Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Racchetta definitiva
Da marco61 Ieri alle 23:07

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Ieri alle 19:54

» Il servizio bistrattato
Da ace59 Ieri alle 10:02

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ieri alle 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Impresa impossibile
Da Riki66 Mar 30 Giu 2020, 13:46

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

» Opinioni
Da correnelvento Ven 19 Giu 2020, 14:46

» FEDERER MI COPIA!
Da Tempesta Gio 18 Giu 2020, 23:13

» Babolat Pure Aero 2019
Da Attila17 Gio 18 Giu 2020, 14:06

» Djkovic è al capolinea ?
Da correnelvento Gio 18 Giu 2020, 06:12

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Quella volta che non funzionava niente

Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da marco61 il Ven 27 Set 2013, 23:25

Ne discutevo oggi col maestro col quale mi alleno. Nell'arco dell'anno capita pochissime volte di giocare al 100%, quando succede diventa facile vincere una partita.
Ma quando vi gira storta, e succede spesso, e il match va portato a casa lo stesso, magari in una gara a squadre quando il punto è importante, cosa fate per uscirne fuori?

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da oedem il Sab 28 Set 2013, 08:52

niente Quella volta che non funzionava niente 786556

anzi, se voi avete trovate la soluzione ditemelo, eh! lol!
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da squalo714 il Sab 28 Set 2013, 10:30

Come da consiglio di un mio conoscente "rubi due palle e vedi come gira la partita.." lol! 


Dura uscirne fuori quando la giornata e' storta, o cambi tattica radicalmente o cerchi di remare (se fisicamente stai bene) sperando che alla lunga qualcosa cambi (magari cala l'avversario).

Mi piacerebbe sentire l'opinione al riguardo di quel tattico del Cobrama..
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da MSport il Sab 28 Set 2013, 12:15

Wink Wink Wink Marcomaicontento,

magari dovresti provare a vedere le cose meno negativamente.
Anche perchè se è vero quello che sostieni, ovvero che "spesso" gira storta, viene da chiedersi chi te lo fa fare.....
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da marco61 il Sab 28 Set 2013, 13:36

Non mi riferivo a me in particolare. E dal momento che qui dentro c'è gente che rappresenta a più livelli l'agonista medio, sarebbe interessante capire se possono esistere risposte diverse a seconde delle proprie capacità tecniche.
Personalmente posso dire che nei giorni storti il colpo che mi lascia letteralmente a piedi è il dritto.
Ora, se l'avversario è particolarmente ostico tiro fuori i remi, diritto a palombella e vediamo come finisce.
Se l'avversario è abbordabile, cerco di prendere la rete appena possibile col rovescio in back per giocare quanto meno possibile nella zona di campo dove ho più problemi.
Se poi vengo spesso passato, le volèes mi escono, gli smash finiscono nei teloni, non mi resta altro da fare che stringere la mano al mio avversario e andare a piangere in doccia.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da correnelvento il Sab 28 Set 2013, 18:17

Personalmente, sono rare le volte in cui gioco molto sotto il mio livello normale di gioco.

Questo è sempre dovuto al fatto che sono stanco e/o fisicamente non a posto.

In queste condizioni, se trovo un avversario al mio livello (che sta bene) perdo, non è infatti una questione di strategia o tattica.

Sono le mie gambe, che non rispondono.

Nel mio caso, cerco di abbreviare gli scambi, prendendo più rischi... se non ci stanno le gambe, lottare alla morte mi porta, di solito, ad una PIU' FATICOSA sconfitta.

Se l'avversario è più scarso, anche se non sono al meglio... per solito vinco.
In questo caso cerco di sporcare ancora di più la palla, giocando più centrale, per levargli gli angoli e, di conseguenza, poter fare il mio gioco correndo di meno.

L'avversario più scarso si batterà da solo.
correnelvento
correnelvento

Messaggi : 16780
Data d'iscrizione : 12.07.10
Località : .

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da Nardac il Sab 28 Set 2013, 19:42

A mio parere è una cosa da risolvere a livello mentale.
Se uno è abituato a fare tornei sa che nei giorni storti la partita ( compatibilmente con l'avversario ) va portata a casa lo stesso con qualunque gioco .
Quindi stare calmi , accettare che i dritti non entrano ( ad esempio ) e in base a chi si ha davanti cercare in tutti i modi di nn buttarsi giù per la giornata storta e lottare con quello che si ha quel giorno .

Nardac

Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 30.03.12

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da MSport il Dom 29 Set 2013, 07:04

Mi associo a Corre.
Anche io ho un livello di gioco di crociera piuttosto stabile.
Io sono meno capace di sporcare la palla come Giovanni, allora cerco di variare il gioco.
Piuttosto che cercare ostinatamente un rovescio lungolinea che quel giorno non entra o un dritto che mi sta uscendo di quattro dita, allora vario molto con colpi stretti o palle corte a portare a rete l'avversario.
Il tutto condito da improvvise incursioni a rete giusto per non lasciare tranquillo l'avversario.
A tanti piace stare sulla riga di fondo a fare il proprio compitino.
A nessuno piace fare dentro fuori e soprattutto avanti indietro per un'ora di fila o per quanto serve.
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da Maurizio il Dom 29 Set 2013, 14:10

Cerco di capire cosa non va e spesso sono i piedi troppo fermi. Provo per un po' a rallentare e metterla perlomeno in campo
Maurizio
Maurizio

Messaggi : 1639
Data d'iscrizione : 18.01.11
Età : 59
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da righeEnastro il Gio 03 Ott 2013, 16:19

Rallento cercando di tenerla bassa, nella speranza di ricevere prima o poi una palla corta
righeEnastro
righeEnastro

Messaggi : 223
Data d'iscrizione : 16.09.13
Età : 56
Località : Varese

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da miguel il Gio 03 Ott 2013, 16:41

per quanto mi riguarda i colpi é difficile che mi abbandonino. se gioco male al 99% é colpa dei piedi fermi.
quando comunque succede di giocare male se l'avversario é più debole gioco a tenere ed alla fine la porto a casa, se invece é del mio livello o più forte gioco aggressivo cercando il vincente su due tre scambi o di prendere la rete appena possibile
miguel
miguel

Messaggi : 5477
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 53
Località : torino

Torna in alto Andare in basso

Quella volta che non funzionava niente Empty Re: Quella volta che non funzionava niente

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum