Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Letture suggerite
Uno sguardo al mercatino
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 80 il Lun 28 Mag 2012, 19:40
Ultimi argomenti
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Rafapaul Oggi alle 00:33

» Dimitrov segue l'esempio di Federer
Da gabr179 Ieri alle 07:09

» Impresa impossibile
Da Chiros Ieri alle 07:00

» Una bella intervista a Wilander
Da veterano Gio 09 Lug 2020, 16:32

» Il servizio bistrattato
Da Matteo1970 Mar 07 Lug 2020, 17:05

» Tappy Larsen
Da Chiros Mar 07 Lug 2020, 13:08

» Racchetta definitiva
Da spalama Mar 07 Lug 2020, 12:05

» Formula Uno 2019
Da Tempesta Sab 04 Lug 2020, 10:06

» Impostare una dieta dimagrante "sostenibile"
Da patillo Ven 03 Lug 2020, 08:46

» Rubare è un'arte ? Certo che sì .....
Da superpipp(a) Mar 30 Giu 2020, 22:56

» Muro a Milano
Da miguel Lun 22 Giu 2020, 18:16

» La regola che cambiereste
Da Tempesta Lun 22 Giu 2020, 10:22

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

chat

Il giusto timing negli spostamenti di peso

Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da albesca il Mer 23 Dic 2009, 13:24

Compreso come nel dritto la flessione delle gambe e la rotazione del tronco siano due movimenti distinti, ma che vanno sincronizzati affinche’ lavorino in sinergia, ho fatto un primo test sul campo con risultati interessanti, che mi confermano la corretta strada intrapresa.

Durante l’esecuzione, ho prestato molta attenzione a far coincidere la rotazione del tronco (spalla sinistra avanti cercando di estendere verso destra il braccio non dominante), con la discesa del baricentro ed a far coincidere la rotazione inversa del tronco nel forward swing con una “salita" di gambe. Naturalmente l’effetto non è stato di tirare subito “sassate a fil di rete”, né i miei avversari si sono improvvisamente trasformati in statue di sale ma, ho potuto notare che la palla usciva con una forte componente verticale in quanto pur sbracciando a gran velocita’ , la palla viaggiava relativamente piano ma con evidente rotazione ( e qualche steccata ).

Provando e riprovando successivamente a vuoto il movimento, mi è parso di notare che il peso, una volta spostato sul piede destro, mi imprigiona per terra anziche’ aiutarmi nello swing. Quello che ho fatto in campo è stato posizionare gli appoggi, terminare il back swing, e attendere la palla restando basso, con gambe flesse, spalle ruotate, e…. peso su destro (e’ qui forse che casca l’asino). Sara’ , mi sono chiesto, che seppur pronto con le gambe e le spalle, non devo spostare un bel niente finchè non ho deciso che è ora di andare a colpire ? Questione di coordinazione , questione di capire il momento giusto per spostare il peso e di imparare a sentire sotto i piedi se tutto accade fluidamente.

Percio' vi chiedo:
Al fine di coordinare correttamente i movimenti del dritto che meccanicamente mi sembrano ormai compresi, come si temporizza lo spostamento di peso ? A quali movimenti del corpo queste variazioni di pressione sul terreno vanno sincronizzate ?

Ciao
Alberto


Ultima modifica di albesca il Lun 06 Set 2010, 10:32, modificato 3 volte
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Ospite il Mer 23 Dic 2009, 20:38

in ordine
parte lo swing
parte la spinta in avanti
parte la spinta verso l'alto
parte l'anca
parte il busto

son millesimi di secondo in sequenza

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da albesca il Mer 23 Dic 2009, 20:46

wik ha scritto:in ordine
parte lo swing
parte la spinta in avanti
parte la spinta verso l'alto
parte l'anca
parte il busto

son millesimi di secondo in sequenza

Quindi il momento in cui si sente il peso che si sposta su un piede non è un segnale importante per la scelta di tempo ?

Ciao
Alberto
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Ospite il Mer 23 Dic 2009, 21:56

albesca ha scritto:
wik ha scritto:in ordine
parte lo swing
parte la spinta in avanti
parte la spinta verso l'alto
parte l'anca
parte il busto

son millesimi di secondo in sequenza

Quindi il momento in cui si sente il peso che si sposta su un piede non è un segnale importante per la scelta di tempo ?

Ciao
Alberto
capito un'ostrega
che peso sposti ? da dove e per dove ? e scelta di tempo per fare che ?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da albesca il Mer 23 Dic 2009, 22:20

wik ha scritto: capito un'ostrega che peso sposti ? da dove e per dove ? e scelta di tempo per fare che ?
Lascia stare .. sara' che ho digerito male quando ho posto la domanda ... vedro' di risolvere sperimentando in campo.
Grazie
Ciao
Alberto
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Ospite il Mer 23 Dic 2009, 22:31

albesca ha scritto:
wik ha scritto: capito un'ostrega che peso sposti ? da dove e per dove ? e scelta di tempo per fare che ?
Lascia stare .. sara' che ho digerito male quando ho posto la domanda ... vedro' di risolvere sperimentando in campo.
Grazie
Ciao
Alberto

?????
è che non riesco a capire qual'è la domanda.
Cerchi il momento esatto in cui colpire la palla ? E riferirlo ad un preciso istante nella catena del colpo ?
Se il problema è questo, la risposta è quasi imposibile perchè ogni colpo ha storia a se, dipende da una serie enorme di variabili, velocità, effetto, distanza, altezza.
La risposta teorica è
Nel momento esatto in cui tutte le spinte sono a massimo regime andando ad incontrare una palla che ancora ha peso.
Ma la risposta è davvero teorica perchè prevede la possibilità di concentrare tutto in un punto senza considerare che dobbiamo spostarci per andare a posizionarsi, dobbiamo posizionarsi in base a ciò che arriva, dobbiamo valutare che colpo arriva e dove possiano andare ad incontrarlo.
Con tutte queste variabili definire un punto particolare nella catena del colpo è davvero difficile.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da albesca il Mer 23 Dic 2009, 23:46

wik ha scritto: ????? è che non riesco a capire qual'è la domanda.
ok ..ho preso un alka seltzer, fatto il ruttino, e adesso sono pronto a riformulare la domanda ... ma credo onestamente di aver già dato fondo sopra a tutte le mie risorse comunicative pertanto ti confesso, sono molto pessimista sul buon esito di questo tentativo.

1 - hai letto che ho fatto "scendi e sali" e la palla usciva lenta anche se sbracciavo come un dannato ? commenti ???

2 - ho dedotto che mancava moto lineare ( ma c'era la rotazione !! che pessimista..guardo sempre il bicchiere mezzo vuoto !!). Indi poscia, mi sono posto il problema di come spostavo il peso ..quale peso ? Sempre il mio wik, sempre il mio ...i famosi 90kg pesati prima di natale.

3 - ho notato che, raggiunta la posizione di gonzo nel mio avatar ( magari ..), ed avendo ancora un quarto d'orina di tempo, giusto quello che ci vuole finche' di qua ti arrivi una palla a livello di club, da quella posizione in poi mi esprimevo bene come coordinazione e velocita' di rotazione del tronco, ma male come potenza e "vuoto" di braccio (tant'è che toppavo lento e un po' strappato).

4- Ho pensato, e trovo adorabile questo mio altruismo nel rendervi partecipi della mia follia (ma non mi ringraziate ???Il giusto timing negli spostamenti di peso 786556 ), che quando sto "alla gonzo" e c'è da aspettare prima di iniziare lo swing : " non sara' mica il caso che io mi conservi qualche etto dei miei splendidi chilogrammi, per aumentare la forza di contatto a terra ed avere il massimo appoggio al momento giusto ?"

5 - puo' essere che il momento giusto per il massimo appoggio è proprio prima di far partire i movimenti da te elencati ?

massimo appoggio se subito segue ->
lo swing
la spinta in avanti
la spinta verso l'alto
l'anca
il busto
.... a' capa :-)


5- Puo' essere che io mi appoggi troppo presto e troppo a lungo cosi' da restare "imbucato" e bloccare la catena cinetica ?

We' ...se non hai ancora capito faccio come Ezio Greggio ... mi piglio nome e cognome sottobraccio e me ne vado !!! Very Happy

Grazie wik e Buon Natale.
Ciao
Alberto
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Satrapo il Gio 24 Dic 2009, 01:01

Albesca ma a che livello siamo tecnicamente? Mi spiego ogni fase tecnica ha le sue problematiche, ecco la carenza di velocità e pesantezza di palla in uscita è una problematica piuttosto avanzata non vorrei che stiamo un pochino saltando le tappe eh!

Io partirei dal costruire un buon footwork a cui associare uno swing molto fluido e senza strappi, poi quando si sapranno tenere in campo 100-200 palle di fila senza problemi e senza nemmeno avvicinarsi ad un errore si andrà a vedere come dar peso a questa palla eventualmente intervenendo su un difetto di spinta di gambe, si analizzeranno problemi a livello di sincronizzazione tra anca-busto-braccio..

Un giocatore di buon livello normalmente trova il tempo sulla palla grazie all'esperienza di gioco che gli consente di valutare quando sia il momento opportuno per dare il via allo swing dando per scontato che apertura, ricerca di palla e caricamento siano stati eseguiti bene. I fattori da tenere in considerazione per stabilire quando sia il momento migliore per impattare sono talmente tanti da non poter stabilire una regola. Ogni palla che arriva è diversa per velocità, direzione, traiettoria, rotazione e in base alla rotazione cambierà il rimbalzo e in base alla superficie il rimbalzo cambierà ancora e se arriva da destra è un conto e se arriva da sinistra un altro, e se io sto rientrando verso la palla avrò più tempo ma sarò in zona prima, e se mi stavo allontanando avrò meno tempo a disposizione e in più arriverò in ritardo nella zona, e poi se voglio attaccare dovrò stringere campo e palla, se devo difendermi dovrò mettere più spazio possibile tra me e la palla, se sono attaccato dipende dall'avversario e da come sta scendendo a rete perchè se è ben posizionato aspetterò l'ultimo momento per passare, se è in ritardo anticiperò alla morte per pizzicarlo fuori posizione, ma dipende anche da quello che voglio fare io però perchè se voglio lobbare di nuovo ritarderò al massimo per farlo avanzare il più possibile.. insomma il timing non è una scienza esatta ma un talento coltivato con tanta esperienza!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da albesca il Gio 24 Dic 2009, 10:06

OK guys, vi ringrazio e provero' a non fare domande insulse, o meglio .. riprendero' a farle tra 5 anni quando sapro' tenere 200 palle senza sbagliare ma, vorrei precisare che giammai chiesi qual'è il timing rispetto alla palla. Si che il tennis è una malattia che facilmente porta alla demenza e palese che io ne sia gravemente affetto, era plausibile che io avessi fatto una domanda tanto sciocca.

Ho chiesto, e non mi ripetero' oltre per il rispetto che devo a questo fantastico forum:
durante l'esecuzione del dritto, qual'è il sincronismo tra la posizione del corpo e la distribuzione del peso sui piedi ?

Ad esempio: estraendo una sequenza fotografica dal video del dritto di gonzo, sapreste dirmi foto per foto come egli distribuisce il peso sui suoi piedi ?

Lo so, mi conoscete da poco ma già mi volete bene e per questo mi state dolcemente indirizzando verso un buon analista, ma vi prego, non mi sento ancora pronto ...Wink

Grazie wik, Grazie SCoach
Buon Natale a tutti !!! santa

Ciao
Alberto
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Ospite il Gio 24 Dic 2009, 11:22

https://www.youtube.com/watch?v=lFibX-inICg

secondo 14, massima apertura
95% destro 5% sinistro in pratica usa il sinistro solo per stare in piedi e non cascare
a quel secondo qui guardati che bella quella racchetta ben sopra la spalla a prendersi tutta la gravitá della ricaduta

secondo 16, é parito lo swing
i pesi sono ancora sul destro, ma il destro in questo caso spinge in avanti e in alto
se noti bene l'anca ha fatto il suo spostamento, ma il busto é ancora quasi nella stessa posizione
quello di anticipare rotazione per cui distogliere da una spinta frontale i pesi é errore di molti amatori che arrivano a colpire con busto frontale, ma pesi ancora arretrati dissipando cosí le forze in azione

secondo 18 colpisce
non c'é peso sugli appoggi che hanno spinto tutto il possibile, é tutto sulla palla, il busto é parallelo alla rete in massima spinta, l'impatto é avanzatissimo ma non esagerato, ovvero
il braccio mantiene il suo angolo cosí come il polso, non sono in linea per colpire ancora piú avanti
il busto non é ruotato verso sinistra ad allungarsi per colpire ancora piú avanzato
guardati com'é rattrapito il braccio sinistro rispetto alla partenza, ha fatto uno specifico movimento a comandare-aiutare la rotazione di busto

secondo 20
ha appena colpito e tutti i pesi sono in aria, , sono a fine spinta, tutti sono andati sulla palla, solo un massimo di 5% é sul sinistro che stá cominciando a ricevere i carichi partiti dal destro
la racchetta é libera di andare dove vuole, il busto pure che é girato ora a sinistra ed é ancora indipendente dalle gambe, ma il piede destro di appoggio é quasi parallelo alla rete col sinistro, segnale che non ha dissipato nulla, che ha scaricato tutto in avanti.

secondo 22 fine corsa
95% sinistro 5% destro

secondo 24 comincia a riequilibrarsi
85% sinistro 15% destro

secondo 28 ha risstabilito l'equilibrio
50% destro e sinistro

Questo é un dritto perfetto eccetto per il movimento della testa che si gira a guardare la pallina troppo presto dove vá a finire, ma evidentemente ha avuto la possibilitá di effettuarlo cosí perché la palla gli é arrivata giusta, perché aveva lo spazio per farlo, perché non ha dovuto fare una gran rincorsa ecc. ecc., ma se ti vai a vedere altri dritti possibile-probabile non avranno la stessa dinamica, perché come giá si é scritto, ogni colpo é una storia a se, ma sempre si tende a ricondurlo a questo modello

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da ilmostro il Gio 24 Dic 2009, 11:48

... a questo punto si suppone che alberto abbia stampato ogni fotogramma e sia davanti allo specchio a vedere di copiare.....

Buon Natale

ilmostro

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 13.12.09

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da albesca il Gio 24 Dic 2009, 12:08

ilmostro ha scritto:... a questo punto si suppone che alberto abbia stampato ogni fotogramma e sia davanti allo specchio a vedere di copiare.....

Buon Natale

Ci sei vicino ... intanto al posto di pranzare preparo la video sequenza dei fotogrammi modificati con testo... e la pubblico su youtube. Wink

Buon Natale anche a te !! cheers
Ciao
Alberto
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Ospite il Gio 24 Dic 2009, 12:11

albesca ha scritto:
ilmostro ha scritto:... a questo punto si suppone che alberto abbia stampato ogni fotogramma e sia davanti allo specchio a vedere di copiare.....

Buon Natale

Ci sei vicino ... intanto al posto di pranzare preparo la video sequenza dei fotogrammi modificati con testo... e la pubblico su youtube. Wink

Buon Natale anche a te !! cheers
Ciao
Alberto
peta che ti vado a cercare un commentino antico sul quel dritto lì

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Ospite il Gio 24 Dic 2009, 12:24

E' di Scoach

il video è una sorta di bibbia del dritto moderno, un vero spettacolo, se stoppate al secondo 12 c'è da commuoversi!

- Piegamento ineccepibile
- Appoggi in semiopen stance (quasi open)
- Peso inchiodato sulla gamba destra (la più arretrata) pronto ad essere catapultato sulla palla
- Mano sinistra che punta esterno (e non verso la palla come si faceva nei tempi passati) per garantire il giusto caricamento di busto ed anca
- Apertura con la racchetta ALTISSIMA (Sta completamente oltre la testa, il polso si vede chiaramente essere più in alto rispetto alla nuca)

Poi fate PLAY e vedrete il "miracolo" della posizione OPEN prendere vita con il famigerato "anticipo di anca" che restituisce tutta la potenza della rotazione del busto sulla palla. E' l'anca sinistra a muoversi per prima e a dare inizio al ritorno di busto, poi il braccio segue quasi come una frustata.

La spinta di gambe nemmeno a dirvelo: micidiale !

Ah, buttate un occhio anche alla posizione del polso a 90 gradi, se ne era parlato a lungo, guardate al secondo 17 l'angono tra racchetta e avambraccio e come rimanga assolutamente bloccato durante l'impatto: la spinta di polso, ovviamente, non esiste.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da albesca il Gio 24 Dic 2009, 12:53

Grazie wik, me la studiero' per bene, intanto
ecco una bozza della foto-sequenza




Se va bene e ritieni possa essere utile la lascio cosi'.
Grazie ancora.

Ciao
Alberto
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Satrapo il Gio 24 Dic 2009, 14:22

albesca ha scritto:..tra 5 anni quando sapro' tenere 200 palle senza sbagliare..
Allora come avrete capito Wik è il poliziotto buono, io sono il poliziotto cattivo! Il giusto timing negli spostamenti di peso 786556

Tenere 200 palle in campo senza sbagliare è tecnicamente più facile che gestire correttamente peso, anca e sincronizzare il tutto mirabilmente io non vorrei che il tuo entusiasmo ti porti a mettere come si suol dire il carro davanti ai buoi! Te lo dico perchè se precipiti nella spirale delle percentuali di carico sugli appoggi, del sincronismo, della catena cinetica etc. etc. rischi di perdere di vista il gioco stesso, e questo non è mai positivo perchè magari ti scervelli con analisi appassionate e millimetriche poi incontri quello che impugna a paletta che ributtando indietro solo pallette insulse ti rifila un paio di ciambelle! (Ciambella: termine tecnico che significa 6-0 ma credo lo conosciate tutti!)

Il rischio dell'appassionato che tenta di imitare i campioni nei loro "perfect shot" è di ritrovarsi nel club degli amatori delusi che pensano di essere più tecnici del pallettaro condominiale solo perchè loro sanno cos'è una open stance, una semi-western etc. etc. ma purtroppo non è così: vuoi migliorare tecnicamente? Parti da un movimento semplice e corretto, che sia fluido e che ti consenta di palleggiare facendo passare la palla un metro sopra la rete e con profondità accettabile virtualmente senza sbagliare mai con un footwork attivo e leggero o come si sul dire "danzato". Questo è il punto di partenza corretto per impostare un lavoro di crescita tecnica, non è divertente lo so bene, è faticoso sia fisicamente che mentalmente ma è l'unica strada che possa produrre risultati. Ovviamente ammesso che l'obiettivo sia migliorare perchè se invece ci si diverte a tirar 10 pallate sui pini per ogni vincente piazzato in campo allora questo mio intervento risulterà incomprensibile, ma poi risulteranno incomprensibili anche le batoste rimediate dall'arzillo vecchietto che spadella tutto in campo.

Ovviamente qui si può parlare di qualsiasi problematica avanzata, di ogni sorta di curiosità ma una volta placata la comprensibile sete "tecnica" (e qui ognuno fa del suo meglio per rispondere ad ogni domanda) se vuoi crescere tecnicamente (e questo vale per tutti eh!) non cercare nulla fin quando non avrai fluidità di movimento e regolarità accettabile che ti consenta di tenere un palleggio in scioltezza anche per più di 200 palle consecutive. Non è fantascienza credimi, e comunque è una tappa necessaria perchè ti consente di imparare a trattare la palla.

Guarda questo video, guarda come palleggiano questi due giovanotti che qualcosina di tennis ne capiscono!



Guarda la scioltezza e la decontrazione dei movimenti, il footwork leggero ma sempre reattivo, guarda quanto margine si prendono sulla rete e come la palla esca senza sforzo dalle loro corde eppure qui non si vedono carichi impressionanti o movimenti particolarmente elaborati: semplicità, scioltezza e margine di sicurezza elevatissimo. Questo è il primo obiettivo da porsi, imitare questa scioltezza e questa sicurezza nel tenere la palla in campo con ampio margine facendo andare il braccio con movimenti decontratti e tenendo sempre i piedi in movimento.

E questa capacità di palleggio viene molto prima del dritto di Gonzo eh, la cui ottima analisi fatta da Wik rimane valida, utile e molto interessante ma se proprio vuoi andare in campo a lavorare per migliorare e crescere parti dal palleggio di Nadal - Robredo e non dal dritto di Gonzo!

Buon Natale!
Satrapo
Satrapo
Moderatore

Messaggi : 1524
Data d'iscrizione : 02.12.09

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da albesca il Gio 24 Dic 2009, 14:58

Quoto al 100 per cento SuperCoach. Ora che avete appagato la mia sete di sapere ... il mio obiettivo è riuscire entro febbraio a fare un palleggio di 50 palle tirate in scioltezza ... naturalmente si accettano scommesse ... Wink

Grazie
Ciao
Alberto
albesca
albesca

Messaggi : 1172
Data d'iscrizione : 19.12.09
Località : Prov. MI

http://www.tennisinveruno.it

Torna in alto Andare in basso

Il giusto timing negli spostamenti di peso Empty Re: Il giusto timing negli spostamenti di peso

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum