Tennis Team
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 116 il Mar 29 Dic 2020, 06:45
Ultimi argomenti attivi
» E CALCIO SIA........IN FONDO SIAMO ITALIANI
Da Incompetennis Oggi alle 00:02

» Giocatori di padel ne abbiamo?
Da squalo714 Ieri alle 22:05

» Lorenzo Musetti
Da paoletto Ieri alle 20:40

» Fidarsi o non fidarsi !!!!
Da paoletto Ieri alle 19:03

» Montecarlo master 1000
Da squalo714 Ieri alle 18:18

» Giovani stranieri
Da Matusa Ieri alle 10:52

» Palle (da tennis)
Da squalo714 Ven 09 Apr 2021, 20:27

» Spalama e Giovanni: allenamento con 2.1
Da spalama Ven 09 Apr 2021, 13:54

» anabolizzanti in Italia
Da Riki66 Gio 08 Apr 2021, 21:46

» Con che racchetta state giocando?
Da giascuccio Gio 08 Apr 2021, 21:26

» Master 1000 Miami
Da Giovanni62 Mar 06 Apr 2021, 14:51

» Racchettite cronica e ipertensione delle corde
Da Giovanni62 Mar 06 Apr 2021, 11:04


RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da spalama Gio 02 Gen 2014, 12:38

Ciao a tutti.
Eccomi di nuovo dopo un secolo a recensire una nuova racchetta adottata da me in sostituzione delle Prince Exo3 Pro Room.
La causa del cambiamento è stata duplice:
a) Dopo quasi due anni e mezzo di utilizzo intenso sentivo di aver tirato fuori tutto da questa racchetta, compatibilmente al mio gioco ed alla mia tecnica, e non mi bastava più.
b) Dopo quasi due anni e mezzo di utilizzo intensivo in accoppiata con le fide Luxilon Original a 22 kg, la mia spalla reclamava a gran voce delle modifiche; provate le modifiche e ritenute insufficienti e non soddisfacenti (vari esperimenti con multi filamento etc…), ero entrato un po’ in depressione tennistica da dolore al sovra spinato con servizio e dritto tirati al 60%e sonore sconfitte qua e là.
Dunque ho detto basta!!!
Ho avuto una piccola parentesi con delle Dunlop Neomaxx 200G, si quelle giapponesi, con cui sono spariti i dolori ma sono emersi subito dei limiti nel tornare a giocare con un ovale più piccolo e soprattutto con uno sweetspot molto limitato.
Abbandonato quest’ultimo tentativo con una racchetta impegnativa, già peraltro fallito quest’inverno con la Head Prestige 25th Anniversary, avevo due scelte possibili.
All’inizio ero fortemente orientato ad accasarmi con la Pro Kennex Ki15 magari in versione PSE.
Avevo provato la 300 e mi piaceva molto, molto easy ma anche abbastanza vivace e cattivella, e poi la nuova grafica blu notte era davvero bella.
Poi un giorno al circolo, dovendo fare allenamento con un mio amico ed essendo praticamente senza racchette (avevo venduto sia le Dunlop che 4 Prince ed avevo solo una prince manico 2 in borsa con le corde abbastanza utilizzate), incontro un altro amico che aveva terminato di giocare con la sua ragazza alla quale chiedo di farmi provare una delle sue tre Aero Pro Drive, almeno finchè non si fossero fatti la doccia e rivestiti per andare via.
Non ci avevo mai giocato, se non un ora di palleggio quandò uscì quella nera, la prima, prestatami anche quella ma che, avendo su delle corde pessime non mi piacque, ed infatti la lasciai perdere.
La versione provata ora invece era quella bianca e gialla, credo la prima Cortex, quindi non la migliore, ed aveva su delle Pro’s Pro Nano qualcosa un po’ poco tese, manico 2 e tra l’altro molto usata con diversi segni.
Devo dire che la prova è stata molto positiva sotto ogni aspetto, nonostante la racchetta non fosse in ottime condizioni.
Controllo più che decente, buone rotazioni tra cui il back di rovescio, notevole facilità di gioco e tutto sommato poche vibrazioni rispetto alle attese.
Giro un po’ per i forum per capire meglio e scopro che la nuova versione 2013 non ha più il cortex vecchio ma ha quello sovrapposto al manico, la grafica mi piace molto di più e scopro anche la più rara versione plus, la Tsonga, che mi consentirebbe almeno di mantenere la lunghezza del telaio che avevano le Prince e quindi di non modificare troppo lo swing.
Parlo anche con qualche amico che ha la nuova PD con lo stesso sistema Cortex che mi garantisce che rispetto alla precedente versione della PD, questa nuova non vibra assolutamente ed ha un controllo molto superiore.
Stranamente il mio negoziante di fiducia aveva anche la versione Plus e quindi a quel punto mi sono detto “ok ci provo”, tanto le APD sono un assegno circolare potrei rivenderle senza difficoltà.
Passo al LATO OSCURO DELLA FORZA.
L’estetica la trovo molto bella con questa prevalenza di nero che la incattivisce molto.
In mano è molto solida e massiccia, i braccetti fanno impressione.
La prima prova la faccio con le RPM BLAST a 22 kili (due nodi) e sono rimasto sorpreso sia dall’impatto, bello pieno e solido, sia dal controllo, ma soprattutto dalla facilità con cui si riesce a giocare il rovescio ad una mano, sia da sopra che da sotto, in totale fiducia.
Vibrazioni quasi zero.
Così stock, manico 3, con corde, overgrip ed antivibrazioni, il peso si assestava sui 328 grammi.
L’ho provata in diversi contesti prima di decidere che potesse andare bene, contro giocatori più forti, più deboli, col maestro, in torneo, e progressivamente mi dava sempre più fiducia e il mio gioco dava segnali di ripresa.
Rotazioni, top back, kick e via cantando erano un piacere, ma a detta di tutti la palla era più leggera di prima.
Le RPM non mi hanno fatto impazzire ma nell’ultima ora di gioco, quando oramai avevano perso tensione, ho iniziato a tirare delle bordate a tutto braccio e giocando contro un terza ho vinto un set piazzando almeno 10 aces, che credo fossero venti anni che non accadeva.
Dopo quella partita ho deciso di operare qualche piccola modifica.
Ho così montato il manico in cuoio nero della Pacific che avevo preso per le prince, anche perché la misura 3 di Babolat è sorprendentemente grossa, ed il cuoio la diminuisce.
Per compensare, ma non tutti, i 10 grammi in più del cuoio rispetto al grip di serie, ho polarizzato con 4 grammi di piombo ad ore 12.
RImontato l’overgrip e l’antivibrazione la racchetta così modificata pesava 342 grammi.
Adesso si che si ragiona…..mi sono detto.
In tutti i forum del mondo si diceva che con la Black Code la APD va meglio, e così ho fatto montare un set di black code 1,24 a 22,5 – 22 kili a 4 nodi.
Un altro pianeta, la racchetta è diventata cattivissima, con ancora più controllo e capacità di essere letale, servizio e dritto da urlo e back basso.
In questa configurazione ho ritrovato anche colpi come palla corta pallonetti, passanti etc..
Purtroppo anche le black code dopo 4-5 ore ottime erano andate, ma comunque meglio delle RPM che erano morte dopo 3 ore.
A quel punto ho comunque deciso di adottare la racchetta come racchetta ufficiale e di acquistare la seconda per fare la coppia.
Purtroppo la seconda era irreperibile, eravamo sotto le feste e la Babolat consegnerà dopo Natale, cioè a torneo sociale finito ed io dovevo giocare la semifinale.
Mi rimetto sui forum e mi imbatto su un post dove interviene direttamente un produttore di corde italiano, la Double Ar, che è appena uscita con un prodotto, la Raptor 27, che essi stessi garantiscono per 10 ore di tenuta di tensione.
Un mono liscio, calibro grosso 1,27, che tiene la tensione e giallo fluo con la APD, rigido ma meno degli altri in commercio, prezzo alto ma con sconto in promozione lancio e quindi lo compro.
Vi chiederete: se la Black Code era perfetta perché non spendere la stessa cifra per una matassa di TF già collaudate?
Perché le BC le sentivo un po’ sul braccio, al contrario delle RPM che però ho trovato anonime in tutto.
Con la Raptor 27 a 23-22 kili 4 nodi ci ho vinto il torneo.
La APD PLUS con queste corde è diventata ancora più agonistica, controllo super, il back di rovescio è diventato molto profondo (con le sagomate rimaneva basso ma corto), il gioco di pressione più pesante, la sensibilità maggiore.
In questa configurazione ho commesso davvero pochi errori e si riescono a giocare anche i piattoni dall’alto oltre che le rotazioni.
Ho giocato 7 ore con queste corde ed ancora sono fresche, hanno perso poca tensione e non mi provocano alcun dolore al braccio.
Passiamo ai voti (versione custom da 342 grammi)
Servizio: voto 10
La prima piatta è una fucilata. Il Kick sia di prima che di seconda palla è sempre sicuro profondo e salta tanto. La scioltezza del movimento viene amplificata e premiata anche grazie alla extra lunghezza.
Dritto: voto 11
C’è di che divertirsi con ogni rotazione ed in ogni direzione, sia che lo si giochi vincente o di contenimento, o di approccio. La palla viaggia sempre profonda, veloce ed anche pesante.
Rovescio: voto 9
Solo perché non è proprio il mio colpo, però il back è ottimo ed il top lo stesso. L’ho scelta proprio perché il suo back di rovescio mi ha convinto parecchio.

Volèè: voto 7
Non è il suo campo preferito, e nemmeno il mio, però se la cava egregiamente soprattutto sulla volè spinta. Quella di tocco ha visto racchette migliori. Troppa potenza intrinseca va mitigata molto col polso.
Smash: voto 10
Come il servizio.
Maneggevolezza: voto 7
Pensavo peggio però si sente quando la muovi, sia il fusto che l’ovale fanno avvertire la loro presenza, su qualche palla insidiosa molto bassa o molto profonda, il recupero di polso è un po’ laborioso.
Controllo: voto 9
Davvero una bella sorpresa da ogni area del campo, non è un cannone che spara sulle siepi. Certo che se uno si impegna ci riesce ad abbattere qualche volatile, ma ci vuole impegno. La racchetta non è overpowered a dispetto delle apparenze delle credenze e la sua stabilità consente grande direzionalità dei colpi.
Potenza: voto 10
E’ sfruttabile al 100% e ne ha in quantità notevole per generare palle veloci e cariche di rotazione, certo ci vuole tecnica per sfruttarla tutta.
Comfort: voto 9
Non sarà una pt57, non sarà flessibile, non sarà una yonex e nemmeno una Pro kennex, ma non è nemmeno una Babolat per come le ricordavo io e per come si legge in giro. Sarà il nuovo cortex, sarà anche la maggiore lunghezza, saranno sicuramente i nuovi poliestere ed in particolare la Raptor 27, però mi aspettavo che gomito e spalla andassero in risonanza ed invece zero di zero, addirittura meno che con le Prince che erano flex 57. Misteri della fede.
Conclusioni
Racchetta vera questa plus, secondo me è una falsa easy, è un’agonistica a tutti gli effetti già stock, poi volendoci lavorare di custom si hanno svariate possibilità di renderla davvero cattiva. Come tutte le racchette stock, quando ho preso la seconda racchetta ho dovuto compensare 4 grammi di differenza in più. Ora entrambe sono 346 grammi ma sono ancora migliorate. Con la Prince giocavo bene, benissimo, partite di tre ore che magari perdevo per sfinimento e giocando pochi vincenti, con questa ho già vinto un torneo giocando al 70% della mia forma, il che significa che quel 30% in più ce lo ha messo lei in termini di minore sforzo e più vincenti, quello che stavo cercando per fare un upgrade al mio tennis e per compensare un anno in più sulle spalle..
spalama
spalama

Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da marco61 Gio 02 Gen 2014, 14:31

Chapeau. Non amo quel genere di telai ma gli estimatori non mancano di certo, anzi.
Chiunque si troverà a leggere questa recensione troverà tutti gli elementi sostanziali necessari per decidere se acquistarla o meno.
Ti ringrazio a nome dei futuri acquirenti.


Irsa Pro Stringer
Irsa Racquet Technician
Hesacore authorized reseller

"Il cervello finisce con l'adattarsi all'invecchiamento rassegnandosi a impartire ordini in linea con la mutata condizione fisica." Satrapo, li 05/07/2010
marco61
marco61

Messaggi : 11238
Data d'iscrizione : 01.12.09
Età : 59
Località : sanremo

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da smokingbs Gio 02 Gen 2014, 15:07

Ciao Spalama,
ma con 4 grammi a ore 12 hai incrementato lo swing di quasi 20 p.ti, aggiunti ai 326 standard (dato TW)
diventa una bella bestia...
la trovi affaticante in partite lunghe magari su terra???
smokingbs
smokingbs

Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 36
Località : brescia

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da spalama Gio 02 Gen 2014, 15:42

Ne ho anche aggiunti 10 al manico se è per questo.

Una bestia???

Può darsi, ma l'ho presa proprio per accorciare le partite lunghe che giocavo con la Prince.
spalama
spalama

Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da smokingbs Gio 02 Gen 2014, 15:46

io uso la pd roddick plus ero interessato a passare a apd plus adeguatamente custom...
ma ho anche un altro dubbio legato a una radical pro ig di cui me ne hanno parlato veramente bene

smokingbs
smokingbs

Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 36
Località : brescia

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da spalama Gio 02 Gen 2014, 16:28

Forse la Roddick Plus è più estrema, la APD la customizzi come vuoi e non sarebbe diversissima dalla tua, la Radical Pro IG non la conosco, l'impatto delle Head mi ha sempre procurato problemi al gomito e molto credo sia dovuto anche all'impugnatura con cui non mi sono mai trovato bene.
spalama
spalama

Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da spalama Gio 02 Gen 2014, 16:49

@marco61 ha scritto:Chapeau. Non amo quel genere di telai ma gli estimatori non mancano di certo, anzi.
Chiunque si troverà a leggere questa recensione troverà tutti gli elementi sostanziali necessari per decidere se acquistarla o meno.
Ti ringrazio a nome dei futuri acquirenti.

Come sapete lo spirito delle mie recensioni è quello di dare un feedback reale, dal campo, delle attrezzature che provo personalmente e testo per bene.

Come avete visto infatti, delle Dunlop Neomaxx non ne ho mai parlato e scritto per bene proprio perchè, a parte la bellezza scioccante del telaio dal vero, le ho liquidate prima di dargli delle chance vere, ho capito subito che era inutile andare avanti e quindi non vale la pena nemmeno perderci del tempo a raccontare le cose.

Prima di scrivere della APD PLUS ho atteso un bel pò di tempo, l'ho voluta provare per bene.

Dunque al di là dell'oggetto della mia prova le riflessioni degli utenti dovrebbero convergere sul metodo con cui si prova una racchetta prima di prendere una decisione, fermo restando che se c'è poco feeling da subito meglio lasciare perdere.

Quando una racchetta va mollata subito: quando provata con l'avversario di sempre a cui fai fare pochi games ti mette in seria difficoltà e quando provata in torneo, quindi in partita vera, ti fa venire le "madonne" perchè tu pensi una cosa e lei ne fa un'altra, o la fa molto male.

Supponendo invece un impatto positivo con il nuovo attrezzo, ecco che va provata con avversari ed in condizioni diverse, con diversi set up di corde non sperimentali ma che derivano da feedback trovati sui forum oppure di persona con compagni ed amici e provando anche diversi assetti sperimentandoli sul campo in base a ciò che il vostro gioco richiede.

Trovato l'assetto che più mi soddisfa mantengo fermi tutti i parametri e la riprovo in diverse condizioni e con avversari diversi.

Ci vuole almeno un mese giocando due tre volte alla settimana almeno un paio d'ore alla volta.

La teoria mi piace poco perchè serve a poco per giudicare una racchetta.

spalama
spalama

Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Ospite Gio 02 Gen 2014, 16:49

purtroppo, sino ad oggi, con Babolat - sia Aero che Pure, sia normal che Plus, non è mai scoppiato il feeling... se uno riesce a non avere il rigetto può diventare veramente il Santo Graal

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Ospite Gio 02 Gen 2014, 16:53

come dicevo, un 2.3 e un 2.8 entrambi della mia città, hanno optato per questa scelta..

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Chiros Gio 02 Gen 2014, 18:11

@spalama ha scritto:
@marco61 ha scritto:Chapeau. Non amo quel genere di telai ma gli estimatori non mancano di certo, anzi.
Chiunque si troverà a leggere questa recensione troverà tutti gli elementi sostanziali necessari per decidere se acquistarla o meno.
Ti ringrazio a nome dei futuri acquirenti.

Come sapete lo spirito delle mie recensioni è quello di dare un feedback reale, dal campo, delle attrezzature che provo personalmente e testo per bene.

Come avete visto infatti, delle Dunlop Neomaxx non ne ho mai parlato e scritto per bene proprio perchè, a parte la bellezza scioccante del telaio dal vero, le ho liquidate prima di dargli delle chance vere, ho capito subito che era inutile andare avanti e quindi non vale la pena nemmeno perderci del tempo a raccontare le cose.

Prima di scrivere della APD PLUS ho atteso un bel pò di tempo, l'ho voluta provare per bene.

Dunque al di là dell'oggetto della mia prova le riflessioni degli utenti dovrebbero convergere sul metodo con cui si prova una racchetta prima di prendere una decisione, fermo restando che se c'è poco feeling da subito meglio lasciare perdere.

Quando una racchetta va mollata subito: quando provata con l'avversario di sempre a cui fai fare pochi games ti mette in seria difficoltà e quando provata in torneo, quindi in partita vera, ti fa venire le "madonne" perchè tu pensi una cosa e lei ne fa un'altra, o la fa molto male.

Supponendo invece un impatto positivo con il nuovo attrezzo, ecco che va provata con avversari ed in condizioni diverse, con diversi set up di corde non sperimentali ma che derivano da feedback trovati sui forum oppure di persona con compagni ed amici e provando anche diversi assetti sperimentandoli sul campo in base a ciò che il vostro gioco richiede.

Trovato l'assetto che più mi soddisfa mantengo fermi tutti i parametri e la riprovo in diverse condizioni e con avversari diversi.

Ci vuole almeno un mese giocando due tre volte alla settimana almeno un paio d'ore alla volta.

La teoria mi piace poco perchè serve a poco per giudicare una racchetta.

 

Questo fa di te un recensore molto attendibile. Ce n'e' un gran bisogno.
Chiros
Chiros

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 46
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da spalama Ven 03 Gen 2014, 09:31

Ti ringrazio Chiros ma va tutto contestualizzato al livello di gioco.

Ciò che va bene per me potrebbe non andar bene per tanti altri e per mille svariati motivi.

Io cerco sempre di piazzare alcuni suggerimenti quà e là nelle recensioni.

Quando scrivo che è una falsa easy ed è agonistica è proprio perchè, contrariamente a quanto si pensa "in teoria", per giocare in pieno controllo e sfruttare tutte le potenzialità offerte da questa racchetta, ci vuole tecnica.

Ciò che invece accade spesso, ma accade anche con la Federer, è di vedere gente che non sa giocare bene, con movimenti sbagliati e tecnica approssimativa, che impugna Pure Drive ed APD solo perchè spingono bene la palla e ritengono siano facili.

E li vedi con certe corde montate a certe tensioni che nemmeno Nadal e soci.

Certamente sono più facili di una Pro Staff 90 per carità, ma da qui a sfruttarle per quello che realmente possono dare ce ne vuole.

La somma di questi fattori ne alimenta poi la leggenda di spaccabraccio.

Che la racchetta sia rigida è innegabile e si sente, poi ognuno ha la sua frequenza di risonanza delle articolazioni.

Io ad esempio non digerisco le prestige, di diverse serie pure, basta che le provo per 4-5 ore e mi viene male al gomito, eppure sono morbide, pastose etc...etc....
Forse sarà l'impugnatura rettangolare che non tollero proprio.

Tanti utenti poi a seguito delle impressioni dal campo che scrivo su racchette e corde chiedono: "ma secondo te..." "Se io provassi...." "Se io facessi..." "ma tu....." ed io rispondo sempre: "provate voi e ditemi voi come vi trovate", e consiglio sempre di investire saggiamente i vostri soldi sull'attrezzatura e di spenderne molti di più con un buon maestro.


spalama
spalama

Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Ospite Ven 03 Gen 2014, 09:46

@smokingbs ha scritto:Ciao Spalama,
ma con 4 grammi a ore 12 hai incrementato lo swing di quasi 20 p.ti, aggiunti ai 326 standard (dato TW)


Con 4 grammi ad ore 12, dovrebbe aumentare di 12 punti.
Considerata la lunghezza extra, al massimo 14.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da smokingbs Ven 03 Gen 2014, 09:52

Come mai dici così corre 4×70x70 /1000 = 19.6
O sbaglio qualcosa?
smokingbs
smokingbs

Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 08.12.09
Età : 36
Località : brescia

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Ospite Ven 03 Gen 2014, 09:56

@smokingbs ha scritto:Come mai dici così corre 4×70x70 /1000 = 19.6
O sbaglio qualcosa?
Andre...
non conosco la formula fisica...
dalle centinaia di prove empiriche fatte al diagnostica, su di un telaio standard, i grammi applicati in testa aumentano i punti di inerzia di 3 volte.

4 gr X 3= 12 punti

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da MSport Ven 03 Gen 2014, 10:08

correnelvento ha scritto:
@smokingbs ha scritto:Come mai dici così corre 4×70x70 /1000 = 19.6
O sbaglio qualcosa?
Andre...
non conosco la formula fisica...
dalle centinaia di prove empiriche fatte al diagnostica, su di un telaio standard, i grammi applicati in testa aumentano i punti di inerzia di 3 volte.

4 gr X 3= 12 punti

Giovanni Buon anno!

A Occhio e croce hai idea sulla base della tua esperienza empirica , con riferimento ai calcoli che proponi, di come possa cambiare tale rapporto di swingweight se i pesi vengono messi alle ore 10:00 e 2:00 oppure ai classici 3:00 e 9:00 grazie
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Ospite Ven 03 Gen 2014, 10:20

@Msport ha scritto:

Giovanni Buon anno!

A Occhio e croce hai idea sulla base della tua esperienza empirica , con riferimento ai calcoli che proponi, di come possa cambiare tale rapporto di swingweight  se i pesi vengono messi alle ore 10:00 e 2:00 oppure ai classici 3:00 e 9:00 grazie

Te lo dico con la massima precisione:
i grammi posti ai lati dell'ovale aumentano l'inerzia di due volte:
(se tu metto 6 grammi totali ai lati, l'inerzia aumenta di 12 punti: 6x2=12)

Se li metti ad ore 10/2 l'inerzia aumenta di 2,5 volte
(se metti 6 grammi totali ad ora 10/2, l'iunerzia aumenta di 15 punti: 6x2,5=15)

Se li metti in punta, aumenta 3 volte
(6x3=18 punti)


Sicuro al 100%

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da MSport Ven 03 Gen 2014, 10:50

correnelvento ha scritto:
@Msport ha scritto:

Giovanni Buon anno!

A Occhio e croce hai idea sulla base della tua esperienza empirica , con riferimento ai calcoli che proponi, di come possa cambiare tale rapporto di swingweight  se i pesi vengono messi alle ore 10:00 e 2:00 oppure ai classici 3:00 e 9:00 grazie

Te lo dico con la massima precisione:
i grammi posti ai lati dell'ovale aumentano l'inerzia di due volte:
(se tu metto 6 grammi totali ai lati, l'inerzia aumenta di 12 punti:  6x2=12)

Se li metti ad ore 10/2 l'inerzia aumenta di 2,5 volte
(se metti 6 grammi totali ad ora 10/2, l'iunerzia aumenta di 15 punti: 6x2,5=15)

Se li metti in punta, aumenta 3 volte
(6x3=18 punti)


Sicuro al 100%

Grazie!!!!
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Chiros Ven 03 Gen 2014, 12:44

@spalama ha scritto:Ti ringrazio Chiros ma va tutto contestualizzato al livello di gioco.

Ciò che va bene per me potrebbe non andar bene per tanti altri e per mille svariati motivi.

Io cerco sempre di piazzare alcuni suggerimenti quà e là nelle recensioni.

Quando scrivo che è una falsa easy ed è agonistica è proprio perchè, contrariamente a quanto si pensa "in teoria", per giocare in pieno controllo e sfruttare tutte le potenzialità offerte da questa racchetta, ci vuole tecnica.

Ciò che invece accade spesso, ma accade anche con la Federer, è di vedere gente che non sa giocare bene, con movimenti sbagliati e tecnica approssimativa, che impugna Pure Drive ed APD solo perchè spingono bene la palla e ritengono siano facili.

E li vedi con certe corde montate a certe tensioni che nemmeno Nadal e soci.

Certamente sono più facili di una Pro Staff 90 per carità, ma da qui a sfruttarle per quello che realmente possono dare ce ne vuole.

La somma di questi fattori ne alimenta poi la leggenda di spaccabraccio.

Che la racchetta sia rigida è innegabile e si sente, poi ognuno ha la sua frequenza di risonanza delle articolazioni.

Io ad esempio non digerisco le prestige, di diverse serie pure, basta che le provo per 4-5 ore e mi viene male al gomito, eppure sono morbide, pastose etc...etc....
Forse sarà l'impugnatura rettangolare che non tollero proprio.

Tanti utenti poi a seguito delle impressioni dal campo che scrivo su racchette e corde chiedono: "ma secondo te..." "Se io provassi...." "Se io facessi..." "ma tu....." ed io rispondo sempre: "provate voi e ditemi voi come vi trovate", e consiglio sempre di investire saggiamente i vostri soldi sull'attrezzatura e di spenderne molti di più con un buon maestro.




Sono talmente d'accordo con te che nemmeno scrivo le recensioni.
Anzi mi sono accorto che dovrei stare zitto pure quando parlo di corde.
Oppure scrivere ma ricordaree a tutti che sono una pippa.
Chiros
Chiros

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 46
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da MSport Ven 03 Gen 2014, 13:30

@Chiros ha scritto:
@spalama ha scritto:Ti ringrazio Chiros ma va tutto contestualizzato al livello di gioco.

Ciò che va bene per me potrebbe non andar bene per tanti altri e per mille svariati motivi.

Io cerco sempre di piazzare alcuni suggerimenti quà e là nelle recensioni.

Quando scrivo che è una falsa easy ed è agonistica è proprio perchè, contrariamente a quanto si pensa "in teoria", per giocare in pieno controllo e sfruttare tutte le potenzialità offerte da questa racchetta, ci vuole tecnica.

Ciò che invece accade spesso, ma accade anche con la Federer, è di vedere gente che non sa giocare bene, con movimenti sbagliati e tecnica approssimativa, che impugna Pure Drive ed APD solo perchè spingono bene la palla e ritengono siano facili.

E li vedi con certe corde montate a certe tensioni che nemmeno Nadal e soci.

Certamente sono più facili di una Pro Staff 90 per carità, ma da qui a sfruttarle per quello che realmente possono dare ce ne vuole.

La somma di questi fattori ne alimenta poi la leggenda di spaccabraccio.

Che la racchetta sia rigida è innegabile e si sente, poi ognuno ha la sua frequenza di risonanza delle articolazioni.

Io ad esempio non digerisco le prestige, di diverse serie pure, basta che le provo per 4-5 ore e mi viene male al gomito, eppure sono morbide, pastose etc...etc....
Forse sarà l'impugnatura rettangolare che non tollero proprio.

Tanti utenti poi a seguito delle impressioni dal campo che scrivo su racchette e corde chiedono: "ma secondo te..." "Se io provassi...." "Se io facessi..." "ma tu....." ed io rispondo sempre: "provate voi e ditemi voi come vi trovate", e consiglio sempre di investire saggiamente i vostri soldi sull'attrezzatura e di spenderne molti di più con un buon maestro.




Sono talmente d'accordo con te che nemmeno scrivo le recensioni.
Anzi mi sono accorto che dovrei stare zitto pure quando parlo di corde.
Oppure scrivere ma ricordaree a tutti che sono una pippa.

Argomento già sviscerato forse un paio di anni addietro, quando  si cominciò a porsi alcuni dubbi sui test che venivano fatti da tw usa e poi i pareri che si leggevano su tennis warehouse europeo  su Facebook, nonché riviste come tennis Best e tennis italiano.
Le recensioni hanno buon  valore se eseguite da  tennista qualificato ( tecnicamente parlando )ma comunque per quello che mi riguarda anche il tennista della strada e le sue indicazioni, hanno comunque un valore significativo magari non in termini assoluti ma sicuramente come preziose indicazioni che possono dare.
Ci sono delle soggettività tecniche e fisiche che in termini assoluti non possono essere superate
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Chiros Ven 03 Gen 2014, 18:17

Non c'entra niente ma scrivo qui per non urtare nessuno.
Quando si scrive "il back si alza un po' ", secondo me si scrive una fesseria.
Si alza perche' hai colpito male la palla! Siete d'accordo?
Chiros
Chiros

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 46
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da spalama Sab 04 Gen 2014, 10:16

Generalmente si ma ci sono attrezzi e delle corde che non aiutano molto.
Con le Rip Control sulla Exo3 ad esempio il back mi volava spesso...

Sul discorso dell'inerzia volevo fare una precisazione.

Anche questo dato e' un dato di laboratorio che va preso come indicativo.
In realta', durante il gioco, l'asse di rotazione della racchetta non e' ben definito, e non e' sicuramente in fondo al manico.
Inoltre la racchetta non e' assimilabile per geometria ad un corpo solido regolare.
nella determinazione dello sw si fanno delle approssimazioni molto grossolane, ed e' per questo che poi in campo le risultanze sono spesso diverse dalle attese, soprattutto in relazione ai singoli movimenti di ognuno.
Mi spiego meglio, se uno gioca completamente piatto, l'asse di rotazione della racchetta durante il gioco e' circa la spalla del giocatore ed e' perpendicolare al terreno.
Prendete ad esempio il dritto di Del Potro giocato a braccio dritto e polso fermo.
Se invece uno gioca un dritto alla Federer, quindi con il tilting di polso, diventa piu' difficile determinare l'asse di rotazione della racchetta perche' per una parte del movimento e' la spalla, poi il gomito ed infine il polso...
Il caso Nadal e' forse piu' semplice?
Quando gioca il suo dritto "a vaffanculo" perche' sembra che ti mandi a quel paese con il movimento del braccio, beh...l'asse di rotazione della racchetta e' il gomito ma e' parallelo al terreno.
La racchetta infatti si muove perpendicolarmente al terreno.

Sul rovescio e' forse piu' semplice e lineare la situazione, e di puo' dire che e' la spalla l'asse di rotazione della racchetta per la maggior parte dei giocatori.

Per chi fa uso del back e' piu' il gomito il punto attorno a cui ruota la racchetta.

Sul Servizio??? Auguri, spalla, gomito polso in sequenza.

Questo per dire che al di la' delle formule matematiche, empiriche, del diagnostic, etc...ognuno ha il suo momento d'inerzia ideale in relazione alla sua tecnica di gioco.

Dunque il dato di SW giusto per voi va trovato sul campo, va misurato poi sul diagnostic e riprodotto sui diversi telai che utilizzerete nel corso della vita tennistica.

Modificando la tecnica, correggendo al tecnica, lavorando sui colpi, puo' darsi che piuttosto che cambiare telaio, vi serva solo modificare lo sw.
spalama
spalama

Messaggi : 1168
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 53
Località : ROMA

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Chiros Sab 04 Gen 2014, 10:40

Sull'inerzia sono 2 anni che scrivo queste cose, non posso che essere d'accordo.

Il dritto a vaffanculo e' mitico. Very Happy
Chiros
Chiros

Messaggi : 5150
Data d'iscrizione : 27.10.10
Età : 46
Località : Mai una stabile.

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da frank Sab 04 Gen 2014, 21:12

@spalama ha scritto:
Dunque il dato di SW giusto per voi va trovato sul campo, va misurato poi sul diagnostic e riprodotto sui diversi telai che utilizzerete nel corso della vita tennistica.
Esatto...il mio SW preferito oscilla tra 332 e 338
frank
frank

Messaggi : 5697
Data d'iscrizione : 28.01.11
Età : 49
Località : Latina...già Littoria Olim Palus

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da superpipp(a) Sab 04 Gen 2014, 21:28

@Chiros ha scritto:Non c'entra niente ma scrivo qui per non urtare nessuno.
Quando si scrive "il back si alza un po' ", secondo me si scrive una fesseria.
Si alza perche' hai colpito male la palla! Siete d'accordo?
Io sono "superd'accordo" su questo che dici e ti dico anche perche:
stassa racchetta, stessa corda, stessa tensione prima ogni back era una palombella
adesso e' molto piu' teso semplicemente perche' sto molto piu' attento al movimento
nel colpire. Quante ne ho provate ma alla fine ci sono riuscito ..... o quasi  lol!


"Dove batte quando batto?" perche' non so dove la metto!!
superpipp(a)
superpipp(a)

Messaggi : 3867
Data d'iscrizione : 27.08.12
Età : 65
Località : Vesuvio

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da MSport Dom 05 Gen 2014, 09:17

@Chiros ha scritto:Sull'inerzia sono 2 anni che scrivo queste cose, non posso che essere d'accordo.

Il dritto a vaffanculo e' mitico. Very Happy
Ok
Però teniamo conto che un unità di misura serve, anche se convenzionale e non puntuale a seconda del tipo di gioco o di colpo, che sarebbe poco pratico.
Ad ogni modo una racchetta con sw 360 spingerà più la palla sempre e cmq rispetto a una da 300 sw.
Che poi il giocatore con la prima ci riesce per 20 min soltanto ...........
MSport
MSport

Messaggi : 2477
Data d'iscrizione : 17.09.11
Età : 49
Località : Trezzano S/N (MI)

Torna in alto Andare in basso

Babolat - RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013 Empty Re: RECENSIONE BABOLAT AERO PRODRIVE PLUS 2013

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.