Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 4 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 3 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

giper

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da correnelvento Oggi alle 06:15

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Attila17 Ieri alle 18:02

» Una bella intervista a Wilander
Da correnelvento Ieri alle 16:03

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impresa impossibile
Da Riki66 Sab 04 Lug 2020, 08:15

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Tecnica e età

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da MSport il Sab 14 Set 2013, 14:03

scusate ma un piccolo distinguo.
il topic è "tecnica e età" dove la domanda di fondo che io interpreto e: "si può migliorare tecnicamente anche in età non più tenera?" .(30 anni, 40 anni etc). Cmq, ancora più approfonditamente, "è possibile correggere e migliorare aspetti ormai sedimentati del proprio gioco?"
qui mi sembra che, prendendo marco 61 come esempio, si introduca la variabile del risultato in torneo.
che non è proprio la stessa cosa, a mio modo di vedere, della questione di partenza....
in altre parole, la mia obiezione è la seguente: soprattutto in quarta categoria, non mi sembra vi sia una spiccata correlazione tra qualità tennistica e risultato. anzi...
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da marco61 il Sab 14 Set 2013, 20:54

Msport ha scritto:soprattutto in quarta categoria, non mi sembra vi sia una spiccata correlazione tra qualità tennistica e risultato. anzi...
E qui il discorso si fa interessante. Prendiamo ad esempio correnelvento: all'interno del forum è uno dei quarta categoria più solidi. Facesse un certo numero di tornei, non avrebbe troppe difficoltà a salire in terza e qualche scalpo 3.4 o 3.5 lo porterebbe a casa. Basa il suo gioco soprattutto sul dritto, che gioca imprimendo molta rotazione alla palla senza nemmeno tanta velocità. Non va a rete, serve solo preoccupandosi di non farsi attaccare e col rovescio si difende abbastanza bene anche se non è con quello che produce gioco.
Se analizziamo il suo colpo forte, in nessuna scuola al mondo insegnerebbero a colpire come fa lui. Eppure è stato capace di costruirsi un'arma efficacissima che gli consente di vincere tante partite senza nemmeno dannarsi troppo l'anima come spesso succede al sottoscritto.
Tornando al tema del topic, mi chiedo se ad una certa età e senza troppe ambizioni di classifica possa servire di più lavorare nel tentativo di costruirsi colpi tecnicamente apprezzabili, o non sarebbe più semplice mettere a punto colpi comunque efficaci infischiandosene dell'estetica.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10985
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da cobrama il Sab 14 Set 2013, 22:52

Alla fine devo dire bravo Marco, dovevi affinare la strozzatura al diritto rendendo il colpo sempre più lento e profondo magri alzando il più possibile la traiettoria sopra la rete. Allora si che strozzeresti tutti ivi compreso il ragazzino malefico e non venire a dire che poi vincere cosi non ti piacerebbe perché non ci crede nessuno
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da cobrama il Sab 14 Set 2013, 23:05

Per qua,to riguarda Corre i colpi per me sono corretti perché per il suo schema di gioco e per il livello degli avversari che incontra sono fin troppo ben fatti, buona precisione, profondità e rotazione. poi se andiamo a vedere la preparazione ad ognuno la sua soprattutto in quarta categoria dove di tempo ce ne è in abbondanza per licenze poetiche. Certo non sappiamo come esegue le volée ma questo per i limiti dei suoi avversari penso.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da gp il Dom 15 Set 2013, 02:32

Marco, giocare il dritto in un modo piuttosto che un'altro, in ogni caso diverso da come si gioca attualmente, richiede comunque un periodo lungo di apprendistato in cui necessariamente vai in confusione tecnica e i risultati difficilmente arriveranno. allora, fatica per fatica, preferisco cercare d'imparare una tecnica corretta (che fra l'altro logori meno il fisico) piuttosto che una tecnica che può essere si efficace, ma solo a livello di quarta categoria, mentre diventa lacunosa e inadeguata quando il livello di gioco si alza anche di poco.
non è che se oggi decidi di giocare come corre tu da domani giochi come corre, eh!? il gioco di corre è frutto di una pluriennale messa a punto, richiede un determinato tipo di mentalità che non tutti hanno ed inoltre non è un gioco al risparmio di energia: mi pare che più di una volta abbia affermato e fatto notare quanta fatica gli costi dare rotazione alla palla utilizzando la sua tecnica.
gp
gp

Messaggi : 1963
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 59
Località : roma

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da MSport il Dom 15 Set 2013, 08:21

cobrama ha scritto:Per qua,to riguarda Corre i colpi per me sono corretti perché  per il suo schema di gioco e per il livello degli avversari che incontra sono fin troppo ben fatti, buona precisione, profondità e rotazione. poi se andiamo a vedere la preparazione ad ognuno la sua soprattutto in quarta categoria dove di tempo ce ne è in abbondanza per licenze poetiche. Certo non sappiamo come esegue le volée ma questo per i limiti dei suoi avversari penso.
Vero che si parla di tecnica, ma la sontuosa preparazione fisica di Giovanni, non credo sia da tralasciare senza menzione.....
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da marco61 il Dom 15 Set 2013, 09:08

Ho preso come riferimento corre per diversi motivi: l'abbiamo visto un po' tutti giocare ed ha un colpo totalmente al di fuori dei canoni tradizionali che, per il suo livello di gioco, risulta molto efficace.
Non è comunque un esempio da seguire perchè, come rilevato da altri, possiede preparazione e forza fisiche eccezionali.
Il suo è però il classico caso in cui, se solo tentasse di snaturare il suo colpo nel tentativo di imitare il dritto di Federer, non solo non potrebbe nemmeno lontanamente avvicinarsi ma qualunque cambiamento dovesse fare, il suo colpo perderebbe di efficacia.
Nel mio caso, da un paio di settimane sto lavorando per abituarmi ad accompagnare l'apertura con la mano sinistra. Riguardando però il mio video, mi accorgo che anche se non lo faccio, ad apertura completata il braccio sinistro è comunque nella posizione giusta (più o meno), come se avessi accompagnato la racchetta e l'avessi lasciata dove la dovevo lasciare.
A questo punto mi chiedo se non converrebbe tralasciare questo "passaggio" continuando a fare come faccio ora per concentrarmi su altre cose.
A questo volevo arrivare.
Riporto qui il mio video non per narcisismo Tecnica e età - Pagina 2 786556 ma per comodità:

[/quote]

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10985
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da cobrama il Dom 15 Set 2013, 11:25

marco61 ha scritto:Ho preso come riferimento corre per diversi motivi: l'abbiamo visto un po' tutti giocare ed ha un colpo totalmente al di fuori dei canoni tradizionali che, per il suo livello di gioco, risulta molto efficace.
Non è comunque un esempio da seguire perchè, come rilevato da altri, possiede preparazione e forza fisiche eccezionali.
Il suo è però il classico caso in cui, se solo tentasse di snaturare il suo colpo nel tentativo di imitare il dritto di Federer, non solo non potrebbe nemmeno lontanamente avvicinarsi ma qualunque cambiamento dovesse fare, il suo colpo perderebbe di efficacia.
Nel mio caso, da un paio di settimane sto lavorando per abituarmi ad accompagnare l'apertura con la mano sinistra. Riguardando però il mio video, mi accorgo che anche se non lo faccio, ad apertura completata il braccio sinistro è comunque nella posizione giusta (più o meno), come se avessi accompagnato la racchetta e l'avessi lasciata dove la dovevo lasciare.
A questo punto mi chiedo se non converrebbe tralasciare questo "passaggio" continuando a fare come faccio ora per concentrarmi su altre cose.
A questo volevo arrivare.
Riporto qui il mio video non per narcisismo Tecnica e età - Pagina 2 786556 ma per comodità:

[/quote]Marco il problema è che ti stai troppo a guardare  mentre esegui il colpo, e nel frattempo la palla la prendi quasi sempre quando ormai è scesa eppoi
spalle e braccio sono cosi' fuori sincronia che appunto ne viene fuori il famoso diritto strozzato.
ps il braccio sinistro in effetti è solo per figura li' hai ragione
ps2. la tecnica di Corre è molto più corretta della tua se tu avessi studiato il suo diritto meglio e non bollandolo come 'personale' avresti capito cosa non va sul tuo diritto.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da cobrama il Dom 15 Set 2013, 11:37

continued..
eppoi i colpi eseguiti in palleggio non contano una cippa(sono due sport diversi)
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da correnelvento il Dom 15 Set 2013, 12:38

gp ha scritto:
inoltre non è un gioco al risparmio di energia: mi pare che più di una volta abbia affermato e fatto notare quanta fatica gli costi dare rotazione alla palla utilizzando la sua tecnica.
GP (da giocatore completo ed intelligente, qual è) ha centrato il punto.

Giocare il tipo di dritto che faccio costa un ENORME dispendio energetico, perché la palla viene spinta con tutto il corpo, e con una violenta ed innaturale torsione del busto.


correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da MSport il Dom 15 Set 2013, 14:25

correnelvento ha scritto:
gp ha scritto:
inoltre non è un gioco al risparmio di energia: mi pare che più di una volta abbia affermato e fatto notare quanta fatica gli costi dare rotazione alla palla utilizzando la sua tecnica.
GP (da giocatore completo ed intelligente, qual è) ha centrato il punto.

Giocare il tipo di dritto che faccio costa un ENORME dispendio energetico, perché la palla viene spinta con tutto il corpo, e con una violenta ed innaturale torsione del busto.


Giovanni
non fare il furbo.
Perchè allora aggiungo che la tua sapienza tennistica ti permette di giocare alla spagnola, ovvero spostandoti il più possibile sul tuo drittaccio, senza farti trovare fuori posizione; il tutto supportato dalla tua mobilità costante-
Questo limita dispendio fisico superfluo.....Tecnica e età - Pagina 2 786556 
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da miguel il Dom 15 Set 2013, 15:30

comunque migliorare si puo', ma se il soggetto ha ambizioni agonistiche tutto diventa più difficile perchè il miglioramento deve essere assimilato in breve tempo e questo costa tempo e soldi cose che pochi di noi hanno.
io quando ripresi a giocare facevo una sessione di due ore di cesto focalizzando di volta in volta su obiettivi differenti. Dal punto di vista tecnico ci sono stati dei progressi ma quando poi giocavo in partita facevo fatica ad applicarli perchè mi mancava (giocando solo due volte la settimana) tutto quello che è legato alla gestione del match e quindi facendo un bilancio ho visto che i lati positivi del cesto erano inferiori rispetto al fatto che facevo meno partite e quindi ho deciso di fare solo partite. quando voglio provare qualcosa di nuovo lo provo al muro e poi in partita
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da Iron il Dom 15 Set 2013, 17:23

marco61 ha scritto:Ho preso come riferimento corre per diversi motivi: l'abbiamo visto un po' tutti giocare ed ha un colpo totalmente al di fuori dei canoni tradizionali che, per il suo livello di gioco, risulta molto efficace.
Non è comunque un esempio da seguire perchè, come rilevato da altri, possiede preparazione e forza fisiche eccezionali.
Il suo è però il classico caso in cui, se solo tentasse di snaturare il suo colpo nel tentativo di imitare il dritto di Federer, non solo non potrebbe nemmeno lontanamente avvicinarsi ma qualunque cambiamento dovesse fare, il suo colpo perderebbe di efficacia.
Nel mio caso, da un paio di settimane sto lavorando per abituarmi ad accompagnare l'apertura con la mano sinistra. Riguardando però il mio video, mi accorgo che anche se non lo faccio, ad apertura completata il braccio sinistro è comunque nella posizione giusta (più o meno), come se avessi accompagnato la racchetta e l'avessi lasciata dove la dovevo lasciare.
A questo punto mi chiedo se non converrebbe tralasciare questo "passaggio" continuando a fare come faccio ora per concentrarmi su altre cose.
A questo volevo arrivare.
Riporto qui il mio video non per narcisismo Tecnica e età - Pagina 2 786556 ma per comodità:

Credo ti sia stato consigliato di usare la mano sinistra per fare un caricamento corretto ed evitare di fare il movimento a pendolo che fai col dritto.
Iron
Iron

Messaggi : 259
Data d'iscrizione : 29.06.13
Località : Spagna

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da veterano il Lun 16 Set 2013, 12:54

Allora caro Marco,vorrei fare un paio di considerazioni.
Non ho la possibilita' di vederti dal vivo e tastare con mano la pesantezza di palla del tuo dritto,percio' mi limitero' a fare qualche considerazione in base a quello che vedo dal video.IL tuo dritto ha dei limiti nel generare una palla bella pesante perche' non ci sono le basi per generarla,calcolando che la pesantazza di palla si genera spinnando il tuo movimento non ti permette di agiungere piu' spin e generare una palla piu' pesante.Chiaro che in questo incide molto il tuo "strozzare il colpo" ma non solo e' proprio lo swing che non va bene,insomma ce una serie di cose che messe tutte insieme fanno si che tu possa arrivare fino ad un certo punto ma non di piu'.L'imparare a lasciare andare il braccio ti puo servire sicuramente,ma mi viene da pensare che questo non lasciarlo andare sia funzionale al tuo tipo di colpo e relativo controllo palla,ossia per controllare la palla ad una certa velocita' con quel tipo di movimento che fai devi perf orza "strozzare" il movimento se no la palla ti esce fuori......ti manca proprio quel movimento a tergicristallo che fatto in velocita' ti fa aumentare la pesantezza palla ed anche il controllo,tu strozzi dove invece dovresti liberare......bueno il braccio sinistro lo sai anche tu che lavora un po quando le va,anche se vedo la volonta di muoverlo,pero' come ripeto il tuo dritto si ferma li perche' ci sono diverse cause che poi sommate non ti fanno avere i risultati che vorresti.
Il dirtto di corre anche se artigianale,ma no cosi tanto,invece ha delle altre basi che purtroppo tu non hai,parlo come tipo di movimento a colpire.Se ben ricordo Corre prepara partendo da sotto senza tanti fronzoli come si faceva una volta e guardando dei video suoi vedi come va bene sotto la palla con la racchetta e come aziona bene il movimento a tergicristallo in velocita',preparazione a parte,li ci sono le basi di un dritto pesante,chiaro che con un altro tipo di preparazione si potrebbe ancora essere piu cattivi,e magari stancarsi anche un po meno,pero' di base per quanto si possa criticare a me il dirtto di corre piace di piu' del tuo,con tutti i pro ed i contro che possono avere.Ora lasciando stare in pace il buon corre,il tuo dritto sicuramente puo migliorare,ma a mio parere come ti dicevo tempo addietro,andrebbe proprio stravolto.Ora non so che lavoro fai con il maestro,ma se vuoi cambiare qualcosa evita di fare tornei e prenditi un po di tempo,dove la priorita' non sara' il risultato ma il miglioramento tecnico.Purtoppo ci sono delle cose che da qua' mi e' veramente difficile valutare,per esempio,la causa di questo dritto strozzato potrebbe incominciare dalla preparazione non proprio a tempo e continuare in un tipo di movimento che si deve adattare al colpo,perche' qusto andare indietro quando colpisci non e' solo una questione di presa di appoggi.......bueno dai non perderti d'animo e vedrai che in qualche modo il tuo maestro riuscira' ad aggiustare le cose....
veterano
veterano

Messaggi : 912
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da marco61 il Lun 16 Set 2013, 13:31

Grazie vet, leggere i tuoi consigli fa sempre piacere, e credimi che li tengo in buon conto.
Sul mio dritto si è detto un po' tutto, ed in effetti col maestro abbiamo concordato un periodo di 6 mesi durante il quale dovrò scordarmi i tornei.
Spero solo di non farmi male in questo periodo e a marzo mostrerò gli eventuali cambiamenti.
Per tornare però al centro del topic, forse sarebbe opportuno parlare anche del mio rovescio. Ora, se parliamo di back posso assicurare che non ho mai incontrato un vero quarta categoria che lo sappia giocare come me. Però è anche vero che se lo giocassi anche coperto avrei un'arma in più per far male e per variare il gioco.
Dal momento che il rovescio per me è come il dritto per corre, mi chiedo se alla mia età conviene "accontentarsi" di un buon rovescio in back o varrebbe forse la pena di lavorare anche su quello.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10985
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da cobrama il Lun 16 Set 2013, 14:47

marco61 ha scritto:
..
Per tornare però al centro del topic, forse sarebbe opportuno parlare anche del mio rovescio. Ora, se parliamo di back posso assicurare che non ho mai incontrato un vero quarta categoria che lo sappia giocare come me. Però è anche vero che se lo giocassi anche coperto avrei un'arma in più per far male e per variare il gioco.
Dal momento che il rovescio per me è come il dritto per corre, mi chiedo se alla mia età conviene "accontentarsi" di un buon rovescio in back o varrebbe forse la pena di lavorare anche su quello.
My God, il rovescio strozzato 1.0 no non credo ne valga la pena
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da veterano il Lun 16 Set 2013, 14:51

Vedi il discorso qua va un po a finire sul cosa sarebbe meglio e sul cosa bisognerebbe fare,ma in funzione di che cosa ???.Ora queste considerazioni vanno prese sul campo con un maestro che ti conosca bene e sappia valutare il da farsi,conoscendo le tue aspettative.Ossia perche' vuoi migliorare il dirtto ???? e perche' dovresti migliorare il rovescio in top,dove vuoi arrivare??? quali sono le tue aspettative??? ora non sempre e' neccessario migliorare tecnicamente arrivati ad una certo punto,ossia si vede quello che ce e si cerca di fare il massimo con quello che ce,a volte pochi cambiamenti ma essenziali possono dare dei risultati piu che un vero stravolgimento tecnico di un colpo.Ossia non ce una verita' assoluta che mi dica meglio fare questo o meglio fare quello,vediamo ininanzitutto da dove si parte e a cosa si vuole arrivare,e poi decidiamo il dafarsi.
Chiaro che tutto incide,in primis la mobilita' e la preparazione fisica`,perche' per giocare alla corre fisicamente e molto impegnativo,e forse ad una certa eta' non tutti possono permetterselo,percio' tatno semplice non e',bisogna proprio fare una valutazione at personam senza tralasciare niente,e avere un buon maestro che capisca cosa sia meglio fare per "TE".
IL gioco non si basa solo sulla tecnica ma anche sulle proprie capacita-potenzialita' fisiche,percio prima di mettersi li a stravolgere tutto bisogna fare molta attenzione.
veterano
veterano

Messaggi : 912
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da Chiros il Lun 16 Set 2013, 14:52

Nessuno che dice che Marco gioca senza piegare le gambe?
Chiros
Chiros

Messaggi : 4746
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da cobrama il Lun 16 Set 2013, 14:56

Chiros ha scritto:Nessuno che dice che Marco gioca senza piegare le gambe?
gambe 1.1 cercasi
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da correnelvento il Lun 16 Set 2013, 15:20

Questo discorso è molto interessante, e si presta a molte considerazioni e "filosofie di pensiero".

Io, innanzi tutto, dividerei i giocatori "stagionati" in due categorie: quelli che giocano molto, e da molti anni... e gli amatori con pochi anni/ore di tennis giocate.

Marco, GP ed il il sottoscritto, per fare un esempio,  apparteniamo sicuramente al primo gruppo che ho citato.

Giochiamo tanto a tennis, e da molti anni.

Abbiamo meccaniche dei colpi TREMENDAMENTE consolidate, nel bene o (spesso) nel male.

Se, con un tennista over, ma "acerbo" è pensabile modificare la sua impostazione... con tennisti super-collaudati da anni di partite, penso sia molto, molto difficile.

I meccanismi consolidati VERRANNO SEMPRE E COMUNQUE FUORI, quando le partite diventeranno dure e/o importanti.

Questo finirà con il DESTABIZZARE completamente il tennista, creando dubbi, ansie, insicurezze.

Con una INVOLUZIONE di prestazione generale.

E' pura illusione quella di pensare di passare ad un dritto alla "Marco", ad un dritto alla "Corre" (esagero per semplificare): troppo differente l'impostazione, il punto di impatto, il movimento del braccio.

Ritengo sia molto più produttivo sia migliorare la GESTIONE TATTICA della partita, ovvero mettere a punto delle strategie di gioco per OTTIMIZZARE i colpi che si hanno (per esempio: attacchi in contro-tempo o cambi di ritmo).

Mi voglio ora riferire ora al dritto di allenamento che Marco ha postato: quando ha giocato contro di me, di quel dritto non c'è stata ombra... ha eseguito il suo solito "vecchio" dritto (ad eccezione di un botta ad uscire, che peraltro non fa alcun testo).

Non ho MAI conosciuto giocatori OVER (consolidati) che siano riusciti a cambiare la loro meccanica dei colpi... in compenso ne ho conosciuti molti che hanno cambiato il MODO di impostare la partita, di gestire i punti.

Ecco: questo lungo preambolo per dire che, amio (modestissimo) avviso Marco dovrebbe migliorare quello che ha.

Come ultima condiderazione è importante sottilineare che Marco (come me, del resto) tiene troppo a vincere per potersi permettere divagazioni tecniche e cambiamenti di impostazione.

Un buon padellone (custom), rovescio in back pregevolissimo, dritto piatto, lungo e ALTO sulla rete di attesa... variando le traiettorie basse ed insidiose del rovescio con quelle senza peso del dritto.

Se poi il vecchio Marco sarà in grado di smentirmi, sfoderando in futuro un dritto in "open stance" con impugnatura semi-western... sarò il primo a congratularmi con lui. pirat
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16804
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da miguel il Lun 16 Set 2013, 15:27

concordo con corre, modificare molto un colpo che si gioca da anni é difficile se non impossibile (forse é più facile imparare a giocarlo bene con l'altro braccio), ottimizzare quello che si possiede é più fattibile
adesso non so che percorso ha intenzione di fare marco ma se anche il suo maestro leggesse questo argomento potrebbe trarne punti interessanti
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da cobrama il Lun 16 Set 2013, 15:35

correnelvento ha scritto:Questo discorso è molto interessante, e si presta a molte considerazioni e "filosofie di pensiero".

Io, innanzi tutto, dividerei i giocatori "stagionati" in due categorie: quelli che giocano molto, e da molti anni... e gli amatori con pochi anni/ore di tennis giocate.

Marco, GP ed il il sottoscritto, per fare un esempio,  apparteniamo sicuramente al primo gruppo che ho citato.

Giochiamo tanto a tennis, e da molti anni.

Abbiamo meccaniche dei colpi TREMENDAMENTE consolidate, nel bene o (spesso) nel male.

Se, con un tennista over, ma "acerbo" è pensabile modificare la sua impostazione... con tennisti super-collaudati da anni di partite, penso sia molto, molto difficile.

I meccanismi consolidati VERRANNO SEMPRE E COMUNQUE FUORI, quando le partite diventeranno dure e/o importanti.

Questo finirà con il DESTABIZZARE completamente il tennista, creando dubbi, ansie, insicurezze.

Con una INVOLUZIONE di prestazione generale.

E' pura illusione quella di pensare di passare ad un dritto alla "Marco", ad un dritto alla "Corre" (esagero per semplificare): troppo differente l'impostazione, il punto di impatto, il movimento del braccio.

Ritengo sia molto più produttivo sia migliorare la GESTIONE TATTICA della partita, ovvero mettere a punto delle strategie di gioco per OTTIMIZZARE i colpi che si hanno (per esempio: attacchi in contro-tempo o cambi di ritmo).

Mi voglio ora riferire ora al dritto di allenamento che Marco ha postato: quando ha giocato contro di me, di quel dritto non c'è stata ombra... ha eseguito il suo solito "vecchio" dritto (ad eccezione di un botta ad uscire, che peraltro non fa alcun testo).

Non ho MAI conosciuto giocatori OVER (consolidati) che siano riusciti a cambiare la loro meccanica dei colpi... in compenso ne ho conosciuti molti che hanno cambiato il MODO di impostare la partita, di gestire i punti.

Ecco: questo lungo preambolo per dire che, amio (modestissimo) avviso Marco dovrebbe migliorare quello che ha.

Come ultima condiderazione è importante sottilineare che Marco (come me, del resto) tiene troppo a vincere per potersi permettere divagazioni tecniche e cambiamenti di impostazione.

Un buon padellone (custom), rovescio in back pregevolissimo, dritto piatto, lungo e ALTO sulla rete di attesa... variando le traiettorie basse ed insidiose del rovescio con quelle senza peso del dritto.

Se poi il vecchio Marco sarà in grado di smentirmi, sfoderando in futuro un dritto in "open stance" con impugnatura semi-western... sarò il primo a congratularmi con lui. pirat
Ma anche se per ipotesi in un anno riuscisse ad imparare il diritto 3.0 ed il rovescio 1.0 , per imparare a scegliere correttamente i colpi da usare in partita gli ci vorrebbe almeno un paio d'anni: e fanno 3 tondi tondi.
Marco meglio saper fare poche cose che averne tante(fatte benino) e scegliere sempre il colpo sbagliato; quindi come detto da Corre rassegnati ad avere un diritto strozzato 1.0 anzi io lo farei diventare 0.5 cioè strozzatissimo solo palle appoggiate senza velleita' di chiudere il punto (mai neanche a campo aperto e palla sopra la rete).
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da veterano il Lun 16 Set 2013, 16:03

Onestamente vedendo i video e' impemsabile che sudetto dritto si trsformi in un dritto alla Corre.Se prorpio devo dire la verita' seguendo "stranamente" il cobra pensiero,semplificherei un po le cose,lavorando proprio sull'anticipo,e sul colpire bene avanti,e poi su un ottima preparazione fisica.......
veterano
veterano

Messaggi : 912
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da Chiros il Lun 16 Set 2013, 16:10

Non voglio nulla togliere all'esperienza di Corre e pur se faccio sorridere dal basso della mia pippagine, dico che secondo me Marco non deve stravolgere il colpo.

Per quel poco che ne capisco:
1) sta alto sulle gambe e questo gli causa problemi di spinta e di assetto (la palla più facilmente vola alta)
2) colpisce la palla troppo indietro e questo lo porta a strozzare il colpo. In pratica non allunga il braccio perchè la palla già è partita.


Stai basso, tieni la gamba davanti piegata e colpisci la palla bene avanti.
Porta il peso del corpo in avanti con le gambe piegate e stai insieme con la pallina. Vai avanti insieme con la pallina, questa è la sensazione. Con il braccio devi solo coprire la palla accompagnandola fino all'ultimo, andandoci sopra fino all'ultimo.

Secondo me ce la fai con poco tempo.
Chiros
Chiros

Messaggi : 4746
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da Chiros il Lun 16 Set 2013, 16:11

Ecco, meno male che Veterano pure dice di colpire bene avanti.

Vai Marco, stai basso, segui il maestro e poi trovati avversari facili.
Chiros
Chiros

Messaggi : 4746
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 45
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Tecnica e età - Pagina 2 Empty Re: Tecnica e età

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum