Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 3 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da gabr179 Oggi alle 07:09

» Impresa impossibile
Da Chiros Oggi alle 07:00

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Gio 09 Lug 2020, 18:37

» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Gio 09 Lug 2020, 16:32

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

domanda allo psicologo Sergio Costa

Andare in basso

domanda allo psicologo Sergio Costa Empty domanda allo psicologo Sergio Costa

Messaggio Da michele-yonex il Lun 25 Mar 2013, 00:04

ciao Sergio!!! ho letto alcuni tuoi interventi sul forum e li ritengo interessanti,come ritengo sia importante allenare anche la psicologia di un tennista,parere modestissimo visto che sono un amatore di livello pippa....
ma di tornei agonistici ne seguo abbastanza da 3 anni,in particolare mi capita di seguire i seconda categoria,che per me sono delle pure bestie tennistiche,tra i quali mi ha sempre colpito in modo particolare un insegnante-giocatore della mia città.
ti premetto che è esperto,ha piu di 30 anni e gioca a tennis da quando era piccolo,ma non sono mancate per lui come le vittorie anche le sconfitte,arrivate da tennisti di caratura tecnica maggiore rispetto la sua,e credimi,in quella categoria qui in zona sorprende veramente trovarne cosi tanti....
lui ha un gioco basato sull apertura del campo ad un ritmo di palla molto elevato e non disdegna affatto colpi come back spin di dritto e di rovescio,e discese a rete,insomma,sa unire bene il tennis moderno a quello di una volta,senza giocare pero top spin o servizi slice o kick,quindi comunque mantiene una palla che in gergo si dice "pulita".
insomma,il giocatore ideale per i miei gusti!!!
ma c è dell altro:quello che mi sorprende veramente di lui è che,in qualsiasi situazione si trova durante una partita,non fa mai un lamento,è sempre concentrato sul suo gioco,sempre tranquillo,fiducioso delle sue capacità anche se sta sotto 6-0 5-0 ,è capace di ribaltare una partita in qualsiasi momento e mantiene il suo stile di gioco contro qualsiasi avversario.
ma come fa????
quali sono i meccanismi psicologici che mette in atto per arrivare a tenere certi atteggiamenti in campo?
so che è una domanda difficile,e so che non riuscirò mai ad essere come lui,ma magari vederci un po piu chiaro mi potrebbe aiutare a giocare meglio il mio fottuto tennis, visto che davanti a certi fenomeni c è solo che da imparare.
spero in una tua risposta!!
ciao!!!
Michele

michele-yonex

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 13.01.13

Torna in alto Andare in basso

domanda allo psicologo Sergio Costa Empty Re: domanda allo psicologo Sergio Costa

Messaggio Da sergiocosta il Gio 11 Apr 2013, 22:49

beh di certo l'unico modo per sapere come fa e cosa pensa è domandarglielo..ehehe..apparte gli scherzi, le modalità per mantenere una calama e una concentrazione, oltre che un impegno costante, sono tantissime, per esempio la definzione di ogni obiettivi, oltre che tecniche di rilassamento e respirazione, per non dimenticare tutto l'allenamento che dedica e fa magari proprio per sapere gestire la partita, aiutano notevolmente e danno la possibilità di conoscersi affondo..
sergiocosta
sergiocosta

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 27.02.12

Torna in alto Andare in basso

domanda allo psicologo Sergio Costa Empty Re: domanda allo psicologo Sergio Costa

Messaggio Da dag il Gio 11 Apr 2013, 23:29

Ciao Michele,l'allenamento per un giocatore di tennis si basa su 4 aspetti: tattico, tecnico, atletico e mentale. I coach di alto livello affermano che l'aspetto mentale rappresenta il 60% della preparazione per un tennista di qualsiasi livello. Nel tuo piccolo hai mai ricevuto input di qualsiasi tipo per muoverti su questi aspetti in modo corretto e consapevole? Allenarsi, semplicemente con dei concetti sullo sviluppo dell'attenzione,come guardare la palla il più possibile o della respirazione durante lo scambio, potrebbero aiutarti ad introdurre i primi concetti per lo sviluppo e il miglioramento dell'aspetto mentale. Allenare una situazione aumenta la consapevolezza, la consapevolezza alimenta l'esperienza ed ecco fatto, del perché un giocatore di livello lo si apprezza sopratutto nelle situazioni difficili. Il giocatore di livello si allena con la consapevolezza che l'aspetto mentale è fondamentale per il suo tennis, ma niente nasce dal niente.
dag
dag

Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 24.07.11
Età : 50
Località : Basiliano (UD)

Torna in alto Andare in basso

domanda allo psicologo Sergio Costa Empty Re: domanda allo psicologo Sergio Costa

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum