TENNISTEAM
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 2 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 320 il Dom 25 Lug 2021, 13:48
Ultimi argomenti attivi
» Stefanos Tsitsipas
Da spalama Ieri alle 20:58

» Verdasco e doping
Da correnelvento Ieri alle 11:37

» Lorenzo Musetti
Da spalama Ven 02 Dic 2022, 20:22

» Coppa Davis
Da MacP Gio 01 Dic 2022, 11:03

» Artengo TR990 Power Pro o Artengo TR990 Pro
Da st13 Mer 30 Nov 2022, 21:15

» Aliassime la meteora del tennis
Da correnelvento Mar 29 Nov 2022, 10:34

» Felix Auger Aliassime
Da correnelvento Mar 29 Nov 2022, 10:27

» Lorenzo Sonego
Da Pinox Lun 28 Nov 2022, 20:44

» Atp finals
Da slaze Lun 28 Nov 2022, 13:07

» Scommettere sul tennis...sì o no?
Da Juan8574 Lun 28 Nov 2022, 12:21

» Mansour Bahrami
Da nw-t Dom 27 Nov 2022, 23:36

» Ma le racchette sono migliorate realmente negli ultimi anni?
Da spalama Ven 25 Nov 2022, 11:41

» Nadal è al capolinea?
Da paoletto Gio 24 Nov 2022, 18:46

» Alloggio a Brescia 8/10 dicembre
Da marco61 Dom 20 Nov 2022, 06:54

» Rovesci bimani
Da veterano Gio 17 Nov 2022, 01:01

» rovescio ad una mano
Da Davidev88 Lun 14 Nov 2022, 21:54

» United Cup
Da correnelvento Lun 14 Nov 2022, 18:59

» NextGen
Da spalama Dom 13 Nov 2022, 08:35

» Nuove corde per U12/14
Da marco61 Ven 11 Nov 2022, 21:55

» Pure Aero 2022
Da nw-t Ven 11 Nov 2022, 20:29

» Asini da circolo: quello che dice "non sa fare un rovescio in top"
Da yatahaze Mer 09 Nov 2022, 08:42

» Holger Rune
Da yatahaze Mar 08 Nov 2022, 14:30

» Qualche incordatore in provincia di Salerno?
Da giascuccio Lun 07 Nov 2022, 17:36

» Mercatini in rete
Da wetton76 Dom 06 Nov 2022, 19:34

» Fabio Fognini
Da johnnyyo Gio 03 Nov 2022, 11:31

conversione misure telai
Lun. inc  cm
Peso oz  g
Ovale inc2  cm2
Bil. HL  cm
     

Ibridi: un po' di teoria...

+2
Eiffel59
Bippo
6 partecipanti

Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Bippo Ven 01 Nov 2013, 23:12

Salve.

Urge una bella lezione teorica riguardo le incordature ibride da chi ne è esperto.

Ovviamente ho cercato in lungo e in largo per la rete, ma sembra che quasi tutti, interpellati sull'argomento, rispondano ai topic con il loro personale ibrido elogiandone le prestazioni, ma un'esposizione organica delle basi teoriche non sono riuscito a trovarla.

Poichè, considerando i tipi di struttura delle corde, praticamente si possono ibridare in quasi tutte le combinazioni (i rispettivi vantaggi si possono tranquillamente trovare in rete), con che criteri si può scegliere le corde da abbinare tra le miriadi di modelli e marche disponibili? Cioè, anche decidendo le tipologie da abbinare, diciamo ad esempio un classico mono sulle verticali e multi sulle orizzontali, come si sceglie tra le centinaia di mono e le migliaia di multi due corde compatibili che possano soddisfare il giocatore?
O più in generale, qualcuno che o lo fa di mestiere o è un esperto in materia, può spiegare bene il procedimento/ragionamento/metodo per comporre un ibrido che possa funzionare (con rispettive tensioni)?

In secondo luogo, approfitto di chi si presenterà per rispondere al quesito sugli ibridi per chiedere se esistono dei testi di riferimento per gli incordatori, manuali di teoria riguardanti corde, rigidità, tensioni, abbinamenti, effetti sul gioco, corde abbinate al tipo di reticolo, nonchè metodi e schemi di incordatura; insomma, tutta la parte teorica che sta dietro al mestiere dell'incordatore. Questo perchè oggi leggevo l'articolo di Stefano (http://www.irsa-stringers.com/far-giocare-meglio-ogni-racchetta-garantito) e, pur essendo concetti teorici a me noti, leggermi tutta insieme l'enorme quantità di fattori da cui dipende l'efficienza della racchetta e quindi la prestazione sul campo mi ha fatto parecchio impressione, e mi chiedo se ci sia un testo teorico, o un programma o un qualsiasi supporto informativo che tratti tutti i punti esposti nell'articolo permettendo ai tennisti interessati, e disposti a studiarsi tutta la teoria, a prendersi cura del proprio attrezzo in toto, partendo dal peso, bilanciamento, corde, ecc...

Grazie a chi risponderà, penso che, se si svilupperà bene come spero, questo topic potrebbe essere utile a molti utenti.

Bippo

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 10.10.13
Età : 27
Località : Ala -Trento-

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Eiffel59 Sab 02 Nov 2013, 06:45

Un programma ancora non c'è, anche se è in sviluppo da un paio d'anni abbondanti un software apposito che dovrebbe essere disponibile nel corso del prossimo anno (con "solo" due anni di ritardo sul preventivato Rolling Eyes ) ma riservato all'uso commerciale.
Questo perchè non è impresa da poco una che contempla più di 3000 corde (che non è affatto vero siano sempre e comunque abbinabili: si "può" fare, ma in molti casi le differenze prestazionali tra le corde ne rendono inutile/svantaggioso l'abbinamento) e circa 1200 telai (i quali aloro volta diventano più o meno performanti a seconda dei vari abbinamenti). Ed i parametri sono ben di più, e ben più complicati di quelli descritti dall'articolo di Drew Sunderlin (quello tradotto da Stefano) che risale addirittura al maggio del 2004, ben prima dei più recenti sviluppi nei due rispettivi campi. Sviluppi che, va detto, hanno provocato cambi di opinione (quando non inversioni a 180 gradi) a studiosi che all'approfondimento della materia "materiali tennis" hanno dedicato tutta una vita, quali Rod Cross e Crawford Lindsay.
Datti una leggitina a questo per avere un'idea di quel che intendo, e capirai in che tipo di ginepraio ci si va a ficcare... Wink
http://www.passionetennis.com/t13574-il-tipo-di-corda-non-influenza-lo-spin
Eiffel59
Eiffel59

Messaggi : 2284
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 63
Località : Brescia/Parigi

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Lupo65 Sab 02 Nov 2013, 08:07

Bippo, penso che la cosa piu' difficile non sia abbinare una racchetta ad una combinazione di corde, ma abbinare il tutto al giocatore di turno.
Detto questo, come dice Mario, tra ammontare di corde e di telai non finiresti piu'...ma ammettiamo che qualcosa riesci a fare; devi poi associare il telaio al giocatore e qui una soluzione ottimale potrebbe essere la peggiore per il giocatore in questione.
Onestamente tutti gli studi sono stati fatti in maniera "statica"; gli studi "dinamici" sono stati fatti utilizzando mezzi meccanici di simulazione, ma nessuno ha mai messo di mezzo il braccio umano o la componente cinetica gambe-bacino-torso-spalle ecc.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5077
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 57
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Ospite Sab 02 Nov 2013, 20:31

Ne approfitto per qualche domanda: perchè è così importante il coefficiente di attrito statico nella scelta delle corde da ibridare?
Contrariamente a quanto si possa pensare un attrito minore tra le corde produce la stessa quantità di spin sulla palla, ma tende a produrlo in un periodo di tempo più lungo. L'attrito incide quindi anche sul dwelltime?
E' corretto quindi tra le alternative a parità di rigidità scegliere la combinazione che presenta un coefficiente di attrito minore?
Grazie.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Lupo65 Dom 03 Nov 2013, 08:25

Minore e' l'attrito e piu' veloce e' lo snap back della corda (cioe' il ritorno della corda alla posizione iniziale) che ne facilita lo spin. Quindi si'...ma non ho mai visto un database con marcati i coefficienti di attrito.

Le sagomate ecc usano non tanto gli spigoli per imprimere piu' spin, ma gli spigoli offrono una superficie di contatto minore e quindi un minore attrito ecc ecc....
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5077
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 57
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Eiffel59 Dom 03 Nov 2013, 11:53

@Lupo, una tabella (limitata) sui coefficienti d'attrito c'è su TWU, una più "allargata" sul sito dell'USRSA, poi ci sono quelle dell'ITF (sviluppate nell'ambito del "Project MYO")
Eiffel59
Eiffel59

Messaggi : 2284
Data d'iscrizione : 11.12.09
Età : 63
Località : Brescia/Parigi

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Ospite Dom 03 Nov 2013, 14:15

Vero, è proprio a quella tabella che facevo riferimento per capire che corda provare in orizzontale in ibrido con un budello naturale.
Io a queste conclusioni che più si muove una corda e più spin produce ad intuito non ci sarei mai arrivato, avrei detto che dipendeva solo dalla sezione sagomata o meno.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Lupo65 Dom 03 Nov 2013, 18:27

Tabellum nun est disputandum Ibridi: un po' di teoria... 786556 
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5077
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 57
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Ospite Gio 05 Dic 2013, 15:10

Sto cercando di farmi un'idea su qualche concetto legato alle corde.
Il coefficiente di attrito statico è abbastanza chiaro: interviene sulla forza necessaria a spostare la corda nella prima parte dell'impatto che a sua volta è proporzionale alla componente normale al verso di scorrimento di una corda sull'altra: in poche parole possiamo avere un coefficienete di attrito statico quanto più bassso vogliamo ma se la forza che comprime le corde è abbastanza elevata ( = tensionamento alto) allora il problema diventa la tensione a cui le incordiamo.
Quindi per un buon snap-back è necessario tener conto anche della tensione.
C'è poi l'attrito dinamico che agisce a partire dal momento che la corda inizia il suo tratto di allungamento, qui le cose si complicano perchè entrano in gioco anche le forze indotte dalla deformazione della corda.
Dato che la teoria è un po' lunga da spiegare rimando a questo documento interessante.
http://personalpages.to.infn.it/~masera/proclt/CIND/ELASTICITA.pdf
Ad un certo punto c'è un riferimento al comportamento dei materiali elastici non hookiani: gomma vs tessuti molli animali.
Ad intuito direi che i poly rigidi tendono verso un comportamento hookiano (proporzionalità quasi lineare tra sollecitazione e deformazione), i multi e i nylon invece potrebbero avere un grafico simile alla gomma (la maggior parte della deformazione corrisponde ad un intervallo stretto di carichi).
Ho indovinato? Wink

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Maso450 Sab 28 Dic 2013, 13:25

Io ho scaricato racket tune,app interessante che tra le varie funzioni c'è anche quella per "calcolare"la flessione delle corde sul piatto
Ibridi: un po' di teoria... <a href=Ibridi: un po' di teoria... Krzi" />
Si impostano i dati
Ibridi: un po' di teoria... <a href=Ibridi: un po' di teoria... Ut4r" />
Selezionando la corda nel data base
E genera il grafico
Ibridi: un po' di teoria... <a href=Ibridi: un po' di teoria... Vc74" />
Qui vediamo a confronto un budello(rosso)
Un multifilamento (blu)
È un mono filamento (giallo)

Maso450

Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 28.11.13
Età : 42
Località : Spilimbergo (PN)

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Maso450 Sab 28 Dic 2013, 13:40

Ibridi: un po' di teoria... Img_2113


Ibridi: un po' di teoria... Img_2114

Ibridi: un po' di teoria... Img_2115

Ibridi: un po' di teoria... Img_2116

Maso450

Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 28.11.13
Età : 42
Località : Spilimbergo (PN)

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da cobrama Sab 28 Dic 2013, 15:20

Lupo65 ha scritto:Minore e' l'attrito e piu' veloce e' lo snap back della corda (cioe' il ritorno della corda alla posizione iniziale) che ne facilita lo spin. Quindi si'...ma non ho mai visto un database con marcati i coefficienti di attrito.

Le sagomate ecc usano non tanto gli spigoli per imprimere piu' spin, ma gli spigoli offrono una superficie di contatto minore e quindi un minore attrito ecc ecc....

quello che pensavo pure io. Perche: la combinazione migliore infatti per me è.: budello verticale mono fine e sagomato su orizz. Il tutto a basse tensioni
peccato il costo non praticabile.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2250
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 56
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da cobrama Sab 28 Dic 2013, 15:22

PS. Con i multi al posto del budello non è la stessa cosa però
cobrama
cobrama

Messaggi : 2250
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 56
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Lupo65 Dom 29 Dic 2013, 08:25

cobrama ha scritto:PS. Con i multi al posto del budello non è la stessa cosa però

Vero Cobra, il budello è il budello!
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5077
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 57
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Ursus Dom 29 Dic 2013, 10:40

cobrama ha scritto:quello che pensavo pure io. Perche: la combinazione migliore infatti per me è.: budello verticale mono fine e sagomato su orizz. Il tutto a basse tensioni
Mono sulle orizzontali ? Pensavo che per lo spin fosse meglio avere il mono sulle verticali.


Ho speso un sacco di soldi in racchette, corde e palline; tutti gli altri li ho sperperati.
Ursus
Ursus

Messaggi : 673
Data d'iscrizione : 05.02.11
Età : 56
Località : Modena

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Lupo65 Lun 30 Dic 2013, 07:44

Ursus, una diminuzione di attrito nelle corde piu' sollecitate senz'altro aiuta lo spin, ma per esperienza personale di gioco i vantaggi di un ibrido multi/poly supera i vantaggi di un ibrido tradizionale. Comunque è una questione di gusti personali, ma vedendo Nole dal vivo lui con piatto 95, 18x20 e corde tirate a 26/27kg (budello/Alu power) quanto vuole tira con uno spin impressionante. Lo so che farebbe lo stesso anche con una Tefal da caldearroste  Ibridi: un po' di teoria... 786556 
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5077
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 57
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da cobrama Lun 30 Dic 2013, 10:32

Lupo io non ho trovato allettante la combinazione un multi-mono, se dovessi usare un multi ibridato lo userei sulle orizz. Diverso il caso del budello che a basse tensioni con mono sagomato diventa per i miei gusti superbo sulle verticali.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2250
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 56
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Ursus Lun 30 Dic 2013, 11:38

Io per gli ibridi ho quasi sempre usato il syn-gut a fronte di un articolo di alcuni anni fa di Stefano, su Tennis Italiano.
Articolo che prendeva in considerazione le esigenze, anche economiche, di noi comuni mortali e non dei Pro.
I motivi per cui si suggeriva di usare il syn-gut rispetto a multi più costosi, sono che il mono è e rimane sempre predominante mitigando di molto la prestazione dell'altra corda, oltre al fatto che comunque in poche ore, vuoi per la decadenza prestazionale del mono, vuoi per il consumo meccanico del multi, si deve tagliare. 
Sempre riferito a noi mortali, l'ibrido con budello e mono veniva indicato come un controsenso in quanto univa la corda con maggiore durata (budello) con una che dopo poche ore moriva (mono).
Questo per informazione; per motivi di palanche (  No )  non ho mai usato un ibrido budello/mono quindi sicuramente non so cosa mi perdo.


Ho speso un sacco di soldi in racchette, corde e palline; tutti gli altri li ho sperperati.
Ursus
Ursus

Messaggi : 673
Data d'iscrizione : 05.02.11
Età : 56
Località : Modena

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Lupo65 Lun 30 Dic 2013, 11:53

cobrama ha scritto:Lupo io non  ho trovato allettante la combinazione un multi-mono, se dovessi usare un multi ibridato lo userei sulle orizz. Diverso il caso del budello che a basse tensioni con mono sagomato diventa per i miei gusti superbo sulle verticali.

Ma tu sei in Toscana ed io in Scozia  Ibridi: un po' di teoria... 786556  L'unico uso pratico del budello qui e' l'haggis, delicatezza locale di interiora di agnello e spezie con budello esterno; va leggermente bagnata col whisky e mangiata con un pure di patate e rape dolci, una delicatezza sopraffina!

Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5077
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 57
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Lupo65 Lun 30 Dic 2013, 11:57

Ursus, qualcosa senz'altro te lo perdi ma piu' in sensazione che non in prestazione di gioco, ma da come descrivi la scelta tra "il gioco e la candela" gia' l'hai fatta. Son d'accordo con Stefano sull'ibrido poly/synth gut anche se e' anche vero che al giorno d'oggi trovi multi molto economici.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5077
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 57
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da cobrama Lun 30 Dic 2013, 12:59

Ursus, il problema della durata lunga del budello contro quella corta prestazionale del mono sagomato non si pone: il budello arriva a malapena alle due ore poi si rompe il budello
cobrama
cobrama

Messaggi : 2250
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 56
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da cobrama Lun 30 Dic 2013, 13:04

Cmq provare una volta nella vita non ti porterà certo in rovina, mi Raccomando però budello 18kg max e un mono ritorto max calibro 1,20 sulle orizz. E poi serve & vollley
cobrama
cobrama

Messaggi : 2250
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 56
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

Ibridi: un po' di teoria... Empty Re: Ibridi: un po' di teoria...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.