooolto più pesante potrebbe portare a 2 opzioni:
1) farti rallentare lo swing sfruttando invece la massa della racchetta per buttare di la la palla. quindi, passando poi alla tua, ti ritroveresti in difficoltà.
2) se riuscissi invece a tenere la stessa velocità di swing del braccio, passando alla tua randelleresti molto più ottenendo vantaggi.

io credo però che l'opzione 1 sia più probabile perché, come hai tu scritto in firma, "il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica", quindi secondo me per sopportare il peso maggiore andresti a risparmiare sforzi rallentando lo swing
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da spalama il Mar 19 Feb 2013, 10:05

La cosa migliore è non cambiare e trovare il gioco con la tua racchetta.

I pro in questo ci insegnano molto.

Forse il problema è che la racchetta che stai usando non la senti tua, ed è per questo che ti vengono strane fantasie.

Un tennista è un sincronismo tra testa, corpo, braccio e racchetta.

Se modifichi una di queste componenti cambia tutto.

Ultimamente ho provato per una settimana la Prestige 25th Anniversary e dopo ho impiegato un mese a rimettere su i colpi con la mia racchetta, tanto mi aveva spostato dei riferimenti che prima erano naturali.

E' tutto relativo e tutto personale, per carità, ma non lo trovo un metodo convincente per migliorarsi.
spalama
spalama

Messaggi : 893
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 52
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Stefano il Mar 19 Feb 2013, 11:16

Confermo cosa avevo detto ai tempi. Una buona racchetta non ci rende buoni tennisti, la racchetta GIUSTA invece - probabilmente - si!

Per gestire certi telai bisogna avere lo swing giusto, colpire sempre perfettamente al centro del piatto corde, il giusto foot-work, timing perfetto...

Se fosse semplice migliorarsi comprando i telai agonistici, allora lo farebbero tutti! Le aziende smetterebbero di produrre le "entry level", le oversize, i telai leggerissimi eccetera.

Tutti con la Six.One 90! E diventerebbero tutti dei fenomeni! Ma purtroppo non funziona cosi'.

Sono queste le cose a cui i giocatori di livello basso non pensano mai. Il telaio X e' fatto per il giocatore X. Il giocatore Y ha bisogno del telaio Y, che e' stato progettato per soddisfare le caratteristiche tecniche di quel tipo di giocatore.

Non possiamo pensare che gli ingegneri che lavorano per i colossi del settore siano tutti imbecilli, no? Se fanno un telaio da 110", pesante 275 grammi e bilanciato alla pari, lo fanno perche' c'e' chi ne ha bisogno per esprimere il meglio che gli sia possibile in base al proprio livello tecnico.

Lo so che e' meglio farsi vedere al circolo con una PT57A piuttosto che con una Babolat XS102, e' meglio anche per il morale e soprattutto per l'ego. Ma un quarta ha bisogno della Babolat e non della Head!

Vengono da me in negozio clienti che ridono quando vogliono un telaio da 250 dollari e io invece ne consiglio uno da 150. Mi chiedono se voglio guadagnare o no...

Ma quando li mando in campo con una Prestige e con una Challenge da 270 grammi e dico loro di provarle, tornano e comprano la Challenge! Si rendono conto da soli che la Prestige non fa per loro.

Poi ci sara' sempre chi vuole la Prestige a tutti i costi, non vince MAI una partita ma fa figo...
E soprattutto, ci sono sempre coloro (sono la maggior parte dei giocatori di basso livello!) che danno la colpa a tutto per le loro sconfitte, tranne che a se stessi! E' sempre colpa della racchetta, del peso, del bilanciamento, dello swingweight, del twistweight, del grip poco appiccicoso, della corda, della tensione...

Ma mai nessuno che dica "La caccio fuori perche' non so giocare. La racchetta e' perfetta, quello scarso sono io!". Mai!

Tutte le racchette sono perfette, proprio tutte. Basta scegliere quella giusta. Sono i tennisti a non essere perfetti. Se lo fossero, ci sarebbero al mondo milioni di Federer ed invece ce n'e' solo uno...

Per riuscire nel tennis, ma vale per tutti gli sport, e' importante essere dotati di due cose importantissime: umilta' e conoscenza dei propri limiti.

Senza questo, non si va da nessuna parte.
Stefano
Stefano

Messaggi : 4598
Data d'iscrizione : 01.11.10
Età : 57
Località : Melbourne-Australia

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Wacos il Mar 19 Feb 2013, 12:08

Io ho ripreso da un anno e mezzo dopo uno stop di circa 18 anni.
Sono passato in ordine da:

- prince exo3 warrior
- babolat pure drive lite 2011
- wilson juice pro
- wilson blade team 2012
- babolat pure drive 2012
- head radical IG

Non capivo perchè andavo spesso lungo, fuori giri e non controllavo bene nemmeno la direzione, prima di scoprire la radical.

Eppure la PD ce l'hanno tutti e tutti si trovano bene mi dicevo.

Poi ho capito che ho bisogno di una racchetta con bassa rigidità, che sia adatta al mio swing veloce.
Ci ho messo più di un anno a capire che di tutte le caratteristiche della racchetta da tenere di conto, il tipo di swing era la più importante di tutte!
Wacos
Wacos

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da dropshot II il Mar 19 Feb 2013, 12:34

francamente non credo che sia produttivo passare da una pro staff 90 con il maestro ad una kennex in partita.
rischi di mandare a carte 48 anche il lavoro con il maestro che effettui con un telaio diverso.
io sono convinto che un buon colpo è un fatto di memoria inconscia. tanto è vero che per impararlo quello che si fa è ripeterlo allo sfinimento. proprio per renderlo inconscio e non dover "pensare" alla sua esecuzione. sono tranquillo quando dall'impatto arriva sempre la stessa sensazione. se cambio attrezzo, cambia tutto, o meglio cambia il modo in cui il mio corpo legge le sensazioni trasmesse dal colpo. e quindi c'è il rischio di adattarsi, senza certezza sul dove si va a finire.

al di là del "piacere" di cambiare telaio/corda, e di quella sensazione di "tirare meglio" con la nuova, farlo nel mezzo di un percorso di apprendimento introduce elementi di distrazione in più quando la concentrazione deve essere focalizzata sul far diventare naturale movimenti più o meno nuovi.

il mondo poi è bello perchè è vario, e c'è gente che ha 4 telai diversi in borsa , li cambia in relazione a qualcosa di non meglio specificato e ci gioca bene. io sono dell'idea che se ne adottasse uno stabilmente sarebbe meglio, lui no. ma vince e quindi ha ragione :d

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da marco61 il Mar 19 Feb 2013, 14:17

Attenzione: io sono il primo a sostenere che giocando con telai difficili ci si complica la vita e andrebbero lasciati a chi è in grado di sfruttarli.
Infatti mai e poi mai andrei in gara con un telaio del genere. Tra l'altro con la Ki 15 ho un ottimo feeling e non tornerei a telai più impegnativi.
Però nello sport è abbastanza usuale "complicarsi" la vita in allenamento per trarne dei benefici in gara. Da ragazzo ho fatto gare in bicicletta per qualche anno, in allenamento ci costringevano ad usare rapporti agili per abituare la gamba a spingere tanto. In gara usavamo poi rapporti più pesanti ma più redditizi e le gambe giravano meglio. Ci sono poi atleti che si allenano imbottiti di pesi, in gara poi volano.
Ecco, l'idea nasce da questo ragionamento. Non ho mai pensato che giocando con PS 90 il mio tennis possa giovarne, era solo un modo per rendere l'allenamento più "complicato" per averne dei giovamenti in gara.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10985
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da miguel il Mar 19 Feb 2013, 14:22

in allenamento puoi cambiare tante cose ma non la racchetta.
non é una idea balzana giocare con dei pesi aggiuntivi alle caviglie oppure fare dei set giocando serve&volley su prima o seconda o ancora giocando solo rovescio coperto o che so io, ma sostituire la racchetta ti complica solo la vita
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da dropshot II il Mar 19 Feb 2013, 14:30

anche a basket ci si allenava con i pesi alle caviglie ed una volta tolti si rimbalzava.

il telaio è cosa diversa, è lo strumento con il quale si colpisce la pallina, le sensazioni che il tuo corpo avverte all'impatto sono mediate dalle sue caratteristiche.
non è il fatto di giocare meglio o peggio ma sei in un momento di apprendimento in cui cerchi di fare un gesto uguale al precedente se cambi telaio, cambi sensazioni e sarà sempre diverso. in questo senso è controproducente, sempre secondo me per carità.

sono anche dell'idea che un telaio difficile di per sè non ti aiuta mai, certo nel breve periodo con un 85 ti devi concentrare per colpire la palla sempre in centro altrimenti non cammina. ma è un mind trick!, colpire la palla in centro, e lo sai meglio di me, è una questione di posizionamento non di dimensione del piatto. ti costringi a concentrarti in quel senso perchè usi un piatto piccolo ma se riuscissi ad avere lo stesso livello di concentrazione con un piatto 100 la palla va di là moooolto meglio. abbandoni il piatto 85 e non pensi più a colpire in centro, perdendo anche quel quid in più di concentrazione. non è detto che sia così per te, però per me il telaio difficile ha fatto solo danni. Very Happy

ci sono molti modi per rendere l'allenamento più difficile: usare 22 metri di elastici per mummificarti coma le Bartoli, truccare la macchina lanciapalle per sparare a 200 all'ora, aumentare la frequenza dei colpi, pesi alle caviglie, liberare dei crotali per il campo cose così Very Happy ma cambiare telaio non lo farei proprio perchè inficia la ripetizione continua che è il modo (duro) con cui si fa entrate e metabolizza un colpo.

dropshot II

Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 21.02.11

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da miguel il Mar 19 Feb 2013, 14:55

esatto restando in campo cestistico sarebbe come allenarsi con un pallone che pesa 100 gr in più ... si curamente ti verrebbero due braccia tanto ma le tue percentuali di tiro non credo migliorerebbero
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Nostradamis il Mar 19 Feb 2013, 15:10

Concordo con entrambi, racchetta e corde sono le uniche variabili che andrebbero cambiate il meno possibile.
Nostradamis
Nostradamis

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 15.10.11
Età : 36
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da veterano il Mar 19 Feb 2013, 15:20

E' una cosa molto soggettiva e tutto dipende dalle tue esigenze.
Se penso di tornare ad allenarmi seriamente io non avrei dubbi sul scegliere un telaio tipo prestige perche' comunque e' il tipo di telaio che preferisco e che quando giocavo seriamente ho sempre usato.Ora so che questo telaio per riuscire a sfruttarlo come si deve mi farebbe fare cose che ormai non facio piu.
Anche in caso di telai totalmente differenti il cambio puo' aiutare,ma bisogna valutare un po le cose.
veterano
veterano

Messaggi : 912
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Federyonex il Mar 19 Feb 2013, 18:17

Marco, so che si può ricorrere a telai piombati pesantemente che hanno il solo scopo, durante l'allenamento, di potenziare e velocizzare lo swing. Un'altra declinazione simile ma dal peso contenuto era quella venduta da Pat Etcheberry, una specie di clava con le ali che quando facevi lo swing faceva un'enorme resistenza nell'aria e quindi faticavi di più per eseguire il gesto. Ma si colpiva a vuoto, e poi (come per l'esempio citato sopra delle cavigliere appesantite) il gesto con la racchetta appare molto velocizzato.

Forse quello che proponi potrebbe avere senso se usassi la stessa racchetta in due pesi molto diversi, che so, 320 verso 390-400 g, mantenendo tutto il resto uguale. Ma secondo me ha senso solo per potenziare la muscolatura, non per miglioramenti tecnici.

Federyonex
Federyonex

Messaggi : 719
Data d'iscrizione : 18.07.11

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da cobrama il Mar 19 Feb 2013, 23:59

oedem ha scritto:teoricamente usare una racchetta moooolto più pesante potrebbe portare a 2 opzioni:
1) farti rallentare lo swing sfruttando invece la massa della racchetta per buttare di la la palla. quindi, passando poi alla tua, ti ritroveresti in difficoltà.
2) se riuscissi invece a tenere la stessa velocità di swing del braccio, passando alla tua randelleresti molto più ottenendo vantaggi.

io credo però che l'opzione 1 sia più probabile perché, come hai tu scritto in firma, "il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica", quindi secondo me per sopportare il peso maggiore andresti a risparmiare sforzi rallentando lo swing

non credo sia fisicamente possibile (rallentare ulteriormente lo swing intendo)
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da oedem il Mer 20 Feb 2013, 09:26

cobrama ha scritto:
oedem ha scritto:teoricamente usare una racchetta moooolto più pesante potrebbe portare a 2 opzioni:
1) farti rallentare lo swing sfruttando invece la massa della racchetta per buttare di la la palla. quindi, passando poi alla tua, ti ritroveresti in difficoltà.
2) se riuscissi invece a tenere la stessa velocità di swing del braccio, passando alla tua randelleresti molto più ottenendo vantaggi.

io credo però che l'opzione 1 sia più probabile perché, come hai tu scritto in firma, "il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica", quindi secondo me per sopportare il peso maggiore andresti a risparmiare sforzi rallentando lo swing

non credo sia fisicamente possibile (rallentare ulteriormente lo swing intendo)
non c'è mai limite al peggio Domanda per palati fini 786556
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da cobrama il Mer 20 Feb 2013, 09:36

in effetti non credo si possa parlare di swing nel suo caso Very Happy
ma di colpo strozzato
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da cobrama il Mer 20 Feb 2013, 11:42

cobrama ha scritto:in effetti non credo si possa parlare di swing nel suo caso Very Happy
ma di colpo strozzato
anche se la paternita' del termine non è mia.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Domanda per palati fini Empty Re: Domanda per palati fini

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum