Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 3 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» Racchetta definitiva
Da marco61 Ieri alle 23:07

» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da max1970 Ieri alle 19:54

» Il servizio bistrattato
Da ace59 Ieri alle 10:02

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ieri alle 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Impresa impossibile
Da Riki66 Mar 30 Giu 2020, 13:46

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

» Opinioni
Da correnelvento Ven 19 Giu 2020, 14:46

» FEDERER MI COPIA!
Da Tempesta Gio 18 Giu 2020, 23:13

» Babolat Pure Aero 2019
Da Attila17 Gio 18 Giu 2020, 14:06

» Djkovic è al capolinea ?
Da correnelvento Gio 18 Giu 2020, 06:12

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

il Pallettaro

Pagina 3 di 16 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 9 ... 16  Seguente

Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da Lupo65 il Ven 19 Apr 2013, 08:50

zaphod ha scritto:
oedem ha scritto:fattore mentale?????

se un "pallettaro" ci batte è solo perché è più bravo di noi: conosce se stesso e il proprio tennis e fa solo quello che sa fare senza tentare nulla di ardito mentre noi, illusi di una vittoria per il suo gioco esteticamente poco accattivamente, ci dimeniamo alla ricerca di vincenti di halley e facendo gratuiti su gratuiti non riuscendo neanche a tenere uno scambio con uno che non ci pressa

Non è cervello in tilt questo?

Amedeo, son d'accordo con Zap su questa qui - se perdi contro il pallettaro e' molto spesso per mancanza di solidita' mentale piu' che non di solidita' tecnica.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da oedem il Ven 19 Apr 2013, 09:24

Zap, Lupo, si va in tilt ma per un semplice motivo: assoluta incapacità e spesso sopravalutazione del proprio tennis.

entrando in campo e vedendo il nostro avversario che colpisce con movimenti e impatti approssimativi, subito il nostro ego sale alle stelle forti del nostro tennis così bello da vedersi perché, in fondo, molti di noi, tennisticamente parlando, sono dei vanesi.
potremmo mai noi che cerchiamo la perfezione estetica del gesto perdere contro cotanto horror-tennista?

ma poi, dopo essere entrati baldanzosi in campo, iniziamo a trovarci sotto senza capire come né perché: la nostra precoce sicurezza inizia a vacillare e, anziché realizzare il reale problema trovando la soluzione, continuiamo a non accettare che uno "zappatore" ci stia battendo.
e allora il nostro ego ci spinge verso soluzioni sempre più ardite: cross super stretti che puntualmente stecchiamo, palle corte facilmente attaccabili, serve&volley dimenticando che non abbiamo né serve né volley.

Così in 20 minuti usciamo dal campo con una enorme rabbia dentro.

Ma casomai sarebbe bastato, invece di pensare all'avversario e alla sua estetica, concentrarci solo di noi e sulla palla e sul nostro vero tennis (non quello che pensiamo).

quindi per me il pallettaro vince perché più bravo di noi: ha coscienza di se stesso e del proprio tennis e punta solo su ciò che sa fare.

se sapessimo attaccare e mettere pressione a palle senza peso usciremmo dal campo vincitori.

il tutto imho Wink
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da cobrama il Ven 19 Apr 2013, 09:31

Grande Oedem, una delle migliori tattiche potrebbe essere quella di non cacciare palla nel palleggio preliminare con il pallettaro cogliendo due piccioni con una fava: primo non lo fai riscaldare poi lui pensera' di essere quello forte tecnicamente e cadra' lui nella sindrome da pallettaro e iniziera' a sparare colpi sui teloni. In definitiva col pallettaro basta tirare piu' piano di lui e con tecnica piu' approssimativa. In effetti è una tattica che io utilizzo spesso.
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da cobrama il Ven 19 Apr 2013, 09:41

dropshot II ha scritto:"pallettaro" è più il giudizio che il giocatore che ha perso di solito esprime in merito all'avversario. fino a farlo diventare un epiteto alle soglie dell'ingiuria.

che corre come un pazzo ributtando di là in qualche modo qualsiasi cosa di giallo trova in campo.
Marco ma Dropshot si riferiva a me ? Lo hai mandato a spiarmi?
cobrama
cobrama

Messaggi : 2260
Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 53
Località : toscana

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da MSport il Ven 19 Apr 2013, 11:14

oedem ha scritto:Zap, Lupo, si va in tilt ma per un semplice motivo: assoluta incapacità e spesso sopravalutazione del proprio tennis.

entrando in campo e vedendo il nostro avversario che colpisce con movimenti e impatti approssimativi, subito il nostro ego sale alle stelle forti del nostro tennis così bello da vedersi perché, in fondo, molti di noi, tennisticamente parlando, sono dei vanesi.
potremmo mai noi che cerchiamo la perfezione estetica del gesto perdere contro cotanto horror-tennista?

ma poi, dopo essere entrati baldanzosi in campo, iniziamo a trovarci sotto senza capire come né perché: la nostra precoce sicurezza inizia a vacillare e, anziché realizzare il reale problema trovando la soluzione, continuiamo a non accettare che uno "zappatore" ci stia battendo.
e allora il nostro ego ci spinge verso soluzioni sempre più ardite: cross super stretti che puntualmente stecchiamo, palle corte facilmente attaccabili, serve&volley dimenticando che non abbiamo né serve né volley.

Così in 20 minuti usciamo dal campo con una enorme rabbia dentro.

Ma casomai sarebbe bastato, invece di pensare all'avversario e alla sua estetica, concentrarci solo di noi e sulla palla e sul nostro vero tennis (non quello che pensiamo).

quindi per me il pallettaro vince perché più bravo di noi: ha coscienza di se stesso e del proprio tennis e punta solo su ciò che sa fare.

se sapessimo attaccare e mettere pressione a palle senza peso usciremmo dal campo vincitori.

il tutto imho Wink

Amedeo

la cosa è molto più semplice.
Nel tennis, che alcuni hanno definito "lo sport del diavolo", non vale la proprietà transitiva pertanto dal fatto di "giocare meglio" non ne consegue "quindi vinco".
capirlo poi è ancora più articolato
farsene una ragione poi non ne parliamo........
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da veterano il Ven 19 Apr 2013, 11:35

Quando sento parlare di testa a questi livelli divento verde.......
veterano
veterano

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da sixers85 il Ven 19 Apr 2013, 11:43

oedem ha scritto:fattore mentale?????

se un "pallettaro" ci batte è solo perché è più bravo di noi: conosce se stesso e il proprio tennis e fa solo quello che sa fare senza tentare nulla di ardito mentre noi, illusi di una vittoria per il suo gioco esteticamente poco accattivamente, ci dimeniamo alla ricerca di vincenti di halley e facendo gratuiti su gratuiti non riuscendo neanche a tenere uno scambio con uno che non ci pressa

macchè, per caso mi hai visto giocare? il Pallettaro - Pagina 3 786556
io credo comunque che quando si perde, si perde sempre perchè l'altro è stato piu bravo di noi
sixers85
sixers85

Messaggi : 448
Data d'iscrizione : 05.04.13
Età : 35
Località : sardinia

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da oedem il Ven 19 Apr 2013, 12:06

Msport ha scritto:
Amedeo

la cosa è molto più semplice.
Nel tennis, che alcuni hanno definito "lo sport del diavolo", non vale la proprietà transitiva pertanto dal fatto di "giocare meglio" non ne consegue "quindi vinco".
capirlo poi è ancora più articolato
farsene una ragione poi non ne parliamo
........
assolutamente!

veterano ha scritto:Quando sento parlare di testa a questi livelli divento verde.......
ti ho trovato anche la racchetta adatta lol!

il Pallettaro - Pagina 3 Hulk-stuff-5-007

sixers85 ha scritto:macchè, per caso mi hai visto giocare? il Pallettaro - Pagina 3 786556
io credo comunque che quando si perde, si perde sempre perchè l'altro è stato piu bravo di noi
concordo assolutamente con te
oedem
oedem

Messaggi : 6055
Data d'iscrizione : 01.12.09

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da marco61 il Ven 19 Apr 2013, 14:58

veterano ha scritto:Quando sento parlare di testa a questi livelli divento verde.......
Vet, ho letto anche il tuo post dall'altra parte e sono d'accordo con te. Qui però dicendo che serve "avere testa" giocando contro un pallettaro, significa avere la capacità di non sbarellare perchè contro questi giocatori ci vuole anche tanta pazienza. Chiaro, questa è gente che non batte nessuno con i propri colpi, se sei forte ed hai la tecnica necessaria sono gli avversari più semplici da affrontare, ma se sei un quarta qualche limite devi pure averlo.
Ecco che, se la tecnica non basta, serve la testa. Ma non si parla di tattica, ma più che altro di santa pazienza.

marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da Lupo65 il Ven 19 Apr 2013, 19:03

marco61 ha scritto:
veterano ha scritto:Quando sento parlare di testa a questi livelli divento verde.......
Vet, ho letto anche il tuo post dall'altra parte e sono d'accordo con te. Qui però dicendo che serve "avere testa" giocando contro un pallettaro, significa avere la capacità di non sbarellare perchè contro questi giocatori ci vuole anche tanta pazienza. Chiaro, questa è gente che non batte nessuno con i propri colpi, se sei forte ed hai la tecnica necessaria sono gli avversari più semplici da affrontare, ma se sei un quarta qualche limite devi pure averlo.
Ecco che, se la tecnica non basta, serve la testa. Ma non si parla di tattica, ma più che altro di santa pazienza.

Precisazione ben fatta - testa intesa non solo come tattica, ma anche come capacita' di adattamento ad una situazione che non ci piace.
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da squalo714 il Ven 19 Apr 2013, 19:21

Ma il pallettaro dopo che ha vinto la partita ,alla sera, a cosa pensa?
Non di certo a qualche bel punto giocato... scambio
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da Lupo65 il Ven 19 Apr 2013, 19:24

squalo714 ha scritto:Ma il pallettaro dopo che ha vinto la partita ,alla sera, a cosa pensa?
Non di certo a qualche bel punto giocato... scambio

Secondo me pensa "et voila', ho cucinato un'altro fesso che credeva di potermi battere" Twisted Evil
Lupo65
Lupo65
Moderatore

Messaggi : 5095
Data d'iscrizione : 17.01.11
Età : 54
Località : Kinross-shire

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da squalo714 il Ven 19 Apr 2013, 19:31

Sinceramente ho sempre avuto il massimo rispetto per ogni tipo di gioco, anche perche' ognuno e' libero di giocare come gli pare.
Mi ha anche sempre dato fastidio vedere quelli che si inca......no giocando con certi personaggi.
La maturazione e il passaggio di livello passa anche attraverso alle partite (vinte o perse) coi cosidetti pallettari. tongue
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da sixers85 il Ven 19 Apr 2013, 19:59

anche perchè i " cosidetti" ti fan capire e vedere quanto effettivamente scarso sei...


Lupo65 ha scritto:
squalo714 ha scritto:Ma il pallettaro dopo che ha vinto la partita ,alla sera, a cosa pensa?
Non di certo a qualche bel punto giocato... scambio

Secondo me pensa "et voila', ho cucinato un'altro fesso che credeva di potermi battere" Twisted Evil

P: Ciao cara!
M: OH caro, sei tornato! come è andata?
P: niente di che! un'altro che si credeva Federer!
M: e allora?
P: niente! si era confuso con qualcun'altro!
sixers85
sixers85

Messaggi : 448
Data d'iscrizione : 05.04.13
Età : 35
Località : sardinia

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da marco61 il Ven 19 Apr 2013, 20:52

Ragazzi, il giocatore che vince merita rispetto, sempre.
Ricordiamoci che fare il pallettaro non è una scelta, ma una necessità, e il pallettaro è la prima vittima di sè stesso. Tutti vorremmo giocare serve&volley o tirare vincenti da ogni angolo del campo, anche il pallettaro sarebbe tanto contento di poterlo fare. Ma è il primo a rendersi conto di quali sono i suoi limiti, e si rassegna alla sofferenza per portare a casa il match. Per questo va ammirato, anche perchè giocare in quel modo lo sottopone a giornaliere lapidazioni che non fanno certo crescere la propria autostima.
Anzi, in caso di necessità, io in borsa insieme ai telai metto sempre un bel paio di remi, da tirar fuori all'occorrenza quando mi rendo conto che il mio avversario è più forte di me. Se voglio vincere e non posso reggere il suo ritmo, posso solo sperare di costringerlo a giocare al mio. Almeno non dovrò rimproverarmi di non averle provate tutte. Ma anche in quelle occasioni, io non mi considero un pallettaro. Cerco di rallentare, ma non rinuncio mai a sfruttare il mio servizio e se ho l'occasione di andare avanti non mi tiro indietro. Semplicemente non mi metto a tirare più forte di uno più bravo di me.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da squalo714 il Ven 19 Apr 2013, 21:06

marco61 ha scritto:Ragazzi, il giocatore che vince merita rispetto, sempre.
Ricordiamoci che fare il pallettaro non è una scelta, ma una necessità, e il pallettaro è la prima vittima di sè stesso. Tutti vorremmo giocare serve&volley o tirare vincenti da ogni angolo del campo, anche il pallettaro sarebbe tanto contento di poterlo fare. Ma è il primo a rendersi conto di quali sono i suoi limiti, e si rassegna alla sofferenza per portare a casa il match. Per questo va ammirato, anche perchè giocare in quel modo lo sottopone a giornaliere lapidazioni che non fanno certo crescere la propria autostima.
Anzi, in caso di necessità, io in borsa insieme ai telai metto sempre un bel paio di remi, da tirar fuori all'occorrenza quando mi rendo conto che il mio avversario è più forte di me. Se voglio vincere e non posso reggere il suo ritmo, posso solo sperare di costringerlo a giocare al mio. Almeno non dovrò rimproverarmi di non averle provate tutte. Ma anche in quelle occasioni, io non mi considero un pallettaro. Cerco di rallentare, ma non rinuncio mai a sfruttare il mio servizio e se ho l'occasione di andare avanti non mi tiro indietro. Semplicemente non mi metto a tirare più forte di uno più bravo di me.

ave ave ave
squalo714
squalo714

Messaggi : 2244
Data d'iscrizione : 21.09.11
Località : trento

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da veterano il Ven 19 Apr 2013, 21:17

marco61 ha scritto:
veterano ha scritto:Quando sento parlare di testa a questi livelli divento verde.......
Vet, ho letto anche il tuo post dall'altra parte e sono d'accordo con te. Qui però dicendo che serve "avere testa" giocando contro un pallettaro, significa avere la capacità di non sbarellare perchè contro questi giocatori ci vuole anche tanta pazienza. Chiaro, questa è gente che non batte nessuno con i propri colpi, se sei forte ed hai la tecnica necessaria sono gli avversari più semplici da affrontare, ma se sei un quarta qualche limite devi pure averlo.
Ecco che, se la tecnica non basta, serve la testa. Ma non si parla di tattica, ma più che altro di santa pazienza.

Scusa marco ho sbagliato funzione e stavo per editare il tuo messaggio,oggi o preso troppo sole,comunque ho gia' rimediato.

Ora torniamo a noi: e' chiaro che con questo tipo di giocatore di pazienza ne devi avere molta,come anche quando sali di categoria ed incontri un ribattitore con i contro zebedei.Ora constatato che la tecnica sia decente e la condizione fisica anche,parilamo di pazienza.Purtroppo per capire il tennis bisognerebbe anche un pochino studiarlo,nel senso che essendo un gioco fatto di percentuali,la prima regola e' quella di tirare una volta di piu dell'avversario la palla dall' altra parte della rete.Ora cosa presume questo,che devo cercare di sbagliare meno del mio avversario.capito questo semplice concetto,ma capito veramente,incomincio a giocare a tennis,nel senso che la mia priorita' sara sempre quella di far stare la palla dentro il campo commettendo pochi errori.Ora se caratterialmente non ho pazienza e mi stufo in fretta,probabilmente il tennis non e' lo sport che fa per me..........o capisci il concetto e lo accetti o cambia sport se non vuoi roderti il fegato,con le teorie piu strane.Se pensi poi al discorso di amedeo riguardo all ego, che non fa una piega,il tennista adulto no sa accettare la sconfitta come dovrebbe.Ora no parlo del tennista adulto di quarta che fa tornei da una vita e sa giocare a tennis e conosce le dinamiche del gioco fuori e dentro il campo,parlo di gente che magari ha incominciato in eta' adulta,e li entrano in gioco i personaggi che tanto bene descriveva corre,Il cambiatore di racchette,il professionista affermato, che non puo darsi pace per aver preso una bella legnata dal figlio del calzolaio,e se vuoi la lista si fa bella lunga ehh.e dali si incomincia a trovare la scusa ahhhhh oggi non avevo la testa sul campo,non riusicvo prorpio a concentrarmi,oppure la prossima volte metto tre grami in piu di piombo sulla testa della racchetta e monto le corde super atomiche con effeto devastante e vedari che la partita la vinco.
La testa conta eccome ma come spesso ripeto l'esperienza mi dice che per la magior parte delle volte a basso livello la testa non conta niente o poco.Ora se parliamo di un giocatore che ha veramente problemi di testa perche' a poca pazienza o non riesce a gestire l'attenzione ci si puo sicuramente lavorare sopra,ma ripeto in percentuale sono piu quelli che trovano scuse con la testa che quelli che realmente hanno problemi.
veterano
veterano

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da sixers85 il Ven 19 Apr 2013, 22:45

non posso che quotarvi in toto

ma voi per tecnica cosa intendete? il giocatore che sa tecnicamente e tatticamente fare tutta la gamma di colpi con movimenti corretti o solo colui che sa fare i colpi.
no perchè io mi dicono che tecnicamente sono bravo...ma tatticamente un disastro. io coi pallettari ci perdo quasi sempre perchè mi ingabbio nel loro gioco e atleticamente non essendo nadal...vado in carenza di O dopo 4 scambi.
come ho già detto il pallettaro è capace di mettere in evidenza tutti i tuoi limiti.
sixers85
sixers85

Messaggi : 448
Data d'iscrizione : 05.04.13
Età : 35
Località : sardinia

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da marco61 il Sab 20 Apr 2013, 05:19

Guarda, lo scorso anno io ne ho incontrato uno per ben 4 volte. Classifica 4.2, alto e ben messo fisicamente, grandi gambe.
Come tutti i pallettari che si rispettino, attaccandolo sul rovescio alza solo dei gran lob.
I primi 3 incontri li ho vinti in due set, mi limitavo a giocare smorzate in quantità industriale, visto che le so fare bene e a quel ritmo è un colpo abbastanza semplice, e lo attaccavo sul rovescio sia sul servizio che durante lo scambio.
Il quarto incontro invece, sicuro della mia superiorità, ho provato a togliermelo di torno alzando il ritmo. Primo set terminato 6/2 per lui, ho dovuto riarmarmi di santa pazienza per riprendere il solito gioco e vincere i due set successivi.
Questo per risponderti che tecnica e tattica devono andare di pari passo. Stiamo sempre parlando di quarta categoria, un 4.1 ha grossi limiti ma qualcosa deve saper fare abbastanza bene. Ecco, la tattica giusta è quella che ci consente di esprimere la nostra miglior tecnica a seconda di chi ci troviamo di fronte.

_________________
Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 10981
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 58
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da Wacos il Ven 10 Mag 2013, 15:07

Però quello che non si affronta mai è il caso specifico.
Voglio dire : chiunque venga interpellato dice di soffrire i lob e gli stracci bagnati. Quindi non è il gioactore in se a creare problemi, o la sua regolarità.

Sono proprio questi due colpi; lasciamo perdere tutto il resto per un momento.

Chiunque risieda nella quarta bassa (e anche alta spesso) ha problemi a rispondere a questi due tiri, non a giocare con un regolarista in genere.

Hai voglia a dire a uno:fai cesti. Non si fanno cesti di risposte di lob e nemmeno si fanno sessioni di lezioni basate sul giocare a metà campo con uno che ti tira solo stracci alti 2 mt sopra la rete. Mai visto fare da nessun maestro, lui la palla te la tira bella morbida tesa e regolare.

Sono situazioni che non vengono allenate, ed è solo per questo motivo che taluni ne abusano.

Possibile che nessun maestro sia conscio di questo diffusissimo problema e non abbia un semplice consiglio tattico da dare?

Tanto perso per perso sarebbe carino sapere come diavolo si esce da uno scambio con uno che ha deciso di andare solo di pallonetti confidando nel fatto che lui è abituato a tirali e te no,e che non si riduca a chi fa il pallonetto più profondo e sbatte l'altro sul telone.

il Pallettaro - Pagina 3 106988
Wacos
Wacos

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da Antaniserse il Ven 10 Mag 2013, 15:25

Wacos ha scritto:Hai voglia a dire a uno:fai cesti. Non si fanno cesti di risposte di lob e nemmeno si fanno sessioni di lezioni basate sul giocare a metà campo con uno che ti tira solo stracci alti 2 mt sopra la rete. Mai visto fare da nessun maestro, lui la palla te la tira bella morbida tesa e regolare.

Sono situazioni che non vengono allenate, ed è solo per questo motivo che taluni ne abusano.

Possibile che nessun maestro sia conscio di questo diffusissimo problema e non abbia un semplice consiglio tattico da dare?
Beh, il maestro si paga anche per quello.. basta chiedere.

Circa 4 anni fa ho fatto un torneo nello stesso circolo dove facevo lezione col maestro dell'epoca, un ragazzo giovane; il giorno prima vedo l'avversario del secondo turno e chiedo a lui "Ah, si... è uno dei nostri ragazzini di 13 anni, fisico ancora piccino. Tu hai la palla arrotata, quasi sicuramente te la rigiocherà così" e attacchiamo con una mezz'ora di stracci, alternando sia quelli lunghi dove rientrare velocemente, sia quelli a metà campo da chiudere con decisione (ma senza forzare)

Giorno dopo, copione perfettamente rispettato, e libero da paranoie, avendo fatto andare il braccio tutto il giorno prima, non ho avuto nessun problema, un 6-3 6-1 facile pur senza inventarmi niente di strano (diritti carichi fino ad farlo accorciare/sbagliare, attacco in sicurezza, smash)

Oggettivamente, in quel momento era più debole a prescindere (due anni dopo, con lui più fisicato, ci ho perso 7-6 6-3 e non pallettava più), ma ciononostante è stata una delle ore di lezione più proficue che ricordo... peccato che non ho sempre lì il maestro a disposizione ogni volta che becco uno di questi Neutral

_________________
"I am not perfect and neither was my career. In the end tennis is like life, messy."
Marat Safin
Antaniserse
Antaniserse
Admin

Messaggi : 1078
Data d'iscrizione : 09.12.09
Età : 47
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da Wacos il Ven 10 Mag 2013, 15:35

Antaniserse ha scritto:
Wacos ha scritto:Hai voglia a dire a uno:fai cesti. Non si fanno cesti di risposte di lob e nemmeno si fanno sessioni di lezioni basate sul giocare a metà campo con uno che ti tira solo stracci alti 2 mt sopra la rete. Mai visto fare da nessun maestro, lui la palla te la tira bella morbida tesa e regolare.

Sono situazioni che non vengono allenate, ed è solo per questo motivo che taluni ne abusano.

Possibile che nessun maestro sia conscio di questo diffusissimo problema e non abbia un semplice consiglio tattico da dare?
Beh, il maestro si paga anche per quello.. basta chiedere.

Circa 3 anni fa ho fatto un torneo nello stesso circolo dove facevo lezione col maestro dell'epoca, un ragazzo giovane; il giorno prima vedo l'avversario del secondo turno e chiedo a lui "Ah, si... è uno dei nostri ragazzini di 13 anni, fisico ancora piccino. Tu hai la palla arrotata, quasi sicuramente te la rigiocherà così" e attacchiamo con una mezz'ora di stracci, alternando sia quelli lunghi dove rientrare velocemente, sia quelli a metà campo da chiudere con decisione (ma senza forzare)

Giorno dopo, copione perfettamente rispettato, e libero da paranoie, avendo fatto andare il braccio tutto il giorno prima, non ho avuto nessun problema, pur senza inventarmi niente di strano (diritti carichi fino ad farlo accorciare/sbagliare, attacco in sicurezza, smash)

Una delleore di lezione più proficue che ricordo... peccato che non ho sempre lì il maestro a disposizione ogni volta che becco uno di questi Neutral

Poco ma sicuro, ma la tua è un eccezione.
Così come non si allena mai la risposta l servizio, nessuno mai prepara lezioni intere sulla difesa da lobbone o su come chiudere gli stracci. Quando faccio lezioni sulle chiusure di palle attaccabili, si tratta comunque di palle diverse, il maestro non è fisiologiamente in grado di simulare la palletta mezza morta Laughing

Detto questo, il mio maestro è un grandissimo pallettaro. Avendo una certa età, quando non ci arriva di gambe è maestro del lobbone millimetrico che ti sbatte sul telone.
Per fortuna posso dire di essere allenato a giocare con gente così, ma quanti altri possono farlo?

E comunque nemmeno io, che affronto casi del genere almeno 2 volte la settimana, saprei dire come si esce da uno scambio diabolico del genere. Come soluzioni io adatto:

1) ri-lob. ma mettersi a fare gara con maestri del lobbone è persa in partenza.
2) provare lo smash se il lob non rimbalza profondo.Anche qua la % di rischio è alta
3) tentare il chop di dritto, magari anche un pò straccetto, per farlo correre avanti.

La terza è la più efficace, perchè l'unica cosa che ho capito è che giocare un lob da metà campo è proibitivo, quindi se fai avanzare il tuo avversario dovresti poter interrompere la sua strategia.

Però che fatica il Pallettaro - Pagina 3 961853
Wacos
Wacos

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty riepilogo

Messaggio Da andrea.jazz il Sab 11 Mag 2013, 18:26

Al termine della lettura di questo carteggio, (in alcuni punti anche molto intelligente e divertente), penso di aver capito che:

1) non amiamo il "pallettaro" perchè evidenzia alcune nostre lacune tecniche.
2) non sappiamo esattamente chi sia , e quando giochiamo con uno più forte di noi finiamo per esserlo a nostra volta, o perlomeno il nostro avversario ci percepisce come tali.
3) l'arma da utilizzare contro chi fà dell'umiltà il proprio stile di gioco, è la pazienza. Se effettivamente siamo superiori, riusciamo a sbagliare meno, ad un ritmo maggiore. Stà a noi alzare il ritmo, contro un avversario che cerca sempre di abbassarlo.
E per ultimo; meno male che i pallettari non giocano il doppio !!!!!
Un saluto a tutti
andrea.jazz
andrea.jazz

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 24.10.12

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da veterano il Sab 11 Mag 2013, 21:16

andrea.jazz ha scritto:Al termine della lettura di questo carteggio, (in alcuni punti anche molto intelligente e divertente), penso di aver capito che:

1) non amiamo il "pallettaro" perchè evidenzia alcune nostre lacune tecniche.
2) non sappiamo esattamente chi sia , e quando giochiamo con uno più forte di noi finiamo per esserlo a nostra volta, o perlomeno il nostro avversario ci percepisce come tali.
3) l'arma da utilizzare contro chi fà dell'umiltà il proprio stile di gioco, è la pazienza. Se effettivamente siamo superiori, riusciamo a sbagliare meno, ad un ritmo maggiore. Stà a noi alzare il ritmo, contro un avversario che cerca sempre di abbassarlo.
E per ultimo; meno male che i pallettari non giocano il doppio !!!!!
Un saluto a tutti
Si a grandi linee il sunto e' proprio questo.
veterano
veterano

Messaggi : 911
Data d'iscrizione : 09.01.10

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da Wacos il Lun 13 Mag 2013, 09:19

Eccomi qua, anche io vittima del pallettaro doc.

Già solo quando l'ho visto arrivare mi sono messo a ridere per la disperazione: avrà avuto 18 anni a farla grande,due braccia grosse come le mie gambe, maglietta smanicata e fascia sulla fronte, borsone babolat, e ovviamente, APD di rappresentanza...

Carattere zero, parla sottovoce e sembra sommesso.

E infatti.
Già dal palleggio sale la disperazione: serviva quasi solo stracci bagnati, tirava candelotti, e quando la colpiva bene topponi a metà campo.
Non ha spinto una palla che fosse una, si limitava a tirare di la qualunque cosa di giallo arrivasse sul suo campo.

Ovviamente aveva due locomotive al posto delle gambe.

3 ore di partita maledetta.
Al campo di fianco hanno fatto tempo a fare due partite di torneo ai 3 set e noi eravamo ancora al secondo; ormai avevo un pubblico di almeno una decina di persone , nessuno dei quali divertito, semplicemente eravamo diventati l'attrazione del torneo.

Io cercavo di muoverlo di qua e di la ma mi prendeva tutto e mi ributtava solo candelotti. Ero troppo teso per fare palle corte, avevo un pò di braccino e poi quel suo gioco passivo mi mandava via di testa.

Primo set parto bene, faccio aces come piovesse, lo aggredisco sulle sue pallette mosce e vinco abbastanza facile 6/3.Credevo ormai di aver vinto...e invece capita il fattaccio.

Al secondo avviene il giro di boa: mi ruba un paio di palle, non mi chiama out due miei servizi palesemente fuori e io come un pollo preparo la seconda mentre la sua riposta torna di qua. Punto suo.
Mi girano vorticosamente.
E' la fine, sono teso come un violino ora, perchè ok che sei un pallettaro maledetto, ma mettici un pò di carattere, non mi puoi rubare i punti facendo anche la parte dell'innocente.

Secondo set non sono più tanto lucido, non riesco più a fare ace, ma invece cominciano i doppi falli.

Gli scambi si allungano, io non sono più fresco per spingere quelle pallette morte e mi metto a giocare sulla regolarità.
Seeee buonanotte, 30 scambi ad ogni palla, lui ha la metà dei miei anni e corre il doppio. La regolarità non paga con il padellone che si ritrova, di sbagliare non ne ha nessuna voglia.

Perdo il secondo 6 4, a furia di doppi falli e accelerazioni che finiscono lunghe.

Al terzo sul 4 pari mi viene un supercrampo al polpaccio destro, cado rovinosamente a terra con il muscolo che si contraeva da solo, un male boia oltre a fare anche un discreto schifo, sembrava che avessi un alien dentro la gamba lol!

Ma non ho nessuna intenzione di mollare.
Finisco il set zoppicando,distrutto, con accenni di crampi anche al polpaccio sinistro.

perdo anche il terzo 6/4, mentre tiro giù tutti i santi per non essere riuscito a venir fuori da quella trappola mortale.

Io ce l'ho messa tutta sul piano della regolarità, ma non era la strada corretta.

Se fossi stato capace di giocare al volo avrei vinto in mezz'ora, ma non lo sono (nuovo obiettivo con il maestro: imaparare a giocare d'attacco)

Ho sudato per 3 ore e non sono riuscito a trovare il modo di farlo sbagliare.
La regolarità non paga, non sempre almeno.

Onore alle sue gambe, le vere vincitrici.






Wacos
Wacos

Messaggi : 1317
Data d'iscrizione : 06.02.13
Età : 42
Località : Mira

Torna in alto Andare in basso

il Pallettaro - Pagina 3 Empty Re: il Pallettaro

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 16 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 9 ... 16  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum